Apple/ Anche ai pinguini piacciono le mele

di D. Galimberti. Può Mac OS X diventare un nuovo punto di riferimento per il mondo open source? Apple ci spera e sembra sempre più decisa a infittire i rapporti con la comunità Linux e open source. Un connubio molto promettente


L’interesse delle grandi aziende verso il mondo dell’Open Source sta diventando sempre più grande, e molti produttori offrono ora la possibilità di acquistare personal computer sui quali viene preinstallata una qualche distribuzione di Linux. Al Linux Expo europeo, che si è tenuto al centro esposizioni Olimpia di Londra nei giorni 9 e 10 ottobre, quest’anno ha partecipato per la prima volta anche Apple. I motivi di questa partecipazione sono molteplici, e vanno dall’interesse del mondo Unix verso Mac OS X, agli interessi di Apple nel guadagnare fette di mercato anche in questo settore.

Fin dalla sua nascita, Mac OS X e il suo kernel basato su Unix BSD ha catalizzato gli interessi di molti esponenti del settore, tanto che nel corso degli eventi legati al mondo Linux, tra le mani di alcuni “smanettoni” hanno fatto la loro comparsa i primi PowerBook, mentre in rete i siti dediti a rendere sempre più vicini e compatibili questi due sistemi diventano ogni giorno più numerosi e frequentati.

Dal canto suo, Apple ha colto al balzo l’occasione, aggiungendo ai testimonial della campagna “Switch” un guru del mondo Unix, il britannico Simon Cozen. Non bisogna inoltre dimenticare che prima dell’estate Apple ha lanciato xServe, una nuova linea di macchine che, seppur ancora migliorabile, si colloca nel settore server in maniera decisamente concorrenziale.

Con la sua partecipazione al Linux Expo, Apple ha avuto la possibilità di mostrare come il suo sistema operativo possa lavorare tranquillamente tramite terminale (allo stesso modo e con tutte le possibilità di un qualsiasi sistema Unix), e come AQUA possa coesistere con altri sistemi di interfaccia, come X11, KDE o Gnome.

In fin dei conti Mac OS X rappresenta ormai la versione di Unix basata su BSD più diffusa, e la sua quota è destinata a crescere, sia perché la migrazione degli utenti Apple verso il nuovo sistema non è ancora conclusa, sia perché con xServe si sono aperte nuove possibilità in un settore che in precedenza era toccato molto più marginalmente.

Non deve sorprendere quindi il fatto che Jobs, con la campagna “Switch”, oltre che dal mondo Windows, miri a raccogliere nuovi utenti anche dal bacino Linux/Unix, puntando sul connubio di un OS potente con un’usabilità ai massimi livelli; il tutto unito ad un supporto che per forza di cose arriva da diversi fronti: quello del software Open Source, quello di tutti i più importanti software commerciali, per non parlare del software prodotto dalla stessa Apple.

A questo punto una domanda sorge spontanea: può Mac OS X diventare un nuovo punto di riferimento per questo mondo? Ecco come la penso.


Per rispondere correttamente, o quantomeno per cercare di dare una risposta alla precedente domanda, bisogna distinguere due casi: per quello che riguarda l’universo Unix, Mac OS X (come abbiamo già avuto modo di osservare) è ormai una realtà numericamente importante, destinata a crescere e che gode di buona considerazione. Per quanto riguarda il mondo Linux (che poi si trova al centro della manifestazione che ha introdotto queste considerazioni), entra in gioco anche l’Open Source, e il discorso rischia di diventare molto complesso.

Darwin, il kernel di Mac OS X, è Open Source (oltre che multipiattaforma), ma tutto quello che ci sta sopra è rigorosamente segreto e coperto da copyright, ed Apple ne è molto gelosa, al punto di stroncare sul nascere ogni tentativo di modifica o clonazione.
Come possono conciliarsi nello stesso prodotto due aspetti così differenti? E soprattutto, come può essere vista questa dualità dai sostenitori dell’Open Source puro?

A mio avviso questa dualità consente ad Apple (e di riflesso agli utilizzatori di Mac OS X) di ottenere numerosi vantaggi: da un lato può trarre i benefici dalla filosofia Open Source negli aspetti in cui essa dà il meglio di sé, e dall’altro assicura al proprio sistema un elevato livello di uniformità/conformità d’interfaccia nonché un controllo sui prodotti di terze parti.

Questi ultimi sono aspetti fondamentali per fornire ai propri utenti un ambiente di lavoro standardizzato e coerente, e sono probabilmente i punti sui quali il mondo dell’Open Source è attualmente più debole, mancando di uno standard di riferimento sia per gli sviluppatori che per gli utilizzatori. Con questo non voglio certo dire che gli ambienti disponibili per Linux siano di bassa qualità, anzi: avere più ambienti significa avere maggiori possibilità di scelta per l’utente, e stimola gli sviluppatori a fare sempre qualcosa di meglio degli altri. Di contro costringe l’utente a conoscere e districarsi tra più ambienti, cosa che probabilmente non è gradita a chi usa il computer come puro strumento di lavoro o di svago: in un mondo in cui il 90% delle persone utilizza un solo sistema operativo e un solo ambiente di lavoro, Apple ritiene che sia più utile fornire un’alternativa “unica” e ben definita (sulla quale ha il pieno controllo) piuttosto che una spezzettata in più parti.

Ma se dal punto di vista del sistema operativo, grazie a Mac OS X, Apple riesce a suscitare tutto l’interesse che merita, altrettanto non si può dire dei processori che equipaggiano le macchine attualmente in vendita. Sotto questo aspetto però le cose potrebbero presto cambiare.
Apple (così come tutti i maggiori sviluppatori di software per Mac) ha concentrato tutti i suoi sforzi per trarre tutti i benefici possibili dalle istruzioni Altivec dei processori G4 prodotti da Motorola, relegando i G3 di IBM (l’altro suo alleato nello sviluppo di processori) ad un ruolo secondario.

Proprio mentre la divisione processori di Motorola naviga in cattive acque, IBM torna in primo piano presentando un nuovo processore derivato dal potente Power4 delle macchine di fascia alta. Il PPC-970, presentato all’inizio della scorsa settimana , è il primo processore IBM compatibile con le istruzioni Altivec, nonostante Big Blue avesse acquistato la licenza già nel lontano 1999.

Il suo debutto è fissato a metà del prossimo anno, quindi ci sarà ancora un po’ da pazientare, sperando che nel frattempo il G4 di Motorola possa tirare fuori qualche altro asso dalla manica. Per gli amanti dei numeri e dati, il PPC-970 sarà a 64 bit ed esordirà alla frequenza di 1.8 GHz con una circuiteria a 0.13 micron, anche se sono già previsti processori da oltre 2 GHz con circuiti a 0.09 micron. A dimostrazione che il clock non è tutto, gli 1.8 GHz del PPC-970 svilupperanno la stessa potenza del Power4 da 1GHz (circa 940 punti nelle SPECint 2000). Un aspetto da non sottovalutare per valutare le prestazioni finali delle macchine Apple sarà l’incremento dell’ampiezza di banda del bus principale, che con i nuovi processori potrà arrivare a 900 MHz.

I consumi ridotti dovrebbero dare il via libera all’utilizzo dei nuovi processori anche nei portatili (macchine che probabilmente saranno rinnovate a breve) e a quel punto il G3, attualmente presente solo sui “piccoli” iBook, potrebbe fare la sua scomparsa definitiva completando la transizione di Apple verso un nuovo hardware che crei un connubio ideale con Mac OS X.

Domenico Galimberti

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    NOn Preoccupatevi per linux
    salve a tutti non preoccupatevi , xbox aveva una prima versione di questa protezione che come vedete è stata cracckata , una seconda versione , sara cracckata con tanto di vittoria !
  • Anonimo scrive:
    Ma Stallman chi è?
    Assomiglia tanto a paolo attivissimo.Con tutti sti cacasotto e sparabanfate credo che la nuova frontiera della new economy sia la produzione e vendita di pannoloni rossi con tanto di portatessera del LUG.
  • Anonimo scrive:
    E se passiamo a MAC?
    Beh, lasciamo che Microsoft e Intel facciano questa cavolata....Sono convinto che qualcun altro ci godrà...Vi ricordo che IBM oltre a a montare Intel monta sui suoi RS/6000, dei processori G3 (come quelli dei Mac), sul quale gira AIX, lo unix di IBM, e ci gira tranquillamente anche Linux compilato appositamente per processori RISC.Poi c'è sempre Apple che monta processori RISC di Motorola, (i G3 sono compatibili con quelli di IBM), magari le ditte taiwanesi decideranno di clonare altri hardware, magari nasceranno altre partnership...Poi c'è sempre Apple che ha pronto Darwin per x86, e non deve volerci molto per far girare tutto OSX su un PC. Per i processori Via, Cyrix e amd, transmeta ecc che potenzialmente possono continuare a produrre processori compatibili x86.Chi vivrà vedrà... e se esce veramente Palladium & C, magari sarà la volta buona che mi prendo un Mac, costi quel che costi ;DSaluti...
    • Anonimo scrive:
      Re: E se passiamo a MAC?

      Chi vivrà vedrà... e se esce veramente
      Palladium & C, magari sarà la volta buona
      che mi prendo un Mac, costi quel che costi
      ;Dquando ci sara' palladium apple sara la prima a chiudere i battenti: e' sorretta da bill solo perche in questo modo si evita il monopolio di windows
      • Anonimo scrive:
        Re: E se passiamo a MAC?
        - Scritto da: mascadrantebibolesco
        quando ci sara' palladium apple sara la
        prima a chiudere i battenti: e' sorretta da
        bill solo perche in questo modo si evita il
        monopolio di windowsVabbe... allora diciamo le solite banalita'...Ti sei accorto che oltre a Uindoz e Mac OS esiste Linux... qual'e' il problema del monopolio?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se passiamo a MAC?
      magari sarà la volta buona
      che mi prendo un Mac, costi quel che costima non costa cosi` tanto, prova a calcolare quanto ti costa comperare e gestire un pc e un mac su un arco di 2-3 anni di vita e vedrai che la differenza non e` cosi` eccessiva, anzi. Dopo tre anni ricordati poi di togliere dal costo totale il valore residuo dell`usato e a quel punto il mac e` in netto vantaggio, e se ci pensi bene inoltre in quei tre anni con il mac non hai mai preso neanche un virus.
      • Anonimo scrive:
        Re: E se passiamo a MAC?
        - Scritto da: Pietro

        magari sarà la volta buona

        che mi prendo un Mac, costi quel che costi
        Dopo tre anni ricordati
        poi di togliere dal costo totale il valore
        residuo dell`usato e a quel punto il mac e`
        in netto vantaggio, 2000 euri per avere in pratica un 486 secondo me e' un affare :)
        • Anonimo scrive:
          Re: E se passiamo a MAC?
          - Scritto da: lucio


          - Scritto da: Pietro



          magari sarà la volta buona


          che mi prendo un Mac, costi quel che
          costi

          Dopo tre anni ricordati

          poi di togliere dal costo totale il valore

          residuo dell`usato e a quel punto il mac
          e`

          in netto vantaggio,
          2000 euri per avere in pratica un 486
          secondo me e' un affare :)vero, di 486 cosi` sul mercato non se ne trovano piu`
        • Anonimo scrive:
          Re: E se passiamo a MAC?
          - Scritto da: lucio


          - Scritto da: Pietro



          magari sarà la volta buona


          che mi prendo un Mac, costi quel che
          costi

          Dopo tre anni ricordati

          poi di togliere dal costo totale il valore

          residuo dell`usato e a quel punto il mac
          e`

          in netto vantaggio,
          2000 euri per avere in pratica un 486
          secondo me e' un affare :)Un RISC paragonato ad un 486?Tu bestemmi!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: E se passiamo a MAC?
            Evidentemente non hai mai avuto occasione di lavorare su un Mac.Ti posso garantire:Mac G3 400Mhz 256Mb di ramP3 800 256Mb RamStessa immagine Stessa versione di Photoshop Stesso filtroSu PC ci impiegava più di 2 volte ad elaborare la stessa immagine.
          • Anonimo scrive:
            Re: E se passiamo a MAC?
            il tuo paragone fa alquanto pena...inanzitutto è dimostrato che i mhz contano relativamente...vedi AMD. inoltre ...con il prezzo di un g3 400 mi compro tranquillamente un dual pentium3 ...magari anche con supporto per le famose rimmterzo....paragoni di questo tipo non servono a niente se non si scende nei dettagli, quindi vi prego di evitarli.Grazie Marco
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?

    Infatti. Non c'è ne proprio
    bisogno...virus, dialer, sono tutte
    leggende metropolitane...I dialer? Ma scherzi? I dialer sono applicazioni sicure, non per niente sono quasi tutti già 'elettronicamente firmati', quindi con quindi garanzia di sicurezza e di corretto funzionamento.Se MS rilascia, ora, le autorizzazioni alla firma anche a chi crea questi affari, non si vede perché non dovrebbe farlo in seguito. E' pacifico che chi firma un virus 'classico' ora o in futuro avrà i suoi guai, ma dietro lo schermo dell'EULA da 20K di testo incomprensibile in fondo al quale c'è l'autorizzazione a collegarsi a un numero costosissimo e a rimandare il programma stesso a tutti gli utenti della rubrica (è appena uscito un programma che si comporta come un worm e si diffonde via email, ma prima di installarsi presenta proprio l'EULA), un dialer è perfettamente legale, e quindi anche firmandolo non ci sono problemi di sorta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      - Scritto da: DPY

      Infatti. Non c'è ne proprio

      bisogno...virus, dialer, sono tutte

      leggende metropolitane...

      I dialer? Ma scherzi? I dialer sono
      applicazioni sicure, non per niente sono
      quasi tutti già 'elettronicamente firmati',
      quindi con quindi garanzia di sicurezza e di
      corretto funzionamento.Mi sa che non hai letto il resto...Io ho detto che c'è bisogno di più sicurezza, ma questa non la raggiungi ne con Palladium ne con certificati, ma solo con software orientato alla sicurezza (e che, per esempio, non esegue in automatico programmi provenienti dalla rete...) e con la consapevolezza da parte dell'utente. Consapevolezza che di certo non si raggiunge dicendogli "clicca qui che poi sei più sicuro".
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?


        I dialer? Ma scherzi? I dialer sono

        applicazioni sicure, non per niente sono

        quasi tutti già 'elettronicamente
        firmati',

        quindi con quindi garanzia di sicurezza e
        di

        corretto funzionamento.

        Mi sa che non hai letto il resto...

        Io ho detto che c'è bisogno di più
        sicurezza, ma questa non la raggiungi ne con
        Palladium ne con certificati,Concordo al 100% con quello che dici. La mia era una affermazione ironica. In ogni caso, la conclusione è simile: non sarà con i 'codici firmati' che eviteremo le schifezze tipo dialer.
  • Anonimo scrive:
    Ma qualcuno legge i documenti originali?
    Ho letto l'articolo, molto appassionante ma mi sembra che l'autore prenda e parta per la tangente.Leggendo davvero i documenti nel sito http://www.trustedcomputing.org si capisce che si tratta di una certificazione hardware tra componenti, appunto hardware, e software una specie di cifratura del codice. Le applicazioni non cifrate non possono girare. Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i software di sviluppo si potranno fare tutti i programmi che si crede (quindi anche open).Questo con la morte dell'open source o della Libertà (con la L maiuscola) non credo centri poi tanto. D'Altra parte esistono GIA' alcuni portatili IBM che integrano alcuni di questi sistemi e mi sembra che se c'è qualcuno che sta dando una mano a Linux ora sia proprio IBM.Per il resto: se i pirati non riusciranno più a copiare film e programmi io ne sarei contento voi no? D'altra parte qualche regola ci vuole. Oggi non ne esistono mica.ciao a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
      - Scritto da: Paolo
      Ho letto l'articolo, molto appassionante ma
      mi sembra che l'autore prenda e parta per la
      tangente.
      Leggendo davvero i documenti nel sito
      http://www.trustedcomputing.org si capisce
      che si tratta di una certificazione hardware
      tra componenti, appunto hardware, e software
      una specie di cifratura del codice. Le
      applicazioni non cifrate non possono girare.
      Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i
      software di sviluppo si potranno fare tutti
      i programmi che si crede (quindi anche
      open).e se io voglio usare gcc+emacs per scrivereun programma che giri sotto palladium che faccio ?e se non rilasciano i tool di sviluppo in ambito linux? comunque io su trustedcomputing.org ci sonoandato .. vedi il mio post 'rassicurazioni'
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
        ?

        e se non rilasciano i tool di sviluppo in
        ambito linux?
        Lo farà magari la borland? o la stessa IBM partner (non penso piccolissimo) con Microsoft e attualmente unica ditta davvero importante che crede in linux no?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
          - Scritto da: Paolo
          ?



          e se non rilasciano i tool di sviluppo in

          ambito linux?



          Lo farà magari la borland? o la stessa IBM
          partner (non penso piccolissimo) con
          Microsoft e attualmente unica ditta davvero
          importante che crede in linux no?non hai risposto alla prima domanda; se io voglio usare il gcc per compilare i miei programmi che faccio?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
      - Scritto da: Paolo......
      Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i
      software di sviluppo si potranno fare tutti
      i programmi che si crede (quindi anche
      open).A me non sembra così evidente. E comunque ti sei già risposto da solo con "ACQUISTANDO". Acquistando cosa ? Fatto da chi ? Per quale sistema operativo ?In ogni caso andare su www.trustedcomputing.org per saperne di più su Paladium è un po' come chiedere all'oste se è buono il vino....
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
        - Scritto da: TeX


        - Scritto da: Paolo
        ......

        Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i

        software di sviluppo si potranno fare
        tutti

        i programmi che si crede (quindi anche

        open).

        A me non sembra così evidente. E comunque ti
        sei già risposto da solo con "ACQUISTANDO".
        Acquistando cosa ? Fatto da chi ? Per quale
        sistema operativo ?occhei occhei hai ragione magari "usando" redhat che posso scaricare gratuitamente su una macchina ibm con palladium.. meglio cosi?

        In ogni caso andare su
        www.trustedcomputing.org per saperne di più
        su Paladium è un po' come chiedere all'oste
        se è buono il vino....
        oppure come chiedere su un forum di P.I. opinioni su ms a no scusa M$ o era microzozz? :-)ciao
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
          - Scritto da: paolo


          - Scritto da: TeX





          - Scritto da: Paolo

          ......


          Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i


          software di sviluppo si potranno fare

          tutti


          i programmi che si crede (quindi anche


          open).



          A me non sembra così evidente. E comunque
          ti

          sei già risposto da solo con
          "ACQUISTANDO".

          Acquistando cosa ? Fatto da chi ? Per
          quale

          sistema operativo ?

          occhei occhei hai ragione magari "usando"
          redhat che posso scaricare gratuitamente su
          una macchina ibm con palladium.. meglio
          cosi?Ma che centra? Se volessi usare un'altro o.s.? Se volessi compilarmi sulla macchina un kernel con le patch più strane, o anche il semplice kernel non RedHat certificato?Devo disabilitare la protezione Palladium? Beh, si, la scelta c'è; il problema è che con le pressioi di M$, Intel e AMD, se disabilito la protezione Palladium, dopo 4-5 anni dall'entrata in vigore del Palladium non potrei navigare sull'80% dei siti!!!!L'ut. deve avere la max. libertà possibile, anche d'usare o.s. esotici e appena inventati; magari scritti da lui stesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
          - Scritto da: paolo


          - Scritto da: TeX





          - Scritto da: Paolo

          ......


          Mi sembra evidente che ACQUISTANDO i


          software di sviluppo si potranno fare

          tutti


          i programmi che si crede (quindi anche


          open).



          A me non sembra così evidente. E comunque
          ti

          sei già risposto da solo con
          "ACQUISTANDO".

          Acquistando cosa ? Fatto da chi ? Per
          quale

          sistema operativo ?

          occhei occhei hai ragione magari "usando"
          redhat che posso scaricare gratuitamente su
          una macchina ibm con palladium.. meglio
          cosi?No !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qualcuno legge i documenti originali?
      Paolo studia un pò di informaticapoi cosi' la smetti di scrivere cazzate...e xchè quando c'e vò c' é vò!!!
  • Anonimo scrive:
    Io, piccolo programmatore del 2012
    Un possibile uso di Palladium:Io, piccolo programmatore del 2012 devo scrivere un programma di gestione per il macallaio sotto casa. Niente di piu' facile, non mi impegna piu' di tanto, penso che con 200 euro io possa fornirgli un pacchetto completo per quello che deve farci. Uhm... Caxxo! Ora che mi viene a mente tutte le macchine oggi sono palladium, devo richiedere la certificazione e la firma digitale o il mio software non gli girera' !-"Buongiorno, servizio Microsoft, in cosa posso aiutarla ?" -"Buongiorno, senta dovrei richiedere una certificazione per un software commerciale di mia realizzazione"-"Invii i suoi dati, una copia del programma e il numero di carta di credito al seguente indirizzo email, le verranno addebitato 2000 euro per la certificazione tramite i nostri laboratori"-"Ehm, scusi ma mi sembra un pochino tanto... c'e' qualcun'altro che puo' certificarmi il software?"-"No mi spiace, solo noi siamo abilitati."-"E se non lo certifico ?"-"Nessun PC del mondo potra' farlo girare. Buona giornata."Costo finale del prodotto certificato : 2200 euro. E Accattatev'illo.Nota: per quelli a cui balenasse in testa la parola "FANTASCIENZA" si vadano a vedere le certificazioni Microsoft per i driver di schede video e hardware vario.
    • Anonimo scrive:
      Re: Io, piccolo programmatore del 2012
      - Scritto da: Wallace
      Un possibile uso di Palladium:

      Io, piccolo programmatore del 2012 devo
      scrivere un programma di gestione per il
      macallaio sotto casa. Niente di piu' facile,
      non mi impegna piu' di tanto, penso che con
      200 euro io possa fornirgli un pacchetto
      completo per quello che deve farci. E che serve ? Tanto con M$ Windows Palladium 5th Edition Service Pack 12 è già compreso un programma di gestione di una macelleria (insieme a quelli per la gestione di un giornalaio, una tabaccheria, un supermercato, un bar, una carrozzeria, un ottico, un fioraio, una latteria, ecc. ecc. tutti rigorosamente non disinstallabili per evitare che l'utente si sbagli). Ovviamente richiede un Itanium VI a 25 GHz, 4 GB di RAM e 1 TB di HD per girare, però è possibile sostituire il cagnolino che ti fa la pipì nell'angolo del desktop con uno struzzo che ti fa l'uovo o una mucca che ti fa la cacca (quest'ultima dà una indiscutibile impronta di professionalità ad una macelleria).E' anche necessario un collegamento internet veloce per poter scaricare le patch giornaliere (circa 500 MB al giorno) e per permettere a M$ di verificare sul tuo computer che tutte le operazioni che compi sono autorizzate.Questa versione del sistema operativo risulta essere molto più stabile di quella precedente (uscita 3 mesi fa) e comporta un uptime medio di 30 minuti.Il modico costo è di 4000 Euro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io, piccolo programmatore del 2012
        Super-LOL!- Scritto da: TeX


        - Scritto da: Wallace

        Un possibile uso di Palladium:



        Io, piccolo programmatore del 2012 devo

        scrivere un programma di gestione per il

        macallaio sotto casa. Niente di piu'
        facile,

        non mi impegna piu' di tanto, penso che
        con

        200 euro io possa fornirgli un pacchetto

        completo per quello che deve farci.

        E che serve ? Tanto con M$ Windows Palladium
        5th Edition Service Pack 12 è già compreso
        un programma di gestione di una macelleria
        (insieme a quelli per la gestione di un
        giornalaio, una tabaccheria, un
        supermercato, un bar, una carrozzeria, un
        ottico, un fioraio, una latteria, ecc. ecc.
        tutti rigorosamente non disinstallabili per
        evitare che l'utente si sbagli). Ovviamente
        richiede un Itanium VI a 25 GHz, 4 GB di RAM
        e 1 TB di HD per girare, però è possibile
        sostituire il cagnolino che ti fa la pipì
        nell'angolo del desktop con uno struzzo che
        ti fa l'uovo o una mucca che ti fa la cacca
        (quest'ultima dà una indiscutibile impronta
        di professionalità ad una macelleria).
        E' anche necessario un collegamento internet
        veloce per poter scaricare le patch
        giornaliere (circa 500 MB al giorno) e per
        permettere a M$ di verificare sul tuo
        computer che tutte le operazioni che compi
        sono autorizzate.
        Questa versione del sistema operativo
        risulta essere molto più stabile di quella
        precedente (uscita 3 mesi fa) e comporta un
        uptime medio di 30 minuti.
        Il modico costo è di 4000 Euro.


