Adobe Creative Cloud, da oggi con Frame.io

Adobe Creative Cloud, da oggi con Frame.io

Novità importanti per gli abbonati alla suite Creative Cloud di Adobe: una di queste riguarda la piattaforma per la collaborazione video.
Novità importanti per gli abbonati alla suite Creative Cloud di Adobe: una di queste riguarda la piattaforma per la collaborazione video.

Oggetto dell’acquisizione messa a segno la scorsa estate, la piattaforma Frame.io per la collaborazione video è da oggi disponibile senza alcuna spesa aggiuntiva per i milioni di abbonati alla suite Adobe Creative Cloud. Si tratta di una delle novità annunciate dalla software house.

Frame.io fa parte della suite Adobe Creative Cloud

Ciò significa che gli addetti ai lavori e i loro partner (dai producer alle agenzie, fino ai clienti), saranno in grado di interagire con i progetti in fase work in progress con modalità semplici e immediate, facendo leva sulle potenzialità del cloud. Questo vale, ad esempio, per la revisione e per l’approvazione delle modifiche apportate in fase di editing. Il filmato di seguito illustra in modo piuttosto esplicativo la dinamica. Questo il commento di Steve Warner, Vice President of Digital Video and Audio per Adobe.

La combinazione di Premiere Pro e Frame.io offre agli utenti l’unica soluzione end-to-end al mondo per la creazione di video, dall’acquisizione all’editing fino all’output finale. Questo è il primo passo verso la creazione di una potente piattaforma basata su cloud per il futuro della creazione di video.

Ecco quali sono le novità legate a Frame.io che entrano a far parte del pacchetto Creative Cloud, senza alcun costo extra:

  • possibilità di condividere i progetti ancora work in progress con un numero illimitato di utenti in qualsiasi parte del mondo;
  • ricezione di commenti e annotazioni accurati per ogni fotogramma, direttamente all’interno di Premiere Pro e After Effects, senza abbandonare la timeline;
  • utilizzo della tecnologia di trasferimento file accelerato per caricare e scaricare rapidamente i contenuti multimediali, con 100 GB di spazio di archiviazione dedicato;
  • facoltà di lavorare su cinque progetti diversi contemporaneamente con un altro utente da remoto;
  • possibilità di lavorare con Camera to Cloud per ottenere il materiale girato.

Novità anche per After Effect e Premiere Pro

A questo, sempre in relazione a Creative Cloud, si aggiungono update per After Effect (supporto nativo Apple M1, rilevamento Modifiche Scena basato sull’intelligenza artificiale Sensei, visualizzatore esteso per livelli 2D e 3D) e Premiere Pro (importazione riprogettata, Colore Automatico basato su Sensei, miglioramenti alla gestione del flusso di lavoro, nuove risorse gratuite Adobe Stock). Tutti i dettagli sulle pagine del blog ufficiale.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Fonte: Adobe
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 12 apr 2022
Link copiato negli appunti