WSIS e libera informazione a Napoli

Incontro


Roma – All’indomani della chiusura dei lavori del Summit ONU sulla Società dell’Informazione si organizza a Napoli per venerdì 12 dicembre a partire dalle 15,30 una giornata dedicata alla comunicazione su quanto accaduto dentro e attorno all’appuntamento di Ginevra organizzata da: Laboratorio dei Saperi Sociali, Laboratorio Matrix e InsuTv.

Fin dalle 13.30 ci saranno video-proiezioni in Streaming con mediattivisti di tutto il mondo riuniti nella piattaforma “Ginevra 03” alternativa al summit.

L’incontro si terrà nell’Aula SM9 al secondo piano di via Mezzocannone 16 presso l’Università Federico II e interverranno, tra gli altri, Franco Berardi (Bifo – in videoconferenza sul tema “I Media Comunitari: la potenza del desiderio”), Curzio Maltese de laRepubblica sulla legge Gasparri e Benedetto Vecchi de Il Manifesto sul tema “L’agenda politica del WSIS: la sua retorica, i suoi limiti”.

Seguirà anche una videointervista a Richard Stallman.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • keydot scrive:
    Ottimo filtro per safari/mac
    http://culater.net/software/PithHelmet/PithHelmet.phpGratuito e molto efficace.
  • Anonimo scrive:
    Gilberto Mondi, ma tu non privoxy?
    Parli male di questo nuovo antibanner...Non hai mai parlato di privoxy, che e`molto piu' diffuso, facile da installare, potentee configurabile.Prova a leggere repubblica.it con privoxy....Poi ne parliamobyezVincent Picariello
  • Anonimo scrive:
    togliere i banner in 5minuti ecco come:
    Primo determinate il sito, esterno a quello che state visitando, di provenienza del banner pubblicitario, se è un immagine basta fare click con il tasto destro e vedere le proprietà.Dovete poi cercare il file hosts sul vostro sistema,su linux sta coma la solito in /etc/Se avete WindowsXP andate qua: WINDOWSsystem32driversetcè un file testo che associa ad un IP un nomequesto file viene diciamo controllato dal browserper primo.a titolo di esempio per eliminare tutto il contenuto proveniente da ad.es.doubleclick.net lo dovete associareall'indirizzo IP 0.0.0.0 scrivendo una semplice riga di testo:0.0.0.0 ad.es.doubleclick.netpotete continuare ad aggiungere righe a piacimento,e tutti i contenuti provenienti da quei siti verranno sempre ignorati.V3nt0
  • Anonimo scrive:
    2 mentalità
    mi vuoi dire che se non ci fosse goggle creperemmo tutti?che quindi è giusto che guadagni?che è giusta la pubblicità?e che va condannato a morte chi fa un programma per togliere la pubblicità da google?la stessa propaganda per le reti mediaset..mi ricordo anni fa quando le reti mediaset erano le uniche a trasmettere qualcosa di decente e alcuni si batterono per la pubblicità che ci permetteva di fruire di pippo baudo o mara venier o iva zanicchichissenefrega..che google chiuda domaniche certi conduttori non guadagnino una lira non me ne frega nientenon hai niente di più serio da fare che impegnarti affinchè goggle guadagni 2,1 piuttosto che 1,9 milioni di dollari?come facevano gli antichi senza pubblicità...poveri disgraziati....
    • deltree scrive:
      Re: 2 mentalità

      mi vuoi dire che se non ci fosse goggle
      creperemmo tutti?
      che quindi è giusto che guadagni?
      che è giusta la pubblicità?
      e che va condannato a morte chi fa un
      programma per togliere la pubblicità da
      google?Google vive con la pubblicità e le sponsorizzazioni, perché tanto astio da chi fa soldi per merito? Senza soldi Google non potrebbe fornirti il servizio che ti offre
      la stessa propaganda per le reti mediaset..
      mi ricordo anni fa quando le reti mediaset
      erano le uniche a trasmettere qualcosa di
      decente e alcuni si batterono per la
      pubblicità che ci permetteva di fruire di
      pippo baudo o mara venier o iva zanicchiSono d'accordo ma non centra nulla, l'ambito è un altro come pure il fine.
      chissenefrega..
      che google chiuda domani
      che certi conduttori non guadagnino una lira
      non me ne frega nienteAllora perché posti? te l'ha detto il capo-guru?
      non hai niente di più serio da fare che
      impegnarti affinchè goggle guadagni 2,1
      piuttosto che 1,9 milioni di dollari?Sento quel senso di frustrazione immotivato dovuto a chi invidia la fortuna economica altrui a priori
      come facevano gli antichi senza pubblicità...
      poveri disgraziati....Infatti nel mondo fegli antichi o eri ricco o facevi la fame. Da quando esiste la borghesia, grosso modo esistono le pubblicità e le sponsorizzazioni.Senza la borghesia non sarebbe esistita neanche la dittatura del proletariato coi suoi luoghi comuni (chi ha successo non se lo è meritato e va abbattutto), quindi io mi guraderei di citare gli antichi anche perché le dittature presso gli "antichi" hanno avuto sempre vita breve e la cosa che andava per la maggiore era la democrazia e le sollevazioni popolari scevre da strumentalizzazioni politiche alla base
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 mentalità

        Google vive con la pubblicità e le
        sponsorizzazioni,un momento...google è nato senza pubblicità...quindi google non funziona grazie ai soldi della pubblicità...chi gestisce google campa con i soldi della pubblicità...il fatto che milioni di utenti non trovino rallentamenti può essere grazie alla pubblicità...e alcune migliorie nel motore in sè possono dipendere dai soldi della pubblicità....MA LA PUBBLICITÀ non è la sola che può finanziare progetti utili e intressanti...vorrei ricordarti il modello di finanziamento di molti progetti linux.... sono grosse imprese che per ridurre i costi di produzione danno a sviluppatori gnu i soldi per sviluppare software che poi le aziende useranno.... che poi questo software lo usino altri non interessa all'impresa che paga poco proprio in virtù di questo "contratto"...ad esempio i provider internet hanno tutto l'interesse che esistano motori di ricerca efficienti e guarda un po' anche con pubblicità limitata...altrimenti per certi versi la connessione sarebbe inutile...quindi il fantastico mondo di lustrini e fanfare bushiane non è il solo panorama possibile perfino in un'economia di mercato....
        perché tanto astio da chi
        fa soldi per merito? beh tu credi ancora nella meritocrazia...per carità... credici....l'astio è il tuo per quelli come me che non accettano certi modelli (che descriverai bene, anzi male :), sotto) di sviluppo o sociali o ancora meglio l'idealizzazione che alcuni ne fanno... di solito chi crede in tali modelli poi poco sa fare e sfrutta posizioni di forza per imporre schiavitù tecnologica, culturale, mediatica....
        Senza soldi Google non
        potrebbe fornirti il servizio che ti offrequesto lo dici tu... evidentemente sei su internet da così poco tempo che nemmeno riesci a pensare ad un modello ecnomico non dico alternativo ma diverso da quello in cui forse ti hanno indottrinato...ci sono state realtà su internet che senza soldi hanno fatto di internet quello che è oggi...se oggi in rete non trovassi milioni di contributi gratuiti messi in rete (con un costo addirittura) da individui o persone particolarmente illuminate e sicuramente non con la tua mentalità allora anche google servirebbe a poco....e poco poco grazie ai 'meritocratici' come te ci arriveremo... come le recinzioni in inghilterra...cito la storia dato che ti piace, anche se le tue fonti mi risultano un po' oscure...

        la stessa propaganda per le reti
        mediaset..
        Sono d'accordo ma non centra nulla, l'ambito
        è un altro come pure il fine.ucci ucci sento puzza di pidiessinucci....:)

        che google chiuda domani

        che certi conduttori non guadagnino una
        lira

        non me ne frega niente

        Allora perché posti? te l'ha detto il
        capo-guru?non me ne frega niente se google chiude per mancanza di pubblicità o perchè qualcuno fa un programmino per togliere la pubblicità peraltro perfettamente legale...la risposta menefreghista era per il tono un po' moralista e quasi da forca per gli autori del programmino...poi sembri tu quello che gioca a fare il guru viste certe interpretazione storiche o economiche e sociali...

        non hai niente di più serio da fare che

        impegnarti affinchè goggle guadagni 2,1

        piuttosto che 1,9 milioni di dollari?

        Sento quel senso di frustrazione immotivato
        dovuto a chi invidia la fortuna economica
        altrui a priorino dovresti vedere solo qualcuno che si domanda che bisogno c'era di fare informazione moralista e per certi versi forcaiola, quando il programmino in questione è legale, lo useranno in dieci, e non credo provocherà più problemi a google di quanti gliene stiano provocando i recenti avvenimenti al vertice... (in google qualcosa si muove... se leggi PI te ne sarai accorto.. tale articolo capita a sproposito diciamo...)

        come facevano gli antichi senza
        pubblicità...

        poveri disgraziati....

        Infatti nel mondo fegli antichi o eri ricco
        o facevi la fame.oggi invece le tue ong contribuiscono ad affamare i popoli con la scusa di portargli aiuto (vedi l'africa, leggi qualcosa di decente prima di impegnarti in pesanti dibattiti sui massimi sistemi)
        Da quando esiste la
        borghesia, grosso modo esistono le
        pubblicità e le sponsorizzazioni.ma cavolo la storia dove l'hai studiata?mi interessa sul serio...
        Senza la borghesia non sarebbe esistita
        neanche la dittatura del proletariato coibeh veramente la russia è arrivata dal feudalesimo direttamente alla rivoluzione senza passare per la tua amata borghesia.. senza contare che marx la indicava il paese meno adatto per una rivoluzione...ripeto... ma citi libri o hai una tua idea un po' particolare della storia?
        suoi luoghi comuni (chi ha successo non se
        lo è meritato e va abbattutto), quindi io mie quelli altrettanto comuni dell'uomo che si è fatto da solo, come bush o berlusconi...
        guraderei di citare gli antichi anche perché
        le dittature presso gli "antichi" hanno
        avuto sempre vita breve e la cosa che andava
        per la maggiore era la democrazia e le
        sollevazioni popolari scevre da
        strumentalizzazioni politiche alla basehai proprio una visione tutta tua della storia...beh questi sono i tuoi tempi...dove per un chissenefrega tiri fuori idee storiche un po' da dimostrare... pensa che la democrazia come la intendi tu non è mai esistita storicamente (ad atene dove il concetto è nato si poggiava su 200mila schiavi)...forse all'epoca della guerra fredda si è visto qualcosa di democratico... forse proprio perchè la tua amata e cara borghesia (quella vera, non i mille omini che hanno le idee buone rispetto ai poveri falliti e dementi come me) in quei tempi, per la strizza dei 'simpatizzanti della dittatura del popolo' qualcosa a 'sto famoso popolo dovettero concedere....oggi se lo stanno riprendendo...e se tu non sei un borghese nel senso storico del termine (che non è quello che intendi tu) sei uno dei loro tanti ascari...buona fortuna...a te...alle tue brillanti ideeche speriamo non ti venano rubate con escamotage legali stile DMCA o EUCD da qualcuno moolto più furbo e meritevole (in senso capitalistico) di te e di me....saluti
        • silverpilot scrive:
          Re: 2 mentalità

          oggi invece le tue ong contribuiscono ad
          affamare i popoli con la scusa di portargli
          aiuto (vedi l'africa, leggi qualcosa di
          decente prima di impegnarti in pesanti
          dibattiti sui massimi sistemi)
          Vi ho letto entrambi con attenzione, appena sono riuscito a cogliere l'alto livello cultural intellettivo delle Vostre risposte,però, e ti prego di scusarmi, il tuo tono da "professorone che solo Io ho veramente capito come gira il mondo" mi lascia alquanto perplesso, anche perchè, puntare il dito solo su una parte della classe politica nel per altro vano tentativo di beatificazione dell'altra, visto anche come vanno e come sono di recente andate le cose (e tra l'altro, scusa ma self-made-man bush che invece è il numero-uno dei figli d'arte, converrai con me, mi sembra proprio una stupidata... :)..... passi per il berlusca) e trascurare invece clinton, che non mi pare abbia fatto durante il suo mandato cose eccelse per il popolo, rimanendo sulla falsa riga di tutti gli altri..........e pure il baffetto nostrano.................bella barca complimenti e la prima manovra del suo governo con l'aumento del prezzo del pane e del latte................E poi scusami ancora, io sono ignorante ma non stupido e per capire come girino i massimi-sistemi, forse ne ricavo di più tenendo l'occhietto vispo e l'orecchio ben aperto che non leggendo faragginosi testi colmi di infruttifere ipotesi e carenti di tesi e proposte risolutive, come peratro i tuoi discorsi, buoni solo per far spalancare la bocca al popolo bue, ma che poi in pratica, come tutti gli altri, gli spalancano le natiche e ne approfittano..."scusami né........" Potrei anche capire un rifiuto del concetto meritocratico perchè si vorrebbe proporre un nuovo sistema che ci faccia tutti agiati, ma rifiutarlo per farci diventere tutti poveri mi sembra una bestialità satanica, tipo saddam o se preferisci fidel pensiero.........IO IO classe politica, tu zitto o muori, tentativo forse di rispolvero del concetto della 'Nomenclatura' ? .........alla stalin....alla hitler, alla saddam, alla fidel, alla diliberto........ - scusami, ma se fai parte del popolo allora un poco mi fai paura...............se invece sei un politico, bhè allora capisco.............E se ci riesci a non fare il 'nazista' tentando di demolire le mie affermazioni nei modi più biechi e meschini, cerca di giustificare il tuo credo in modo civile come ho fatto io che nazista non sono. Comunque Rispetto......................

          Da quando esiste la

          borghesia, grosso modo esistono le

          pubblicità e le sponsorizzazioni.
          ma cavolo la storia dove l'hai studiata?
          mi interessa sul serio...


