Amazon è un rivenditore di generi alimentari in UK

Amazon è un rivenditore di generi alimentari in UK

Secondo l'autorità antitrust del Regno Unito, Amazon deve rispettare le stesse regole valide per le grandi catene di supermercati.
Secondo l'autorità antitrust del Regno Unito, Amazon deve rispettare le stesse regole valide per le grandi catene di supermercati.

Da piattaforma di e-commerce a rivenditore di generi alimentari è un attimo. Secondo la Competition and Markets Authority (CMA) del Regno Unito, Amazon dovrà rispettare le stesse regole di Tesco, Sainsbury, Waitrose e altre grandi catene di supermercati. Ciò significa che l’azienda di Seattle sarà soggetta a norme più severe e ad un maggiore controllo da parte dell’autorità antitrust.

Amazon è un negozio di alimentari

Amazon ha acquisito Whole Foods nel 2017 per 13,7 miliardi di dollari. Quest’ultima era proprietaria di sette negozi Fresh & Wild nel Regno Unito, quindi l’azienda di Seattle possiede i sette supermercati Fresh & Wild, oltre a 15 store Amazon Fresh. Inoltre vende generi alimentari attraverso una partnership con Wm Morrison Supermarkets e possiede una quota azionaria in Deliveroo.

Secondo la CMA, Amazon fattura annualmente oltre un miliardo di sterline dalla vendita di generi alimentari, pertanto deve rispettare il Groceries Supply Code of Practice, una serie di regole che proteggono i fornitori dai comportamenti scorretti delle aziende del settore. Ad esempio, Amazon non può modificare i contratti con breve preavviso e, in caso di risoluzione, deve inviare una comunicazione con un congruo anticipo e specificare le motivazioni.

Un dirigente della CMA ha dichiarato:

Le famiglie in tutto il Regno Unito utilizzano sempre più Amazon per acquistare cibo e altri articoli essenziali. La decisione odierna aiuta a garantire condizioni di parità per le aziende attive nel settore, man mano che le abitudini di acquisto delle persone si evolvono. Grazie a queste regole, le migliaia di aziende che forniscono generi alimentari ad Amazon sono ora protette da potenziali pratiche commerciali sleali. Continueremo a tenere d’occhio il settore per assicurarci che tutti i principali rivenditori di generi alimentari siano vincolati dalle stesse regole.

Secondo il Financial Times, Amazon ha protestato contro l’inserimento nell’elenco degli store Fresh & Wild, in quanto sono solo sette e fatturano meno di 100 milioni di sterline. L’azienda di Seattle ha affermato che ciò potrebbe creare un “precedente agghiacciante“.

Fonte: Gov.uk
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 9 feb 2022
Link copiato negli appunti