Allarme Uber: cyberattacco alla relativa supply chain

Allarme Uber: cyberattacco alla relativa supply chain

La supply chain di Uber è stata presa d'assalto: cosa è successo alla nota azienda dedicata ai trasporti tra privati?
La supply chain di Uber è stata presa d'assalto: cosa è successo alla nota azienda dedicata ai trasporti tra privati?

Stando a quanto riportato da alcuni esperti di sicurezza informatica Uber sarebbe stato soggetto a un cyberattacco riguardante la sua supply chain.

L’azienda che si occupa di fornire servizi di trasporto tra privati infatti, avrebbe subito una violazione di dati piuttosto importante. Stando a quanto riportato da David Emm di Kaspersky:

Nessuno è immune dal furto di dati: i cyberattacchi alle supply chain stanno diventando sempre più frequenti, più sofisticati e anche più complessi. La presunta violazione dei dati di Uber è molto probabilmente un altro esempio in cui la sicurezza è stata violata da qualche parte lungo la supply chain di un’azienda. Ecco perché è fondamentale includere le terze parti in qualsiasi valutazione del rischio“.

Proprio una recente ricerca di Kaspersky, in tal senso, ha rilevato come 6 organizzazione su 10 rifiuterebbero una collaborazione con un’azienda che ha subito una violazione dati in passato.

Ciò dimostra che, proteggere una supply chain, non è solo un fattore legato esclusivamente alla sicurezza, ma anche all’immagine del brand a cui è collegata.

Uber e l’attacco alla sua supply chain: un danno materiale e d’immagine non da poco

Per un’azienda dunque, proteggere la propria sicurezza informatica deve essere per forza una priorità assoluta.

Quando successo a Uber e alla relativa supply chain infatti, può facilmente accadere anche ad aziende di piccole-medie dimensioni, con un impatto sul giro d’affari considerevole.

Soluzioni come Kaspersky Total Security dunque, possono risultare essenziali tanto in questi contesti quanto in quelli puramente familiari.

Ma di cosa stiamo parlando? La suite proposta da Kaspersky va ben oltre il classico antivirus: si tratta di un pacchetto completo per la sicurezza online.

Tra le varie utility incluse possiamo citare una VPN gratuita che offre 300 MB di traffico giornaliero protetto. Una protezione ideale, per esempio, nel contesto delle transazioni online.

A ciò va poi aggiunto Kaspersky Password Manager Premium, ideale per gestire in sicurezza le parole d’accesso, oltre a  Kaspersky Safe Kids Premium, un sistema parental control ottimo per chi vuole proteggere i propri figli dai tanti pericoli del Web.

Quanto costa questa suite? Grazie all’attuale sconto del 46% è possibile ottenere tutta la protezione di Kaspersky Total Security spendendo solamente 31,99 euro.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione. Le offerte potrebbero subire variazioni di prezzo dopo la pubblicazione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 15 dic 2022
Link copiato negli appunti