          Senza la borghesia non sarebbe esistita

          neanche la dittatura del proletariato coi
          beh veramente la russia è arrivata dal
          feudalesimo direttamente alla rivoluzione
          senza passare per la tua amata borghesia..
          senza contare che marx la indicava il paese
          meno adatto per una rivoluzione...
          ripeto... ma citi libri o hai una tua idea
          un po' particolare della storia?


          suoi luoghi comuni (chi ha successo non se

          lo è meritato e va abbattutto), quindi io
          mi
          e quelli altrettanto comuni dell'uomo che si
          è fatto da solo, come bush o berlusconi...


          guraderei di citare gli antichi anche
          perché

          le dittature presso gli "antichi" hanno

          avuto sempre vita breve e la cosa che
          andava

          per la maggiore era la democrazia e le

          sollevazioni popolari scevre da

          strumentalizzazioni politiche alla base
          hai proprio una visione tutta tua della
          storia...
          beh questi sono i tuoi tempi...
          dove per un chissenefrega tiri fuori idee
          storiche un po' da dimostrare...
          pensa che la democrazia come la intendi tu
          non è mai esistita storicamente (ad atene
          dove il concetto è nato si poggiava su
          200mila schiavi)...
          forse all'epoca della guerra fredda si è
          visto qualcosa di democratico... Questa poi.........cosa si è visto di democratico, che invece che farli morire di fame, li facevano morire di freddo?Situazione che peraltro a tuttoggi sussiste...scusa né......forse
          proprio perchè la tua amata e cara borghesia
          (quella vera, non i mille omini che hanno le
          idee buone rispetto ai poveri falliti e
          dementi come me)e qui scusa cosa fai, una distinzione fra middle e upper class o peggio sostieni che la 'buona idea' emerge solo se viene ad un borghese mentre se viene ad uno del popolo inevitabilmente và in merda comunque...........Scusami......questa è dietrologia della più bieca in quei tempi, per la
          strizza dei 'simpatizzanti della dittatura
          del popolo' qualcosa a 'sto famoso popolo
          dovettero concedere....
          oggi se lo stanno riprendendo...cosa, benedetto ragazzo, cosa gli hanno concessoAl popolo è stato concesso uno stipendio ( per modo di dire) solo perchè gli serviva - ai concedenti - per mantenere l'industria. E infatti se ben ci pensi, tutto il mondo gira sui consumatorie se dovessero mancare,(ipotesi peraltro molto attuale) tutti i massimi-sistemi andrebbero a prenderselo nel 'senblao'
          e se tu non sei un borghese nel senso
          storico del termine (che non è quello che
          intendi tu) sei uno dei loro tanti ascari...

          buona fortuna...
          a te...
          alle tue brillanti idee
          che speriamo non ti venano rubate con
          escamotage legali stile DMCA o EUCD da
          qualcuno moolto più furbo e meritevole (in
          senso capitalistico) di te e di me....
          Credo di aver capito, solo ora, sei un programmatore di open software che si è fatto fottere qualcosa...........impara allora a tutelarti a priori perchè sino a quando ci sarà tutta questa fame, il mondo non potrà che essere rapace...... Amichevolmente silverpilot
          saluti
  • Anonimo scrive:
    fanno quello che vogliono!
    Non sono d'accordo.Io ho notato che spesso alcuni motori di ricerca fanno quello che vogliono e indicizzano chi vogliono e probabilmente chi paga. (Giustamente poichè ognuno fa quello che vuole a casa sua)Quindi non mi si venga a dire che poverini devono vivere con la pubblicità.Una volta indicizzavano i siti per i contenuti e quindi con l'indice di prevalenza sui contenuti. Ora gli indici di prevalenza sono saltati. Per essere più precisi riguardano solo i collegamenti sponsorizzati.Io sono quasi 10 anni che uso Internet e a me è sembrato così.Buona ricerca.
  • Anonimo scrive:
    Quanti lo useranno? Credo pochi
    Quanta gente ci sarà disposta a installarsi un programmache occupa spazio e soprattutto ram (credo..) per eliminarequei pochi byte che appunto non danno fastidio a nessuno??Non vale la pena di scaricarlo / copiarlo / comprarlo ....La maggior parte degli utenti lo ignorera' !I programmi che tolgono la pubblicità già ci sono..quanti di voi li usano??Poi se penso che la maggior parte della gente non hanè antivirus nè antispam nè anti spyware ... penso ancheche questa gente non avrà l'antiadware...Per l'altra minoranza, ognuno è libero di fare ciò che vuolenon capisco nemmeno io l'articolo
  • Anonimo scrive:
    Non vedo la differenza
    Giuro, non riesco a cogliere la differenza tra uno come me,che non usa quel tipo di programmi per rimuovere i banner,ma allo stesso tempo non degna di un 1 millisecondo diattenzione ai banner, e uno che invece utilizza un programmaper rimuovere i banner. Il taglia-pubblicità non fa altro cheautomatizzare un comportamento che è già nei modi d'utilizzo del web di chi lo installa.Io do per scontato che questa persona non cliccherà su unbanner pubblicitario, o seguirà un link sponsorizzato, nemmeno con un fucile puntato alla schiena, dov'è quindi,la differenza?Cesare
  • Anonimo scrive:
    Peccato
    Peccato che la interMute nono abbia per etica rinunciato a un programma che spero avra poca diffusione (sarà la gente a decidere) - per i pop posso capire, sono fastidiosi - ma i banner non danno fastidio, e d'ora in poi con la sempre maggiore diffusione adsl, non ci saranno problemi. Peccato lo dico perche questi banner 'alimentano' in parte internet. Per piacere non compratelo, con 30 euro andate a mangiare qualcosina in una trattoria di montagna
  • Anonimo scrive:
    Viva i pirati MORTE a Google che vi spia
    Google Vi spia e vi censura le notizie quindi è meglio se sparisce
  • Anonimo scrive:
    A PAGAMENTO!!!
    Tanto Google, tra qualche tempo, sarà a pagamento, ora è solo una fase di test, in cui le ricerche vengono offerte gratuitamente. Tra qualche anno, ogni user, avrà diritto ad una sola ricerca al giorno, e tutte le altre andranno pagate.
  • Anonimo scrive:
    Niente Pubb? Allora pagate il Web!
    ...mai vista tanta stupidità in giro...
  • Xmasitel scrive:
    Mi sembra una ca22ata
    Spiego il titolo:la pubblicità che viene fatta su google e che questi tolgono credo sia quella che si trova sulla destra. Questa pubblicità:a) è segnalata come pubblicità (sopra c'è scritto Collegamenti sponsorizzati)b) non va a coprire lo spazio dei risultati (infatti se cercate pippo non compare la pubblicità ma lo spazio dei risultati è sempre quello)c) non occupa chissà che bandae io dovrei pagare 30? per toglierla e magari per correre il rischio di far diventare Google a pagamento???Oppure quello che intendono loro è un'altra cosa, soprattutto quando dicono "i motori di ricerca hanno perso la testa, una volta i motori mostravano subito i risultati più utili e ora la rilevanza è in secondo piano rispetto all'advertising", che potrebbe significare che tolgono i risultati di Google che a loro non piacciono. E io dovrei pagare per questo risultato?Secondo me Google non corre gravi rischi da parte di questo coso :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi sembra una ca22ata
      - Scritto da: Xmasitel
      Spiego il titolo:
      la pubblicità che viene fatta su google e
      che questi tolgono credo sia quella che si
      trova sulla destra. Questa pubblicità:
      a) è segnalata come pubblicità (sopra c'è
      scritto Collegamenti sponsorizzati)
      b) non va a coprire lo spazio dei risultati
      (infatti se cercate pippo non compare la
      pubblicità ma lo spazio dei risultati è
      sempre quello)
      c) non occupa chissà che banda

      e io dovrei pagare 30? per toglierla e
      magari per correre il rischio di far
      diventare Google a pagamento???

      Oppure quello che intendono loro è un'altra
      cosa, soprattutto quando dicono "i motori di
      ricerca hanno perso la testa, una volta i
      motori mostravano subito i risultati più
      utili e ora la rilevanza è in secondo piano
      rispetto all'advertising", che potrebbe
      significare che tolgono i risultati di
      Google che a loro non piacciono. E io dovrei
      pagare per questo risultato?

      Secondo me Google non corre gravi rischi da
      parte di questo coso :Dconcordo con te pienamente!Rispondo a questo post dicendo che probabilmente questo "coso" inutile è solo una trovata per spillare soldi a qualche utonto che è ben disposto a pagare 30$ per un "coso" inutile e dannoso che ha il solo compito di minare l'unica struttura economica che motori di ricerca come google si basano!Sono dei "cosi" scritti da gente dove il tutto è dovuto destinata a gente ignorante anch'essa con sta cosa del tutto è dovuto!Insomma è per gente inetta e non degna di essere considerata!saluti
  • Anonimo scrive:
    Ho un sito...
    Ho fatto un sito che offre dei servizi per webmaster, abbastanza conosciuto. I servizi sono offerti in due modalita`: 1) gratis con pubblicita` 2) a pagamento (pochissimi euro) ma senza pubblicita`.Ebbene, ho migliaia di utenti che utilizzano nel proprio sito il servizio nel modo 1) e ZERO che lo utilizzano nel modo 2).Peo
  • Anonimo scrive:
    NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
    non avete ancora capito che non vogliamo la pubblicità nella nostra email, nelle pagine che andiamo a visitare, alla televisione... se vogliamo qualcosa da voi, vi veniamo a cercare e compriamo altrimenti fate come i testimoni di geova che vanno di porta in porta!!!BASTA PUBBLICITA' !!! AVETE ROTTO!!!MI SORPRENDE CHE PI ABBIA PUBBLICATO UN ARTICOLO DEL GENERE...
    • Anonimo scrive:
      Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
      - Scritto da: Anonimo
      non avete ancora capito che non vogliamo la
      pubblicità nella nostra email, nelle pagine
      che andiamo a visitare, alla televisione...
      se vogliamo qualcosa da voi, vi veniamo a
      cercare e compriamo altrimenti fate come i
      testimoni di geova che vanno di porta in
      porta!!!
      BASTA PUBBLICITA' !!! AVETE ROTTO!!!

      MI SORPRENDE CHE PI ABBIA PUBBLICATO UN
      ARTICOLO DEL GENERE...Due cose: le aziende che investono in pubblicità hanno un ritorno questo non me lo sono inventato io, quindi la campagna contro la pubblicità dovresti farla ai tuoi vicini/parenti/amici, le aziende ci guadagnano e questo per loro basta.seconda cosa: ti sorprendi di PI ma lui per primo vive di banner! a me sorprende che tu apra le pagine allora!!
    • Anonimo scrive:
      Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
      carissimo lo sai che se non ci fosse questa pubblicità, probabilmente il 90% di quello che visiti, scarichi, guardi, dovresti pagarlo?mediaset, campa sulla pubblicitài motori di ricerca, siti vari, portaloni, campano di pubblicità (e altre piccole raffinatezze)se giochi online, i server non ufficiali dei tuoi giochi preferiti ti fanno giocare gratis perchè contano sulla pubblicitàle software house che mettono programmi gratis, lo fanno perchè hanno un ritorno in pubblicitàquindi, ti capisco quando dici basta allo spam e all'esubero di pubblicità, ma dire che tutta la pubblicità va tolta è sputare nel piatto in cui si mangiaciao!Dark*Angel
      • Anonimo scrive:
        Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
        - Scritto da: Anonimo
        carissimo lo sai che se non ci fosse questa
        pubblicità, probabilmente il 90% di quello
        che visiti, scarichi, guardi, dovresti
        pagarlo?"se"hai detto bene, "SE"ma c'è!e io sono libero di leggerla, ignorarla o filtrarla! perchè rompere tanto le palle su un concetto così semplice?piccola nota: il 90% dei siti internet non servono a niente.
        mediaset, campa sulla pubblicità
        i motori di ricerca, siti vari, portaloni,
        campano di pubblicità (e altre piccole
        raffinatezze)azzi loro. sono imprenditori no? e che vogliono, i miliardi sicuri?

        se giochi online, i server non ufficiali dei
        tuoi giochi preferiti ti fanno giocare
        gratis perchè contano sulla pubblicità
        è sempre la stessa storia! fallito uno eccone spuntare un altro.. per la gloria dei gamers!
        le software house che mettono programmi
        gratis, lo fanno perchè hanno un ritorno in
        pubblicitàstesso discorso delle TV.

        quindi, ti capisco quando dici basta allo
        spam e all'esubero di pubblicità, ma dire
        che tutta la pubblicità va tolta è sputare
        nel piatto in cui si mangiabeh se uno la vuole eliminare PER SE.. dal mio punto di vista non c'è nesun male.

        ciao!

        Dark*Angel
        • Anonimo scrive:
          Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          carissimo lo sai che se non ci fosse
          questa

          pubblicità, probabilmente il 90% di quello

          che visiti, scarichi, guardi, dovresti

          pagarlo?

          "se"
          hai detto bene, "SE"
          ma c'è!
          e io sono libero di leggerla, ignorarla o
          filtrarla! perchè rompere tanto le palle su
          un concetto così semplice?
          piccola nota: il 90% dei siti internet non
          servono a niente.
          Fossi in te passerei vicino alla prima edicola e gli darei fuoco, tanto il 90% delle riviste "non serve a niente".

          azzi loro. sono imprenditori no? e che
          vogliono, i miliardi sicuri?
          Il concetto di investimento. Hai presente?

          è sempre la stessa storia! fallito uno
          eccone spuntare un altro.. per la gloria dei
          gamers!Ahah, ma hai una mezza idea di come si è evoluto il panorama dell'online gaming negli ultimi 3 anni? 3 anni fa server aggratis a raffica, e oggi? nemmeno la metà: hanno tutti chiuso causa mancanza di introiti. Le infrastrutture costano. E non poco.

          beh se uno la vuole eliminare PER SE.. dal
          mio punto di vista non c'è nesun male.
          Il problema è che se tutti ragionano così, l'intero sistema collasserà nel giro di due minuti.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          carissimo lo sai che se non ci fosse
          questa

          pubblicità, probabilmente il 90% di quello

          che visiti, scarichi, guardi, dovresti

          pagarlo?

