Adobe: così la produzione video va sul cloud

Adobe: così la produzione video va sul cloud

Una soluzione per la produzione video sul cloud, funzionalità inedite per Camera to Cloud, Premiere Pro e After Effects: novità da Adobe.
Una soluzione per la produzione video sul cloud, funzionalità inedite per Camera to Cloud, Premiere Pro e After Effects: novità da Adobe.

Una soluzione di collaborazione basata sul cloud, per la ripresa di contenuti su set virtuali, la prima al mondo nel suo genere. È quanto annunciato oggi da Adobe. Facendo leva su un’inedita integrazione tra Adobe Camera to Cloud e Mo-Sys, resa possibile da Frame.io, gli addetti ai lavori possono ora vedere il risultato degli effetti visivi durante le registrazioni.

Soluzione integrata per la produzione video sul cloud

In questo modo, i professionisti del settore possono beneficiare di un’elaborazione istantanea e della velocità tipica della produzione virtuale. Riportiamo di seguito il commento di Scott Belsky, Chief Product Officer e EVP di Creative Cloud.

Adobe è in prima linea nella fornitura di soluzioni video basate sul cloud che consentono la collaborazione e flussi di lavoro creativi molto più rapidi. Con Premiere Pro, Frame.io e Camera to Cloud, stiamo collegando l’intero processo di creazione video, dall’acquisizione della telecamera alla consegna del prodotto finale, consentendo agli utenti di collaborare attraverso nuove modalità, da qualsiasi luogo.

Nell’occasione, sono inoltre state presentate nuove integrazioni che estendono Camera to Cloud a un numero maggiore di dispositivi (il monitor Zato Connect di Atomos, il trasmettitore Serv Micro di Teradek e l’encoder/decoder Prism Flex di Teradek), oltre a versioni aggiornate di Premiere Pro e After Effects con le seguenti funzionalità inedite.

Premiere Pro

  • Implementazione di strumenti per la gestione dei sottotitoli che consentono di accedere rapidamente ai tool per l’editing e ai layers, nuove opzioni di riempimento per aggiungere texture e grafica all’interno del testo e nuove modalità di esportazione per condividere il testo con il resto del team creativo;
  • il miglioramento del Ducking Audio modifica la posizione delle dissolvenze generate automaticamente sotto i dialoghi, rendendo più facile far emergere i contenuti rispetto alla musica;
  • GPU-accelerated Unsharp Mask e Posterize Time Filters consentono di risparmiare tempo scaricando il lavoro dalla CPU alla scheda grafica.

After Effects

  • Le Nuove Etichette di Colori Keyframe consentono agli utenti di trovare rapidamente le parti importanti di un’animazione in base al loro colore;
  • Track Matte Layers (Public Beta) consente agli utenti di scegliere qualsiasi livello come track matte per semplificare il montaggio;
  • Esportazioni rapide con codifica H.264 nativa (Pubic Beta) che utilizzano l’accelerazione hardware per eseguire il rendering di file H.264 direttamente da After Effects.

Tutte le novità saranno in mostra presso lo stand Adobe dell’evento IBC Show 2022 al via oggi ad Amsterdam.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Adobe
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 set 2022
Link copiato negli appunti