3 Italia, da oggi tv mobile gratis

Si chiama La3 ed è il tentativo dell'azienda di superare l'empasse causato dai prezzi su ciò che si guarda. DVB-h è la chiave. Gratuita

Gli investimenti di 3 Italia sul DVB-h , ossia sulla televisione in mobilità secondo lo standard ufficiale europeo, iniziano a produrre frutti: da oggi l’azienda invita i suoi utenti UMTS a fruire di trasmissioni gratuite, disponibili cioè senza oneri di connessione.

la televisione mobile DVB-h consente infatti a 3 Italia di trasmettere ai videofonini alcune reti RAI, Mediaset, SKY e La3, un canale proprio. In più sarà disponibile anche Current TV, il “canale” che mescola produzione video su Internet e distribuzione televisiva.

Nel complesso agli utenti di 3 Italia dotati di grandi schermi e tempo a disposizione sarà possibile accedere ad un complesso di 5mila ore di trasmissioni all’anno. Da settembre La3 si impegna a lanciare una serie di format televisivi dedicati proprio a chi deve fruirne in mobilità sul cellulare.

Vincenzo Novari, ad di 3 Italia, ha dichiarato che entro il 2011 il mercato della tv mobile varrà nel mondo 20 miliardi di euro e conterà 500 milioni di utenti. Entro il 2008 la società si aspetta di arruolare almeno un milione di telespettatori in movimento.

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • tizio incognito scrive:
    ma non sarebbe gia' meglio?
    95 anni dalla composizione?in italia non e' 70 dopo la morte dell'autore?sarebbe gia' un miglioramento, no?
  • msdead scrive:
    Major musicali e del cinema
    Ho letto che alcuni set storici della Universal Studios sono andati bruciati per un devastante incendio, tra cui l'orologio del film "Ritorno al futuro" e di altri...Non ci godo e per fortuna nessuna persona è stata coinvolta ma quando ho letto questa notizia ho fatto i salti di gioia. I danni ammontano più o meno a 9 milioni di dollari!!Dato che le major non ci rispettano e vogliono invadere le nostre case, limitarci, spiarci, controllarci, è brutto dirlo ma gli auguro ogni sfiga possibile, certo non voglio che muoia nessuno ma che abbiano dei danni ingenti e basta.Hanno rotto con minacce, intrusioni nei nostri pc, violare la nostra privacy, spiarci e distruggere le nostre libertà!Questo è lo spirito nemico dei consumatori e molti la pensano così.
    • tizio incognito scrive:
      Re: Major musicali e del cinema
      - Scritto da: msdead
      Ho letto che alcuni set storici della Universal
      Studios sono andati bruciati per un devastante
      incendio, tra cui l'orologio del film "Ritorno al
      futuro" e di
      altri...non molto storici, di incendi in passato ce ne erano stati altri e quel set e' stato gia' ricostruito almeno altre 2 volte.come fanno legno e cartapesta a essere 'storici'?
  • Davide Impegnato scrive:
    Ma perché dopo che sono morti?
    Troverò giusto che il copyright rimanga anche dopo la morte dell'autore soltanto quando uscirà una legge che imponga di pagare le pensioni per la gente comune.Perché mio nonno muore e gli eredi non possono percepire la pensione, ma se Battisti muore la moglie continua a far soldi per 50 e rotti anni in più?Non c'è già l'eredità?Proprio non capisco quale tutela ci sia per gli artisti: dopo che sono morti, cosa gliene frega? se il copyright dura anche solo una settimana in più dopo la morte dell'autore, gli unici a guadagnarci sono le major, come sempre.
    • MorCeleb scrive:
      Re: Ma perché dopo che sono morti?
      a quanto ho capito io non si parla di autori di parole o musica, ma solo di esecutori, quindi per come la vedo alla stregua di un impiegato (specializzato) che fa un lavoro.
  • Joliet Jake scrive:
    Sempre l'Europa che si deve allieneare
    Ma mandarli a quel paese, no eh? :@
Chiudi i commenti