ADSL? WiFi? Roseto (Abruzzo) vi aspetta

Ne parla il rappresentante locale di Anti Digital Divide che spiega cosa significa attendere la banda larga per sei anni e poi vederla arenarsi in Municipio

Roma – Dal lontano 2001 mi occupo del divario digitale che affligge le nostre zone, problema che purtroppo si riscontra in moltissimi paesi d’Italia. Tanto che tre anni fa ci siamo riuniti formando un’associazione di volontari, Anti Digital Divide, raggiungibile su antidigitaldivide.org , un sito che ormai conta oltre 4000 iscritti da tutta la nazione.

Mi chiamo Fabrizio Di Donato, sono il rappresentante per la provincia di Teramo di questa associazione, e voglio portarvi a conoscenza di una penosa situazione che si protrae dalla “notte dei tempi”.

Sei anni. Sono sei lunghissimi anni che tre frazioni del comune di Roseto degli Abruzzi aspettano la banda larga (internet veloce). Cologna Spiaggia, Piane Tordino, Cologna Paese: tre frazioni unite dal triste primato di essere le uniche dell’intero territorio comunale ad essere completamente tagliate fuori da un servizio ormai indispensabile.

Ebbene, dopo tutto questo tempo, una società che eroga banda larga tramite tecnologia WiFi (senza fili), la Ruzzo Reti Network, si offre di coprire le tre frazioni e il comune convenziona il tutto. Partono le pre adesioni, nel mese di maggio i cittadini delle tre frazioni raccolgono 45 firme, ossia 45 possibili contratti adsl. Come richiesto dalla Ruzzo Reti, invio le firme al Comune, dove qualcuno dovrebbe suddividerle a seconda delle zone, per poi inviarle alla Ruzzo Reti Network.

Ci si aspetta che dopo un paio di settimane tutto vada a buon fine, ossia che queste firme giungano alla società interessata per dare inizio ai lavori.
E qui sta il problema.

Le firme sono arrivate al Comune di Roseto degli Abruzzi il 4 giugno, e oggi, dopo un mese d’attesa, sono ancora ferme al solito posto.

Con tutta la mia buona volontà, posso e voglio capire che la lista degli impegni che gravano sulle spalle di chi lavora al comune sia lunga, ma non mi si venga a parlare di priorità, non dopo sei anni d’attesa!

Durante le prime due settimane di giugno ho avuto contatti attraverso delle mail con l’addetto comunale, e mi rassicuravano che, non appena avessero inviato le firme alla Ruzzo Reti, sarei stato avvisato. Nessun segno di vita.

Attraverso il sito del comune ho contattato vari assessori, sempre via mail, dato che sul sito stesso quasi ogni assessore è provvisto di un proprio contatto.
Nessun segno di vita.

Quindi mi vedo qui pubblicamente costretto a porre una semplice e scontatissima domanda ai nostri rappresentanti comunali QUANTO TEMPO CI VUOLE PER SUDDIVIDERE GEOGRAFICAMENTE 45 FIRME? QUANDO INVIERETE LE SUDDETTE FIRME ALLA RUZZO RETI?

Varie volte ho telefonato al comune, stavolta ho preferito evitare, perché non è bello essere sbattuti da un interno all’altro senza giungere a nulla.
Speravamo di avere la banda larga prima d’agosto, mese di vacanze, ormai è logico che il tutto slitterà a settembre.

I cittadini colognesi sono stufi di aspettare, dato che lo fanno da sei anni, quindi è ora di conoscere tempistiche esatte, dato che il tempo scorre, nessuno lo ferma, e la pazienza diminuisce.

Cordiali saluti.

