Anche in Canada si filtra il P2P

Rete sempre meno neutrale anche in nordamerica. Proprio come in Italia. Ma è legale? Sì, no, forse

Roma – Il provider canadese Sympatico ammette di filtrare il P2P. La spiegazione è sempre la stessa: lo facciamo per tutelare voi utenti e i servizi che preferite, video in testa. E agli utenti invece, come sempre, la faccenda piace poco o niente .

Tutto nasce da una innocente domanda sul forum di assistenza del provider: “Da alcuni giorni ho notato che la mia connessione è bloccata a 30KB/sec in upload e download – spiega un certo Speedy in una discussione – Ho provato molti client torrent (…) La mia connessione è a posto: voi ragazzi non starete mica lavorando a qualcosa per limitare Torrent?”.

La risposta arriva in poche ore: “Sì, ora utilizziamo un gestore del traffico per ridurre la banda a disposizione di alcuni account durante le ore di punta”. Le applicazioni interessate sono le solite : BitTorrent, gNutella, Kazaa, eMule, eDonkey etc. Sympatico, azienda del gruppo Bell, utilizza gli ultimi ritrovati della tecnologia in questo senso, per garantire una migliore prestazione “delle applicazioni preferite dalla maggior parte dei clienti”: che sarebbero i browser, la posta elettronica, l’instant messaging e i video di YouTube.

Partono immediate le proteste, visto anche che, come ricorda qualcuno dei partecipanti, esistono anche utilizzi assolutamente leciti del P2P: Sympatico si mostra inflessibile, chiarendo che in nessun modo intende supportare il file sharing . E la faccenda finisce, come al solito, in un bel flame : da una parte chi esige che la propria connessione sia in tutti i sensi libera da ogni controllo, dall’altra l’azienda che sostiene le sue tesi assieme a qualche cliente affezionato.

Tutto il mondo è paese e il Canada non fa eccezione, sebbene proprio nello stato delle giubbe rosse i numeri dimostrerebbero che il P2P favorisce la vendita della musica . Si filtra in Australia , in Italia , negli USA – dove però i consumatori Comcast sono sul piede di guerra – e ora anche nella terra degli aceri. In attesa che anche sull’ Isola di Pasqua e alle Svalbard qualcuno ammetta di fare traffic shaping , resta da chiedersi: quanto di tutto questo ha a che fare con la gestione della rete , e quanto invece con il controllo di quanto vi transita ?

