AMD, le console aiutano il trimestre

Il produttore statunitense comunica risultati (più o meno) superiori alle aspettative grazie al boom delle console videoludiche di nuova generazione. In futuro si aspetta di tornare a generare utili

Roma – Le performance finanziarie di AMD per i primi tre mesi dell’anno sono positive , o comunque superiori alle attese degli analisti finanziari in quanto a ricavi complessivi. Il merito va soprattutto ai chip integrati nelle home console di ottava generazione, ma anche le GPU discrete non è che se la cavino male.

Le entrate complessive di AMD per il primo trimestre del 2014 ammontano a 1,4 miliardi di dollari, leggermente superiori agli 1,34 miliardi attesi da Wall Street e superiori del 28 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno passato (1,09 miliardi di dollari).

Unico neo del nuovo trimestre AMD sono le perdite da 20 milioni di dollari (contro i 146 milioni del 2013), anche se in futuro la cosa dovrebbe migliorare da questo punto di vista e la corporation rassicura sulla sua capacità di tornare finalmente agli utili.

Analizzando le singole divisioni, AMD perde il 12 per cento nel comparto Computing Solutions (inclusi quindi i chip x86 per computer) e incamera 663 milioni di dollari, mentre il business Graphics and Visual Solutions fa un vero e proprio balzo in avanti con un +118 per cento e 91 milioni di dollari di utili.

Al business GVS appartengono non a caso i SoC utilizzati su console Sony PS4 e Microsoft Xbone, due prodotti che hanno debuttato con un discreto successo sul mercato ( molto più PS4 di Xbox One , a dirla tutta) e sono ora in piena produzione. Ma anche le nuove GPU discrete per PC come R7 ed R9, dice AMD, sono decisamente popolari presso l’utenza.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • silvan scrive:
    Riassumendo.
    Da qualche commento si può evincere che esistono molte persone patite di Star Treck, e che credono agli UFO. Beh..... Ognuno puo credere e fantasticare quanto vuole, per ora le nostre conoscenze, grazie anche ad Einstein, ci dicono che l'universo non è a portata umana. In un lontano futuro, e se l'umanità esisterà ancora, si vedrà.
  • ... scrive:
    kepler
    il destino dei cantinari è tracciato: li spediamo sulla nuova terra e finalmente ce ne liberiamo una volta per tutte, augurandoci che la navetta faccia anche una breve sosta dentro al sole, tanto per...bye bye sorci
  • collione scrive:
    riflettiamo
    l'unico che può veramente risollevare le sorti del nostro disgraziato paese è Fabio Fazio.in altre nazioni sarebbe già stato eletto primo ministro a furor di popolo, solo da noi un grand'uomo come lui può essere insultato e bistrattato da tutti. siamo delle merde!Viva Fabio Fazio, eroe dei cittadini onesti!
    • collione scrive:
      Re: riflettiamo
      si ok, ma perchè usi il mio nick?
      • 123456789 scrive:
        Re: riflettiamo
        - Scritto da: collione
        si ok, ma perchè usi il mio nick? <b
        Tuo </b
        nick? (rotfl)Dove hai registrato il marchio? (rotfl)(rotfl)
    • collione scrive:
      Re: riflettiamo
      - Scritto da: collione
      l'unico che può veramente risollevare le sorti
      del nostro disgraziato paese è Fabio
      Fazio.

      in altre nazioni sarebbe già stato eletto primo
      ministro a furor di popolo, solo da noi un
      grand'uomo come lui può essere insultato e
      bistrattato da tutti. siamo delle
      merde!

      Viva Fabio Fazio, eroe dei cittadini onesti!Il mio sogno è di vedere un'Italia governata dal seguente triumvirato:Romano Prodi - Walter Vetroni - Pierluigi BersaniI tre personaaggi politici più rivoluzionari della storia, con loro si tornerebbe a volare. Ma siamo troppo stupidi per riconoscere i geni assoluti, a noi piacciono gli Schettino e i Moggi...Viva il PD, sempre!!
      • ... scrive:
        Re: riflettiamo
        - Scritto da: collione
        - Scritto da: collione

        l'unico che può veramente risollevare le sorti

        del nostro disgraziato paese è Fabio

        Fazio.



        in altre nazioni sarebbe già stato eletto primo

        ministro a furor di popolo, solo da noi un

        grand'uomo come lui può essere insultato e

        bistrattato da tutti. siamo delle

        merde!



        Viva Fabio Fazio, eroe dei cittadini onesti!

        Il mio sogno è di vedere un'Italia governata dal
        seguente
        triumvirato:

        Romano Prodi - Walter Vetroni - Pierluigi Bersani

        I tre personaaggi politici più rivoluzionari
        della storia, con loro si tornerebbe a volare. Ma
        siamo troppo stupidi per riconoscere i geni
        assoluti, a noi piacciono gli Schettino e i
        Moggi...