    • Anonimo scrive:
      Re: Io, piccolo programmatore del 2012
      - Scritto da: Wallace
      Un possibile uso di Palladium:

      Io, piccolo programmatore del 2012 devo
      scrivere un programma di gestione per il
      macallaio sotto casa. Niente di piu' facile,
      non mi impegna piu' di tanto, penso che con
      200 euro io possa fornirgli un pacchetto
      completo per quello che deve farci.
      Uhm... Caxxo! Ora che mi viene a mente tutte
      le macchine oggi sono palladium, devo
      richiedere la certificazione e la firma
      digitale o il mio software non gli girera' !

      -"Buongiorno, servizio Microsoft, in cosa
      posso aiutarla ?"

      -"Buongiorno, senta dovrei richiedere una
      certificazione per un software commerciale
      di mia realizzazione"

      -"Invii i suoi dati, una copia del programma
      e il numero di carta di credito al seguente
      indirizzo email, le verranno addebitato 2000
      euro per la certificazione tramite i nostri
      laboratori"

      -"Ehm, scusi ma mi sembra un pochino
      tanto... c'e' qualcun'altro che puo'
      certificarmi il software?"

      -"No mi spiace, solo noi siamo abilitati."

      -"E se non lo certifico ?"

      -"Nessun PC del mondo potra' farlo girare.
      Buona giornata."

      Costo finale del prodotto certificato : 2200
      euro. E Accattatev'illo.

      Nota: per quelli a cui balenasse in testa la
      parola "FANTASCIENZA" si vadano a vedere le
      certificazioni Microsoft per i driver di
      schede video e hardware vario.
      Ma scusa tu adesso che software useresti per fare il programma al macellaio e vendergli il software a 200 euri? Ah ho capito uno piratato... quindi è proprio un coglione quel professionista che si coglione che si compra delphi 7.0 a 2500? e che cerca di fare programmi seri per persone seri.. Ti ringrazione davvero adesso ho capito tutto
      • Anonimo scrive:
        Re: Io, piccolo programmatore del 2012
        - Scritto da: Paolo.....
        Ma scusa tu adesso che software useresti per
        fare il programma al macellaio e vendergli
        il software a 200 euri? Ah ho capito uno
        piratato... quindi è proprio un coglione
        quel professionista che si coglione che si
        compra delphi 7.0 a 2500? e che cerca di
        fare programmi seri per persone seri.. Ti
        ringrazione davvero adesso ho capito tuttoPeccato che:1) delphi 7.0 =
        2500 Euro =
        da dividersi fra tutti i clienti.2) certificazione X Euro PER OGNI VERSIONE DI CIASCUN PROGRAMMA !!!3) cygwin/mingw + gcc =
        0 Euro4) dev-c++ =
        0 Euro5) lcc-win32 =
        0 Euro 6) djgpp =
        0 Euro7) xbasic =
        0 EuroEcc. ecc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io, piccolo programmatore del 2012

          2) certificazione X Euro PER OGNI VERSIONE
          DI CIASCUN PROGRAMMA !!!Scusami questo dove l'hai letto? Ciao e grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Io, piccolo programmatore del 2012
            - Scritto da: Paolo


            2) certificazione X Euro PER OGNI VERSIONE

            DI CIASCUN PROGRAMMA !!!

            Scusami questo dove l'hai letto? Sul vocabolario alla voce "certificazione".Certificato vuol dire certificato. Non fatto con un software certificato.Comunque i casi sono due: o devi cerificare il software ogni volta che lo compili, o comunque lo divulghi supponendo che sia possibile disabilitare il Palladium per le fasi di sviluppo software, e allora lo scenario è quello che ti ho descritto, oppure basta usare un compilatore certificato per compilare qualsiasi software, in questo caso Linux viene fatto fuori (il compilatore M$ certificato di certo non gira sotto Linux), ma virus, dialer, spyware, ecc. no (basta compilarli con il compilatore certificato).Fai un po' tu....
            Ciao e graziePrego.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io, piccolo programmatore del 2012
            E' quindi Linux potrà godere
            anche lui dei benefici di Palladium.cioe la protezione da virus, dialer e spyware? ma che bello... lascia stare va, metti a riposo i neuroni che per oggi hanno fatto abbastanza danni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Io, piccolo programmatore del 2012
            Ma se volessi far girare l'o.s. "echo" di mia invenzione?Non tirare sempre fuori Linux e basta. Il quale cmq avrebbe l'impossibilità di far girare, per es, patch del kernel esoteriche.
      • Anonimo scrive:
        Re: Io, piccolo programmatore del 2012
        Ti
        ringrazione davvero adesso ho capito tuttoe noi abbiamo capito che non capisci niente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Io, piccolo programmatore del 2012
          - Scritto da: qweasdzxc
          Ti

          ringrazione davvero adesso ho capito tutto

          e noi abbiamo capito che non capisci niente.ti rispondo ri-quotandomi


          davvero adesso ho capito tuttociao e grazie
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    - Scritto da: unutonto
    E' incredibile leggere la marea di fesserie
    che i vari fautori openari o presunti tali
    vanno seminando ai quattro venti.
    Spacciano i futuri computer dotati di
    palladium come computer traditori pronti a
    fornire al nemico informazioni riguardanti i
    programmi che usi, le tue abitudini, i siti
    che visiti ecc...E' vero, è una incredibile marea di fesserie, seconda solo a quelle che dicono coloro che PRIMA guardano chi dice una certa cosa, e solo dopo GIUDICANO se quello che è stato detto è logico oppure no, ovviamente senza entrare nel merito del discorso, ma semplicemente stroncando l'idea perché detta da persona non gradita.Esiste già un prototipo di Palladium, e si chiama Xbox: se si eccettua il trascurabile fatto che le sue protezioni sono state già scardinate, di fatto è stata progettate per consentire solo l'uso di software firmato. E' vero che la protezione è stata saltata, ma è anche vero che su Xbox non esistono protezioni annegate nell'hardware, il processore è standard e così gran parte della circuiteria: nel momento in cui le protezioni venissero annidate direttamente in hardware progettato appositamente, le cose cambierebbero di molto. Se il fatto che Xbox serva solo per giocare rende il problema della sua protezione di scarsa importanza (e anche qui ci sarebbero molti distinguo da fare, ma per il momento possiamo prendere questa affermazione per buona), anche una persona di intelligenza limitata arriva a capire che una simile architettura applicata ad un computer limiterebbe a livelli inaccettabili la quantità di software che può essere fatto girare sopra. Se il sistema viene concepito in modo che solo software adeguatamente 'firmato' possa funzionare, è vero che un virus non funzionerà, ma è anche vero che solo gli sviluppatori autorizzati da Microsoft potranno scrivere qualcosa e farlo girare sopra. Una delle limitazioni del sistema applicato a Xbox è quello di avere le limitazioni 'statiche', non facilmente aggiornabili, ma nulla vieta, come ipotizza l'autore, che in Palladium tutte le autorizzazioni siano limitate nel tempo e debbano essere rinnovate periodicamente via Internet, di fatto vanificando qualsiasi possibilità di 'fuga' o di avere programmi che possano funzionare eludendo stabilmente i controlli.Sempre continuando su questa strada, non ci vuole una intelligenza superiore per capire anche che fra un virus e un programma qualsiasi, non malevolo, ma semplicemente non firmato non c'è alcuna differenza automaticamente rilevabile, e che quindi la strada della sicura protezione da virus coincide obbligatoriamente con quella del blocco di qualsiasi applicazione non firmata. Sempre su questa strada, l'unico modo per evitare che escano dei 'virus' firmati è quello di controllare strettamente le autorizzazioni alla firma del software, e revocere prontamente le autorizzazioni finite in mani malevole o comunque non gradite. A questo punto la distanza fra un uso legittimo di questa tecnologia e un controllo stretto di chi fa che cosa è troppo breve perché non si ceda alla tentazione di utilizzarla.
    Purtroppo ciò oggi con vari sistemi viene
    già realizzato, quanti di voi scaricano un
    programma di utiliti da internet lo
    installano, e all'improvviso vedono apparire
    dalla try area messaggi pubblicitari,
    attività sulla connessione ad internet senza
    che stiano navigando ecc?.La differenza è che ora chi vuole e dispone delle conoscenze adeguate riesce a evitare questi problemi senza grosse difficoltà. In futuro questo potrebbe non essere più possibile. Per ironia della sorte, gli utenti attualmente immuni da spyware e simili sono principalmente i 'vari fautori openari o presunti tali' che disprezzi così tanto.
    Già il solo navigare su internet può
    capitare per aver cliccato su un ok di
    troppo, di trovarsi il pc invaso da plug in
    spioni ecc?Grazie in massima parte a quel software concentrato di buchi e debolezze varie che i vari 'vari fautori openari o presunti tali', che tu disprezzi tanto, si guardano bene dall'usare.
    Ricevere una mail oggi può essere una delle
    attività più pericolose, lanci il solito
    programmino che si maschera da file flash
    che ti promette visioni di donnine nudeE qui si scende nell'ambito dell'imbecillità umana contro la quale non c'è software che tenga. Be' sì, forse Palladium... ma io non capisco perché per colpa dei soliti cretini ai quali viene propinato un computer senza che lo sappiano usare sia necessario limitare tutti. E' vero che fino ad ora è stato detto che Palladium sarà disabilitabile, ma se lo è... avremo sicuramente il cretino che lo disabilita e si ritrova il computer di nuovo inquinati, così come avremo i programmi che si sifiutano di funzionare a palladium disabilitato, e quindi prima o poi l'adozione di Palladium sarà un obbligo di fatto.
    Quindi ben venga il signor palladium, se la
    sua introduzione renderà la mia vita di
    utilizzatore più tranquilla, già da ora mi
    prenoto per il primo acquisto, fiducioso del
    fatto che nessuno potrà spiare la mia
    macchina per il semplice motivo che se solo
    la MS si azzarda a fare ciò una immensa
    quantità di carte legali la seppelliranno
    per sempre. Pia illusione: per usare una cosa del genere avresti sicuramente i vari EULA (casualmente quelli che nessuno legge prima di accettare) che autorizzano MS o chi per lei a spiare la tua macchina. Ah no, il termine non è esatto, accettando l'EULA li autorizzi tu e quindi non può essere definito 'spiare'. Ritengo che gli ultimi EULA dei vari Service pack o di Windows Media Player tu non li abbia mai letti, sarebbe il caso che gli dessi un'occhiata, ovviamente dopo aver tolto qualche decina di paraocchi.
    il giorno in cui i desktop linux avranno una
    buona penetrazione, e molto probabile che i
    virus writer lamer e cracker rivolgeranno
    ancora più insistentemente il loro occhio
    amorevole, agevolati dalla disponibilità del
    codice sorgente e quindi dei più intimi
    segreti della macchina che accendete.E questa è un'altro svarione: la sicurezza non è solo nel fatto che un sistema Unix Like sia intrinsecamente più sicuro, sta anche in questo, ma non è tutto. La differenza sta nel fatto che fino a che TUTTI usano lo stesso software, TUTTI sono sensibili allo stesso virus, nel momento in cui ci sono vari software diversi ad essere utilizzati, ci sarà il virus che infetta un certo sistema, e non gli altri, molto meno virulento e meno 'distruttore' di uno che appena entra fa una strage sul 95% dei computer con i quali viene a contatto. Non è obbligatorio buttare via Windows, né utilizzare con spirito da fanatico talebano un sistema operativo invece di un altro, si tratta semplicemente di scegliere i prodotti che siano utilizzabili e sembrino più sicuri: in una parola, già eliminando IE+outlook e sostituendolo con altri prodotti si otterrebbe un gra
  • Anonimo scrive:
    Stallman mi sei caduto sul...PDF.
    Devo dire che l'articolo l'ho trovato molto interessante. Arrivato al link che approfondisce su Word me lo sono andato a leggere. Anche questo molto interessante, anzi entusiasmante. Infatti mentre leggevo dicevo: "si cazzo è giusto, boicottiamo Word". Una volta arrivato alla fine cosa ti combina il vecchio Richard? Ti consiglia di usare allegati in formato HTML (e qua mi sta bene) o PDF. PDF!!?? Ma il PDF non è un formato proprietario? Voi direte noooooooo basta scaricare Acrobat Reader che è aggrattiss e ti leggi i tuoi bei documenti PDF. Allora che differenza c'è con Word visto che posso scaricarmi il 'viewer' anche aggrattiss dal sito microsoft.com?
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman mi sei caduto sul...PDF.
      Semplice, il PDF è proprietario, ma è documentato e non ci sono (almeno che io sappia) limitazioni nell'uso: esistono software di terze parti, alcuni dei quali anche Open Source, che permettono sia di creare che di visualizzare file PDF, e non mi risulta sia necessario corrispondere royalties ad Adobe per l'uso del suo formato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Stallman mi sei caduto sul...PDF.
        - Scritto da: DPY
        Semplice, il PDF è proprietario, ma è
        documentatoDove? Documentazione ufficiale sul sito Adobe non ne ho trovata.
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman mi sei caduto sul...PDF.
      - Scritto da: Tizio
      Devo dire che l'articolo l'ho trovato molto
      interessante. Arrivato al link che
      approfondisce su Word me lo sono andato a
      leggere. Anche questo molto interessante,
      anzi entusiasmante. Infatti mentre leggevo
      dicevo: "si cazzo è giusto, boicottiamo
      Word". Una volta arrivato alla fine cosa ti
      combina il vecchio Richard? Ti consiglia di
      usare allegati in formato HTML (e qua mi sta
      bene) o PDF. PDF!!?? Ma il PDF non è un
      formato proprietario? Voi direte noooooooo
      basta scaricare Acrobat Reader che è
      aggrattiss e ti leggi i tuoi bei documenti
      PDF. Allora che differenza c'è con Word
      visto che posso scaricarmi il 'viewer' anche
      aggrattiss dal sito microsoft.com? Non sarà per caso il fatto che le specifiche del formato PDF sono disponibili per chi voglia implementare nei propri applicativi la capacità sia di scrivere che di leggere documenti in tale formato?!;-)Per quanto ne so, si possono generare facilmente documenti PDF sotto Linux, ma anche sotto Windows (usando FreePDF, Ghostscript e Redmon) non è poi tanto difficile. Ed è tutto regolare, non si infrangono copyright od altro.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Stallman mi sei caduto sul...PDF.
      PDF sta per Portable Document Format e le sue specifiche sono pubbliche.
  • Anonimo scrive:
    E voi sareste lettori di P.I.?
    E cosa fate quando visitate le pagine del sito; guardate le figure?Lo dico perchè anche in passato elementi in merito a Palladium non sono certo mancati, e hanno illustrato molto bene le volontà dei soggetti ispiratori.Trovo molto strano che si faccia fatica a credere ad un tale scenario futuro, anche perchè le basi non mancano. Tra poco vedremo le imagini dei Ceneni uccisi a Mosca, gli stessi Ceceni che fino a poche ore fa, ci venivano spacciati per uomini di Bin Laden.Poco importa che ciò sia vero o meno, tanto il vero obiettivo è terrorizzarci, e non tanto perchè alleati (o sudditi) di un paese perennemente in guerra, ma solo per convicerci in merito alla necessità di una nuova guerra.Oggi che abbiamo un nuovo grande nemico, annidato ovunque e noto con il nome di terrorismo, volete che non si trovino altre ragioni, diverse da quelle dei produttori di contenuti, per andare verso Palladium?Prima di lanciare un nuovo prodotto, di norma si prepara il mercato ad accoglierlo, non meno di come sta facendo Bush con la guerra; a preparare questo mercato non c'è solo Microsoft (che già ci ha provato a più riprese come ad es. recentemente con Windows Media Player), ma anche Amd, Intel (con il serial number dei Pentium III), e i produttori di contenuti che potranno in questo modo passare dalla vendita degli stessi ad un "pay per use" e contrastare ulteriormente nel contempo la pirateria.Palladium diversamente dai suoi predecessori non sarà solo un software, ma disporrà di un supporto hardware integrato proprio all'interno dei processori e dunque sarà estramemente difficile da aggirare.Credo non manchino i presupposti per generare in chiunque preoccupazione; certo in genere chi si dedica all'eterno confronto tra Linux e Windows in genere ha residuali risorse da dedicare al ragionamento. Poi coloro che individuano il posizionamento politico dal sistema operativo utilizzato, dubito che possano mai produrre qualsiasi contributo utile in merito.Io non utilizzo Windows, ma neppure Linux e dunque mi sento estraneo ad entrambi gli schieramenti in campo, nonostante ciò non mi sfugge come l'acquisto di un nuovo sistema operativo spesso corrisponda all'acquisto di poche funzionalità aggiuntive e conseguentemente pure di un nuovo computer. E non perchè sia io a desiderarlo, ma solo perchè fatta la prima scelta, la seconda diviene quasi una necessità per la stessa.Io prima che consumatore o utonto spero di appartenere ad una comunità capace di guardare anche ai propri interessi, evitando di generare nuove esclusioni; spero che comprendiate come oggi il vantaggio maggiore derivi non dalla possibilità di utilizzare l'uno o l'altro sistema operativo, ma dalla possibilità che sistemi eterogenei possano accedere ai medesimi contenuti.Dopo Palladium, questo non sarà ulteriormente possibile, e solo gli stessi portafogli potranno pagare i medesimi contenuti.Io ho sempre visto nella rete uno strumento di confronto, accessibile da chiunque e dunque stimolo allo sviluppo, non solo dei singoli, ma di tutta la collettività.Altri, purtroppo più bravi di me, vi vedono l'ultima frontiera del mercato, la piazza dove poter vendere tutto, anche la nostra vita privata (come già purtroppo avvenuto ad es. con Real Player).Non sottovalutate dunque il problema sollevato da Stallman e non affrontatelo riproponendo i deleteri e demenziali meccanismi a cui il bipolarismo italiano ci ha assuefatto; pensate che se dipendesse dai nostri governanti, Palladium sarebbe già qui, perchè lo desiderano gli interessi (economici) forti del nostro paese (e forse pure quelli di un altro).Per comprendere meglio Palladium dovreste vivere in questo mondo, dove la libertà di alcuni, coincide con la colonizzazione e la sudditanza degli altri e dove a breve avrete un nuovo padrone: il vostro computer.
    • Anonimo scrive:
      CHE TUTTI LEGGANO.
      Bravo.Mi sembri uno dei pochi che ragiona qui dentro. Io vedo tanti bambini pacioccosi impiastricciati di nutella che giocano a "il mio e' meglio del tuo", mi piacerebbe un bel sondaggio per sapere l'eta' media, probabilmente 15 anni. Mi ricorda tanto Betamax vs VHS, Commodore64 vs Spectrum, Amiga vs PC, Win95 vs OS2, il tempo passa ma la stupidita' resta. Solo che mentre allora dalla vittoria dell'una o dell'altra piattaforma nessuno ne avrebbe sostanzialmente risentito, oggi la posta in gioco e' molto alta. Io uso Win98SE regolarmente acquistato all'epoca. Ritengo che M$ abbia alcuni (ALCUNI) buoni prodotti e tuttavia la ritengo un'azienda arrogante, scorretta, bugiarda, che falsa il mercato e la concorrenza con pratiche al limite della legalita' (se non oltre) e che ritiene il consumatore un cretino da imbambolare con perline e specchietti salvo rifilargli un calcio in culo se guarda dall'altra parte. Ovviamente non comprero' mai piu' un prodotto M$, non per il prodotto in se, quanto per la politica di chi lo produce. Voi comprereste un abito in un negozio dove appena entrato il negoziante vi tallona, vi guarda con sospetto come un ladro e vi chiede di mostrargli un documento ogni 5 minuti e che si lamenta perche' non esiste una legge che gli permette di spogliarvi e perquisirvi quando entrate e quando uscite? Non conosco Linux, non l'ho mai messo, lo vedo ancora come qualcosa di complicato e distante, pero' sono contento che esista, perche' OGNI VOLTA CHE ESISTONO DELLE ALTERNATIVE PER IL CONSUMATORE, OGNI VOLTA CHE ESISTE LA POSSIBILITA' DI SCELTA ESISTE PIU' LIBERTA'.Sono convinto che Palladium non faccia gli interessi dei consumatori ma solo dei produttori e quindi sia solo un metodo per blindare il PC contro comportamenti scorretti degli utenti mentre NESSUNO NESSUNO NESSUNO agisce mai contro i comportamenti scorretti delle grandi aziende e dei poteri economici.Le protezioni volte a limitare il fair use, il danneggiamento continuo dell'utente onesto (perche' il pirata o lo smanettone trova sempre il crack), il sospetto che il tuo cliente, LA TUA RISORSA, sia anche il tuo nemico, le politiche tenute da M$ e dai produttori di contenuti negli ultimi anni mi portano ad una sola conclusione :NON MI FIDO DI LORO, VOGLIONO SOLO IL LORO INTERESSE, altro che privacy o tutela dell'utente. Se qualcuno puo' convincermi del contrario e' benvenuto.Qualcuno vuole palladium perche' crede che lo tuteli? che venga pure. Pero io voglio che esista un alternativa e che mi permetta di accedere a tutti gli stessi contenuti e servizi, ad esempio internet, posta elettronica, lettura di documenti in qualsiasi formato essi mi pervengano, home banking. Se poi mi becco un virus o qualcuno mi frega il numero di carta di credito sono CAXXI miei. Fortunato tu che hai scelto palladium. Io pero' voglio poter scegliere di vivere CON o SENZA palladium senza sacrificare niente, esattamente come posso scegliere un videoregistratore o un cellulare o quant'altro di una delle decine di marche in commercio, sapendo che tutti essi videoregistrano, tutti essi ricevono e inoltrano telefonate ecc...Che nessuno mi imponga, per monopolio o per legge, un videoregistratore Sony, un cellulare Nokia o un PC Palladium.
      • Anonimo scrive:
        Re: CHE TUTTI LEGGANO.
        OOOOOOOOOOOOOhhhhhhhhh ................ okkio, ragazzi.Può essere pericoloso far sapere in giro che c'è ancora gente che ragiona.Minimo minimo vi fanno passare per fiancheggiatori delle BR.............Grazie di esistere.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: CHE TUTTI LEGGANO.
        "Che nessuno mi imponga, per monopolio o per legge, un videoregistratore Sony, un cellulare Nokia o un PC Palladium."Eheh tranquillo tanto ora ci sono anche i cellulari M$ .. se non erro si chiamano gli "idiotphone" o qualcosa del genere... han anche una nuova tecnologia chiamata "blue screen; not a touch screen.. don't touch or it will crash.. Sorry.. it is already crashed.. Please wait.."In ogni caso.. e' pressoche' impensabile che internet non sia utilizzabile da chi non ha palladium: molti governi utilizzano linux e non credo che passerebero tanto volentieri a palladium e soprattutto che non si oporrebbero alla cosa..mviacfrfoasnocfutl-oP.S.secondo me la politica in questi casi non centra.. Non e' xke uno va contro palladium o e' favorevole all'opensource debba essere di sx.. a me la politica non piace ma l'uso del buon senso si.. e premesso questo.. PALLADIUM MI OFFENDE.
      • Anonimo scrive:
        Re: CHE TUTTI LEGGANO.
        - Scritto da: Wallace
        Mi ricorda tanto
        Betamax vs VHS, Commodore64 vs Spectrum,
        Amiga vs PC, Win95 vs OS2,Uhm siamo un po' OT cmq le ultime le hai un po' scazzate :) ...era Amiga vs AtariST (e non PC che allora c'erano si e no dei 386), anche perché entrambe le macchine che ti ho citato sopra avevano la stessa cpu, motorola 68000...in Japan vi era un'ulteriore concorrente lo Sharp X68000, sempre con la stessa cpu. Anche l'ultimo lo hai scazzato...era Win3.x vs OS/2 2.x e poi WinNT (3.1-3.5-3.51-4) vs OS/2 Warp 3 e 4.E sempre nel passato se vuoi ti aggiungo anche Unix vs VMS (x chi si ricorda eheheh :) ) e anche un poco noto MSDos vs Netware (ma non c'erano paragoni, il netware aveva funzioni di rete che msdos se le sognava alla notte!! e quando divenne a 32bit il divario fu molto più elevato). C'è da chiedersi come mai una società come MS ne sia sempre venuta fuori bene, nonostante vi fossero altri potenziali software migliori!! Purtroppo vince chi riesce ad imporsi su un mercato, quindi chi convince meglio una determinata massa o bacino di utenza, usando a volte mezzi che sono proprio in bilico tra il lecito e il non lecito, sempre a livello economico di concorrenza.
        il tempo passa ma
        la stupidita' resta. Si quello verissimo
        Io uso Win98SE regolarmente acquistato
        all'epoca......un
        calcio in culo se guarda dall'altra parte.vero concordo su questo fatto
        OGNI VOLTA CHE ESISTONO DELLE
        ALTERNATIVE PER IL CONSUMATORE, OGNI VOLTA
        CHE ESISTE LA POSSIBILITA' DI SCELTA ESISTE
        PIU' LIBERTA'.parole sante
        Sono convinto che Palladium non faccia gli
        interessi dei consumatori ma solo dei
        produttori e quindi sia solo un metodo per
        blindare il PC contro comportamenti
        scorretti degli utenti mentre NESSUNO
        NESSUNO NESSUNO agisce mai contro i
        comportamenti scorretti delle grandi aziende
        e dei poteri economici.eh quando si creano grosse multinazionali è difficile andargli contro, visto che vivono grazie a tantissimi accordi internazionali e quindi di svariati governi.
        Se qualcuno puo' convincermi del contrario
        e' benvenuto.Mi spiace ma la penso come te e quindi posso solo rafforzare ulteriormente la tua convinzione
        Qualcuno vuole palladium perche' crede che
        lo tuteli? che venga pure.Veramente tutelerà solo ms, che fornirà ogni singola info su come usare le strategie di Palladium ad ogni ente governativo, e non a gratis ma in cambio di svariati $$$ o altre forme di compenso o di favori.
    • Anonimo scrive:
      Re: E voi sareste lettori di P.I.?
      - Scritto da: Christian
      E cosa fate quando visitate le pagine del
      sito; guardate le figure?Uhm le pub di PI dici? :)
      Oggi che abbiamo un nuovo grande nemico,
      annidato ovunque e noto con il nome di
      terrorismo, volete che non si trovino altre
      ragioni, diverse da quelle dei produttori di
      contenuti, per andare verso Palladium?hai ragione su questo, è altamente probabile che il mercato sia abbondantemente predisposto (visto le recenti situazioni avvenute) per farsi invogliare verso Palladium
      Prima di lanciare un nuovo prodotto, di
      norma si prepara il mercato ad accoglierloverissimo
      Intel (con il
      serial number dei Pentium III),Qui mi cadi sei rimasto indietro, a parte che era disabilitabile da bios e infine solamente le primissime versione del P3 (Katmai quelle su slot1 e senza L2 nel core, che alloggiavano invece sulla secc)...tutte le altre incluso il Coppermine sia slot1 che socket fcpga e il Tualatin (socket fcpga2) non avevano + nulla del genere. Probabilmente la stessa intel si è accorta di aver fatto un passo falso allora...io piuttosto sarei preoccupato in ambito sia intel che amd visto che hanno accettato le disposizioni per Palladium, roba che mi posso aspettare che future cpu Athlon XP e Pentium 4 mi si rifiutino di calcolare determinate istruzioni o mi si spengano perché sto eseguendo codice arbitrario (questo secondo MS sempre), quindi indipendentemente che lo sia veramente oppure no!
      Io non utilizzo Windows, ma neppure Linux e
      dunque mi sento estraneo ad entrambi gli
      schieramenti in campo, Uhm ah si?? utente Mac?? MacOSX? o direttamente qualche Unix proprietario (AIX, HPUX, Solaris, IRIX, Tru64-Unix ex Digital Unix o OSF)? :) uhm già ti vedo dietro una sun sparc workstation con il Solaris eheheh...ma va là dai, goditi il tuo MacOSX su PowerPC 74x0 (oh x chi non capisse G4 o G4e :) )
      nonostante ciò non mi
      sfugge come l'acquisto di un nuovo sistema
      operativo spesso corrisponda all'acquisto di
      poche funzionalità aggiuntive e
      conseguentemente pure di un nuovo computer.Mah...leggi di mercato e di economia...secondo te ti servirà mai a livello domestico una cpu che ha una potenza di calcolo pari a 3Ghz?? mmmmm..ne dubito.
      Io prima che consumatore o utonto spero di
      appartenere ad una comunità capace di
      guardare anche ai propri interessi, evitando
      di generare nuove esclusioni; eh lo spero per te
      spero che
      comprendiate come oggi il vantaggio maggiore
      derivi non dalla possibilità di utilizzare
      l'uno o l'altro sistema operativo, ma dalla
      possibilità che sistemi eterogenei possano
      accedere ai medesimi contenuti.verissimo
      Altri, purtroppo più bravi di me, vi vedono
      l'ultima frontiera del mercato, la piazza
      dove poter vendere tutto, anche la nostra
      vita privata.Beh sai internet si è evoluto proprio verso l'ambito commerciale e economico, era partito (dopo la separazione e creazione di milnet) come sistema per ricerche e dati informativi...poi si è visto come reti separate (Compuserve, Prodigy, Genie, AOL..ecc..alcune persino create da ditte note come IBM [Prodigy] e Apple [AOL]...ms con al sua MSN, per altro nata all'interno di internet, è arrivata in ritardo nel 1994 quelle dette da me partono già dal 1980 in poi) nate originariamente per assistenza, sono divenute commerciali ospitando aziende che vendevano determinati prodotti, il passo è stato breve quando si sono collegate alla rete internet.
      perchè lo desiderano gli interessi
      (economici) forti del nostro paese (e forse
      pure quelli di un altro).Concordo anche su questo
      avrete
      un nuovo padrone: il vostro computer.Uhm mi vengono in mente alcuni film in cui ogni sistema informatico è utilizzato per controllare, monitorizzare o vietare determinati comportamenti...direi che in quasi tutti i film a contenuto tecnologico c'è sempre qualcosa del genere.In generale mi trovo d'accordo su vari punti espressi da te e sulla "pericolosità" che potrebbe essere Palladium in mano poi a poche multinazionali del settore informatico che fanno pappa&ciccia con determinati governi.
  • Anonimo scrive:
    Sono anni che lo dite...
    sono anni che dite che Microsoft ci spia. Visto che siete così tanti, così bravi, così esperti, come mai non siete mai riusciti a dimostrarlo?E' più facile dire le cose che dimostrarle, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che lo dite...
      magari perche' i srgenti non sono di libera consultazione??P.S. se ti incontro ti rompo il culo a picconate
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono anni che lo dite...
        - Scritto da: FamosoPorcoDi3Lettere
        P.S. se ti incontro ti rompo il culo a
        picconateeh perchè sei un po malato e anche un po ghei.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che lo dite...
      Veramente nell'art. Stallman te ne ha ricordato alcuni provati, al limite della legalità.Poi, le backdoors trovate in win* o in altri programmi di casa M$, una volta trovati (comè avvenuto, è bene ricordarlo) chi ti dice che siano lì apposta? O meglio come puoi dimostrare che siano messe lì consapevolmente da M$ oppure siano frutto di un'errore?Altri tentativi, aperti ma sfuggenti all'utente comune, è quello d'inserire nelle opzioni del sw delle preferenze per permettere alla casa madre del sw di spiarti; preferenze che, guarda caso, sono attivate di default, sono "seminascoste" in mezzo ai menù e il 90% degli ut. non le disattiverà mai, dato che neanche le vede o le conosce.Per ultimo, solo se conosci il codice sorgente puoi vedere la presenza di backdoors involontarie o presunte tali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che lo dite...
      - Scritto da: Alberto
      sono anni che dite che Microsoft ci spia.
      Visto che siete così tanti, così bravi, così
      esperti, come mai non siete mai riusciti a
      dimostrarlo?

