Alea ACTA est?

Nessuna voce ufficiale, ma le indiscrezioni sul negoziato internazionale sul trattato contro la contraffazione scuotono la Rete

Roma – Il primo ad aver parlato di possibili nuove indiscrezioni sui lavori per il Trattato ACTA ( Anti-COunerfeiting Trade Agreement ) è stato Michael Geist, che dalle pagine del suo blog ha espresso preoccupazione per il testo che si starebbe delineando segretamente nelle negoziazioni che si stanno svolgendo a Seul.

La segretezza è stata richiesta “per motivi di sicurezza nazionale” dall’amministrazione Obama (e anche l’ Europa ne ha appoggiato la necessità) e solo sotto rigidi accordi di non divulgazioni è stato consentito l’accesso a un ristretto numero di persone, tra cui rappresentati di Google, Verizon, Warner, Sony, eBay, MPAA e RIAA. Tuttavia qualche cosa sembra essere sfuggita al controllo imposto, come già era accaduto per i documenti precedenti .

Nell’ultimo ciclo di riunioni si parlava di Internet enforcement measures e sembra che si discutesse di un testo presentato dagli Stati Uniti: tuttavia più che di contraffazione vera e propria si parlerebbe proprio di violazioni del copyright a mezzo Internet.

E quello che sembra trapelare non rassicura gli osservatori . Secondo le fonti di Geist, il testo si concentrerebbe su alcuni argomenti principali che sembrano ricalcare da un lato un accordo commerciale stipulato tra Stati Uniti e Sud Corea, dall’altro i trattati internazionali della WIPO e l’ articolo 41 del TRIPS in materia di controllo dell’applicazione della proprietà intellettuale: in particolare i meccanismi che sembrano essere stati individuati prevederebbero la responsabilità delle parti terze (in particolare gli ISP) su eventuali casi di infrazione di copyright e la conferma della legittimità dei sistemi DRM (con conseguente condanna dei possibili mezzi di aggiramento). Il testo sembra inoltre non prevedere alcun obbligo di garanzia di interoperabilità per i prodotti protetti da sistemi DRM.

La maggiore conseguenza riguarderebbe quindi gli intermediari, che avrebbero dunque obblighi di controllo nei confronti del materiale da loro ospitato: basta pensare all’incredibile lavoro che dovrebbero fare per controllare direttamente ogni singolo video caricato su una piattaforma come YouTube o Flickr per comprendere quanto tale compito sia arduo di per sé.