Fabrizio Di Donato
Responsabile Provincia Teramo per
Anti Digital Divide

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Saverio scrive:
    Da inviare nei campi nomadi!
    ...naturalmente con un lanciafiamme al posto del taser.
  • Mad_Griffith scrive:
    Freedom call
    Già mi vedo a 40 anni arruolato in milizie di ribelli a contrastare plotoni di robottoni impazziti per far riguadagnare a me e ai miei fratelli la libertà.Non credo di correre eccessivamente con l'immaginazione.
  • John scrive:
    Vita dura per i no-global
    Credo che a quel punto, le manifestazioni dei no-global saranno praticamente inesistenti.
  • rescog scrive:
    ed-201
    ci siamo quasi...
  • ottomano scrive:
    Il falso positivo...
    Verrà definito "Falso Positivo" un povero innocente fulminato per errore da un robo-taser?A quando l'uso di tali tecnologie per il controllo delle folle?Vogliamo davvero un Bava-Beccaris 2.0?http://it.wikipedia.org/wiki/Fiorenzo_Bava-Beccarisbye
  • alzaimero scrive:
    altri usi dell'intelligenza
    non e che potrebbero far dei robot sminatori o che raccolgano i rifutio che strappino le erbacce nei campio che sparino ai politi incapaci
  • Marco Bello scrive:
    Runaway filem del 1984
    Con Tom Selleck. Se vi capita guardatelo, è un futuro dove aspirapolveri evoluti fannno da sentinelle nei palazzi.. proprio con scariche elettrice non letali.
    • AnonimoTori nese scrive:
      Re: Runaway filem del 1984
      Già, e dove è stato necessario creare una polizia ad hoc per controllare i reati connessi all'uso dei robot.Bell'incubo.
  • Vortigaunt scrive:
    La foto mi ricorda....
    Johnny 5 del film Corto Cirucuito...chissà magari questo è un primo beta... ;)
  • Bauscia scrive:
    Responsabilita'?
    Mi piacerebbe tanto sapere di chi sarebbe la responsabilita' in caso di abuso di una macchina del genere. Ci si appella al software che non funziona? l'invisibilita' di chi e' alla console di guida, e' uno sprone ad abusarne.Politicamente bocciato: un oggetto del genere e' troppo pericoloso. Un paese come il nostro che non sa smaltire la spazzatura, figuriamoci se sa gestire un oggetto potenzialmente letale come quello.
  • Signor Anderson scrive:
    puntata de "6 million dollar man"
    ve la ricordate la puntata de "L'uomo da 6 milioni di dollari" con un coso di questi impazzito? :)roba di 30 anni fa... non ci pensa nessuno... ragazzi la fantascienza va presa molto più sul serio, se si tratta di buona fantascienza. ;)
  • Mary scrive:
    IROBOT
    Io di questa azienda ho comprato l'aspirapolvere robot roomba e funziona benissimo, il miglior acquisto della mia vita!Forse sarebbe meglio se si dedicassero solo agli aspirapolvere e lasciassero perdere il resto..
    • Armisael Garrick scrive:
      Re: IROBOT
      Come il robottino che pulisce i rifiuti in una scena di Chouyonjisai Macross: Aioboeteimasuka? quanto costa? la mia cameretta abbisogna spesso di una passata.
    • Burp scrive:
      Re: IROBOT
      - Scritto da: Mary
      il miglior acquisto della mia vita!Porca miseria, se la dice lunga.
  • nuclear strength scrive:
    strategia bellica e tattica militare
    purtroppo mi sà tanto che è così conveniente dal punto di vista tattico avere un robot che faccia da soldato che ne vederemo sempre di più, il robot non "Muore", esegue sempre gli ordini ed è difficile che tradisca (eccetto scenari alla ghos tin the shell)...nè prova paurain uno scenario sia di guerriglia urbana sia di guerra non-tradizionale (batteriologica) un cosetto del genere con una mitralgietta al posto del teaser torna utile.ne vedremo sempre di piu', ma posso appunto capire viste le motivazioni tattiche un robot da guerra ma questo qui dovrebbe avere a che fare con i civili in situazione di calma o cosa?... non è la stessa cosa, questo qui che vantaggi ha rispetto ad un umano? la paga? o forse invece servirebbe i situazioni "tese" come una manifestazione politica....anche qui pero' non ha molto senso...o forse si...proprio perchè ormai i militari e le forze dell'ordine considerano una tale evenienza alla stregua di una guerriglia urbana....a prioriio per prima cosa se ne vedessi uno circolare dove bazzico io farei in modo di farmi riprendere mentre questo mi elettrizza senza motivo, cercherei un errore della logica di "ingaggio" e poi farei il culo a pallini alla società che lo produce con una bella causa di risarcimento.ditemi pure che sono un italiota che sfrutta sempre gli espedienti ma non mi sembra una grande idea questa delrobot *civile* armato
    • Armisael Garrick scrive:
      Re: strategia bellica e tattica militare
      A dire a verita un robot può malfunzionare, ma non può ribellarsi a meno che non abbia un computer con un nucleo AI che è formato da cellule neuronali organiche. La cosidetta rivolta dei robot in realtà non è fattibile, a meno che ogni robot non abbia cellule neuronali come nucleo dell'AI. Ma anche in quel caso, la rivolta totale non ci sarebbe, poichè ogni robot sarebbe in grado di decidere per se stesso e si avrebbero sostenitori ed oppositori e neutrali, proprio come noi uomini.In ogni caso l'uso di quell'affare è decisamente più inquietante dei robot che aiutano gli anziani in giappone.
