Apple contro i blog?

Così la vede EFF che ha deciso di difendere i siti presi di mira dalla Mela per le anticipazioni di nuovi prodotti. Secondo EFF le loro fonti devono rimanere segrete
Così la vede EFF che ha deciso di difendere i siti presi di mira dalla Mela per le anticipazioni di nuovi prodotti. Secondo EFF le loro fonti devono rimanere segrete


Roma – Non c’è alcun motivo per cui alle testate giornalistiche sia garantita la tutela dell’anonimato delle proprie fonti e ciò non accada invece con due siti amatoriali, blog che Apple ha deciso di denunciare. Ad affermarlo è la Electronic Frontier Foundation che ha annunciato la scesa in campo a fianco di AppleInsider e PowerPage .

EFF si riferisce al fatto che Apple non solo non ha mandato giù che certe indiscrezioni sul suo annunciato “Asteroid” siano emerse in rete, ma ha anche ottenuto da un tribunale la possibilità di chiedere formalmente ai due siti americani di farle conoscere le fonti, ossia chi ha dato loro la “soffiata”.

La Foundation, si legge in una nota, intende difendere chi ha pubblicato quelle news sostenendo che l’anonimato delle fonti dei blogger è protetto da quelle stesse leggi che proteggono le fonti di informazione dei giornalisti.

“I blogger – ha sottolineato uno dei legali di EFF, Kurt Opsahl – rivelano notizie proprio come i giornalisti. Devono poter promettere riservatezza al fine di mantenere libero il flusso dell’informazione. Senza una protezione legale, gli informatori si rifiuteranno di parlare ai reporter, diminuendo così il valore della libera stampa, pietra fondante di una società libera”.

Ci va giù duro con Apple anche il gestore di PowerPage, Jason O’Grady, che ha dichiarato di essere “molto deluso dal comportamento di Apple e di questa sua nuova politica di minacciare legalmente i suoi migliori clienti. La paranoia aziendale è davvero più importante del primo emendamento?”

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

11 01 2005
Link copiato negli appunti