A rischio Pandora ed altre radioweb

Lo US Copyright Royalty Board boccia la richiesta di riesame delle royalty, le emittenti online più piccole rischiano di scomparire. E tra queste anche alcune delle più innovative

New York – I broadcaster delle radio online non sono riusciti a convincere i giudici dello US Copyright Royalty Board a riconsiderare gli aumenti delle royalty applicate allo streaming online. “Abbiamo rilevato che nessuna delle parti richiedenti (National Public Radio) ha fornito nuove prove o esempi di manifestata ingiustizia che giustificassero un riesame della questione”, hanno scritto i giudici della CRB.

L’unica conquista per i provider di musica in streaming e le stazioni radio, con canali online, è rappresentata dall’annullamento della retroattività dei rincari per il 2006 e il 2007. Gli aumenti saranno applicati al cosiddetto “aggregate tuning hour” (ATH) – ovvero in base al numero totale di ascoltatori online in un’ora. Ad esempio, se 10 PC si connettono simultaneamente al flusso per un’ora, l’ATH sarà di 10. Allo stesso modo, un PC connesso per 10 ore produce un ATH di 10.

Secondo BetaNews se da una parte si tratta certamente di un aumento rispetto al 2005, è evidente che il metodo ATH sia più vantaggioso per le radioweb rispetto al vecchio sistema di calcolo “per-performance”. In base alle proiezioni, AOL, il più grande streamer online, dovrebbe pagare circa 946 mila dollari, contro i 23,6 milioni di dollari calcolati con la vecchia proposta di tariffazione e la retroattività ora cancellata

Il player di Pandora “Quindi, secondo CRB la loro decisione che eliminerà tutte le radio online – migliaia di piccoli webcaster, radio di college, servizi come Pandora – non è un esempio di ingiustizia. Wow”, ha dichiarato Trevor Moyer del blog Save Our Internet Radio .

L’unica strada rimasta ai broadcaster, per bloccare la rivoluzione delle tariffe, è quella di rivolgersi allo US Court of Appeals del District of Columbia. Contemporaneamente si stanno moltiplicando le iniziative di contrasto .

Tim Westergren, fondatore proprio della celebre Pandora , ad esempio, ha redatto una petizione per il Congresso che chiama alle armi non solo i broadcaster online, ma tutti gli utenti che sono convinti che si tratti di una violazione delle libertà digitali.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    BLA BLA BLA
    Ciao...sono Luca! allora sechioni come va(newbie)
  • ugosweb scrive:
    Ottime per ladri e delinquenti
    Questo servizio di acquisto via SMS è ottimo per ladri e delinquenti.Ci sono due tipi di vulnerabilità:1) SMS Spoofing.Chiunque abbia accesso ad un SMS gateway (come me ad esempio) può inviare SMS a qualsiasi numero impostando qualsiasi altro numero come mittente.Ciò vuol dire che io posso fare acquisti con shoptext a nome di qualcun altro.2) intercettazione degli SMSGli SMS viaggiano in chiaro.Ciò vuol dire un delinquente può intercettarli lungo il percorso verso l'SMS Center dell'operatore e leggerne il contenuto.Inoltre, ogni SMS viene conservato in dall'operatore in un apposito database accessibile da un certo numero di persone addette.Considerando che il servizio ShopText prevede l'invio via SMS del proprop numero di carta di credito la sicurezza di tale servizio è bassissima.Possibili soluzioni1) basterebbe aggiungere all'SMS una firma digitale per assicurere l'identificazione del mittente e l'integrità del contenuto.2) basterebbe inviare l'SMS cifratoCiao,Ugo Chiricohttp://www.ugosweb.com
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottime per ladri e delinquenti
      Qui si parla della collaborazione con paypal, probabilmente invece della carta di credito, circolerà il nome utente paypal, nn credi ?
      • ugosweb scrive:
        Re: Ottime per ladri e delinquenti
        peggio ancora. almeno se qualcuno mi ruba il num di carta di credito posso sempre rifiutare la transazione e avere il risarcimento. invece se qualcuno invia un SMS con le info paypal non ho alcuna difesa. da paypal non posso rifiutare la transazione.Inoltre per comprare con paypal il commerciante deve essere iscritto al servizio. Se non è iscritto non può vendere con paypal.Ergo, l'insieme di commercianti che aderiscono al servizio è comunque limitato a quelli che hanno già un sito di e-commerce con paypal.A mio parere senza un meccanismo di firma digitale degli SMS le transazioni via SMS possono essere fatte solo per piccole cifre (intorno ad 1 euro come quelle che attualmente vengono fatte per beneficenza).
    • alexjenn scrive:
      Re: Ottime per ladri e delinquenti
      - Scritto da: ugosweb
      Questo servizio di acquisto via SMS è ottimo per
      ladri e
      delinquenti.

      Ci sono due tipi di vulnerabilità:

      1) SMS Spoofing.
      Chiunque abbia accesso ad un SMS gateway (come me
      ad esempio) può inviare SMS a qualsiasi numero
      impostando qualsiasi altro numero come
      mittente.

      Ciò vuol dire che io posso fare acquisti con
      shoptext a nome di qualcun
      altro.
      Interessante.Ma più interessante è come te la ingegneresti poi per ritirare la merce dall'indirizzo del malcapitato.
      • ugosweb scrive:
        Re: Ottime per ladri e delinquenti
        e se fosse il commerciante (o qualcuno per lui) a inviare ordini con SMS fasulli?Un po' come avviene oggi su ebay dove amici si scambiano offerte fasulle tra loro per far salire il prezzo di un bene all'asta.il commerciante si assicurerebbe un bel numero di vendite che i malcapitati acquirenti non potrebbero ripudiare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ottime per ladri e delinquenti
        Ecco, il punto è che non si può rubare nulla, per fortuna. Al massimo si fa recapitare qualcosa a casa di qualcuno a sue spese e finisce lì. E questo qualcuno quando succede s'incazza, denuncia e si pesca il furbetto. La fiction finisce qui!
        • ugosweb scrive:
          Re: Ottime per ladri e delinquenti
          e come lo peschi il furbetto?tale furbetto ha usato un proxy anonimo per accedere al SMS gateway dal quale ha inviato l'SMS a mio nome.il commerciante si becca i soldi, il furbetto se la ride e il signore che ha ricevuto il bene se lo prende in quel posto.ciao
Chiudi i commenti