Android, app adware con rooting incorporato

Individuata una nuova minaccia alla sicurezza dei gadget Android, una genìa di app malevole progettate per dispensare advertising e capaci di fare il rooting del dispositivo in background. Si scaricano dagli store di terze parti, per ora

Roma – I ricercatori di Lookout hanno scoperto qualcosa come 20mila diverse app per Android trasformate in trojan, una vera e propria minaccia “sistemica” alla sicurezza dei gadget basati sul problematico OS di Google che per di più sono dotate di funzionalità nascoste ancora più inquietanti. La fonte all’origine del problema mette al sicuro la maggior parte degli utenti, ma il futuro appare tutto fuorché positivo.

Le app si scaricano in prevalenza dagli store digitali di terze parti, sono camuffate da prodotti legittimi per l’accesso a siti e servizi molto popolari (Candy Crush, Facebook, Snapchat e altri) e includono tre diverse famiglie di malware note come Shuanet, ShiftyBug e Shedun.

All’apparenza le app trasformate in trojan hanno il solo scopo di visualizzare fastidiose quantità di advertising sullo schermo dei terminali mobile, spiegano i ricercatori, ma analizzando più a fondo il codice si scopre che le app sono in grado di eseguire il rooting del dispositivo ottenendo privilegi di accesso esclusivi.

Una volta infettato un terminale, avvertono da Lookout, le app sono difficilissime da eliminare: gli ignoti autori della minaccia hanno trovato il modo di “reimpacchettare” in massa le app legittime prima di distribuirle sugli store di terze parti, dicono ancora i ricercatori, ma si sono ben guardati dal fare lo stesso con i tool antivirali per Android.

Il numero maggiore di infezioni è stato scoperto in paesi come USA, Germania, Iran, India, Giamaica, Sudan, Brasile e Messico, e anche se il confino sugli store esterni a Google Play riduce la portata della minaccia non c’è da stare allegri: in futuro questa classe di “adware trojanizzato” diventerà sempre più sofisticata, dicono gli esperti di Lookout, rendendosi ancora più invisibile e pericoloso per i dati e l’identità digitale dell’utente.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • angeloski scrive:
    Vantaggi economici reali?
    Chiedo venia in anticipo perché immagino che la cosa sia stata dibattuta ampiamente e ammetto di essermene disinteressato.Però... mi sfuggono i reali vantaggi economici di un inganno di questo tipo.Meno spese in progettazioni di nuovi motori? Boh...Mi va bene anche un link a una fonte esterna che affronti l'argomento esaurientemente.Grazie a chi avrà la pazienza di spendere due parole.
    • 263995 scrive:
      Re: Vantaggi economici reali?
      - Scritto da: angeloski
      Chiedo venia in anticipo perché immagino che la
      cosa sia stata dibattuta ampiamente e ammetto di
      essermene
      disinteressato.
      Però... mi sfuggono i reali vantaggi economici di
      un inganno di questo
      tipo.
      Meno spese in progettazioni di nuovi motori?
      Boh...
      Mi va bene anche un link a una fonte esterna che
      affronti l'argomento
      esaurientemente.
      Grazie a chi avrà la pazienza di spendere due
      parole.l'omologazione di un veicolo deve essere conforme alle leggi di un paese?se è previsto che le immissioni debbano essere sotto una determinata soglia, ma vuoi garantire performance del motore che fai?o progetti/costruisci/vendi un motore con quelle caratteristiche specifiche ... oppure costruisci ad hoc quelle specifiche per chi andrà a controllareall'utente finale (magari uno o due) non frega molto delle immissioni e sicuramente non sceglie l'auto sulla base di quello, se potesse togliere anche la marmitta per avere qualche cavallo in più lo farebbe anche ...ma se ti fermano senza marmitta?
      • angeloski scrive:
        Re: Vantaggi economici reali?
        Io pensavo che le case automobilistiche creassero un solo motore per cilindrata (passatemi la semplficazione per amor di sintesi), regolandolo via centralina caso per caso.Da quello che dici invece scopro che le cose non stanno così, ed effettivamente evitare di progettare per intero un nuovo motore è un enorme risparmio.Grazie.
        • 195103 scrive:
          Re: Vantaggi economici reali?
          - Scritto da: angeloski
          Io pensavo che le case automobilistiche creassero
          un solo motore per cilindrata (passatemi la
          semplficazione per amor di sintesi), regolandolo
          via centralina caso per
          caso.
          Da quello che dici invece scopro che le cose non
          stanno così, ed effettivamente evitare di
          progettare per intero un nuovo motore è un enorme
          risparmio.
          Grazie.cerco di spiegarmi meglio:le regolazioni della centralina se da un lato permettono di adeguare il motore alle regole per l'omologazione, dall'altro impattano sulle performance dell'auto.per avere l'uno e l'altro come fai?
          • angeloski scrive:
            Re: Vantaggi economici reali?
            Ovviamente per avere entrambi ci vogliono un motore efficiente e un software altrettanto efficiente.Ma progettare un motore migliore (a parità di software) costa davverò così tanto in più rispetto al progettarlo semplicemente potente da giustificare tutto questo imbroglio?
          • Izio01 scrive:
            Re: Vantaggi economici reali?
            - Scritto da: angeloski
            Ovviamente per avere entrambi ci vogliono un
            motore efficiente e un software altrettanto
            efficiente.
            Ma progettare un motore migliore (a parità di
            software) costa davverò così tanto in più
            rispetto al progettarlo semplicemente potente da
            giustificare tutto questo imbroglio?Non è solo questione di costi: non è sicuro al 100% che tu riesca a progettare un motore in grado di fornire determinate prestazioni e al tempo stesso rispettare le limitazioni delle emissioni. O magari, al di là del costo di progettazione, salirebbero i costi dei materiali necessari a perseguire questi due obiettivi, rendendo meno appetibile la tua proposta.Barando riesci a creare un motore che va più di quelli della concorrenza, ottenenedo indiscussi vantaggi commerciali, se ti rivolgi a chi vuole una macchina prestante che non costi come una casa.O almeno, mi sembra la spiegazione più semplice :)
          • angeloski scrive:
            Re: Vantaggi economici reali?
            Ora ho qualche dubbio in meno, grazie.
    • Francesco scrive:
      Re: Vantaggi economici reali?
      Progettare un motore parco, affidabile, potente e compatibile con le norme antinquinamento sempre più stringenti non è uno scherzo.Trenta anni fa il motore FIRE della Fiat fu sviluppato da un pugno dingegneri usando strumenti CAD ma nulla di più, eppure è stato rivoluzionario.Questo motore esiste ancora, si è continuamente evoluto nella meccanica ed è comparsa lelettronica. Oggi per ottenere un miglioramento marginale sono sicuro che serve un impegno uno o due ordini di grandezza più grande di quello necessario a farlo nascere: ricerche estreme sulla fisica dei fluidi, sui materiali, sui processi di lavorazione. Supercomputer, squadre di tecnici, prove e riprove.Tutto questo si traduce in costi, che una azienda può non essere in grado di sostenere, o banalmente non vuole sostenere (Volkswagen).Tieni presente che una azienda non certo ultima della lista come Chrysler non era tecnologicamente in grado di adeguarsi, ho trovato vantaggio nellunione con Fiat proprio nel trasferimento di tecnologia sui motori.
  • M.R. scrive:
    Intanto già lanciano "velate minacce"...
    ... su quello che succederebbe al "motore dell' Europa" in caso i vari stati si dimostrassero non troppo "comprensivi" e "benevoli" nei confronti della VW, soprattutto le ripercussioni sull' economia altrui.Alla fine cambieranno le leggi per rendere legale ciò che non lo è con buona pace di tutti (il mantra "ce lo chiede l' Europa"... in questo caso diventa "la Merkel e la Germania"). Le multe saranno solo dei buffetti sulla guancia....
  • Etype scrive:
    DAS auto ,l'auto fatta con il DAS
    Di questo passo si arriverà che le VW non sono catalitiche, che la potenza dei motori non è quella dichiarata, ecc :D
Chiudi i commenti