YouTube vara le prime censure di massa

Il portale sotto il fuoco incrociato di autori ed editori è obbligato a rimuovere oltre 30mila video dal proprio archivio Web per violazione di copyright. E' solo l'inizio? Il portale videoweb diventa un caso politico in UK

Londra – YouTube , il celebre portale online che permette di condividere e pubblicare video autoprodotti, è nei guai. JASRAC , l’equivalente nipponico della SIAE , ha costretto l’azienda recentemente acquistata da Google a rimuovere 30mila videoclip con l’accusa di violazione del copyright.

Secondo alcuni osservatori, questo episodio potrebbe segnare l’inizio di una lunga stagione di battaglie legali: Google dovrà affrontare l’ insofferenza delle major , che spesso hanno attaccato YouTube per la distribuzione abusiva di contenuti multimediali d’autore.

Nonostante alcuni accordi per il pagamento di royalty previste per autori ed editori, la gestione del copyright è un compito estremamente duro per gli amministratori di YouTube. Ogni giorno, infatti, gli utenti del portale inviano centinaia di migliaia di video.

Fino a questo momento YouTube ha adottato una politica d’ autoregolamentazione e di flessibilità: la responsabilità dei contenuti inviati è tutta a carico degli utenti e l’amministrazione del sito ha l’obbligo di eseguire le richieste di chi denuncia una violazione del diritto d’autore, eliminando il materiale sospetto.

I portavoce di JASRAC, in un comunicato ufficiale, hanno voluto ricordare agli utenti di YouTube che “il problema dei contenuti non autorizzati sul servizio non è una cosa da poco”. Non soltanto in Giappone, ma anche in Gran Bretagna, dove le autorità sportive della Premier League sono riuscite a far rimuovere numerosi filmati calcistici della serie A britannica.

Ed è sempre in Gran Bretagna che YouTube ha scatenato addirittura un caso politico : Jack Straw, a capo della camera bassa del Parlamento britannico, vorrebbe fare qualcosa per regolare la diffusione di video autoprodotti e pubblicati sul Web. “Sono preoccupato per gli atti di violenza che vengono registrati su cellulare”, ha detto Straw, “e diffusi sul Web per essere mostrati al grande pubblico”.

Tentare di regolamentare con norme ad hoc un flusso così vasto ed eterogeneo di informazioni multimediali, come nel caso di YouTube e di altri servizi simili, è un obiettivo estremamente difficile da realizzare. L’ esempio della Cina è paradigmatico: eseguire controlli diffusi sulla natura dei contenuti autoprodotti dagli utenti è pressoché impossibile, specialmente quando si deve fare i conti con gli oltre 100 milioni di visite che YouTube totalizza ogni giorno.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • xWolverinex scrive:
    Magari !
    Per chi e' affetto da retinopatia come me sarebbe un sogno. Se fosse per me mi metterei in lista per la sperimentazione !!!!!!Ho ancora qualche motivo per sognare :$
    • Anonimo scrive:
      Re: Magari !
      tanti me compreso sottovalutiamo cosa sia la vista e che cosa ci permette di fare come l'uso delle mani etcetc, beh un augurio a tutte queste sperimentazioni che porteranno sicuramente enormi benefici
      • xWolverinex scrive:
        Re: Magari !
        me lo auguro anche io :) e mi auguro che si possa iniziare a fare ricerca anche in italia. La bioinformatica e' un settore troppo ignoto ancora nel nostro paese. un po' di sana ricerca. magari. visto che molto spesso dietro scoperte straniere (soprattutto usa) ci sono nomi italiani... :( sarebbe ora
      • Anonimo scrive:
        Re: Magari !
        chi sa se questa speriamentazione funziona anche per chi ha la retina bruciata? e il nervo ottico messo male?
  • Anonimo scrive:
    Re: Gogul
    mi sembra un'analisi molto equilibrata e sensata
    • kermit scrive:
      Re: Gogul
      - Scritto da:
      mi sembra un'analisi molto equilibrata e sensataSono d'accordo!Avvelenato è uno dei migliori e più efficaci commentatori di PI. Trovo i suoi interventi puntuali, sagaci, intelligenti ed educati. Fossero tutti come lui qui sarebbe un paradiso di conoscenza ed educazione!Bravo Avvelento! :)Cordialmente
  • Anonimo scrive:
    Re: Gogul
    Bhe decisamente questo è un bel passo avanti. Bisogna tuttavia sperare che il progresso tecnologico venga utilizzato solo per fini nobili e non, ad esempio, per creare un mondo stile cyber-punk. :o
Chiudi i commenti