Aperta ufficialmente l'era di Linux mobile

Una grande alleanza di aziende di cui fa parte anche Telecom Italia ha partorito alcune delle specifiche che, da qui ad un anno, formeranno la più completa piattaforma mobile basata su Linux e tecnologie open source
Una grande alleanza di aziende di cui fa parte anche Telecom Italia ha partorito alcune delle specifiche che, da qui ad un anno, formeranno la più completa piattaforma mobile basata su Linux e tecnologie open source

Roma – Linux continua a guadagnare sempre più terreno nel settore della telefonia mobile, ma fino ad oggi la sua avanzata è avvenuta in modo piuttosto disordinato, senza dei chiari punti di riferimento. Tra le organizzazioni industriali che tentano di tracciare una strada nella giungla di questo giovane mercato c’è Linux Phone Standards ( LiPS ) Forum, un’alleanza di aziende che negli scorsi giorni ha pubblicato un primo insieme di specifiche standard per l’uso di Linux sui dispositivi mobili .

La prima versione dello standard LiPS 1.0 fornisce codice, interfacce di programmazione (API) e linee guida per l’implementazione di rubrica, funzioni di comunicazione vocale e servizi per l’interfaccia utente (widget, gestione della tastiera e inserimento del testo). Entro la fine dell’anno il Forum prevede di completare anche gli altri elementi della propria piattaforma, tra i quali le funzionalità di telefonia, messaggistica, agenda e presenza. Nel 2008 sarà invece la volta dell’application framework e delle API relative a gestione dei dispositivi, multimedia e digital rights management.

LiPS Forum sostiene che queste specifiche favoriranno l’interoperabilità tra i diversi prodotti di telefonia mobile basati su Linux, e incentiveranno gli sviluppatori a creare applicazioni per tale ecosistema.

“LiPS 1.0 svolgerà un ruolo molto importante nello stimolare la convergenza tra differenti implementazioni, specialmente nel settore della telefonia, del personal information menaging e delle funzionalità dell’interfaccia utente, dove la frammentazione sta rallentando l’avvento di Linux”.

L’obiettivo d LiPS Forum non è quello di sviluppare nuove implementazioni dei software già disponibili sul canale open source, ma aggregare e cucire fra loro tecnologie e componenti di diversa provenienza . Il framework su cui poggia l’interfaccia grafica utente di LiPS, ad esempio, è quello GTK di GNOME Foundation . L’adozione di GTK non ha per altro impedito a Trolltech , nota sviluppatrice del toolkit rivale Qtopia , di partecipare ai lavori del Forum.

Tra le aziende che fanno parte di LiPS Forum vi sono France Telecom, Telecom Italia, Freescale, ARM, Texas Instruments, Palmsource, Montavista e FSM Labs. La lista completa si trova qui .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

12 06 2007
Link copiato negli appunti