A preoccupare gli osservatori, inoltre, è il collegamento con il sistema dei tre avvertimenti impiegato per esempio dalle dottrine Sarkozy che stanno prendendo piede a ogni angolo del globo, e dalla pratica della rimozione cautelare . Sembrerebbe , infatti, che i paesi che sottoscriveranno l’ACTA dovranno prevedere un sistema di avvisi e un regime di rimozione che possa permettere di controllare ed eventualmente rimuovere il materiale accusato di infrazione di copyright. Arrivando, ritengono alcuni , anche a disconnettere da Internet l’indirizzo IP dell’abbonato recidivo.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Enjoy with Us scrive:
    Scusate ma...
    100 Mbit a cosa servirebbero? Per caso alla famosa TV on demand? No perchè visto che in Svezia hanno deciso di combattere il P2P, per tutto il resto 4/8 Mbit sono anche sovrabondanti!
  • Southern scrive:
    Vabbè
    2020...Previsioni tra 11 anni...tutti le possiamo fare.Nel 2002 avevo l'adsl a 256k, ora dopo solo 7 anni ho la 20 mega...Nel 2020 avrò sicuramente la 100 mega anch'io, anzi, continuando di questi passi penso molto prima, e sto in Italia...Io i nordici non li idolatro.
  • Valeren scrive:
    Ci arrendiamo
    Ha ragione Grillo.Crucchi, svedesi, finlandesi (lituane :D) : non opporremo resistenza ma per favore venite qui a cacciare questi beoti attaccati come polpi alle poltrone e FATE QUALCOSA.
    • ruppolo scrive:
      Re: Ci arrendiamo
      - Scritto da: Valeren
      Ha ragione Grillo.
      Crucchi, svedesi, finlandesi (lituane :D) : non
      opporremo resistenza ma per favore venite qui a
      cacciare questi beoti attaccati come polpi alle
      poltrone e FATE
      QUALCOSA.quotone!
    • Tuc Everlastin g scrive:
      Re: Ci arrendiamo
      Hai qualche problema a distinguere Finlandia e Lituania?
    • miele millefiori scrive:
      Re: Ci arrendiamo
      - Scritto da: Valeren
      Ha ragione Grillo.
      Crucchi, svedesi, finlandesi (lituane :D) : non
      opporremo resistenza ma per favore venite qui a
      cacciare questi beoti attaccati come polpi alle
      poltrone e FATE
      QUALCOSA.straquoto (si può dire?)VI PREGO SIGNORI NORDICI VENITE A CACCIARE I SUD-ICIONI ATTACCATI ALLE POLTRONISSIME DEL TRANSATLANTICO!! Meglio i vichinghi che questi quaqquaraquà! Da noi la "banda" è larghissima, ma non come la intendono gli svedesi, e io preferisco la banda svedese.
    • Guybrush scrive:
      Re: Ci arrendiamo
      - Scritto da: Valeren
      Ha ragione Grillo.
      Crucchi, svedesi, finlandesi (lituane :D) : non
      opporremo resistenza ma per favore venite qui a
      cacciare questi beoti attaccati come polpi alle
      poltrone e FATE
      QUALCOSA.Beati quei popoli che non hanno bisogno di eroi.Qualcosa la possiamo fare e proprio perche' siamo tanti:http://it.wikipedia.org/wiki/Wireless_mesh_networkBene o male un router wifi c'e' in ogni casa. Basterebbe un worm che, all'insaputa dell'utente, infetta il router e installa il protocollo sul router (non sul PC).
      • markoer scrive:
        Re: Ci arrendiamo
        - Scritto da: Guybrush[...]
        Qualcosa la possiamo fare e proprio perche' siamo
        tanti:
        http://it.wikipedia.org/wiki/Wireless_mesh_networkLOL, totalmente inutile.Cordiali saluti
  • Amedeo Mantica scrive:
    Entro il 2020
    Entro il 2020, 100Mbit saranno pochi
    • Amedeo Mantica scrive:
      Re: Entro il 2020
      Svezia... 450.000 Kmq con 9 milioni di abitantisolo Roma 1.200 Kmq com 3 milioni di abitantidensita di popolazione:Svezia: 22 abitanti / kmqRoma: 2.100 abitanti / kmqNoi staremo anche un tantino indietro, ma ne siamo un botto!mettiamo 50Megabit a testa.... solo per Roma occorrerebbero 150 milioni di megabit, dividiamo a famiglia, facciamo diviso 4, sono sempre 37 milioni di megabit...ed è solo Roma,... fai l'Italia intera !!ps: la svezia inquina di meno... grazie al piffero, sono quattro gatti
      • Andy scrive:
        Re: Entro il 2020
        Tu non hai idea di come funzionano le connessioni vero?Non si tratta di velocità effettiva, ma di mezzo trasmissivo.Portare una connessione che a livello "fisico" può raggiungere 100mbps comporta la costruzione di un'infrastruttura diversa da quella italiana, ove lo standard è l'adsl (che nei contratti business, con spese altissime, arriva a 20mbit).Il problema è che qui nessuno vuole investire e stiamo ancora col doppino di rame.Non è un problema di quantità, ma di qualità.Il costo non è avere 100mbit di banda disponibile, il problema è portarti a casa un cavo ti permetta di arrivarci.P.S. lavoro per MClink.
        • Guybrush scrive:
          Re: Entro il 2020
          - Scritto da: Andy
          Tu non hai idea di come funzionano le connessioni
          vero?Mi sa di no.
          Non si tratta di velocità effettiva, ma di mezzo
          trasmissivo.
          Portare una connessione che a livello "fisico"
          può raggiungere 100mbps comporta la costruzione
          di un'infrastruttura diversa da quella italiana,
          ove lo standard è l'adsl (che nei contratti
          business, con spese altissime, arriva a
          20mbit).Altissime, suvvia, sono 40 euro al mese (voce inclusa) per 20mbit in down e 1.2 in up. 480 euro l'anno. Certo, se ci rinunciassi avrei un'altra rata del muto pagata, ma poi mi sentirei davvero fuori dal mondo.
          Il problema è che qui nessuno vuole investire e
          stiamo ancora col doppino di
          rame.E le reti mesh ci sommergeranno. La densita' di popolazione ce lo permetterebbe pure: dispositivi che ricevono e trasmettono ovunque, reti che si auto-organizzano e infrastrutture da operetta capaci tuttavia di reggere volumi di traffico considerevoli. E la cosa divertente e' che non c'e' alcun modo di controllarle.
          Non è un problema di quantità, ma di qualità.
          Il costo non è avere 100mbit di banda
          disponibile, il problema è portarti a casa un
          cavo ti permetta di
          arrivarci.Fibra ottica, please e che sia con tecnologia WDMA. Altrimenti mi tengo ben stretto il mio doppino.
          P.S. lavoro per MClink.(una delle societa' piu' serie del settore e il miglior provider di Roma, imho)
          • markoer scrive:
            Re: Entro il 2020
            - Scritto da: Guybrush[...]
            E le reti mesh ci sommergeranno. La densita' di
            popolazione ce lo permetterebbe pure: dispositivi
            che ricevono e trasmettono ovunque, reti che si
            auto-organizzano e infrastrutture da operetta
            capaci tuttavia di reggere volumi di traffico
            considerevoli. E la cosa divertente e' che non
            c'e' alcun modo di controllarle.[...]Le reti mesh sono lentissime, inaffidabili, e in Italia (e in molti altri paesi) illegali. Vanno benissimo per l'OLPC, ma sono solo un palliativo quando quello che serve è investire non solo in infrastrutture, ma anche ricerca e sviluppo. In Italia manca semplicemente l'IDEA che questo sia importante.Cordiali saluti
  • cippa lippa scrive:
    è + facile in nazioni con pochi abitanti
    e territorio non ostico come quello italiano.ma tant'è, se non si inizia un progetto, di certo non lo si completa.
    • Lallo scrive:
      Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
      - Scritto da: cippa lippa
      e territorio non ostico come quello italiano.