      E' più facile dire le cose che dimostrarle,
      vero?Tu mi sa tanto che sei uno di quelli che ha scoperto internet due giorni fa, quando qualche provider ha dato il via a quella scellerata pratica chiamata "internet free" (e intanto le bollette erano dei debiti di guerra).Sono anni che lo dicono, e sono anni che è stato dimostrato in più di qualche occasione che m$ si poteva in qualche modo tranquillamente appropriare di determinate informazioni dai nostri pc, se a scopi legali o meno non lo so, ma è cosi'.A scanso di equivoci, io sono un utente di winxp (un prodotto decente, peccato sia fatto da m$).Ripassati un po di storia recente dell'informatica, altro che balle...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono anni che lo dite...
        advapi32.dllse lo conosci lo eviti (pecato che non puoi)contiente nsakeyl'altre funzioni sono nei clside nei certificati (come beccare ujn daltro dialer dopo averlo rimosso)win potrebbe non avere backdoorma nessuno ha mai pensato ai certificatipalladiumeviata il centrinoci sono modi "peggiori" per rendere la viatadifficile ad un craker senza mettere il palladio, usando anche hw comunee un sistema operativo il cui kernel o IO sia apertonel senso di codice sorgente disponibile.Se m$ vedesse linux (in gpl) lo riuscirebbe a vendereallo stesso prezzo di windowsse portate le prove (e ci sono) facciamo causa a m$si crea un asscoiazione dei consumatori(utenti industrie e studi privati)le accuseviolazione privacysegreto industrialefurto di dati personalise entra anche l'esercito e lo stato (impossibile)vista la cosa mondadori M$ berlusconici sarebbe da aggiungereviolazione dei segreti di statospionaggioviolazione del segreto militarecodice malevolo insrito apposta(intasamento della banda per i giocatori accaniti)vi basta ?a me si, basta che si crei una raccolta di provedel mio pc mi fido quando i dati non sono in (any) networkquindi sul mio pc che uso non tengo dati personali di nessunoe neanche miei
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono anni che lo dite...
      - Scritto da: Alberto
      sono anni che dite che Microsoft ci spia.
      Visto che siete così tanti, così bravi, così
      esperti, come mai non siete mai riusciti a
      dimostrarlo?

      E' più facile dire le cose che dimostrarle,
      vero? Un altro con il cervello spento, eh ??Nessuno pretende che tu ragioni, ma almeno provaci.Sai come si chiamano le back door, in Microsoft??Bug "non voluti" ...... mah ......E se non sai che cosa vuol dire ciò, fai un piacere al mondo ...... taci.E non per dire, ma è già stato dimostrato centinaia di volte, e Microsoft è stata portata in causa tante di quelle volte da far paura.Ma, come si dice, non c'è peggior cieco di chi non vuol vedere.Taci, che è meglio .....
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono anni che lo dite...
        - Scritto da: Ciccio


        Un altro con il cervello spento, eh ??A me non sembra.

        Nessuno pretende che tu ragioni, ma almeno
        provaci.Tu stai ragionando? A me non sembra.
        Sai come si chiamano le back door, in
        Microsoft??
        Bug "non voluti" ...... mah ......Ah si? A me non sembra.
        E se non sai che cosa vuol dire ciò, fai un
        piacere al mondo ...... taci.E perchè dovrebbe? Chi sei Dio? A me non sembra.
        E non per dire, ma è già stato dimostrato
        centinaia di volte, e Microsoft è stata
        portata in causa tante di quelle volte da
        far paura.E le cause le ha perse tutte quante? A me non sembra.
        Ma, come si dice, non c'è peggior cieco di
        chi non vuol vedere.

        Taci, che è meglio .....Sei un po mongolotto con manie di grandezza? Mi sembra proprio di si.
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium SI
    Si chiama disinformazione di regime.Anche catechizzazione dei fedeli se vuoi vederla in chiave religiosa. Nessuno si è posto minimamente il problema del fatto che un sistema siffatto sia praticamente un fallimento per chiunque lo produca ma tutti hanno preso come oro colato le parole di big S. Peccato che anche ad MS secondo me Palladium non abbia ancora una logica e delle specifiche ben definite. Se ci ripensate due anni fa anche la product activation i linux-Taleban pensavano fosse la fine della democrazia e di MS invece si è rivelata l'ennesima copy protection aggirabile seppur fastidiosa e ben congegnata contro la copia casuale. Sino ad ora c'è quella bella pagina piena di specifiche di Palladium basata su voci di corridoio e libera interpetazione degli anti-MS e poco altro. Aspettiamo il prodotto finito se no mi fate come con XP e la XBOX che andate ancora in giro a dire che hanno le schermate blu perché non li avete mai provati...neanche Ballmer è mai arrivato a tanto.Sinceramente mi ero fatto l'idea che Stallman fosse una persona un po' meno propensa alle interviste shock utili solo a fini di marketing.Si vede che i soldoni iniziano a far comodo anche a Stallman (per Linus Torvald penso ci sia ancora speranza, ma secondo me tra poco lo cacciano... non so se ci avete fatto caso ma più passa il tempo e più è in disaccordo con tutti gli altri esponenti dell'OS - e ha ragione, secondo me -).
    • Anonimo scrive:
      Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium SI
      Ma che stai dicendo??Non c'è niente di sicuro???Non c'è niente di definito??Solo voci di corridoio??????..Bello... cambia spacciatore...e vai a guardare qua...http://www.trustedcomputing.org/tcpaasp4/index.asp
    • Anonimo scrive:
      Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
      Mah Z.e.r.o., ti ho letto anche in un'altro thread e sono totalmente in disaccordo con te, su una cosa però trovo un punto di incontro, sul discorso Torvalds - Stallman, però a me non sembra come tu dici che Linus si stia tirando addosso le antipatie della comunità Open Source ma che da questo punto di vista la comunità semplicemente segua due linee di pensiero, una più fondamentalista è capitanata da Stallman, "tutto ciò che non è open è cattivo", questa è una gabbia costruita intorno a se stessi per combattere le presunte gabbie del software proprietario (diventando una ricorsione negativa, o meglio, un circolo vizioso), l'altra, capitanata (per modo di dire) da Torvalds, porta come primo principio la libertà di usare quello che vuoi, open o non open, valutando come primo parametro la qualità, la compatibilità e l'efficienza con se stessi, il proprio sistema e i compiti che con tale software dovranno essere svolti.Qualche critica Linus se l'è tirata addosso per il fatto di usare "anche" software proprietario nello sviluppo del kernel Linux (non ho dimenticato la "di" in quanto Linux come sistema è un modo di dire, in realtà però Linux è il kernel), in un'intervista ha semplicemente dichiarato che con quel software si trova meglio. Per renderti l'idea ti dirò che io, che come avrai già capito la penso come Torvalds, se mi trovo di fronte due programmi che mi danno la stessa efficienza, uno è open e l'altro no, scelgo senza dubbio quello open, ma se quello non open rilevo essere migliore, uso quest'ultimo. Uso Linux non solo perchè è open ma perchè lo ritengo migliore, anzi, ti dirò che con Linux mi diverto e con Windows dopo un po mi annoio, questo per quello che ci faccio io col PC, questa è anche una filosofia "di vita" di Linus, di non estremizzare, di non creare fondamentalismi (ce ne sono già troppi al mondo, politici, religiosi, ecc.), di divertirsi, per quanto possibile, con l'informatica, ricordati che quando avvii Linux generalmente ti da il benvenuto le scritta "Have a lot of fun...", questo è lo spirito che a me piace, tu ad esempio mi sembri una persona estremista della parte contrapposta ai movimenti Open Source, quelli come te cercano sempre uno scontro con gli estremisti delle fazioni opposte, non offenderti ma è così.Ciò genera le guerre, l'estremizzazione, la connotazione per forza a destra o a sinistra, bianco o nero, in un tuo post parlavi di Linux e Open Source come un movimento di sinistra, come ti hanno risposto molti altri amici che non sono di sinistra ti dico che anch'io sono di destra, con questo ho amici di sinistra, ci mancherebbe che la pensiamo tutti allo stesso modo, il contrasto tra le parti deve essere civile in modo da essere costruttivo, l'estremizzazione e il fondamentalismo porta a degli effetti negativi e distruttivi anche se nasce da cause giuste.Questo volevo dirtelo anche riguardo ad altri tuoi post, tornando al nocciolo, a Linux, nelle mie scelte, al discorso efficienza, qualità, ecc., abbino anche il discorso sicurezza, se un determinato programma mi serve per determinate operazioni il fatto che sia open mi da modo di dare una sbirciata al suo codice affinchè non abbia a ritrovarmi qualche "spione" in casa, cioè, non ho niente da nascondere, ma il mio PC è un po una mia casa virtuale e, come in casa mia, anche se non ho niente da nascondere decido io chi fare entrare in casa e chi no, capito il concetto? ;)Con questo arriviamo al nocciolo della questione, nonostante non sia io per primo d'accordo con certi estremismi di Stallman questa volta prendo atto del suo appello che mi sembra motivato, "si vis pacem para bellum" dicevano gli antichi romani, "se vuoi la pace preparati alla guerra", in parole più attuali "parati il culo", in parole meno scurrili "meglio prevenire che curare". A me questo progetto non sembra tanto una cavolata, una cosa da prendere sottogamba, e non solo per quello che ha detto Stallman,sono abituato ad ascoltare tutti ma poi a ragionare con la mia testa, è un po che tengo sott'occhio questa faccenda e non mi piace per niente, per questo sono d'accordo di tenere questa cosa sotto controllo, che si sia utenti Linux, Windows, Mac o altro, come ho già detto qua non si parla strettamente di sistemi operativi o applicativi ma di libertà nella comunicazione, e sulla cosa non c'è da dormirci sopra! ;)CiaoGigi
  • Anonimo scrive:
    Sensibilizzare l'utente medio
    Se il progetto Palladium andra' in porto o meno, dipende soprattutto da come l'utente medio reagira' all'introduzione di questo sistema. Per quel che mi riguarda, ritengo di fondamentale importanza tentare di sensibilizzare chi ci sta intorno. Quando mi capita di parlare di informatica con le persone che conosco cerco sempre di far capire che la liberta' di utilizzare il software che si vuole e' una liberta' fondamentale, soprattutto perche' col passare degli anni vivremo sempre piu' in un mondo gestito da tecnologie informatiche, pertanto avere una varieta' di strumenti software significhera' poter gestire meglio l'informazione a nostra disposizione. Cerco di spiegare a tutti che ancora prima della liberta' del software deve esserci l'utilizzo di standard e protocolli aperti; basta ricordare due esempi: innanzitutto, la grandissima diffusione dei PC ha avuto inizio quando l'IBM decise di rendere disponibili le caratteristiche della sua macchina, grazie alle quali altre aziende riuscirono a costruire computer "IBM-compatibili". Per quel che riguarda i protocolli, ricordo che internet si e' sviluppata grazie al TCP/IP, che ha permesso la connessione tra macchine completamente diverse. Senza standard e protocolli aperti, nessuno potra' piu' scrivere software libero compatibile con i prodotti esistenti. Tutti noi dobbiamo cercare di spiegare alle persone che conosciamo che anche in campo informatico esistono delle liberta' da difendere. Forse a qualcuno di noi puo' sembrare scontato, ma provate a chiedere in giro cos'e' il DMCA, cos'e' Palladium, cos'e' il software libero. Sono sicuro che gran parte degli utenti ignora queste problematiche. Magari e' giusto che sia cosi', forse a molti queste cose non interessano neanche. Ma e' dovere di chi si rende conto della presenza di un pericolo avvisare gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sensibilizzare l'utente medio
      Ricordo che MS è una delle poche software house che fornisce gratuitamente la documentazione e le librerie per creare e compilare quello che voi chiamate software che utilizza standard chiusi.Fatevi un giro nel Microsoft Development Network, ormai una biblioteca dove ci sono le + oscure specifiche per windows e per le sue tecnologie.Infatti le alternative ai prodotti che utilizzano tecnologie MS ci sono e sono parecchie. + o - valide qualitativamente, ma ci sono.Se poi uno pretende di utilizzare tecnologie progettate per un SO proprietario in altri ambiti e SO... Non ho mai sentito nessuno lagnarsi perché qualche tecnologia made in Apple non è presente in altri SO. Se si sente il bisogno di avere delle teconologie proprietarie in altri sistemi operativi è perché quei sistemi non offrono alternative sostitutive. D'altrone Windows sono anni ormai che ha il WMA è l'unica cosa che in LInux ci si avvicina lontanamente è l'OGG. MP3 pro lasciatelo ai marchettari.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sensibilizzare l'utente medio
        Potrei sbagliarmi, ma non mi risulta che la Microsoft abbia mai rilasciato uno straccio di documento su come e' fatto il formato .doc. E' questo che intendo quando parlo di standard chiusi. Conoscere il funzionamento interno di Windows e' utile solo a chi,per poter scrivere driver per linux o altri s.o. e' costretto a fare il reverse engeneering di quelli esisteni per Windows, cosa che non avverrebbe se le case produttrici di hardware scrivessero i driver anche per linux,magari rilasciandoli sotto GPL; sono loro a conoscere meglio i loro prodotti, non costerebbe nemmeno poi tanto scrivere un abbozzo di driver che qualcuno poi puo' migliorare. Per quello che mi risulta, inoltre, determinate API non solo non sono documentate, ma vengono tenute segrete.
        • Anonimo scrive:
          Re: Sensibilizzare l'utente medio
          - Scritto da: ACD
          Potrei sbagliarmi, ma non mi risulta che la
          Microsoft abbia mai rilasciato uno straccio
          di documento su come e' fatto il formato
          .doc. errato . mi sembra di aver letto da qualche parte che la documentazione del .doc su MSDN ci sia ..il problema e' che e' sotto NDA , cioe ,puoi usarlaper scrivere programmi che leggono i file .doc ma non che li modificano ;e inoltre ho sentito dire che la suddetta documentazione non e' neanchetanto buona.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sensibilizzare l'utente medio
            - Scritto da: illegalinstruction
            errato . mi sembra di aver letto da qualche
            parte che la documentazione del .doc su MSDN
            ci sia ..Ogni tanto si sente dire. Il problema e' che nessuno sa mai dov'e`...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sensibilizzare l'utente medio
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Ricordo che MS è una delle poche software
        house che fornisce gratuitamente laMa quanti ce ne sono in questi forum di dipendenti di Microsoft ???????????????Gente, ma questi hanno imparato da Bill e compagnia: negare,negare, negare e spargere fumo....OOOOHHHHH SVEGLIA !!! WMA non riescirà mai a stare alla pari del vecchio MP3 come installato, e non è meglio come qualità. OGG è quanto di meglio in questo momento offra il mercato free ( e spesso anche non free ...)ma ha poco installato.E in quanto a te, la pubblicità per il tuo capo valla a fare sul vostro MSN, che pretende di schedare il mondo ....Fermate il mondo, voglio .... farlo scendere.Bah .....
        • Anonimo scrive:
          Re: Sensibilizzare l'utente medio
          Posso dire una cattiveria?OGG a me sembra, a vedere specifiche e caratteristiche, un reverse engeenering di WMA...Per la qualità audio LOOOL! Mi diverto sempre sentir parlare "amanti della musica" e della sua "qualità audio" che per tirchieria tirano già TB di roba dai P2P compressa con algoritmi che degradano la qualità.Mi fanno anche pena quelli che vanno in oriente a comperare i nuovi sistemi audio a 32 bit (superCD) mi pare si chiami o che si lasciano incaprettare dalla Creative con il nuovo audio a 32 Bit (chiedete ad un fisico o ancora meglio ad un tecnico del suono: vi dirà senza batter ciglio che qualsiasi tipo di audio ad alta fedeltà si propaga nell'aria con una qualità di poco superiore agli 8 bit circa - dipende dalle lunghezze d'onda ma in generale è abbastanza vero - ). Le qualità audio a 12 Bit sono quasi indistinguibili da quelle a 16. PS: dipendente microsoft dillo a tua sorella. E mantieni le distanze. Io sono un'informatico, uso Linux, Windows, Apple, il GBA, qualsiasi cosa abbia un SO. Apprezzo i pregi ed i difetti di tutti. Spesso difendo ms perché su questi forum bazzica un po' troppo gente indottrinata per i miei gusti. Ancor + spesso sparo a zero perché c'è gente quasi per niente tecnicamente preparata che si da le arie da guru e poi crede al primo fesso che fa un articolo su un soggetto che non puo' conoscere perché anche i produttori non sanno bene come sarà (conoscete il significato di White Paper?). Mica tutti i progetti software sono come quelli open, sove spesso trovi release 0.0001 per il solo gusto di occupare un posto dentro sourceforge o freshmeat....
          • Anonimo scrive:
            Re: Sensibilizzare l'utente medio

            Posso dire una cattiveria?

            OGG a me sembra, a vedere specifiche e
            caratteristiche, un reverse engeenering di
            WMA...ma non e una cattiveria, e una vaccata e basta mi pare... anche solo considerando che ci dovrebbe essere un problema legale penso, il formato wmv non lo puoi neanche sfiorare con un dito, pena denunce a destra e a manca (vedi virtualdub). sarei stupito se non ci fossero simili protezioni legali sul wma.
          • Anonimo scrive:
            Re: Sensibilizzare l'utente medio

            Mica tutti i progetti software sono come
            quelli open, sove spesso trovi release
            0.0001 per il solo gusto di occupare un
            posto dentro sourceforge o freshmeat....Ma tu sei un programmatore?Io lo sono, e ti assicuro che il software OS amatoriale ha poco da invidiare a quello proprietario quanto a stabilità, visto che ti costringono a spacciare versioni preliminari per definitive solo perche' "il tempo stringe", in genere a causa di termini di consegna patteggiati con il cliente da qualche manager che non ha mai visto una riga di codice in vita sua.
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    - Scritto da: unutonto
    E' incredibile leggere la marea di fesserie
    che i vari fautori openari o presunti tali
    vanno seminando ai quattro venti.
    Spacciano i futuri computer dotati di
    palladium come computer traditori pronti a
    ecc. ecc......Inanzi tutto non è una questione così ristretta ad utenti Linux o Windows o Mc o altro ma una questione di privazione della libertà, io sono un utente Linux ma ti posso assicurare che ho letto pareri di utenti Windows che non sono neanche loro molto contenti di questa trovata, certo, se vedi il PC come un elettrodomestico allora te ne può fregare di meno, però vorrei ricordarti che la differenza sostanziale tra un computer e qualsiasi altra macchina inventata dall'uomo è che il computer ha nelle funzioni che sono molto vicine al tipo di lavoro che svolge la mente umana, allo stesso ragionamento, so che molta gente alla fine non vorrebbe "pensare" e che vorrebbe che altri pensassero per loro, però grazie a Dio questi greggi di pecore sono numerosi ma non costituiscono la totalità del genere umano.Per questo penso che ci sia niente di buono in questo, che sia esclusivamente una manovra a fini di lucro delle grandi major e di un'azienda che sta perdendo parte del suo monopolio e che intravede in Palladium un colpo di mano che glielo fa riconquistare alla grande.Il fatto di scaricare dei programmi anche freeware che in realtà contengono degli spyware non è una buona scusa affinchè si accetti che venga messo uno spyware globale! Quello che tu dici riguardo al fatto che con un codice aperto aumenterebbe la vulnerabilità di un software o di un sistema dimostra che non ha i proprio capito niente, per cortesia cerca di documentarti meglio prima di scrivere, sopratutto per te stesso, io non ho mai fatto del fondamentalismo sul discorso Linux vs Windows, però un po lo faccio tra gente informata e gente ignorante, capito? ;)SalutiGigi
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium SI
    Versa il cervello all'ammasso, non usare il *tuo* cervello per proteggerti dai furboni che si annidano nella rete, lascia che sia il cervello di qualcun altro... poi non lamentarti quando non sarai più in grado di usare il *tuo* cervello e la *tua* libertà.
  • Anonimo scrive:
    con palladium che potranno fare?
    io non ho capito bene il concetto di palladiumquello che potranno effettivamente fare con questo sistemachi mi spiega l'arcano?
    • Anonimo scrive:
      Re: con palladium che potranno fare?
      - Scritto da: celino
      io non ho capito bene il concetto di
      palladium
      quello che potranno effettivamente fare con
      questo sistemahttp://www.complessita.it/tcpa/CiaoGianni
    • Anonimo scrive:
      Re: con palladium che potranno fare?
      Il sistema è ancora in sviluppo non si sa bene quali saranno le portate effettive di questo palladium.Guardati bene da dove leggi le informazioni: molto spesso (come nel caso di complessità) sono libere interpetazioni condite da astio nei confronti di MS. Io aspetto il prodotto finito prima di giudicare. Sinceramente se le uniche limitazioni saranno quelle di non poter più usare software e musica pirata sul mio PC tanto di cappello, in fondo non dovrei mai avere avuto il diritto di farlo. Se veramente si volesse incidere sulla libertà individuale del singolo (cosa peraltro alquanto improbabile, anche per le ripercussioni sulle vendite, con probabile falimento di qualsiasi azienda che volesse grandefratellizzare gran parte degli utenti di PC) non penso che sarò dei loro.Cmq RIAA e Palladium offrono grandi spunti per capire veramente quanti "pulciari" esistono in italia. Tutti si inalberano quando qualcuno cerca di farti pagare qualcosa su cui ha lavorato (ma chi si inalbera pretende stipendio, rispetto e anche poca fatica quando lavora!) e la unica forma di protesta che concepiscono non è l'astenersi dall'usare i mezzi in questione ma dall'usarli tramite copie illegali (che non fa così poi tanto male rispetto al non utilizzarli. Non li paghi ma alla fine se un gioco ti piace fai il passaparola con gli amici, se un cd ti piace lo ascolti a tutto volume e lo sentono i vicini... prima o poi qualcuno compra il titolo originale. Pubblicità gratuita, insomma).L'unica vera forma di protesta è l'astensione. Solo che qui la maggior parte dei presenti sembrano bambini viziati che fanno i capricci perché vogliono tutto, come se gli fosse dovuto.Qualsiasi altra forma di protesta è solo un mero guardare i propri interessi e mettere la coscienza a posto. Nessuno ci deve niente, ognuno può pretendere ciò che vuole per quello che produce.
      • Anonimo scrive:
        Re: con palladium che potranno fare?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Il sistema è ancora in sviluppo non si sa
        bene quali saranno le portate effettive di
        questo palladium.

        Guardati bene da dove leggi le informazioni:
        molto spesso (come nel caso di complessità)
        sono libere interpetazioni condite da astio
        nei confronti di MS. Io aspetto il prodotto
        finito prima di giudicare.

        Qualsiasi altra forma di protesta è solo un
        mero guardare i propri interessi e mettere
        la coscienza a posto. Nessuno ci deve
        niente, ognuno può pretendere ciò che vuole
        per quello che produce.Infatti. Concordo con te. Qui sembra che la musica o il software vengano considerati alla stessa stregua dei medicinali "salvavita". Dimenticano che in un libero mercato vige la legge della domanda e dell'offerta....e che nessuno ci obbliga a comprare un programma o un CD di musica se riteniamo che costi troppo.
        • Anonimo scrive:
          Re: con palladium che potranno fare?

          Infatti. Concordo con te. Qui sembra che la
          musica o il software vengano considerati
          alla stessa stregua dei medicinali
          "salvavita". Dimenticano che in un libero
          mercato vige la legge della domanda e
          dell'offerta....e che nessuno ci obbliga a
          comprare un programma o un CD di musica se
          riteniamo che costi troppo.toc toc.. c'e nessuno in casa? il mercato non e libero! vatti a vedere le varie condanne di microsoft negli ultmi 12 anni...
          • Anonimo scrive:
            Re: con palladium che potranno fare?
            Hai almeno una ventina di alternative solo per il panorama Linux sul mercato.Non parliamo di altri SW o SO commerciali.Io mi sono guardato intorno ho scelto la mia distro linux preferita, me la installo, aggiorno la uso. Se solo funzioasse il mio modem ADSL sarei al top. No, non sono daccordo con te sul fatto che dovevo pensarci prima di comperare un determinato modem. E' un modem ethernet interno "vero". Su win funziona con un generico driver ethernet e un dialier pppoe. Su linux lo stesso driver che uso per windows non vede nulla, neanche la scheda di rete. C'è una carenza nel SO non nel mio HW. Tornando al discorso del mercato libero, vorrei farti un altro appunto: notato che molte periferiche con cui sei scicuro che linux funzioni al 100% sono server-oriented e non sempre accessibili ai +? Per ADSL vai sul sicuro se compri un Modem router 3com, per esempio. Per tutto il resto installa e spera in Dio. Se questa è la libertà di mercato che sogni...E ringrazio, anche se non ne sono direttamente beneficiario, tutti coloro che si stanno impegnando per capire come far funzionare modem "standard" come quelli USB HID... Bella parola ve? "standard" eppure su big L una periferica USB HID che non necessita mai di driver ha bisogno di patch a livello kernel, perché alcuni non hanno ancora capito che il seriale che la periferica comunica al SO è a scopo diagnostico e non di abilitazione (su questo forum ho sentito fesserie come che le perfieriche HID taiwanesi non funzionano perché non hanno un seriale a causa della loro mancata certificazione LOL!). Invece il kernel di linux considera non sicure (LOL!) tutte le periferiche USB che non ha nel suo archivio (ovvero il 90% di quelle di march non blasonate e spesso esose senza motivo). Torniamo di nuovo al discorso fatto sui 3com. E sino ad alcuni anni fa o avevi un expensive controller SCSI o non usavi linux. E torniamo al tuo discorso sulla libertà di mercato.Fai un po' tu. Un po' meno indottrinamento e un po' meno autocritica servirebbe a molti Linux-geek. Anche perché il fatto che le distro linux battano windows 20:1 in fatto di alternative e che comunque si rimanga fermi da anni all'1% del mercato brucia. E non ci si può nascondere per tutta la vita dietro un dito.Per chi ha problemi con periferiche USB (che siano HID, però!) e si vuole improvvisare hacker: usate un diagnostic tool USB sul vostro *NIX. Andate nel sorgente del modulo USB HID e aggiungete il seriale della vostra periferica insieme alle altre. Ricompilate. Se con alcuni software non funge è perché piuttosto che fare le cose secondo gli standard c'è ancora gente che pensa che più fai una cosa a basso livello e meglio funziona... Se la periferica non funziona MAI allora non è HID (occhio che non c'è quasi mai scritto da nessuna parte se lo sia o no. Se non ci sono i driver con la periferica al 90% lo è)
          • Anonimo scrive:
            Re: con palladium che potranno fare?

            Hai almeno una ventina di alternative solo
            per il panorama Linux sul mercato.

            Non parliamo di altri SW o SO commerciali.te le ricordi le condanne microsoft vero?
            Io mi sono guardato intorno ho scelto la mia
            distro linux preferita, me la installo,
            aggiorno la uso. Se solo funzioasse il mio
            modem ADSL sarei al top.ah, forse con te ci ho gia parlato, sei quello del modem...... No, non sono
            daccordo con te sul fatto che dovevo
            pensarci prima di comperare un determinato
            modem.guarda, ho qua un bello scanner che con win 2000 e winxp non funziona bene. non dovevo pensarci bene prima di comprare sto determinato scanner? avete idee stranissime in testa.
            E' un modem ethernet interno "vero".E un modem vero. ci credo. ma non e ethernet.
            Su win funziona con un generico driver
            ethernet e un dialier pppoe.generico sta cippa. facciamo qualche nome alla fine? che modem e? Su linux lo
            stesso driver che uso per windows non vede
            nulla, neanche la scheda di rete.perche non ce l'hai la scheda di rete. C'è una
            carenza nel SO non nel mio HW. non sai neanche che hardware hai comprato di preciso, i modem interni pci, quasi tutti chippati itex, alcuni conexant, non sono delle schede di rete con integrata sopra anche la circuiteria del modem. perche se la pensi cosi non hai mai visto un modem ethernet.
            Tornando al discorso del mercato libero,
            vorrei farti un altro appunto: notato che
            molte periferiche con cui sei scicuro che
            linux funzioni al 100% sono server-orientedballeeeeeeeeeeeeeela mia sound blaster live ti pare server oriented? il mio controllerino scsi asus ti pare server oriented? la mia scheda tv taiwanese marcia anonima ti pare server oriented? il mio ta isdn taiwanese marcio anonimo identico a tutti gli altri taiwanesi marci anche rimarchiati ti pare server oriented? la mia scheda di rete da 8 euro scarsi realtek ti pare server oriented? la mia scheda audio via integrata ti pare server oriented? la mia geforce 2 ti pare server oriented? la mia stampante da 25 euro ti pare server oriented? il mio mouse e la mia tastiera ti paiono server oriented? il mio masterizzatore lg da 4 soldi ti pare server oriented? il mio anzi di telecom modem adsl ti pare server oriented?
            e non sempre accessibili ai +? accessibilissimi a me, che compro di solito sempre le robe peggio e piu economiche.Per ADSL vai
            sul sicuro se compri un Modem router 3com,
            per esempio.no. vai sul sicuro se compri QUALSIASI ROUTER, e ci mancherebbe altro. vai sul sicuro se compri QUALSIASI MODEM ETHERNET, ma proprio tutti. vai sul sicuro se compri ALCUNI MODEM USB, tipo il manta che e dotato di buoni driver opensource. se compri altro sono davvero affari tuoi. Per tutto il resto installa e
            spera in Dio.nono, ho spesso di sperare in dio da quando non installo piu windows. adesso funziona tutto come dico io.
            E ringrazio, anche se non ne sono
            direttamente beneficiario, tutti coloro che
            si stanno impegnando per capire come far
            funzionare modem "standard" come quelli USB
            HID...tipo la stm che non rilascia manco mezza specifica dei modem 56k usb? male. beh, ce ne sono molti altri ben supportati dal kernel. Bella parola ve? "standard" eppure su
            big L una periferica USB HID che non
            necessita mai di driver ha bisogno di patch
            a livello kernel,??? una periferica che non necessita mai di driver? ma dico scherzi??? tutte le periferiche usb hanno il loro driver, credo anche l'hub usb ha bisogno di un driver. dentro windows sono integrati. dentro linux sono integrati. la mia tastiera usb e il mio mouse usb funzionano perfettamente con linux, il loro supporto e integrato nel kernel. la mia stampante invece e un cesso, richiede un driver binario fornito dal produttore. ma funziona anche quella. lo stesso produttore forniva il driver anche per windows ovviamente. che andava installato a parte ovviamente perché alcuni non hanno
            ancora capito che il seriale che la
            periferica comunica al SO è a scopo
            diagnostico e non di abilitazione (su questo
            forum ho sentito fesserie come che le
            perfieriche HID taiwanesi non funzionano
            perché non hanno un seriale a causa della
            loro mancata certificazione LOL!).ma dai. esempio: ho sentito di una nota fotocamera digitale olympus mi pare, che con windows funzioan bene, con linux no, bisogna patchare il driver, perche nel protocollo di comunicazione della fotocamera non veniva inviata una stringa di riconoscimento o cose strane del genere come SPECIFICATO dal protocollo usb. windows la fa funzionare perche non esegue il controllo come invece dovrebbe fare se rispettasse il protocollo. linux no, il mantainer delmodulo si e giustamente rifiutato di scrivere un modulo che non rispettasse rigorosamente il protocollo, e cosi la fotocamera non funziona. consiglia di non acquistarla, di comprare altri modelli che funzionano benissimo, oppure se proprio uno vuole quella o ce l'ha gia, fornisce la patch per il modulo. che altro si puo volere? protestate con la produttrice della fotocamera accidenti, come diavolo fa a essere colpa di linux. Invece il
            kernel di linux considera non sicure (LOL!)
            tutte le periferiche USB che non ha nel suo
            archivio (ovvero il 90% di quelle di march
            non blasonate e spesso esose senza motivo).considera non sicure? boh, non so di che parli, qua la mia tastiera usb, il mio hub usb, il mio mouse usb funzionano perfettamente.
            Torniamo di nuovo al discorso fatto sui
            3com. E sino ad alcuni anni fa o avevi un
            expensive controller SCSI o non usavi linux.
            E torniamo al tuo discorso sulla libertà di
            mercato.torna dove vuoi, ma non e vero NIENTE.
            Fai un po' tu. Un po' meno indottrinamento e
            un po' meno autocritica servirebbe a molti
            Linux-geek.e tu un po piu di conoscenza sul livello di supporto di cui godono moltissime periferiche. Anche perché il fatto che le
            distro linux battano windows 20:1 in fatto
            di alternative e che comunque si rimanga
            fermi da anni all'1% del mercato brucia. E
            non ci si può nascondere per tutta la vita
            dietro un dito.ma chi si nasconde, ma che fai, ascolti ziobill...
            Per chi ha problemi con periferiche USB (che
            siano HID, però!) e si vuole improvvisare
            hacker: usate un diagnostic tool USB sul
            vostro *NIX. Andate nel sorgente del modulo
            USB HID e aggiungete il seriale della vostra
            periferica insieme alle altre. Ricompilate.
            Se con alcuni software non funge è perché
            piuttosto che fare le cose secondo gli
            standard c'è ancora gente che pensa che più
            fai una cosa a basso livello e meglio
            funziona...ma va la...
      • Anonimo scrive:
        Re: con palladium che potranno fare?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        L'unica vera forma di protesta è
        l'astensione. Solo che qui la maggior parte
        dei presenti sembrano bambini viziati che
        fanno i capricci perché vogliono tutto, come
        se gli fosse dovuto.??? sai cosa e' il libero mercato? sai che se passa tcpa sopra ci girera' solo software certificato? sai chi sara' l'autorita' preposta a certificare tale software? sai cosa vuol dire antitrust?
        Qualsiasi altra forma di protesta è solo un
        mero guardare i propri interessi e mettere
        la coscienza a posto. Nessuno ci deve
        niente, ognuno può pretendere ciò che vuole
        per quello che produce.io ho il diritto di far girare qualsiasi programma (legalmente acquisito) ritenga opportuno su una macchina che ho comprato, e' assurdo solo l'idea che una ditta (ma anche se fosse una societa' superpartes) abbia il potere di decidere cosa possa far girare o meno una macchina MIA.
      • Anonimo scrive:
        Re: con palladium che potranno fare?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Il sistema è ancora in sviluppo non si sa
        bene quali saranno le portate effettive di
        questo palladium.

        Guardati bene da dove leggi le informazioni:
        molto spesso (come nel caso di complessità)
        sono libere interpetazioni condite da astio
        nei confronti di MS. Io aspetto il prodotto
        finito prima di giudicare. Giustissima osservazione. D'altronde c'e' il rischio che quando tu ti accorga di cosa e' Palladium e non ti piaccia non esistano piu' in commercio hardware non basati su tale tecnologia. Intendo che ci si potrebbe trovare "costretti" ad usare hardware basato su Palladium. Se si riflette e' una tesi meno assurda di quanto non sembri.
        Sinceramente se le uniche limitazioni
        saranno quelle di non poter più usare
        software e musica pirata sul mio PC tanto di
        cappello, in fondo non dovrei mai avere
        avuto il diritto di farlo.Giusto anche questo, ma il discorso e' piu' ampio. Io non ho il diritto di piratare, senz'altro. Se pero' compro un CD originale credo di avere il diritto di ascoltarlo sul mio PC senza autenticarmi in alcun modo. Se poi lo voglio ascoltare su un altro dei miei PC (ne ho tre) penso di avere il diritto di farlo. Ti diro' di piu', credo di avere il diritto di ascoltare quella musica sul mio PC dopo averla convertita in mp3, in modo da lasciare il CD nella sua custodia.Un discorso analogo vale per i giochi. Alcuni richiedono che il CD resti inserito: cosa c'e' di disonesto nel volersi fare una (1) copia di backup per non rischiare di sciupare l'originale?
        Se veramente si
        volesse incidere sulla libertà individuale
        del singolo (cosa peraltro alquanto
        improbabile, anche per le ripercussioni
        sulle vendite, con probabile falimento di
        qualsiasi azienda che volesse
        grandefratellizzare gran parte degli utenti
        di PC) non penso che sarò dei loro.

        Cmq RIAA e Palladium offrono grandi spunti
        per capire veramente quanti "pulciari"
        esistono in italia. Tutti si inalberano
        quando qualcuno cerca di farti pagare
        qualcosa su cui ha lavorato (ma chi si
        inalbera pretende stipendio, rispetto e
        anche poca fatica quando lavora!) e la unica
        forma di protesta che concepiscono non è
        l'astenersi dall'usare i mezzi in questione
        ma dall'usarli tramite copie illegali (che
        non fa così poi tanto male rispetto al non
        utilizzarli. Non li paghi ma alla fine se un
        gioco ti piace fai il passaparola con gli
        amici, se un cd ti piace lo ascolti a tutto
        volume e lo sentono i vicini... prima o poi
        qualcuno compra il titolo originale.
        Pubblicità gratuita, insomma).

        L'unica vera forma di protesta è
        l'astensione. Solo che qui la maggior parte
        dei presenti sembrano bambini viziati che
        fanno i capricci perché vogliono tutto, come
        se gli fosse dovuto.
        Qualsiasi altra forma di protesta è solo un
        mero guardare i propri interessi e mettere
        la coscienza a posto. Nessuno ci deve
        niente, ognuno può pretendere ciò che vuole
        per quello che produce.E' vero che molti piratano e scopiazzano, ma questo IMHO non basta a legittimare la limitazione dei diritti di tutti.Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: con palladium che potranno fare?

        Ciao Z.e.r.o., ci si ritrova anche in questo
        thread vero? ;)
        Allora, il tuo ragionamento dell'aspettare
        mi sembra come dire "...deve uscire un nuovoCiao Gigi, inutile parlare con Z.e.r.o..... posta ma poi non risponde (o non sa controbattere) alle risposte che gli vengono date.CiaoGianni
        • Anonimo scrive:
          Re: con palladium che potranno fare?
          - Scritto da: Gianni



          Ciao Z.e.r.o., ci si ritrova anche in
          questo

          thread vero? ;)

          Allora, il tuo ragionamento dell'aspettare

          mi sembra come dire "...deve uscire un
          nuovo

          Ciao Gigi, inutile parlare con Z.e.r.o.....
          posta ma poi non risponde (o non sa
          controbattere) alle risposte che gli vengono
          date.

