ANPR: sempre più cittadini, sempre più vantaggi

ANPR: sempre più cittadini, sempre più vantaggi

Nel giro di sei mesi sono già state 1 milione le interrogazioni all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente: è registrato il 98% degli italiani.
Nel giro di sei mesi sono già state 1 milione le interrogazioni all'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente: è registrato il 98% degli italiani.

Il Ministero per l'Innovazione tecnologica e la transizione digitale festeggia un traguardo molto importante per l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente: in sei mesi oltre 1 milione di italiani ha effettuato l'accesso con SPID, CIE o CNS per consultare servizi anagrafici, di autocertificazione o di rettifica.

ANPR: 1,1 milione di richieste

Così il ministero celebra la milestone raggiunta:

Cresce sempre di più l'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente (ANPR). Dopo aver raggiunto oltre il 98% della popolazione (pari a più di 59 milioni di italiani ) per un totale di circa 66 milioni di cittadini, se comprendiamo anche gli italiani all'estero, l'avvio dei primi servizi sulla piattaforma ha registrato numeri importanti. Sono oltre 1,1 milioni le persone che hanno utilizzato il portale ANPR per controllare le proprie informazioni o aggiornarle, richiedere le autocertificazioni o formulare richieste di rettifica, accedendo con l'identità digitale (SPID, CIE o Carta di Identità Elettronica, CNS o Carta Nazionale dei Servizi).

Un traguardo che, al netto del senno del poi, suona tutto fuorché scontato: molte le polemiche e i ritardi che hanno circondato lo sviluppo dell'ANPR, con mille rinvii e troppa resistenza da parte delle municipalità che dovevano riversare tempo e denaro in questo impegno. Oggi però i risultati sono conclamati: 59,4 milioni di italiani (il 98% del totale) sono registrati ed il servizio di autocertificazione ha già raggiunto 70 mila richieste. Per 70 mila volte in pochi mesi, insomma, un cittadino ha scaricato la documentazione necessaria senza doversi spostare e dover impegnare il tempo di uffici pubblici già sufficientemente oberati.

Dal 24 Giugno 2021, il servizio di “Richiesta di Rettifica dati” è stato abilitato progressivamente a tutti i Comuni presenti nell’Anagrafe nazionale. Il servizio consente di chiedere la rettifica di uno o più dati inesatti, eventualmente riscontrati, della propria scheda anagrafica, segnalando gli “errori materiali” o comunicando integrazioni di dati incompleti, senza recarsi presso gli uffici comunali. È possibile inoltre monitorare lo stato di lavorazione della richiesta e autorizzare la ricezione delle notifiche sul suo avanzamento.

Cliccando su ACCEDI AI SERVIZI puoi accedere alle varie funzionalità dell'Anagrafe Nazionale della Popolazione Residente per ognuno dei 7741 comuni già contemplati. Nei prossimi mesi è previsto un ampliamento ulteriore dei servizi possibili, ma soprattutto i dati saranno leggibili da Fisco, INPS e motorizzazione civile per portare la Pubblica Amministrazione ad un fondamentale passo avanti che solo la digitalizzazione di tutti i processi è in grado di garantire.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

06 10 2021
Link copiato negli appunti