AltaVista, fine dell'email gratis

L'ultimo giorno di marzo sarà anche l'ultimo in cui le mailbox gestite dal portalone americano potranno essere aperte dagli utenti
L'ultimo giorno di marzo sarà anche l'ultimo in cui le mailbox gestite dal portalone americano potranno essere aperte dagli utenti


Palo Alto (USA) – Continua la ristrutturazione in AltaVista , azienda pioniera del web e da tempo a caccia di un modello di business che consenta il rilancio.

L’ultima novità in termini di servizi abbandonati da AltaVista è quello della mailbox gratuita per gli utenti. In un comunicazione inviata a tutti gli utilizzatori della webemail, ha fatto sapere che il 31 marzo chiuderà il servizio.

A quanto pare sono circa 400mila le mailbox attivate sebbene, secondo AltaVista, solo circa metà di queste siano effettivamente utilizzate con frequenza. Va detto, comunque, che mentre scriviamo l’accesso ai servizi email di AltaVista.it non riporta alcun avviso né cambiamento.

AltaVista, da tempo tornata ad un forte impegno sui propri software di ricerca, aveva lanciato negli anni scorsi il servizio di webemail gratis così come aveva fatto Yahoo! e come poi hanno fatto migliaia di portali e siti in tutto il mondo.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

21 02 2002
Link copiato negli appunti