I prodotti comprati su Amazon li porterà Scout

Il colosso dell'e-commerce sperimenta una nuova modalità di consegna delle merci, impiegando l'unità Scout che si muove in modo del tutto autonomo.

Se da un lato Amazon è al lavoro al fine di poter svolgere in prima persona la funzione di corriere per le spedizioni, dall’altro continua a sperimentare nuove modalità di gestione delle merci comprate online: lo testimonia l’iniziativa che ha portato alla nascita di Scout, una piccola unità del tutto autonoma che muovendosi senza il controllo di alcun operatore arriva a domicilio e permette al cliente di ritirare i prodotti acquistati.

Le consegne di Amazon con Scout

Dimensioni compatte, sei ruote per garantirne la stabilità e alimentazione esclusivamente elettrica. Così Scout raggiunge l’indirizzo del destinatario, aprendo il vano in cui è custodito il pacco solo quando quest’ultimo è pronto al ritiro. La prima area scelta dal colosso dell’e-commerce per il test della tecnologia è quella della contea di Snohomish, nello stato di Washington.

Inizialmente saranno in totale sei le unità operative, dal lunedì al venerdì e nelle ore diurne, per portare sul pianerottolo di casa i beni acquistati attraverso l’applicazione mobile oppure mediante l’interfaccia desktop del portale. Durante la sperimentazione verranno monitorate a vista dai tecnici di Amazon, il cui compito sarà quello di assicurarsi che tutto vada per il verso giusto. Ovviamente, per usufruirne i clienti dovranno essere abbonati al servizio Prime.

Stando a quanto si legge nel comunicato del gruppo, la progettazione di Scout è avvenuta nei laboratori Amazon di Seattle dedicati a ricerca e sviluppo, gli stessi che qualche anno fa hanno immaginato come gestire le consegne attraverso i droni del programma Prime Air. Questo il commento di Sean Scott, responsabile del progetto.

Siamo felici di dare il benvenuto ad Amazon Scout nella nostra suite in costante espansione di soluzioni innovative dedicate ai clienti per la gestione delle spedizioni. Ci impegniamo ad analizzare i risultati dei primi test così da poter migliorare Scout nel tempo, con l’obiettivo di fornire ancora più sostenibilità e convenienza nella fase di consegna.

Fatichiamo a immaginare come una soluzione di questo tipo possa essere impiegata in contesti particolarmente caotici. Ad ogni modo, il gruppo di Bezos conferma di essere costantemente al lavoro al fine di trovare vie alternative per ottimizzare ogni aspetto della propria attività legata all’e-commerce, dalla fase di acquisto alla consegna.

Fonte: Amazon

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti