YouTube, WebM a tutta birra

Il portalone di video sharing annuncia il passaggio al formato video che Google vorrebbe imporre come lo standard multimediale per il futuro (e futuribile) HTML5. Molto è stato già fatto, non poco resta ancora da fare
Il portalone di video sharing annuncia il passaggio al formato video che Google vorrebbe imporre come lo standard multimediale per il futuro (e futuribile) HTML5. Molto è stato già fatto, non poco resta ancora da fare

YouTube ha annunciato che tutti i video caricati d’ora in poi dagli utenti verranno convertiti in formato WebM, una mossa che il portale del video sharing spera porti buoni frutti per la diffusione del nuovo codec video a codice aperto sviluppato da Google.

La decisione arriva quando il team di gestione del portale è in piena fase di riconversione del suo sterminato archivio multimediale: i video responsabili del 99% delle visualizzazioni complessive hanno già passato la fase di transcodifica, dice YouTube, e il 30% dei video complessivi è già disponibile in formato WebM.

Nondimeno l’impresa di riconversione resta titanica : ogni giorno vengono aggiunti “sei anni di video”, dice il portale, e anche se le attenzioni degli utenti a questa mole di contenuti non sono comparabili a quelle dedicate alle “hit” prima o poi anch’essi andranno convertiti al nuovo formato.

Dal punto di vista dell’utente finale, il passaggio di YouTube a WebM è assolutamente trasparente : l’accesso ai video nel nuovo formato HTML5 necessita di un browser compatibile (Firefox, Chrome o Opera ) oppure dell’installazione del discusso plug-in realizzato da Google per Microsoft Internet Explorer.

Alfonso Maruccia

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 04 2011
Link copiato negli appunti