          "se"
          hai detto bene, "SE"
          ma c'è!
          e io sono libero di leggerla, ignorarla o
          filtrarla! perchè rompere tanto le palle su
          un concetto così semplice?
          piccola nota: il 90% dei siti internet non
          servono a niente.
          Tu sei libero di fare quello che vuoi, ma devi cmq sempre ricordare che ogni cosa che tu ottieni gratis è grazie a qualcun'altro che paga per te....e questo qualcun'altro è proprio la pubblicità che tu tanto odi!Una cosa è la pubblicità...un altra è la pubblicità aggressiva e arrogante (lo spam). Ma per capire certi concetti bisogna avere un certo grado di maturità e buon senso che a quanto pare da cosa e come scrivi non hai!piccola nota: dammi un link, un documento ufficiale, un articolo di giornale che dimostri la tua affermazione sul fatto che il 90% dei siti internet non serve a niente! Hai qualche dato sottomano che certifichi questa statistica? Se si pubblicalo altrimenti è bene che stai in silenzio e usi il fiato per scopi piu utili....ok?

          mediaset, campa sulla pubblicità

          i motori di ricerca, siti vari, portaloni,

          campano di pubblicità (e altre piccole

          raffinatezze)

          azzi loro. sono imprenditori no? e che
          vogliono, i miliardi sicuri?
          Altra affermazione che dimostra la tua immaturità, la tua mancanza di buon senso e l'ignoranza in ciò che tu esprimi!Studia....leggi....informati.......poi dopo esprimi un parere valido!



          se giochi online, i server non ufficiali
          dei

          tuoi giochi preferiti ti fanno giocare

          gratis perchè contano sulla pubblicità



          è sempre la stessa storia! fallito uno
          eccone spuntare un altro.. per la gloria dei
          gamers!
          Perchè spunta? Per opera dello spirito santo? Se spunta è perchè ha un ritorno economico (in pubblicità se gratuito) che da la possibilità a te e ad altri gamers di giocare con il tuo giochino preferito gratis senza spendere una lira! Il cervellino lo vogliamo attivare oppure no?Il tutto è dovuto è una brutta bestia signorino!!! E te ne sei infetto all'ennesima potenza......disinfettati!

          le software house che mettono programmi

          gratis, lo fanno perchè hanno un ritorno
          in

          pubblicità

          stesso discorso delle TV.




          quindi, ti capisco quando dici basta allo

          spam e all'esubero di pubblicità, ma dire

          che tutta la pubblicità va tolta è sputare

          nel piatto in cui si mangia

          beh se uno la vuole eliminare PER SE.. dal
          mio punto di vista non c'è nesun male.
          Te sei libero di fare quello che vuoi....ma uno è anche libero di contestare e boicottare programmi che fanno solo del danno...ossia togliere la pubblicità sana, legale e quella che da benefici sia a chi offre un servizio e sia a chi lo usa gratuitamente!Apri la testa .....aprila!!



          ciao!



          Dark*Angelsaluti
    • Anonimo scrive:
      Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
      - Scritto da: Anonimo
      non avete ancora capito che non vogliamo la
      pubblicità nella nostra email, nelle pagine
      che andiamo a visitare, alla televisione...
      se vogliamo qualcosa da voi, vi veniamo a
      cercare e compriamo altrimenti fate come i
      testimoni di geova che vanno di porta in
      porta!!!
      BASTA PUBBLICITA' !!! AVETE ROTTO!!!

      MI SORPRENDE CHE PI ABBIA PUBBLICATO UN
      ARTICOLO DEL GENERE...E' vero basta CON AL PUBBLICITA'. Anche su PI e' aumentata di molto ed i banner sono presenti anche sul forum ed all'interno degli articoli per farci cliccare e sono fastidiosi.
      • Anonimo scrive:
        Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
        - Scritto da: Anonimo



        E' vero basta CON AL PUBBLICITA'. Anche su
        PI e' aumentata di molto ed i banner sono
        presenti anche sul forum ed all'interno
        degli articoli per farci cliccare e sono
        fastidiosi.Io non mi sono mai accorto che su P.I. ci fosse pubblicita'.Non sara' perche' uso Opera, con la grafica disabilitata e col mio foglio di stile?Bravi, continuate ad usare IE, con i suoi pop-up, coi suoi active-x e coi suoi bug...
        • Anonimo scrive:
          Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA

          Non sara' perche' uso Opera, con la grafica
          disabilitata e col mio foglio di stile?A parte che ti perdi altre cose ma...ABBIAM TROVATO LO SCROCCONE!!
          • Anonimo scrive:
            Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA
            - Scritto da: Anonimo

            Non sara' perche' uso Opera, con la
            grafica

            disabilitata e col mio foglio di stile?

            A parte che ti perdi altre cose ma...Che cosa mi perderei, sentiamo?
            ABBIAM TROVATO LO SCROCCONE!!Scroccone?Avro' ben il diritto di accedere alle informazioni come meglio credo, no?A me le immagini grafiche non interessano, gli inserti multimediali non interessano, i banner non interessano, la pubblicita' non interessa, e allora filtro tutto!Tu sei liberissimo di visualizzare tutti i banner che vuoi, e anche di cliccarci sopra. Io non ho tempo da perdere.
        • Anonimo scrive:
          Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB

          Io non mi sono mai accorto che su P.I. ci
          fosse pubblicita'.
          Non sara' perche' uso Opera, con la grafica
          disabilitata e col mio foglio di stile?

          Bravi, continuate ad usare IE, con i suoi
          pop-up, coi suoi active-x e coi suoi bug...Non me ne sono mai accorto neank'io, xè il 90% navigo kon l'opzione strumenti
          opzioni internet
          avanzate
          mostra immagini disabilitata... mi si è aperto un mondo, ekko kos'erano quei rettangoli bianki kon una pikkola X in alto a destra!
    • Anonimo scrive:
      Re: NON AVETE CAPITO CHE NON VOGLIAMO LA PUB
      - Scritto da: Anonimo
      non avete ancora capito che non vogliamo la
      pubblicità nella nostra email, nelle pagine
      che andiamo a visitare, alla televisione...
      se vogliamo qualcosa da voi, vi veniamo a
      cercare e compriamo altrimenti fate come i
      testimoni di geova che vanno di porta in
      porta!!!
      BASTA PUBBLICITA' !!! AVETE ROTTO!!!

      MI SORPRENDE CHE PI ABBIA PUBBLICATO UN
      ARTICOLO DEL GENERE...il mondo è bello perchè è vario...
  • Anonimo scrive:
    BELLO SI CHIAMA LIBERO MERCATO
    ED E' L'ANIMA DELL'ECONOMIA.E' illegale? No?E allora?
  • Anonimo scrive:
    Questione di libertà
    Vista l'aria che tira capisco la preoccupazione dell'autore dell'articolo. Cioè meglio avere un motore di ricerca abbastanza indipendente e funzionale anche se afflitto da link testuali pubblicitari che non danno poi tutto questo fastidio che doversi affidare a motori di ricerca pilotati e censurati (avete mai provato a cercare linux su MSN.it? Circa 98 risultati contenenti "linux" contro i 95.900.000 di Google.E' altresì vero che non si può criminalizzare nessuna software house perchè crea programmi che filtrano i contenuti. Casomai la preoccupazione è un'altra: siamo sicuri che funzioni? E che funzioni bene? E se filtrasse anche cose interessanti o addirittura fondamentali per la mia ricerca? E il filtraggio fosse un modo per pilotare i risultati delle ricerche in modo da minare l'indipendenza di Google? O se fosse semplicemente un modo per far passare solamente i link degli sponsor che pagano questa famigerata software house?Io diffido di ogni tipo di censura perchè è un attentato alla mia libertà di scelta. Non ho bisogno del "papà" che mi dice continuamente "questo si, questo no"... e voi?In sostanza: i poup sono fastidiosi, i banner rubano banda i link testuali sono tollerabili. Se poi riescono far si che un servizio importante come Google rimanga gratuito, ben vengano, ma senza esagerare. Altrimenti mi vedrei costretto ad installare il software in questione...
  • Anonimo scrive:
    la coerenza
    prima dice di gradire i filtri popup(forse perchè è un assiduo frequentatore di siti warez o porno)poi dice che i link sponsorizzati sono quelli che fanno andare avanti le aziendee se le aziende vanno avanti con i popuploOlquesto vule eliminare quello che non gli piace a lui(i popup) e poi ci viene a fare la morale ..... ho smesso di stupirmi ... ma loOl
  • Anonimo scrive:
    è illegale
    ma finchè va bene a quelli di google ed agli inserzionisti soprattutto che pagano, beh allora...inserzionisti che fate? vi associate x una bella causa comune? poi si va a rovistare nei computer dei soliti scrocconi che hanno scaricato il programma? okay?....
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno di voi ha mai cliccato su uno
    di questi famosi link sponsorizzati ???
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno di voi ha mai cliccato su uno
      - Scritto da: Anonimo
      di questi famosi link sponsorizzati ???
      più di una volta: non sempre è stato inutile
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcuno di voi ha mai cliccato su uno
      Grande!! E' vero, non ci avevo pensato, ma io ho attivato un filtro 'mentale' che mi fa ignorare gli ad...
    • Ekleptical scrive:
      Re: Qualcuno di voi ha mai cliccato su uno
      - Scritto da: Anonimo
      di questi famosi link sponsorizzati ???Io sì! Ho trovato un sacco di software interessanti e poco conosciuti proprio in questo modo!!Ci clicco su relativamente spesso. Poi dipende dalle ricerche che fai!
    • avvelenato scrive:
      Re: Qualcuno di voi ha mai cliccato su u
      - Scritto da: Anonimo
      di questi famosi link sponsorizzati ???
      raramente, ma in genere riesco a trovare tutto quel che cerco nei risultati delle mie queries, e comunque ciò che non trovo appunto coi risultati, non viene neanche sponsorizzato.
  • Anonimo scrive:
    E continuano a credersi furbi
    L'hanno fatto coi banner e si sono beccati i popupL'hanno fatto coi popup e si sono beccati i dialerOra lo fanno con Google e magari si beccheranno un Google a pagamento (come Virgilio).Se la gente non avesse snobbato i banner 3 anni fa Internet sarebbe stato ancora un posto tranquillo, senza popup e senza dialer ... ma è dura farla capire 'sta cosa.Sono tutti fighi ad intercettare l'ADV, così il sito dimezza le impression e i guadagni e successivamente è costretto a chiudere .. ma intanto loro se lo son sfogliato tutto, hanno scaricato immagini, inviato articoli simpatici agli amici ecc ecc.Perchè non si ha il senso delle misure?Gino
    • Anonimo scrive:
      Forse sarebbe anche giusto ma...
      - Scritto da: Anonimo
      L'hanno fatto coi banner e si sono beccati i
      popup
      L'hanno fatto coi popup e si sono beccati i
      dialer
      Ora lo fanno con Google e magari si
      beccheranno un Google a pagamento (come
      Virgilio).

      Se la gente non avesse snobbato i banner 3
      anni fa Internet sarebbe stato ancora un
      posto tranquillo, senza popup e senza dialer
      ... ma è dura farla capire 'sta cosa.
      Sono tutti fighi ad intercettare l'ADV, così
      il sito dimezza le impression e i guadagni e
      successivamente è costretto a chiudere .. ma
      intanto loro se lo son sfogliato tutto,
      hanno scaricato immagini, inviato articoli
      simpatici agli amici ecc ecc.

      Perchè non si ha il senso delle misure?

      GinoSarebbe magari giusto, ma... guarda che i sistemi di blocco dei banner sono arrivati BEN DOPO l'avvento dei fastidiosissimi popup e pop-under... ergo non ha senso la tua protesta.
    • Anonimo scrive:
      Re: E continuano a credersi furbi
      - Scritto da: Anonimo
      L'hanno fatto coi banner e si sono beccati i
      popup
      L'hanno fatto coi popup e si sono beccati i
      dialer
      Ora lo fanno con Google e magari si
      beccheranno un Google a pagamento (come
      Virgilio).

