Accessibilità europea del Web più vicina

Si tratta di UWEM, metodologia di valutazione web unificata per valutare l'accessibilità. La prima versione è stata definita da 24 organizzazioni europee ed è ora disponibile per commenti


Roma – Sono 24 le organizzazioni che hanno lavorato assieme per definire una metodologia di valutazione web unificata, denominata Unified Web Evaluation Methodology (UWEM), sviluppata per promuovere una metodologia di valutazione dell’Accessibilità comune in Europa. UWEM si basa sulle Web Content Accessibility Guidelines 1.0 definite dal World Wide Web Consortium (W3C) Web Accessibility Initiative (WAI).

Le organizzazioni coinvolte collaborano a tre progetti di ricerca europei (FP6 IST) nell’aerea dell’ e-inclusion , pensata per spingere sull’acceleratore per l’inclusione di tutti nei servizi e nelle opportunità della Società dell’Informazione. Non a caso lo sviluppo di UWEM è supportato finanziariamente dalla Commissione Europea (nonché da DG Information Society e Media).

“La metodologia – si legge in una nota – dovrebbe assicurare che il monitoraggio su larga scala e le valutazioni locali siano confrontabili fra loro e coerenti con la Web Accessibility Initiative del W3C/WAI. La metodologia sarà sincronizzata e si adatterà alle modifiche che avverranno nella fase di adattamento e transizione dalle WCAG 1.0 alle WCAG 2.0. In questo modo, UWEM intende migliorare il supporto e gli strumenti per la valutazione, certificazione e benchmark dei contenuti web”.

La versione 0.5 di UWEM è stata distribuita per commenti il 14 ottobre 2005. Maggiori informazioni sulla metodologia ed il documento sono disponibili online . È possibile partecipare allo sviluppo della metodologia commentando il documento direttamente dal sito, dove a breve sarà disponibile un forum di confronto e dove sarà possibile inviare i propri commenti e suggerimenti.

Questi i progetti che stanno sviluppando UWEM:

EIAO
Il progetto EIAO svilupperà una macchina in grado di eseguire misurazioni automatizzate per la creazione di un prototipo dell’Osservatorio Europeo dell’Accessibilità Internet. Misurazioni ripetute frequentemente saranno disponibili online grazie ad un dataware house che consentirà benchmark su larga scala e fornirà una base per la creazione di policy, ricerche e azioni rivolte al miglioramento dell’accessibilità dei contenuti internet.

Support-EAM
Proporrà una strategia per creare un Web Accessibility Quality Mark per i servizi web a partire dalla fine del 2005, come richiesto del piano d’azione eEurope2005: Una società dell’informazione per tutti .
Il progetto fa esplicito riferimento alla Council Resolution sull’eAccessibility – migliorare l’accesso alle persone disabili alla società basata sulla conoscenza (doc. 5165/03) che invita la Commissione e gli stati membri a “considerare misure per un marchio dell’eAccessibility per beni e servizi conformi ai principali standard per l’Accessibilità”. Il progetto analizzerà la possibilità di utilizzare UWEM come framework per un processo di analisi unificato, come parte integrante dello schema di certificazione europeo dell’accessibilità web.

BenToWeb
Progetto di ricerca finalizzato a supportare il settore pubblico e privato fornendo nuovi moduli software e metodologie per l’accessibilità web che non possono essere misurate dalle applicazioni esistenti a causa della complessità intrinseche. Tra gli aspetti presi in considerazione, particolare attenzione verrà dedicata al contrasto dei colori, alle problematiche legate all’ipovisione e a patologie che influiscono sulla percezione del colore, alla consistenza della navigazione e alla semplicità linguistica.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • garak scrive:
    cifratura
    Io mi accontenterei di una cifratura a 256bit invece che a 128, che la mia banca sostiene essere la massima possibile.Invece è la massima supportata da IE (Internet Exploder) :s
    • Anonimo scrive:
      Re: cifratura
      - Scritto da: garak
      Io mi accontenterei di una cifratura a 256bit
      invece che a 128, che la mia banca sostiene
      essere la massima possibile.
      Invece è la massima supportata da IE (Internet
      Exploder)Che poi in realta' sono solo 96 visto che i rimanenti 32 sono fissi e noti.
  • Anonimo scrive:
    banca intesa le impronte le prende già
    però dice che le tiene solo una settimana...se entra un rapinatore le danno alla polizia, se no dopo una sett.le distruggono...mah, lo faranno davvero? speriamo...io non ho nulla da nascondere ma c...o, che cappa che ci hanno già messo in testa... (vai in africa celestino...!)
  • HotEngine scrive:
    E pensare che...
    ...quando tempo fa dicevo che l'unico metodo sicuro contro il phising era l'adozione di sistemi hardware IN CASA del cliente mi rispondevano che era impossibile far adottare un simile sistema...
    • Anonimo scrive:
      Re: E pensare che...
      - Scritto da: HotEngine
      ...quando tempo fa dicevo che l'unico metodo
      sicuro contro il phising era l'adozione di
      sistemi hardware IN CASA del cliente mi
      rispondevano che era impossibile far adottare un
      simile sistema...Pensa che neanche a me han voluto dare credito quando molto tempo fa' dissi che in ogni casa ci sarebbe stato un televisore! :D
      • HotEngine scrive:
        Re: E pensare che...
        - Scritto da: Anonimo
        Pensa che neanche a me han voluto dare credito
        quando molto tempo fa' dissi che in ogni casa ci
        sarebbe stato un televisore! :DEd infatti hai sbagliato! Ce ne son oalmeno 2 o 3! ;)
  • Anonimo scrive:
    Sono fiero della mia banca
    A parte i due centesimi di interesse che mi ha comunicato oggi con l'estratto conto, c'era anche un foglio che mi informa che da gennaio 2006 si passa a pasword usa e getta, generate ogni 60 secondi da un cosino (tipo una calcolatrice), già usato, per esempio, da wester union.Non faccio pubblicità, ma per capirci la mia banca è quella che tempo fa, attaccata da un pescatore (phisher) che ha creato un sito copia linkando le immagini direttamente dal sito della banca, le ha cambiate con delle belle immagini con scritto CRACKED a lettere cubitali.Questi Signori hanno davvero a cuore la loro reputazione, che vuol dire maggiore sicurezza per noi clienti.Per una volta posso dire di essere contento della mia banca.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono fiero della mia banca
      - Scritto da: Anonimo
      A parte i due centesimi di interesse che mi ha
      comunicato oggi con l'estratto conto, c'era anche
      un foglio che mi informa che da gennaio 2006 si
      passa a pasword usa e getta, generate ogni 60
      secondi da un cosino (tipo una calcolatrice), già
      usato, per esempio, da wester union.La mia banca lo permetto da parecchi mesi, così come moltissime altre banche italiane
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono fiero della mia banca
      - Scritto da: Anonimo
      A parte i due centesimi di interesse che mi ha
      comunicato oggi con l'estratto conto, c'era anche
      un foglio che mi informa che da gennaio 2006 si
      passa a pasword usa e getta, generate ogni 60
      secondi da un cosino (tipo una calcolatrice), già
      usato, per esempio, da wester union.
      Non faccio pubblicità, ma per capirci la mia
      banca è quella che tempo fa, attaccata da un
      pescatore (phisher) che ha creato un sito copia
      linkando le immagini direttamente dal sito della
      banca, le ha cambiate con delle belle immagini
      con scritto CRACKED a lettere cubitali.
      Questi Signori hanno davvero a cuore la loro
      reputazione, che vuol dire maggiore sicurezza per
      noi clienti.
      Per una volta posso dire di essere contento della
      mia banca.la mia banca di queil cosi li ... ( generatori di one time password con chiavi RSA ) me ne ha dati un paio gia' qualche tempo fa! non faccio nomi ma e' quella banca che voleva essere acquistata dai baschi e per fortuna e' rimasta italiana.Alex :-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono fiero della mia banca
      Vi ringrazio dei vostri apprezzamenti.FirmatoColui che ha portato i One-Time-Token in Italia prima presso Bankyou/Banca24-7, poi in BNL e adesso ha convinto i colleghi di un altra grande banca a far lo stesso ;)Ma la battaglia non finisce qui, ora c'è da organizzare il prossimo presidio!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono fiero della mia banca
      Io il cosino generatore di OTPs (One time password) l'ho ricevuto dalla mia banca ormai da un'anno. Prima usava un certificato di sicurezza con crittazione in tutti e due i sensi, era già abbastanza sicuro, ma ora è anche molto più pratico, posso collegarmi ovunque.- Scritto da: Anonimo
      A parte i due centesimi di interesse che mi ha
      comunicato oggi con l'estratto conto, c'era anche
      un foglio che mi informa che da gennaio 2006 si
      passa a pasword usa e getta, generate ogni 60
      secondi da un cosino (tipo una calcolatrice), già
      usato, per esempio, da wester union.
      Non faccio pubblicità, ma per capirci la mia
      banca è quella che tempo fa, attaccata da un
      pescatore (phisher) che ha creato un sito copia
      linkando le immagini direttamente dal sito della
      banca, le ha cambiate con delle belle immagini
      con scritto CRACKED a lettere cubitali.
      Questi Signori hanno davvero a cuore la loro
      reputazione, che vuol dire maggiore sicurezza per
      noi clienti.
      Per una volta posso dire di essere contento della
      mia banca.
Chiudi i commenti