          Ciao
          GianniCiao Gianni :), ho anch'io questo dubbio, mah... sai il discorso che io, come la maggior parte se non tutti, parlo di Linux dopo aver usato per diverso tempo Windows, non ho capito se Z.e.r.o. ha mai provato Linux, magari se lo prova poi gli piace e molla Windows!!! :ppp
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium SI
    Che mucchio di cazzate che hai sparato tutte insieme .. Se M$ ti spia mukki di carte legali la seppelliranno ? A si ?! bhe allora chiama il legale perche' Windows ha sempre spiato i suoi utenti e tra l' altra la UE ha obbligato M$ a inserire alcune patch nel Service Pack 1 per correggere tante backdoor di Windows XP che tanto ci sono ancora ma meglio nascoste...Poi il solito trollone che crede che avere il codice sorgente aiuti a fare virus, e' una emerita cavolata e + volte e' stato dimostrato tecnicamente che la presenza del codice sorgente non aiuta la scrittura di un virus ma al contrario aumenta di molto la probabilita' che una falla venga chiusa...Palladium e' una enorme cazzata e favorirlo sever solo a peggiorare il mondo dove viviamo.
  • Anonimo scrive:
    Palladium, un futuro meno libero
    Personalmente ritengo che questo ambizioso progetto della TCPA possa essere abbastanza pericoloso per chi ama il software libero. Innanzitutto vorrei far notare a chi crede che la realizzazione di questo progetto sia impossibile, che sia Intel che Amd si stanno impegnando per realizzare processori che supportino questo sistema di "protezione" o meglio "ammanettamento" dell'utente. Se le stime di penetrazione di Linux sui sistemi desktop sono vere (1% del totale) allora la cosa si fa seria. E' vero che il sistema Palladium, almeno da quanto dichiarato, puo' essere disattivato dall'utente. Ma che succede se si decide di rendere impossibile l'accesso a internet a chi non mantiene il sistema attivato? Ovviamente voi rispondete che questo fatto sarebbe inaccettabile e non verrebbe assolutamente accettato dagli utenti. E qui sta il punto. Sapete bene come la Microsoft sia campione nell'indorare qualsiasi pillola, pertanto ritengo che gli utenti Microsoft accetteranno questa limitazione, ovviamente perche' la Microsoft sara' ben attenta a farsi concedere (da chi?) le certificazioni di sicurezza necessarie a far girare il suo S.O. e i suoi programmi. Pertanto, rimarrebbe un 1% di utenti desktop a protestare (stima ottimistica, perche' in tal caso temo ci sarebbe una buona parte di utenti che abbandonerebbe il sistema). E' vero pero' che molti sistemi server utilizzano software libero (vedi Apache). Tuttavia, in un contesto in cui, magari per vie legali, si obbligano i provider ad utilizzare Palladium per far in modo che solo un computer in cui il sistema Palladium e' utilizzato possa usufruire della connessione, penso che ci sarebbe un forte calo degli utenti anche sul lato server.Eviterei inoltre di deridere chi prevede ripercussioni molto forti sulla nostra liberta' di scelta in materia informatica: abbiamo possibilita' di creare buon software soltanto utilizzando il nostro cervello, ma non siamo certo in grado di costruirci l'hardware.Conclusione: oggi abbiamo ancora la possibilita' di protestare, un domani potremmo avere le braccia legate.
    • Anonimo scrive:
      Re: Palladium, un futuro meno libero
      Proprio per quello che hai detto è fondamentale parlarne il più possibile e cercare di sensibilizzare anche i non addetti ai lavori. Purtroppo Palladium sembra proprio una brutta bestia, sta solo a noi agire d'anticipo e con i dovuti mezzi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Palladium, un futuro meno libero
        Sicuramente il modo migliore di agire è quello di usare software libero, aiutare le comunità di sviluppatori, non solo economicamente, ma anche partecipando allo sviluppo al testing o anche solo per tradurre un pezzetto di help ecc.ecc.Ricordo a tutti che non esiste nessuna attività da PC server / desktop / workstation professionale che non sia fattibile su di un sistema completamente libero (Linux, FreeBSD ecc.ecc.) anzi! ho scoperto che ci sono cose particolari che possono essere relizzate solo grazie a questi sistemi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Palladium, un futuro meno libero
          se solo kde fosse veloce come explorer.exe di windows 2000e konqueror non insegasse a fumare quando attendi la sua apertura (si quache MB di ram in piu me lo poso permettere)basta che _s c h e g g i_ho visto programmi SOLO e solo ESCUSIVAMENTE PER LINUXdalla grafica 3d, ai programmi per il calcolo scientificoai programmi di fisica nucleare (si avete letto bene)al software per la rete ai sistemi di hacking ai sistemi antiintrusioneinsomma tutto (pero la gui !!!!!!) per l'HW non mi lamentorouter (per internet adsl meno scassamento con i driver)scheda video okaudio purecpu (ovvio) inteldvd. scsi masterizzatore controllerhdd ideieee1394TUTTO 100% supportatoNON sono andato a culo, cose decenti (con un occhioal portafogli e alle caratteristiche ovviamete strandard)vediamo il restoadesso c'e da fare una cosa:quando compro una periferica scrivo al produrttore dicendogli di non integrare il tcpa nel suo hw e di ringraziarlo ?I pc mi piacciono assemblati :-()
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    ma ti rendi conto che hai perso almeno mezz'ora della tua vita a scrivere sta roba???
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      Mettila così almeno non mi sono arricchito alle spalle di hobbisti invasati da un ideale che non esiste...L'open source è una bella cosa sulla carta ma da come lo si guardi lo si guardi disinforma + di ballmer e microsoft (e ce ne vuole!) e cavalcando l'onda dell'astio annti-MS costringe migliaia di persone che vogliono "un posto al sole" nella scena informatica a lavorare più o meno gratis per pochissimi.Tanto per anticipare alcune cose:Si Open source non significa gratis. Free è inteso nel senso di Libero etc etc.Il fatto è che più di qualcuno ha fatto miliardi sul lavoro + o - hobbista e disinteressato di centinaia di persone. Visto che i lunuxari sono particolarmente interessati all'etica (specie se riguarda MS o i cd audio pirata) vi rigiro la domanda: secondo voi è etico sfruttare il lavoro di persone volenterose senza riconoscere loro nulla (tranne che dei credits - e anche qesto non è che avvenga sempre).Per chi risponda si un'altra domanda:lavori gratis per il tuo datore di lavoro?pretendi il tuo stipendio a fine mese?Quando uso Linux non posso fare a meno di pensare a migliaia di persone che investono nel loro tempo libero per far fare milioni di euro a gente che ti dà un CD con un installer tutto colorato... Se tutti quei soldi fossero stati reinvestiti in ricerca e sviluppo a quest'ora Linux sarebbe una realtà ben + forte, al pari di Apple e MS. Specie per quanto riguarda il supporto delle periferiche e la tecnologia del kernel (che, diciamolo francamente, inizia a risentire degli annetti di ritocchi e ritocchini).
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Mettila così almeno non mi sono arricchito
        alle spalle di hobbisti invasati da un
        ideale che non esiste...

        L'open source è una bella cosa sulla carta
        ma da come lo si guardi lo si guardi
        disinforma + di ballmer e microsoft (e ce ne
        vuole!) e cavalcando l'onda dell'astio
        annti-MS costringe migliaia di persone che
        vogliono "un posto al sole" nella scena
        informatica a lavorare più o meno gratis per
        pochissimi.

        Tanto per anticipare alcune cose:
        Si Open source non significa gratis. Free è
        inteso nel senso di Libero etc etc.

        Il fatto è che più di qualcuno ha fatto
        miliardi sul lavoro + o - hobbista e
        disinteressato di centinaia di persone.
        Visto che i lunuxari sono particolarmente
        interessati all'etica (specie se riguarda MS
        o i cd audio pirata) vi rigiro la domanda:
        secondo voi è etico sfruttare il lavoro di
        persone volenterose senza riconoscere loro
        nulla (tranne che dei credits - e anche
        qesto non è che avvenga sempre).
        Per chi risponda si un'altra domanda:
        lavori gratis per il tuo datore di lavoro?
        pretendi il tuo stipendio a fine mese?

        Quando uso Linux non posso fare a meno di
        pensare a migliaia di persone che investono
        nel loro tempo libero per far fare milioni
        di euro a gente che ti dà un CD con un
        installer tutto colorato... Se tutti quei
        soldi fossero stati reinvestiti in ricerca e
        sviluppo a quest'ora Linux sarebbe una
        realtà ben + forte, al pari di Apple e MS.
        Specie per quanto riguarda il supporto delle
        periferiche e la tecnologia del kernel (che,
        diciamolo francamente, inizia a risentire
        degli annetti di ritocchi e ritocchini).mah... guarda, spero che oramai tu sia andato a letto in quanto mi sembra che hai le idee un po annebbiate, spero solo per te che sia per l'ora... :PBye
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Mettila così almeno non mi sono arricchito
        alle spalle di hobbisti invasati da un
        ideale che non esiste...ti sei arricchito?????

        L'open source è una bella cosa sulla carta
        ma da come lo si guardi lo si guardi
        disinforma + di ballmer e microsoft (e ce ne
        vuole!) ballmer è uno, la ms è una. i sostenitori dell'open source sono tanti e hanno spesso ancheidee discordanti
        e cavalcando l'onda dell'astio
        annti-MS costringe migliaia di persone che
        vogliono "un posto al sole" nella scena
        informatica a lavorare più o meno gratis per
        pochissimi.ehh? cioè, secondo i sostenitori dell'open source costringono la gente (chi?) a lavorare a gratis per loro???

        Tanto per anticipare alcune cose:
        Si Open source non significa gratis. Free è
        inteso nel senso di Libero etc etc.

        Il fatto è che più di qualcuno ha fatto
        miliardi sul lavoro + o - hobbista e
        disinteressato di centinaia di persone.chi? guarda che seuno scrive del codice e decide di rilasciarlo sotto la famigerata gpl, lo fa per sua scelata. non lo costringe nessuno...con chi cel'hai? con i distributori? secondo te fanno un mucchio di soldi sfruttando i software gpl e gnu/linux, giobbando gli autori? ma chi sei? uno sviluppatore del kernel che si ssnte sfruttato?
        Visto che i lunuxari sono particolarmente
        interessati all'etica (specie se riguarda MS
        o i cd audio pirata) vi rigiro la domanda:
        secondo voi è etico sfruttare il lavoro di
        persone volenterose senza riconoscere loro
        nulla (tranne che dei credits - e anche
        qesto non è che avvenga sempre).
        Per chi risponda si un'altra domanda:
        lavori gratis per il tuo datore di lavoro?
        pretendi il tuo stipendio a fine mese?certo che lo pretendo. ma voglio anche essere libero di poter rilasciare il mio software (che non c'entra niente con quello fatto sotto il datore di lavoro) con la licenza che voglio.tu non hai ancora capito che nessuno ti obbliga a non prendereuno stipendio per il tuo lavoro, a non usare/sviluppare programmi non open, etc...e poi leggiti la gpl, secondo me non hai ben chiaro quali sono gli usi che si possono fare con il software gpl e quali sono le condizioni per ridistribuirlo o riusarlo nei propri prodotti.

        Quando uso Linux non posso fare a meno di
        pensare a migliaia di persone che investono
        nel loro tempo libero per far fare milioni
        di euro a gente che ti dà un CD con un
        installer tutto colorato... Se tutti quei
        soldi fossero stati reinvestiti in ricerca e
        sviluppo a quest'ora Linux sarebbe una
        realtà ben + forte, al pari di Apple e MS.
        Specie per quanto riguarda il supporto delle
        periferiche e la tecnologia del kernel (che,
        diciamolo francamente, inizia a risentire
        degli annetti di ritocchi e ritocchini).usa debian e non scassare i !: )
  • Anonimo scrive:
    fondiamo il bo.mi e il bo.pa.
    bo.mi. boicottiamo microsoftbo.pa. boicottiamo palladium
    • Anonimo scrive:
      Re: fondiamo il bo.mi e il bo.pa.
      - Scritto da: astrozoz
      bo.mi. boicottiamo microsoft
      bo.pa. boicottiamo palladiumEsiste gia'. Magari fondiamo la sezione italiana... www.msboycott.come gia' che ci siamowww.boycott-riaa.com(questo e' anche piu' interessante)
      • Anonimo scrive:
        Re: fondiamo il bo.mi e il bo.pa.
        Vorrei ricordare che esiste anche http://www.fuckmicrosoft.com/ , che raccoglie tutta una serie di alternative ai software proprietari, a parità di funzionalità.'Iao
  • Anonimo scrive:
    Per fortuna ci sono gli hackers...
    Il mio computer devo obbedire a chi??? Se obbedira' ad altri, allora come minimo me lo devono regalare e forse, dico forse lo accoglierei in casa ma dopo averlo opportunamente crackato!Io ringrazio Dio per la presenza di hackers etc.. altrimenti avremmo gia' delle spie in casa e senza nemmeno saperlo. Essere spiato non piace a nessuno, figuriamoci avere in casa ordigni al comando di altri, bastardi per aggiungere un aggettivo adatto.Gia' lo spyware e' una bella rottura, figuriamoci se andassero oltre. Boicottare, sabotare!!!!Ciao a tutti!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    BallmerSaluti, Ryo Takatsuki
  • Anonimo scrive:
    SI FIDA DI PALLADIUM... HAHAHAHAH!! MI FA MORIRE!!
    Vedi il post sotto.PS.PFFFFFF...HAAHAHHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!!PPS.nota per utonti: M$ tutela solo M$
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    - Scritto da: unutonto
    Purtroppo ciò oggi con vari sistemi viene
    già realizzato, quanti di voi scaricano un
    programma di utiliti da internet lo
    installano, e all'improvviso vedono apparire
    dalla try area messaggi pubblicitari,
    attività sulla connessione ad internet senza
    che stiano navigando ecc�.Mai successo. Comunque non posso negare che l'essere imbecilli ha i suoi svantaggi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    poi dite che non è vero che avete ormai un cervello preimpostato:un sito universitario che usi iis "casalingo" per la gestione di un portale per la didattica comune a tutte le facoltà? Che ti sei fumato tu se solo lo pensi.Problema monpolio: non esiste. Gli utenti hanno libertà di scelta (infatti tu usi linux, no?). Linux costa meno, in certi ambiti funziona meglio, lo trovi in tutti i negozi di informatica ormai, è anche uno dei pochi ambiti dove tranne qualche attacco poco garbato al concorrente MS non abbia mai intentato una causa (e ti ricordo che MS di cause ne ha perse molte (+ di quante ne ha intentate, sicuramente) già dai tempi del DOS, quindi non penso si possa parlare di un controllo della giustizia come farebbe piacere a voi paranoid geeks). Un monopolio per esistere deve essere spalleggiato dallo stato che persegue chi lo infrange. Tra grossa realtà economica ed imprenditoriale e monopolio c'è una certa differenzaSe poi con linux vorresti giocarci con le stesse prestazioni di Windows oppure con lo stesso parco software o non avere problemi con le preiferiche prenditela con chi nonfa ancora i driver per linux o con i programmatori stessi delle estensioni multimediali per X non con MS. Ricorda che se non fosse stato per NVIDIA che continua a creare estensioni per OpenGL non so mica a che punto sarebbe ora! Non si può mica fare come mozillone dove si aspettano anni per una release decente, quando i produttori di schede grafiche sfornano prodotti nuovi ogni 3 mesi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      - Scritto da: Z.e.r.o
      poi dite che non è vero che avete ormai un
      cervello preimpostato:

      un sito universitario che usi iis
      "casalingo" per la gestione di un portale
      per la didattica comune a tutte le facoltà?
      Che ti sei fumato tu se solo lo pensi.Infatti non lo penso. Lo hai detto tu due volte:"Proprio ieri all'università, un docente linaro è stato "costretto" a mettere su un piccolo portale per gli studenti"Ovvero: prima non c'era... Ovviamente non credo che l'Università compri un bel Win 2000 Server da tenere nel cassetto (tanto prima o poi può sempre servire), non credo neppure che il docente in questione sia corso fuori per comprare una licenza Win 2000 Server. Credo un po' di più che nelle stesse condizioni un docente utilizzi una copia pirata, ma evidentemente questo non è successo o per onestà del docente o per mancanza della copia pirata. Quindi il docente ha preso il primo PC che gli capitava con Win 2000 Professional e ne ha fatto un server (monco)."IIS non accetta più di 10 connessioni in contemporanea"1, 10, 100 o 1000 connessioni non fanno alcuna differenza. A meno che il software non vada a controllarne il numero. E questo avviene con le versioni non server di Windows. Limitate appunto a 10 connessioni.A proposito, IIS non c'entra nulla....
      Problema monpolio: non esiste. Gli utenti
      hanno libertà di scelta (infatti tu usi
      linux, no?). Linux costa meno, in certiE vorrei coninuare a farlo senza amici Fritz...E magari se possibile anche senza formati proprietari incompatubili pure con se stessi in giro per la rete...Comunque il monopolio (o meglio l'abuso di posizione dominante) non è tanto un problema di numeri ma di politiche commerciali......
      intentato una causa (e ti ricordo che MS di
      cause ne ha perse molte (+ di quante ne ha
      intentate, sicuramente) già dai tempi delForse perchè ha copiato ben più di quanto i suoi concorrenti abbiano copiato da M$...
      DOS, quindi non penso si possa parlare di un
      controllo della giustizia come farebbeQuando mai avrei parlato di ciò ?
      piacere a voi paranoid geeks). Un monopolio
      per esistere deve essere spalleggiato dallo
      stato che persegue chi lo infrange. TraPalle.
      grossa realtà economica ed imprenditoriale e
      monopolio c'è una certa differenzaCerto. La seconda condizione è il tentativo di mantenere la prima con metodi illegali invece che con la qualità dei propri prodotti.
      Se poi con linux vorresti giocarci con leNon ci gioco più di tanto...
      stesse prestazioni di Windows oppure con loPerò lo faccio con le stesse prestazioni...
      stesso parco software o non avere problemiNon mi lamento del parco software...
      con le preiferiche prenditela con chi nonfa
      ancora i driver per linux o con iLo faccio...ma questo cosa c'entra ?!?!?!?Si parlava di Palladium e non di driver...
      programmatori stessi delle estensioni
      multimediali per X non con MS. Ricorda che
      se non fosse stato per NVIDIA che continua a
      creare estensioni per OpenGL non so mica aProbabilmente le schede grafiche peggio supportate, escludendo quelle (poche) non supportate del tutto...
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    Bell'arringa, ma a te che te frega?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      odio le persone che si fanno strumentalizzare perché alla fine aprono la strada a gente come quella che volevano combattere.Non esiste rivoluzione che non sia diventato un regime peggiore di quella precedente.Nessuno si pone il problema se quello che dice Stallman è un'esagerazione. Tutti danno addosso a Ballmer (che è un coglione) per qualsiasi cosa dica. E' l'atteggiamento da estremista che è sbagliato, non quello in cui credi o preferisci usare. Tutti si pongono il problema del monopolio ms mentre suse sta lentamente ingabbiando linux appoggiata da IBM (sempre per interessi economici)tutti evidenziano i soldi di gates ma nessuno quelli dei guru open source paladini della pace e della democrazia che promuovono un sistema di sviluppo che sfrutta l'uomo comune per il bene delle majors + di quanto faccia MS con gli utenti
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        fatti curare
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?

        tutti evidenziano i soldi di gates ma
        nessuno quelli dei guru open source paladini
        della pace e della democrazia che promuovono
        un sistema di sviluppo che sfrutta l'uomo
        comune per il bene delle majors + di quanto
        faccia MS con gli utentiAlcuni concetti non ti sono chiari:1) Te lo ripeto, OpenS non è necessariamente uguale a Gratis...fissatelo nella zucca :-)2) Il sistema OpenS permette di ampliare le conoscenze di chi programma con lo studio del codice e delle tecniche di altri programmatori3) L'OpenS è di fatto più sicuro poichè i sorgenti e gli eventuali bug sono visibili da qualunque (ovviamente parliamo di programmatori)4) Il sistema OpenS (nelle varie forme), può essere sfruttato dalle piccole aziende per creare software importanti grazie al lavoro comune di molti. Il software rimane comunque disponibile agli altri che potranno sfruttarlo come meglio credono, magari guadagnandoci con servizi.5)Il sistema OpenS è molto complesso e raggruppa molti tipi di licenzeCiaoGianni
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi è che fa FUD?
          Ricorda
          questa regola d'oro dell'ingegneria del
          software: + occhi visionano un codice e più
          errori ci sono.di tutte le troiate che hai scritto, e ne hai scritte tantissime, questa e la piu delirante in assoluto. non la commento neanche, forse se la rileggi capirai la bestemmia che ne e venuta fuori.ah, se conosci casi anche piccoli di violazione della gpl, e perfettamente inutile che vieni qua a rompere i maroni, devi andare qua: http://www.gnu.org/licenses/gpl-violation.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?
            - Scritto da: qweasdzxc
            Ricorda

            questa regola d'oro dell'ingegneria del

            software: + occhi visionano un codice e
            più

            errori ci sono.

            di tutte le troiate che hai scritto, e ne
            hai scritte tantissime, questa e la piu
            delirante in assoluto. non la commento
            neanche, forse se la rileggi capirai la
            bestemmia che ne e venuta fuori.
            ah, se conosci casi anche piccoli di
            violazione della gpl, e perfettamente
            inutile che vieni qua a rompere i maroni,
            devi andare qua:
            http://www.gnu.org/licenses/gpl-violation.htmConcordo Qweasdzxc, mi risulta anche che molte PA di molti paesi stiano orientandosi su Linux anche per questo motivo (e non solo per un discorso economico!), la stessa NSA, non ultima, ha apprezzato questa caratteristica, però meno male che nel forum abbiamo Z.e.r.o. che ne sa di più di questi signori! :PChissà perchè da quando Balmer ha scoperto che Linux non è un giocatollone come diceva qualche anno fa i big di Redmond continuano a rimarcare le caratteristiche di sicurezza dei loro prodotti, guarda, per me l'informatica è un hobby e la uso marginalmente nel mio lavoro, però opero da molti anni nel campo commerciale, un'azienda rimarca e rivaluta una caratteristica che viene particolarmente attaccata dalla concorrenza per tenere il mercato, chissà perchè prima non si sentiva M$ insistere così tanto sul discorso sicurezza... ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi è che fa FUD?

          Quindi vuol dire che per i tuoi datori di
          lavoro saresti disposto ad investire tempo e
          risorse gratis in progetti GPL? OpenS non significa necessariamente GPL comeGPL non significa necessariamente gratis Anche in questo dimostri ignoranza.
          (Dovresti
          sapere che il 90% dei progetti GPL è
          prodotto da hobbisti che lo fanno nel tempo
          libero e che, purtroppo per loro hanno un
          po' troppa fiducia in questi nuovi bill
          gates dell'open source)......continui a far confusione tra GPL e OpenS.Comunque.....Aziende che lavorano e guadagnano con i loro prodotti OpenS:www.MySql.com (forse il db relazionale più diffuso sul web)www.zend.com (tra gli sviluppatori ci sono gli stessi che sviluppano PHP. Ovviamente questi anno tutto l'interesse che PHP cresca). Se tu non lo sai il PHP è il linguaggio Lato Server Più diffuso al mondo (recentemente ha superato anche ASP)www.mosaicostore.it/it/mosaico.htm (Sorgenti aperti di un gestionale italiano)http://openmap.bbn.com/whatis.htmlwww.phpnuke.org (finanziato da mandrake)Poi esiste l'altra faccia: sviluppatori che contribuiscono allo sviluppo dell'OpenS per interessi (e non ci vedo nulla di male). E' una specie di simbiosi in cui ogniuno ci trae un vantaggio
          Si, due persone che
          guadagnano rispetto ai centinaia di
          contributors, bel modo di valorizzare il
          lavoro e l'impegno dei singoli, specie
          quando ti arriva il new economista ultima
          maniera, butta il tuo programma in un cd con
          un'installerino colorato e vende il tutto a
          300 euro e anche più per le industrie.Ma dove vuoi arrivare? il guadagno c'è per entrambi, anzi, ciò dimostra che OpenS crea lavoro. Da un lato quelcuno ci guadagna vendendo il pacchetto, dall'altro c'è uno sviluppatore (che immagimo usi anche Apache) che si ritrova un pacchetto da usare per lavoro molto complesso (e in questo caso gratuito), sviluppato da molti. Secondo te, il singolo sviluppatore sarebbe stato in grado di creare Apache?
          Dimmi, se ci fosse il frutto di anni del tuo
          lavoro su quei cd ti farebbe piacere sapere
          che quegli individui guadagnano anche 290
          euro a copia anche sul tuo lavoro?Se poi chi lo utilizza mi contatta per assistenza o ne traggo un qualche vantaggio, non me ne può fregar di meno se qualcun'altro vende il progetto.Considera poi il fatto che il mio progetto crescerebbe per il contributo di altri.
          Prendi un grosso progetto, tipo apache o
          ancora peggio mozilla. Studiane il codice.
          Quanti mesi hai perso?Ma solo chi è interessato può arrivare a questo, non parlavo certo dell'utilizzatore.Io stesso mi sono imparato alcune funzioni usate in Maosaico per capire come venivano svolti alcune operazioni.
          del software (linuxaro o meno) è in grado di
          dimostrarti che non esiste un modo efficente
          e valido per porre a frutto un lavoro in
          corso o già iniziato da altre persone.
          Questa cosa è vera più il progetto diventa
          grosso.Mi sembra che grossi progetti come Linux stesso, OpenOffice, Apache, Postgres ecc..dimostrino il contrario
          codice (specie quando, come avviene spesso
          per il GPL è scarsamente commentato, a volte
          anche abbastanza brutto a leggersiStai facendo di un unica erba un fascio!! Io lavoro in una grande organizzazione (400 dipendenti circa), sviluppiamo software per uso interno (siamo 10 programmatori) e tra noi c'è chi commenta poco il codice, come vedi non dipende dalla licenza ma dallo sviluppatore.
          Vallo a dire a quelli di sendmail o a quelli
          di BitchX! Tanto per citare due dei + grossi
          backdoor mai apparsi in giro.Nessuno dice che hanno una sicurezza assoluta (non mi mettere in bocca parole che non ho detto).I bug sono presenti in tutti i progetti, è un dato di fatto comunque che nei progetti OpenS, chiunque conosce il codice è in grado di correggere o individuare errori.
          Ricorda
          questa regola d'oro dell'ingegneria del
          software: + occhi visionano un codice e più
          errori ci sono.Tu ricorda questa, quanti meno occhi visionano un codice, quanto quel programma (all'apparenza) sembrerà più sicuro. Poi magari al suo interno ci sono buchi grossi come case sfruttate da haker, ma che importa, all'apparenza è tutto OK
          Nulla garantisce che se un
          tal dei tali corregge un bug (o presunto
          tale) per un sw open source esso non ne
          introduca un'altro.Anche questo non l'ho mai detto
          Inoltre spesso i
          programmi open source hanno specifiche che
          non sono fisse ma evolvono nel tempo.Evolvono con l'avanzare delle tecnologie, la stessa cosa che tutti i programmatori, in tutte le aziende fanno.
          Citami un esempio in cui non si abbia solo
          repackaging o piccole modifiche.Mosaico e MySql
          Se sei del
          settore (come me) dimmi se non è vero che
          esistono aziende spregiudicate che si
          appropriano del lavoro di comunità OSPuò essere, anzi, sicuramente sì
          Che seguano
          l'esempio di Borland che fornisce in
          compilatori in versione personal gratuita!).Tu sei geloso del tuo sofware (e ti capisco), però adesso con questa tua uscita mi stai dicendo che altre software house dovrebbero regalare il proprio, anche se in certi ambiti.....ma poi ci guadagnerebbe il giornale che lo include nel CD allegato alla rivista......non ti sembra di essere un tantino in contraddizione?
          Non mi citare OpenOffice come alternativa ad
          office su windows. E' un tantino avido di
          memoria (stesso problema di mozilla), lento
          e per certi versi incompleto Nella mia organizzazione diversi uffici lo usano e nessuno si è accorto della differenza.Per quanto riguarda Mozilla, riconosco che alcuni siti non li visualizza correttamente (a volte non per colpa sua), ma come funzioni e innovazioni batte explorer alla grande
          non tutti devono analizzare dati e fare
          ricerche statistiche ma il foglio
          elettronico di OO non va molto oltre entrate
          e uscite in quanto a complessità)Questa è una grande stupidaggine, Io fino allo scorso anno ero un libero prof. e tra le cose che facevo c'erano cosi finanziati cee. Ciò che le persone "comuni" cercano in Office è presente anche in OpenO. Ci può essere quello che utilizza delle funzioni particolari, ma sono casi molto molto limitati.
          appunto) ci mette oltre 30 secondi e carica
          in blocco TUTTO openoffice non solo il
          modulo che sto usando.).Su questo ti do pienamente ragione, ma la gente non gli importa nulla se OO ci mette 10 secondi in più a partire (solo al primo avvio ovviamente)
          Però funziona da dio e dà la paga sia a
          mozillone mattoncione che ad exploder...In settimana lo scarico e lo provo, già in molti avete detto le stesse cose.CiaoGianni
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?