      Se la gente non avesse snobbato i banner 3
      anni fa Internet sarebbe stato ancora un
      posto tranquillo, senza popup e senza dialer
      ... ma è dura farla capire 'sta cosa.Sei uno che e' fallito 3 anni fa perche' nessuno metteva piu' banner sul tuo sito?
  • Anonimo scrive:
    blah
    mia domanda di fronte a questi articoli che parlano di un inscindibile rapporto tra internet e i soldi è: ma voi dove cazzo eravate 15 o vent'anni fa?Questi "esperti" di internet dell'ultima ora mi fanno venire il latte ai coglioni, arrivano con La Soluzione, onniscenti, evangelizzando verità inesistenti.Se vent'anni fa qualcuno avesse fatto un discorso del genere sarebbe piovuta unanimemente la parola "cialtrone" da ogni dove.Ma oggi i tempi sono cambiati.Oggi la rete è popolata da beoti imbastiti di pubblicità che credono che tutto sia da pagare e che qualunque cosa piova dalla tele sia puro vangelo.Bah.. che schifo..
  • Anonimo scrive:
    W il DIRITTO
    (OT solo in parte visti i post precedenti)Diritto diritto diritto!!! Ormai si parla solo di diritto, e quando non è diritto è privacy, e quando non è privacy è libertà....Io sono un ingenuo, l'ho sempre detto, e da buon cittadino bastonato dalle istituzioni e dall'educazione repressiva ricevuta mi sono sempre preoccupato di rispettare i doveri, quelli sociali, quelli scolastici, quelli coniugali, quelli lavorativi.Finalmente ho un posto dove sfogare tutte le mie repressioni: Internet, più che la madre delle reti mi sembra la madre dei repressi, quelli che come me vengono ogni giorno bastonati da capi, mogli e governo (di tutte le fazioni), ma quando sono collegato ho il DIRITTO di usare software libero, ho il diritto di bloccare pop-up, di denunciare gli spammer, di dire la mia...E la mia voglio proprio dirvela anche se non tutti saranno daccordo e non tutti sono inclusi: andate a votare quando venite chiamati a farlo, impegnatevi a fare rispettare i DIRITTI PRIMARI dei più deboli, curate di più le vostre famiglie ed adottate un bimbo a distanza. Potrete star tranquilli che in nessuna di queste cose verrà minacciato il vostro diritto alla privacy, all'espressione ed ai mezzi che usate per raggiugere il vostro scopo.
  • Anonimo scrive:
    Nessuno ha capito il senso dell'articolo
    In realtà Gilberto Mondi non si indigna per l'esistenza del programmino, ma ha solo trovato un modo elegante per farcelo conoscere. Grazie di cuore. :DDetto questo, io ritengo che i link sponsorizzati mi possono fare comodo in certe situazioni: se ho bisogno di trovare ad esempio il sito della apple, con questo sistema sono sicuro che se cerco "apple" trovo apple, ma se invece sono interessato a trovare documentazione sulla coltivazione di mele in patagonia, un programmino che mi leva dalle palle tutti i riferimenti alla nota software house, in questo secondo caso mi farebbe molto comodo.o no?!?
  • Anonimo scrive:
    Ognuno e' libero di creare
    Ognuno e' libero di creare i programmi che vuole, per vedere o non vedere cio' che piu' gli piace. Ed e' libero di venderlo a chi vuole comprarloMimmo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ognuno e' libero di creare
      - Scritto da: Anonimo
      Ognuno e' libero di creare i programmi che
      vuole, per vedere o non vedere cio' che piu'
      gli piace. Ed e' libero di venderlo a chi
      vuole comprarloE noi siamo liberi di prenderlo a calci nel culo. Se ti piace l'anarchia, devi accettarne TUTTE le conseguenze. Se invece trovi qualcuno che ti spiaccica il naso contro il muro perché si è alzato male, capisci velocemente che il mondo ha bisogno di REGOLE.
  • Bruco scrive:
    Ma qui siamo fuori di testa
    Grottesco l'intervento dell'autore.Mi offrissero un apparecchio da collegare alla TV che ogni volta che c'è la pubblicità sostituisce il segnale con un intermezzo leggero, tipo videoclip o cortissimometraggio, per tornare al segnale quando gli spot sono finiti, pagherei anche 200 ?. E VOGLIO AVERE IL DIRITTO DI FARLO.Secondo l'autore la cosa sarebbe immorale perché l'apprecchio verrebbe commercializzato per fare deliberatamente del male a Berlusconi, che ha fatto del bene a tutti, creando posti di lavoro, conducendo un'attività economica sana eccetera eccetera... ma che c'entra?Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qui siamo fuori di testa
      - Scritto da: Bruco
      Grottesco l'intervento dell'autore.

      Mi offrissero un apparecchio da collegare
      alla TV che ogni volta che c'è la pubblicità
      sostituisce il segnale con un intermezzo
      leggero, tipo videoclip o
      cortissimometraggio, per tornare al segnale
      quando gli spot sono finiti, pagherei anche
      200 ?. E VOGLIO AVERE IL DIRITTO DI FARLO.
      Secondo l'autore la cosa sarebbe immorale
      perché l'apprecchio verrebbe
      commercializzato per fare deliberatamente
      del male a Berlusconi, che ha fatto del bene
      a tutti, creando posti di lavoro, conducendo
      un'attività economica sana eccetera
      eccetera... ma che c'entra?

      Saluti.E infatti non si dice questo, si ribadisce il proverbio "A caval donato non si guarda in bocca", visto che si tratta di poca pubblicità testuale.Naturalmente rimane il diritto di fare ciò che più piace, tu spenderesti 200 Euro per non avere più la pubblicità su mediaset, io neppure mezzo centesimo, del resto esistono anche payTV (tu la hai vero?).Quindi non scaldarti per il tuo DIRITTO infranto perchè non è questo il caso, relax relax...
      • Bruco scrive:
        Re: Ma qui siamo fuori di testa

        E infatti non si dice questo, si ribadisce
        il proverbio "A caval donato non si guarda
        in bocca", visto che si tratta di poca
        pubblicità testuale.
        Naturalmente rimane il diritto di fare ciò
        che più piace, tu spenderesti 200 Euro per
        non avere più la pubblicità su mediaset, io
        neppure mezzo centesimo, del resto esistono
        anche payTV (tu la hai vero?).
        Quindi non scaldarti per il tuo DIRITTO
        infranto perchè non è questo il caso, relax
        relax...Scusa, ma non ti ho capito.Io potrei avere voglia di spendere anche 2000 ? per togliermi di mezzo la pubblicità in TV. Se poi tutti avessero la mia stessa voglia e questo facesse fallire Berlusconi, questo è un altro discorso. Forse tu mi stai dicendo: ecco, così vi dareste la zappa sui piedi, perché così avreste cancellato un servizio comunque utile o interessante (e gratuito) per tanta gente. Ma se è vero che il mondo è vario, non dovrebbe esserci una tale omogeneità di comportamenti da far fare a tutti la setssa scelta, però si dovrebbe salvaguardare la possibilità di scegliere anche prodotti per gente eccentrica che è disposta a spendere un sacco di soldi per liberarsi di un piccolo disturbo.Il fatto PARADOSSALE che volevo segnalare (tranquillo, non mi sto scaldando come hai pensato prima) è che l'autore dell'articolo sembra preoccuparsi più delle sorti di un'azienda che fa guadagni stellari piuttosto che della liberta di (qualche sparuto numero di) utenti a cui il servizio di tale azienda (a torto o a ragione, non ha importanza) può risultare antipatico.SalutiP.S.: mi spieghi anche per favore che c'entra con le mie opinioni il fatto che io abbia la payTV o meno? ==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 11.47.55==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 11.49.50
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma qui siamo fuori di testa

          Scusa, ma non ti ho capito.
          Io potrei avere voglia di spendere anche
          2000 ? per togliermi di mezzo la pubblicità
          in TV. Infatti ne hai diritto, non lo metto in dubbio
          Se poi tutti avessero la mia stessa
          voglia e questo facesse fallire Berlusconi,
          questo è un altro discorso. E' vero, è un altro discorso ma la reazione di Silvio sarebbe quella di offrire lo stesso servizio senza pubblicità solo a chi paga perchè gli imprenditori si spostano (e devono farlo) verso ciò che gli chiede il mercato.Google potrebbe fare lo stesso quando il numero degli utenti disposti a pagare sarà abbastanza alto.
          Forse tu mi stai
          dicendo: ecco, così vi dareste la zappa sui
          piedi, perché così avreste cancellato un
          servizio comunque utile o interessante (e
          gratuito) per tanta gente. No, non voglio giudicare, io per primo ho smesso di utilizzare la connessione a Libero ed utilizzare il loro "portale"scaricando solamente la posta, quando hanno reso il servizio a pagamento non ho certo potuto lamentarmi. Dico però, ed è una mia opinione, che credo esista un equilibrio tra ciò che è accettabile in cambio di una servizio e ciò che non lo è. Ad esempio io trovo molto più fastidiosi i banner di PuntoInformatico che qualche riga di testo laterale di google. Il mio invito alla comunità è quindi quello di sopportare pur di avere un servizio efficiente e gratuito.
          Ma se è vero che
          il mondo è vario, non dovrebbe esserci una
          tale omogeneità di comportamenti da far fare
          a tutti la setssa scelta, però si dovrebbe
          salvaguardare la possibilità di scegliere
          anche prodotti per gente eccentrica che è
          disposta a spendere un sacco di soldi per
          liberarsi di un piccolo disturbo.Ribadisco che ognuno può fare ciò che vuole, quello che sottolineo è però che mettere a rischio un ottimo servizio gratuito perchè non digeriamo 20 righe di testo nemmeno troppo colorato mi sembra un pò sciocco.
          Il fatto PARADOSSALE che volevo segnalare
          (tranquillo, non mi sto scaldando come hai
          pensato prima) è che l'autore dell'articolo
          sembra preoccuparsi più delle sorti di
          un'azienda che fa guadagni stellari
          piuttosto che della liberta di (qualche
          sparuto numero di) utenti a cui il servizio
          di tale azienda (a torto o a ragione, non ha
          importanza) può risultare antipatico.A me sembra che l'autore dell'articolo non si preoccupi in particolare delle sorti di google ma del servizio in sè, e questo per un eccesso di "anticonsumismo". Lui stesso si definisce un "pirata", viviamo infatti in un internet dove tutti si sono scaricati MP3, dove tutti abbiamo usato per anni connessioni gratuite, dove tutti cerchiamo servizi gratuiti(guarda gli articoli di punta di alcune riviste!) e non solo:molti hanno accettato EudoraLite con banner, Kaazaa con banner, programmi che ti dovevano fargua dagnare soldicon banner, visitiamo siti con banner stratosferici....E dopo tutto questo c'è qualcuno che si scandalizza per 4 righe su google? non è una ricerca del tutto COMPLETAMENTE gratis un pò eccessiva? secondo me si, e così l'autore che si meraviglia di come un software simile abbia potuto avere riscontro dalla stampa.

          P.S.: mi spieghi anche per favore che
          c'entra con le mie opinioni il fatto che io
          abbia la payTV o meno?

          mi sembrava che ti desse fastidio la pubblicità...ho capito meglio il tuo pensiero (almeno credo): difendi il diritto di chi comunque vuole avere google senza pubblicità. Io sono daccordo che la scelta debba esserci, ma sono anche daccordo con l'autore dell'articolo che vede la rincorsa all'anticonsumismo un pò estremizzata.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma qui siamo fuori di testa
            momento un momento..e dai che insistete con gli imprenditori...guarda che il motore di ricerca non l'ha inventato nessun testa di cretino con la mercedes e la panza ma due studenti...CHIARO?quindi l'ineluttabilità dell'imprenditoria tientela per te...CI DEVE ESSERE UN MOTORE DI RICERCA PUBBLICO!vi ricordo che i meccanismi tecnologici per mettere su un google qualsiasi sono semplicissimi (ci si può differenziare per velocità o adeguatezza delle risposte alle query ma non stiamo certo parlando di simulazioni di modelli fisici) e i costi sono per banda, manutenzione e altro....e sono sicuro che se google andrà a pagamento inventeremo il primo motore di ricerca peer to peer dove invece di condividere file porno o ancora peggio di prestare potenza di calcolo per SETI che poi voglio veramente vedere che ascoltano quelli dedicheremo spazio su disco e banda per il motore peer to peer....questa è internet... se mettete degli steccati li scavalchiamo..perchè per questo si è diffusaperchè così è scritto nel suo dna...ricordate che doveva scampare a un bombardamento atomico... scamperà pure ai berlusconi di turno :)e all'imprenditorino panzone in mercedes (speriamo :)....)
  • Anonimo scrive:
    Morto un Google se ne fa un altro
    figuriamoci se mi faccio uno scrupolo a "segare" anche mezza manciata di byte dalle pagine di risultati di ricerca. Benvenga! anche se problemi di banda non ne ho, ma non è questo il problema (che non c'è).Io sono libero di mettere tutti i filtri che voglio sul mio browser. Tu non campi + perche gli sponsor non ti danno + soldi? ma per favore! pensate veramente che il mondo giri attorno a una banconota? è ampiamente dimostrato ok, ma solo in ambito commerciale. il mondo, quello vero, è retto da altri principi. Chiudete Google e ve ne accorgerete da soli. I servizi gratuiti non campano +. Benissimo! facciamoli pagare. Questo si chiama commercio. Ho bisogno di una cosa? la pago.+ semplice di così.
    • Anonimo scrive:
      Re: Morto un Google se ne fa un altro
      - Scritto da: Anonimo
      figuriamoci se mi faccio uno scrupolo a
      "segare" anche mezza manciata di byte dalle
      pagine di risultati di ricerca. Benvenga!
      anche se problemi di banda non ne ho, ma non
      è questo il problema (che non c'è).
      Io sono libero di mettere tutti i filtri che
      voglio sul mio browser. Tu non campi +
      perche gli sponsor non ti danno + soldi? ma
      per favore! pensate veramente che il mondo
      giri attorno a una banconota? è ampiamente
      dimostrato ok, ma solo in ambito
      commerciale. il mondo, quello vero, è retto
      da altri principi. Chiudete Google e ve ne
      accorgerete da soli. I servizi gratuiti non
      campano +. Benissimo! facciamoli pagare.
      Questo si chiama commercio. Ho bisogno di
      una cosa? la pago.
      + semplice di così.Io ti farei pagare per postare qui, ed anche molto!
  • Anonimo scrive:
    Se fossi GOOGLE
    Farei una cosa molto semplice: dunque, il software costa 30$? bene, a chi me ne dà 20 non mostro più la pubblicità, così guadagno da una parte ed anche dall'altra.Per inciso: è mia opinione che se questa possibilità ci fosse stata fin da principio credo che gli utilizzatori non avrebbero superato quota 10, perchè teorici della libertà e del diritto ne abbiamo tanti (sopratutto in Italia), ma pratici del portafoglio ancor di più.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fossi GOOGLE
      - Scritto da: Anonimo
      Farei una cosa molto semplice: dunque, il
      software costa 30$? bene, a chi me ne dà 20
      non mostro più la pubblicità, così guadagno
      da una parte ed anche dall'altra.

