YouTube: priorità ai video di pronto soccorso corretti

YouTube: priorità ai video di pronto soccorso corretti

YouTube ha realizzato dei video di pronto soccorso che vengono mostrati quando si effettuano ricerche relative ad emergenze sanitarie.
YouTube: priorità ai video di pronto soccorso corretti
YouTube ha realizzato dei video di pronto soccorso che vengono mostrati quando si effettuano ricerche relative ad emergenze sanitarie.

Da adesso in poi, cercando su YouTube che cosa fare se qualcuno soffre di un attacco di cuore o in caso di altre problematiche di salute di una certa gravità, la piattaforma mostrerà dei video esplicativi di primo soccorso attendibili nella parte superiore dei risultati della ricerca, dandone quindi la priorità sugli altri.

YouTube: video di primo soccorso attendibili prima degli altri

Si tratta di brevi video setp-by-step che sono stati realizzati dalla piattaforma stessa, sempre più impegnata nel combattere la disinformazione o comunque la cattiva informazione, in collaborazione con la Croce Rossa messicana e il Brigham General e vanno a coprire tutta una serie di emergenze sanitarie di base e procedure di pronto soccorso che risultano essere prioritarie per fornire supporto a chi ne ha bisogno in maniera tempestiva.

I tutorial fanno ad esempio riferimento a come eseguire la manovra di Heimlich, a come fare la RCP e a come identificare i primi segni di un attacco di cuore.

Prima di eseguire qualsiasi pronto soccorso è ovviamente indispensabile avvisare immediatamente i servizi di emergenza, visto e considerato che molte condizioni di salute sono sensibili al trascorrere del tempo e intervenire immediatamente è pertanto fondamentale. Successivamente, ci si può rivolgere a YouTube per le istruzioni su come effettuare operazioni di pronto soccorso prima che arrivi il supporto medico specializzato, il che può essere utile per prevenire ulteriori danni o permettere a un paziente di stabilizzarsi prima dell’arrivo dell’ambulanza.

Da tenere presente che i video sono al momento disponibili solo in Inglese e Spagnolo e solo negli Stati Uniti, ma nei mesi a venire saranno aggiunti ulteriori lingue e Paesi.

Fonte: The Verge
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 11 gen 2024
Link copiato negli appunti