            Anche in questo dimostri ignoranza.Ovviamente "ignoranza" è inteso come "non conoscenza dell'argomento", non vuol essere assolutamente offensivoCiaoGianni
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        - Scritto da: Z.e.r.o

        Tutti si pongono il problema del monopolio
        ms mentre suse sta lentamente ingabbiando
        linux appoggiata da IBM (sempre per
        interessi economici)il fatto è che questo non è un vincolo per nessuno: se non voglio suse, metto debian, o mandrake, o redhat, o slackware, o FreeBsd, o... vedi che differenza che c'è? chi usa win, per passare ad altri ha dei vincoli, chi usa altro è *libero di scegliere*. Nessuno viene a dettare legge in casa mia!Tit.
      • Anonimo scrive:
        [OT]Rivoluzioni
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Non esiste rivoluzione che non sia diventato
        un regime peggiore di quella precedente.Sei un vero illuminista...
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        Certo che è divertente sto tuo insistere sulla sinistra. Per la cronoca non c'è una legge che impedisce a quelli di sinistra di guadagnare i soldi? a me che tu non voglia toglierli per legge... ma in questo caso come giustifichi l'appropiazione? spesa proletaria :))))
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    - Scritto da: Z.e.r.o
    Come molti di voi "linuxèilvangelo"
    ammettono un sistema di sicurezza siffatto è[snip]Che tipo strano.Dico solo un paio di cose:1) Io usavo suse, ora è troppo personalizzata e poco GPL. Cambio. Ho la *LIBERTÀ DI SCELTA*. Questa e solo questa è la filosofia della FSF: il PC è tuo, tu ci fai girare quello che vuoi senza costrizioni di compatibilità, anche se vuoi farti girare i virus, devi poterlo fare. IL TUO PC È *TUO*.2) Non sono un esperto di linux, ma mi faccio un mazzo tanto per aiutare chi ha bisogno. E la comunità opensource è molto aperta e disponibile alla circolazione delle idee e informazioni. I supponenti esistono, certo, ma rimangono isolati per selezione naturale: non si ha bisogno di loro.Tit.
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    Uno dei piu' bei commenti che abbia mai letto qui su PI, anche se e' leggermente OT ;)La maggior parte del contenuto trova conferma gia' in questa stessa pagina... l'unico sollievo e' che leggendone i commenti si capisce che (per fortuna) 'loro' (:P) non credono davvero che quello che scrivono sia vero, sentono solo il bisogno di affermarlo, quindi in fondo non ci trovo nulla di male...
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium SI
    Solo untonto può essere infettato da visus via email!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    - Scritto da: unutonto
    prenoto per il primo acquisto, fiducioso del
    fatto che nessuno potrà spiare la mia
    macchina per il semplice motivo che se solo
    la MS si azzarda a fare ciò una immensa
    quantità di carte legali la seppelliranno
    per sempre. AHAHHAHAHAHAHAHAH questa la batte tutte!!!! non ce la fanno 9 stati e la corte suprema u.s.a. a piegare la m$, ce la fanno gli utonti!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    Completamente d'accordo...Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    non ho capito dov'è che vuoi arrivare.seriamente, non l'ho capito.
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    - Scritto da: unutontoOra che te lo sei detto da solo è inutile che te lo dica io....Il resto del post è solo la dimostrazione del nick..
    E' incredibile leggere la marea di fesserie
    che i vari fautori openari o presunti tali
    vanno seminando ai quattro venti.
    Spacciano i futuri computer dotati di
    palladium come computer traditori pronti a
    fornire al nemico informazioni riguardanti i
    programmi che usi, le tue abitudini, i siti
    che visiti ecc...No. Sono solo computer destinati a far girare i programmi che vuole la M$ e non quelli che vuoi tu......
    installano, e all'improvviso vedono apparire
    dalla try area messaggi pubblicitari,
    attività sulla connessione ad internet senza
    che stiano navigando ecc?.....
    troppo, di trovarsi il pc invaso da plug in
    spioni ecc?

    Ricevere una mail oggi può essere una delle
    attività più pericolose, lanci il solito.....
    Quindi ben venga il signor palladium, se la
    sua introduzione renderà la mia vita di
    utilizzatore più tranquilla, già da ora miTi do una notizia in anteprima. Con Linux non mi succede. Con Windows neppure. Quindi Palladium è inutile.Inoltre non sta scritto da nessuna parte che Palladium risolva questi problemi....
    prenoto per il primo acquisto, fiducioso del
    fatto che nessuno potrà spiare la mia
    macchina per il semplice motivo che se solo
    la MS si azzarda a fare ciò una immensa
    quantità di carte legali la seppelliranno
    per sempre. AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!E tu che cazzo ne sai se ti spia o meno ?
    L?utilizzatore di altri SO (esempio linux
    ecc..) potrebbe vantare il fatto di essere
    immune a questi problemi, cosa dire il tutto
    e una questione di penetrazione di mercatoDiscorso vecchio, trito e ritrito. Di perfetto su questa Terra non c'è nulla, però di certo gli sviluppatori Unix sono 30 anni che lavorano sulla sicurezza. Windows cosa ha fatto invece ? Nulla. E ora se ne salta fuori che bisogna blindare l'hardware del computer.
    • Anonimo scrive:
      Re:tex sei un utonto
      - Scritto da: TeX


      - Scritto da: unutonto

      Ora che te lo sei detto da solo è inutile
      che te lo dica io....

      Il resto del post è solo la dimostrazione
      del nick..


      E' incredibile leggere la marea di
      fesserie

      che i vari fautori openari o presunti tali

      vanno seminando ai quattro venti.

      Spacciano i futuri computer dotati di

      palladium come computer traditori pronti a

      fornire al nemico informazioni
      riguardanti i

      programmi che usi, le tue abitudini, i
      siti

      che visiti ecc...

      No. Sono solo computer destinati a far
      girare i programmi che vuole la M$ e non
      quelli che vuoi tu.io voglio il mio browser la mia mail il mio editor che me li dia MS o un altro non mi interessa, l'importante che sia sicuro veloce e affidabile.se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che ti pare, ma ricordati che TU non puoi con la tua filosofia imporre a me cosa usare, perchè io sono libero di scegliere.
      .....

      installano, e all'improvviso vedono
      apparire

      dalla try area messaggi pubblicitari,

      attività sulla connessione ad internet
      senza

      che stiano navigando ecc?.
      ....

      troppo, di trovarsi il pc invaso da plug
      in

      spioni ecc?



      Ricevere una mail oggi può essere una
      delle

      attività più pericolose, lanci il solito
      .....


      Quindi ben venga il signor palladium, se
      la

      sua introduzione renderà la mia vita di

      utilizzatore più tranquilla, già da ora mi

      Ti do una notizia in anteprima. Con Linux
      non mi succede. Con Windows neppure. Quindi
      Palladium è inutile.leggi sotto non fare estratti please, con il tuo linux il primo lamerone entra nel server che pubblica il sw che usi ci installa una back door e la tua sicurezza me la saluti, anzi compilando il codice da solo gli eviti anche la fatica di creare il verme per più piattaforme.
      Inoltre non sta scritto da nessuna parte che
      Palladium risolva questi problemi....


      prenoto per il primo acquisto, fiducioso
      del

      fatto che nessuno potrà spiare la mia

      macchina per il semplice motivo che se
      solo

      la MS si azzarda a fare ciò una immensa

      quantità di carte legali la seppelliranno

      per sempre.

      AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!

      E tu che cazzo ne sai se ti spia o meno ?ma come spacchi il bit in 10 usi linux e non sai un tubbo sei tu un utonto, che ce fanno gli sniffer, le varie società di sicurezza che come degli avvoltoi controllano di continuo cosa fa la MS, pronti a riempirsi di gloria pubblicando ai 4 venti le sue fesserie ecc....


      L?utilizzatore di altri SO (esempio linux

      ecc..) potrebbe vantare il fatto di
      essere

      immune a questi problemi, cosa dire il
      tutto

      e una questione di penetrazione di mercato

      Discorso vecchio, trito e ritrito. Di
      perfetto su questa Terra non c'è nulla, però
      di certo gli sviluppatori Unix sono 30 anni
      che lavorano sulla sicurezza. Windows cosa
      ha fatto invece ? Nulla. E ora se ne salta
      fuori che bisogna blindare l'hardware del
      computer.
      vedi che sei utonto la memoria virtuale, la stessa esistenza della modalita protetta senza il supporto dell'hw non esisterebbe e noi saremmo ancora ai tempi del dos in cui un programma che sbarella pianta il pc.
      • Anonimo scrive:
        Re:tex sei un utonto
        - Scritto da: texutonto
        [...]
        se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che ti
        pare, ma ricordati che TU non puoi con la
        tua filosofia imporre a me cosa usare,
        perchè io sono libero di scegliere.Ecco, vedi, sei proprio arrivato al punto.Con Palladium _NON_ hai più la libertà di scelta.Ti usi i programmi che qualcun altro (leggi M$) ti installa sul tuo computer e _basta_.Se non ti sta bene, non usi il _tuo_ computer.Ti sembra libertà di scelta questa?Cristoforo
        • Anonimo scrive:
          Re:Cristoforo perche devi impormi le tue idee
          - Scritto da: Cristoforo
          - Scritto da: texutonto

          [...]

          se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che
          ti

          pare, ma ricordati che TU non puoi con la

          tua filosofia imporre a me cosa usare,

          perchè io sono libero di scegliere.

          Ecco, vedi, sei proprio arrivato al punto.
          Con Palladium _NON_ hai più la libertà di
          scelta.
          Ti usi i programmi che qualcun altro (leggi
          M$) ti installa sul tuo computer e _basta_.
          Se non ti sta bene, non usi il _tuo_
          computer.

          Ti sembra libertà di scelta questa?

          Cristoforoperchè non e liberta voler o meno usare palladium, se tu non vuoi usarlo non farlo, perchè tu con i tuoi anatemi devi impormi di non usare questo strumento.tu usi un cellulare, quindi vedi anche tu da un certo punto di vista non sei libero. il tuo gestore sa dove ti trovi con chi parli quanto parli ecc.. .ad esempio io uso pochissimo il cellulare e di sms pubblicitari non ne ricevo, mentre un mio collega che usa tantissimo il cellulare e il mio stesso operatore riceve come minimo un sms publicitario al giorno.quindi trai le tue conclusioni, sei gia schiavo l'importante e saperlo tu non lo sai.
          • Anonimo scrive:
            Re:Cristoforo perche devi impormi le tue idee
            - Scritto da: imporre
            [...]

            Ecco, vedi, sei proprio arrivato al punto.

            Con Palladium _NON_ hai più la libertà di

            scelta.

            Ti usi i programmi che qualcun altro
            (leggi

            M$) ti installa sul tuo computer e
            _basta_.

            Se non ti sta bene, non usi il _tuo_

            computer.



            Ti sembra libertà di scelta questa?

            perchè non e liberta voler o meno usare
            palladium, se tu non vuoi usarlo non farlo,
            perchè tu con i tuoi anatemi devi impormi di
            non usare questo strumento.La libertò esiste se c'è Palladium (e se ti piace sei liberissimo di usarlo, ci mancherebbe!) e c'è _anche_ qualcos'altro.Alleandosi con AMD ed Intel (che da solo detengono probabilmente almeno il 90% del mercato mondiale delle cpu), quello che vuole fare la M$ è proprio eliminare il "qualcos'altro".A questo punto, tu puoi scegliere Palladium, ma io cosa scelgo?
            tu usi un cellulare, quindi vedi anche tu da
            un certo punto di vista non sei libero. il
            tuo gestore sa dove ti trovi con chi parli
            quanto parli ecc.. .
            [...]
            quindi trai le tue conclusioni, sei gia
            schiavo l'importante e saperlo tu non lo
            sai.Scusa, e chi ti dice che non io non lo sappia?Io lo so benissimo, eccome.Ed è per questo che "lotto" perchè il futuro non mi renda ancora più schiavo di quanto sia adesso.E' parecchio tempo (da quando me ne sono reso conto, ormai una decina d'anni) che lotto per liberami da questa schiavitù, che mi piace assai poco.Utilizzando Linux, e dando il mio piccolo contributo perchè questo interessante S.O. migliori sempre più, ho riacquistato una parte della mia libertà, anche se c'è sicuramente ancora molto da fare...Nessuno di noi può da solo cambiare il mondo, ma cercare di agire nella direzione di migliorare lo stato delle cose, invece che peggiorarlo, mi sembra quanto meno una cosa intelligente.A questo punto, a te le conclusioni.Cristoforo
      • Anonimo scrive:
        Re:tex sei un utonto
        hai scritto la più grande accozzaglia di STRONZATE che la storia ricordi. ora sparisci.
        • Anonimo scrive:
          Re:tex sei un utonto e perseveri
          - Scritto da: godzilla
          hai scritto la più grande accozzaglia di
          STRONZATE che la storia ricordi. ora
          sparisci.arroganza 30 e lodeperseverare e (:)) immportantte
          • Anonimo scrive:
            Re:tex sei un utonto e perseveri
            sono arrogante? sì. e non sai quanto diventerò arrogante quanto i lobotomizzati windowsauri verranno a piangere da me perché sui loro pc non si vedono i divx...cmq NON SAI cos'è un TROLL. non ne hai la minima idea. sparisci.
          • Anonimo scrive:
            Re:godzilla il bambinone lalalalallalalal
            - Scritto da: godzilla
            sono arrogante? sì. e non sai quanto
            diventerò arrogante quanto i lobotomizzati
            windowsauri verranno a piangere da me perché
            sui loro pc non si vedono i divx...

            cmq NON SAI cos'è un TROLL. non ne hai la
            minima idea. sparisci.oooo io il divx ce lo e tu no faccia di vellutono il divix non te lo installo perchè ai(:)) usato palladione sei cattivone lalalalalalalaalvoto in bambinaggine 30 estralode
          • Anonimo scrive:
            Re:godzilla il bambinone lalalalallalalal
            - Scritto da: bambinone


            - Scritto da: godzilla

            sono arrogante? sì. e non sai quanto

            diventerò arrogante quanto i lobotomizzati

            windowsauri verranno a piangere da me
            perché

            sui loro pc non si vedono i divx...



            cmq NON SAI cos'è un TROLL. non ne hai la

            minima idea. sparisci.

            oooo io il divx ce lo e tu no faccia di
            velluto
            no il divix non te lo installo perchè ai(:))
            usato palladione sei cattivone
            lalalalalalalaal

            voto in bambinaggine 30 estralode...vedo che non hai le idee chiare... chi userà palladium (a meno che non sia tutto fumo e niente arrosto) non POTRÀ vedere i DivX, per definizione di Palladium, in quanto i suddetti filmati non saranno firmati da nessuno con una firma digitale valida e soprattutto saranno illegali nei termini del DMCA. ergo, per vedere i DivX come li conosciamo adesso sarà necessario usare un'altra piattaforma.hai capito adesso?che voto dovrei darti? io seguo la regola "non giudicare se non vuoi essere giudicato..."
          • Anonimo scrive:
            Re:godzilla il fuori legge
            - Scritto da: godzilla


            - Scritto da: bambinone





            - Scritto da: godzilla


            sono arrogante? sì. e non sai quanto


            diventerò arrogante quanto i
            lobotomizzati


            windowsauri verranno a piangere da me

            perché


            sui loro pc non si vedono i divx...





            cmq NON SAI cos'è un TROLL. non ne hai
            la


            minima idea. sparisci.



            oooo io il divx ce lo e tu no faccia di

            velluto

            no il divix non te lo installo perchè
            ai(:))

            usato palladione sei cattivone

            lalalalalalalaal



            voto in bambinaggine 30 estralode

            ...vedo che non hai le idee chiare... chi
            userà palladium (a meno che non sia tutto
            fumo e niente arrosto) non POTRÀ vedere i
            DivX, per definizione di Palladium, in
            quanto i suddetti filmati non saranno
            firmati da nessuno con una firma digitale
            valida e soprattutto saranno illegali nei
            termini del DMCA. ergo, per vedere i DivX
            come li conosciamo adesso sarà necessario
            usare un'altra piattaforma.

            hai capito adesso?
            che voto dovrei darti? io seguo la regola
            "non giudicare se non vuoi essere
            giudicato..."divx e fuori legge e io non lo uso un altro voto lo ai beccato:delinquenza 30 e lode
          • Anonimo scrive:
            Re:godzilla il fuori legge

            divx e fuori legge e io non lo uso un altro
            voto lo ai beccato:

            delinquenza 30 e lodeintanto il DivX non è fuori legge *in quanto tale*, è fuori legge quando lo usi per scopi illegali.secondariamente... vuoi rispondere a un post per intero, ogni tanto? non me ne frega proprio niente se TU usi il DivX o no, c'è gente che lo usa e che non potrà usarlo dopo l'arrivo di Palladium, e la stessa cosa varrà con gli mp3 eccetera eccetera. di contro io che uso linux potrò continuare a farlo. secondo te CHI andrà a piangere da CHI?
      • Anonimo scrive:
        Re:tex sei un utonto
        - Scritto da: texutonto


        - Scritto da: TeX.....

        No. Sono solo computer destinati a far

        girare i programmi che vuole la M$ e non

        quelli che vuoi tu.

        io voglio il mio browser la mia mail il mio
        editor che me li dia MS o un altro non mi
        interessa, l'importante che sia sicuro
        veloce e affidabile.Quindi siccome tu vuoi usare il tuo browser allora io devo utilizzare il tuo ?Ma cosa ti sei fumato ?
        se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che ti
        pare, ma ricordati che TU non puoi con la
        tua filosofia imporre a me cosa usare,
        perchè io sono libero di scegliere.Usa quello che ti pare. Io non impongo nulla a nessuno. Ma non accetto che M$ imponga a me cosa utilizzare.........

        Ti do una notizia in anteprima. Con Linux

        non mi succede. Con Windows neppure.
        Quindi

        Palladium è inutile.

        leggi sotto non fare estratti please, con il
        tuo linux il primo lamerone entra nel server
        che pubblica il sw che usi ci installa una
        back door e la tua sicurezza me la saluti,
        anzi compilando il codice da solo gli eviti
        anche la fatica di creare il verme per più
        piattaforme.E tu leggi sopra. Ho detto che non mi succede neppure con Windows.Per il resto hai fatto un discorso idiota. Un conto è una backdoor installata crackando un sito, un altro conto è una vulnerabilità ed un altro ancora è una "feature" di IExporer tanto comoda per far visualizzare tanti bei siti con tanti bei colori e tanta bella musica......

        AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!



        E tu che cazzo ne sai se ti spia o meno ?

        ma come spacchi il bit in 10 usi linux e non
        sai un tubbo sei tu un utonto, che ce fanno
        gli sniffer, le varie società di sicurezza
        che come degli avvoltoi controllano di
        continuo cosa fa la MS, pronti a riempirsi
        di gloria pubblicando ai 4 venti le sue
        fesserie ecc....Beh, a quelle ci pensa Palladium....A proposito, prima di eventuali repliche idiote, io non ho detto "M$ ti spia". Io ho detto "Non puoi dire M$ non mi spia perchè non puoi sapere se ti spia o meno, e con Palladium non lo saprai mai". Sono due discorsi ben diversi.........

        Discorso vecchio, trito e ritrito. Di

        perfetto su questa Terra non c'è nulla,
        però

        di certo gli sviluppatori Unix sono 30
        anni

        che lavorano sulla sicurezza. Windows cosa

        ha fatto invece ? Nulla. E ora se ne salta

        fuori che bisogna blindare l'hardware del

        computer.



        vedi che sei utonto la memoria virtuale, la
        stessa esistenza della modalita protetta
        senza il supporto dell'hw non esisterebbe e
        noi saremmo ancora ai tempi del dos in cui
        un programma che sbarella pianta il pc.La modalità protetta non c'entra un cazzo con Palladium. E' una protezione HW interna al PC che controlla i processi. Non ha interazioni con l'esterno e si limita a verificare che un processo non vada a scrivere in aree di memoria dove non deve.A proposito della modalità protetta (e della memoria virtuale), ti ricordo che gli Unix la usano da sempre. Windows è riuscita ad utilizzarla in pieno solo con Windows NT. Più di 10 anni dopo l'uscita del 286 (il primo processore che la supportava).Ti ricordo anche che i tempi del DOS non sono poi così lontani, visto che il DOS è stato eliminato anche dalle versioni home solo con Windows XP (Win ME era ancora basato su DOS).Infine anche oggi con Win 2000 un programma che "sbarella" pianta il PC.
        • Anonimo scrive:
          caro TeX...
          ...evita di rispondergli... perdi tempo (e il bello è che chiama troll me, te e Raistlin!)ti salutogodz
          • Anonimo scrive:
            Re: caro TeX...
            - Scritto da: godzilla
            ...evita di rispondergli... perdi tempo (e
            il bello è che chiama troll me, te e
            Raistlin!)

            ti saluto
            godzvi chiamo troll perche siete ottusi come un troll.
          • Anonimo scrive:
            c.v.d.
            quindi confermi di non avere la più PALLIDA IDEA di cosa sia un TROLL nel gergo dei newsgroup.
          • Anonimo scrive:
            Re: c.v.d.
            - Scritto da: godzilla
            quindi confermi di non avere la più PALLIDA
            IDEA di cosa sia un TROLL nel gergo dei
            newsgroup.vedi sei troll che dire.
          • Anonimo scrive:
            ma quante ne devo vedere...
            senti, ci mettiamo d'accordo? uno dei due è un troll: se sei tu non sono io, e se sono io ovviamente non sei tu. adesso vogliamo vedere CHI lo è davvero? dimmi cosa intendi per troll, o preferisci che lo faccia io?
        • Anonimo scrive:
          Re:tex non sai leggere o non vuoi leggere e sei ut
          ontoin primis voto in lettura 0 meno- Scritto da: TeX


          - Scritto da: texutonto





          - Scritto da: TeX
          .....


          No. Sono solo computer destinati a far


          girare i programmi che vuole la M$ e
          non


          quelli che vuoi tu.



          io voglio il mio browser la mia mail il
          mio

          editor che me li dia MS o un altro non mi

          interessa, l'importante che sia sicuro

          veloce e affidabile.

          Quindi siccome tu vuoi usare il tuo browser
          allora io devo utilizzare il tuo ?
          Ma cosa ti sei fumato ?dove ai (:)) letto questa affermazione tu come me sei libero di usare ciò che più ti aggrada, se trovi un pdp11 usa anche quello a me che me frega.

          se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che
          ti

          pare, ma ricordati che TU non puoi con la

          tua filosofia imporre a me cosa usare,

          perchè io sono libero di scegliere.

          Usa quello che ti pare. Io non impongo nulla
          a nessuno. Ma non accetto che M$ imponga a
          me cosa utilizzare.e che sto dicendo ma proprio non capisci na fava.
          ........


          Ti do una notizia in anteprima. Con
          Linux


          non mi succede. Con Windows neppure.

          Quindi


          Palladium è inutile.



          leggi sotto non fare estratti please, con
          il

          tuo linux il primo lamerone entra nel
          server

          che pubblica il sw che usi ci installa una

          back door e la tua sicurezza me la saluti,

          anzi compilando il codice da solo gli
          eviti

          anche la fatica di creare il verme per più

          piattaforme.

          E tu leggi sopra. Ho detto che non mi
          succede neppure con Windows.beato te si vede che sei uno con le palle, ma ricordati che non sono tutti supereroi come te con la tastiera, io non ho intenzione di rompermi le balle con virus browser vermi, IO voglio leggere la mia posta in pace e se palladium mi garantisce ciò lo uso, tu usa quel che ti pare.ma come credo voi smanettoni avete paura di palladium non per la minaccia alla liberta, ma più che altro per la minaccia al vostro impero di guru delle console, arriva palladium o ca*** non ci saranno più utonti da indottrinare, da mungere ecc.....

          Per il resto hai fatto un discorso idiota.
          Un conto è una backdoor installata crackando
          un sito, un altro conto è una vulnerabilità
          ed un altro ancora è una "feature" di
          IExporer tanto comoda per far visualizzare
          tanti bei siti con tanti bei colori e tanta
          bella musica.a me sembra che il primo caso sia il più grave tenendo conto che capita solo a voi.le vulnerabilità se fossi in voi non le tirerei fuori perchè se non lo sai anche voi non siete ben messi anzi ultimamente il vostro sw fa veramente schifo, siti di security inserire linux e piangere please.
          .....


          AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!





          E tu che cazzo ne sai se ti spia o
          meno ?



          ma come spacchi il bit in 10 usi linux e
          non

          sai un tubbo sei tu un utonto, che ce
          fanno

          gli sniffer, le varie società di sicurezza

          che come degli avvoltoi controllano di

          continuo cosa fa la MS, pronti a riempirsi

          di gloria pubblicando ai 4 venti le sue

          fesserie ecc....

          Beh, a quelle ci pensa Palladium....
          A proposito, prima di eventuali repliche
          idiote, io non ho detto "M$ ti spia". Io ho
          detto "Non puoi dire M$ non mi spia perchè
          non puoi sapere se ti spia o meno, e con
          Palladium non lo saprai mai". Sono due
          discorsi ben diversi.

          ........appunto non lo sai quindi perche devi denigrare chi vivra vedrà.


          Discorso vecchio, trito e ritrito. Di


          perfetto su questa Terra non c'è nulla,

          però


          di certo gli sviluppatori Unix sono 30

          anni


          che lavorano sulla sicurezza. Windows
          cosa


          ha fatto invece ? Nulla. E ora se ne
          salta


          fuori che bisogna blindare l'hardware
          del


          computer.






          vedi che sei utonto la memoria virtuale,
          la

          stessa esistenza della modalita protetta

          senza il supporto dell'hw non esisterebbe
          e

          noi saremmo ancora ai tempi del dos in cui

          un programma che sbarella pianta il pc.

          La modalità protetta non c'entra un cazzo
          con Palladium. E' una protezione HW interna
          al PC che controlla i processi. Non ha
          interazioni con l'esterno e si limita a
          verificare che un processo non vada a
          scrivere in aree di memoria dove non deve.e allora è l'hw che aiuta il sw, quindi che voi.scusa ma che fa l'hw interaggisce con l'esterno, si poi spuntano i piedini e quando non ci sei il chip palladio va in giro per casa e ti ciulla i soldi.guarda con sta strun***** ai fatto ridere tutto il mio reparto.
          A proposito della modalità protetta (e della
          memoria virtuale), ti ricordo che gli Unix
          la usano da sempre. Windows è riuscita ad
          utilizzarla in pieno solo con Windows NT.infatti *nix è in giro da svariati decenni, mentre win da molti meno anni quindi il paragone e molto ma molto idiota.
          Più di 10 anni dopo l'uscita del 286 (il
          primo processore che la supportava).
          Ti ricordo anche che i tempi del DOS non
          sono poi così lontani, visto che il DOS è
          stato eliminato anche dalle versioni home
          solo con Windows XP (Win ME era ancora
          basato su DOS).e allora lo sa pure un neonato.
          Infine anche oggi con Win 2000 un programma
          che "sbarella" pianta il PC.ciao ai detto l'ultima strunz**** complimenti.ti informo che se su un win2000 installi driver certificati (gli unici che possono far crollare un win2000) se un progrogramma che non gira a ring 0 si pianta non fa un bel niente alla stabilità del sistema.
          • Anonimo scrive:
            Re:tex non sai leggere o non vuoi leggere e sei ut
            - Scritto da: 610.....

            Quindi siccome tu vuoi usare il tuo
            browser

            allora io devo utilizzare il tuo ?

            Ma cosa ti sei fumato ?

            dove ai (:)) letto questa affermazione tuE' implicita in Palladium...Comunque io rispondevo solo a chi faceva a me le stesse accuse: "se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che ti pare, ma ricordati che TU non puoi con la tua filosofia imporre a me cosa usare, perchè io sono libero di scegliere".E a questo rispondevo..A proposito, eri tu ? Guarda che il campo "Autore" non è stato messo da PI tanto per scriverci un commento... Per quello hai abbondande spazio nel campo "Testo"...........
            beato te si vede che sei uno con le palle,
            ma ricordati che non sono tutti supereroi
            come te con la tastiera, io non ho
            intenzione di rompermi le balle con virus
            browser vermi, IO voglio leggere la mia
            posta in pace e se palladium mi garantisce
            ciò lo uso, tu usa quel che ti pare.E qui arriviamo al punto: tutti dobbiamo utilizzare Palladium, quindi Windows, quindi non possiamo scriverci un nostro programma, ecc. ecc. perchè tu altrimenti ti impesti di virus, dialer ecc. ecc. solo perchè non sai usare il PC ?Allora comprati una X-Box e non romprere i maroni... ......

            Un conto è una backdoor installata
            crackando

            un sito, un altro conto è una
            vulnerabilità

            ed un altro ancora è una "feature" di

            IExporer tanto comoda per far visualizzare

            tanti bei siti con tanti bei colori e
            tanta

            bella musica.

            a me sembra che il primo caso sia il più
            grave tenendo conto che capita solo a voi.A voi le backdoor le mette direttamente M$....
            le vulnerabilità se fossi in voi non le
            tirerei fuori perchè se non lo sai anche voi
            non siete ben messi anzi ultimamente il
            vostro sw fa veramente schifo, siti di
            security inserire linux e piangere please.Le vulnerabilità esistono per qualsiasi sitema operativo. O le accetti e installi le patch, o le accetti e non installi le patch ma non ti lamenti se qualcuno di cracca il PC installandoti l'ultimo megadialer a 25 Euro al secondo, oppure non le accetti e ti compri la X-Box (e non la colleghi alla rete). .....

            Beh, a quelle ci pensa Palladium....

            A proposito, prima di eventuali repliche

            idiote, io non ho detto "M$ ti spia". Io
            ho

            detto "Non puoi dire M$ non mi spia perchè

            non puoi sapere se ti spia o meno, e con

            Palladium non lo saprai mai". Sono due

            discorsi ben diversi.



            ........

            appunto non lo sai quindi perche devi
            denigrare chi vivra vedrà.Denigrare ? Ho solo detto non non essere troppo sicuri.........

            La modalità protetta non c'entra un cazzo

            con Palladium. E' una protezione HW
            interna

            al PC che controlla i processi. Non ha

            interazioni con l'esterno e si limita a

            verificare che un processo non vada a

            scrivere in aree di memoria dove non deve.


            e allora è l'hw che aiuta il sw, quindi che
            voi.No. E' il software che sfrutta l'hardware...
            scusa ma che fa l'hw interaggisce con
            l'esterno, si poi spuntano i piedini e
            quando non ci sei il chip palladio va in
            giro per casa e ti ciulla i soldi.No. E' il software che "interaggisce" con l'esterno per sapere se il programma tal dei tali ha l'autorizzazione diretta di Bill Gates per poter girare. In caso contrario ti "ciulla" il programma.Ma le specifiche di Palladium le hai lette o te le sei fumate ?!?!?!?
            guarda con sta strun***** ai fatto ridere
            tutto il mio reparto.Tutti furbi come te ?

            A proposito della modalità protetta (e
            della

            memoria virtuale), ti ricordo che gli Unix

            la usano da sempre. Windows è riuscita ad

            utilizzarla in pieno solo con Windows NT.
            infatti *nix è in giro da svariati decenni,
            mentre win da molti meno anni quindi il
            paragone e molto ma molto idiota.Potevano farlo prima. Evidentemente non sono bravi neppure a copiare.Ti rendo conto che su Intel la memoria virtuale esisteva dal 1982, i 32 bit dal 1986. Siamo andati avanti fino ai primo anni '90 a far girare i programmi a 16 bit in 1024 KB di memoria indirizzabile con i vari gestori per allocare memoria espansa. Siamo (anzi siete..) andati avanti fino al 2001 per levarvi dalle palle gli ultimi pezzi di codice a 16 bit. Che giravano ovviamente in modalità reale e non protetta...

            Più di 10 anni dopo l'uscita del 286 (il

            primo processore che la supportava).

            Ti ricordo anche che i tempi del DOS non

            sono poi così lontani, visto che il DOS è

            stato eliminato anche dalle versioni home

            solo con Windows XP (Win ME era ancora

            basato su DOS).

            e allora lo sa pure un neonato.Ma ogni tanto bisogna ricordarglielo...


            Infine anche oggi con Win 2000 un
            programma

            che "sbarella" pianta il PC.

            ciao ai detto l'ultima strunz****
            complimenti.
            ti informo che se su un win2000 installi
            driver certificati (gli unici che possono
            far crollare un win2000) se un progrogramma
            che non gira a ring 0 si pianta non fa un
            bel niente alla stabilità del sistema.AHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!Aspetta che la racconto al mio collega che ha avuto proprio questa mattina un bel BSOD da Win 2000....Sicuramente non sarà colpa di Win ma del programma che stava utilizzando. Si: Office.Sicuramente sarà colpa di un driver di qualche periferica strana su un PC assemblato a Taiwan. Si: un Dell che più standard non si può.
      • Anonimo scrive:
        risposta
        - Scritto da: texutonto

        No. Sono solo computer destinati a far

        girare i programmi che vuole la M$ e non

        quelli che vuoi tu.

        io voglio il mio browser la mia mail il mio
        editor che me li dia MS o un altro non mi
        interessa, l'importante che sia sicuro
        veloce e affidabile.vedo che non capisci, non e' solo questione di quello che vuoi tu ma di libero mercato, se la M$ si costituisce ad ente certificatore di quello che puo' girare o meno sul architettura piu' diffusa (x86), la libera concorrenza che fine fa? te lo dico io finisce nel cesso.

        se tu spacchi il bit in 10 scegli ciò che ti
        pare, ma ricordati che TU non puoi con la
        tua filosofia imporre a me cosa usare,
        perchè io sono libero di scegliere.veramente e' l'esatto contrario e' M$ che con tcpa scegliera' per te cosa potra' girare o meno sul tuo pc

        Ti do una notizia in anteprima. Con Linux

        non mi succede. Con Windows neppure.
        Quindi

        Palladium è inutile.

        leggi sotto non fare estratti please, con il
        tuo linux il primo lamerone entra nel server
        che pubblica il sw che usi ci installa una
        back door e la tua sicurezza me la saluti,
        anzi compilando il codice da solo gli eviti
        anche la fatica di creare il verme per più
        piattaforme.sveglia bambino le poche volte che son successi episodi cosi' (openssh, sendmail, ecc..) se ne sono accorti dopo pochissimo e i pochi pacchetti trojanizzati scaricati (ad esempio nel caso di sendmail solo 20 o 30 mi pare) sono subito stati disinstallati; sai perche'? checksum e sorgenti visionabili da tutti; quindi il rischio che rpefiguri c'e' ed e' anche successo ma tale rischio e' minimo per i suddetti motivi, e i fatti mi cosano.

        AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!!!!!!!!!!



        E tu che cazzo ne sai se ti spia o meno ?

        ma come spacchi il bit in 10 usi linux e non
        sai un tubbo sei tu un utonto, che ce fanno
        gli sniffer, le varie società di sicurezza
        che come degli avvoltoi controllano di
        continuo cosa fa la MS, pronti a riempirsi
        di gloria pubblicando ai 4 venti le sue
        fesserie ecc....buonanotte; mi dici come ti accorgi che il tuo sistema scambia dati con l'esterno steganografandoli nel payload dei pacchetti o usando gli ack o flag non usati negli header, senza avere i sorgenti del OS stesso? E? gia difficile accorgersene coi sorgenti, figurati senza, con gli sniffer ti ci pulisci il sedere.

        che lavorano sulla sicurezza. Windows cosa

        ha fatto invece ? Nulla. E ora se ne salta

        fuori che bisogna blindare l'hardware del

        computer.



        vedi che sei utonto la memoria virtuale, la
        stessa esistenza della modalita protetta
        senza il supporto dell'hw non esisterebbe e
        noi saremmo ancora ai tempi del dos in cui
        un programma che sbarella pianta il pc.questa non la commento perche' e' autoesplicativa e chiarisce bene la tua ignoranza in materia
  • Anonimo scrive:
    Re: IO non mi fido di questo articolo di palladium
    voto al troll (su le palette)fantasia: 5arroganza 6+elaborazione 7totale: 6impegnati di piu`, so che puoi fare di meglio
    • Anonimo scrive:
      Re: voto al troll Raistlin
      - Scritto da: Raistlin
      voto al troll (su le palette)
      fantasia: 5
      arroganza 6+
      elaborazione 7

      totale: 6

      impegnati di piu`, so che puoi fare di meglioarroganza 30 e lodeai vinto tu
      • Anonimo scrive:
        Re: voto al troll Raistlin

        arroganza 30 e lode
        grazie, grazie.
        ai vinto tutu invece non ***ai*** mai vinto una grammatica italiana, vero? :PPP
        • Anonimo scrive:
          Re: voto al troll Raistlin ai di nuovo vintto
          - Scritto da: Raistlin

          arroganza 30 e lode


          grazie, grazie.


          ai vinto tu

          tu invece non ***ai*** mai vinto una
          grammatica italiana, vero? :PPPconfermo quando l'arrrroganttenon a altri arggggomenti si atttacca a tuttoarroganza 30 e lode
          • Anonimo scrive:
            Re: voto al troll Raistlin ai di nuovo vintto

            confermo quando l'arrrrogantte
            non a altri arggggomenti si atttacca a tutto

            arroganza 30 e lodehai appena vinto il nobel per l'idiozia
      • Anonimo scrive:
        Re: voto al troll Raistlin
        - Scritto da: sei un troll
        arroganza 30 e lode

        ai vinto tuComplimenti, "a" vinto lui!Beh, del resto i troll si sa che la grammatica non la conosco troppo a fondo...
        • Anonimo scrive:
          Re: voto al troll Raistlin
          - Scritto da: Cristoforo
          - Scritto da: sei un troll

          arroganza 30 e lode



          ai vinto tu

          Complimenti, "a" vinto lui!

          Beh, del resto i troll si sa che la
          grammatica non la conosco troppo a fondo...confermo quando l'arrrroganttenon a altri arggggomenti si atttacca a tuttoarroganza 30 e lode
      • Anonimo scrive:
        Re: voto al troll Raistlin
        ma lo SAI cos'è un troll?p.s.: come dice il FamosoPorcoDi3Lettere?, se ti incontro ti spacco il culo a picconate.
        • Anonimo scrive:
          Re:troll godzilla senza neanche voto
          - Scritto da: godzilla
          ma lo SAI cos'è un troll?

          p.s.: come dice il FamosoPorcoDi3Lettere?,
          se ti incontro ti spacco il culo a
          picconate.credo con sicurezza averne incontrato unoinoltre non rieci neanche a forgiare una tua citazione sei anche un troll copionevoto 0
          • Anonimo scrive:
            Re:troll godzilla senza neanche voto
            allora, visto che sei un MENTECATTO, ti ripeto la domanda: lo SAI cos'è un TROLL?
      • Anonimo scrive:
        Re: voto al troll Raistlin
        - Scritto da: sei un troll


        - Scritto da: Raistlin

        voto al troll (su le palette)

        fantasia: 5

        arroganza 6+

        elaborazione 7



        totale: 6



        impegnati di piu`, so che puoi fare di
        meglio

        arroganza 30 e lode

        ai vinto tuGesù, cosa mi tocca leggere!?!?!?! Ripassa in prima elementare, e questa volta impara la grammatica per davvero, prima di cimentarti in qualunque altro campo, informatica compresa. Ma forse non tutto il male viene per nuocere, comprati pure un sistema palladium-compliant (letto complaiant... con te non si sa mai), così se il resto del mondo non lo farà, avrà come ulteriore premio il fatto di non poter leggere i tuoi documenti word pregni di grammatica sopraffina! :)
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    - Scritto da: Z.e.r.o
    Come molti di voi "linuxèilvangelo"
    ammettono un sistema di sicurezza siffatto è
    in pratica inapplicabile, inconcepibile e
    impossibile da usare.

    Il solo fatto che l'abbia detto Stallman fa
    si che voi scimmie senza cervello crediate a
    tutto ciò che ha detto. E questa cosa mi
    intristisce. Se Palladium funzionasse
    veramente così, MS e qualsiasi altra società
    che ne aderisca spianerebbe la sua strada
    verso il fallimento economico...io spero tu riesca a capire che non e' un problema di M$ vs Linux, ma piu' un problema di diritti.Non e' possibile che una casa decida restrizionisui prodotti che compri.il trusted computing e' portato avanti da Intel, Amd, Hp, le "Major di Holliwood" e anche da M$.Palladium e' una sua ipotetica implementazione.Tu compri Office, hai diritto a scrivere il documento che vuoi, non che il computer decida di cancellartelo se non rispetta certe regole.Hai comprato Win Xp, e ti si bruciano 5 Schede PCI, hai il diritto di continuare ad usarlo anchecon la sesta, perche' lo hai comprato.. e non esiste che si pianta, perche' hai cambiato troppeschede di rete.Gli utenti devono essere liberi di scegliere di prendere quello che vogliono.O ti andrebbe bene la vhs comprata che puoi leggere solo sul tuo vcr ?il dvd che puoi leggere solo 1 volta e solo sul tuo dvd-r sulla televisione ?Questi sono dei paragoni della vita comune, che rendono l'assurdita' del trusted computing e delperche' tutti dobbiamo fare gruppo e urlare a vocealta "NO! non lo vogliamo".ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    Condivido al 101%. Il problema non e' linux, ma i linuxari illuminati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      ma noo, non esistono i fanatici linuxari !e basta ! (stallman docet) http://www.stallman.org/saintignucius.jpg
  • Anonimo scrive:
    Re: Chi è che fa FUD?
    La versione di IIS nelle versioni workstation di NT e Pro di 2000/XP è limitata a 10 connessioni, non è un problema di configurazione. Se ne vuoi di più devi comprare una versione server che costa parecchio di più. O ti installi Apache con il quale non hai limiti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      Ti pare che la facoltà di tor vegata faccia girare parte di server di ateneo su una versione Home di IIS?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        visto che in genere le universita' le licenze le pagano , e windows 2000 server costa di piu',la risposta e': decisamente si .
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi è che fa FUD?
          Un portale per la didattica, scritto in asp dove giornalmente si collegano migliaia di studenti, senza contare il nuovo sistema di iscrizione online (sempre girante su IIS) fatto con la versione da 10 connessioni simultanee? Vi siete bevuti il cervello? Andate a dirlo al vostro datore di lavoro!Per applicazioni meno banali usiamo server Linux, ma non penso proprio che sia il caso di usare un portale per la didattica di tutte le facoltà di ingegneria con un IIS da 10 connessioni
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?
            avete soldi da buttare in facolta? perche win2000 server?ah, complimenti per il delirio del primo post...
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?
            - Scritto da: Z.e.r.o
            Un portale per la didattica, scritto in asp
            dove giornalmente si collegano migliaia di
            studenti, senza contare il nuovo sistema di
            iscrizione online (sempre girante su IIS)
            fatto con la versione da 10 connessioni
            simultanee? Vi siete bevuti il cervello?
            Andate a dirlo al vostro datore di lavoro!quale e' , visto che uniroma2.it gira su un tru64 unix e apache 1.2.4 ? link prego .
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?
            Sei il solito ingeniere onnipotente, senza grosse idee ma che conosce tutti i prodotti, il tuo motto è fedele all'industria... perché pensi di difendere chi dovrà pagarti, bisogna capirti non lo fai per vere ideali: il tuo primo e delirante post è veramente un miscuglio di inutilità: molto più di una distro base di linux.Vorrei sapere chi difendi, visto che accusi gli altri di non capire palladium. quali sono le prove che invece non bloccherà gli utenti per motivi stupidi? il marketing!? il marketing migliore è il monopolio e la possibilità di scgliere cosa farti acquistare. non resisto te lo devo dire: cretino!
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi è che fa FUD?
            - Scritto da: Z.e.r.o...
            ma non penso proprio che sia il caso
            di usare un portale per la didattica di
            tutte le facoltà di ingegneria con un IIS Giusto, cosa si aspetta a passare ad Apache e php?
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?
        - Scritto da: Z.e.r.o
        Ti pare che la facoltà di tor vegata faccia
        girare parte di server di ateneo su una
        versione Home di IIS?Non sono di Roma, non frequento Tor Vergata quindi posso fare solo ipotesi: il limite di 10 connessioni è proprio quello di IIS per NT Workstation/2000 Pro. Nelle versioni server di default è impostato "unlimited". Per questo ho ipotizzato che potrebbe averlo fatto girare su una di queste versioni. Che ne so su che razza di macchina ha fatto girare il sito quel professore? Tu glielo hai chiesto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?
      - Scritto da: ldsandon
      La versione di IIS nelle versioni
      workstation di NT e Pro di 2000/XP è
      limitata a 10 connessioni, non è un problema
      di configurazione. Disabiliti il keep-alive e le 10 connessioni le superi. Cmq sei un frescone a voler usare le versioni non server.
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?

        Disabiliti il keep-alive e le 10 connessioni
        le superi. Cmq sei un frescone a voler usare
        le versioni non server.Dipende da quante richieste contemporanee al server arrivano.Comunque non ho capito chi è il frescone. La versione non server al massimo la uso sulla mia macchina per sviluppo, dove di utente ci sono solo io. Non vedo perché in quel caso dovrei usare una versione server ben più costosa. Poi il sito di test e di produzione girano su macchine con la versione server di Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi è che fa FUD?