      Per inciso: è mia opinione che se questa
      possibilità ci fosse stata fin da principio
      credo che gli utilizzatori non avrebbero
      superato quota 10, perchè teorici della
      libertà e del diritto ne abbiamo tanti
      (sopratutto in Italia), ma pratici del
      portafoglio ancor di più.se fossi invece io google, impedirei semplicemente l'accesso al motore a chi ha quel software installato (ammesso che sia tecnicamente possibile, naturalmente)
      • Anonimo scrive:
        Re: Se fossi GOOGLE
        -
        se fossi invece io google, impedirei
        semplicemente l'accesso al motore a chi ha
        quel software installato (ammesso che sia
        tecnicamente possibile, naturalmente)aggiungo che deontologicamente google non potrebbe esimersi dall'impedire l'accesso al motore a chi usa quel software, se non si muoverà in alcun modo gli inserzionisti a pagamento cominceranno a perdere fiducia nel motore...
        • Anonimo scrive:
          Re: Se fossi GOOGLE
          - Scritto da: Anonimo

          -
          se fossi invece io google, impedirei

          semplicemente l'accesso al motore a chi ha

          quel software installato (ammesso che sia

          tecnicamente possibile, naturalmente)

          aggiungo che deontologicamente google non
          potrebbe esimersi dall'impedire l'accesso al
          motore a chi usa quel software, se non siMa avete MINIMAMENTE idea di come funzina il web?La pagina richiesta, eventualmente dopo essere stata creata, viene mandata al browser che la elabora per visualizzarla. Solo a questo punto entra in gioco il software anti-advertisement, quando Google (o chiunque altro) non ha nessuna possibilità (nè tecnica, nè legale, perchè altrimenti violerebbe le comunicazioni dell'utente) di agire.
  • TieFighter scrive:
    Di chi sono le risorse?
    In fondo questo credo sia il punto fondamentale: quando uno va su un sito dove ci sono dei banner e usa i servizi che gli vengono offerti quali sono le risorse in campo? Il sito, se l'utente non vede i banner e non ci clicca, guadagna lo stesso o gli offre un servizio pagando di tasca propria?Credo che queste siano le domande che dobbiamo porci.
    • Anonimo scrive:
      Re: Di chi sono le risorse?
      - Scritto da: TieFighter
      In fondo questo credo sia il punto
      fondamentale: quando uno va su un sito dove
      ci sono dei banner e usa i servizi che gli
      vengono offerti quali sono le risorse in
      campo? Il sito, se l'utente non vede i
      banner e non ci clicca, guadagna lo stesso o
      gli offre un servizio pagando di tasca
      propria?
      Credo che queste siano le domande che
      dobbiamo porci.giusto, bella domanda. mi offri un servizio? bene, te lo pago, perche me lo devi pagare tu? se mi dai qualcosa gratis in cambio di pubblicità posso starci ma posso anche cercare di evitarmi la pubblicità, e a quel punto sono affari tuoi.
      • TieFighter scrive:
        Re: Di chi sono le risorse?
        Quindi, seguendo il tuo ragionamento, quello che fai e' una sorta di "danno calcolato" di cui non ti assumi alcuna responsabilita'. Una tesi interessante che non condivido perche' mi sforzo di essere responsabile di tutto cio' che faccio.
        • Anonimo scrive:
          Re: Di chi sono le risorse?
          Non necessariamente, esempio: registro un film in tv, lo guardo mandando avanti veloce la pubblicità, secondo me è molto simile il discorso, ma non mi sentirei x questo uno sfruttatore.
          • TieFighter scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?
            - Scritto da: Anonimo
            Non necessariamente, esempio: registro un
            film in tv, lo guardo mandando avanti veloce
            la pubblicità, secondo me è molto simile il
            discorso, ma non mi sentirei x questo uno
            sfruttatore.Ti devo far notare che se tu guardi o non guardi il film le risorse impiegate dall'emittente per fartelo arrivare sono sempre le stesse. Diciamo che e' una scelta "sua" di proportelo.Se vai su un sito, qualunque sito, impieghi per tua scelta la sua banda, i suoi server e il suo sviluppo tecnologico.L'equivalenza tv-web non regge.
          • Anonimo scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?

            Ti devo far notare che se tu guardi o non
            guardi il film le risorse impiegate
            dall'emittente per fartelo arrivare sono
            sempre le stesse. Diciamo che e' una scelta
            "sua" di proportelo.
            Se vai su un sito, qualunque sito, impieghi
            per tua scelta la sua banda, i suoi server e
            il suo sviluppo tecnologico.
            L'equivalenza tv-web non regge.Ma cosa dici?L'emittente TV paga la concessione per l'utilizzo delle frequenze come il sito paga per la banda.Entrambi pagano tali risorse sia che vengano sfruttate sia che rimangano inutilizzate.Il paronge regge eccome.Inoltre io non ho nessun obbligo di pagare, neanche in via indiretta il servizio di google. Me lo offri gratis? bene, lo utilizzo! me lo fai pagare? benissimo, te lo tieni.Nessuno ha capito che l'utenza NON E' disposta a pagare, per internet ed i suoi servizi niente di più che il costo di connessione. Non c'è nulla da fare e non c'è verso di OBBLIGARE l'utenza a pagare, quando questa non vuole.Difatti quasi tutti i servizi a pagamento sono falliti.E' un dato di fatto contro cui nessuno può far niente.Rassegnatevi........
          • Anonimo scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?
            Bene, continuando su questa riga ci ritroveremo ad avere solo siti di dialer, pieni di pubblicita' che in uno o nell'altro non verra' rimossa, con quintali di spam nella casella postale, etc etc etc...I servizi si pagano.. direttamente o indirettamente, altrimenti le cose non stanno in piedi. Il costo della banda e' relativo dal momento in cui hai una struttura e dei dipendenti, dei server da mantenere e dei servizi che devono rimanere competitivi.Il mio unico problema sul pagare servizi e/o prodotti su internet e' il metodo del pagamento. Non mi interessa spendere 60 euro di carta di credito solo per fare qulche acquisto online su amazon o altri..... Cya WarfoX
          • TieFighter scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?
            Il "voi" e' poco adatto perche' io lavoro da solo e non trasmetto nulla (ne' ho un mio sito).Ripeto, il paragone tv-web non funziona per vari motivi.1 - l'utente e' diverso: nel primo caso riceve nel secondo clicca, cioe' da passivo diviene attivo, parte in causa, diciamo cosi'. 2 - Se quando guarda la televisione, tolto il canone, non subisce costi, quando va su web paga la sua connettivita' cosi' come la paga chi fornisce il servizio sul quale l'utente si reca.3 - Quando si va su un sito il rapporto e' uno-a-uno, cioe' uno fornisce banda e servizi, l'altro fornisce banda e clic. La tv e' uno-a-molti, e dunque le dinamiche di reddito e di costo sono del tutto differenti.==================================Modificato dall'autore il 11/12/2003 13.14.40
          • Anonimo scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?
            - Scritto da: Anonimo

            Ti devo far notare che se tu guardi o non

            guardi il film le risorse impiegate

            dall'emittente per fartelo arrivare sono

            sempre le stesse. Diciamo che e' una
            scelta

            "sua" di proportelo.

            Se vai su un sito, qualunque sito,
            impieghi

            per tua scelta la sua banda, i suoi
            server e

            il suo sviluppo tecnologico.

            L'equivalenza tv-web non regge.

            Ma cosa dici?
            L'emittente TV paga la concessione per
            l'utilizzo delle frequenze come il sito paga
            per la banda.
            Entrambi pagano tali risorse sia che vengano
            sfruttate sia che rimangano inutilizzate.
            Il paronge regge eccome.
            Inoltre io non ho nessun obbligo di pagare,
            neanche in via indiretta il servizio di
            google. Me lo offri gratis? bene, lo
            utilizzo! me lo fai pagare? benissimo, te lo
            tieni.
            Nessuno ha capito che l'utenza NON E'
            disposta a pagare, per internet ed i suoi
            servizi niente di più che il costo di
            connessione. Non c'è nulla da fare e non c'è
            verso di OBBLIGARE l'utenza a pagare, quando
            questa non vuole.
            Difatti quasi tutti i servizi a pagamento
            sono falliti.
            E' un dato di fatto contro cui nessuno può
            far niente.
            Rassegnatevi........evidentemente tu sei un fan del p2pfortuna che le persone non sono tutte come te, come dimostrano ITunes e i servizi per la musica a pagamento che cominciano a sfondare(non è O.T.)
          • Anonimo scrive:
            Re: Di chi sono le risorse?
            Non sono d'accordo.ITunes ti da musica, non servizi. Tu paghi i diritti d'autore della canzone che ascolti, non il fatto che te la propongano con ITunes. Cmq il web è nato free e lo rimarrà per semplici motivi.Il fatto di far arrivare un messaggio al mondo è già un guadagno sufficiente rispetto a qualsiasi altro mezzo di comunicazione. Se le aziende falliscono, forse falliscono perché hanno frainteso quello che internet puo' fare, forse hanno sopravvalutato i guadagni diretti che se ne possono ricavare, forse non hanno capito che non tutto puo' essere trasformato in business. Inoltre, queste aziende solo solo una piccolissima parte di internet, il resto è fatto di hp personali, siti di shopping, di news, di stato (dai ministeri ai comuni), di università, di vetrine...e tutto questo si regge senza l'apporto diretto di moneta da parte dell'utente.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Scusate ma....
    ...perche' scandalizzarsi?Se una persona installa un programma del genere vuol dire che non gli interessano minimamente i banner pubblicitari... E che comunque, anche se fossero visualizzati, lui LI IGNOREREBBE.E' la stessa cosa che mettere sulla cassetta della posta il famoso biglietto "non introducete pubblicita', tanto io la butto via senza leggerla"... O no?Lunga vita e prosperita'
  • Anonimo scrive:
    Questa poi...
    Lo sdegno dell'autore dell'articolo e` totalmente fuori luogo, per una serie di ragioni che sono gia` state parzialmente citate. Ne vorrei soltanto ripetere due per l'ennesima volta:-Il PC e` mio, la connessione e` mia, il software e` mio. Se voglio evitare di vedere qualsiasi forma di pubblicita`, ne ho il diritto morale e fattuale.-Non stiamo parlando di onest'uomini che fanno pubblicita` al loro frullatore. Molte delle cosiddette "pubblicita`" di google puntano direttamente a dei dialer. Altro che gente che si guadagna onestamente il pane, qui abbiamo infami che appoggiano altri infami.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questa poi...

      -Il PC e` mio, la connessione e` mia, il
      software e` mio. Se voglio evitare di vedere
      qualsiasi forma di pubblicita`, ne ho il
      diritto morale e fattuale.E il servizio è loro. Se te lo offrono dando anche la pubblicità perchè gli serve per campare non penso che tu possa obiettare. Altrimenti sei liberissimo di cambiare motore di ricerca.
      -Non stiamo parlando di onest'uomini che
      fanno pubblicita` al loro frullatore. Molte
      delle cosiddette "pubblicita`" di google
      puntano direttamente a dei dialer.Che vengono comunque segnalati come tali.Altra cosa, tra parentesi: può darsi che il programma in questione "filtri via" la pubblicità, ma questa è cmonque tenuta nell'html e quindi bene o male te la sei già scaricata, e hai pure pagato 30$ per un programma che non fa quindi quello che promette, visto che non te la fa vedere ma te la fa comunque scaricare... come diceva P.T. Barnum?
  • Anonimo scrive:
    leicita'
    mi chiedevo se la cosa e' legale o se la sh rischia una denuncia da parte di google e affini.
  • Anonimo scrive:
    strano, invece se si ruba la musica è ok
    Piaccia o no, costruire un motore di ricerca come Google, per citare quello più noto, sviluppare complessi algoritmi di ricerca capaci di offrire in prima battuta ottimi risultati di ricerca, stare dietro alla complessità di un business che più è importante più viene aggredito legalmente, tutto questo rappresenta un costo. Costi di personale, di sede, di agenzie, di avvocati e via dicendo. Oneri che vanno sostenuti se si vuole mandare avanti la baracca, una baracca nella quale entrano ed escono del tutto gratuitamente decine di milioni di persone in tutto il mondo tutti i giorni.Invece quando PI commenta il P2P e il fatto che ci si frega roba di altri si sostiene che in fondo tutto sommato è giusto perchè i cd costano. Ma che strano, la "baracca" è solo quella degli informatici ?
    • Anonimo scrive:
      Re: strano, invece se si ruba la musica è ok
      - Scritto da: Anonimo
      Invece quando PI commenta il P2P e il fatto
      che ci si frega roba di altri si sostiene
      che in fondo tutto sommato è giusto perchè i
      cd costano. Ma che strano, la "baracca" è
      solo quella degli informatici ?Per non parlare poi delle teorie lunatiche, che fanno molto ridere, di alcuni antidialeristi.
    • Anonimo scrive:
      Re: strano, invece se si ruba la musica è ok

      Invece quando PI commenta il P2P e il fatto
      che ci si frega roba di altri si sostiene
      che in fondo tutto sommato è giusto perchè i
      cd costano. Ma che strano, la "baracca" è
      solo quella degli informatici ?Si ma google e' un servizio gratuito i cui link sponsorizzati non infastidiscono.
      • Anonimo scrive:
        Re: strano, invece se si ruba la musica è ok
        - Scritto da: Anonimo
        Si ma google e' un servizio gratuito i cui
        link sponsorizzati non infastidiscono.E le case discografiche ed i loro diritti che fastidio ti danno?
    • Anonimo scrive:
      tutta l'erba un fascio
      - Scritto da: Anonimo(cut)
      Invece quando PI commenta il P2P e il fatto
      che ci si frega roba di altri si sostiene
      che in fondo tutto sommato è giusto perchè i
      cd costano. Ma che strano, la "baracca" è
      solo quella degli informatici ?1) chi ha detto che sia sempre G.Mondi a esprimere la propria opinione?2) il paragone CALZEREBBE se i cd costassero 5 euro. Direi anche io "cavolo, hanno fatto tutto il possibile per rendere corretto il mercato e voi li volete derubare?" MA NON è così.3) G.Mondi ha detto chiaramente che in tutti gli altri casi ha goduto di tutti filtri possibili e con motivazioni ... tu invece sembri non aver letto un cavolo
      • Anonimo scrive:
        Re: tutta l'erba un fascio

        2) il paragone CALZEREBBE se i cd costassero
        5 euro. Direi anche io "cavolo, hanno fatto
        tutto il possibile per rendere corretto il
        mercato e voi li volete derubare?" MA NON è
        così.I cd costano 5 euro, così come ve ne sono che costano anche 3 euro, così come 10, 15 o 20Così come ci sono automobili che costano di più e di meno, così come ci sono pc che cosatno di più e altri di meno.Se ti facessi un giro nei negozi di cd lo vdersti con i tuoi occhi
  • HellBoy scrive:
    L'utente ha il diritto di filtrare!!!
    Ma siamo impazziti? Chiunque di noi ha il diritto di filtrare - in manuale o in automatico - qualunque tipo di informazione, utile o inutile che sia.Non capisco proprio il senso di una filippica simile contro un programma del genere.Trovo l'opinione espressa dall'articolista completamente fuori luogo.Di questo passo finiremo con il rendere fuorilegge programmi tipo ad-aware e compagnia bella, e magari renderemo legale anche lo spamming.Chiunque può scrivere quello che vuole dove vuole, ma nessuno può obbligarmi a leggere.Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!

