3minuti - 27-9 (beta)

Foto sgranate addio - Musica, 2 giga bastano - Cifratura, questa sconosciuta - Vogliono abbattere Internet? - Apple, la Mela a forma di Gatto

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • BlSabbatH scrive:
    tivoizzazione? ma tanto il dektop è figo
    Stallman ci vede lungo, e come al solito non è compreso dalla gentucola del presente, la quale, ottenebrata dal mero profitto, pensa solo all'oggi e non al domani. meglio un bel desktop figo subito, meglio applicazioni closed superfighe! si è ciechi di fronte ai limiti della gpl2, per esempio il fenomeno della tivoizzazione..cercate su wikipedia
  • acno scrive:
    A proposito di....
    Visto che vedo i soliti insulti versoStallman, GNU, GPL, Open Source, Linux,con i soliti anatemi sulla loro prossima dipartita,vorrei ricordarvi che ben oltre la meta' di cio' cheviaggia in rete, ha a che fare con i soggettiincriminati.Oserei dire che senza Open Source saremmomolto indietro con lo sviluppo stesso della retee in una situazione molto peggiore dell'attualein fatto di sicurezza (vista la celerita' degli aggiornamentidelle piattaforme chiuse).Selezione naturale.....
  • livio.morina scrive:
    Non suona un po' maluccio?
    QUOTE:Se questa modesta penetrazione potrebbe essere imputata alla giovane età della licenza[...], Evans Data sostiene che la situazione non sarebbe entusiasmante neppure in prospettiva.Se potrebbe... non sarebbe?Potesse?
  • gi bi scrive:
    GPL 2.5
    proporrei di scrivere una GPL 2.5 che sia uguale alla 2 e con solo alcune parti "anti-furbetti" della 3.Porterebbe solo vantaggi e un passaggio più graduale senza modificare quelle esistenti.
    • pippopluto scrive:
      Re: GPL 2.5
      - Scritto da: gi bi
      proporrei di scrivere una GPL 2.5
      che sia uguale alla 2 e con solo alcune parti
      "anti-furbetti" della
      3.
      Porterebbe solo vantaggi e un passaggio più
      graduale senza modificare quelle
      esistenti.dovrebbe essere una 4 per potersovrastare la 3 nei sw (molti) che dichiarano "codice soggetto a gplv2 e successive)cmq come idea non e' male peccato che i metodi x bloccare la tivoizzazione siano proprio quelli invisi ai programmatori. Sta gplv3 e' un'arma a doppio taglio insomma
  • Alessandrox scrive:
    E' quello che ho sempre sostenuto...
    Delal GPL3 ho sempre difeso essenzialmente questo aspetto:" La maggioranza degli sviluppatori sembra invece approvare quella porzione delle GPL3 volta ad impedire la stipula di accordi, come quello tra Microsoft e Novell, fondati sulle protezioni legali relative ai brevetti. Il sondaggio mostra peraltro che il 70% degli intervistati ritengono che l'alleanza fra Microsoft e Novell si ripercuota negativamente sulla comunità open source "FSF farebbe un bel favore alla comunita' se riducesse la GPL3 alla GPL2 piu' le clausole di cui sopra e poco altro...E forse non si dovrebbe nemmeno piu' chiamare GPL3 ma GPL2+ o GPL2.1Mhhh... stavo pensando ad un fork :D
    • Lillo scrive:
      Re: E' quello che ho sempre sostenuto...
      Mah io penso che vada benone così per noi e altri paesi del mondo.Gli scrupoli li hanno le aziende che producono o vendono software in USA e detengono brevetti sul software che da noi non hanno valore...La GPL3 aggiunge questioni inerenti i brevetti e i diritti di rivalsa nei confronti di coloro che li riusano ma in software sempre riulasciato in GPL3.
    • ... scrive:
      Re: E' quello che ho sempre sostenuto...
      Io invece sto pensando di progettare una licenza veramente onesta e chiara che finalmente faccia chiarezza sulla libertà di studio e di sfruttamento economico.Tutte le gpl su questo punto sono sempre state nebulose e le aziende hanno giustamente giocato su questo punto. LA gpl 3 vuole darci un taglio ma così facendo, dopo tutti questi anni, finirà solo per fare danni...
      • krane scrive:
        Re: E' quello che ho sempre sostenuto...
        - Scritto da: ...
        Io invece sto pensando di progettare una licenza
        veramente onesta e chiara che finalmente faccia
        chiarezza sulla libertà di studio e di
        sfruttamento
        economico.
        Tutte le gpl su questo punto sono sempre state
        nebulose e le aziende hanno giustamente giocato
        su questo punto. LA gpl 3 vuole darci un taglio
        ma così facendo, dopo tutti questi anni, finirà
        solo per fare danni...Bhe, fallo, se sara' cosi' ben fatta la adotteranno in tanti.Aspettiamo i link...
  • krane scrive:
    Studio Evans ??
    http://windowsmania.blogosfere.it/2007/05/microsoft-contro-la-gpl3-linux.html
  • Gianci scrive:
    GPL2 vs GPL3
    GPL2 Costituzione AmericanaGPL3 Manifesto del Partito Comunista
    • Popolare scrive:
      Re: GPL2 vs GPL3
      e con la costituzione italiana che ci fai? (ps il manifesto de Partito comunista no e' mai stato letto ne' dai suoi supporter ne' dai detrattori... un po' come la costituzione americana la conosce solo Bush e Kennedy)
    • Francisco Navarro scrive:
      Re: GPL2 vs GPL3
      - Scritto da: Gianci
      GPL2 Costituzione Americana
      GPL3 Manifesto del Partito ComunistaSiete cortesemente pregati di PIANTARLA di mettere la politica dentro l'informatica.(troll4)(troll3)(troll2)(troll1)(troll)
    • nome strakazzo cognome scrive:
      Re: GPL2 vs GPL3
      - Scritto da: Gianci
      GPL2 Costituzione Americana
      GPL3 Manifesto del Partito ComunistaGIANCI = ignorante
  • darkamex scrive:
    non ti curar di loro...
    Dante l'avrebbe detta così:"Non ti curar di loro ma guarda e passa"Le statistiche importano poco hai "geek"... forse interesseranno ai "developer!" di casa Redmond...Complimenti a P-I per il cambio di linea editoriale... da rivista indipendente a "cane da guardia" di microsoft...
    • anonimo scrive:
      Re: non ti curar di loro...
      Senza entrare nella discussione di cui poco mi curo... ma, prima di riempirsi la bocca di termini stranieri, imparare a scrivere in italiano?
      Le statistiche importano poco hai "geek"... forse
      interesseranno ai "developer!" di casa
      Redmond...
      • Darkamex scrive:
        Re: non ti curar di loro...
        Continua a curarti poco della faccenda, per favore... ovviamente sono "citazioni" di "famose" espressioni in ambito informatico...Il "Geek" è lo smanettone che in genere sta dietro ai software liberi/Open Source.Il termine "Developer" viene utilizzato in casa Microsoft (famoso è il video di Steve Ballmer in cui urla developer!)http://www.youtube.com/watch?v=Nc4MzqBFxZE
    • anonimo scrive:
      Re: non ti curar di loro...
      Quindi PI è indipendente finchè scrive articoli che fanno comodo a te?- Scritto da: darkamex
      Dante l'avrebbe detta così:

      "Non ti curar di loro ma guarda e passa"

      Le statistiche importano poco hai "geek"... forse
      interesseranno ai "developer!" di casa
      Redmond...

      Complimenti a P-I per il cambio di linea
      editoriale... da rivista indipendente a "cane da
      guardia" di
      microsoft...
      • Darkamex scrive:
        Re: non ti curar di loro...
        (Mi duole constatare che c'è una forte censura nei commenti in P-I...)Diciamo che ultimamente P-I ha fatto da spalla in Italia ad una campagna demonizzatrice nei confronti della GPL 3 non indifferente (vedasi editoriale di Tassone, sondaggi tarocchi di aziende filomicrosoft, visita di Stallman in parlamento tra le brevi, ecc. ecc. ecc.).La GPL3 ha anche tanti detrattori ed è approvata dalla OSI. Ma questo non è importante...E poi non c'è giorno in cui P-I non riporta DUE articoli: Microsoft ha fatto questo, Microsoft ha fatto quest'altro...Sono scelte editoriali... null'altro... ma per chi come me ha visto in P-I un portale indipendente di informazione per alcuni anni è triste constatare questo cambiamento.
        • anonimo scrive:
          Re: non ti curar di loro...
          La linea editoriale di PI può non coincidere interamente con quello che tu pensi. Non mi risulta che questo sia servilismo nei confronti di MS.- Scritto da: Darkamex
          (Mi duole constatare che c'è una forte censura
          nei commenti in
          P-I...)

          Diciamo che ultimamente P-I ha fatto da spalla in
          Italia ad una campagna demonizzatrice nei
          confronti della GPL 3 non indifferente (vedasi
          editoriale di Tassone, sondaggi tarocchi di
          aziende filomicrosoft, visita di Stallman in
          parlamento tra le brevi, ecc. ecc.
          ecc.).

          La GPL3 ha anche tanti detrattori ed è approvata
          dalla OSI. Ma questo non è
          importante...

          E poi non c'è giorno in cui P-I non riporta DUE
          articoli: Microsoft ha fatto questo, Microsoft ha
          fatto
          quest'altro...

          Sono scelte editoriali... null'altro... ma per
          chi come me ha visto in P-I un portale
          indipendente di informazione per alcuni anni è
          triste constatare questo
          cambiamento.
        • pippopluto scrive:
          Re: non ti curar di loro...
          - Scritto da: Darkamex
          (Mi duole constatare che c'è una forte censura
          nei commenti in
          P-I...)

          Diciamo che ultimamente P-I ha fatto da spalla in
          Italia ad una campagna demonizzatrice nei
          confronti della GPL 3 non indifferente (vedasi
          editoriale di Tassone, sondaggi tarocchi di
          aziende filomicrosoft, visita di Stallman in
          parlamento tra le brevi, ecc. ecc.
          ecc.).

          La GPL3 ha anche tanti detrattori ed è approvata
          dalla OSI. Ma questo non è
          importante...allora non sono l'unico che ha questa impressione... Magari non sono matto allora:)Cmq si puo' anche pensare che stallman una volta raggiunto il suo obiettivo (ossia troncare sul nascere qualsiasi accordo di "protezione" stile novell) se ne stia buono e lasci liberi gli altri di fare cio' che vogliono. Del resto gia' pochi software sotto gplv3 (samba in primis) minano decisamente la validita' di tali accordi e non dimentichiamo che la gplv3 e' invisa soprattutto a chi ha intenzione di intraprendere attivita' commerciali di qualsivoglia genere quindi finche' resta confinata a scenari (come samba appunto) dichiaratamente senza fini di lucro, forse non e' cosi' un male.
    • anonimo scrive:
      Re: non ti curar di loro...
      P.I. ha censurato il mio precedente commento e non ne capisco il motivo: io lo ribadisco anche se sembrerà forse sciocco. Non entro in argomento, di cui non sono esperto; chiedo solo un minimo sforzo, prima di citare Dante, nel rileggere i propri messaggi al fine di non incorrere in strafalcioni simili a questo. Ci vuole solo un minimo sforzo eh.. tengo a precisare che non ce l'ho con l'autore e certo questa evitentemente non è sede di discussioni in materia di grammatica. Ma una volta tanto lasciatemi sfogare...Un saluto e buon lavoro a tutti.- Scritto da: darkamex
      Dante l'avrebbe detta così:

      "Non ti curar di loro ma guarda e passa"

      Le statistiche importano poco hai "geek"... forse
      interesseranno ai "developer!" di casa
      Redmond...
    • Tuxer scrive:
      Re: non ti curar di loro...
      - Scritto da: darkamex
      Dante l'avrebbe detta così:

      "Non ti curar di loro ma guarda e passa"

      Le statistiche importano poco hai "geek"... forse
      interesseranno ai "developer!" di casa
      Redmond...

      Complimenti a P-I per il cambio di linea
      editoriale... da rivista indipendente a "cane da
      guardia" di
      microsoft...Quotone.Non si capisce chi sono questi signori che fanno le indagini. Chi glie l'ha commissionate? In nome e per conto di chi parlano? Una licenza si giudica dopo un ...mese...2 di vita?Come mai non si cita Samba? Il team di sviluppo ha dichiarato che passerà subito alla GPL3. Voglio vedere ora Novell in nome della maggiore interoperabilità tra Linux e Windows riscriversi grosse parti del software Samba anzichè pensare a confezionare delle semplici distribuzioni Linux come ha fatto sin'ora.Se Stallman avesse solo immaginato che Novell si sarebbe azzardata in un futuro non troppo lontano a stipulare accordi del tipo che conosciamo tutti, le cose scritte sulla GPL3 starebbero già sulla carta della GPL1.E Torvalds non avrebbe potuto dire le boiate che scrive oggi.
    • obbl igatorio scrive:
      Re: non ti curar di loro...

      Complimenti a P-I per il cambio di linea
      editoriale... da rivista indipendente a "cane da guardia" di microsoft...Non esageriamo, in fondo si tratta della stessa notizia apparsa su slashdot.Solo che su slashdot i commenti inutili che i winari riescono a far qui finiscono moderati a -1.
  • Categorico scrive:
    E' quello che dico anch'io.
    Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè cercare di evitare le "furbate", sarebbe stato ampiamente condivisibile, ma hanno voluto mettere troppi paletti non necessari e dannosi e obblighi per le imprese impossibili da adempiere.Anch'io faccio parte della maggioranza, nel mio piccolo e modesto ambito ho rielaborato un programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato la versione modificata anch'essa sotto GPL2.
    • nome strakazzo cognome scrive:
      Re: E' quello che dico anch'io.
      - Scritto da: Categorico
      Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè
      cercare di evitare le "furbate", sarebbe stato
      ampiamente condivisibile, ma hanno voluto mettere
      troppi paletti non necessari e dannosi e obblighi
      per le imprese impossibili da
      adempiere.

      Anch'io faccio parte della maggioranza, nel mio
      piccolo e modesto ambito ho rielaborato un
      programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato la
      versione modificata anch'essa sotto
      GPL2.Insomma.. tutti che dicono che la GPL3 mette troppi paletti e 'sti cazzo di paletti non vengono mai elencati nè spiegati.La GPL3 è più politica in quanto cerca di affondare le furbate di gente che prende codice GPL2 (Tivo) e lo blinda dentro al suo hardware o che lo blinda dentro al suo software (DRM).Inoltre obbliga chi rilascia PROPRI brevetti col suo software sotto GPL3 a dare a TUTTI coloro che detengono questo software GPL3 GLI STESSI diritti e non permette di fare preferenze (vedi NOvellMs).
    • anonimo scrive:
      Re: E' quello che dico anch'io.
      - Scritto da: Categorico
      Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè
      cercare di evitare le "furbate", sarebbe stato
      ampiamente condivisibile, ma hanno voluto mettere
      troppi paletti non necessari e dannosi e obblighi
      per le imprese impossibili da
      adempiere.

      Anch'io faccio parte della maggioranza, nel mio
      piccolo e modesto ambito ho rielaborato un
      programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato la
      versione modificata anch'essa sotto
      GPL2.Il problema sono quei sviluppatori che hanno scritto codice GPL 2 or later perchè entusiasti di tale licenza e ora si stanno mangiando le mani, perchè se è vero che possono continuare a rilasciare sotto la stessa licenza, è anche vero che arriva il primo fan della GPL 3 e crea il fork GPL 3.
      • krane scrive:
        Re: E' quello che dico anch'io.
        - Scritto da: anonimo
        - Scritto da: Categorico

        Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè

        cercare di evitare le "furbate", sarebbe stato

        ampiamente condivisibile, ma hanno voluto mettere

        troppi paletti non necessari e dannosi e obblighi

        per le imprese impossibili da adempiere.

        Anch'io faccio parte della maggioranza, nel mio

        piccolo e modesto ambito ho rielaborato un

        programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato la

        versione modificata anch'essa sotto

        GPL2.
        Il problema sono quei sviluppatori che hanno scritto
        codice GPL 2 or later perchè entusiasti di tale licenza
        e ora si stanno mangiando le mani, perchè se è vero che
        possono continuare a rilasciare sotto la stessa
        licenza, è anche vero che arriva il primo fan della
        GPL 3 e crea il fork GPL 3.E allora ?? Chissene ??Sei sviluppatore GPL 2 che si sta mangiando le mani per questo motivo ? O spari solo caz...
        • anonimo scrive:
          Re: E' quello che dico anch'io.
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: anonimo

          - Scritto da: Categorico


          Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè


          cercare di evitare le "furbate", sarebbe stato


          ampiamente condivisibile, ma hanno voluto
          mettere


          troppi paletti non necessari e dannosi e
          obblighi


          per le imprese impossibili da adempiere.



          Anch'io faccio parte della maggioranza, nel
          mio


          piccolo e modesto ambito ho rielaborato un


          programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato
          la


          versione modificata anch'essa sotto


          GPL2.


          Il problema sono quei sviluppatori che hanno
          scritto


          codice GPL 2 or later perchè entusiasti di tale
          licenza


          e ora si stanno mangiando le mani, perchè se è
          vero che


          possono continuare a rilasciare sotto la stessa

          licenza, è anche vero che arriva il primo fan
          della


          GPL 3 e crea il fork GPL 3.

          E allora ?? Chissene ??

          Sei sviluppatore GPL 2 che si sta mangiando le
          mani per questo motivo ? O spari solo
          caz...Direi che è un dato di fatto che si può fare il fork su GPL 3 anche se l'autore se ne pente, nel caso di sw GPl v2 or later. Personalmente ho sempre usato altre licenze Open Source, del santone non mi sono mai fidato, in particolare dei suoi consigli disinteressati come appunto quello di lasciare scritto "or later" o di affidare la tutela del proprio sw alla FSF
          • krane scrive:
            Re: E' quello che dico anch'io.
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: krane

            - Scritto da: anonimo


            - Scritto da: Categorico



            Se la GPL3 si fosse limitata al giusto, cioè



            cercare di evitare le "furbate", sarebbe
            stato



            ampiamente condivisibile, ma hanno voluto

            mettere



            troppi paletti non necessari e dannosi e

            obblighi



            per le imprese impossibili da adempiere.





            Anch'io faccio parte della maggioranza, nel

            mio



            piccolo e modesto ambito ho rielaborato un



            programma che era sotto GPL2 e ho rilasciato

            la



            versione modificata anch'essa sotto



            GPL2.




            Il problema sono quei sviluppatori che hanno

            scritto




            codice GPL 2 or later perchè entusiasti di
            tale

            licenza




            e ora si stanno mangiando le mani, perchè se è

            vero che




            possono continuare a rilasciare sotto la
            stessa



            licenza, è anche vero che arriva il primo fan

            della




            GPL 3 e crea il fork GPL 3.



            E allora ?? Chissene ??



            Sei sviluppatore GPL 2 che si sta mangiando le

            mani per questo motivo ? O spari solo

            caz...

            Direi che è un dato di fatto che si può fare il
            fork su GPL 3 anche se l'autore se ne pente, nel
            caso di sw GPl v2 or later. Esattamente come e' successo a X e X.org prima della GPL3, e quindi ??? Un programmatore GPL puo' anche tagliarsi le vene per il dispiacere di cio' che accade al suo codice, ma la GPL protegge il codice non il programmatore.
  • anonimo scrive:
    CVD
    la gpl3 ha creato solamente divisioni.
    • mr_setter scrive:
      Re: CVD
      - Scritto da: anonimo
      la gpl3 ha creato solamente divisioni.Sul serio? Niente moltiplicazioni o addizioni?!? :p :pLV&P O)
      • anonimo scrive:
        Re: CVD
        - Scritto da: mr_setter
        - Scritto da: anonimo

        la gpl3 ha creato solamente divisioni.

        Sul serio? Niente moltiplicazioni o addizioni?!?
        :p
        :p

        LV&P O)Al massimo sottrazioni
  • .... scrive:
    STALLMANN HA FALLITO
    a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del mondo open source ha creato un rottura insanabile nel mondo del pinguino.Da una parte i ragazzi di mozilla, capitanati da towalds, e tutta una serie di illustri sofware: apache, php, openoffice, python, ruby, mysql, lo stesso kernel linux....nomi importanti insomma, veri e propri pilastri dell'opensource.Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim ehm....poi forse anche qualche altro sofware...ah si xeyes e xclock.beh il mondo che lavora sta senz'altro dalla parte della gpl2, che si e' dimostrata valida e capace di difendersi dai brevetti. Gli idealisti invidiosi del successo altrui invece abbracciano la gpl3 orgogliosi di poter mortificare il lavoro altrui negandone la paternita' oltre che il merito.GPL2, zlib license, mozilla license, bsd license; scegliete quella che preferite, ma state lontano dalla gpl3.
    • mr_setter scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      - Scritto da: ....
      a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del mondo
      open source ha creato un rottura insanabile nel
      mondo del
      pinguino.Non sono un esperto e non mi permetto di fare osservazioni in merito alla GPL3 ed al suo "presunto" insuccesso!Ma paragonare RMS al leader iraniano mi fa sorgere il dubbio che tu di Stalmann abbia letto al max la scheda su wikipedia... :$LV&P O)
      • anonimo scrive:
        Re: STALLMANN HA FALLITO
        - Scritto da: mr_setter
        - Scritto da: ....

        a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del
        mondo

        open source ha creato un rottura insanabile nel

        mondo del

        pinguino.

        Non sono un esperto e non mi permetto di fare
        osservazioni in merito alla GPL3 ed al suo
        "presunto"
        insuccesso!
        Ma paragonare RMS al leader iraniano mi fa
        sorgere il dubbio che tu di Stalmann abbia letto
        al max la scheda su wikipedia...
        :$

        LV&P O)Barba ce l'hanno entrambi, puzzano entrambi, se non sbaglio sono ingengeri entrambi, moralisti entrambi... cambia il quantitativo di massa grassa
        • mr_setter scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: mr_setter

          - Scritto da: ....


          a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del

          mondo


          open source ha creato un rottura insanabile
          nel


          mondo del


          pinguino.



          Non sono un esperto e non mi permetto di fare

          osservazioni in merito alla GPL3 ed al suo

          "presunto"

          insuccesso!

          Ma paragonare RMS al leader iraniano mi fa

          sorgere il dubbio che tu di Stalmann abbia letto

          al max la scheda su wikipedia...

          :$



          LV&P O)

          Barba ce l'hanno entrambi, puzzano entrambi, se
          non sbaglio sono ingengeri entrambi, moralisti
          entrambi... cambia il quantitativo di massa
          grassaSorvolo sul resto ma da quando il termine "moralista" ha assunto una accezione prevalentemente negativa?!? Sara' mica colpa di Grillo anche questo? :o :oLV&P O)
          • Categorico scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            - Scritto da: mr_setter
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: mr_setter


            - Scritto da: ....



            a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del


            mondo



            open source ha creato un rottura insanabile

            nel



            mondo del



            pinguino.





            Non sono un esperto e non mi permetto di fare


            osservazioni in merito alla GPL3 ed al suo


            "presunto"


            insuccesso!


            Ma paragonare RMS al leader iraniano mi fa


            sorgere il dubbio che tu di Stalmann abbia
            letto


            al max la scheda su wikipedia...


            :$





            LV&P O)



            Barba ce l'hanno entrambi, puzzano entrambi, se

            non sbaglio sono ingengeri entrambi, moralisti

            entrambi... cambia il quantitativo di massa

            grassa

            Sorvolo sul resto ma da quando il termine
            "moralista" ha assunto una accezione
            prevalentemente negativa?!?

            Sara' mica colpa di Grillo anche questo? :o :o

            LV&P O)"Moralista" dalle mie parti è sempre negativo, visto che di solito il moralista va sempre a ficcare il naso nei comportamenti degli altri utilizzando il proprio metro come criterio di giudizio assoluto e insindacabile, e se questo a te sembra possa essere positivo...Di solito quando si vuole elogiare l'integrità morale di qualcuno non si usa affatto il termine "moralista".
          • Popolare scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            Ahh allora le tue accezioni non riguardano il significato ma l'uso che il popolino ne fa.Ah noi per etica ci riferiamo alla salciccia col cumino oppure ad una persona coi pantaloncini verdi
          • anonimo scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            - Scritto da: Popolare
            Ahh allora le tue accezioni non riguardano il
            significato ma l'uso che il popolino ne
            fa.
            Ah noi per etica ci riferiamo alla salciccia col
            cumino oppure ad una persona coi pantaloncini
            verdiMorale ed etica sono due concetti non coincidenti: la morale rappresenta l'insieme dei valori dell'individuo, l'etica usa la morale in modo razionale. Il moralista, invece, è colui che pone ad assoluti i suoi valori morali e giudica con questo metro stringente la condotta degli ALTRI individui. Mi sembrava chiaro il contesto, non mi risulta che nei forum di PI si fanno trattati di filosofia, di cui dubito inoltre tu sia esperto.
          • ecc scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            test 123 test 123 test 1234-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 27 settembre 2007 15.23-----------------------------------------------------------
          • il moralista scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            http://www.demauroparavia.it/71637
    • ghdfy6hcfg scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      - Scritto da: ....
      Da una parte i ragazzi di mozilla, capitanati da
      towalds, e tutta una serie di illustri sofware:
      apache, php, openoffice, python, ruby, mysql, lo
      stesso kernel linux....nomi importanti insomma,
      veri e propri pilastri
      dell'opensource.

      Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim
      ehm....poi forse anche qualche altro sofware...ah
      si xeyes e
      xclock.gcc, glibc, samba...
      • nome cognome :-) scrive:
        Re: STALLMANN HA FALLITO
        - Scritto da: ghdfy6hcfg
        - Scritto da: ....

        Da una parte i ragazzi di mozilla, capitanati da

        towalds, e tutta una serie di illustri sofware:

        apache, php, openoffice, python, ruby, mysql, lo

        stesso kernel linux....nomi importanti insomma,

        veri e propri pilastri

        dell'opensource.



        Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim

        ehm....poi forse anche qualche altro
        sofware...ah

        si xeyes e

        xclock.

        gcc, glibc, samba...tutti i tools equivalenti a quelli di unix, emacs, ...Non bisogna dimenticare che la maggior parte del software fornito con GNU/Linux è per l'appunto GNU. E che i softwares GNU sono pure forniti in moltissime distribuzioni proprietarie di SunOS, AIX, e altri (e che se non sono direttamente forniti, sono disponibili sui siti ufficiali dei produttori stessi).Il progetto GNU è stato un vero successo dal punto di vista informatico e il fatto che RMS non sia diventato il secondo uomo più ricco del mondo tiene solo al fatto che non si è mai interessato al puro profitto.L'unico neo nel progetto GNU è stato il kernel hurd che non ha mai raggiunto un livello "commercializzabile", ma visto che Linus ha potuto fornire Linux (grazie a tutto il lavoro fornito in precedenza da RMS e co.) ha fatto di GNU/Linux un prodotto completo.Il fatto che altri non si sono accomodati alla morale di RMS e ha cominciato a creare una barca di altre licenze OS non ha fatto che complicare inutilmente un mercato già piccolo.
        • ... scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          Gli sarebbe stato un po' difficile chiedere soldi per dei cloni di software scritti e di proprietà altrui...
    • Beccamorto scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      - Scritto da: ....
      a tirare troppo la corda, l'ahmadinejad del mondo
      open source ha creato un rottura insanabile nel
      mondo del
      pinguino.

      Da una parte i ragazzi di mozilla, capitanati da
      towalds, e tutta una serie di illustri sofware:
      apache, php, openoffice, python, ruby, mysql, lo
      stesso kernel linux....nomi importanti insomma,
      veri e propri pilastri
      dell'opensource.

      Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim
      ehm....poi forse anche qualche altro sofware...ah
      si xeyes e
      xclock.NO, NO, NO! Mi cadi sui fondamentali! Hai dimenticato emacs, il SW grazie al quale i polidattili possono utilizzare proficuamente le loro 6 o più dita per mano! :o :| (idea)(geek) O) :p :D (rotfl) (troll3)

      beh il mondo che lavora sta senz'altro dalla
      parte della gpl2, che si e' dimostrata valida e
      capace di difendersi dai brevetti. Gli idealisti
      invidiosi del successo altrui invece abbracciano
      la gpl3 orgogliosi di poter mortificare il lavoro
      altrui negandone la paternita' oltre che il
      merito.Propongo, d'ora innanzi, per amor di brevità, di chiamarli "Stallmaniti Gnulebani RosicONi Treisti", abbreviato SGRONT! (troll2) (troll3) (troll1) (troll4) O) :p :D (rotfl)

      GPL2, zlib license, mozilla license, bsd license;
      scegliete quella che preferite, ma state lontano
      dalla
      gpl3.Amen, bro. ;) :p
      • /dev/null scrive:
        Re: STALLMANN HA FALLITO
        - Scritto da: Beccamorto
        NO, NO, NO! Mi cadi sui fondamentali! Hai
        dimenticato emacs, il SW grazie al quale i
        polidattili possono utilizzare proficuamente le
        loro 6 o più dita per mano! :o :| (idea)(geek)
        O) :p :D (rotfl)
        (troll3)Be' senti. Se vogliamo confrontare emacs con Word e dire che non è adatto alla segretaria, bella scoperta. Ma nessuno l'ha mai presentato come software di office automation o cose simili o come strumento ideale per l'utonto medio.Da qui a liquidarlo come una cazzatina, scusa eh, ma il malinteso è solo di chi fa certi discorsi.
        • Anonimo scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          Psssst! Era una citazione di una delle varie frecciatine che si scambiano i fan di vi e di emacs, il mondo luccicoso dei bottoni e del WYSYWYG doveva ancora nascere quando hanno iniziato a beccarsi ;)
    • EEEE scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      quoto tutto quello che hai detto
    • AndreaZ scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      - Scritto da: ....
      [...]

      Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim
      ehm....poi forse anche qualche altro sofware...ah
      si xeyes e
      xclock.bhe... mettere le parole "stalmann" e "vim" nella stessa frase la dice tutta sulla quanto sia troll questo post
    • @RO stallman dixit... scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      al think open (aka open source expo) di rovigo, ho ascoltato proprio ieri un lungo intervento di stallman a proposito di brevetti software. inutile sottolineare il suo punto di vista (le ultime parole sono state "no software patents! I guess I'm done"), peraltro non polemico e molto ben argomentato.non si è addentrato nel merito di GPLv3 (ne aveva parlato già un suo collega), ma ne ha sottolineato l'importanza dell'adozione da parte del kernel linux (mentre mi sembra di aver letto che torvalds non sarebbe affatto dell'idea).un'ultima osservazione: stallman non appare affatto il "talebano" per cui qualcuno lo fa passare: a mia domanda diretta, ha confermato di "supportare" (testuale) anche altri tipi di licenza non proprietaria (o "soggiogante", come l'ha definita renzo davoli nell'intervento precedente), come le creative commons. crede però che la GPL dichiarino meglio quelle che devono essere le libertà dell'utente, punti per lui fondamentali (in effetti ha fondato la "free software foundation", che va oltre il semplice open source, come è stato precisato sempre da davoli).
    • carl scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO

      Dall'altra stallman con l'incompleto hurd, vim
      ehm....poi forse anche qualche altro sofware...ah
      si xeyes e
      xclock.RMS ha scritto eMacs, non VI. La prossima trollata organizzatela meglio
      • WINDOWS DOMINA scrive:
        Re: STALLMANN HA FALLITO
        adesso si chiama rms? cos'e' radio dimensione suono? che tristezza ridurre il proprio nome a una sigla, un po' come firmare col cognome prima del nome. ignoranza a 360 gradi,
        • P.M. scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          - Scritto da: WINDOWS DOMINA
          adesso si chiama rms? cos'e' radio dimensione
          suono? che tristezza ridurre il proprio nome a
          una sigla, un po' come firmare col cognome prima
          del nome. ignoranza a 360
          gradi,Ognuno fa quello che vuole. Del resto quando si parla di JFK o di MLK tutti sappiamo di chi si parla. Se a qualcuno piace abbreviare i nomi con le iniziali non vedo perché debba essere definita ignoranza o tristezza.Il mondo è bello perché è vario.
          • ... scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            Si ma JFK era un vero grande. Sto qua è nessuno
          • WINDOWS DOMINA scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            - Scritto da: ...
            Si ma JFK era un vero grande. Sto qua è nessuno[img]http://punto-informatico.it/images/emo/robot.gif[/img]
          • nome cognome :-) scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            - Scritto da: ...
            Si ma JFK era un vero grande. Sto qua è nessunoBeh, non direi che è nessuno per almeno due ragioni:1. è uno che è molto conosciuto nel mondo dell'informatica, Un'altra persona altrettanto conosciuta è Billy che non mi sembra possa essere considerato nessuno neppure lui.2. Ne stiamo parlando proprio adesso e non penso che parleremmo di un pinco pallino qualsiasi. Quindi semplicemente l'esistenza di questo thread dimostra che RMS è qualcuno.
          • EXCELSIOR scrive:
            Re: STALLMANN HA FALLITO
            - Scritto da: nome cognome :-)
            - Scritto da: ...

            Si ma JFK era un vero grande. Sto qua è nessuno

            Beh, non direi che è nessuno per almeno due
            ragioni:
            1. è uno che è molto conosciuto nel mondo
            dell'informatica, solo in ambito linux, fuori e' nessuno
            Un'altra persona altrettanto
            conosciuta è Billy che non mi sembra possa essere
            considerato nessuno neppure lui.Peccato che lui e in misura minore jobs sono famosi e ricordati anche dai non addetti ai lavori.
            2. Ne stiamo parlando proprio adesso e non penso
            che parleremmo di un pinco pallino qualsiasi.
            Quindi semplicemente l'esistenza di questo thread
            dimostra che RMS è qualcuno.kishore kumar sai chi e' forse no. Da noi e' assolutamente nessuno solo perche' non e' conosciuto, ma in patria viene considerato il "sordi indiano". Per essere qualcuno, devi essere conosciuto, non basta avere un sito web in stile 0.1 (altro che w3c e ajax) e essere osannato da quattro esaltati. Sono molto piu' importanti i porgrammatori open che nell'ombra lavorano per il successo del loro capo.
        • OutOfBounds scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          - Scritto da: WINDOWS DOMINA
          adesso si chiama rms? cos'e' radio dimensione
          suono? che tristezza ridurre il proprio nome a
          una sigla, un po' come firmare col cognome prima
          del nome. ignoranza a 360
          gradi,Pensa un pò, uno che si firma "WINDOWS DOMINA" va a parlare di nick... cmq a parte le trollate, Stallman 15 anni fa ha scritto una licenza, la GPLv2. Sono passati appunto, 15 anni, e questa licenza non era più sufficiente a garantire quelle libertà che Stallman insieme agli altri fondatori della Free Software Foundation voleva garantire, ovvero la libertà di eseguire, studiare, MODIFICARE, e RIDISTRIBUIRE il software. Non voleva garantire la libertà di congelare il software. La GPLv3 serve anche ad evitare queste cose (vedi questione DRM). E' vero, io limito la tua libertà di utilizzare il tuo software su piattaforme che utilizzano DRM. Ma questo perché? Per garantire A TUTTI la libertà di poter in seguito MODIFICARE e RIDISTRIBUIRE quello stesso software. Ogni stato limita la libertà dei propri cittadini di uccidere. Questo per garantire a tutti la libertà di vivere. Se vogliamo salvaguardare delle libertà maggiori (non da un punto di vista assoluto, non ne esistono, ma da un punto di vista relativo, in questo caso della FSF, dopotutto sono stati loro a scrivere la licenza e quelli sono i loro ideali, giusti o sbagliati che siano) è NECESSARIO limitare altre libertà. Per tornare all'articolo, a parte il fatto che dubito sempre di queste pseudo-statistiche, purtroppo buona parte del mondo free software (o meglio open source) purtroppo vede Torvalds come un mito da seguire e imitare in tutto e per tutto e, magari senza neanche sapere di che parla, spara a zero sulla GPLv3
    • /dev/loop0 scrive:
      Re: STALLMANN HA FALLITO
      Si come no.....ha fallito!!Ahaha!!E i compilatori GNU dove li mettiamo? Chi li ha creati? Bill G@tes? Uhuh.Ora vediamo se Stallman "porta" tutto su GPL3 se si riesce a compilare il Kernel Linux e tutto il resto senza adottare quella licenza. A meno di non tenersi le vecchie "versioni" sotto GPL2.Un'indagine di parte, commissionata da chi?E' ancora presto per tirare le somme.E' realmente strano che gli sviluppatori non siano d'accordo a tenere 'immune' il software GPL da accordi di brevetto 'discriminatori'. Questi che son stati intervistati son realmente programmatori di software libero? O di software libero solo a metà?Certa gente crede che software free significhi solamente "open source". Dò i sorgenti, e sono apposto. NO no, belli miei. Voi se programmate sotto GPL non fate accordi con nessuno che possano penalizzare altri, e non consentite solo al vostro software di girare piazzandoci una bella firma digitale, ma anche a quello modificato da altri.Questo è il concetto. Io pago se c'è da pagare, modifico, e redistribuisco. Alla strafaccia delle "accolite di rancorosi".
      • WINDOWS DOMINA scrive:
        Re: STALLMANN HA FALLITO

        Ora vediamo se Stallman "porta" tutto su GPL3 se
        si riesce a compilare il Kernel Linux e tutto il
        resto senza adottare quella licenza. A meno di
        non tenersi le vecchie "versioni" sotto
        GPL2.si fara' un fork glp2 diverso da quello gpl3, usando il codice dell'ultima versione di gcc coperta dalla gpl2.La gpl2 mi permette di farlocolpito e affondato (cylon)
        • /dev/loop0 scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          Appunto! E che dicevo io? Si tengono le vecchie versioni...e se le vogliono sviluppare se le devono (ri)scrivere. E faticare. Mica come ora con la pappa pronta ex GPL2 e poi vanno a firmare puttanate di accordi.Chi è colpito e chi è affondato? Quel pirla di G@tes?Lavora se vuoi usare il sw GPL. Se non ti piacciono le condizioni, scrivitelo da te. Ma tutto però. Non solo quello che ti fà comodo per il tuo business del piffero. E vedrai che la smetti di fare il furbo col lavoro degli altri.
        • WINDOWS DOMINA scrive:
          Re: STALLMANN HA FALLITO
          Scusate per le stronzate che ho detto, non le pensavo veramente. Io odio Windows e amo Stallman e il progetto GNU... scusate ancora ragazzi
  • ... scrive:
    Ma è ovvio !
    I grandi progetti open source compresi la maggioranza dei progetti centrali del mondo linux sono diventati tali grazie alle grandi aziende che ne finanziano lo sviluppo, spesso assumendone gli stessi programmatori.Se fanno questo NON E' PER AMORE DELLA LIBERTA' ma per ragioni economiche. La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere il mercato, ma al contrario le comprime ulteriormente, proprio quello di cui il settore in questione non ha bisogno.E' ovvio quindi che la risposta sia picche !
    • nome strakazzo cognome scrive:
      Re: Ma è ovvio !
      [CUT]La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere il mercato, ma al contrario le comprime ulteriormente, proprio quello di cui il settore in questione non ha bisogno.[CUT]puoi gentilmente dirmi _DOVE_ la GPL3 limita la libertà del codice rispetto alla GPL2?o ti diverti a fare FUD come quel tizio che scrisse l'articolo su PI appena prima delle vacanze?
      • anonimo scrive:
        Re: Ma è ovvio !
        - Scritto da: nome strakazzo cognome
        [CUT]
        La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere
        il mercato, ma al contrario le comprime
        ulteriormente, proprio quello di cui il settore
        in questione non ha
        bisogno.
        [CUT]

        puoi gentilmente dirmi _DOVE_ la GPL3 limita la
        libertà del codice rispetto alla
        GPL2?
        o ti diverti a fare FUD come quel tizio che
        scrisse l'articolo su PI appena prima delle
        vacanze?Dal punto di vista aziendale, perchè non pigliamoci in giro ma la maggior parte dei progetti free sw vanno avanti grazie a sviluppatori di aziende (IBM, SUN, trolltech, ecc.) ti basta la questione BREVETTI? Ti sembra verosimile per una azienda come IBM che registra milioni di brevetti regalarli per via di una licenza?
        • Michele l'intendit ore scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          - Scritto da: anonimo
          Ti sembra verosimile per una azienda come IBM che
          registra milioni di brevetti regalarli per via di
          una
          licenza?Guarda che neanche con la licenza GPL2 puoi brevettare il tuo software.
          • anonimo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: Michele l'intendit ore
            - Scritto da: anonimo

            Ti sembra verosimile per una azienda come IBM
            che

            registra milioni di brevetti regalarli per via
            di

            una

            licenza?

            Guarda che neanche con la licenza GPL2 puoi
            brevettare il tuo
            software.Te stai male
          • Michele l'intendit ore scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Michele l'intendit ore

            - Scritto da: anonimo


            Ti sembra verosimile per una azienda come IBM

            che


            registra milioni di brevetti regalarli per via

            di


            una


            licenza?



            Guarda che neanche con la licenza GPL2 puoi

            brevettare il tuo

            software.

            Te stai maleOttima argomentazione, mi hai convinto.
          • anonimo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: Michele l'intendit ore
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: Michele l'intendit ore


            - Scritto da: anonimo



            Ti sembra verosimile per una azienda come
            IBM


            che



            registra milioni di brevetti regalarli per
            via


            di



            una



            licenza?





            Guarda che neanche con la licenza GPL2 puoi


            brevettare il tuo


            software.



            Te stai male

            Ottima argomentazione, mi hai convinto.Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in cui c'è scritto che l'autore o chi utilizza il sw non può brevettare?
          • Michele l'intendit ore scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Michele l'intendit ore

            - Scritto da: anonimo


            - Scritto da: Michele l'intendit ore



            - Scritto da: anonimo




            Ti sembra verosimile per una azienda come

            IBM



            che




            registra milioni di brevetti regalarli per

            via



            di




            una




            licenza?







            Guarda che neanche con la licenza GPL2 puoi



            brevettare il tuo



            software.





            Te stai male



            Ottima argomentazione, mi hai convinto.

            Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in cui c'è
            scritto che l'autore o chi utilizza il sw non può
            brevettare?La prossima volta cercatela da sola:Punto 7: if a patent license would not permit royalty-free redistribution of the Program byall those who receive copies directly or indirectly through you, thenthe only way you could satisfy both it and this License would be torefrain entirely from distribution of the Program.Te capì? Se tu rilasci roba coperta da brevetto sotto GPL2 rinunci a tutti i diritti sulle royalty, cioè non valgono più niente.
          • anonimo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: Michele l'intendit ore
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: Michele l'intendit ore


            - Scritto da: anonimo



            - Scritto da: Michele l'intendit ore




            - Scritto da: anonimo





            Ti sembra verosimile per una azienda
            come


            IBM




            che





            registra milioni di brevetti regalarli
            per


            via




            di





            una





            licenza?









            Guarda che neanche con la licenza GPL2
            puoi




            brevettare il tuo




            software.







            Te stai male





            Ottima argomentazione, mi hai convinto.



            Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in cui
            c'è

            scritto che l'autore o chi utilizza il sw non
            può

            brevettare?

            La prossima volta cercatela da sola:
            Punto 7:
            if a patent license would not permit
            royalty-free redistribution of the Program
            by
            all those who receive copies directly or
            indirectly through you,
            then
            the only way you could satisfy both it and this
            License would be
            to
            refrain entirely from distribution of the Program.

            Te capì? Se tu rilasci roba coperta da brevetto
            sotto GPL2 rinunci a tutti i diritti sulle
            royalty, cioè non valgono più
            niente.Ma la differenza rispetto alla GPL 3 sui brevetti l'hai capita oppure no?
          • Michele l'intendit ore scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Michele l'intendit ore

            - Scritto da: anonimo


            - Scritto da: Michele l'intendit ore



            - Scritto da: anonimo




            - Scritto da: Michele l'intendit ore





            - Scritto da: anonimo






            Ti sembra verosimile per una azienda

            come



            IBM





            che






            registra milioni di brevetti regalarli

            per



            via





            di






            una






            licenza?











            Guarda che neanche con la licenza GPL2

            puoi





            brevettare il tuo





            software.









            Te stai male







            Ottima argomentazione, mi hai convinto.





            Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in cui

            c'è


            scritto che l'autore o chi utilizza il sw non

            può


            brevettare?



            La prossima volta cercatela da sola:

            Punto 7:

            if a patent license would not permit

            royalty-free redistribution of the Program

            by

            all those who receive copies directly or

            indirectly through you,

            then

            the only way you could satisfy both it and this

            License would be

            to

            refrain entirely from distribution of the
            Program.



            Te capì? Se tu rilasci roba coperta da brevetto

            sotto GPL2 rinunci a tutti i diritti sulle

            royalty, cioè non valgono più

            niente.

            Ma la differenza rispetto alla GPL 3 sui brevetti
            l'hai capita oppure
            no?Ma tu hai capito quello che ho detto io? Mi sa di no, visto che prima fai il maleducato e mi dici che sto male. Poi chiedi il testo della GPL2 anziché cercartelo da solo, poi fai un'altra domanda. Preoccupati di quello che capisci tu e impara l'educazione ragazzino.Notte
          • anonimo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: Michele l'intendit ore
            - Scritto da: anonimo

            - Scritto da: Michele l'intendit ore


            - Scritto da: anonimo



            - Scritto da: Michele l'intendit ore




            - Scritto da: anonimo





            - Scritto da: Michele l'intendit ore






            - Scritto da: anonimo







            Ti sembra verosimile per una azienda


            come




            IBM






            che







            registra milioni di brevetti
            regalarli


            per




            via






            di







            una







            licenza?













            Guarda che neanche con la licenza GPL2


            puoi






            brevettare il tuo






            software.











            Te stai male









            Ottima argomentazione, mi hai convinto.







            Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in
            cui


            c'è



            scritto che l'autore o chi utilizza il sw
            non


            può



            brevettare?





            La prossima volta cercatela da sola:


            Punto 7:


            if a patent license would not permit


            royalty-free redistribution of the Program


            by


            all those who receive copies directly or


            indirectly through you,


            then


            the only way you could satisfy both it and
            this


            License would be


            to


            refrain entirely from distribution of the

            Program.





            Te capì? Se tu rilasci roba coperta da
            brevetto


            sotto GPL2 rinunci a tutti i diritti sulle


            royalty, cioè non valgono più


            niente.



            Ma la differenza rispetto alla GPL 3 sui
            brevetti

            l'hai capita oppure

            no?

            Ma tu hai capito quello che ho detto io? Mi sa di
            no, visto che prima fai il maleducato e mi dici
            che sto male. Poi chiedi il testo della GPL2
            anziché cercartelo da solo, poi fai un'altra
            domanda. Preoccupati di quello che capisci tu e
            impara l'educazione
            ragazzino.
            NotteVeramente tu continui a non capire la differenza sostanziale sulla questione brevetti tra GPL 2 e 3. La 2 rimuove eventuali royalties solamente all'autore e relativamente alla diffusione del codice GPL in discussione.L'art. 11 della GPL 3 è invece un tantinello più restrittivo... giusto un po'....Notte a te
          • anonimo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: anonimo
            - Scritto da: Michele l'intendit ore

            - Scritto da: anonimo


            - Scritto da: Michele l'intendit ore



            - Scritto da: anonimo




            - Scritto da: Michele l'intendit ore





            - Scritto da: anonimo






            - Scritto da: Michele l'intendit ore







            - Scritto da: anonimo








            Ti sembra verosimile per una
            azienda



            come





            IBM







            che








            registra milioni di brevetti

            regalarli



            per





            via







            di








            una








            licenza?















            Guarda che neanche con la licenza
            GPL2



            puoi







            brevettare il tuo







            software.













            Te stai male











            Ottima argomentazione, mi hai convinto.









            Quindi? Porzione del testo della GPL 2 in

            cui



            c'è




            scritto che l'autore o chi utilizza il sw

            non



            può




            brevettare?







            La prossima volta cercatela da sola:



            Punto 7:



            if a patent license would not permit



            royalty-free redistribution of the Program



            by



            all those who receive copies directly or



            indirectly through you,



            then



            the only way you could satisfy both it and

            this



            License would be



            to



            refrain entirely from distribution of the


            Program.







            Te capì? Se tu rilasci roba coperta da

            brevetto



            sotto GPL2 rinunci a tutti i diritti sulle



            royalty, cioè non valgono più



            niente.





            Ma la differenza rispetto alla GPL 3 sui

            brevetti


            l'hai capita oppure


            no?



            Ma tu hai capito quello che ho detto io? Mi sa
            di

            no, visto che prima fai il maleducato e mi dici

            che sto male. Poi chiedi il testo della GPL2

            anziché cercartelo da solo, poi fai un'altra

            domanda. Preoccupati di quello che capisci tu e

            impara l'educazione

            ragazzino.

            Notte

            Veramente tu continui a non capire la differenza
            sostanziale sulla questione brevetti tra GPL 2 e
            3. La 2 rimuove eventuali royalties solamente
            all'autore e relativamente alla diffusione del
            codice GPL in
            discussione.
            L'art. 11 della GPL 3 è invece un tantinello più
            restrittivo... giusto un
            po'....

            Notte a teVolevo puntualizzare: non rimuove le royalties, impedisce la diffusione del codice GPL 2 se questo va in contrasto con il brevetto. Vista l'ora...Invece ti ri-invito a leggere l'art. 11 della GPL 3 e notare il LEGGERO cambiamento
        • nome strakazzo cognome scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          - Scritto da: anonimo
          - Scritto da: nome strakazzo cognome

          [CUT]

          La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere

          il mercato, ma al contrario le comprime

          ulteriormente, proprio quello di cui il settore

          in questione non ha

          bisogno.

          [CUT]



          puoi gentilmente dirmi _DOVE_ la GPL3 limita la

          libertà del codice rispetto alla

          GPL2?

          o ti diverti a fare FUD come quel tizio che

          scrisse l'articolo su PI appena prima delle

          vacanze?

          Dal punto di vista aziendale, perchè non
          pigliamoci in giro ma la maggior parte dei
          progetti free sw vanno avanti grazie a
          sviluppatori di aziende (IBM, SUN, trolltech,
          ecc.) ti basta la questione BREVETTI?

          Ti sembra verosimile per una azienda come IBM che
          registra milioni di brevetti regalarli per via di
          una
          licenza?da http://www.grolug.org/modules.php?op=modload&name=News&file=article&sid=178&mode=thread&order=0&thold=0:"Al contempo la GPL3 estende a tutti gli utilizzatori del software protetto da essa le stesse protezioni legali che il proprietario di brevetti fornisce alle aziende. In base a questo viene stabilito che qualora si scegliesse questa licenza, si darà la possibilità come sempre di modificare il codice ma anche il diritto di utilizzare gratuitamente i relativi brevetti pena la decadenza della licenza stessa."dov'è che la GPL3 regala brevetti? i brevetti li registra una persona o un'azienda. Al massimo puoi usarli in licenza.Per l'appunto la GPL3 assicura che se TU SCEGLI la GPL3 su un software che usa un TUO brevetto, dopo non andrai a denunciare chi lo usaci sviluppa.Se le aziende vogliono continuare con la loro politica di brevetti, denunce e _VEDO_SOLO_SOLDI_ allora affanculo, il free software non fa per loro, si scelgano un'altra licenza. La filosofia del free software (condivisibile o no) è ciò che in primo luogo deve mandare avanti il freesoftware, indipendetemente dalla qualità e dalla wuantità di codice.Chi ama il free software vuole che il bambino della scuola in africa, il malato all'ospedale, lo studente senza borsa di studio, l'apprendista programmatore, il barbone alla stazione, il manager miliardario e chuinque altro al mondo sia _LIBERO_ di usare, di condividere,di studiare, di modificare restribuendo sotto la stessa licenza, il software.Se le aziende non saranno + interessate a spingere per un mondo migliore che si fottano, io preferisco rispettare la libertà mia e del prossimo e contribuire in un futuro meno viscido.
          • Lillo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Ssenza contare che si parla di brevetti sul software esistenti solo in USA e pochissimi altri paesi.Agli europei rilasciare in GPL2 o 3 non gli cambia assolutamente nulla...
          • ... scrive:
            Re: Ma è ovvio !

            Agli europei rilasciare in GPL2 o 3 non gli
            cambia assolutamente
            nulla...Ragionamento altamente irresponsabile. Il fatto che adesso non cambi nulla non vuol dire che domani sarà lo stesso. Uno seguendo il tuo ragionamento oggi potrebbe rilasciare sotto Gpl 3 ridendosela che tanto i brevetti in EU non valgono, poi domani se la prende nel sedere perchè è avvenuto qualche cambiamento.
          • Lillo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Ma cosa si prende nel sedere se la GPL3 gli impone solo di non portare in tribunale chi ha preso e migliorato software che implementava quei brevetti.L'obbligo è solo quello, non si perdono i diritti sui brevetti, ma solo con chi ti ha aiutato a migliorare il tuo software.Se tu prendi un software GPL3 che viola tuoi brevetti e lo rivendi o ridistribuisci migliorato, perdi solo la possibilità di denunciare chi altri lo estende, non chi lo riutilizza in prodotti commerciali closed source.
          • nome cognome :-) scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            - Scritto da: ...

            Agli europei rilasciare in GPL2 o 3 non gli

            cambia assolutamente

            nulla...

            Ragionamento altamente irresponsabile. Il fatto
            che adesso non cambi nulla non vuol dire che
            domani sarà lo stesso. Uno seguendo il tuo
            ragionamento oggi potrebbe rilasciare sotto Gpl 3
            ridendosela che tanto i brevetti in EU non
            valgono, poi domani se la prende nel sedere
            perchè è avvenuto qualche
            cambiamento.Al contrario, mi sembra che come ragionamento non sia sbagliato, solo che non è stato spinto fino in fondo.In Europa dobbiamo rilasciare il soft sotto licenza GPL3, così anche se dovessero autorizzare i brevetti in Europa non gli serviranno più a niente. Si tratta semplicemente di un altro modo di mostrare un netto no ai brevetti sul software.
          • Lillo scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Ben detto! Visto il danno che stanno facendo in USA perché dovremmo volere quelo schifo? E se ce lo esporteranno tutto il software sarà GPL3 e qualsiasi spezzone GPL3 distribuirà l'azienda detentrice dei brevetti dovrà rinunciare a denunciare qualsivoglia comunità opensource. Che si scannino tra aziende private coi loro brevetti!
          • ... scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Perchè te credi che così facendo, se l'Europa volesse i brevetti, che questi perderebbero automaticamente di validità ?Sai che ti direbbe la UE della Gpl 3 ? Una grossa pernacchia e se qualcuno si permette di insistere oltre ad invalidarla la rendono pure illegale.
      • ... scrive:
        Re: Ma è ovvio !
        Il DRM che piaccia o no è attualmente un mercato importante. Le aziende, puntano al profitto e se il DRM permette a loro di espandere questo profitto, colgono l'occasione, che che ne dicano l'etica e Stallman.Ricordo che sono loro, con i loro investimenti il vero motore dell'open source. Le belle parole producono aborti come Hurd e basta.
      • Categorico scrive:
        Re: Ma è ovvio !
        - Scritto da: nome strakazzo cognome
        [CUT]
        La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere
        il mercato, ma al contrario le comprime
        ulteriormente, proprio quello di cui il settore
        in questione non ha
        bisogno.
        [CUT]