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Andrea Scarsi Banca Ifigest Milano scrive:
    NAZI PEDERASTASSASSINO PAOLO BARRAI
    Gruppo di risparmiatori truffati da criminale Paolo Barrai. Da incapace, delinquente, ladro e vigliacchissimo Paolo Barrai di Mercato Libero (malavitoso spietato, nato a Milano il 28.6.1965 e, prima di ora, scappare come un ratto vile, in Svizzera, facente sue mega delinquenze in cravatta, da Via Ippodromo 105 Milano).Ciao, sono Antonella di Milano, e faccio parte di un foltissimo gruppo di clienti truffati dall'assolutamente criminale Paolo Barrai di Mercato Libero. Costui è davvero uno spietato delinquente. A tutti noi, uniti ora in una associazione risparmiatori truffati dal criminalissimo Paolo Barrai di Mercato Libero e siamo gia in cinquanta, dico, cinquanta", di tutta Italia e Svizzera, ci fece andare corti ( al ribasso) sul mercato azionario italiano a inizio marzo 2009. Abbiam perso quasi tutti tra il 50 e il 90 per cento dei nostri investimenti. E quando lo telefonavamo per chiedere semplicemente che fare, mentre il mercato saliva rapidissimamente, egli, come un vile ratto, scappava, si faceva sempre negare al telefono. Mandavamo e mails, nessuna risposta. Citofanavamo agli uffici di ultra truffatrice, ultra malavitosa, ultra ladrona Bsi Italia Srl di Via Socrate 26 a Milano di suo padre Vincenzo Barrai, ci vedeva dalla telecamera e nemmeno ci rispondeva.Nemmeno ci apriva il cancello di entrata. Io non sto offendendo, sto dicendo la mera verità. E fra poco la faremo sapere a fior fior di Tribunali di mezza Italia. Che i delinquenti ti debbano fare fessa, e pure non permettano replica, no eeeee. Il neofascismo e la mafia del criminale, del delinquente, del ladro, del truffatore, del professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero alias Mer-d-ato Libero, a noi non fa nessuna paura. Una truffata dal malavitoso falso e vigliacco Paolo Barrai di Mercato Libero. Antonella di Milano. PS Mi ha bruciato 700.000 euro. Tutto quello che avevo. Ma a tanti altri ha bruciato 1,2, 3,10 milioni di euro. Facendo comprare il gas naturale a 5$ e passa, che in poche settimane crollava a 2$. Senza che lui prendesse telefonate, rispondesse ad emails. Senza dare indicazione alcuna a noi clienti terrorizzati! Come uno struzzo, che dalla paura e coscienza di essere incapacissimo a livello di fiuto per investimenti, mette la testa sotto la sabbia. Paolo Barrai, oltre ad essere il peggiore consulente per investimenti borsistici o di qualsiasi altro tipo, ove inesorabilmente sbaglia sempre, ove mai, mai e ri mai ne azzecca mezza, è un irresponsabile, codardo, ladro, truffatore, criminale, falsissimo. E mi dicono che ha pregressi, pure varie condanne al carcere. Aaa, ad averlo saputo prima e non essermi fidata della Lega Nord, di cui ero parte, e che mi ha messo in contatto con sto brucia tutti i risparmi e super truffatore. Ora mi son sfogata qui. Presto lo ri faró in fronte a polizia, carabinieri, magistrati, giudici! E con me, almeno altre 50 persone! Oooo!! Non cascateci, ne scrivo proprio per questo, via dal criminale, delinquente, ladro, truffatore, professionalmente incapacissimo Paolo Barrai di Mercato Libero!!!!! BASTA ANCHE CON STA LEGA LADRONA CAPACE SOLO DI ACCUMULARE MAZZETTE DI FINMECCANICA E GHEDDAFI, PER CENTINAIA DI MILIONI DI EURO! CAPACE SOLO DI XXXXXXX TONNELLATE DI SOLDI VIA QUOTE LATTE E RIMBORSI ELETTORALI! E POI METTERE TUTTO ALL'ESTERO, PRESSO CRIMINALISSIMA FINTER BANK LUGANO DI MALAVITOSI IN CRAVATTA FILIPPO CRIPPA E GIOVANNI DEI CAS (MA DI CERTO NON SOLO), PROPRIO ATTRAVERSO QUESTO COLLETTO VERMINOSO, DA RINCHIUDERE IN GALERA E SUBITO, DI PAOLO BARRAI (CHE OLTRE A RICICLARE SOLDI DI LL, LEGA LADRONA E PDL, POPOLO DI LADRONI, PRESSO FINTER BANK LUGANO, CI RICICLA ANCHE CASH ASSASSINISSIMO DI MAFIA, CAMORRA E NDRANGHETA)! FRA L'ATRO, PURE NOTO PEDERASTA PAOLO BARRAI DI MERCATO LIBERO: CHE SODOMIZZA I FIGLI COSTANZA BARRAI E RICCARDO BARRAI DA QUANDO NATI, COME BEN SANNO TUTTI, IN VIA IPPODROMO 105 A MILANO, OVE VIVONO!!!
  • pippo scrive:
    E quindi?
    Un bel chissenefrega no?Se c'è una morte che merita rispetto è quella di Enzo Biagi, l'ultimo giornalista italiano!Che una notizia del genere NON l'avrebbe mai data!!!
    • Aderisci scrive:
      Re: E quindi?
      - Scritto da: pippo
      Un bel chissenefrega no?
      Se c'è una morte che merita rispetto è quella di
      Enzo Biagi, l'ultimo giornalista
      italiano!
      Che una notizia del genere NON l'avrebbe mai
      data!!!con tutto il rispetto per biagi qui il problema è che i quotidiani su cui anche lui scriveva una notizia del genere la danno dicendo che l'assassino sta su facebook. "open yer eyes, open yer mind"
    • Zullo scrive:
      Re: E quindi?
      - Scritto da: pippo
      Un bel chissenefrega no?
      Se c'è una morte che merita rispetto è quella di
      Enzo Biagi, l'ultimo giornalista
      italiano!Non ho capito una cosa: questa morte non merita rispetto?
      • pippo scrive:
        Re: E quindi?


        Un bel chissenefrega no?

        Se c'è una morte che merita rispetto è quella di

        Enzo Biagi, l'ultimo giornalista

        italiano!