        Viva il PD, sempre!!ma che belle idee politiche che avte voi cantinari schifosi, mica per niente vi chiamate collioni.hai nominato 4 personaggi pubblici, e di questi ben 4 sono delle autentiche merde, proprio come voi
  • Silvan scrive:
    Realismo.
    Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca utilità, vista la distanza, per noi "poveri mortali",incommensurabile, dato che la luce stessa impiega la bellezza di 500 anni. L'unico modo per arrivarci è col pensiero.
    • come disse scrive:
      Re: Realismo.
      - Scritto da: Silvan
      Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca
      utilità, vista la distanza, per noi "poveri
      mortali",incommensurabile, dato che la luce
      stessa impiega la bellezza di 500 anni. L'unico
      modo per arrivarci è col
      pensiero.come disse wesley crusher :
      • Alien321 scrive:
        Re: Realismo.
        - Scritto da: come disse
        - Scritto da: Silvan

        Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca

        utilità, vista la distanza, per noi "poveri

        mortali",incommensurabile, dato che la luce

        stessa impiega la bellezza di 500 anni. L'unico

        modo per arrivarci è col

        pensiero.

        come disse wesley crusher :questa probabilmente l'hanno capita solo 3 persone in tutti Italia,...^^
        • Aniello Caputo scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Alien321
          - Scritto da: come disse

          - Scritto da: Silvan


          Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca


          utilità, vista la distanza, per noi "poveri


          mortali",incommensurabile, dato che la luce


          stessa impiega la bellezza di 500 anni.
          L'unico


          modo per arrivarci è col


          pensiero.



          come disse wesley crusher :

          questa probabilmente l'hanno capita solo 3
          persone in tutti
          Italia,
          ...^^e tra queste 3 di certo non ci sei tu
        • Enjoy with Us scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Alien321
          - Scritto da: come disse

          - Scritto da: Silvan


          Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca


          utilità, vista la distanza, per noi "poveri


          mortali",incommensurabile, dato che la luce


          stessa impiega la bellezza di 500 anni.
          L'unico


          modo per arrivarci è col


          pensiero.



          come disse wesley crusher :

          questa probabilmente l'hanno capita solo 3
          persone in tutti
          Italia,
          ...^^diciamo pure 4, non sottovalutare i fanatici di Star Trek!
    • ... scrive:
      Re: Realismo.
      - Scritto da: Silvan
      L'unico modo per arrivarci
      è col pensiero.Ma no, una sonda pian pianino ci arriva. Altrimenti vai di navi generazionali.
      • collione scrive:
        Re: Realismo.
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Silvan


        L'unico modo per arrivarci

        è col pensiero.

        Ma no, una sonda pian pianino ci arriva.
        Altrimenti vai di navi
        generazionali.la sonda ficcatela nel XXXX
      • Enjoy with Us scrive:
        Re: Realismo.
        - Scritto da: ...
        - Scritto da: Silvan


        L'unico modo per arrivarci

        è col pensiero.

        Ma no, una sonda pian pianino ci arriva.
        Altrimenti vai di navi
        generazionali.Seee... 500 + 500 fanno mille anni e postulando di raggiungere velocità relativistiche, oggi come oggi è inimaginabile la pianificazione di un progetto che porterebbe frutti dopo 1000-2000 anni!Inutile girarci intorno o si trova il sistema per viaggiare più veloci della luce o le stelle resteranno sostanzialmente irraggiungibili!
        • krane scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Enjoy with Us
          - Scritto da: ...

          - Scritto da: Silvan


          L'unico modo per arrivarci


          è col pensiero.

          Ma no, una sonda pian pianino ci arriva.

          Altrimenti vai di navi

          generazionali.
          Seee... 500 + 500 fanno mille anni e postulando
          di raggiungere velocità relativistiche, oggi come
          oggi è inimaginabile la pianificazione di un
          progetto che porterebbe frutti dopo 1000-2000
          anni!
          Inutile girarci intorno o si trova il sistema per
          viaggiare più veloci della luce o le stelle
          resteranno sostanzialmente
          irraggiungibili!E credi che lo troveremo senza aver bisogno di andare ad esplorare la' furori ? Come progettare una barca nel deserto, con un ottimo motore ma senza sapere che deve essere anche stagna all'acqua.
          • Enjoy with Us scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Enjoy with Us

            - Scritto da: ...


            - Scritto da: Silvan




            L'unico modo per arrivarci



            è col pensiero.



            Ma no, una sonda pian pianino ci arriva.


            Altrimenti vai di navi


            generazionali.


            Seee... 500 + 500 fanno mille anni e
            postulando

            di raggiungere velocità relativistiche, oggi
            come

            oggi è inimaginabile la pianificazione di un

            progetto che porterebbe frutti dopo 1000-2000

            anni!

            Inutile girarci intorno o si trova il
            sistema
            per

            viaggiare più veloci della luce o le stelle

            resteranno sostanzialmente

            irraggiungibili!

            E credi che lo troveremo senza aver bisogno di
            andare ad esplorare la' furori ? Come progettare
            una barca nel deserto, con un ottimo motore ma
            senza sapere che deve essere anche stagna
            all'acqua.Non hai capito! Io sostengo che una esplorazione interstellare vera e propria fino a quando non troveranno il sistema di superare e di parecchio la velocità della luce non si verificherà mai, a meno di imminenti catastrofi per il sistema solare (esempio trasformazione in Nova del sole).Le distanze sono tali per cui le eventuali colonie non si potrebbero tenere in contatto con la Terra, ne sarebbe possibile lo sviluppo di un commercio, questo anche postulando la scoperta di pianeti abitabili entro un raggio di 10 anni luce, figuriamoci a 500 anni luce di distanza! Al massimo si potrebbe ipotizzare qualche missione esplorativa sui sistemi solari più vicini a noi, ma solo a fini scientifici e con ogni probabilità condotti con sistemi automatizzati, ossia meno di quello che abbiamo fatto fino ad oggi con la Luna!
    • bradipao scrive:
      Re: Realismo.
      - Scritto da: Silvan
      Scoperte sensazionalistiche, ma dalla poca
      utilità, vista la distanza, per noi "poveri
      mortali",incommensurabile, dato che la luce
      stessa impiega la bellezza di 500 anni. L'unico
      modo per arrivarci è col pensiero.La storia dell'umanità è costellata da sognatori e visionari che osarono andare laddove pochi vedevano qualcosa di utile. Per cui, se anche non ci credi, concedi almeno il beneficio del dubbio.
      • Leguleio scrive:
        Re: Realismo.

