Allarme VPN e truffe: come individuare i servizi pericolosi?

Allarme VPN e truffe: come individuare i servizi pericolosi?

Attenzione al rapporto tra VPN e truffe: ecco come prevenire situazioni molto spiacevoli affidandosi a servizi poco affidabili.
Attenzione al rapporto tra VPN e truffe: ecco come prevenire situazioni molto spiacevoli affidandosi a servizi poco affidabili.

Siamo abituati a concepire le VPN come uno strumento di difesa di privacy e sicurezza. Proprio per le sempre più forte necessità di rassicurazioni a riguardo, i provider che forniscono questi servizi si sono moltiplicati negli ultimi anni.

Non è però tutto oro quello che luccica: la richiesta sempre crescente infatti, ha visto crescere alcune formule di truffa che possono colpire chi non ha particolare dimestichezza con questo settore. Quando diffidare quando ci si approccia a un servizio di questo tipo?

Le soluzioni ampiamente affermate, come NordVPN, offrono più che adeguate garanzie. Chi vuole optare per piattaforme meno famose, deve sapere che va incontro a potenziali problemi da non sottovalutare.

A mettere in allerta gli utenti dovrebbero essere diversi segnali. Uno di questi è senza ombra di dubbio sono le allettanti quanto sospette sottoscrizioni a vita. Mantenere i server di una VPN infatti, è un costo costante per le aziende ed è quantomeno impensabile che le stesse possano proporre un abbonamento una tantum.

Anche nel caso il progetto in questione non sia una vera e propria truffa, è molto probabile che un modello di business di questo tipo non avrà una lunga durata e, molto probabilmente, in qualche anno il servizio sarà destinato a sparire nel nulla.

VPN e truffe: fate attenzione ad alcuni segnali

Le VPN gratuite, a meno di provider famosi e affidabili, possono nascondere alcune insidie non da poco. Il rischio è che alcuni hacker utilizzino dei servizi fittizi per rubare dati personali o diffondere malware. In altri casi, i servizi proposti potrebbero semplicemente essere inadeguati o inefficaci. Di fatto, pagare una VPN che non funziona, è solo uno spreco di soldi.

Optare per fantomatiche piattaforme poco conosciute, non può essere altro che un metodo di alcuni pirati informatici per ottenere dati riguardanti le carte di credito attraverso un sito fasullo. Questo modus operandi è diffuso non solo nell’ambito delle VPN ma un po’ in tutti i servizi più ricercati in rete.

Affinché questa tecnica funzioni, i malviventi si avvalgono anche di recensioni false. Questa pratica rende ancora più difficile individuare la correlazione tra VPN e truffe.

Insomma, affidarsi a un servizio consolidato nel settore, significa andare sul sicuro e poter dormire sonni tranquilli. Va tenuto presente che, servizi come il già citato NordVPN, hanno poi costi che non sono così elevati: per assicurarsi quella che è attualmente la VPN più apprezzata al mondo (attraverso sottoscrizione biennale) bastano solamente 3,49 euro al mese.

Questo articolo contiene link di affiliazione: acquisti o ordini effettuati tramite tali link permetteranno al nostro sito di ricevere una commissione.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 mag 2022
Link copiato negli appunti