AGCOM, pensiero digitale

Camera e Senato confermano la nomina di Angelo Marcello Cardani alla presidenza dell'Autorità. Si attende il decreto del Presidente della Repubblica. Mentre il bocconiano parla di mercato unico digitale e sviluppo di un paese in ritardo

Roma – Il segnale di via libera dalla commissione Lavori pubblici e Comunicazioni del Senato. Con 21 voti favorevoli e un solo astenuto , Palazzo Madama ha confermato la nomina di Angelo Marcello Cardani ai vertici dell’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni (AGCOM). È il secondo esito positivo dopo quello alla commissione Trasporti della Camera, dove Cardani era stato confermato con 36 voti favorevoli a fronte di un quorum richiesto di 29.

In attesa del decreto di nomina firmato dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano , Cardani sembra pronto per la primissima riunione dei suoi sette anni nella sede di Via Isonzo. Le tematiche sono tra le più spinose, come evidenziato dalla redazione di Punto Informatico nelle interviste ai vari papabili per i quattro posti da commissario.

“L’economia digitale può fare molto per lo sviluppo dell’Italia – ha spiegato Cardani dopo il voto al Senato – Il nostro paese è molto indietro e proprio perché è in una posizione arretrata ha un enorme potenziale di crescita: bisogna colmare il divario con la concorrenza in Europa”. All’alba del suo insediamento alla presidenza di AGCOM, Cardani ha illustrato in poche parole la sua filosofia di base: “pensare digitale”.

“I problemi connessi con la rivoluzione digitale – ha continuato Cardani – sono da una parte strettamente tecnici (e credo che l’Autorità sia equipaggiata per affrontarli) ma c’è anche un altro livello più politico, perché non coinvolge la sfumatura di confini tecnica esistente tra i vari settori ma il nuovo rimescolamento di diritti, tradizioni, libertà individuali, valori. Insomma ormai esiste un vero e proprio ecosistema digitale”.

Il nuovo presidente di AGCOM ha infine ricordato che la stessa economia digitale può fare molto per trainare uno sviluppo intelligente e sostenibile. L’anno 2015 dovrà essere un limite non superabile per la creazione di un vero mercato interno digitale , che si basi sul commercio elettronico, sugli strumenti dell’ e-government nella PA, sul rispetto della proprietà intellettuale.

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • MeX scrive:
    Monti...
    ha trovato il modo di evitare di aumentare di nuovo la benzina...
  • tucumcari scrive:
    venuti incontro?
    (rotfl)(rotfl)(rotfl)Roba da zelig!è un authority quando un vigile ti contesta una violazione "non gli vai incontro" ottemperi e (se c'è) paghi pure la multa....
    • Rover scrive:
      Re: venuti incontro?
      Se per farsi venire incontro l'autorità potesse aggiungere tre zeri alla sanzione, apple correrebbe da primato mondiale
  • attonito scrive:
    Apple: l'antitrust sbaglia
    e cosa avrebbe dovuto dire? "Siamo dei XXXXXXXX, l'antitrust a ragione da vendere?!?" ovvio che non puo dire la verita'.Dai, PI titoli meno XXXXXXXXX almeno una volta ogni tre anni... e' cosi' difficile?
    • Cotton scrive:
      Re: Apple: l'antitrust sbaglia
      ...è triste che tu sia veramente convinto che sia "ovvio che non possa dire la verità"....mi chiedo se te ne renda conto.
      • attonito scrive:
        Re: Apple: l'antitrust sbaglia
        - Scritto da: Cotton
        ...è triste che tu sia veramente convinto che sia
        "ovvio che non possa dire la verità"....mi chiedo
        se te ne renda
        conto.trovami una sola -una!- multinazionale che abbia detto la verita' non costratta da una sentenza di tribunale. Mentono: sempre! bella o brutta, questa e' la realta'! dicono la verita' solo se un tribunale le contanna a farlo tramite pubblicazioni sui giornali, altrimenti solo menzogne.
  • blondie63 scrive:
    multi
    sono Multinazionali, non possono rispettare le leggi dei vari paesi... ehehehe.... banditi !!!!
  • Beetlejuice scrive:
    Apple: l'antitrust sbaglia
    Ho acquistato un mac mini qualche giorno fà, presso lo store Apple di Roma Est, il caro ragazzo che mi ha servito intrattenendomi mentre arrivava il mio mac, mi "spiegava" un pò di cose... ossia cercava di vendermi l'apple care, dicendo che l'assistenza era di 1 (un/uno) anno. Si si direi che si sono adeguati :-D
    • pappopero scrive:
      Re: Apple: l'antitrust sbaglia
      Cosa ha detto di "sbagliato" il caro ragazzo?La garanzia commerciale è di un anno.La garanzia legale ( a tutela dei soli "privati", le aziende o le partite IVA non ne possono usufruire), copre i difetti di conformità (che non sono i guasti) rilevati entro sei mesi dalla data d'acquisto e contestabili al rivenditore entro il secondo anno.Quindi se rilevi un difetto di conformità al settimo mese dalla data d'acquisto, non hai comunque alcun diritto di veder riparato o meglio sostituito il prodotto.
      • Beetlejuice scrive:
        Re: Apple: l'antitrust sbaglia
        Nei primi 24 mesi dalla data di consegna del prodotto il consumatore ha diritto a far valere la garanzia del venditore, che include tra laltro la riparazione o sostituzione gratuita del prodotto non conforme al contratto (articolo 130 del Codice del Consumo).1 anno = 12 mesi...
        • pappopero scrive:
          Re: Apple: l'antitrust sbaglia
          Prodotto non conforme al contratto equivale a guasto?
          • Beetlejuice scrive:
            Re: Apple: l'antitrust sbaglia
            Prodotto non conforme è inteso che ha qualcosa di diverso da quanto comunicato dal venditoreSe un mac si guasta non che lo scaraventi a terra in quel caso è un problema del cliente, ma se si guasta entro 2 anni è responsabile il venditore, se preso da un negozio, o rivenditore autorizzato, se preso in un centro apple tocca a loro rispondere e sostituire il prodotto. Apple care vale 3 anni ma per l'ue la garanzia è 2 anni non uno. http://europa.eu/youreurope/citizens/shopping/shopping-abroad/guarantees/index_it.htmTi cito l'esempio riportato:I due anni di garanzia non possono essere ridotti da una garanzia commercialeCarla ha acquistato un asciugacapelli con una garanzia del venditore di sei mesi.Dopo otto mesi si è rotto e lei lo ha riportato al negozio. Il commesso le ha risposto che la garanzia era scaduta e che non aveva diritto a un rimborso.Carla ha giustamente fatto notare che, ai sensi della normativa europea, disponeva di una garanzia totale di due anni e che la garanzia di sei mesi offerta dal venditore costituiva soltanto una forma di tutela supplementare.
          • Beetlejuice scrive:
            Re: Apple: l'antitrust sbaglia
            Prodotto non conforme è inteso che ha qualcosa di diverso da quanto comunicato dal venditoreSe un mac si guasta non che lo scaraventi a terra in quel caso è un problema del cliente, ma se si guasta entro 2 anni è responsabile il venditore, se preso da un negozio, o rivenditore autorizzato, se preso in un centro apple tocca a loro rispondere e sostituire il prodotto. Apple care vale 3 anni ma per l'ue la garanzia è 2 anni non uno. http://europa.eu/youreurope/citizens/shopping/shopping-abroad/guarantees/index_it.htmTi cito l'esempio riportato:I due anni di garanzia non possono essere ridotti da una garanzia commercialeCarla ha acquistato un asciugacapelli con una garanzia del venditore di sei mesi.Dopo otto mesi si è rotto e lei lo ha riportato al negozio. Il commesso le ha risposto che la garanzia era scaduta e che non aveva diritto a un rimborso.Carla ha giustamente fatto notare che, ai sensi della normativa europea, disponeva di una garanzia totale di due anni e che la garanzia di sei mesi offerta dal venditore costituiva soltanto una forma di tutela supplementare.
  • .... scrive:
    sito ;
    http://store.apple.com/it/buy/home/shop_ipad/family/ipad/new_ipadOgni iPad include 90 giorni di assistenza tecnica telefonica gratuita dalla data di acquisto e la garanzia limitata di un anno.
    • eeeeeep scrive:
      Re: sito ;
      In fondo alla pagina, in piccolo, vicino a "termini e condizioni di vendita" c'è un link "garanzia legale del venditore" che punta ad un PDF che si chiama additional_warranty_italy.pdfHanno soddisfatto le richieste del AGCM, no? ;-)
      • Burp scrive:
        Re: sito ;
        - Scritto da: eeeeeep
        In fondo alla pagina, in piccolo, vicino a
        "termini e condizioni di vendita" c'è un link
        "garanzia legale del venditore" che punta ad un
        PDF che si chiama
        additional_warranty_italy.pdf

        Hanno soddisfatto le richieste del AGCM, no? ;-)No in realtà non viene rispettata comunque. Provato sul campo. Gli App Store si rifiutano di prendere un prodotto in garanzia dopo il primo anno, invece dei 2.
    • eleirbag scrive:
      Re: sito ;
      Guarda che non è scritto così masemplicemente sei tu che non saileggere o che sbagli mondo diimpugnarlo... opss, intendevo versonel leggere quanto riportato dallaclausole di garanzia.Insomma è colpa tua che non li capisci! 8)
Chiudi i commenti