        La storia dell'umanità è costellata da sognatori
        e visionari che osarono andare laddove pochi
        vedevano qualcosa di utile. Hai esempi di questi visionari?
        • grande capo esticazzi scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Leguleio

          La storia dell'umanità è costellata da
          sognatori

          e visionari che osarono andare laddove pochi

          vedevano qualcosa di utile.

          Hai esempi di questi visionari?Marconi Guglielmo: tutti lo deridevano sul discorso del "telegrafo senza fili", eppure...Un tizio - non mi ricordo il nome - che sosteneva che insufflare aria negli altoforni era la cosa migliore per ottenere acciaio di qualita' superiore: tutti a ridergli addosso, ma quando fece la prova...etcetcetc
        • ... scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Leguleio

          La storia dell'umanità è costellata da
          sognatori

          e visionari che osarono andare laddove pochi

          vedevano qualcosa di utile.

          Hai esempi di questi visionari?Che so, Cristoforo Colombo? Galileo?Davvero sei talmente ignorante che non te ne viene in mente manco uno?
        • Trollollero scrive:
          Re: Realismo.
          - Scritto da: Leguleio

          La storia dell'umanità è costellata da
          sognatori

          e visionari che osarono andare laddove pochi

          vedevano qualcosa di utile.

          Hai esempi di questi visionari?Fratelli Wright.Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo (troppa gente per menzionarli tutti...)Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente dire "avevo ragione io").Penzias e Wilson.Edwin Hubble.Vado avanti ?
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Trollollero
            Fratelli Wright.
            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo (troppa
            gente per menzionarli
            tutti...)
            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente
            dire "avevo ragione
            io").
            Penzias e Wilson.
            Edwin Hubble.

            Vado avanti ?Quanti di questi hanno violato le leggi della fisica?
          • Quota scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            Fratelli Wright.

            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").

            Penzias e Wilson.

            Edwin Hubble.



            Vado avanti ?
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Ma sei XXXXXXXX ?
          • Quota scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            Fratelli Wright.

            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").

            Penzias e Wilson.

            Edwin Hubble.



            Vado avanti ?
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Ma sei XXXXXXXX ?
          • Quota scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            Fratelli Wright.

            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").

            Penzias e Wilson.

            Edwin Hubble.



            Vado avanti ?
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Ma sei XXXXXXXX ?
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Quota
            Ma sei XXXXXXXX ?Detto da uno che fa un triplo post...
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Quota

            Ma sei XXXXXXXX ?
            Detto da uno che fa un triplo post...A me sembra ben ribatito...
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: krane
            A me sembra ben ribatito...http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=4036418#p4036418http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=4036419#p4036419http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=4036420#p4036420
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: krane

            A me sembra ben ribatito...
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=403
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=403
            http://punto-informatico.it/b.aspx?i=4035718&m=403Appunto: tel'ha detto 3 volte (rotfl)
          • Trollollero scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            Fratelli Wright.

            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").

            Penzias e Wilson.

            Edwin Hubble.



            Vado avanti ?
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?E il premio per la domanda piu' stupida del millennio va a...........SCROLL!!!!!I miei piu' sentiti complimenti, ci vuole uno sforzo non indifferente per regredire cosi' tanto sulla scala evolutiva per poter anche solo pensare di fare una domanda cosi' idiota....
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Trollollero
            E il premio per la domanda piu' stupida del
            millennio va
            a...........

            I miei piu' sentiti complimenti, ci vuole uno
            sforzo non indifferente per regredire cosi' tanto
            sulla scala evolutiva per poter anche solo
            pensare di fare una domanda cosi'
            idiota....Certo, ma come dite voi, moltissimi "geni" erano considerati degli idioti... (cylon)
          • Trollollero scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            E il premio per la domanda piu' stupida del

            millennio va

            a...........



            I miei piu' sentiti complimenti, ci vuole uno

            sforzo non indifferente per regredire cosi'
            tanto

            sulla scala evolutiva per poter anche solo

            pensare di fare una domanda cosi'

            idiota....
            Certo, ma come dite voi, moltissimi "geni" erano
            considerati degli idioti...
            (cylon)"violare le leggi della fisica" e' una frase totalmente priva di senso, spero che te ne renda conto (hint: no)
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Trollollero
            "violare le leggi della fisica" e' una frase
            totalmente priva di senso, spero che te ne renda
            conto (hint:
            no)Quali sarebbero le soluzioni migliori per raggiungere questo pianeta?
          • Quota scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            "violare le leggi della fisica" e' una frase

            totalmente priva di senso, spero che te ne
            renda

            conto (hint:

            no)
            Quali sarebbero le soluzioni migliori per
            raggiungere questo pianeta?Un ponte di Einstein-Rosen, ma nel frattempo potremmo utilizzare il teletrasporto quantistico per rilevare dati e campioni.
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Quota
            Un ponte di Einstein-RosenNon è neanche una teoria dimostrata... :s
            ma nel frattempo
            potremmo utilizzare il teletrasporto quantistico
            per rilevare dati e
            campioni.
          • scrollato scrive:
            Re: Realismo.
            sonde robotiche, navi generazionali, etc.
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scrollato
            sonde robotiche, navi generazionali, etc.A che servirebbe andare su un altro pianete se fossimo è in grado di creare un ecosistema autosufficiente?
          • collione scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Un nome a caso: Albert Einstein!!! Prima di Einstein si credeva non esistesse l'effetto fotoelettrico!
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: collione
            Un nome a caso: Albert Einstein!!! Prima di
            Einstein si credeva non esistesse l'effetto
            fotoelettrico!Hai risposto a una domanda che non ho fatto...
          • collione scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: collione

            Un nome a caso: Albert Einstein!!! Prima di

            Einstein si credeva non esistesse l'effetto

            fotoelettrico!
            Hai risposto a una domanda che non ho fatto...meglio così, l'importante è che si capisca che non l'Universo ad obbedire alle "leggi" della nostra fisica, ma è la nostra fisica che cerca ( parzialmente e molto faticosamente ) di capire qualcosa sul funzionamento dell'Universo
          • ndr scrive:
            Re: Realismo.

            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Quante invenzioni hanno reso possibile ciò che prima si credeva impossibile?Dal "semplice" volo di aerei che pesano tonnellate, alla clonazione di cellule (60 anni fa nemmeno si sapeva cosa fosse il DNA), alla fissione nucleare (di nuovo, poco tempo fa nemmeno si conoscevano gli atomi)...Le scoperte permettono di andare OLTRE la precedenti conoscenze e i precedenti LIMITI dati da queste.E siccome è evidente che della fisica NON conosciamo ancora tutto, chi può escludere che questo proXXXXX non porti a ulteriori scoperte che spostino il limite ancora più in là?
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: ndr
            Quante invenzioni hanno reso possibile ciò che
            prima si credeva
            impossibile?
            Dal "semplice" volo di aerei che pesano
            tonnellate, alla clonazione di cellule (60 anni
            fa nemmeno si sapeva cosa fosse il DNA), alla
            fissione nucleare (di nuovo, poco tempo fa
            nemmeno si conoscevano gli
            atomi)...

            Le scoperte permettono di andare OLTRE la
            precedenti conoscenze e i precedenti LIMITI dati
            da
            queste.

            E siccome è evidente che della fisica NON
            conosciamo ancora tutto, chi può escludere che
            questo proXXXXX non porti a ulteriori scoperte
            che spostino il limite ancora più in
            là?Preferisco non avventurarmi nella fantascienza...
          • ndr scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: ndr

            Quante invenzioni hanno reso possibile ciò
            che

            prima si credeva

            impossibile?

            Dal "semplice" volo di aerei che pesano

            tonnellate, alla clonazione di cellule (60
            anni

            fa nemmeno si sapeva cosa fosse il DNA), alla

            fissione nucleare (di nuovo, poco tempo fa

            nemmeno si conoscevano gli

            atomi)...



            Le scoperte permettono di andare OLTRE la

            precedenti conoscenze e i precedenti LIMITI
            dati

            da

            queste.



            E siccome è evidente che della fisica NON

            conosciamo ancora tutto, chi può escludere
            che

            questo proXXXXX non porti a ulteriori
            scoperte

            che spostino il limite ancora più in

            là?
            Preferisco non avventurarmi nella fantascienza...Un boeing che vola non è fantascienza.La cura delle malattie genetiche non è fantascienza.Lo studio della fisica non è fantascienza, ed i progressi sono costanti e notevoli, di anno in anno (parliamo di Higgs, ad esempio? O della materia oscura?)...
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: ndr
            - Scritto da: scroll

            - Scritto da: ndr


            Quante invenzioni hanno reso possibile
            ciò

            che


            prima si credeva


            impossibile?


            Dal "semplice" volo di aerei che pesano


            tonnellate, alla clonazione di cellule
            (60

            anni


            fa nemmeno si sapeva cosa fosse il
            DNA),
            alla


            fissione nucleare (di nuovo, poco tempo
            fa


            nemmeno si conoscevano gli


            atomi)...





            Le scoperte permettono di andare OLTRE
            la


            precedenti conoscenze e i precedenti
            LIMITI

            dati


            da


            queste.





            E siccome è evidente che della fisica
            NON


            conosciamo ancora tutto, chi può
            escludere

            che


            questo proXXXXX non porti a ulteriori

            scoperte


            che spostino il limite ancora più in


            là?

            Preferisco non avventurarmi nella
            fantascienza...

            Un boeing che vola non è fantascienza.
            La cura delle malattie genetiche non è
            fantascienza.
            Lo studio della fisica non è fantascienza, ed i
            progressi sono costanti e notevoli, di anno in
            anno (parliamo di Higgs, ad esempio? O della
            materia oscura?)...Dalla terra alla luna era fantascienza, ora non e' storia e pure vecchia.
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: Trollollero

            Fratelli Wright.

            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").

            Penzias e Wilson.

            Edwin Hubble.