    • AnonimoTori nese scrive:
      Re: strategia bellica e tattica militare
      - Scritto da: nuclear strength
      ne vedremo sempre di piu', ma posso appunto
      capire viste le motivazioni tattiche un robot da
      guerra ma questo qui dovrebbe avere a che fare
      con i civili in situazione di calma o cosa?...
      non è la stessa cosa, questo qui che vantaggi ha
      rispetto ad un umano? la paga? o forse invece
      servirebbe i situazioni "tese" come una
      manifestazione politica....anche qui pero' non ha
      molto senso...o forse si...proprio perchè ormai i
      militari e le forze dell'ordine considerano una
      tale evenienza alla stregua di una guerriglia
      urbana....a
      prioriManifestazione "sediziosa". Niente dubbi. Niente coscienza.Perfetto!
    • anonim scrive:
      Re: strategia bellica e tattica militare
      Se un robot "muore" non c'è l'impatto emotivo sull'opinione pubblica che hanno i morti umani.Se in Irak invece di marines fossero "morti" 3000 robot l'amministrazione bush non avrebbe di che preoccuparsi....
  • Roberto Lombi scrive:
    mah
    arma non letale? non ricordo bene ma meno di qualche settimana fa è stato annunciato il primo morto da taser....magari una bella rivolta delle macchine in stile Terminator, questi americani devono darsi pace...
  • Kandy scrive:
    Re: Pazzesco
    in effetti è impressionante, anche se la maggior parte delle innovazioni lo sono, all'inizio. Poi - per ora - l'uomo se l'è sempre cavata...
  • Comet scrive:
    Pazzesco
    Robocop è un film, Terminator è un film. E' fantasia. L'epilettico che invece è morto a causa del taser è realtà.Qualcuno lo spieghi a questi signori...
    • anonimo scrive:
      Re: Pazzesco
      ringraziamo che gli hanno dato il taster gli americani... se erano italiani erano vigilini (di merda)col blocco delle multe
      • JoJo79 scrive:
        Re: Pazzesco
        - Scritto da: anonimo
        ringraziamo che gli hanno dato il taster gli
        americani... se erano italiani erano vigilini (di
        merda)col blocco delle
        multeSe alle 4.18 di notte devi scrivere queste idiozie è meglio che tu dorma, dammi retta.
  • tommy scrive:
    Differenze fra giappone, corea e USA?
    Che brutta notizia... mentre in giappone e corea sono ormai arrivati al robot umanoide, con finalità esclusivamente pacifiche, e in corea se non sbaglio hanno addirittura proposto una legge che stabilisce che ogni robot debba seguire le leggi della robotica, gli stati uniti spendono i loro soldi per costruire un aggeggio con due cingoli e appena possono gli danno una pistola.Forse seguono semplicemente la loro cultura in fatto di armi... ma veramente si delinea un brutto futuro per gli stati uniti.
    • asasa scrive:
      Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
      - Scritto da: tommy
      Che brutta notizia... mentre in giappone e corea
      sono ormai arrivati al robot umanoide, con
      finalità esclusivamente pacifiche, e in corea se
      non sbaglio hanno addirittura proposto una legge
      che stabilisce che ogni robot debba seguire le
      leggi della robotica, gli stati uniti spendono i
      loro soldi per costruire un aggeggio con due
      cingoli e appena possono gli danno una
      pistola.
      Forse seguono semplicemente la loro cultura in
      fatto di armi... ma veramente si delinea un
      brutto futuro per gli stati
      uniti.Ti sbagli. Tu ti basi solo su quello che i media ti mostrano.La società giapponese è fortemente orientata alla robotica, che sia fumettistica, domestica o industriale, i media si concentrano sui prodotti innovativi ed allo stato dell'arte. Stessa cosa ma in misura minore in Corea.Sotto c'è molto di più. La Samsung è la prima azienda ad aver creato sentinelle armate e dotate di intelligenza artificiale; possono decidere. Sono armate di mitragliatrice cal 7,62 o anche con cannoncini. Molte altre società collaborano con la Difesa.Il Giappone è leader nell automazione bellica,solo che è un Paese pacifista (in apparenza) e quindi non se ne parla.Gli USA devono mantenere la leadership mondiale e quindi il loro investimento in difesa è immenso ma procedono per piccoli passi conla pragmaticità dei paesi anglosassoni. Sto coso è la versione civile dei robot attualmente in servizio in Afghanistan. Oggi sono così, ma dietro l'angolo sono già pronti dei robot umanoidi tali e quali ai modelli civili giapponesi (dai quali derivano, sviluppo condiviso) ma orientati alla guerra.
      • Roberto Lombi scrive:
        Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
        - Scritto da: asasa
        - Scritto da: tommy