      ma tant'è, se non si inizia un progetto, di certo
      non lo si
      completa.ma pensi davvero le XXXXXXX che scrivi? La Svezia da nord a sud è lunga 4000 km!!!!
      • Lallo scrive:
        Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
        scusa rileggendo il post mi sembra offensivo nei tuoi confronti. Non voleva esserlo, solo la constatazione che, come dicevi anche tu, se si vuole una cosa, la si fa, indipendentemente dalle problematiche che ne possono derivarde. Ciao :-)
      • Ittiointerp rete scrive:
        Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
        Popolazione Norvegese: 4,835,685 Da notare che solo la popolazione del Veneto è di 4.897.377 abitanti.Popolazione Italiana: 60.177.551Saranno anche 4000 Km ma la maggior parte è concentrata nei grossi centri.La critica ci sta.
    • Valeren scrive:
      Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
      Che intendi con "ostico"? Che ti sparano? :DL'Italia ha una superficie totale che è 2/3 rispetto alla Svezia.Certo, densità di popolazione totalmente diversa.Però non hanno detto "Vorremmo farlo ma c'è la crisi e poi tutta la neve darà fastidio ai cavi".Hanno deciso, partono e per certo nel 2020 finiranno il lavoro.In orario.
      • p4bl0 scrive:
        Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
        già ma l'italia ha apli e appennini che di certo non facilitano la cosa.la svezia è poco più che un piano
        • markoer scrive:
          Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
          - Scritto da: p4bl0
          già ma l'italia ha apli e appennini che di certo
          non facilitano la cosa.Ma non hanno nemmeno impedito di traforarla in lungo e largo e distruggere anche risorse naturali importanti per costruire autostrade e treni ad "alta velocità"...Ha pienamente ragione chi dice che se ci sono interessi dietro, la cosa la si fa.
          la svezia è poco più che un pianoLOL, mai aperto un libro di geografia?Cordiali saluti
          • Nome scrive:
            Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti


            la svezia è poco più che un piano

            LOL, mai aperto un libro di geografia?
            Forse lui si, ma te di sicuro no.... :p :Dhttps://www.cia.gov/library/publications/the-world-factbook/geos/sw.htmlTerrain:mostly flat or gently rolling lowlands; mountains in westhttp://www.voyagesphotosmanu.com/Complet/images/geographical_map_of_sweden.gifLa svezia non ha niente di paragonabile all'italia tagliata in lunghezza dagli appennini, e alle Alpi italiane.Dire che "la svezia è poco più che un piano" è sufficientemente corretto.
          • markoer scrive:
            Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
            - Scritto da: Nome


            la svezia è poco più che un piano



            LOL, mai aperto un libro di geografia?



