A rischio le tastiere wireless Logitech

Da Bugtraq l'avvertimento: non è difficile sniffare fino a 30 metri di distanza tutto quello che si digita sul Cordless Desktop


Web – Rischio-privacy per le tastiere senza fili impiegate da Logitech nel suo “Cordless Desktop”, il pacchetto di tastiera e mouse che consente di agganciare questi device al PC senza necessità dei tradizionali scomodi cavetti di connessione.

Secondo la società di sicurezza tedesca Daten-Treuhand, che ha pubblicato i propri risultati sulla mailing list dedicata alla security Bugtraq, non è difficile “sniffare” password e altri comandi immessi via tastiera wireless, pur rimanendo a decine di metri di distanza dalla “vittima”.

Quando si collega la tastiera wireless al proprio PC per la prima volta, si preme un pulsante sul ricevitore agganciato al PC e un altro pulsante che si trova sulla tastiera per “attivare” la connessione. A quel punto, infatti, i due device di scambiano i dati necessari fino a “calibrare” la connessione wireless. A quel punto, tramite onde radio, i comandi impartiti dalla tastiera raggiungono il computer.

Si tratta, dunque, di un device molto comodo in moltissime situazioni ma sofferente di un baco di sicurezza. Eh già, perché l’accoppiata tastiera-ricevitore non è “esclusiva” e ammette che uno dei due componenti possa cambiare senza che l’altro “se ne accorga”.

Afferma l’esperto tedesco Axel Hammer: “Quando questi componenti escono dalla fabbrica, l’utente li connette tra loro la prima volta che li installa. Questo lascia aperta una backdoor cruciale per connettere qualsiasi device a qualsiasi ricevitore sia disponibile. Il ricevitore attende 30 minuti per essere connesso ad altri device dopo la sua inizializzazione. Un aggressore può sniffare da lontano la sequenza di connessione della propria vittima e connettersi usando il codice della tastiera e di fatto prendere possesso del device”.

In pratica, secondo Hammer, a quel punto è possibile per l’aggressore leggere tutti i tasti premuti sulla tastiera dall’utente-vittima. E farlo sarebbe un gioco da ragazzi, perché basterebbe un ricevitore dello stesso costruttore, lo stesso modello e un posizionamento a non più di 30 metri dalla tastiera (previa facile modifica del ricevitore stesso). Il consiglio di Hammer? Utilizzare come alternativa solo i device che sfruttano l’infrarosso.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Tutti accusano però...
    Ho appena comprato un doppio Xeon (si intende P4) a 1.5 GHz e 512 MB di RIMM e con un disco Maxtor 45 GB ATA-100 e una Marvel G-400 ho un risultato nel content creation winstone di 82,7Meditate.....
  • Anonimo scrive:
    Velocita', fra le righe
    Le RDRAM vantano frequenze incredibili (800 Mhz ora, 1.2 Ghz fra 4 anni), ma nessuno dice ke questi valori valgono solo nelle comunicazioni fra i banki di memoria: nel momento ke esse devono comunicare con l' esterno c' e' il collo di bottiglia dei 100/133 Mhz.Oltre a cio', esse stesse creano un collo di bottiglia riguardo alla larghezza di banda: 16 bit contro i 32/64 bit dei normali sitemi SOHO e server.Detto cio', ecco un po' di confronti riguardo la velocita' di comunicazioni fra memorie e processore:RDRAM, ora, SOHO, Pentium 3 a 133 Mhz/4:133 Mhz * 16 bit = 2128 MBaud (253.667 Mbyte/sec)RDRAM, ora, server, Pentium 3 a 133 Mhz/4:133 Mhz * 16 bit = 2128 MBaud (253.667 Mbyte/sec)DDR-SDRAM, ora, SOHO, Athlon III generazione:266 Mhz * 32 bit = 8512 MBaud (1014.709 Mbyte/sec)DDR-SDRAM, ora, server, Athlon a 64 bit (non ancora uscito):266 Mhz * 64 bit = 17024 MBaud (2029.419 Mbyte/sec)Portare la larghezza di banda a 32/64 bit consentirebbe alle RDRAM di raggiungere le DDR-SDRAM, nulla di +.L' unica speranza x Intel (proprietaria di Rambus e non semplice cliente, a differenza di quanto la stessa Intel dikiaro' quando le cose andavano male) e' di aggiornare il clock esterno dei propri processori: in questo modo raggiungerebbe la concorrenza (AMD, VIA & co.) e si potrebbe fregiare di memorie con potenzilita' ancora molto alte. Tutto sommato non mi pare un' impresa titanica, salvo ke bisognera' asp minimo 4 anni (a meno ke non rilasci processori con frequenze ext di 800 Mhz o sup, il ke e' piuttosto difficile: tanto il PCI-X quanto l' AGP 4x/Pro lavorano a 266 Mhz e solo x quest' ultimo bus si parla di raddoppiare la frequenza in un futuro non meglio definito...).
    • Anonimo scrive:
      Re: Velocita', fra le righe
      ---Cut---se vuoi ti do una chiccaIl progetto rambus sviluppato per circa 6 mesie stato controllato direttamente dall'esercito usa! e non solo ....la progettazione del chip e stata a cura di intel voleva utilizzare tal tecnologia (rambus) anche nei suoi processori solo che e' incompatibile con le momrie DDR e ram normaliqundi non vedremo mai un p4 con DDRcomunque nella progettazione delle RIMM e stato commesso qualche errore dato che in teroria doveva avvenire tutto in un banco e non su 2 come avviene oraIl costo delle rimm come costruzione non dovrebbe essere superiore al 30% di una ram con tecnologia standard. La RIMM funziona correttamente solo se ha il controllo di errore/input/output altrimenti e come essere in carcere aspetando la schermata blu che appaia.2 strati 3 componenti per cella. RIMM2 strati 2 componenti per cella. ram 66 al 133la ddr e' una modifica della RIMM Comunque il p4 e incompatibile con molte applicazioni e hardware per una modifica alla base della memoria sostituita con istruzioni per la gestione della reteA parita di costi uno si fa un dual amd con il doppio di ram.
  • Anonimo scrive:
    Anche se sono piu veloci non valgono un fico secco
    Il problema delle rambus e' la latenza al primo accesso ai dati.Molto meglio le DDR che adesso costano la meta'...
  • Anonimo scrive:
    rdram=microsoft=morte
    Il problema nn sono le memorie. Il problema sta nel modo di sfruttarle. Microsoft ancora una volta vuole spingere il mercato a upgrade hardware immotivati per motivi borsistici.AMD e Via contano sui nuovi OS che nn hanno bisogno di consumare + corrente elettrica per essere + veloci !Meditate..
    • Anonimo scrive:
      Re: rdram=microsoft=morte
      - Scritto da: Zooba
      Il problema nn sono le memorie.
      Il problema sta nel modo di sfruttarle.
      Microsoft ancora una volta vuole spingere il
      mercato a upgrade hardware immotivati per
      motivi borsistici.
      AMD e Via contano sui nuovi OS che nn hanno
      bisogno di consumare + corrente elettrica
      per essere + veloci !

      Meditate..L'avrei giurato che anche stavolta era colpa di Microsoft, e che VIA e AMD sono meglio di INTEL:-))L'importante, in questo forum, è essere sempre contro i più grandi:-) Meditate...meditate.
      • Anonimo scrive:
        Re: rdram=microsoft=morte
        Signori miei perchè si deve sempre accusare Microsoft di tutto??? Se non ci fosse stato l'MS-DOS e in seguito Windows voi il computer nemmeno lo avvreste conosciuto!!!!!Vi credete direttori commerciali??? Grandi programmatori?? Non vi piace ciò che fa Microsoft?? Fateveli da voi i sistemi operativi e i componenti hardware!! Così mi faccio due risate ;-)Ogni volta è la stessa storia!!!BuByFiR§
        • Anonimo scrive:
          Re: rdram=microsoft=morte

          Signori miei perchè si deve sempre accusare
          Microsoft di tutto??? Se non ci fosse stato
          l'MS-DOS e in seguito Windows voi ilEccolo, il revisionista di turno!Guarda bello che windows è una scopiazzatura dell'interfaccia utente Mac, del 1984.Ci sono voluti 11 (!!) anni alla Microsoft per tirare fuori win95, che aveva veramente poco in più dell'originale mac OS.La realtà è che la legge del "miglior prodotto mediocre" vince sempre (vedi lo standard VHS vs Betacam)...
          • Anonimo scrive:
            Re: rdram=microsoft=morte

            Guarda bello che windows è una scopiazzatura
            dell'interfaccia utente Mac, del 1984.Windows e' un altra cosa, tutte le interfacce grafiche si assomigliano.
            Ci sono voluti 11 (!!) anni alla Microsoft
            per tirare fuori win95, che aveva veramente
            poco in più dell'originale mac OS.La apple e' riuscita a rivendere la stessa brodaglia per anni.
            La realtà è che la legge del "miglior
            prodotto mediocre" vince sempre (vedi lo
            standard VHS vs Betacam)...Vince cio' che incontra le esigenze dei clienti.Il vostro Idolo, che ha venduto supercomputer dalle performances ridicole, ammette di aver esagerato con la supervelocita' dei G4 e promette macchine piu' performanti. Piu' andiamo avanti e piu' la differenza si vede.http://maccentral.macworld.com/news/0012/05.profits.shtml
          • Anonimo scrive:
            Re: rdram=microsoft=morte
            - Scritto da: deadbrain
            Eccolo, il revisionista di turno!

            Guarda bello che windows è una scopiazzatura
            dell'interfaccia utente Mac, del 1984.siamo alle solite.. bla bla bla. Allora diaciamo che la apple ha copiato l'interfaccia dalla Xerox.
            Ci sono voluti 11 (!!) anni alla Microsoft
            per tirare fuori win95, che aveva veramente
            poco in più dell'originale mac OS.Ma stai parlando di un OS di 6 anni fa? E comunque il detto "l'allievo super il maestro calza a pennello".
            La realtà è che la legge del "miglior
            prodotto mediocre" vince sempre (vedi lo
            standard VHS vs Betacam)...Vuoi dire il Betamax.. il Betacam, ho giusto qui davanti un 75 della sony, e' un bel po diverso anche se utilizza gli stessi supporti del Betamax.Il betamax ha perso perche' PIU' COSTOSO.Ci volevano anche 5 milioni per acquistare un VCR betamax quando i VHS costavano 1 milione e mezzo.Erano certamente piu' belli e con piu' funzioni.. pero' al pubblico non interessava fare un mutuo per vedere i film.Oggi i sistemi windows costano poco e al contrario dei Betamax danno "features" piu' di qualsiasi altro OS in circolazione.
      • Anonimo scrive:
        Re: rdram=microsoft=morte
        - Scritto da: Alberto
        L'importante, in questo forum, è essere
        sempre contro i più grandi:-)
        Meditate...meditate.Meditato.Ed ho concluso ke non e' certo una moda.Il fatto ke le kernel di Windows/Windows NT siano pesanti ed instabili e' fuori discussione, mentre se gli altri OS hanno un' usabilita' inferiore (mancanza di driver, localizzazione, etc.) e' solo x' MS detiene un buon 90% del mercato e nessuna azienda e' interessata ad investire x OS ke non coprono nemmeno il 1/10 del mercato. Non si puo' pero' definire migliore 1 OS solo x' lo usano tutti e si e' cosi' creato una solida base di software.
        • Anonimo scrive:
          Re: rdram=microsoft=morte
          - Scritto da: DKDIB
          Meditato.
          Ed ho concluso ke non e' certo una moda.

          Il fatto ke le kernel di Windows/Windows NT
          siano pesanti ed instabili e' fuori
          discussione, No fuori di discussione c'è solo il sedere di tua mamma che fa provincia.Rimedita
        • Anonimo scrive:
          Re: rdram=microsoft=morte
          ti senti cosi' hacker a usare la Kappa?Bravo bimbo.....
        • Anonimo scrive:
          Re: rdram=microsoft=morte
          - Scritto da: DKDIB
          Il fatto ke le kernel di Windows/Windows NT
          siano pesanti ed instabili e' fuori
          discussione,Te le sogni di notte?
          mentre se gli altri OS hanno
          un' usabilita' inferiore (mancanza di
          driver, localizzazione, etc.) e' solo x' MS
          detiene un buon 90% del mercato e nessuna
          azienda e' interessata ad investire x OS ke
          non coprono nemmeno il 1/10 del mercato.Secondo te perche' MS detieno tutto questo mercato?
          Non
          si puo' pero' definire migliore 1 OS solo x'
          lo usano tutti e si e' cosi' creato una
          solida base di software.Ripeto.. perche' lo usano tutti? Il motivo c'e' anche se non lo vuoi capire.
    • Anonimo scrive:
      Re: rdram=microsoft=morte
      - Scritto da: Zooba
      Il problema nn sono le memorie.
      Il problema sta nel modo di sfruttarle.
      Microsoft ancora una volta vuole spingere il
      mercato a upgrade hardware immotivati per
      motivi borsistici.
      AMD e Via contano sui nuovi OS che nn hanno
      bisogno di consumare + corrente elettrica
      per essere + veloci !

      Meditate..Meditate cosa!?!? Ma ti rendi conto della stupidaggine che hai detto?Cio' che necessita di HW sempre piu' performanti sono i software. Se sei abiutato a scrivere letterine il problema e' tuo. Ben vengano le nuove tecnologie perche' fortunatamente non tutti utilizzano un computer come macchina da scrivere.Tutti i software crescono parallelamente alla potenza dell'HW e secondo te le cose dovrebbero fermarsi? Quando allora?Qualche anno fa quando comprimere CD in Mp3 richiedeva 5 ore??Forse cinque anni fa' quando vedere un filmato Mpeg in realtime era impossibile o quasi?Facciamo otto? Quando il JPG era un lavoro pesante e richiedeva decine di secondi per poter caricare un immagine 640x480?Dodici anni fa quando le foto sui computer si vedevano con pochi colori e i modem andavano a 2400Baud??Meglio 20 anni fa sicuramente, quando i computer avevano 16k di memoria, si certo le lettere si potevano fare lo stesso.Zooba.. svegliati.
      • Anonimo scrive:
        Re: rdram=microsoft=morte
        Ai fini pratici tornando indietro l'hardware è sempre quello... nell'81 potevi equipaggiare un mainframe con un disco da 22 GB... che costava 200000 $ (si duecentomila dollari)
Chiudi i commenti