Agcom si esporta in Egitto

Il progetto servirà ad avvicinare le due sponde del Mediterraneo
Il progetto servirà ad avvicinare le due sponde del Mediterraneo

La necessità di avvicinare le regolamentazioni del complesso settore delle telecomunicazioni in paesi diversi è dietro il progetto voluto dall’Unione Europea e che si è aggiudicato l’ Autorità TLC italiana.

Sarà proprio Agcom, infatti, ad interfacciarsi con l’Autorità TLC egiziana NTRA per studiare in modo congiunto l’attuale normativa egiziana nelle TLC e lavorare affinché possa essere armonizzata a quella vigente nell’Unione Europea.

Il progetto, che affida 1,5 milioni di euro all’Authority italiana, consentirà a NTRA di entrare in contatto con l’expertise e il know-how maturato dall’Autorità TLC italiana, e più in generale dagli enti europei di controllo e garanzia del settore, e di far proprie esperienze che possono contribuire ad una più rapida crescita delle TLC egiziane.

L’Autorità TLC non agirà da sola: partner del progetto sono il Formez e la BNetZa.

Corrado Calabrò, presidente dell’Autorità italiana, ha spiegato che entro luglio dovrebbe essere firmato il relativo contratto con NTRA.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 04 2008
Link copiato negli appunti