YouTube antipirata in Giappone

Un accordo con l'omologa nipponica della SIAE prevede disclaimer e avvertimenti per gli utenti giapponesi del portalone di video sharing. Una mossa che potrebbe presto essere replicata ovunque

Tokyo – Nel mirino dei detentori del diritto d’autore in molti diversi paesi, YouTube ha confermato nelle scorse ore l’esistenza di una intesa con la società di raccolta dei diritti in Giappone, JASRAC , per scoraggiare in modo molto più pervasivo l’abuso della piattaforma di video sharing da parte degli utenti.

In particolare, sulle pagine di YouTube appariranno in evidenza avvertimenti dedicati agli uploaders : prima di caricare un video saranno avvertiti della necessità di rispettare le leggi sul diritto d’autore e verrà loro spiegato quale genere di materiale, se caricato, potrà provocare conseguenze legali.

Il fatto che tutto questo avvenga in Giappone non deve sorprendere. Proprio JASRAC è stata tra i primissimi soggetti ad ottenere la cancellazione in massa di video da YouTube, 30mila per la precisione , un esempio poi seguito anche in altre parti del Mondo, ad esempio dal colosso americano dell’entertainment Viacom, che ha ottenuto la rimozione di 100mila video .

L’intesa è frutto dei colloqui tra Google, che gestisce YouTube, e le major nipponiche. In una nota, YouTube sostiene di “rispettare il copyright” e fa notare come ha cooperato “con numerosi detentori dei diritti” nel recente passato. “Per noi è importante – spiega il portale video – aver avuto la possibilità di dialogare con le organizzazioni giapponesi, e puntiamo a continuare a scambiare idee costruttive con loro”.

È di tutta evidenza, commentano ora alcuni, che dopo il Giappone YouTube potrà essere chiamato anche in altri paesi ad operare le medesime modifiche informative al proprio servizio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti