Antennagate, custodia o rimborso?

Il caso è chiuso: 15 dollari o una custodia agli utenti Apple che riferivano di aver avuto problemi di ricezione. O meglio, a quelli che erano ricorsi alle vie legali

Roma – Apple ha riferito di aver raggiunto un accordo per chiudere la class action statunitense in cui la si accusava di aver immesso sul mercato dispositivi con difetti di ricezione.

All’uscita di iPhone 4, alcuni utenti delusi dai problemi di ricezione del nuovo melafonino, che avevano avuto la cassa di risonanza di un ampio seguito di polemiche , hanno denunciato Apple, tra l’altro, per negligenza, violazione delle clausole di garanzia, pratiche commerciali ingannevoli e frode, richiedendo per le loro azioni legali lo status di class action.

Il nuovo comunicato di Apple sulla questione specifica che l’accordo raggiunto per appianare la causa riguarda quei pochi utenti che hanno riferito di aver avuto problemi di ricezione e che sono ricorsi in appello: a questi ha promesso 15 dollari in contanti o una custodia (dal valore commerciale di poco più di 20 dollari).

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pollolo scrive:
    8 anni (?)
    parlano del 2020 come anno per avere questi aggeggi commercializzati.Vabbe che da qui ad otto anni nel portatile avremo una cosa del genere mi sembra davvero improbabile. Magari fra 15 o 20 pero e possibile :)
  • prova123 scrive:
    Se mi spiegano ...
    come pensano di interfacciarlo ... prima o poi bisogna uscire nel "mondo reale" altrimenti resta un transistor molto virtuale ... il principio senza applicazione è solo un buon esercizio. Lo dico in senso positivo.
    • krane scrive:
      Re: Se mi spiegano ...
      - Scritto da: prova123
      come pensano di interfacciarlo ... prima o poi
      bisogna uscire nel "mondo reale" altrimenti resta
      un transistor molto virtuale ... il principio
      senza applicazione è solo un buon esercizio. Lo
      dico in senso positivo.Che ovvieta' che hai detto...
      • prova123 scrive:
        Re: Se mi spiegano ...
        Il commento ovvio è il tuo, un commento appropriato sarebbe stata la spiegazione almeno in linea di principio dell'interfacciamento.
    • Alfonso Maruccia scrive:
      Re: Se mi spiegano ...
      La mia previsione è che il quantum computing non diventerà mai realtà. E anche se lo diventasse nella più remota delle ipotesi, come Federico Faggin ha già spiegato non sarà poi tutta questa gran rivoluzione di cui i profeti del nebbioso futuro a forma di romanzo sci-fi come Kuzweil vanno cianciando da generazioni....
      • pignolo scrive:
        Re: Se mi spiegano ...
        - Scritto da: Alfonso Maruccia
        La mia previsione è che il quantum computing non
        diventerà mai realtà. Che disfattista... Il quantum computing è realtà già da un pezzo. C'è solo qualche <i
        piccolo problema </i
        nell'implementazione pratica ;)
        E anche se lo diventasse
        nella più remota delle ipotesi, come Federico
        Faggin ha già spiegato non sarà poi tutta questa
        gran rivoluzione di cui i profeti del nebbioso
        futuro a forma di romanzo sci-fi come Kuzweil
        vanno cianciando da
        generazioni....Se si riesce a implementare sul serio (e non con solo due tre q-bit alla volta) l'algoritmo di Shor le cose, almeno in crittografia, cambieranno eccome. Staremo a vedere...
  • Andrea scrive:
    7 ATOMI
    7 atomi x transistor.
  • Enjoy with Us scrive:
    Prevedo una fortuna per....
    ... i produttori di dissipatori ad alta efficenza tipo cool master... già mi immagino i nuovi PC criogenici, con tanto di nebbiolina...
Chiudi i commenti