AMD conferma i licenziamenti

Il 10 per cento della sua forza lavoro presto perderà il posto di lavoro
Il 10 per cento della sua forza lavoro presto perderà il posto di lavoro

Le difficoltà industriali di AMD, il secondo chipmaker al mondo, si stanno riflettendo sulle scelte di ristrutturazione operate dal management. I vertici aziendali hanno appena confermato che il 10 per cento della forza lavoro globale di AMD dovrà essere licenziata.

In particolare i tagli riguardano 1.680 lavoratori su 16.800, una operazione con cui AMD cerca di contenere le perdite: le sue entrate per il primo trimestre dell’anno ci si aspetta che siano almeno del 15 per cento più basse rispetto al trimestre precedente, più di quel -7 per cento preconizzato dalla stessa AMD.

Nel trimestre precedente AMD ha registrato perdite di 1,77 miliardi di dollari, in buona parte legati all’acquisizione di ATI.

Tra i problemi citati dagli esperti le difficoltà tecniche che hanno costretto al rinvio del lancio di prodotti di punta e il rallentamento del mercato desktop, dove AMD in passato aveva guadagnato importanti quote di mercato ai danni di Intel.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

08 04 2008
Link copiato negli appunti