Anno 2019, il 4G arriva sulla Luna!

Una missione spaziale privata potrebbe presto "installare" un network mobile di quarta generazione sul suolo lunare, un risultato potenzialmente rivoluzionario per l'esplorazione spaziale e non solo

Roma – Il provider di telefonia cellulare Vodafone e il produttore di apparati di rete Nokia parteciperanno a Mission to the Moon , iniziativa portata avanti dalla società tedesca PTScientists con l’obiettivo di “tornare” sulla Luna per osservare, possibilmente in diretta mondiale, lo stesso suolo lunare calcato dalla missione Apollo 17 di NASA ben 45 anni fa.

Il lancio di Mission to the Moon è previsto per il 2019 da Cape Canaveral, e a bordo del razzo vettore Falcon 9 di SpaceX ci saranno un paio di rover Lunar Quattro sviluppati da Audi e gestiti dal modulo ALINA (Autonomous Landing and Navigation Module).

Mentre sulla Terra si comincia a parlare degli standard di connettività di quinta generazione , ALINA ha ora un nuovo, ambizioso obiettivo: installare un network 4G /LTE sulla Luna, con i due rover connessi alla stazione ricevente integrata sul modulo di allunaggio e quest’ultimo in grado di trasmettere un segnale a 1800Hz direttamente sulla Terra, verso le parabolone del Deep Space Network.

La nuova infrastruttura dovrebbe quindi essere in grado di trasmettere un feed video “dal vivo” dell’esplorazione del suolo lunare compiuta dai rover, e PTScientists pianifica di permettere al grande pubblico di accedere a questo feed in un evento mediatico di sicuro interesse globale.

La società berlinese evidenzia l’importanza dell’iniziativa ALINA/Mission to the Moon con 4G a bordo, un primo, importante passo sperimentale nella realizzazione di infrastrutture extra-terrestri (o se si preferisce “extra-mondo”) da utilizzare in una nuova fase dell’esplorazione spaziale.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ogekury scrive:
    Ammazza
    Che sensazionalismo il Maru... Cioè, questi lasciano console aperte e fanno codice bacato e nel titolo mette AWS. Mahh...
Chiudi i commenti