Windows Lite anche per dual screen e pieghevoli

Microsoft al lavoro su una nuova versione del sistema operativo, nome in codice Windows Lite, destinata a dispositivi dual screen e pieghevoli.

Nuovi form factor si stanno affacciando sul mercato. Dual screen e dispositivi pieghevoli, come abbiamo visto la scorsa settimana al MWC 2019 di Barcellona, sono ormai quasi pronti per il debutto commerciale. Microsoft non ha alcuna intenzione di perdere anche questo treno e, con l’obiettivo di non ripetere l’errore commesso con gli smartphone, è al lavoro per supportarli al meglio e nel più breve tempo possibile, attraverso il rilascio di un sistema operativo sviluppato ad hoc: la piattaforma è al momento nota tra gli addetti ai lavori con il nome in codice Windows Lite.

Windows Lite: dual screen e pieghevoli

Non è la prima volta che se ne parla. Già nei mesi scorsi sono circolate le prime indiscrezioni in merito al progetto, come di un possibile concorrente per Chrome OS e per la linea Chromebook, frutto di un processo di ottimizzazione dell’attuale Windows 10. Il codice verrà snellito, così da contenere le risorse richieste per l’esecuzione. Sarà compatibile, tra gli altri, con gli hardware destinati alle categorie Always On e Always Connected prodotti da chipmaker come Qualcomm. Oggi si torna a parlarne per via di una soffiata raccolta dalla redazione del sito The Verge.

Microsoft sarebbe impegnata nello sviluppo della cosiddetta Composable Shell delegata alla gestione modulare degli elementi che compongono l’interfaccia, in modo da garantire il pieno supporto a ogni tipologia di schermo (o di schermi). La UI di Windows Lite, da alcuni chiamato anche con il codename Santorini, dovrebbe essere piuttosto simile a quella mostrata nel mockup seguente realizzato dal sito Petri.com.

Windows Lite, mockup dell'interfaccia

La presentazione ufficiale potrebbe andare in scena già nei prossimi mesi, in occasione dell’evento Build 2019 che richiamerà a sé la community di sviluppatori e non solo, organizzato dal 6 all’8 maggio in quel di Seattle.

Andromeda e il ritorno di Courier?

Il gruppo di Redmond, dunque, se da un lato continua a puntare su Windows 10 e sulle sue prossime evoluzioni (la versione 20H1 è già in sviluppo) per il segmento PC, dall’altro mette in cantiere una piattaforma destinata a device con funzionalità e form factor inediti. Tra i primi prodotti che potranno beneficiarne, forse, anche quell’Andromeda pieghevole di cui si è già parlato in alcuni rumor e visibile in un concept qui sotto.

Microsoft Andromeda nel render di David Breyer

Non è da escludere nemmeno l’ipotesi che Microsoft possa ripescare l’idea Courier di cui si è parlato parecchio una decina di anni fa, poi abbandonata: una sorta di tablet con due schermi touch per la lettura, l’intrattenimento e il lavoro.

Fonte: The Verge

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti