Acer lancia un home server Atom-based

Il produttore taiwanese ha introdotto sul mercato un home server che utilizza un processore Atom e il sistema operativo Windows Mobile. Grazie a quattro bay, il sistema può supportare fino a 8 terabyte di spazio disco
Il produttore taiwanese ha introdotto sul mercato un home server che utilizza un processore Atom e il sistema operativo Windows Mobile. Grazie a quattro bay, il sistema può supportare fino a 8 terabyte di spazio disco

Acer ha introdotto nella propria linea easyStore il suo primo home server Atom-based, un sistema a basso consumo rivolto soprattutto a quelle famiglie che possiedono più di un PC e necessitano di un dispositivo per l’archiviazione centralizzata dei propri file e backup.

la macchina L’Aspire easyStore Home Server, modello AH340-UA230N, monta di serie un hard disk da 1 terabyte ma, grazie alla presenza di quattro bay integrati da 3,5 pollici, l’utente può montare altri tre dischi in hot swap per una capacità massima complessiva di 7 TB (8 se si sostituisce l’hard disk fornito da Acer con un modello da 2 TB). Il sistema è poi equipaggiato con 2 GB di RAM, una porta eSATA, 4 porte USB 2.0 e una interfaccia di rete Gigabit Ethernet.

La CPU è costituita da un Atom 230 a 1,6 GHz, che si differenzia dal ben più noto N270 per il TDP più elevato (pari a 4 watt), il package più grande e il supporto ai 64 bit.

Grazie al suo home server, Acer afferma che i membri di una famiglia possono accedere ai propri contenuti digitali – foto, video, musica, documenti ecc – da qualunque luogo (sia interno che esterno alla casa) e in qualunque momento della giornata.

L’Aspire easyStore Home Server rivaleggia in modo abbastanza diretto con il server MediaSmart LX195 di HP, con cui ha in comune il processore e il sistema operativo Windows Home Server.

Attualmente l’home server di Acer è in vendita in USA al prezzo di 400 dollari. L’azienda taiwanese non ha ancora annunciato se e quando l’Aspire easyStore Home Server raggiungerà l’Europa.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 05 2009
Link copiato negli appunti