        Che brutta notizia... mentre in giappone e corea

        sono ormai arrivati al robot umanoide, con

        finalità esclusivamente pacifiche, e in corea se

        non sbaglio hanno addirittura proposto una legge

        che stabilisce che ogni robot debba seguire le

        leggi della robotica, gli stati uniti spendono i

        loro soldi per costruire un aggeggio con due

        cingoli e appena possono gli danno una

        pistola.

        Forse seguono semplicemente la loro cultura in

        fatto di armi... ma veramente si delinea un

        brutto futuro per gli stati

        uniti.

        Ti sbagli. Tu ti basi solo su quello che i media
        ti mostrano.La società giapponese è fortemente
        orientata alla robotica, che sia fumettistica,
        domestica o industriale, i media si concentrano
        sui prodotti innovativi ed allo stato dell'arte.
        Stessa cosa ma in misura minore in
        Corea.
        Sotto c'è molto di più. La Samsung è la prima
        azienda ad aver creato sentinelle armate e dotate
        di intelligenza artificiale; possono decidere.
        Sono armate di mitragliatrice cal 7,62 o anche
        con cannoncini. Molte altre società collaborano
        con la
        Difesa.
        Il Giappone è leader nell automazione
        bellica,solo che è un Paese pacifista (in
        apparenza) e quindi non se ne
        parla.

        Gli USA devono mantenere la leadership mondiale e
        quindi il loro investimento in difesa è immenso
        ma procedono per piccoli passi conla pragmaticità
        dei paesi anglosassoni.

        Sto coso è la versione civile dei robot
        attualmente in servizio in Afghanistan. Oggi sono
        così, ma dietro l'angolo sono già pronti dei
        robot umanoidi tali e quali ai modelli civili
        giapponesi (dai quali derivano, sviluppo
        condiviso) ma orientati alla
        guerra.quello che dice asasa è tutto vero, non c'è differenza, in corea non ricordo quali aziende producono robot con installati mp5 da assalto roba che neanche i carabinieri tengono quella roba, non scherziamo qua si sta passando alla pazzia più totale in TUTTO il mondo
        • Valmont scrive:
          Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
          - Scritto da: Roberto Lombi
          - Scritto da: asasa

          - Scritto da: tommy


          Che brutta notizia... mentre in giappone e
          corea


          sono ormai arrivati al robot umanoide, con


          finalità esclusivamente pacifiche, e in corea
          se


          non sbaglio hanno addirittura proposto una
          legge


          che stabilisce che ogni robot debba seguire le


          leggi della robotica, gli stati uniti
          spendono
          i


          loro soldi per costruire un aggeggio con due


          cingoli e appena possono gli danno una


          pistola.


