Android, accusa antitrust in Corea del Sud

Le due aziende che dominano il mercato locale della ricerca online accusano Mountain View di sfruttare i contratti di licenza e le app per legare il mercato mobile ai suoi servizi

Roma – Google al centro di una nuova causa per questioni di antitrust: stavolta sono due motori di ricerca della Corea del Sud a denunciarla, e al centro della contesa c’è Android.

Le due aziende coreane, NHN Corp e Daum Communication Corp, offrono servizi di ricerca e applicazioni per il sistema operativo mobile Android: rappresentano insieme il 90 per cento del mercato della ricerca online della Corea del Sud .

Hanno fatto appello all’autorità coreana che vigila sul corretto andamento del mercato: secondo quanto riferiscono Google avrebbe impedito ai produttori di smartphone sudcoreani che hanno scelto Android di includere nei loro dispositivi le applicazioni di ricerca concorrenti di Google, arrivando a ritardare quelli colti in “violazione delle condizioni contrattuali”.

In pratica Mountain View avrebbe sottoscritto accordi commerciali con i principali produttori di smartphone, con i quali impedirebbe agli altri operatori del settore di preinstallare le loro applicazioni di ricerca nei dispositivi.

In generale, denuncia NHN, “gli smartphone che utilizzano Android hanno il motore di ricerca di Google preinstallato e sono sistematicamente sviluppati per rendere virtualmente impossibile cambiare l’opzione”.

Google ha ribadito la propria posizione di apertura a tutti i partner e carrier: “Android è una piattaforma aperta e i nostri partner possono decidere liberamente quali applicazioni e servizi includere”.

Google non è nuova al confronto con le autorità antitrust: attualmente si trova a dover affrontare quella statunitense e quella europea per due diverse situazioni, l’ ultima portata avanti da Microsoft. Anche davanti all’autorità sudcoreana Mountain View promette la massima collaborazione “per risolvere le questioni sollevate”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Jacopo Monegato scrive:
    in italia
    alle ultime elezioni volevano bloccare wiki per la "par condicio" se non ricordo male
    • Rover scrive:
      Re: in italia
      Il guaio è che lo studio si riferisce agli USA!
      • Boh scrive:
        Re: in italia
        - Scritto da: Rover
        Il guaio è che lo studio si riferisce agli USA!Wikipedia Italia non può essere realmente imparziale, se lo fosse, al posto delle facce dei vari politici, dovrebbe metterebbe l'immagine di una bella me*da, appena fatta e fumante.
Chiudi i commenti