            Vado avanti ?
            Quanti di questi hanno violato le leggi della
            fisica?Stando alla teoria geocentrica non saremmo mai potuti mandare sonde su marte.
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: krane
            Stando alla teoria geocentrica non saremmo mai
            potuti mandare sonde su
            marte.Dove avrei enunciato questa teoria?
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: krane

            Stando alla teoria geocentrica non

            saremmo mai potuti mandare sonde su

            marte.
            Dove avrei enunciato questa teoria?E chi sei Aristotele ?
          • scroll scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: krane
            E chi sei Aristotele ?Ops, avevo letto male :$
          • krane scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: scroll
            - Scritto da: krane

            Stando alla teoria geocentrica non

            saremmo mai potuti mandare sonde

            su marte.
            Dove avrei enunciato questa teoria?Ma chi credi di essere Tolomeo ?
          • Leguleio scrive:
            Re: Realismo.
            Era meglio se rispondeva bradipao. In ogni caso:


            La storia dell'umanità è costellata da

            sognatori


            e visionari che osarono andare laddove
            pochi


            vedevano qualcosa di utile.

            Hai esempi di questi visionari?
            Fratelli Wright.Senza nulla togliere ai fratelli Wright, la sfida dell'uomo alla forza di gravità inizia almeno con i primi disegni di Leonardo per un rudimentale elicottero, e con la costruzione della mongolfiera da parte dei fratelli Montgolfier, 1783. I tentativi di costruzione di un mezzo volante più pesante dell'aria erano stati numerosi, prima del 1904. Vedi ad esempio qui:http://en.wikipedia.org/wiki/Early_flying_machines#Heavier_than_air:_Parachutes_and_kitesI fratelli Wright non arrivarono come un fulmine a ciel sereno nella ricerca di un nuovo mezzo. Furono semplicmente i primi che riuscirono a farlo funzionare per davvero.
            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo (troppa
            gente per menzionarli
            tutti...)Tutti i programmi spaziali sono controversi, perché sviluppati durante la guerra fredda per scopi strategici, e non scientifici. Era una gara, non era un sogno visionario nel senso comunemente inteso.E per dirla tutta, i primi ad uscire dalla gravitá terrestre furono i sovietici, non gli Usa. E furono anche i primi a orbitare attorno alla Luna, senza mai riuscire ad atterrarvi.
            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente
            dire "avevo ragione
            io").Peter Higgs ricevette un premio per i suoi studi teorici di fisica prima che l'esperimento per la scoperta del bosone che porta il suo nome fosse condotto: Edinburgh Award nel 2011. Difficile pensare che pochi vedessero qualcosa di utile quando il prenio venne conferito. Forse è il caso di rivedere questa visione stereotipata e romantica dello scienziato isolato e osteggiato da tutti. Si vede in tutti i film e in tutti i romanzi, ma la realtá è diversa. Se le idee sono buone, interessano.
            Penzias e Wilson.Probabilmente ti riferisci alla teoria del big bang. Che, ricordo, è un modello: la radiazione che hanno scoperto Penzias e Wilson è un indizio a favore di questo modello fisico, ma non è certo la conferma definitiva. Tra l'altro la prima teoria di formazione dell'universo è stata pubblicata negli anni Trenta da un prete belga, Georges Lemaître, che la chiamò teoria dell'atomo primitivo. E di premi non ne ha ricevuti mai.Una conferma alla costante che spesso i riconoscimenti, anche quelli postumi, vanno alle persone che hanno saputo raccogliere i frutti, non a chi ha gettato i semi per primo.
            Edwin Hubble.Nel suo caso, non ci fu mai un nobel, morì troppo presto. Ma ottenne in vita almeno 4 premi relativi ai suoi studi.Insomma, anche con lui questo ritratto di visionario che osa laddove pochi vedono qualcosa di utile non lo percepisco: per essere premiati ci vuole una maggioranza che decide di devolvere un premio.
          • Trollollero scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Leguleio
            Era meglio se rispondeva bradipao. Questo e' un forum aperto, chiunque puo' rispondere a qualsiasi cosa.Se non ti sta bene levati di mezzo o comunica tramite messaggi privati.
            In ogni caso:





            La storia dell'umanità è
            costellata
            da


            sognatori



            e visionari che osarono andare
            laddove

            pochi



            vedevano qualcosa di utile.



            Hai esempi di questi visionari?


            Fratelli Wright.

            Senza nulla togliere ai fratelli Wright, la sfida
            dell'uomo alla forza di gravità inizia almeno con
            i primi disegni di Leonardo per un rudimentale
            elicottero, e con la costruzione della
            mongolfiera da parte dei fratelli Montgolfier,
            1783.

            I tentativi di costruzione di un mezzo volante
            più pesante dell'aria erano stati numerosi, prima
            del 1904. Vedi ad esempio
            qui:

            http://en.wikipedia.org/wiki/Early_flying_machines

            I fratelli Wright non arrivarono come un fulmine
            a ciel sereno nella ricerca di un nuovo mezzo.
            Furono semplicmente i primi che riuscirono a
            farlo funzionare per
            davvero.




            Meno di 60 anni dopo, il programma Apollo
            (troppa

            gente per menzionarli

            tutti...)

            Tutti i programmi spaziali sono controversi,
            perché sviluppati durante la guerra fredda per
            scopi strategici, e non scientifici. Era una
            gara, non era un sogno visionario nel senso
            comunemente
            inteso.
            E per dirla tutta, i primi ad uscire dalla
            gravitá terrestre furono i sovietici, non
            gli Usa. E furono anche i primi a orbitare
            attorno alla Luna, senza mai riuscire ad
            atterrarvi.



            Peter Higgs (che dopo 50 anni puo' fieramente

            dire "avevo ragione

            io").


            Peter Higgs ricevette un premio per i suoi studi
            teorici di fisica prima che l'esperimento per la
            scoperta del bosone che porta il suo nome fosse
            condotto: Edinburgh Award nel 2011.
            Una bellissima teoria sulla carta, ma senza conferma sperimentale, rimane una bellissima teoria sulla carta ma di scarsissima utilita' pratica e reale (ogni riferimento alla teoria delle stringhe e' voluto.....).La conferma sperimentale e' IL premio piu' ambito per ogni fisico che si rispetti, altro che Nobel e affini.....
            Difficile pensare che pochi vedessero qualcosa di
            utile quando il prenio venne conferito. Forse è
            il caso di rivedere questa visione stereotipata e
            romantica dello scienziato isolato e osteggiato
            da tutti. Si vede in tutti i film e in tutti i
            romanzi, ma la realtá è diversa. Se le idee
            sono buone, interessano.
            Questa "visione romantica" ce l'hai solo tu, che una facolta' scientifica con tutta probabilita' non l'hai mai vista nemmeno da lontano.



            Penzias e Wilson.

            Probabilmente ti riferisci alla teoria del big
            bang. Che, ricordo, è un modello: la radiazione
            che hanno scoperto Penzias e Wilson è un indizio
            a favore di questo modello fisico, ma non è certo
            la conferma definitiva.
            Non hai idea di quello che stai dicendo.
            Tra l'altro la prima teoria di formazione
            dell'universo è stata pubblicata negli anni
            Trenta da un prete belga, Georges Lemaître,
            che la chiamò teoria dell'atomo primitivo. E di
            premi non ne ha ricevuti
            mai.Un consiglio ? Occupati di codicilli e non di scienza.
            Una conferma alla costante che spesso i
            riconoscimenti, anche quelli postumi, vanno alle
            persone che hanno saputo raccogliere i frutti,
            non a chi ha gettato i semi per primo.
            Il metodo scientifico prevede una cosa chiamata "conferma sperimentale".Se non capisci a cosa serve, molla i libri di diritto e mettiti a studiare seriamente qualcosa di utile, tipo fisica sperimentale.



            Edwin Hubble.

            Nel suo caso, non ci fu mai un nobel, morì troppo
            presto. Ma ottenne in vita almeno 4 premi
            relativi ai suoi
            studi.
            Insomma, anche con lui questo ritratto di
            visionario che osa laddove pochi vedono qualcosa
            di utile non lo percepisco: per essere premiati
            ci vuole una maggioranza che decide di devolvere
            un
            premio.Ancora non capisci di cosa stiamo parlando, ma fa niente.....Da un avvocato o aspirante tale non ci si puo' aspettare di piu'.
          • Leguleio scrive:
            Re: Realismo.

            Una bellissima teoria sulla carta, ma senza
            conferma sperimentale, rimane una bellissima
            teoria sulla carta ma di scarsissima utilita'
            pratica e reale (ogni riferimento alla teoria
            delle stringhe e'
            voluto.....).
            La conferma sperimentale e' IL premio piu' ambito
            per ogni fisico che si rispetti, altro che Nobel
            e
            affini.....Posso anche essere d'accordo, ma l'intervento di bradipao non parlava di questo, non si allude alla soddisfazione professionale.Sarebbero mai iniziati gli esperimenti al CERN se davvero erano così pochi a credere nelle speculazioni teoriche di Higgs? Questa è la domanda da porsi dopo l'affermazione di bradipao.
            Non hai idea di quello che stai dicendo.E quindi cantiamo tutti in coro:♫ trollollerro lallero lallero lallero lallero lallero lallà! ♪♫Trollollero: un nome, una garanzia (di grasse risate).
          • Trollollero scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Leguleio

            Una bellissima teoria sulla carta, ma senza

            conferma sperimentale, rimane una bellissima

            teoria sulla carta ma di scarsissima utilita'

            pratica e reale (ogni riferimento alla teoria

            delle stringhe e'

            voluto.....).

            La conferma sperimentale e' IL premio piu'
            ambito

            per ogni fisico che si rispetti, altro che
            Nobel

            e

            affini.....

            Posso anche essere d'accordo, ma l'intervento di
            bradipao non parlava di questo, non si allude
            alla soddisfazione
            professionale.La conferma sperimentale sarebbe soddisfazione professionale ?In ambito fisico ?Ma hai una vaga idea di quello che stai dicendo o no ?
            Sarebbero mai iniziati gli esperimenti al CERN se
            davvero erano così pochi a credere nelle
            speculazioni teoriche di Higgs? Questa è la
            domanda da porsi dopo l'affermazione di
            bradipao.
            Va beh, dai, ammettilo: non hai la benche' minima idea di come si faccia scienza.


            Non hai idea di quello che stai dicendo.

            E quindi cantiamo tutti in coro:

            ♫ trollollerro lallero lallero
            lallero lallero lallero lallà! ♪♫

            Trollollero: un nome, una garanzia (di grasse
            risate).Torna a fare il grammar nazi, ti conviene...
          • Leguleio scrive:
            Re: Realismo.

            Torna a fare il grammar nazi, ti conviene...Perché non fai tu un'altra delle tue lezioni cattedratiche su come si scrive in italiano? http://punto-informatico.it/b.aspx?i=3906093&m=3907164#p3907164Su, forza, il mondo non aspetta altro che la posizione di trollollero per imparare a usare i termini. (rotfl)"Vieni qui, lei mi fa,trullala trullallà" (cit).
        • fabpolli scrive:
          Re: Realismo.
          Rimanendo nel "piccolo" citerei anche Cristoforo Colombo
          • Leguleio scrive:
            Re: Realismo.

            Rimanendo nel "piccolo" citerei anche Cristoforo
            ColomboQuesta è proprio la più romanzata di tutte: Cristoforo Colombo cercava qualcosa di molto pratico, per la Spagna del 1492: una via per l'India che non passasse per i territori controllati dall'odiato islam. In spagnolo "buscar levante por el ponente". Metà Europa era interessata, anche se ovviamente nessuno sapeva come fare.Se ottenne un contratto a lui favorevole dai regnanti di Castiglia, e ben tre caravelle, evidentemente qualcuno che credesse in lui c'era. Come sappiamo, fallì nell'intento: nella rotta dalla Spagna all'India c'era di mezzo un continente, il passaggio per quella via non era insomma più pratico rispetto alla circumnavigazione dell'Africa, al contrario. Ma il termine serendipità si applica per la prima volta nella storia proprio a lui: aver scoperto qualcosa mentre si cercava altro.
          • fabpolli scrive:
            Re: Realismo.
            - Scritto da: Leguleio

            Rimanendo nel "piccolo" citerei anche
            Cristoforo

            Colombo

            Questa è proprio la più romanzata di tutte:
            Cristoforo Colombo cercava qualcosa di molto
            pratico, per la Spagna del 1492: una via per
            l'India che non passasse per i territori
            controllati dall'odiato islam. In spagnolo
            "buscar levante por el ponente". Metà Europa era
            interessata, anche se ovviamente nessuno sapeva
            come
            fare.

            Se ottenne un contratto a lui favorevole dai
            regnanti di Castiglia, e ben tre caravelle,
            evidentemente qualcuno che credesse in lui c'era.

            Come sappiamo, fallì nell'intento: nella rotta
            dalla Spagna all'India c'era di mezzo un
            continente, il passaggio per quella via non era
            insomma più pratico rispetto alla
            circumnavigazione dell'Africa, al contrario. Ma
            il termine serendipità si applica per la prima
            volta nella storia proprio a lui: aver scoperto
            qualcosa mentre si cercava
            altro.D'accordo con te ma il punto secondo me è che ogni scoperta scentifica (e non) arriva magari con un pizzico di fortuna ma comunque deriva o scatena tutta una serie di reazioni a catena che non avverrebero se non ci fosse qualcuno che da visionario (per il tempo) non crede in una sua visione (appunto). Credo che senza questi uomini non ci sarebbe progresso. Citano Colombo perché in un epoca in cui tutti davano per buono una teoria lui volle sfatarla e se per farlo dovette scendere a compromessi affichè gli spagnoli vi trovassere un vantaggio economico è uno specchio abbastanza fedele di quanto è avvenuto, ad esempio, per la corsa allo spazio, l'interesse era militare, venne fatto passare dalle due fazioni come una cosa da orgoglio nazionale per farla accettare. Come ulteriore conferma di quello che penso è la storia della ricerca spaziale USA, deriva dal "sogno" di von Braun che ambiva a spedire i suoi razzi il più lantono possibile (per farla breve) e per riuscirsi convinse il governo che era una cosa utile a livello militare per riuscire a sdoganare le ingenti somme che necessitavano a quel programma. Il governo USA dal canto suo lo prese in patria mica tanto per spirito umanitario ma proprio perchè avendo lavorato al programma V2 tedesco volevano restare in corsa con la Russia che si era accaparrata gli altri scienziati e che, per dirla tutta, in quegli anni stava inanellando una serie di vittorie imbarazzanti nella ricerca scientifica spaziale. Poi c'è da considerare che a fronte di un sacco di soldi spesi comunque qualcosa alla vita di tutti i giorni la corsa spaziale ha restituito negli anni (Computer, elettronica, ecc.). Magari le scoperte scientifiche odierne non serviranno nell'immediato ma in futuro chissà, l'ambizione del genere umano è la continua ricerca dell'ignoto che ci ha portato a questo punto e nel contempo la ricerca dell'immortalità, e ne deriva che comunque prima o poi dovremmo avere una via di fuga dalla terra quando verrà inghiottita dal sole (sempre che non ci auto estinguiamo prima) e l'unica via è lo spazio.
          • Leguleio scrive:
            Re: Realismo.



            Rimanendo nel "piccolo" citerei anche

            Cristoforo


            Colombo



            Questa è proprio la più romanzata di tutte:

            Cristoforo Colombo cercava qualcosa di molto

            pratico, per la Spagna del 1492: una via per

            l'India che non passasse per i territori

            controllati dall'odiato islam. In spagnolo

            "buscar levante por el ponente". Metà Europa era

            interessata, anche se ovviamente nessuno sapeva

            come

            fare.



            Se ottenne un contratto a lui favorevole dai

            regnanti di Castiglia, e ben tre caravelle,

            evidentemente qualcuno che credesse in lui
            c'era.



