I servizi alternativi a Google più attenti alla privacy

Sicuramente continueremo ad usare i servizi Google per molto tempo, ma sapere dell'esistenza di alternative più attente alla privacy è in ogni caso interessante.
Sicuramente continueremo ad usare i servizi Google per molto tempo, ma sapere dell'esistenza di alternative più attente alla privacy è in ogni caso interessante.

La notizia della decisione di Google di rendere a pagamento il servizio Foto ha spiazzati tutti, malgrado risulti un po’ remota la possibilità di terminare i 15 Gb di spazio messo a disposizione gratuitamente. Ognuno sicuramente ha pensato di correre ai ripari cercando servizi alternativi a Google Photo o accetterà le nuove condizioni, ma la domanda che dovremo farci è, vogliamo veramente pagare un servizio che già di suo guadagna grazie ai dati personali degli utenti?

Sappiamo bene che il modello di business di aziende come Google ruota essenzialmente attorno alla raccolta pubblicitaria e per farlo mette a disposizione i suoi numerosi servizi agli utenti che, per usarli, sono disposti a fornirgli le proprie informazioni e le proprie abitudini.

Tutte queste informazioni si condensano in una profilazione esatta di ogni singolo utente, dalle sue abitudini a cosa gli piace fare e comprare. Questi dati nel marketing sono informazioni preziosissime perchè permettono di vendere annunci migliori e più mirati, di conseguenza maggiori entrate. Solo per dare qualche numero, nel 2019 Google ha incassato oltre 116 miliardi di dollari di entrate pubblicitarie ed è una cifra che continua a crescere.

Difficile pensare di trovare gratuitamente tutti i servizi che offre Google in una sola piattaforma, siamo abituati ad avere tutto a portata di mano nel nostro Google account. Ma in nome della privacy in molti stanno tentando di farne a meno, in fondo è solo questione di abitudini.

Vediamo dunque quali servizi alternativi a Google abbiamo trovato in rete.

Alternative al motore di ricerca Google

Quando si tratta di privacy, utilizzare la ricerca su Google non è sempre una buona idea. Quando utilizzi il loro motore di ricerca, Google registra il tuo indirizzo IP, i termini di ricerca, l’user agent e spesso un identificatore univoco, che viene memorizzato nei cookie.

Alternative al motore di ricerca Google

  1. DuckDuckGo è un motore di ricerca privato con sede negli Stati Uniti, non memorizza nessuna informazione dell’utente ed è uno dei primi servizi alternativi a Google.
  2. Qwant è un motore di ricerca privato con sede in Francia, non ha cookie e non salva la cronologia.
  3. Searx un motore di metasearch versatile e rispettoso della privacy che è anche open source .
  4. Mojeek è l’unico vero motore di ricerca (piuttosto che metasearch) che ha il proprio crawler e indice (con sede nel Regno Unito).
  5. Ecosia ha sede in Germania e dona una parte dei ricavi alla piantumazione di alberi.

Ad eccezione di Mojeek, tutti i motori di ricerca privati ​​sopra indicati sono tecnicamente motori di metasearch, dato che ottengono i loro risultati da altri motori di ricerca, come Bing e Google.

Alternative alla posta di Gmail

Tra i servizi alternativi a Google l’email è forse quello a cui prestare la massima attenzione.

    1. ProtonMail offre account gratuiti fino a 500 MB
    2. Tutanota molto sicuro e privato; account gratuiti fino a 1 GB
    3. Posteo propone account da € 1/mese con rimborso di 14 giorni
    4. FastMail  $ 3,00/mese – OpenSource
    5. Zoho Mail propone account da 0,9€/mese
    6. Mailfence offre un account gratuito e diverse soluzioni a pagamento da 2,€/mese, 7,5€/mese e 25€/mese

Alternative al browser Google Chrome

Google Chrome è diventato un browser molto diffuso, ma a detta di molti è anche uno strumento poco attento alla privacy e molte persone lo stanno abbandonando. Vediamo i servizi alternativi a Google Chrome.

  1. Browser Firefox  è un noto browser open-source molto personalizzabile e attento alla privacy.
  2. Brave è un browser basato su Chromium piuttosto popolare. Blocca tracker e annunci per impostazione predefinita (ad eccezione degli annunci “approvati” che fanno parte della rete “Brave Ads”).
  3. Chromium ungoogled è una versione open source di Chromium che è stata “ungoogled” e modificata per una maggiore privacy.
  4. Iridium si basa su Chromium open source ed offre numerosi miglioramenti alla privacy e alla sicurezza su Chrome, codice sorgente qui .
  5. Browser Tor è una versione rinforzata e protetta di Firefox che funziona per impostazione predefinita sulla rete Tor.

Naturalmente, ci sono altre alternative a Chrome, come Safari, Microsoft Internet Explorer/Edge, Opera e Vivaldi, ma presentano alcuni svantaggi per la privacy.

Alternative a Google Drive

Se stai cercando un’opzione di archiviazione cloud sicura, puoi controllare queste alternative di Google Drive:

  1. Nextcloud è anche una piattaforma di collaborazione e condivisione di file self-hosted open source.
  2. Tresorit è un’opzione di archiviazione cloud user-friendly.
  3. ownCloud è una piattaforma cloud open source e self-hosted sviluppata in Germania.
  4. Sync offre una soluzione di archiviazione cloud crittografata e sicura per aziende e privati.
  5. Syncthing è una piattaforma di cloud storage peer-to-peer decentralizzata, open source.

Ovviamente Dropbox è un’altra popolare alternativa a Google Drive.

Alternativa a Google Docs, Sheets e Calendar

Sono disponibili molti servizi alternativi a Google Docs. Esistono ovviamente suite di editing di documenti offline come, Microsoft Office, LibreOffice o OpenOffice, tuttavia, ci sono alcune altre buone alternative online:

  1. Zoho Docs è una buona alternativa a Google Docs con un’interfaccia pulita e una buona funzionalità, anche se potrebbe non essere la migliore per la privacy.
  2. CryptPad è un’alternativa incentrata sulla privacy con una crittografia avanzata ed è gratuito.
  3. Etherpad è un editor online collaborativo self-hosted che è anche open source.
  4. Mailfence Documents  è uno strumento sicuro per la condivisione di file, l’archiviazione e la collaborazione.
  5. Cryptee è una piattaforma open source incentrata sulla privacy per l’archiviazione e la modifica di foto e documenti.

Ecco invece alcune alternative a Google Calendar:

  1. Lightning Calendar è un’opzione di calendario open source sviluppata da Mozilla ed è compatibile con Thunderbird e Seamonkey.
  2. Etar, un ottimo calendario di base open source.
  3. Fruux, un calendario open source con buone caratteristiche e supporto per molti sistemi operativi.

Alternativa a Google Foto

Ecco alcune buone alternative a Google Foto:

  • Piwigo è un’ottimo servizio che puoi ospitare da solo. È anche gratuito e open source.
  • Lychee è un’altra piattaforma di gestione delle foto open source self-hosted.
  • Cryptee offre anche un’ottimo servizio per archiviare in modo sicuro le foto.

Alternative a YouTube

La popolarità e il numero di contenuti video presenti in un servizio come YouTube è difficile da eguagliare, ma anche in questo caso esistono diverse alternative valide.

  1. Peertube
  2. DTube
  3. Bitchute
  4. Vimeo
  5. Dailymotion

Alternativa a Google Translate

Ecco alcune alternative al servizio di traduzione di Google:

  1. DeepL è una solida alternativa a Google Translate che sembra dare ottimi risultati. Come Google Translate, DeepL ti consente di pubblicare fino a 5.000 caratteri alla volta (ma la versione pro è illimitata). L’interfaccia utente è buona e c’è anche una funzione di dizionario incorporata.
  2. Translate.com oltre al classico traduttore online offre molti servizi di traduzione per le aziende, nel campo medico, tecniche e documenti.
  3. WordReference è diventato uno dei dizionari online più usati. All’interno del sito è possibile iscriversi a diversi forum, in cui si discutono argomenti, espressioni e traduzioni dalla propria lingua a quella d’interesse.
  4. Linguee non consente di pubblicare grandi blocchi di testo come DeepL, tuttavia fornisce traduzioni molto accurate per singole parole o frasi, insieme a esempi di contesto.
  5. Dict.cc è alternativa a Google Translate e sembra fare un lavoro decente in tutte le lingue anche se la grafica è un po’ obsoleta.

Alternativa a Google Analytics

Per gli amministratori di siti Web, ci sono molti motivi per utilizzare un’alternativa a Google Analytics. Ci sono alternative più veloci e più facili da usare che rispettano la tua privacy e quella dei tuoi utenti.

  1. Matomo (già Piwik) è una piattaforma di analisi open source che rispetta la privacy dei visitatori anonimizzando e troncando gli indirizzi IP dei visitatori (se abilitati dall’amministratore del sito web). È inoltre certificato per il rispetto della privacy degli utenti.
  2. Fathom Analytics è un’alternativa open source a Google Analytics disponibile su Github . È veloce, leggero ed essenziale.
  3. Clicky è un’ottima alternativa a Google Analytics che tronca e rende anonimi gli indirizzi IP dei visitatori per impostazione predefinita. È leggero, facile da usare e completamente conforme alle normative GDPR, oltre ad essere certificato da Privacy Shield .
  4. Get Insights è un’altra piattaforma di analisi incentrata sulla privacy, con una suite di analisi completa. Il client front-end è open source e disponibile qui .
  5. AT Internet è un provider di analisi con sede in Francia che è completamente conforme al GDPR , con tutti i dati archiviati su server francesi e un buon track record che risale al 1996.

Alternativa a Google Maps

Un’ottima alternativa a maps per desktop web è OpenStreetMap .

Alcune alternative a Google Maps per dispositivi mobili includono:

  1. OsmAnd è un’app di mappe mobili gratuita e open source per Android e iOS (basata sui dati di OpenStreetMap).
  2. Maps (F Droid) utilizza i dati di OpenStreetMap (offline).
  3. Me è un’altra opzione gratuita sia su Android che su iOS, ma c’è una discreta quantità di raccolta dati con questa alternativa, come spiegato nella loro informativa sulla privacy .
  4. MapHub si basa anche sui dati di OpenStreeMap e non raccoglie posizioni o indirizzi IP degli utenti.

Nota: Waze non è un’alternativa in quanto ora è di proprietà di Google.

Alternativa al Google Play Store

Attualmente la migliore alternativa al Google Play Store è usare F-Droid e poi passare attraverso lo store Yalp. Come spiegato sul sito ufficiale, F-Droid è un catalogo installabile di applicazioni FOSS (Free and Open Source Software) per la piattaforma Android.

Dopo aver installato F-Droid, puoi quindi scaricare l’APK del negozio Yalp, che ti consente di scaricare le app dal Google Play Store direttamente come file APK.

Altre alternative al Google Play Store includono:

  • Aptoide: un market indipendente per le app Android.
  • APKMirror: Questa è una vasta libreria di file APK caricati da diversi utenti
  • Aurora Store: Un derivato dello Yalp Store.

I servizi di Google non finiscono qui, ce ne sono molti altri che non abbiamo menzionato ma che comunque in rete hanno la loro valida alternativa, basta cercarli.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti