Ambizione Italia: Microsoft traccia le linee guida

Ambizione Italia: Microsoft traccia le linee guida

Durante un evento virtuale, Microsoft ha illustrato le principali linee guida che faciliteranno la trasformazione digitale del paese.
Durante un evento virtuale, Microsoft ha illustrato le principali linee guida che faciliteranno la trasformazione digitale del paese.

Dopo aver annunciato i primi partner che parteciperanno allo sviluppo della prima regione cloud in Italia, Microsoft ha svelato le linee guida previste dal piano a supporto della trasformazione digitale del paese. L’azienda di Redmond vuole aiutare le aziende a cogliere i vantaggi del PNRR attraverso tecnologie innovative e formazione.

Lavoro ibrido, cloud e sostenibilità

Microsoft Italia ha organizzato l’evento virtuale “Ambizione Italia: Digital Innovation Summit” per illustrare i dettagli del piano quinquennale da 1,5 miliardi di dollari, indicando tre principali direttrici che le aziende devono seguire per sfruttare le opportunità di mercato e i fondi del PNRR (Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza): lavoro ibrido, cloud computing e sostenibilità.

Negli ultimi due anni il mondo del lavoro ha subito una profonda trasformazione. Lo smart working è stato inizialmente una scelta obbligata, mentre più recentemente si è passati al lavoro ibrido. Microsoft ha evidenziato che sempre più italiani prediligono un lavoro flessibile. Durante l’evento sono stati presentati esempi di alcune aziende che hanno utilizzato i servizi di collaborazione remota offerti da Microsoft, tra cui Teams, Dynamics 365 e Microsoft 365.

Il cloud computing è quindi la soluzione principale per accelerare la trasformazione digitale. Il 65% delle aziende italiane utilizza piattaforme cloud sia per le attività interne che per l’interazione con i clienti. Microsoft offre numerosi servizi basati su Azure che possono essere utilizzati per diverse esigenze.

L’innovazione digitale deve essere anche sostenibile. Microsoft ha sviluppato l’Alleanza per la Sostenibilità che prevede la collaborazione con aziende, mondo accademico e startup per sviluppare soluzioni tecnologiche rispettose dell’ambiente. L’azienda di Redmond ha già apportato diverse modifiche alla sua catena produttiva, scegliendo materiali riciclabili e migliorando la riparabilità dei Surface.

Fonte: Microsoft
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 13 apr 2022
Link copiato negli appunti