Zynga: benvenuti a PrivacyVille

Una curiosa piattaforma videoludica, sulla scia di CityVille. Gli utenti potranno conoscere tutte le policy in materia di privacy, avanzando di livello e conquistando valuta virtuale da spendere negli universi social

Roma – Era l’ottobre dello scorso anno quando una donna del Minnesota scagliava le sue ire legali contro uno dei pesi massimi del social gaming, la statunitense Zynga. Una feroce class action veniva così avviata contro i creatori del celebre FarmVille , accusati di aver violato ripetutamente la privacy di più di 200 milioni di utenti a stelle e strisce, consegnando dati personali nelle grinfie dei signori della pubblicità .

È solo una delle grane che Zynga ha dovuto finora affrontare a causa di certe sue policy in materia di privacy. Il colosso del social gaming ha ora annunciato una nuova piattaforma videoludica, modellata sulla scia dell’altro best seller CityVille . Ma non si tratterà di piantare ortaggi o dar da mangiare alle vacche: gli utenti di PrivacyVille andranno alla scoperta di una società scrupolosamente attenta al diritto alla riservatezza .

In sostanza, tutti gli utenti interessati potranno navigare attraverso una mappa cittadina, divisa per argomenti fondamentali per la privacy dei villains di Zynga. Dall’ advertising alla condivisione di dati, dalle password agli indirizzi di posta elettronica. I gamer di PrivacyVille potranno sapere di tutto, compiendo dei progressi di gioco con una serie di facili quiz per ciascuno degli argomenti legati alle policy .

Zynga ha cercato di evitare ogni fraintendimento: PrivacyVille non sostituirà le tradizionali policy in materia di privacy. L’idea è molto più semplice, per coinvolgere gli utenti e renderli più consapevoli. Magari anche soddisfatti: il completamento dei vari livelli di PrivacyVille darà la possibilità di acquisire valuta virtuale da spendere poi negli altri universi social creati da Zynga.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tutt scrive:
    attaccato
    Bundespolizei
  • iupiter scrive:
    io ai ragazzini darei l'ergastolo.
    succedera' come in altri campi..tipo la guida in auto o in moto...i padroni dei cani che sXXXXXvano tonnellate di escrementi davanti ai portoni per incivilta'..ora girano con la paletta. la mano incellofanata che ogni volta che li vedo sembrano usciti dal reattore giapponese per come sono incellophanati. Vieni da fuhushima? no c ho il cane che sXXXXX sui marciapiedi.che a forza di idioti ragazzini e non che si divertono metteranno una legge che se sbagli due volte la tua password sei un hacker e vai condannato.(mi direte impossibile sbagliare una password...ditemelo ai miei clienti che comprano un file.exe e poi mi scrivono come lo installo? facendoci click sopra demente)
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: io ai ragazzini darei l'ergastolo.
      Certo, dagli l'ergastolo.... così quando li cogli in flagrante, e vuoi denunciarli, ti spareranno addosso (ergastolo più, ergastolo meno, cosa cambia? E se eliminano il testimone è più difficile che vengano presi).Vogliamo una situazione tipo Bronx?
  • pippolo scrive:
    Ma che bravi
    Se poi un bel giorno i governi decidono di prendere in mano il www e dare una stretta alla liberta' sappiamo chi ringraziare.
    • doc allegato velenoso scrive:
      Re: Ma che bravi
      Giusto!Molto meglio stare sempre a prenderlo nel cubo, facendo finta che non stia succedendo nulla e vivere sperando che i "governi buoni" (occidentali, democratici, civili, rispettosi dei diritti e delle libertà civili) non decidano di prendere in mano il www e dare una stretta alla libertà.Chi vive sperando...
      • kaiserxol scrive:
        Re: Ma che bravi
        Ci sono miliardi di siti da attaccare, di sicuro non attaccao il sito di un ente che tenta di difendermi e proteggermi. Se li tracciano non è di sicuro perchè han buttato una cartaccia a terra.
    • uno dei tanti scrive:
      Re: Ma che bravi
      - Scritto da: pippolo
      Se poi un bel giorno i governi decidono di
      prendere in mano il www e dare una stretta alla
      liberta' sappiamo chi
      ringraziare.questo lo dice chi non capisce nulla di internet. prima ancora che esistesse il "www" milgiaia di computer dialogavano tra loro, certo era appannagio di pochi eletti , ma solo per il linguaggio usato, oggi che il linguaggio è facile (html) tutto è piu facile . per poter bloccare le comunicazioni è necessario bloccare la tecnologia, far sparire ogni prodotto hw utile a comunicare, quindi impossibile da realizzare .
      • kaiserxol scrive:
        Re: Ma che bravi
        Veramente....basta cambiare due leggi e se in 48 ore non fai cosa dicono ti multano fino a 250 mila euro.Altro che oscurare i siti...questa è un'arma ancora più efficace e riguarda il copyright, figurati cosa possono fare se vogliono.Usi le vpn? Bene, cambio altre leggi e ci scrivo sopra che il responsabile è colui da cui proviene l'attacco, anche se non è stato lui stesso a portarlo in atto. Morte delle vpn non a scopo di business e il 100% degli utenti che comprerà qualsiasi cosa pur di difendere la propria rete.Tutti fenomeni su questo sito a parole, sempre pronti a deridere gli altri sentendosi importanti...cosa fai il programmatore Java? Sappista? Supposta? WOOOOOOOW :-D
        • collione scrive:
          Re: Ma che bravi
          - Scritto da: kaiserxol
          Veramente....basta cambiare due leggi e se in 48
          ore non fai cosa dicono ti multano fino a 250
          mila
          euro.
          e noi passiamo al mesh networking :D
          Usi le vpn? Bene, cambio altre leggi e ci scrivo
          sopra che il responsabile è colui da cui
          proviene l'attacco, anche se non è stato luiovviamente violando tutti i principi delle costituzioni di metà dei Paesi del mondohai presente quella massima che dice che nessuno è al di sopra della legge? la responsabilità dei reati è personale e va provata in maniera schiacciante
          • ruppolo scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: collione
            la responsabilità dei reati è personale
            e va provata in maniera
            schiaccianteQuelli penali. Basta una bella multa e il responsabile paga, anche se non è stato lui. Vedrai che dopo nessuno concederà il transito del traffico altrui e i ragazzini verranno messi nella condizione di non nuocere. Un bel giro di vite, per il quale ringraziare questi sfuggiti alla verga, arriverà comunque.
          • Darwin scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: ruppolo
            Quelli penali.

            Basta una bella multa e il responsabile paga,
            anche se non è stato lui. Vedrai che dopo
            nessuno concederà il transito del traffico
            altrui e i ragazzini verranno messi nella
            condizione di non nuocere.Ok facciamo una cosa.Noi scarichiamo da torrent & Co. e tu, anche se non sei il colpevole, ti dichiari responsabile e paghi le multe.Ti va bene?
          • Pippa scrive:
            Re: Ma che bravi
            Sarà più facile che ti banni il tuo provaider ..
          • Umi-Bozu scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: ruppolo
            Quelli penali.

            Basta una bella multa e il responsabile paga,
            anche se non è stato lui. Vedrai che dopo
            nessuno concederà il transito del traffico
            altrui e i ragazzini verranno messi nella
            condizione di non nuocere. e questo chi te l'ha detto, Steve Jobs? forse a Cupertino la responsabilità sarà personale solo per i reati penali ma in italia la responsabilità è personale SEMPRE, anche per gli illeciti amministrativi.
          • Get Real scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: collione
            e noi passiamo al mesh networking :D
            E' da tanto che se ne sente parlare, di questa pallottola magica che è il mesh networking, eppure sono ancora solo chiacchiere.Se fosse davvero la soluzione, l'avreste già implementato.Forse perchè al massimo vi permette di collegare un paio di case nel vicinato?Forse perchè sono solo smargiassate?Provate un po' il contrario. Mostrate un esempio. Altrimenti la conclusione è che tutti i vostri discorsi si basano su presunte capacità che non avete.
          • bubba scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: collione

            > e noi passiamo al mesh networking :D
            >

            E' da tanto che se ne sente parlare, di questa
            pallottola magica che è il mesh networking,
            eppure sono ancora solo
            chiacchiere.

            Se fosse davvero la soluzione, l'avreste già
            implementato.

            Forse perchè al massimo vi permette di
            collegare un paio di case nel
            vicinato?

            Forse perchè sono solo smargiassate?

            Provate un po' il contrario. Mostrate un esempio.
            Altrimenti la conclusione è che tutti i
            vostri discorsi si basano su presunte
            capacità che non
            avete.come chiacchiere? ma se c'e' una rete di 14000 nodi in portogallo....dai pensa a reinstallare windoze 8, che e' meglio...
          • jfk scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: Get Real
            E' da tanto che se ne sente parlare, di questa
            pallottola magica che è il mesh networking,
            eppure sono ancora solo
            chiacchiere.Non diciamo cretinate per cortesia. La tecnologia esiste, i protocolli anche: olsr, batman, ti dicono niente? Entrambi gia' utilizzati in prodotti consumer e professionali.Poi, vuoi un esempio stupido di rete mesh? Le reti dei cellulari. Ti basta?
          • Get Real scrive:
            Re: Ma che bravi
            - Scritto da: jfk
            Non diciamo cretinate per cortesia. La tecnologia
            esiste, i protocolli anche: olsr, batman, ti
            dicono niente? Entrambi gia' utilizzati in
            prodotti consumer e
            professionali.
            Poi, vuoi un esempio stupido di rete mesh? Le
            reti dei cellulari.

            Ti basta?Ripeto: quando e come pensate di implementarle per mantere Internet "libera"? Siete sicuri che potranno garantirvi lo stesso servizio che gli ISP forniscono? Soprattutto, siete certi che una legge ad hoc non possa tagliarvi le gambe?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma che bravi

            Ripeto: quando e come pensate di implementarle
            per mantere Internet "libera"? Non appena la rete attuale non sarà più libera. Vale a dire: probabilmente mai.
            Soprattutto, siete certi
            che una legge ad hoc non possa tagliarvi le
            gambe?No: del resto, tu sei certo che una legge ad hoc, domani, non dica "Chiunque posti commenti sui forum usando il nick 'Get real', sarà punito con il taglio delle mani"? Le probabilità che venga promulgata una legge così sono più o meno le stesse .Sei certo che domani un meteorite non ti cadrà sulla casa?Sei certo che domani un rapinatore non ti aggredirà?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Ma che bravi

            Se fosse davvero <s
            la soluzione </s
            <i
            necessario </i
            , l'avreste gi&#224;
            implementato.fixed
Chiudi i commenti