WordPress, è tempo di cambiare

WordPress, è tempo di cambiare

La piattaforma di publishing più popolare si rinnova con nuova interfaccia, nuove tecnologie e nuovi strumenti pensati per facilitare la pubblicazione di contenuti online. C'è anche una app per desktop, anche se al momento è solo per OS X
La piattaforma di publishing più popolare si rinnova con nuova interfaccia, nuove tecnologie e nuovi strumenti pensati per facilitare la pubblicazione di contenuti online. C'è anche una app per desktop, anche se al momento è solo per OS X

WordPress.com cambia faccia, cuore e tecnologie di backend, con l’obiettivo dichiarato di “rinfrescare” la piattaforma e metterla al passo coi tempi salvaguardando gli stessi obiettivi di sempre: il CMS (Content Management System) più usato del Web continuerà a servire le necessità di pubblicazione e blogging di utenti, aziende e professionisti, ma lo farà in un modo nuovo e con strumenti avanzati che molti probabilmente aspettavano da tempo.

Il nuovo WordPress è anche noto con il nome in codice di Progetto Calypso, spiega il fondatore di Automattic (e quindi di WP) Matt Mullenwag, e rappresenta l’ideale riscrittura da zero del CMS sfruttando le conoscenze e le competenze accumulate negli ultimi 13 anni.

Per realizzare Calypso ci sono voluti 20 mesi di lavoro e il contributo di 127 diversi committer , spiega ancora Mullenwag, e il risultato di tutto questo lavoro è una nuova piattaforma che risulta molto più veloce, è scritta interamente in JavaScript (con librerie come Node e React), sfrutta le API open, è responsive, ha una vocazione piena alla socialità con statistiche, “like” e notifiche.

Il nuovo WP è poi interamente open source, gestisce “centinaia” di siti da un’unica interfaccia, e l’integrazione con Jetpack permette di gestire da remoto anche i siti self-hosted (basati sul codice di WordPress.org) con tanto di aggiornamenti automatici di plug-in e temi.

Calypso contiene un gran numero di novità per tutti, e una balza sicuramente agli occhi più di tutte: una nuova incarnazione (attualmente disponibile solo per Mac OS X, in arrivo per Windows e Linux) “traduce” l’intera interfaccia di WordPress.com in una applicazione per computer con cui poter gestire i siti WordPress senza l’inutile – e sovente fastidioso – ingombro di un intero browser Web. Ed è solo l’inizio, promette Mullenwag, una versione 1.0 che promette bene per il futuro.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 24 nov 2015
Link copiato negli appunti