      Chiunque può scrivere quello che vuole dove
      vuole, ma nessuno può obbligarmi a leggere.sante parolema se compri un giornale o prendi una pubblicazione gratuita molto probabilmente ci troverai la pubblicità. a questo punto puoi scegliere se prenderlo o no.e se anche lo prendi hai tutto il diritto di non leggerla, ci mancherebbeperò gli editori contano sul fatto che qualcuno troverà una o due pubblicità che gli interessano e le leggeranno o guarderanno con più o meno attenzione, e in base a questo vendono lo spazio pubblicitarioma lo strumento in questione è in grado di bloccare tutta la pubblicità, non potrà capitare che qualcuno dia uno sguardo di sfuggita alle pubblicità e quindi non ci potranno essere incassi in base alla pubblcità se il programma si diffondequindi i servizi gratuiti rimarranno solo su base volontariaoppure troveranno altri modi per ritornare dei costi e degli stipendi, come vendersi al migliore offerente per il rankingaltrimenti chiudonoanche loro hanno i diritti come te, quello di non darti il servizio se non vogliono.fate i vostri conti.
      • Anonimo scrive:
        Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!
        - Scritto da: Anonimo

        Chiunque può scrivere quello che vuole
        dove

        vuole, ma nessuno può obbligarmi a
        leggere.
        sante parole
        ma se compri un giornale o prendi una
        pubblicazione gratuita molto probabilmente
        ci troverai la pubblicità.
        a questo punto puoi scegliere se prenderlo o
        no.queste sono le scelte che tu elenchi.io elenco anche : scelgo di prenderlo e di non leggere le pubblicità.per far questo do una merendina a mio nipote che mentre si ascolta la radio, con una forbice mi taglia via le pagine di sola pubblicità e con un pennarello nero mi annerisce tutto quello che non è contenuto giornalistico.dopodiché siccome mio nipote è un furbone, si inventa un OCR-sensibile che fa il lavoro da solo, e lui si cucca la merendina senza lavorare.e siamo tutti contenti
        • Anonimo scrive:
          Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!

          io elenco anche : scelgo di prenderlo e di
          non leggere le pubblicità.facciamo finta di...?chiunque può prenderlo e ignorare le pubblicitàse la pubblicità non copre il contenuto, come succede in google o sui giornalipuoi risparmiarti anche la merenda al nipote, ignori e basta la pubblicità che non ti interessa (se è tutta, tutta)ma la diffusione di uno strumento che la oscuri tutta per tutti sarebbe deleterio, senza la pubblicità quei servizi non andrebbero avanti.oppure vanno avanti solo i servizi a pagamento diretto, tipo canone di abbonamento, magari sarebbe più giusto.o magari vanno avanti solo quelli che si vendono (pay per rank, cointeressamento nelle aziende che vendono hw o banda, che cmq si paga), il che non è tanto giusto visto il rischio di inquinare l'informazione con l'interesse.guarda, io sono per i servizi con canone, se l'azienda piace al destinatario viene premiata, altrimenti no, credo che sia più giusto e che eviti la possibilità di regie e padroni occulti.ma nella realtà oggi ci sono ottimi servizi gratuiti che si basano sulla pubblicità non invasiva ed altri che si basano su quella invasiva.dato che non mi piace fare di tutta l'erba un fascio sono assolutamente daccordo per uno strumento che ci scampi da quella invasiva, ma quella non invasiva, che non mi impedisce di fruire dei contenuti in modo apprezzabile (quanta banda mi toglie un ad testuale?) lo considero un pagamento indiretto accettabile e quindi non mi piace uno strumento che sia diretto ad evitarlo danneghgiando così chi ha scelto di farmi pagare il suo servizio in quel modo anzichè con un canone.il quale canone lo reputerei come detto più giusto, ma riconosco che anche loro che mi forniscono il servizio abbiano la libertà di farmelo pagare come vogliono, dato che io ho la libertà di usarlo o meno. Se invece la pubblicità è invasiva lo conidero un costo eccessivo (è molta più banda e tempo perso)...ok, allora posso sempre non usare il servizio...si, ma se il costo fosse palese, e deve esserlo dato che a differenza del caso precedente è un costo rilevante, sarebbe un comportamento leale nei confronti del cliente, invece il costo è ben nascosto e il comportamento non è leale, questo mi svincola dall'esserlo a mia volta col fornitore di servizioe quindi sono assolutamente a pro dei programmi che la bloccano le pubblicità invasive.e mi guardo bene dal fare di tutta l'erba un fascio.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!
            - Scritto da: Anonimo

            io elenco anche : scelgo di prenderlo e di

            non leggere le pubblicità.
            facciamo finta di...?di?
            chiunque può prenderlo e ignorare le
            pubblicitàprova a leggere pc professionale senza ritrovarti stranamente nervoso, cercando la fine degli articoli
            se la pubblicità non copre il contenuto,
            come succede in google o sui giornali
            puoi risparmiarti anche la merenda al
            nipote, ignori e basta la pubblicità che non
            ti interessa (se è tutta, tutta)
            ma la diffusione di uno strumento che la
            oscuri tutta per tutti sarebbe deleterio,
            senza la pubblicità quei servizi non
            andrebbero avanti.costoro spesso non spenderebbero nemmeno 1 dollaro, quindi sicuramente non 30 per quel programma.:)e quindi si cuccano la pubblicità.sappiamo anche che ci sono crack e keygen e quel programma lo potranno avere gratis ... ma allora che stiamo a parlare di *una* cosa sbagliata? :-)ci sono mille modi di fottere il prossimo.altrimenti andrai a finire (e lo hai fatto) con l'additare chi ha un'idea.ed è così che si crininalizza l'intelligenza, lo sviluppo, la creatività, il progresso.le macchine tolgono lavoro agli operai, eppure continuano a farne e ad usarne e a dire senza problemi che "prima 10 persone per 300 ore ... e con questa ... non serve nessuno e in un giorno ho fatto la stessa produzione!"quella macchina è come il togli-banner.eppure esiste
            oppure vanno avanti solo i servizi a
            pagamento diretto, tipo canone di
            abbonamento, magari sarebbe più giusto.hanno lo stesso risultato: quel tipo di utente li ignorerà.su, perchè perdiamo tanto tempo?perchè i giochi di oggi non hanno più le protezioni?perchè non servono a niente.15 anni di esperienza lo hanno dimostrato.
            o magari vanno avanti solo quelli che si
            vendono (pay per rank, cointeressamento
            nelle aziende che vendono hw o banda, che
            cmq si paga), il che non è tanto giusto
            visto il rischio di inquinare l'informazione
            con l'interesse.newsgroup.pago il mio provider e chi vuol informare, chi conosce il fatto, lo pubblica.se alla gente non interessa rendere noti i fatti, il mondo è uno schifo e ce lo meritiamo.
            guarda, io sono per i servizi con canoneli preferisco a quelli pay-per-view, ma non è che non preferisca conoscere uno che fa le stesse cose e le fa gratis.io stesso mi vergogno di far corsi di word ai miei amici.lo faccio e basta.e loro mi restituiranno il favore se sanno qualcos'altro.
            , se
            l'azienda piace al destinatario viene
            premiata, altrimenti no, credo che sia più
            giusto e che eviti la possibilità di regie e
            padroni occulti.LIMITA la possibilità.ma non sono certo i soldi ed EVITARE queste possibilitàla verità la vedi nella libera circolazione dell'informazione tra gente che si sbatte gratis, che non ci guadagna niente, tranne la chiarezza e la conoscenza.
            ma nella realtà oggi ci sono ottimi servizi
            gratuiti che si basano sulla pubblicità non
            invasiva ed altri che si basano su quella
            invasiva.e qui sono d'accordo.ciò non toglie che una pagina del tuo libro preferito con una riga verde che dice "laxatuiv, e non la farai per terra", sia peggio della pagina del tuo libro - solo con il contenuto.e se c'è la possiblità doi ripulire la pagina, tutti noi lo vogliamo fare.
            dato che non mi piace fare di tutta l'erba
            un fascio sono assolutamente daccordo per
            uno strumento che ci scampi da quella
            invasiva, ma quella non invasiva, che non mi
            impedisce di fruire dei contenuti in modo
            apprezzabile (quanta banda mi toglie un ad
            testuale?) lo considero un pagamento
            indiretto accettabile anche io, ma discutiamo che c'ho 10 minuti
            e quindi non mi piace
            uno strumento che sia diretto ad evitarlo
            danneggiando così chi ha scelto di farmi
            pagare il suo servizio in quel modo anzichè
            con un canone.io pure, ma non darei del ladro nemmeno a chi produce grimaldelli.
            il quale canone lo reputerei come detto più
            giusto, ma riconosco che anche loro che mi
            forniscono il servizio abbiano la libertà di
            farmelo pagare come vogliono, dato che io ho
            la libertà di usarlo o meno. si ma qui sono completamente d'accordo... che facciamo? :-/(cut9
            si, ma se il costo fosse palese, e deve
            esserlo dato che a differenza del caso
            precedente è un costo rilevante, sarebbe un
            comportamento leale nei confronti del
            cliente, invece il costo è ben nascosto e il
            comportamento non è leale, questo mi
            svincola dall'esserlo a mia volta col
            fornitore di servizioah finalmente.no, direi che non è giusto, anche quello è un modo per loro di farsi pagare.solo che questo non ti piace e l'altro si :)(troll)
            e quindi sono assolutamente a pro dei
            programmi che la bloccano le pubblicità
            invasive.
            e mi guardo bene dal fare di tutta l'erba un
            fascio.mai fare di nulla un fascio :)
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!

            no, direi che non è giusto, anche quello è
            un modo per loro di farsi pagare.
            solo che questo non ti piace e l'altro si :)baso la distinzione sul fatto che un link testuale con copertura x della pagina, tempo x di caricamento e rendering sul mio computer, tempo x di scaricamento dal server per me genera un costo, sommando tutte queste cose, irrilevanteun popup con copertura y, tempi di scaricamento y e di elaborazione y mi provoca un costo in tempo perso a scaricare, interpretare, cercare il contenuto, che non è irrilevantequindi nel primo caso non prendo provvedimenti, nel secondo si; inoltre se avessi bisogno di ausili sensoriali per accedere alla pagina temo che la stessa situazione si presenterebbe amplificata (non vorrei dire una castroneria, non ho mai provato ma credo che un ad testuale sia più facile da digerire per quei sw).sono daccordo che il principio sia lo stesso, ovvero non hanno il diritto di impormi la pubblicità, meglio pagare per il servizio vero e proprio (o ancora più specificatamente per il contenuto, pay per view), cioè un pagamento indiretto, non palese come costo finale e soprattutto non controllabile dall'utente (nel senso che diventa il pubblicitario il padrone da accontentare, non il cliente del servizio, come sarebbe giusto).tuttavia la mia discriminazione tra le due cose nasce dall'analisi della situazione reale, esistono validi servizi "gratuiti" basati sulla pubblicità, ora se questa non è invasiva e non mi "danneggia" nel senso di impormi costi occulti troppo alti trovo che quei servizi anche se basati sulla pubblicità siano accettabili e vadano tutelati.NON proebirei un programma del genere, perchè è solo una automatizzazione di ciò che farei anche io nella maggioranza dei casi, proebirei invece a qualche ditta (os, providers,...) di integrarlo come servizio dato che sarebbe una grave interferenza contro quei fornitori (seguendo questo mio ragionamento invece non proibirei la vendita di un servizio anti pubblicità invasive).Quanto al fatto che i veri servizi e le vere informazioni siano gratuite... be tutto costa fatica, e il denaro è solo un modo come un altro (ma di provata efficacia) di convertirla in una unità spendibile.ad es i newsgruop, sono informazione gratuita? a parte il costo di pubblicare gli articoli (computer, banda, conoscenze acquisite, tempo per postare) e leggerli (+ o - lo stesso, + un lavoro di vaglio delle informazioni ottenute), no, non sono informazione gratuita. i newsgruop sono basati sul fatto che i partecipanti scambino informazioni, il pagamento di una informazione è la possibilità di poter accedere alle altre, e chi oggi lurka può acquisire conoscenze che in futuro potrà ampliare e postare, ognuno sale sulle spalle degli altri per guardare più lontano.se invece si vuole una informazione già confezionata (filtrando le cose giuste), be allora il pay per view è quanto di più giusto ci sia, ovviamente non potendo sapere la rilevanza dei post sui ng lì non si può fare la stessa cosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!
      - Scritto da: HellBoy
      Ma siamo impazziti?
      Chiunque di noi ha il diritto di filtrare -
      in manuale o in automatico - qualunque tipo
      di informazione, utile o inutile che sia.
      Non capisco proprio il senso di una
      filippica simile contro un programma del
      genere.Scusa, ma quando compri un quotidiano cartaceo ti fai tagliare le pubblicità e poi lo leggi?
      • Akiro scrive:
        Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!