            Come sappiamo, fallì nell'intento: nella rotta

            dalla Spagna all'India c'era di mezzo un

            continente, il passaggio per quella via non era

            insomma più pratico rispetto alla

            circumnavigazione dell'Africa, al contrario. Ma

            il termine serendipità si applica per la prima

            volta nella storia proprio a lui: aver scoperto

            qualcosa mentre si cercava

            altro.
            D'accordo con te ma il punto secondo me è che
            ogni scoperta scentifica (e non) arriva magari
            con un pizzico di fortuna ma comunque deriva o
            scatena tutta una serie di reazioni a catena che
            non avverrebero se non ci fosse qualcuno che da
            visionario (per il tempo) non crede in una sua
            visione (appunto). Essere visionario non è un valore in sé. I visionari che conosciamo, perché sono ricordati nei libri di storia, sono forse l'1 % del totale, forse meno. Sono i visionari che hanno avuto fortuna, certo, ma soprattutto hanno avuto attorno a sé persone che credevano nelle loro idee e nelle loro ricerche, perché erano valide. Il 99 % è costituito da scienziati e ricercatori falliti, da persone morte mentre compivano oscuri esperimenti di cui gli altri poco sapevano, nei casi più gravi da internati in ospedali psichiatrici.La figura del "genio incompreso", come quella del "talento incompreso", è buona come soggetto per un film o una <I
            piéce </I
            teatrale, ma ha pochi agganci con la realtà.
            Credo che senza questi uomini
            non ci sarebbe progresso. Citano Colombo perché
            in un epoca in cui tutti davano per buono una
            teoria lui volle sfatarla e se per farlo dovette
            scendere a compromessi affichè gli spagnoli vi
            trovassere un vantaggio economico Non c'era alcuna teoria da sfatare, nel 1492. Se dai un ripasso alla storia delle esplorazioni, vedrai che prima di lui ci sono stati navigatori che hanno compiuto rotte di lunghezza paragonabile. È stato in gamba a convincere i sovrani di Castiglia ad investire un patrimonio. Questo va a suo merito, ma merito di uomo (pare fosse un intrallazzatore e un manipolatore come pochi), non merito di navigatore o di geografo.
            è uno specchio
            abbastanza fedele di quanto è avvenuto, ad
            esempio, per la corsa allo spazio, l'interesse
            era militare, venne fatto passare dalle due
            fazioni come una cosa da orgoglio nazionale per
            farla accettare. Sì e no. Nell'Unione Sovietica del tempo non c'era alcun bisogno di farlo passare per qualcosa di diverso da quello che era: non esisteva l'opinione pubblica e l'opposizione.Gli usa invece erano contenti di pagare più tasse per questa gara. Una volta terminata con la vittoria Usa, la Nasa rimase pressoché senza fondi, pochi lo sanno, e sostanzialmente senza un solo progetto in cantiere.
            Come ulteriore conferma di
            quello che penso è la storia della ricerca
            spaziale USA, deriva dal "sogno" di von Braun che
            ambiva a spedire i suoi razzi il più lantono
            possibile (per farla breve) e per riuscirsi
            convinse il governo che era una cosa utile a
            livello militare per riuscire a sdoganare le
            ingenti somme che necessitavano a quel programma.Puoi esser bravo finché vuoi a convincere i governi, se i soldi necessari per finanziare quel progetto non ci sono in cassa non si possono creare dal nulla. Anche la scienza ha limiti di budget.
            Il governo USA dal canto suo lo prese in patria
            mica tanto per spirito umanitario ma proprio
            perchè avendo lavorato al programma V2 tedesco
            volevano restare in corsa con la Russia che si
            era accaparrata gli altri scienziati e che, per
            dirla tutta, in quegli anni stava inanellando una
            serie di vittorie imbarazzanti nella ricerca
            scientifica spaziale. Be', la Russia, o meglio l'Urss, aveva scienziati validi di suo, eh?!Non è che gli unici geni fossero i tedeschi con simpatie naziste.
            Poi c'è da considerare che
            a fronte di un sacco di soldi spesi comunque
            qualcosa alla vita di tutti i giorni la corsa
            spaziale ha restituito negli anni (Computer,
            elettronica, ecc.). Un effetto collaterale, la gara aveva altri obiettivi.I computer e l'elettronica esistevano già prima della corsa allo spazio. Il loro sviluppo venne accelerato per ragioni pratiche, ma era già in atto.
            Magari le scoperte
            scientifiche odierne non serviranno
            nell'immediato ma in futuro chissà, l'ambizione
            del genere umano è la continua ricerca
            dell'ignoto che ci ha portato a questo punto e
            nel contempo la ricerca dell'immortalità, e ne
            deriva che comunque prima o poi dovremmo avere
            una via di fuga dalla terra quando verrà
            inghiottita dal sole (sempre che non ci auto
            estinguiamo prima) e l'unica via è lo
            spazio.E questo mi pare l'esatto contrario del visionario a cui pochi danno ascolto. È un problema che riguarda tutti.
    • collione scrive:
      Re: Realismo.
      - Scritto da: Silvan
      dato che la luce stessa impiega la bellezza di 500 anniquesto è quella che sappiamo, ma tra ciò che sappiamo e ciò che è realmente, ce ne passanel Medioevo erano convinti che il Sole girasse intorno alla Terra!!!
      • scroll scrive:
        Re: Realismo.
        - Scritto da: collione
        questo è quella che sappiamo, ma tra ciò che
        sappiamo e ciò che è realmente, ce ne
        passa(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)(geek)
  • ... scrive:
    alfonso, quando parti?
    500 anni luce non sono poi tanti, quando parti? carretta, cammello e via via, via, via! che qua stai sui XXXXXXXX alla meta' piu' i due terzi dei lettori...
Chiudi i commenti