Metro-Goldwyn-Mayer l'acquisizione di Amazon per il cinema?

MGM la nuova acquisizione di Amazon per il cinema?

Metro Goldwyn Mayer potrebbe finire sotto il controllo di Amazon: in corso trattative per un'acquisizione stimata in 9 miliardi di dollari.
Metro Goldwyn Mayer potrebbe finire sotto il controllo di Amazon: in corso trattative per un'acquisizione stimata in 9 miliardi di dollari.

Per capire quanto siano serie le ambizioni di Amazon sul fronte dell'intrattenimento multimediale è sufficiente citare le voci di corridoio riportate oggi dalle testate The Information e Variety: il gruppo di Jeff Bezos sarebbe al lavoro per allungare le mani su MGM, nome storico nel mondo del cinema, con un catalogo che include alcune delle produzioni più celebri della storia.

Amazon pensa all'acquisizione di Metro Goldwyn Mayer

Alcuni esempi: Rocky, Robocop, Stargate e soprattutto James Bond, quest'ultimo considerato il franchise di maggior valore di sempre tra quelli portati sul grande schermo. Il pacchetto completo include circa 4.100 file e oltre 17.000 ore di show, tra serie e contenuti televisivi. Le prime indiscrezioni in merito alla messa in vendita di Metro Goldwyn Mayer sono circolate nel dicembre scorso, con un prezzo fissato indicativamente in 5 miliardi di dollari. Il colosso dell'e-commerce e del cloud sarebbe pronto a sborsarne quasi il doppio, fino a 9 miliardi di dollari secondo il rumor di oggi.

Così facendo Amazon rafforzerebbe in modo importante la propria posizione nell'ambito dell'intrattenimento multimediale, soprattutto sul fronte streaming, dove la società è attiva con la piattaforma Prime Video anche nella realizzazione di produzioni originali.

Trattandosi di un'indiscrezione, come tale va presa con le pinze. Le due testate che l'hanno riportata fanno riferimento a una trattativa in corso, ma non ancora finalizzata. C'è dunque la possibilità che tutto si risolva in un nulla di fatto. Di rito il “no comment” giunto dalle realtà coinvolte alla richiesta di chiarimenti.

Fondata nel 1924, MGM vanta produzioni capaci di vincere oltre 200 premi Oscar, ben 11 dei quali ricevuti da Ben-Hur alla fine degli anni '50 (record ancora imbattuto). Nel 2005 è passata sotto il controllo di Sony, Comcast e altri investitori, a fronte di un investimento che ha sfiorato i 5 miliardi di dollari, portando alla nascita di MGM Holdings. Nonostante i cambiamenti, il logo della compagnia è rimasto nel tempo il celebre Leo the Lion.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti