Xerox, problemi di laser?

Un rivenditore accusa l'azienda di commercializzare una stampante con costi nascosti, centrati su ricambi e consumabili. Xerox nega e risponde punto su punto
Un rivenditore accusa l'azienda di commercializzare una stampante con costi nascosti, centrati su ricambi e consumabili. Xerox nega e risponde punto su punto


Roma – Caro Direttore, quando compriamo qualcosa, ad esempio una stampante, troppo spesso ci dimentichiamo che il prezzo vero dell’oggetto non è solo il prezzo pagato all’atto dell’acquisto. Si è parlato più volte del costo degli inchiostri (ben più costosi dei più costosi profumi) e delle cartucce di ricambio dotate di chip che hanno il solo scopo di rendere difficile la vita ai concorrenti (alla faccia del libero mercato).

Ai vostri lettori più attenti non servirà ripeterlo. Ma attenzione, perché la nostra stampante Phaser della Xerox ci ha insegnato un altro paio di cosette. Del resto, è vero o no che non si finisce mai di imparare?

1) Che vi sorprenda o no, in una stampante Xerox della linea Phaser non si consumano solo gli inchiostri e la carta. Ma anche un rullo di plastica, dotato di chip “con scadenza” che ti impedisce di continuare a usarlo anche se perfettamente integro. Il costo del pezzo di ricambio? La bellezza di 161 euro. Non solo. Si scopre che ne esistono due tipi: uno che dura pochissimo (pochi mesi), e uno normale. Indovinate nella stampante nuova quale trovate già montato?

2) Grazie all’abilità dei legali Xerox, le stampanti di questa ditta non sono soggette alla legge europea che impone 2 anni di garanzia. Ebbene, cosa succede se chiamate un tecnico Xerox 1 anno e qualche mese dopo l’acquisto della stampante? Che ti chiedono 279 euro + IVA, per la sola manodopera. Il costo dei pezzi di ricambio è a parte.

La Xerox è libera di applicare le tariffe che preferisce. Ma i consumatori devono essere liberi di sapere a cosa vanno incontro. Mi piacerebbe che, per legge, a fianco del prezzo di listino di prodotti come le stampanti fossero indicati anche i costi di esercizio e i costi minimi di riparazione. In attesa, mi permetto di avvisare io chi stesse pensando di acquistare una stampante Xerox:

Xerox Phaser 8400
costo stampante: euro 899,00 + IVA
garanzia: 1 anno, nonostante la legge europea!
costo minimo riparazione (senza pezzi di ricambio): euro 279,00 + IVA!!!
costo rullo di ricambio (obbligatorio): euro 134,39 + IVA
costo inchiostri: euro 317,31 + IVA

Sono un rivenditore. Ovviamente non consiglierò mai più una stampante Xerox.
Cordiali saluti.
M. Calvo

P.S. Per riscontri sui prezzi : il rullo di plastica è indicato con la criptica dicitura
Extended-Capacity Maintenance Kit . Sembra una opzione, invece è un kit obbligatorio. Senza, il chip fornito di serie, giunta la scadenza (dopo pochi mesi), bloccherà inesorabilmente la stampante.

Di seguito la risposta fornita da Xerox



Egr. Sig. Calvo,
in merito alle sue osservazioni, di cui prendiamo atto, desideriamo informarla che, nel caso specifico della Phaser 8200 DP da lei acquistata, si tratta di una macchina a colori con prestazioni particolarmente elevate rispetto al suo costo al tempo dell’acquisto, molto più contenuto rispetto ad altre stampanti a colori single-pass da 16 ppm. In particolare, teniamo a precisare che laddove i costi dei prodotti possono calare, quelli di manutenzione e dei consumabili, soprattutto ove comportano un elevato livello di servizio, non seguono necessariamente lo stesso andamento.

Nella Phaser 8200, sostituita dall’attuale Phaser 8400 sempre con tecnologia Solid Ink, è prevista anche la sostituzione del rullo di manutenzione, che costa ? 155 (a listino), ed è in grado di stampare circa 30.000 pagine. Alla luce del fatto che alcune stampanti laser a colori regolarmente in commercio si contano fino a 10 diversi materiali di consumo con durate diverse, le Phaser 8200 e 8400 sono di fatto le macchine più semplici del mondo, con soli 5 diversi consumabili.

Per quanto riguarda la normativa europea relativa ai due anni di garanzia, essa è stata adottata dall’Unione Europea per tutelare i consumatori ed allo stesso modo è stata recepita nell’ordinamento italiano a tutela dei soli consumatori. Proprio perché la normativa, in fatto di tutela del consumatore è recepita e sempre applicabile, non si fa menzione esplicita ai due anni di garanzia dei prodotti commercializzati ai consumatori.

Peraltro, Xerox propone prodotti che sono normalmente utilizzati da clienti professionali e a questi indirizza le proprie offerte, comprese quelle relative alle condizioni di garanzia commerciale che comprendono maggiori servizi rispetto alla tutela minima prevista per legge, che per i clienti professionali, è valida entro un anno dall’acquisto del bene.

Xerox applicherà senza esitazione la garanzia di due anni (secondo quanto stabilito dalla legge) al proprio eventuale cliente consumatore. Per ottenere la garanzia di due anni, ai sensi di legge, il cliente dovrà inviare la documentazione fiscale di acquisto.

Ribadiamo quindi che qualsiasi stampante di classe “business” venduta in Italia offre un contratto di garanzia di 1 anno, sia da parte di Xerox sia, ci risulta, dai nostri principali concorrenti.

Teniamo inoltre sottolineare quanto segue:

– la garanzia (su mano d’opera e parti di ricambio) può essere estesa a 3 o più anni tramite contratti acquistabili entro 90 giorni dall’acquisto dell’apparecchiatura, o anche successivamente, previa verifica del buono stato di funzionamento della stampante. L’estensione dell’assistenza “on-site” di 2 anni (in aggiunta all’anno di garanzia, per un totale di 3 anni “on site”) è disponibile durante i primi 90 giorni dall’acquisto del prodotto, e costa ? 595,00 (IVA esclusa);

– per quanto riguarda il kit di manutenzione (o “rullo di plastica” come indicato dal Sig. Calvo), il suo funzionamento non è vincolato al tempo ma alle pagine stampate (calcolate al 5% di copertura); ciononostante, quindici mesi dopo la sua installazione/sostituzione, un messaggio sul display della stampante suggerirà di sostituirlo per mantenere l’elevata qualità di stampa e assicurare il corretto funzionamento della macchina. La sua sostituzione non richiede l’intervento di un tecnico Xerox, ma può essere effettuata dal cliente in maniera molto semplice e in meno di 2 minuti;

– la tecnologia solid-ink, rispetto alle tecnologie laser e led, garantisce un numero di materiali di consumo decisamente inferiore (circa la metà), oltretutto con un impatto ambientale estremamente limitato.

Nel suo caso, comunque, risulta una richiesta di intervento aperta il 11/3/05 con problema di “not feeding paper”, per il quale ha rifiutato l’invio del fax per l’accettazione delle tariffe/costi fisse (labour & travel) pari a ?276. Non ci risultano inoltre ulteriori chiamate di assistenza/reclamo nel periodo precedente a tale data, deducendo quindi la sua soddisfazione sul prodotto.

Rimaniamo comunque a sua completa disposizione per qualsiasi ulteriore richiesta o chiarimento.

Cordialmente

Massimo Olivieri
Marketing & Distribution Sales Director
Xerox Office Italy

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 03 2005
Link copiato negli appunti