        Non ho capito una cosa: questa morte non merita
        rispetto?Ho sbagliato termine, secondo una statistica inItalia ci sono un' incidenza di 6,57 assassini di donne per milione di abitanti.Quello che mi domando è perchè questa deve finire in prima pagina e la altre no?Chi sono le altre? Sfigate anche nella morte?
        • Greenu64 scrive:
          Re: E quindi?
          Forse perché è inglese e carina? Se fosse stata una scorfana rumena o nigeriana, nessun giornale se la sarebbe filata...
          • pippo scrive:
            Re: E quindi?

            Forse perché è inglese e carina? Se fosse stata
            una scorfana rumena o nigeriana, nessun giornale
            se la sarebbe
            filata...Già, proprio quello che penso anch'io :D
  • vecchio maresciall o scrive:
    i RIS mi fanno paura
    A me i RIS fanno paura.Ho sempre l'impressione che il loro compito istituzionale sia quello di costruire le prove per incastrare quello che i colleghi "normali" decidono come colpevole.Prima Cogne, poi Garlasco, sembra di vedere lo stesso film.Centinaia di rilievi complicatissimi, ricostruzioni al filo della umana immaginazione, e tutto sempre suffragato dalla immancabile "prova scientifica", che poi vien sempre fatta a pezzi dalle perizie delle controparti e dagli immancabili esperti e docenti internazionali.Le belle e sane investigazioni sono sparite.C'è bisogno di 3000 pagine di rilievi, di analisi, di campionamenti, di perizie ......... per poi consegnare il tutto al giudice investigatore del caso che il più delle volte non conclude nulla (e a vedere il procuratore Lauro e a sentirlo straparlare non mi stupisco che non concludano nulla). I RIS in mano ai Carabinieri sono come una bomba atomica in mano a un bambino di 7 anni, c'è solo da sperare di non essere mai presunto colpevole di un delitto sennò sei fritto.
    • Zullo scrive:
      Re: i RIS mi fanno paura
      - Scritto da: vecchio maresciall o
      A me i RIS fanno paura.
      Ho sempre l'impressione che il loro compito
      istituzionale sia quello di costruire le prove
      per incastrare quello che i colleghi "normali"
      decidono come
      colpevole.
      Prima Cogne, poi Garlasco, sembra di vedere lo
      stesso film.E' solo una tua impressione, e molto sbagliata. E poi dici bene: "film".Cosa pretendi di capire dai media?? Si capisce forse di più dalle serie televisive che dai giornalisti. Almeno ti spiegano concretamente qualche ragionamento...
      Centinaia di rilievi complicatissimi,
      ricostruzioni al filo della umana immaginazione,
      e tutto sempre suffragato dalla immancabile
      "prova scientifica", che poi vien sempre fatta a
      pezzi dalle perizie delle controparti e dagli
      immancabili esperti e docenti
      internazionali.
      Le belle e sane investigazioni sono sparite.Ma mi pare che stai sparando un po' di parole a casaccio sull'onda dell'ignoranza, senza offesa. La ricostruzione tecnico-scientifica ci dà un quadro con un certo grado di probabilità, che varia proprio a seconda dei casi.E poi: le "belle e 'sane'" investigazioni sono sparite? Ma quando mai?Sono importanti entrambi i tipi di investigazioni.Il DNA ha permesso di risolvere casi importanti. Senza il RIS come lo analizzi il DNA? Con la lente di ingrandimento?
    • Io blocco il p2p scrive:
      Re: i RIS mi fanno paura
      Hai pienamente ragione, se i media inquadrano una storia è finita...stai sicuro che devono incarcerare un innocente, MA IN FRETTA! Perchè l'Italia GUARDA!
    • Nome e cognome scrive:
      Re: i RIS mi fanno paura
      bravo hai colto nel segno.
  • Undertaker scrive:
    Ma questa Meredith...
    non mi sembra inglese, capelli scuri, colorito olivastromi sembra mediorientale, pakistanai giornali specificano come sono i genitori ?
    • Number 6 scrive:
      Re: Ma questa Meredith...
      "Inglese" significa che ha la cittadinanza. O soltanto gli anglosassoni di puro lignaggio possono definirsi "Inglesi"? E bisogna essere ariani per essere Tedeschi?Tanta vantata sapienza su PI e guarda che mentalità retrograda quando si parla di umani. Raccapricciante.
Chiudi i commenti