            Forse lui si, ma te di sicuro no.... :p :DMi sa di sì, e ci sono pure stato :-)[...]
            La svezia non ha niente di paragonabile
            all'italia tagliata in lunghezza dagli appennini,
            e alle Alpi italiane.No, è solo in media 30 gradi più fredda. Che vuoi che sia :-)
            Dire che "la svezia è poco più che un piano" è
            sufficientemente corretto.Forse devi riprendere la cartina, e vedere cosa c'è ad ovest in Svezia. Si chiamano colline e montagne. Non è affatto totalmente pianeggiante. Dire che è prevalentemente pianeggiante, sì, ma "la svezia è poco più che un piano" è sufficientemente scorretto da fare una valutazione abbastanza falsa delle difficoltà di cablare una nazione simile.Forse non hai visto "uomini che odiano le donne" ma apparentemente pare ci sia la banda larga persino in capanne disabitate in mezzo alla neve e nemmeno sul territorio principale, sulle isole...Cordiali saluti
          • Nome scrive:
            Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti

            Si chiamano colline e
            montagne.Un piano, è "piano" anche se inclinato. Le colline si può dire che fanno parte di questo tipo di piano. Nulla di difficoltoso, seppure non sia come un deserto piano e piatto... ma la svezia è comunque praticamente piana; sarà per questo che il world factbook della CIA non l'hanno fatto scrivere a te :p
    • NomeCognome scrive:
      Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
      - Scritto da: cippa lippa
      e territorio non ostico come quello italiano.Non so se è più "ostico" avere le Alpi o neve e temperature fino a -20 per 5 mesi l'anno. Ad ogni modo, lo avevo già scritto per la Finlandia, lo stesso discorso vale anche per la Svezia; facciamoli questi confronti invece di pensare sempre che non si possono fare:http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2727243Non so quale risulta più facile da cablare.Finlandia [1] / Italia [2]:Popolazione: 5,346,927 / 60,157,214Superficie: 338,424 km2 / 301,338 km2Densità di popolazione: 16/km2 / 199.6/km2Quindi un rapporto di quasi 1 a 10 nella popolazione, a parità di superficie, che difatti si vede nella densità. Ora, se io in Italia devo raggiungere il paesino di montagna, magari però raggiungo una comunità di 500 persone, mentre in Finlandia se raggiungo il paesino del nord, raggiungo massimo 50 persone. Dato che la Finlandia è uniformemente abitata, mi verrebbe da pensare che sia più difficile da cablare, nel senso che i costi sono più o meno gli stessi, ma i profitti almeno 10 volte minori.Questo se fossimo a parità di condizioni. Ma se mettiamo sulla bilancia un sistema di tasse efficientissimo ed a scapito della popolazione tutta da un lato (quello freddo), ed invece un sistema di sperperi, clientelarismo, interessi privati, lobby e aziende monopolistiche come Telecom dall'altro (quello caldo), beh, direi che risulta evidente come mai la Finlandia sarà la prima nazione al mondo a garantire la connessione come diritto alla popolazione, mentre invece l'Italia ha sempre i modem 56K obsoleti, problemi strutturali, linee inefficienti, servizi scadenti, e tutto il resto che amaramente sappiamo.1. http://en.wikipedia.org/wiki/Finland2. http://en.wikipedia.org/wiki/Italy
      • Joliet Jake scrive:
        Re: è + facile in nazioni con pochi abitanti
        Come non quotarti! :-)La scusa "ma ha pochi abitanti" è vecchia come il cucco e non regge.Quindi secondo questa logica è facile perchè sono in pochi? E allora Stati Uniti con 250 milioni di abitanti? O semplicemente la Germania con 80?Hanno più abitanti dell'Italia ma la situazione è di gran lunga migliore!
  • Marco Gardinazzi scrive:
    E io navigo a 4 mbps..
    E io continuo a navigare a 4 mbps.. teorici..Prima di regalare connessioni di qua e di la, chi gestisce l'infrastruttura telematica italiana dovrebbe pensare a potenziare la struttura portante. Qualche tempo fa mi è capitato, per un mesetto circa, di navigare a 64 Kbit/s (Che corrispondono a circa 8 KB/s in download) da mezzogiorno fino a tarda serata, con conseguente impossibilità di aprire più di un sito alla volta (anche leggeri) o di visualizzare siti complessi (caricare il flash era impensabile)Ho chiamato il servizio assistenza e mi è stato spiegato che non potevano fare nulla, poichè per contratto gli 8 KB/s rientravano nella banda minima garantita e quindi in sostanza, io mi sarei dovuto "attaccare".Poi dopo un mese di telefonate si sono decisi a risolvere il problema in non so quale modo.. E in svezia vogliono navigare a 100mbps? Voglio andare in svezia.
    • Picchiatell o scrive:
      Re: E io navigo a 4 mbps..
      - Scritto da: Marco Gardinazzi
      E io continuo a navigare a 4 mbps.. teorici..

      Prima di regalare connessioni di qua e di la, chi
      gestisce l'infrastruttura telematica italiana
      dovrebbe pensare a potenziare la struttura
      portante. Qualche tempo fa mi è capitato, per un
      mesetto circa, di navigare a 64 Kbit/s (Che
      corrispondono a circa 8 KB/s in download) da
      mezzogiorno fino a tarda serata, con conseguente
      impossibilità di aprire più di un sito alla volta
      (anche leggeri) o di visualizzare siti complessi
      (caricare il flash era
      impensabile)Il problema principale e' che le telco nella rete in italia i soldoni li fanno con le "pennette" e non con i "cavi"...quindi meno cavi e piu' pennette obbliga molti utenti ad acquistare ore di navigazione a prezzi da furto....
    • Gino Gini scrive:
      Re: E io navigo a 4 mbps..
      invece di fare telefonate assurde avresti fatto meglio a cambiare gestore
      • albertobs88 scrive:
        Re: E io navigo a 4 mbps..
        - Scritto da: Gino Gini
        invece di fare telefonate assurde avresti fatto
        meglio a cambiare
        gestore90% dei casi paghi una penale.
        • Guybrush scrive:
          Re: E io navigo a 4 mbps..
          - Scritto da: albertobs88
          - Scritto da: Gino Gini

          invece di fare telefonate assurde avresti fatto

          meglio a cambiare

          gestore

          90% dei casi paghi una penale.Leggere il contratto PRIMA, mandando cordialmente affancUore la commessa che ti pungola con "tanto e' cosi' per tutti, se non firma non posso darle la chiave" aiuta anche, ma ammetto che e' sempre piu' difficile capire cosa si sta firmando, alla faccia della trasparenza.
    • jfk scrive:
      Re: E io navigo a 4 mbps..
      - Scritto da: Marco Gardinazziisolvere il problema in non so quale modo..

      E in svezia vogliono navigare a 100mbps? Voglio
      andare in
      svezia.quanto paghi la tua connessione?Se vuoi qualche cosa di piu' performante, vai direttamente su inet che gestisce il mix. NON credo che ti potrai lamentare. Almeno non per la banda :-)
      • markoer scrive:
        Re: E io navigo a 4 mbps..
        - Scritto da: jfk[...]
        Se vuoi qualche cosa di piu' performante, vai
        direttamente su inet che gestisce il mix.LOL, iNet è un Service Provider (adesso di proprietà di BT). Il MIX non c'entra nulla con iNet, è un punto di raccordo e di peering tra ISP... non puoi certo attaccarti là, a meno che tu non abbia un contratto di peering diretto con BT :-DCordiali saluti
    • NomeCognome scrive:
      Re: E io navigo a 4 mbps..
      Vai!
  • Funz scrive:
    I nord-ici fanno
    I sud-ici parlano e basta :(
Chiudi i commenti