Scroll è la nuova acquisizione per l'abbonamento di Twitter

Scroll è la nuova acquisizione di Twitter

Jack Dorsey allunga le mani su Scroll, servizio che permette di eliminare le inserzioni pubblicitarie dai siti attraverso una sottoscrizione mensile.
Jack Dorsey allunga le mani su Scroll, servizio che permette di eliminare le inserzioni pubblicitarie dai siti attraverso una sottoscrizione mensile.

Ancora una acquisizione per Twitter: questa volta tocca a Scroll, servizio che a fronte di una sottoscrizione mensile da 5 dollari elimina le inserzioni pubblicitarie dai siti aderenti al proprio circuito (oltreoceano ad esempio Business Insider, The Verge e USA Today). L’obiettivo del social network è quello di integrarlo in un pacchetto di abbonamento con quanto offerto da Revue per le newsletter e da altri servizi controllati.

Twitter compra Scroll per il suo abbonamento

Il funzionamento di Scroll non è troppo dissimile a quello di un ad blocker, anzi, l’effetto è lo stesso come si può osservare negli screenshot di seguito. C’è però una differenza sostanziale: condivide una parte di quanto incassato con chi gestisce i siti, contribuendo così alla loro sostenibilità economica. Perché le pubblicità non piacciono a nessuno, ma la creazione dei contenuti ha un costo e il lavoro di chi se ne occupa deve in qualche modo essere pagato.

Come funziona Scroll, la nuova acquisizione di Twitter

Non è chiaro cosa accadrà a Scroll dopo l’acquisizione da parte di Twitter, per il momento l’unica cosa certa è lo stop temporaneo alla creazione di nuovi account. Per quelli esistenti non dovrebbero esserci scossoni a breve. Discorso differente per Nuzzel, altro servizio gestito da Scroll che quotidianamente invia email con un riepilogo dei fatti di maggior rilievo condivisi dai profili seguiti: lo stop è immediato, già domani, giovedì 6 maggio. Lo strumento verrà poi in futuro integrato direttamente nel social.

Come funziona Scroll, la nuova acquisizione di Twitter

Non è dato a sapere a quanto ammonti l’entità dell’assegno staccato per portare a termine con successo la trattativa. L’annuncio rappresenta un’ennesima conferma di come la piattaforma di Jack Dorsey stia intraprendendo un percorso di profonda evoluzione, anche e soprattutto con l’obiettivo di sperimentare nuovi modi per monetizzare l’attività degli utenti. Solo ieri la disponibilità a livello globale di Spaces (funzionalità chiaramente ispirata a Clubhouse) per coloro seguiti da almeno 600 follower.

Fonte: Scroll
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Link copiato negli appunti