          Forse seguono semplicemente la loro cultura in


          fatto di armi... ma veramente si delinea un


          brutto futuro per gli stati


          uniti.



          Ti sbagli. Tu ti basi solo su quello che i media

          ti mostrano.La società giapponese è fortemente

          orientata alla robotica, che sia fumettistica,

          domestica o industriale, i media si concentrano

          sui prodotti innovativi ed allo stato dell'arte.

          Stessa cosa ma in misura minore in

          Corea.

          Sotto c'è molto di più. La Samsung è la prima

          azienda ad aver creato sentinelle armate e
          dotate

          di intelligenza artificiale; possono decidere.

          Sono armate di mitragliatrice cal 7,62 o anche

          con cannoncini. Molte altre società collaborano

          con la

          Difesa.

          Il Giappone è leader nell automazione

          bellica,solo che è un Paese pacifista (in

          apparenza) e quindi non se ne

          parla.



          Gli USA devono mantenere la leadership mondiale
          e

          quindi il loro investimento in difesa è immenso

          ma procedono per piccoli passi conla
          pragmaticità

          dei paesi anglosassoni.



          Sto coso è la versione civile dei robot

          attualmente in servizio in Afghanistan. Oggi
          sono

          così, ma dietro l'angolo sono già pronti dei

          robot umanoidi tali e quali ai modelli civili

          giapponesi (dai quali derivano, sviluppo

          condiviso) ma orientati alla

          guerra.


          quello che dice asasa è tutto vero, non c'è
          differenza, in corea non ricordo quali aziende
          producono robot con installati mp5 da assalto
          roba che neanche i carabinieri tengono quella
          roba, non scherziamo qua si sta passando alla
          pazzia più totale in TUTTO il
          mondoProvando a pensare al più fosco degli scenari futuri, il rischio dei robot automatici rispetto alle normali armi le quali hanno bisogno di un agente umano è la potenziale concentrazione di un potere militare nelle mani di pochissimi individui oltre ad una militarizzazione capillare del territorio a basso costo Finora comunque la maggiorparte dei soldati e gli agenti di polizia non ha mai dimostrato grandi doti di autonomia decisionale. Rimane il dubbio sui costi.
          • Caleb scrive:
            Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
            In fondo quello che preoccupa non è il fatto in sè di avere un robot del genere, ma che gli venga montato un sistema operativo della nuova serie "Microsoft Windows Warfare Schizofrenic Automation Edition" e che si metta ad elettrizzare la gente a caso ... ROTFL :-P
          • pippo75 scrive:
            Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
            - Scritto da: Caleb
            In fondo quello che preoccupa non è il fatto in
            sè di avere un robot del genere, ma che gli venga
            montato un sistema operativo della nuova serie
            "Microsoft Windows Warfare Schizofrenic
            Automation Edition" e che si metta ad
            elettrizzare la gente a caso ... ROTFL
            :-Pin realta' windows, per queste cose e' il SO piu' affidabile.possibili situazioni:- schermata blu: il robot e' stato bloccato per evitare errori al sistema- tempo di attivazione scaduto, il robot deve essere attivato.- Il robot ha commesso un errore e sara' chiuso.......
          • ... scrive:
            Re: Differenze fra giappone, corea e USA?
            No "verrà chiuso", "verrà terminato": invia una chiamata wi-fi al robot più vicino che lo prenderà a fucilate
  • SklErø scrive:
    che schifo
    ..new world order, a palo proprio..
Chiudi i commenti