Allarme certificati Android rubati : pioggia di attacchi info-stealing

Allarme certificati Android rubati : pioggia di attacchi info-stealing

Google lancia l'allerta e segnale certificati Android rubati su alcuni tra i dispositivi mobile più diffuso al mondo: cosa sta succedendo?
Google lancia l'allerta e segnale certificati Android rubati su alcuni tra i dispositivi mobile più diffuso al mondo: cosa sta succedendo?

L’avvertimento arriva direttamente da Google: alcuni certificati Android compromessi su dispositivi telefonici sono state sfruttate per diffondere malware, spyware ed altri agenti malevoli. I prodotti coinvolti dovrebbero fare parte di brand ben noti nel settore, come LG, Samsung e Mediatek.

Secondo quanto rivelato dal reverse engineer di Google Łukasz Siewierski, le applicazioni dannose utilizzate per attacchi di questo tipo agiscono attraverso le chiavi compromesse, ottenendo la totalità di privilegi legati al sistema operativo Android.

Di fatto, in questo modo, l’hacker si ritrova ad avere il controllo totale sul dispositivo della vittima. Un problema non da poco, visto che ancora troppi utenti non utilizzano un adeguato antivirus sui propri dispositivi elettronici.

Google ha poi affermato come sono già stati individuati 10 malware, e relativi relativi hash SHA256, che agiscono in questo contesto.

Certificati Android rubati? Anche Google si muove per allertare l’utenza

Vista la gravità dell’accaduto, Google si è mosso con una certa tempestività. Secondo l’analisi degli esperti, non vi sono indicazioni riguardo la presenza di tali malware su Play Store e, gli stessi, hanno consigliato all’utenza di aggiornare sempre Android all’ultima versione disponibile.

L’abbinamento con uno strumento per la protezione digitale, ovviamente, è poi un ulteriore step verso una certa sicurezza. Norton 360 Standard, in questo senso, garantisce un ampio raggio d’azione.

Oltre ad agire su piattaforme come Windows e macOS infatti, tale antivirus si rivela anche efficace nel contesto Android. Il password manager integrato è, senza ombra di dubbio un’utility non da poco in questo contesto.

Questa infatti, permette di generare, memorizzare e gestire al meglio le parole d’accesso eliminando il rischio furti (e conseguenti intromissioni) da parte di esterni. Allo stesso tempo la VPN risulta uno strumento fondamentale per quanto concerne privacy e anonimato online.

Quanto costa questo strumento? Grazie all’attuale sconto del 60% puoi navigare online senza stress spendendo solo 29,99 euro.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 6 dic 2022
Link copiato negli appunti