        Scusa, ma quando compri un quotidiano
        cartaceo ti fai tagliare le pubblicità e poi
        lo leggi?e basta co' sto giornale!!!non c'entra un CASPIO!!!la pubblicità nn si può togliere dai giornali, se faranno un apparecchietto da 50 centesimi che toglie le pubblicità dai giornali in automatico, lasciando le notizie vedrai che andrà a ruba!!!rikordati di non cambiare canale per i consigli pubblicitari, ne...(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!
        Forse dimenticate tutti che scaricare pubblicita' da internter ha un costo (stare 10 minuti in piu' perche' mi devo sorbire la pubblicita' mi costa). Sul giornale io lo compro in blocco. Al massimo se reputo che ha troppa pubblicita' non lo compro piu'. E sicuramente questa e' una polemica dettata dall'ignoranza, perche' non e' ne' il primo ne' l'ultimo programma che filtra i contenuti (Esistono da anni una miriade di antivirus, Firewall e altri pacchetti creati ad hoc per filtrare le connessione http ed eliminare questo tipo di link, script ecc. dalle pagine). L'autore quando se l'e' comprato il pc ? 1 settimana fa ? :)
        • Anonimo scrive:
          Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!
          Tu non hai capito alcune cose (non solo tu) che provo a spiegarti:1. Il produttore e' finito sul New York Times a blaterare per la troppa pubblicita' sui siti2. Quando vai su Google e fai una ricerca USI i loro server, USI i loro algoritmi e USI le loro risorse. Non e' come guardare un canale televisivo Mediaset ok?3. Chi non vuole la pubblicita' e' libero di non averla. Basta non andare sui siti che ne hanno. Rimani cosi' con qualche sitarello di belle speranze e divertiti. Io preferisco vedermi i banner, magari ogni tanto ci clicco pure sopra, e continuare ad avere servizi gratuiti.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!
            Non capisco molto una cosa... intanto mediaset (niente di particolare contro mediaset, oddio, magari un pochino, è un esempio) di soldi ne spende in infrastrutture e programmazione, quindi il paragone con le spese di google è + che lecito. Ma quando ti registri un film su canale 5 (anche se penso che x via del copiright non sia legalmente possibile, no?) e te lo riguardi, quando c'è la pubblicità te la guardi o schiacci ffwd? Mi sembra che esistano dei videoregistratori che filtrano la pubblicità (ammetto la mia grande ignoranza nel campo).Come dicevano prima, se fosse possibile filtrare la pubblicità dal giornale non lo faresti? Personalmente lo farei eccome. Quindi se trovo il modo di filtrare cose non richieste lo faccio, punto.Uno potrebbe dirmi: se non ti piace la pubblicità smettila di guardare la TV: infatti è quello che ho fatto :) Se google fosse infarcito di pubblicità (per ora la ritengo tollerabile) avrei smesso di usarlo da un pezzo.SalutiMarco che odia la pubblicità
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!
            - Scritto da: Anonimo
            Non capisco molto una cosa... intanto
            mediaset (niente di particolare contro
            mediaset, oddio, magari un pochino, è un
            esempio) di soldi ne spende in
            infrastrutture e programmazione, quindi il
            paragone con le spese di google è + che
            lecito. Ma quando ti registri un film su
            canale 5 (anche se penso che x via del
            copiright non sia legalmente possibile, no?)
            e te lo riguardi, quando c'è la pubblicità
            te la guardi o schiacci ffwd? Mi sembra che
            esistano dei videoregistratori che filtrano
            la pubblicità (ammetto la mia grande
            ignoranza nel campo).
            Come dicevano prima, se fosse possibile
            filtrare la pubblicità dal giornale non lo
            faresti? Personalmente lo farei eccome.
            Quindi se trovo il modo di filtrare cose non
            richieste lo faccio, punto.
            Uno potrebbe dirmi: se non ti piace la
            pubblicità smettila di guardare la TV:
            infatti è quello che ho fatto :) Se google
            fosse infarcito di pubblicità (per ora la
            ritengo tollerabile) avrei smesso di usarlo
            da un pezzo.
            Saluti

            Marco che odia la pubblicitàclaro!prima che la nostra vita diventi come quella di Thruman
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!
            - Scritto da: Anonimo
            Tu non hai capito alcune cose (non solo tu)
            che provo a spiegarti:Toh, il professore del giorno...
            1. Il produttore e' finito sul New York
            Times a blaterare per la troppa pubblicita'
            sui sitie allora?
            2. Quando vai su Google e fai una ricerca
            USI i loro server, USI i loro algoritmi e
            USI le loro risorse. Non e' come guardare un
            canale televisivo Mediaset ok?e allora?
            3. Chi non vuole la pubblicita' e' libero di
            non averla.Giusto! Basta non andare sui siti che ne
            hanno. Rimani cosi' con qualche sitarello di
            belle speranze e divertiti. Io preferisco
            vedermi i banner, magari ogni tanto ci
            clicco pure sopra, e continuare ad avere
            servizi gratuiti.Sei scemo?
          • Anonimo scrive:
            Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!
            - Scritto da: Anonimo
            Tu non hai capito alcune cose (non solo tu)
            che provo a spiegarti:

            1. Il produttore e' finito sul New York
            Times a blaterare per la troppa pubblicita'
            sui sitieh ocio che un commerciale ha fatto il commerciale :-)non mi stupirò se domani un commerciale dirà "la tua ragazza non ti fa i bocchini? Prostitutuzione! Da oggi, prostituzione 2.0 ti conesente pompini e anal a prezzi concorenziali. Attenzione! Se la tua ragazza ti sembrava un free/shareware, fai attenzione ai virus!"
            2. Quando vai su Google e fai una ricerca
            USI i loro server, USI i loro algoritmi e
            USI le loro risorse. Non e' come guardare un
            canale televisivo Mediaset ok?perchè loro hanno le antennine li per divertirsi vero?le hanno messe li perchè io le USI e io i SORBISCA tutte le pubblicità in mezzo ai similprogrammi infarciti pure loro di pubblicità che io mi becco.per questo io videoregistro e mando avanti :)
            3. Chi non vuole la pubblicita' e' libero di
            non averla. Basta non andare sui siti che ne
            hanno.questo è il TUO metodo.vuoi imporre il tuo sistema di libertà o vuoi lasciare che me la gestisca io?tu fa quel che ritieni giusto.io su PI clicco su tutto, perchè voglio cercare di aiutarviad altri non voglio, e comunque non voglio imporre nulla agli altri utenti e non giudico le loro scelte.
            Rimani cosi' con qualche sitarello di
            belle speranze normalmente i migliori, senza cazzate commerciali e dettati solo dalla passione, senza infrastrutture e palchi pesanti e affardellatisolo contenuto, solo roba utile
            e divertiti. Io preferisco
            vedermi i bannertua scelta, tua valutazionenon sono della tua stessa idea, nemmeno sulle conseguenze.
            , magari ogni tanto ci
            clicco pure sopra, e continuare ad avere
            servizi gratuiti.bravo.tu fai quel che ti pare e lascia che gli altri facciano lo stesso.come si diceva per la musica, giustificando i furti "bisogna trovare altri modelli di business":-)
      • Anonimo scrive:
        Re: L'utente ha il diritto di filtrare!!!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: HellBoy

        Ma siamo impazziti?

        Chiunque di noi ha il diritto di filtrare
        -

        in manuale o in automatico - qualunque
        tipo

        di informazione, utile o inutile che sia.

        Non capisco proprio il senso di una

        filippica simile contro un programma del

        genere.

        Scusa, ma quando compri un quotidiano
        cartaceo ti fai tagliare le pubblicità e poi
        lo leggi?tu quando ti registri un film in tv non tagli via le pubblicità?dai, andiamo avanti con esempi che valgono solo per noi, dai.a me hanno talmente trapanato il cazzo certe rotture di scatole della TV che ormai la guardo in differita costantemente.metto il VHS n.1 in LP alle 19 e registro per 8 ore.e intanto mi guardo la sera precedente.e VRRRRRRRRRRR passo avanti tutto quello che mi sta sulle balle.Certo guardo un canale solo al giorno ... :-/ma risparmio tempo alle cazzate.e se ho finito presto, mi leggo un libro 100% contenuti, zero pubblicità
  • Anonimo scrive:
    Internet non è MAI stato gratis.....
    Internet non è mai stato gratis.E' solo stato fatto credere questo.In realtà:Ogni volta che voi vedere un qualsiasi banner (reach media, flash, e qualsivoglia cosa ) su una qualsiasi pagina dei portali, VOI venite venduti a 4 lire minimo ad impression. Ogni volta che ricevete una mail spam ( chiamata dai pubblicitari DEM , direct email marketing) VOI venite venduti ad almeno 100 lire a mail.Ogni volta che comprate qualcosa nei negozi di ecommerce, partendo dai portali VOI rendete una percentuale in termini di Revenue share ( dipende, dal 2 al 15 % mediamente) al portale stesso. Ogni volta che vi collegate al pop del portale VOI rendete al portale stesso la quota di competenza riconosciuta DA Telecom. Ogni volta che approfittate di qualche offerta " solo per gli utenti ..." VOI rendete al portale una parte consistente del ricavo del merchant....potrei continuare.Il semplice VISITARE la pagina di GOOGLE genera bilioni di IMPRESSIONS che GOOGLE si fa pagare in sosnante PECUNIA. Google, come altri, non fa che VENDERVI.Quindi non spariamo assurdità sul fatto che Google offra un servizio gratuito; sembra a voi, perchè non vi frugate nel portafogli, ma la realtà è ben diversa.Internet NON è gratis!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet non è MAI stato gratis.....
      ciao,un paio di appunti al tuo messaggio:
      VOI venite venduti a 4 lire minimo ad impression.mi sa che sei rimasto un po' indietro: la lira e` sparita da qualche anno e ormai la pubblicita` viene pagata veramente pochissimo, solitamente per click, non per impression :-(se mi trovi una qualsiasi sponsor disposto a pagarmi 4 lire ad impression sono disposto a darne 2 a te, facciamo il 50% a testa (ho un sito da 3 milioni di pagine/mese) :-)
      spam ( chiamata dai pubblicitari DEM ,
      direct email marketing) VOI venite venduti
      ad almeno 100 lire a mail.vale quanto sopra; la newsletter ha 10.000 iscritti volontari cui mandiamo una mail a settimana con le news :-)
      Il semplice VISITARE la pagina di GOOGLE
      genera bilioni di IMPRESSIONS che GOOGLE si
      fa pagare in sosnante PECUNIA. Google, comenegativo; il sistema pubblicitario di google (adwords) prevede che l'inserzionista paghi solo per i click che vengono effettuati sulla propria pubblicita`, non per impression[ maggiori info su http://www.google.it/intl/it/ads/ ]
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet non è MAI stato gratis.....
      - Scritto da: Shurizen
      la Cina non è così lontana, basta trasferirsi.

      --
      Shurizen
      Ferocemente anticomunista dal 1978Come mai sei anticomunista? Li hai forse visti mangiare qualche opulento bambino figlio di capitalisti? ...(troll)...
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet non è MAI stato gratis.....
      - Scritto da: Anonimo
      Internet non è mai stato gratis.
      E' solo stato fatto credere questo.
      Il semplice VISITARE la pagina di GOOGLE
      genera bilioni di IMPRESSIONS che GOOGLE si
      fa pagare in sosnante PECUNIA. Google, come
      altri, non fa che VENDERVI.Caro amico, se ti documentassi, prima di fare la figura di chi spara sentenze da incompetente, sapresti che gli ad di google sono "pay per click" e non "pay per view", il che fa una bella differenza.Questo è il motivo per cui io, personalmente, ogni volta che vedo un ad con dialer, ci clicco sopra e poi chiudo cosa ne esce (tanto sono collegato in fibra ottica), e così facendo regalo qualche euro a google, che mi stanno simpatici, togliendolo ai dialeristi, che mi stanno antipatici.saluti, giors
  • Anonimo scrive:
    Lecito dubbio
    E se fosse Google a tirare le fila di questa software house ?I soldi che non fa con la pubblicita', la fa con con questo programmino, e forse sarebbero anche di piu'.Chi non ricorda i dubbi che Norton Antivirus creasse virus allo scopo di vendere piu' antivirus ?Paranoico ? Forse, ma Google non e' una vittima.CiaoGM
  • Anonimo scrive:
    sono un altro tessitore di passamontagna
    Anche quelli che fanno quel programma devono vivere e guadagnare, e, se c'e' qualcuno che li paga. non vedo perche' dargli contro.Perche' difendere Golia e dare contro a Davide ?Pensate davvero che Google sia cosi' debole ? Google, per chi non lo sapesse, ha un valutazione in borsa di 20 miliardi di $$$$ e se ne fa un baffo....loro sanno bene come funziona il gioco (se no non sarebbero i grandi che sono), a differenza di molti che postano qui, compreso l'autore dell'articolo.Ma....che diavoleria e' un "tessitore di passamontagna" ?Cosa vuole dire di preciso ?GMUn altro probabile "tessitore di passamontagna"
  • Anonimo scrive:
    cheppalle
    ma scusate.... na qualcuno e' per caso entrato di soppiatto a casa vostra installandovi questo anti-popup?? Posso essere d'accordo con quanti affermino che quei popup non diano fastidio (allo stato dell'arte pero'... chi vi dice che tra poco non diventino -come piu' volte e' accaduto- regno esclusivo di dialer e spammer??), ma e' e resta SOLO ed esclusivamente un discorso accademico.Questo e' solo uno dei tantissimi modi per rendersi totalmente indipendenti da cio' che il web ci impone, che sia o no moralmente giusto. Se non si e' d'accordo con questa politica basta non installarlo. Se lo si installa non si vedranno probabilmente molti siti utili, ma e' una scelta e come tale DEVE essere rispettata. Il resto e' solo aria fritta, retorica a prescindere.
    • Anonimo scrive:
      Re: cheppalle
      - Scritto da: Anonimo
      ma scusate.... na qualcuno e' per caso
      entrato di soppiatto a casa vostra
      installandovi questo anti-popup?? Il programma toglie i link testuali
  • Anonimo scrive:
    TOTALMENTE D'ACCORDO
    Hai perfettamente ragione...I servizi di qualità costano, non c'è niente da fare. Quindi vanno alimentati da un adeguato flusso di denari. Google ha trovato un modo intelligente, efficacissimo e corretto per farlo: perchè rompere le scatole?Qui non si tratta di difendere i principeschi interessi di qualche scandalosa lobby, ma di riconoscere ad uno strumento un ruolo ed una valenza indiscutibili: i link sponsorizzati di Google costano il giusto, sono estremamente selettivi e funzionano benissimo... Che fastidio possono mai dare? Grazie ad Awords alcuni miei Clienti sono riusciti a farsi conoscere senza fare investimenti folli, hanno trovato nuovi mercati e sono riusciti a tenere aperte le loro (piccole ) Aziende anche in questi mesi di disastro economico. Ragazzi, sono posti di lavoro, famiglie che mangiano: è una cosa seria.Se qualcuno non lo capisce, beh, pazienza: ripassi di qua quando sarà cresciuto, dopo aver pagato di tasca sua qualche rata di muto o dopo aver perso il primo posto di lavoro, e vedrai che la penserà come noi.CiaoNico
    • Akiro scrive:
      Re: TOTALMENTE D'ACCORDO