      La versione di IIS nelle versioni
      workstation di NT e Pro di 2000/XP è
      limitata a 10 connessioni, non è un problema
      di configurazione. Se ne vuoi di più devi
      comprare una versione server che costa
      parecchio di più. O ti installi Apache con
      il quale non hai limiti.ehm...10 connessioni contemporaneee...non totali....e' diverso...ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi è che fa FUD?

        ehm...
        10 connessioni contemporaneee...
        non totali....
        e' diverso...Ho mai scritto 10 connessioni totali non in contemporanea? Ho scritto che la versione non server è limitata a 10 connessioni, pensando che chi avrebbe letto avrebbe capito - che diavolo se ne fa uno di un web server che dopo la decima connessione consecutiva anche non contemporanea non funziona più?
    • Anonimo scrive:
      Re: IIS supporta illimitate connessioni
      - Scritto da: ldsandon
      La versione di IIS nelle versioni
      workstation di NT e Pro di 2000/XP è
      limitata a 10 connessioni, non è un problema
      di configurazione. Se ne vuoi di più devi
      comprare una versione server che costa
      parecchio di più. O ti installi Apache con
      il quale non hai limiti.10 connessioni di default... ma puoi aumentare il valore oppure lo rendi illimitato...Prima impara a leggere poi vai a giocare con apache e linux
      • Anonimo scrive:
        Re: IIS supporta illimitate connessioni

        10 connessioni di default... ma puoi
        aumentare il valore oppure lo rendi
        illimitato...Prova ad aumentarle su 2000 Pro, poi fammi sapere... credi che MS sia così scema da lasciare che si possa far girare un sito su una versione PRo da 300 euro invece che la versione server da qualche migliaio?Prova a cambiarle, e vedrai che ti risponderà che il limite è 10..., e il radiobutton "Unlimited" è disabilitato. Ma hai mai amministrato IIS?
        Prima impara a leggere poi vai a giocare con
        apache e linuxRipassa il tuo manuale del "Giovane Bill Gates", poi ne riparliamo. Ah, per la cronaca, sono Microsoft Certified Professional...
  • Anonimo scrive:
    One Ring to rule them all
    Three Rings for the Elves-kings under the sky,Seven for the Dwarf-lords in their halls of stone,Nine for the Mortal Men doomed to die,One for the Dark Lord on his dark throneIn the Land of Mordor where the Shadows lie.One Ring to rule them all, One Ring to find them,One Ring to bring them all and in the darkness bind them.In the Land of Mordor where the Shadows lie.
    • Anonimo scrive:
      Re: One Ring to rule them all
      MIca tanto OT... sostituite Palladium a Ring... in the land of Redmond where the shadow lie ;-)
  • Anonimo scrive:
    Troppo complicato?
    Da un punto di vista filosofico, condivido pienamente tutte le preoccupazioni espresse da Stallman.L'unica cosa che mi consola, e' che forse il sistema e' talmente complicato da implementare che ci sara' sempre un modo di eluderlo.Secondo me, il punto chiave e' questo: se riusciranno a fare in modo che l'hardware stesso si "rifiuti" di installare un sistema operativo diverso da quello certificato (MS Windows).Se arriveremo a questo punto sara' veramente dura, altrimenti potro' sempre formattare tutto ed installare Linux/FreeBSD, alla faccia di DMCA et similia.E' anche vero che gli USA potrebbero dichiarare illegale qualsiasi tecnologia che tenti di aggirare il DMCA, e noi Europei privi di spina dorsale sicuramente li seguiremmo a ruota.Onestamente, il futuro un po' inquietante descritto spesso nella fantascienza, in cui le major con il loro potere economico controllano la vita delle persone ora mi sembra meno improbabile di dieci anni fa.Spero solo che ci sia una svolta a livello etico/politico, e si torni a parlare di diritti fondamentali della persona (e non del capitale).SalutiGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: Troppo complicato?
      - Scritto da: Giorgio
      [...]
      Secondo me, il punto chiave e' questo: se
      riusciranno a fare in modo che l'hardware
      stesso si "rifiuti" di installare un sistema
      operativo diverso da quello certificato (MS
      Windows).E' proprio questo l'obiettivo, ed e' proprio questo il problema.Come hanno intenzione di arrivarci?La chiave sta nel fatto che il pc eseguira' soltanto codice firmato digitalmente, a partire dal bios.Quindi il bios e' firmato M$.Prima di eseguire il boot, il bios si assicura che il boot loader sia firmato digitalmente, e questo a sua volta, che il S.O. operativo che stia caricando sia firmato anch'esso.Il S.O. poi eseguira' solo programmi firmati digitalmente (dalla M$, ovviamente) ed ecco li che siamo tutti fregati.Per raggiungere l'obiettivo la M$ ha bisogno dell'appoggio dei costruttori di CPU (per il supporto all'esecuzione di codice firmato), ed e' esattamente quello che ha ottenuto da Intel, e, recentemente, anche da AMD.Buon Palladium a tutti,Cristoforo(che probabilmente si terra' il suo vecchio pc e non upgradera' mai piu' l'hw quando uscira' palladium....)
      • Anonimo scrive:
        Re: Troppo complicato?
        il bios si riprogramma. qualsiasi tentativo di impedire la visione di film, ascolto di musica, accesso ai database, e tutto quello che volete e' fallito. Protezioni di QUALSIASI tipo sono saltate, sia hardware che software, persino quelle che si definivano inviolabili.il genere umano sara' anche un ammasso di sterco per il 50% ma il restante 50% ... fa grandi cose.meditate gente. non possono fermarli tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Troppo complicato?
      - Scritto da: Giorgio
      Se arriveremo a questo punto sara' veramente
      dura, altrimenti potro' sempre formattare
      tutto ed installare Linux/FreeBSD, alla
      faccia di DMCA et similia.Un tuo amico compra un nuovo PC con installato Windows YQ. Decide di mandarti un email con gli auguri per il tuo compleanno.Apre Outlock Express. Scrive. Clicca su "Send". Appare una finestra: "Attenzione! Il documento non e' protetto! Il contenuto potrebbe essere letto da altri utenti, modificato per scopi illegali, utilizzato per violare la privacy del destinatario. Windows YQ puo' proteggere i contenuti per impedire ogni uso non autorizzato. Si vuole proteggere digitalmente il documento?"L'amico clicca su si'.Tu apri mutt.. e basta.Ti sembra uno scenario cosi' improbabile?
  • Anonimo scrive:
    be, la questione è semplice
    Il mio pc deva fare quello che pare a me, di conseguenza pago per mantenerlo, in caso contrario vola fuori dalla finestraO me lo regala chi vuole controllarlo, allora lo userò per fare le cose assolutamente regolari; le altre, regolari per me ma non per tutti, continuerò a farle con il MIO computer fino a che troverò pezzi di ricambio!
    • Anonimo scrive:
      Re: be, la questione è semplice
      - Scritto da: inculoallostato
      Il mio pc deva fare quello che pare a me, di
      conseguenza pago per mantenerlo,veramente sarebbe il contrario: IO pago il pc, di conseguenza fa quello che pare A ME.
  • Anonimo scrive:
    La noia
    Affrontai il mio primo micro 22 anni fa, era emozionante, conoscevo praticamente tutto, era anche l'era dei primi lanci dello Shuttle.Passai a sistemi piu' complessi, Apple, poi Ql, Amiga ed infine corruppi me stesso ed acquistai un PC era arrivato il momento di lavorare e di condividere il proprio operato.Ora sembra che il vero plus dell'uso di un documento elettronico : il non dover sprecare carta venga distrutto e reso obsoleto per il desiderio di vendere ad esempio proprio quelle chiavi. Il passaggio di diverse normative antiinquinamento per autoveicoli, blocchi della circolazione ... non assomigliano al nuovo atteggiamento informatico ? Per andare avanti devi comprare il nuovo.Concludo : a MisterMic... c'e' l'alternativa non aspettiamo che MisterMic ce lo impedisca ...Un saluto a tutti
  • Anonimo scrive:
    ]Per la Redazione[ :::- Stallman
    Stallman si scrive con una N sola, per favore.
  • Anonimo scrive:
    rassicurazioni
    preso dal file TPM_QA_071802.pdf ,scaricato da www.tcpa.org:18. Does the TCPA support open source systems? Yes. The ability to use the TPM functionality is available to all developers of software. An open source project could determine to use TPM functionally today. The concepts of measurement, protected storage and attestation of measurements are fundamental concepts that hold true for any type of OS or application. The platforms that support TCPA today are not limited to only one OS and if open source developers provided applications that used the TPM functionality they would find support. sembrerebbe tutto ok , ma il problema e' chepotrebbe essere tutta una balla ...
  • Anonimo scrive:
    Ben venga il palladium
    quando la microsoft farà questa mossa, e la gente a casa passerà in massa a linux, non già perchè sia free software, cosa di cui neanche si accorgerà, ma perchè "con linux girano le cose pirata"... GNU, nel modo peggiore e più brutto, avrà vinto.Ben venga il palladium, non vedo l'ora di avere questa motivazione per poter insultare i pochi fessi che ci cascheranno ;)))
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga il palladium
      Mangiato ... troppo?Mangiato... pesante?- Scritto da: Piratone
      quando la microsoft farà questa mossa, e la
      gente a casa passerà in massa a linux, non
      già perchè sia free software, cosa di cui
      neanche si accorgerà, ma perchè "con linux
      girano le cose pirata"... GNU, nel modo
      peggiore e più brutto, avrà vinto.Da quando il LINUX girano cose "pirata" ?Illuminaci espertone (dei miei stivali).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium
        - Scritto da: Volta&Gabbana
        Mangiato ... troppo?
        Mangiato... pesante?

        - Scritto da: Piratone

        quando la microsoft farà questa mossa, e
        la

        gente a casa passerà in massa a linux, non

        già perchè sia free software, cosa di cui

        neanche si accorgerà, ma perchè "con linux

        girano le cose pirata"... GNU, nel modo

        peggiore e più brutto, avrà vinto.

        Da quando il LINUX girano cose "pirata" ?
        Illuminaci espertone (dei miei stivali).guarda che lo aveva messo tra virgolette, non e' la realta' e' l'impressione che ne ha la gente non esperta
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben venga il palladium
          OKMa non sarei cosi' pessimista, e' questione di cultura e certamente spetta a chi e' tecnico, chi fa assistenza, chi insegna e ovviamente apprezza la filosofia GNU OpenSource a diffomderla.Pensa che ho installato la DEBIAN e oltre al sistema di installazione dei pacchetti ha un modo per verificare il tipo di licenza del pacchetto che stai per installare (se e' conforme alle licenze GNU, se e' open, se e' proprietario), avvertendoti di tutte le conseguenze ma lasciandoti ovviamente libero di decidere; questo per ovvie questioni di correttezza. Non mi sembra poco.- Scritto da: pietro


          girano le cose pirata"... GNU, nel modo


          peggiore e più brutto, avrà vinto.



          Da quando il LINUX girano cose "pirata" ?

          Illuminaci espertone (dei miei stivali).
          guarda che lo aveva messo tra virgolette,
          non e' la realta' e' l'impressione che ne ha
          la gente non esperta
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium - a Volta&Gabbana
        Cercare anche di CAPIRE oltre che di leggere è troppo per te?Intendevo: - Quando ci sarà palladium, la gente dirà "su palladium le 'cose pirata' non ci girano, su linux si", intendendo con questo che su linux potranno copiare mp3 divx e quant'altro, nonchè giochi.Non si accorgeranno di tutta l'infrastruttura free, purtroppo (io sono un debianista), ma si accorgeranno che usare SO palladium-enabled li costringerà alla legalità, e in un colpo solo cadranno tutte le installazioni microsoft da casa.Infatti non mi aspetto che il progetto palladium sia così come lo descrivono, alla microsoft non sono stupidi.Spero che ora tu abbia capito la mia opinione, anche se pensavo di essere stato abbastanza chiaro anche nel mio primo post.- Scritto da: Volta&Gabbana
        Mangiato ... troppo?
        Mangiato... pesante?

        - Scritto da: Piratone

        quando la microsoft farà questa mossa, e
        la

        gente a casa passerà in massa a linux, non

        già perchè sia free software, cosa di cui

        neanche si accorgerà, ma perchè "con linux

        girano le cose pirata"... GNU, nel modo

        peggiore e più brutto, avrà vinto.

        Da quando il LINUX girano cose "pirata" ?
        Illuminaci espertone (dei miei stivali).
        • Anonimo scrive:
          Re: Ben venga il palladium - a Volta&Gabbana
          non si accorgeranno del free ?all'inizio nodiranno qui un mp3 lo copiolo scarico e lo condivido e funzionapoi troveranno software per fare la graficapoi si metteranno a installare il driver della priferica xxcon errore alla riga xyli inizierla l'istruzione dell'utontopoi ci vorra il giochino ()poi il programma per scrivere la lettera a babbo natalela libreria per il calcilo delle frazionifino agli integraliebbene , prima di arrivare li si accorgeeranno che i programmi fuori GNU saranno 4 o 5 e non inispensabilida li a usarlo per lavorare poco ci passaIL PROBLEMA e' la SCUOLAinformatica alle elementari indivinate con che OS ?windows xp home ovviamentese uno usa win da quando ha 5 anni quando vuol fare qualcosa chiedera windows e coprera windowsLINUX DEVE ESSERE IMPOSTO AGLI INSEGNANTI A SCUOLAIL FUTURO DI M$ E' LA SCUOLA DEGLI utonti !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga il palladium

      quando la microsoft farà questa mossa, e la
      gente a casa passerà in massa a linux, non
      già perchè sia free software, cosa di cui
      neanche si accorgerà, ma perchè "con linux
      girano le cose pirata"... GNU, nel modo
      peggiore e più brutto, avrà vinto.


      Ben venga il palladium, non vedo l'ora di
      avere questa motivazione per poter insultare
      i pochi fessi che ci cascheranno ;)))Te evidentemente non ci stai tanto con la testa... L'utente medio dovrebbe passare a Linux per far girare 4 applicazioni pirata, mentre invece i vari giochini e puttanate varie non ci girano manco per il cazzo... Boh... Sarà... Ma secondo me sei te che hai una visione distorta dalla realtà... Acidi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium
        - Scritto da: ...

        quando la microsoft farà questa mossa, e
        la

        gente a casa passerà in massa a linux, non

        già perchè sia free software, cosa di cui

        neanche si accorgerà, ma perchè "con linux

        girano le cose pirata"... GNU, nel modo

        peggiore e più brutto, avrà vinto.





        Ben venga il palladium, non vedo l'ora di

        avere questa motivazione per poter
        insultare

        i pochi fessi che ci cascheranno ;)))

        Te evidentemente non ci stai tanto con la
        testa... L'utente medio dovrebbe passare a
        Linux per far girare 4 applicazioni pirata,Non parlava di "applicazioni pirata". Parlava di "cose pirata". Presumo intendesse MP3, DivX & C.
        mentre invece i vari giochini e puttanate
        varie non ci girano manco per il cazzo...Beh, se tu preferisci mettere tutto il tuo lavoro, la tua libertà e la tua privacy nelle mani di M$ solo perchè così con il PC riesci a farci girare anche qualche giochino...Francamente io preferisco risparmiare i soldi delle licenze di Windows e di M$Office ed eventualmente con questi soldi comprarmi una Playstation...
        Boh... Sarà... Ma secondo me sei te che hai
        una visione distorta dalla realtà... Acidi?Bah...punti di vista....O forse hai ragione tu: molti sono come te è preferiscono calarsi le braghe per qualche giochino...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium - per ...

        Te evidentemente non ci stai tanto con la
        testa... L'utente medio dovrebbe passare a
        Linux per far girare 4 applicazioni pirata,
        mentre invece i vari giochini e puttanate
        varie non ci girano manco per il cazzo...
        Boh... Sarà... Ma secondo me sei te che hai
        una visione distorta dalla realtà... Acidi?L'utente medio dovrebbe passare a linux per continuare a copiarsi la musica e i film senza doverli pagare. Se tu sei convinto che in Italia la gente di solito compri cd originali, non sono io che ho preso gli acidi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium

        L'utente medio dovrebbe passare a
        Linux per far girare 4 applicazioni pirata,parli di applicazioni pirata quando una parte enorme di sw sotto linux è free...e cmq continua pure a blaterare... a proposito, il tuo office e windows, li hai pagati?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium
        Forse sei tu che non hai capito bene....La maggior parte dei giochini che girano, che come tu dici spingeranno a rimanere fedeli a Microsoft, non sono certo originali...Se vuoi un gioco vai su PS2 o xBox che è meglio, per il resto usa software libero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ben venga il palladium
      - Scritto da: Piratone

      Ben venga il palladium, non vedo l'ora di
      avere questa motivazione per poter insultare
      i pochi fessi che ci cascheranno ;)))Non saranno in pochi, in pochi sarete sempre voi, come al solito. E comunque non vedo perché tu debba sentire il bisogno di insultare che fa o farà delle scelte diverse dalle tue.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium
        Perchè uno che è disposto ad accettare il palladium in nome di qualcosa che non sa neanche lui è un c*****ne.In nome di cosa difendi una AZIENDA come la microsoft?In pochi sarete voi che non potrete più piratare musica e film, cioè se non hai capito NON TI POTRAI PIU' COPIARE UN CD DA UN AMICO.Ripeto: se credi che la gente lo accetterà, vai a dare una mano per far arrivare prima il palladium, che prima arriva prima risolviamo i nostri problemi informatici.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ben venga il palladium
        - Scritto da: Alberto


        - Scritto da: Piratone




        Ben venga il palladium, non vedo l'ora di

        avere questa motivazione per poter
        insultare

        i pochi fessi che ci cascheranno ;)))

        Non saranno in pochi, in pochi sarete sempre
        voi, come al solito. E comunque non vedo
        perché tu debba sentire il bisogno di
        insultare che fa o farà delle scelte diverse
        dalle tue. Pochi o tanti non me ne frega un accidente. Basta che nessuno mi venga a dire che, per qualche motivo, lo devo installare anche io in nome di una presunta "sicurezza informatica" che la M$ non solo non ha mai raggiunto, ma non ha neppure tentato di affrontare via software. ed ora cerca di convincere tutti che va affrontata via hardware.
  • Anonimo scrive:
    Dipende da noi.
    Sono anni che l'utente medio cede a ricatti del tipo: "vuoi Word, beh! ti prendi anche tutto il resto".Ora siamo giunti al: "vuoi Word?? bene, consegnaci il tuo computer".Mi sembra decisamente troppo.Credo sia giunto il momento di dire basta..e forse (lo dico con prudente incertezza) l'utente medio dirà "basta".Se accadrà questo non c'è monopolio di M$/Intel o chicchesia che possa reggere.
  • Anonimo scrive:
    Coinvolgere anche le associazioni degli Utenti
    E Consumatori; facendo capire lori i termini del problema in modo che possano farsi una loro idea.Ovviamente sarebbe solo una proposta poi la valuteranno come meglio credono.
  • Anonimo scrive:
    Boicottare...
    Ma se uno nel proprio computer non può fare praticamente nulla, o almeno nulla id libero, che lo usa a fare?...Ma pensano che uno si diverta a farsi controllare e costringere?...Allora sì che ci sarebbe una migrazione verso l'open source...A me poi, che da una noia tremenda anche solo il pensiero di dover telefonare per avere il codice di sblocco... che se me lo comprassi originale poi lo craccherei lo stesso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Boicottare...
      purtroppo un buon 90% degli utenti non sa più usare un editor di testi se anche solo sulla barra del titolo sostituisci "Microsoft Word" con "OpenOffice.org"o se al posto di start ci metti una K o un piede...
      • Anonimo scrive:
        Re: Boicottare...
        - Scritto da: fatta
        purtroppo un buon 90% degli utenti non sa
        più usare un editor di testi se anche solo
        sulla barra del titolo sostituisci
        "Microsoft Word" con "OpenOffice.org"devo smentirti: ho tenuto personalmente un corso di Office automation e ho fatto usare alternativamente msoffice e OpenOffice, con buoni risultati e nessuna difficoltà insuperabile. Al contrario: ho avuto la sensazione che la possibilità di uso di un'alternativa galvanizzasse addirittura il gruppo.Abbi fiducia.
  • Anonimo scrive:
    Pattumiera.
    Non c'è altro modo di definire questi deliri. Ormai siamo proclami stile anno 1000.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      - Scritto da: Max

      Non c'è altro modo di definire questi
      deliri. Ormai siamo proclami stile anno
      1000.Per non parlare dell'ultima riga. "Copyright", mica "CopyLeft" o pizza e fichi. Quando si dice la coerenza...
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        - Scritto da: Lol


        - Scritto da: Max



        Non c'è altro modo di definire questi

        deliri. Ormai siamo proclami stile anno

        1000.

        Per non parlare dell'ultima riga.
        "Copyright", mica "CopyLeft" o pizza e
        fichi. Quando si dice la coerenza...Quando si dice l'ignoranza... Prima di blaterare informati.
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        - Scritto da: Lol


        - Scritto da: Max



        Non c'è altro modo di definire questi

        deliri. Ormai siamo proclami stile anno

        1000.

        Per non parlare dell'ultima riga.
        "Copyright", mica "CopyLeft" o pizza e
        fichi. Quando si dice la coerenza...Vabbè si vede che sei tordo, comunque...Ti interessa sapere di che si tratta, che cos'è? Microsoft è ovunque, è intorno a noi, anche adesso nella stanza in cui siamo. È quello che vedi quando ti affacci alla finestra o quando accendi il televisore. L'avverti quando vai al lavoro, quando vai in chiesa, quando paghi le tasse. È il mondo che ti è stato messo dinanzi agli occhi, per nasconderti la verità. Quale verità? Che tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri sei nato in catene, sei nato in una prigione che non ha sbarre, che non ha mura, che non ha odore, una prigione per la tua mente. Nessuno di noi è in grado purtroppo di descrivere Microsoft agli altri. Dovrai scoprire con i tuoi occhi che cos'è.
        • Anonimo scrive:
          Re: Pattumiera.

          Quale verità?
          Che tu sei uno schiavo. Come tutti gli altri
          sei nato in catene, sei nato in una prigione
          che non ha sbarre, che non ha mura, che non
          ha odore, una prigione per la tua mente.
          Nessuno di noi è in grado purtroppo di
          descrivere Microsoft agli altri. Dovrai
          scoprire con i tuoi occhi che cos'è.Lo so che è contrario alla netiquette quotare il messaggio per rispondere con una sola affermazione tipo "Grande !!!" ... ma .... Grande !! (E grande anche il film, ovviamente, ma la variazione sul tema "microsoft" è molto meglio :))Me ne stampo una copia e la appendo in ufficio :))
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        - Scritto da: Lol


        - Scritto da: Max



        Non c'è altro modo di definire questi

        deliri. Ormai siamo proclami stile anno

        1000.

        Per non parlare dell'ultima riga.
        "Copyright", mica "CopyLeft" o pizza e
        fichi. Quando si dice la coerenza...Intendi la riga "royalty su qualsiasi medium a patto che si mantenga questa nota" ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      Più conosco i wintel più amo il mio Mac.O Linux, etc...Serviva questo gigantesco passo indietro verso il Medioevo Informatico a svegliare certi utenti?Mah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      ti riferisci a Paolucci, vero?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      chissà poi se è più pattumiera & delirio quel che dice Stallman o Palladium...
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        - Scritto da: fatta
        chissà poi se è più pattumiera & delirio
        quel che dice Stallman o Palladium...Dipende se ritieni che sul tuo PC tu ci possa fare quel che vuoi tu oppure quello che vuole M$...Fai un po te..
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      - Scritto da: Max

      Non c'è altro modo di definire questi
      deliri. Ormai siamo proclami stile anno
      1000.E' vero, tra una notizia dell'RSA che si mette a disposizione di Intel o Amd e quelle di Soundblaster che si sta Palladizzando stiamo ritornando indietro come i gamberi: dici anno 1000?
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      - Scritto da: Max

      Non c'è altro modo di definire questi
      deliri. Ormai siamo proclami stile anno
      1000.Il giorno in cui il tuo computer ti fregherà con le sue mani forse avrai modo di ripensarci.Tranquillo, e' gia' successo. E' successo che persone tranquille per aver acquistato prodotti microsoft ed essersi affidati alle routine teoricamente concepite per la loro sicurezza abbiano scoperto che tali funzioni tutelavano solo Microsoft e non l'utente. Palladium e' la stessa cosa, è un lucchetto al tuo PC di cui non possiedi la chiave.Secondo il delirio di Microsoft il fatto che solo loro abbiano le chiavi dovrebbe far stare tranquillo l'utente, ma chi gli crede?? Le backdoor che avevano piazzato in Office sono presto diventate un cavallo di troia di cui tutti erano a conoscenza, tutti esclusi gli utenti che ancora ci credevano.Microsoft sta ponendo Palladium su una ipotetica bilancia: da un lato una carognata pazzesca, dall'altro le applicazioni che siamo ormai abituati a usare su sistemi operativi Windows: giochi, Office, Explorer, etc. Nonostante questo, la bilancia mi pare che penda ancora in modo schiacciante verso la carogna.Alberto Scala
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      - Scritto da: Max

      Non c'è altro modo di definire questi
      deliri.Sottoscrivo.Un conto è ragionare, un altro sparare inesattezze, presunte verità e luoghi comuni in quantità industriale.msh...GGG
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        - Scritto da: GGG
        - Scritto da: Max



        Non c'è altro modo di definire questi

        deliri.

        Sottoscrivo.
        Un conto è ragionare, un altro sparare
        inesattezze, presunte verità e luoghi comuni
        in quantità industriale....sarebbero, questi luoghi comuni?
        • Anonimo scrive:
          Re: Pattumiera.
          - Scritto da: godzilla

          Un conto è ragionare, un altro sparare

          inesattezze, presunte verità e luoghi

          comuni

          in quantità industriale.

          ...sarebbero, questi luoghi comuni?Praticamente tutto l'articolo :-))Se non li vedi è perchè ci sei troppo abituato:-)GGG
          • Anonimo scrive:
            Re: Pattumiera.
            - Scritto da: GGG


            - Scritto da: godzilla


            Un conto è ragionare, un altro sparare


            inesattezze, presunte verità e luoghi


            comuni


            in quantità industriale.



            ...sarebbero, questi luoghi comuni?

            Praticamente tutto l'articolo :-))

            Se non li vedi è perchè ci sei troppo
            abituato:-)

            GGGSei tu che non vedi il pericolo di avere software che non fa solo quello che tu pensi faccia... buona fortuna.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pattumiera.
      - Scritto da: Max

      Non c'è altro modo di definire questi
      deliri. Ormai siamo proclami stile anno
      1000.Se qualcuno ti offre 5 euro per il tuo cervello daglielo! E' un affarone!
      • Anonimo scrive:
        Re: Pattumiera.
        offro 3 euro... di più non posso.Gli altri 2 li ho dati ad un tecnico che sta cercando di far funzionare l'ultimo update di xp sul mio pc.
Chiudi i commenti