Anonymous, hacker contro hacker

Il celebre gruppo hacktivista nel mirino dell'organizzazione rivale Rustle League, impossessatasi per una manciata di ore dei canali Tumblr e Twitter di YourAnonNews

Roma – La presa di alcuni tra i principali avamposti digitali del celebre collettivo hacker Anonymous, vittima delle sue stesse tecniche di attacco informatico. Il gruppo hacktivista è così finito nelle grinfie del rivale Rustle League, con il conseguente defacciamento dei profili Tumblr e Twitter del canale di comunicazione YourAnonNews .

Dall’hashtag cinguettante #RustleLeague , una serie di messaggi a rivendicare la paternità delle azioni di disturbo cibernetico agli account social di Anonymous. Con oltre un milione di follower, il profilo @YourAnonNews ha iniziato a diffondere numerosi micropost provocatori, al limite dell’incitamento all’odio razziale . La situazione si è risolta a poche ore dall’attacco, con YourAnonNews che ha riguadagnato il controllo dell’account.

Gli smanettoni di Rustle League hanno successivamente preso di mira un secondo account cinguettante, gestito dal movimento alleato di Anonymous People ‘s Liberation Front . Quest’ultima scorribanda sarebbe stata ideata per vendicare la cacciata del misterioso hacktivista Commander X. L’account pare tuttora nelle mani degli attaccanti . ( M.V. )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • devnull scrive:
    Per gli europei era già così
    I prelievi e i depositi tramite bonifici in area SEPA (ovvero nell'europa) sono da più di un anno disponibili solo agli utenti verificati, quindi questa cosa è un cambiamento più che altro per gli utenti americani e giapponesi.
Chiudi i commenti