        puoi gentilmente dirmi _DOVE_ la GPL3 limita la
        libertà del codice rispetto alla
        GPL2?
        o ti diverti a fare FUD come quel tizio che
        scrisse l'articolo su PI appena prima delle
        vacanze?Stabilisce obblighi di protezione illimitata riguardo ai brevetti, per esempio: anche se siamo quasi tutti contrari ad essi, è ovvio che una piccola azienda, in USA, potrebbe essere costretta da un'azienda più ricca e potente a fare accordi sui brevetti SW ed è ovvio che non potrebbe garantire la protezione legale a tutti quelli che modificassero il SW, quindi se vorrà usare del SW sotto GPL, dovrà essere per forza la 2, non la 3. La lotta ai brevetti SW va fatta in altro modo, non rischiando di strangolare le aziende che collaborano col modo del SW libero.
        • nome strakazzo cognome scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          - Scritto da: Categorico
          - Scritto da: nome strakazzo cognome

          [CUT]

          La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere

          il mercato, ma al contrario le comprime

          ulteriormente, proprio quello di cui il settore

          in questione non ha

          bisogno.

          [CUT]



          puoi gentilmente dirmi _DOVE_ la GPL3 limita la

          libertà del codice rispetto alla

          GPL2?

          o ti diverti a fare FUD come quel tizio che

          scrisse l'articolo su PI appena prima delle

          vacanze?

          Stabilisce obblighi di protezione illimitata
          riguardo ai brevetti, per esempio: anche se siamo
          quasi tutti contrari ad essi, è ovvio che una
          piccola azienda, in USA, potrebbe essere
          costretta da un'azienda più ricca e potente a
          fare accordi sui brevetti SW ed è ovvio che non
          potrebbe garantire la protezione legale a tutti
          quelli che modificassero il SW, quindi se vorrà
          usare del SW sotto GPL, dovrà essere per forza la
          2, non la 3. La lotta ai brevetti SW va fatta in
          altro modo, non rischiando di strangolare le
          aziende che collaborano col modo del SW
          libero.vedi risposta qua:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2074864&m=2075324#p2075324
        • ... scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          Quando i più capiranno che Stallman si crede il nuovo Lenin sarà troppo tardi...
    • Augusto scrive:
      Re: Ma è ovvio !
      - Scritto da: ...
      La GPL 3, non amplia
      le possibilità di espandere il mercato, ma al
      contrario le comprime ulteriormente, proprio
      quello di cui il settore in questione non ha
      bisogno.
      E' ovvio quindi che la risposta sia picche !Ma le licenze servono per proteggersi o garantire dei diritti mica per espandere o comprimere il mercato. Quello lo fai con la qualità dei prodotti.Comunque la GPL3 è stata migliorata anche per quanto riguarda le parole usate dal punto di vista giuridico internazionale (per esempio la parola "distribuzione" era ambigua in alcune nazioni). E quindi la GPL3 da questo punto di vista offre una maggiore protezione.Il 6% a me non sembra male come percentuale.
      • ... scrive:
        Re: Ma è ovvio !
        Per Stallman non è mai stato così. Lui cerca di mettere dei paletti ad una cosa che si chiama libero mercato ovvero ad una vera e propria anguilla che nella sua natura più intima è fatta per sgusciare da ogni tipo di stretta.La Gpl 2 fornisce già un certo livello di stretta tutto sommato senza soffocare troppo ma la gpl 3 è senza mezzi termini un cappio...
        • Ricardo scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          E mi potrebbe cortesemente spiegare il concetto di libero mercato?Una mano invisibile od uno spettro?
          • ... scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Una condizione dove le necessità materiali degli utenti trovano un punto di incontro con quanto offerto dai produttori (i quali in genere si adattano alle richieste dei primi perchè è nel loro interesse fare così) senza che nessuno (a parte la legge dove però guarda caso la maggior parte di queste si preoccupa di cose più importanti) venga a fare da terzo incomodo ?
          • pippo lacoca scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            No, piu' semplicemente il motore di 3/4 dei guai del mondo moderno
          • ... scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            è arrivato il moralista... la tua soluzione a quel "virus" chiamato mercato qual'è ? un reset o un vaffaday alla beppe grillo ? qui si parla di cose serie quindi vedi di collaborare in modo utile che il mercato non sparisce perchè te lo vuoi...
    • krane scrive:
      Re: Ma è ovvio !
      - Scritto da: ...
      I grandi progetti open source compresi la maggioranza dei progetti
      centrali del mondo linux sono diventati tali grazie alle grandi
      aziende che ne finanziano lo sviluppo, spesso assumendon gli
      stessi programmatori.
      Se fanno questo NON E' PER AMORE DELLA LIBERTA' ma per ragioni
      economiche. La GPL 3, non amplia le possibilità di espandere il
      mercato, ma al contrario le comprime ulteriormente, proprio
      quello di cui il settore in questione non ha bisogno.E' quindi ???E' giusto : le corps per i muli lavorano gratis... E' notorio...
    • Lillo scrive:
      Re: Ma è ovvio !
      Un discorso senza senso da uno che non ha capito un emerito ca%%o della GPL3.La GPL3 aggiunge la questione brevrtti sul software e clausole contro accordi come quello Microsoft/Novell.I brevetti sul software non hanno al di fuori degli USA e quindi agli sviluppatori europei non gliene può fregare di meno.E la clausola più importante che a mio avviso è interessante e doverosa è quella che dice che chi distribuisce software in GPL3 contenente brevetti rinuncia alla rivalsa legale su quei brevetti nei confronti di tutta la comunità di sviluppatori GPL3 che riprendono quel software e lo estendono, e non solo parte di loro (vedi sviluppatori di Novell ed altre aziende che hanno fatto accordi con Micro$oft).
      • ... scrive:
        Re: Ma è ovvio !
        Da uno che non ha capito ? UNO ?Rileggiti l'articolo... il mercato che ruota intorno al mondo open non sarà immenso ma non è composto da UNA persona ma da parecchie dove una larghissima metà ha dato un sonoro calcio in culo alla dittatura neocomunista di Stallman V.3Quelli che non hanno capito una mazza siete voi e se non fosse che farebbe morire il mondo linux, ci sarebbe veramente da augurarvi che tutte le grandi aziende che ci ruotano intorno che vi mollino su due piedi così vediamo se la vostra comunità di sedicenti esperti, a parole, riesce a garantire al pinguino la crescita attuale (lenta ma costante) o riesce a fare di meglio.Tutt'al più finirete come quelli di hurd: a picchiarvi con le sedie per cavolate etiche e a non completare un bel niente.
        • Lillo scrive:
          Re: Ma è ovvio !
          Una buona parte di chi non ha aderito e/o protesta è perché non l'ha capita a fondo o ha interessi negli USA.E le teorie di Stallman sulla condivisione sono tutto fuorché comuniste...E poi l'argomento è più che mai attuale anche fuori dall'ambito informatico: http://www.corriere.it/Primo_Piano/Economia/2007/09_Settembre/23/papa_capitalismo.shtml
          • ... scrive:
            Re: Ma è ovvio !
            Si certo come no... tra quelli che "non l'hanno capita" (perchè altrimenti non avrebbero potuto fare a meno di accoglierla a braccia aperte) c'è anche quel tal Torvalds abbastanza intelligente da creare un kernel che ti gira in un tostapane ma allo stesso tempo talmente stupido da non capire i rischi che un una manciata di punti scritti in pseudo legalese...Ovviamente in tal caso Torvalds dovrebbe essere considerato uno sporco imperialista al soldo degli USA e Microsoft ?
Chiudi i commenti