      Grazie ad Awords alcuni miei Clienti sono
      riusciti a farsi conoscere senza fare
      investimenti folli, hanno trovato nuovi
      mercati e sono riusciti a tenere aperte le
      loro (piccole ) Aziende anche in questi mesi
      di disastro economico. Ragazzi, sono posti
      di lavoro, famiglie che mangiano: è una cosa
      seria.anke la ditta che produce i taglia-banner mi sa che è fatta da persone o sbaglio? 8 )hanno diritto a mangiar anke loro...byez(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: TOTALMENTE D'ACCORDO
        - Scritto da: Akiro
        anke la ditta che produce i taglia-banner mi
        sa che è fatta da persone o sbaglio? 8 )
        hanno diritto a mangiar anke loro...L'articolo non si lamenta di un taglia i banner (insegna pubblicitaria che appare in forma di grafica animata), ma taglia bensì i fastidiosissimi link testuali. Conosciuti in tutto il mondo per la loro invadenza e per lo spreco di banda che procurano.
        • Akiro scrive:
          Re: TOTALMENTE D'ACCORDO

          L'articolo non si lamenta di un taglia i
          banner (insegna pubblicitaria che appare in
          forma di grafica animata)llgli ho kiamati banner solo perkè taglia-link testuali suonava male...cmq i banner non è detto che siano immagini in movimento... banner = inserzione pubblicitaria
  • Anonimo scrive:
    Questo programma è utile.
    Non capisco perchè certa gente si preoccupi degli affari di colossi tipo Google o simili. Dato che siamo liberi, non vedo perchè se a me disturba qualsiasi tipo di pubblicità e non solo le pop up, non possa istallarmi un programma che elimini totalmente la pubblicità compresi i banner. Chi come Gilberto Mondi è preoccupato per le sorti di Google e delle grandi spese che deve sostenere, può pagargli un abbonamento volontario. Ringrazio comunque Gilberto Mondi per avermi fatto conoscere la InterMute Inc che ritengo faccia il più completo programma antipop-up ecc. ecc. che abbia visto finora.
    • Anonimo scrive:
      Re: Questo programma è utile.
      se la mamma dei cretini sfornasse più cretini molti siti non potrebber sopravvivere a gratis.preferisco un po' di pubblicità per avere un servizio gratuito come google.
    • zirgo scrive:
      Re: Questo programma è utile.
      - Scritto da: Anonimo
      Non capisco perchè certa gente si preoccupi
      degli affari di colossi tipo Google o
      simili. Dato che siamo liberi, non vedo
      perchè se a me disturba qualsiasi tipo di
      pubblicità e non solo le pop up, non possa
      istallarmi un programma che elimini
      totalmente la pubblicità compresi i banner.
      Chi come Gilberto Mondi è preoccupato per le
      sorti di Google e delle grandi spese che
      deve sostenere, può pagargli un abbonamento
      volontario. Ringrazio comunque Gilberto
      Mondi per avermi fatto conoscere la
      InterMute Inc che ritengo faccia il più
      completo programma antipop-up ecc. ecc. che
      abbia visto finora.Certo...finchè, grazie al tuo bellissimo software, non sarai costretto anche tu a pagare quell'abbonamento, che volontario non sarà più!!Ricordati che internet senza motori di ricerca...è inutile!!Sputi nel piatto in cui mangi, che per giunta ti viene regalato!!Ma i tuoi genitori non ti hanno insegnato proprio niente eh?Torna a fare i tuoi problemini, che domani la maestra ti interroga!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Come mi diverto
        - Scritto da: zirgo
        Certo...finchè, grazie al tuo bellissimo
        software, non sarai costretto anche tu a
        pagare quell'abbonamento, che volontario non
        sarà più!!
        Ricordati che internet senza motori di
        ricerca...è inutile!!

        Sputi nel piatto in cui mangi, che per
        giunta ti viene regalato!!
        Ma i tuoi genitori non ti hanno insegnato
        proprio niente eh?Torna a fare i tuoi
        problemini, che domani la maestra ti
        interroga!!!Mi immaginavo che qualche imbecille si sarebbe arrabbiato. Grida, arrabbiati, insulta e Google ti manderà un premio.
  • picdp scrive:
    forse sono un tessitore di passamontagna
    ma qualunque cosa possa renderci nuovamente esseri umani e non vittime del consumismo ben venga.è scroccone chi, avendo un (secondo me inutile) televisore, usa il telecomando per cambiare canale durante la pubblicità?credo che senza commercio e pubblicità, i media diventino quello che dovrebbero essere: strumenti di divulgazione dell'arte che, per essere tale, deve essere gratuita
    • Anonimo scrive:
      Re: forse sono un tessitore di passamontagna
      bene!Allora inizia per primo. LAVORA GRATIS
      • Anonimo scrive:
        Re: forse sono un tessitore di passamontagna
        (non sono quello di prima)Non é questo il punto secondo me. Loro possono anche mettere la pubblicità, in televisione, su internet o dove vogliono, e nessuno glielo impedisce, ma io ho il diritto di filtrarla, e sinceramente non vedo che cosa ci sia di così assurdo e immorale. Lo abbiamo sempre fatto con la tv (e non mi dire che tu ti bevi tutte le pubblicità dalla prima all'ultima per dovere civico, non ci credo), perché deve essere un problema farlo con internet? Anche perché spesso questi signori esagerano. Io capisco bene che non lavorano certo per beneficenza e che se offrono a noi utenti un servizio gratis da qualche parte devono pur guadagnarci. Ma una pagina deve diventare per forza un grande banner? Non parlo di google in particolare, ma un po' di misura non guasterebbe, e se il contenuto pubblicitario fosse meno invasivo anche gli utenti sentirebbero meno la necessità di filtrare, non credi? Secondo me con evidenti benefici da entrambe le parti...
    • Anonimo scrive:
      Re: forse sono un tessitore di passamontagna
      - Scritto da: picdp
      ma qualunque cosa possa renderci nuovamente
      esseri umani e non vittime del consumismo
      ben venga.
      è scroccone chi, avendo un (secondo me
      inutile) televisore, usa il telecomando per
      cambiare canale durante la pubblicità?
      credo che senza commercio e pubblicità, i
      media diventino quello che dovrebbero
      essere: strumenti di divulgazione dell'arte
      che, per essere tale, deve essere gratuitaSei libero di cambiare canale ed installare tutto il software che vuoi, si tratta anche di compromessi che vanno bene un pò a tutti. Difatti, senza pubblicità o meglio, se le aziende che investono in pubblicità non riscontrassero un aumento delle vendite, non avrebbero più motivo di mandarla in onda e di conseguenza tu saresti costretto a pagare per avere un servizio (come ad esempio Libero ha fatto in queste ultime settimane).Potremo parlare a lungo sullo schifo della televisione italiana che potrebbe rimanere tranquillamente spenta ma questo è un altro discorso.Inoltre aggiungo come sia strano che parecchia gente (compreso me) eviti in la pubblicità e disgusti il consumismo, però quando è stato proposta la reclame telefonica in cambio della chiamata gratis praticamente TUTTI hanno detto "magari"!
  • Anonimo scrive:
    Fagli causa !!
    che "i motori di ricerca hanno perso la testa, una volta i motori mostravano subito i risultati più utili e ora la rilevanza è in secondo piano rispetto all'advertising"come NO, il motore che lo faceva ALTAVISTA ha rievuto una bella condanna in tribunale negli usaOdio la pubblicita , i popup, i certificati i dialer e quella (...)ma un testo (+/-) 0.5kb di robaccia e' acettabile(circa 500 caratteri)quindo come se non ci fosse, e quella cosa permette a google di vivere (e farsi $$) e a me di usarlo anche troppo spessouna volta che una societa fa qualcosa che non fa male a qualcuno piace romprere(certo che se google ci metteva 500kb di pubblicita.....avrebbe fatto la fine di altvista(nel'ultimo anno lo avro usato 3 volte)w google e il suo textbox :-))comunque mettere i risultati di una ricerca con il contenuto pubblicitario costa caro
    • Anonimo scrive:
      Re: Fagli causa !!
      - Scritto da: Anonimo
      Odio la pubblicita , i popup, i certificati
      i dialer e quella (...)
      pubblicità, popup, _certificati_, dialer?Hai un po' di confusione in testa.Anche io, parlando di frutta, odio le mele, le arance, i telefoni cordless, le fragole :-)
  • Anonimo scrive:
    liberta' di scelta
    Se uno vuole trovare i link sponsorizzati basta disattivare l'opzione! Se uno invece non vuol trovare 3 pagine di link tedeschi che pubblicizzano dialer, allora può attivarla. Dove sta il problema?
  • Anonimo scrive:
    Assolutamente Inutile
    Ho sempre usato google per le mie ricerche e da quando sono comparsi gli annunci sponsorizzati non ho avuto nessun fastidio: i tempi per ottenere il risultato sono sempre ridottissimi, spesso la prima pagina è sufficiente a fornire quello che cerco e i link sponsorizzati sono così "fastidiosi" che ormai nemmeno li vedo più... a differenza dei popup (sia benedetta la google toolbar ;)) e dei filmati in flash sovrapposti alla pagina, che fanno davvero perdere del tempo.Non capisco a quale persona di buon senso possa interessare un software del genere...Simbul
  • Anonimo scrive:
    neanche gratis !
    ...lo prenderei.per i motivi che sappiamo tutti.inutile appesantire il computer con un programma che poi magari ti fa bloccare il sistema solo per risparmiare una manciata di bytes.Inoltre anche il link testuali a pagamento sono molto utili, almeno cosi' sappiamo dove si trovano i dialers ! ;)Ameno cosi' sappiamo di sicuro dove NON dobbiamo cliccare 8)
  • Anonimo scrive:
    Fa parte del gioco.
    Mica glielo ha ordinato il dottore a Mr Google di mettersi su Internet.E su Internet, si sa, il gioco e' duro, e le mammolette hanno vita breve.Se tirano il ballo gli avvocati anche su questo sono proprio dei cacasotto indegni di tenere in mano anche solo un telefonino giocattolo.Che si prendano la baby-sitter....GM
    • Anonimo scrive:
      Re: Fa parte del gioco.
      - Scritto da: Anonimo

      Mica glielo ha ordinato il dottore a Mr
      Google di mettersi su Internet.
      E su Internet, si sa, il gioco e' duro, e le
      mammolette hanno vita breve.
      Se tirano il ballo gli avvocati anche su
      questo sono proprio dei cacasotto indegni di
      tenere in mano anche solo un telefonino
      giocattolo.
      Che si prendano la baby-sitter....si ok, ma tutto questo con il commento che c'entra?cioe' potevi almeno leggere prima di postare..google puo stare solo su internet ovviamente e dove senno'? mammolette? il gioco si fa duro? avvocati? baby sitter?e godzilla quando arriva ? :)ToroSedutoalPc
      • Anonimo scrive:
        Re: Fa parte del gioco.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Mica glielo ha ordinato il dottore a Mr

        Google di mettersi su Internet.

        E su Internet, si sa, il gioco e' duro, e
        le

        mammolette hanno vita breve.

        Se tirano il ballo gli avvocati anche su

        questo sono proprio dei cacasotto indegni
        di

        tenere in mano anche solo un telefonino

        giocattolo.

        Che si prendano la baby-sitter....

        si ok, ma tutto questo con il commento che
        c'entra?
        cioe' potevi almeno leggere prima di
        postare..

        google puo stare solo su internet ovviamente
        e dove senno'? su una bella intranet aziendale, per esempio :-)
        mammolette? il gioco si fa
        duro? avvocati? baby sitter?

        e godzilla quando arriva ? :)
        Godzilla non so, Bush & company sono gia' arrivati da tanto tempo purtroppo....non si dovrebbe speculare su cio' che e' offerto gratis, continuo a dirlo...
        ToroSedutoalPcToro Seduto, comprati un I-Mode, cosi ti sgranchisci le gambe....I Mode, you pay :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fa parte del gioco.
      - Scritto da: Anonimo

      Mica glielo ha ordinato il dottore a Mr
      Google di mettersi su Internet.
      E su Internet, si sa, il gioco e' duro, e le
      mammolette hanno vita breve.
      Se tirano il ballo gli avvocati anche su
      questo sono proprio dei cacasotto indegni di
      tenere in mano anche solo un telefonino
      giocattolo.
      Che si prendano la baby-sitter....

      GME infatti Google (a differenza di qualcun altro che invece lo usa per pubblicizzare i suoi siti pretendendo chissà quali garanzie) non si è mai lamentato.
    • SiN scrive:
      Re: Fa parte del gioco.
      - Scritto da: Anonimo

      Mica glielo ha ordinato il dottore a Mr
      Google di mettersi su Internet.
      E su Internet, si sa, il gioco e' duro, e le
      mammolette hanno vita breve.
      Se tirano il ballo gli avvocati anche su
      questo sono proprio dei cacasotto indegni di
      tenere in mano anche solo un telefonino
      giocattolo.
      spero che non tirino in abllo gli avvocati.Spero semplicemente che nessuno siinstalli quellostupido programma
  • php_inside scrive:
    ha ragione
    Concordo perfettamente, che motivo c'è di togliere anche i link testuali??La pubblicità è l'anima del commercio... bye
Chiudi i commenti