Apple Corp, rinnovabile al 100%

Cupertino annuncia di aver raggiunto un importante traguardo sul fronte dei consumi ecocompatibili, un risultato "globale" che invoglia anche i partner della corporation a unirsi al miglioramento delle condizioni ambientali

Roma – Stando a quanto sostiene il suo ultimo comunicato ufficiale, Apple può ora fregiarsi del titolo di azienda alimentata al 100% da fonti di energia rinnovabili . Un obiettivo a suo modo storico, raggiunto attraverso svariati progetti biocompatibili avviati in giro per il mondo e aperti al contributo dei partner del colosso statunitense.

In particolare, ha spiegato Apple , il conteggio delle strutture alimentate da fonti rinnovabili include negozi per la vendita al dettaglio, uffici, data center e complessi condivisi dalla corporation con altre organizzazioni in 43 diversi paesi inclusi Stati Uniti, Regno Unito, Cina e India.

Nel commentare il nuovo risultato, il CEO di Apple Tim Cook ha parlato della volontà dichiarata dell’azienda di “lasciare il mondo in uno stato migliore di quello in cui lo abbiamo trovato.” Anche in futuro Apple lavorerà in tal senso agendo sul riciclaggio dei materiali, la realizzazione degli impianti e la collaborazione con i fornitori.

Al momento Apple vanta 25 diversi progetti per l’utilizzo delle fonti rinnovabili in giro per il mondo, con una capacità produttiva di 626 megawatt – 286 dei quali sono arrivati dai pannelli solari nel 2017. Anche il nuovo quartier generale di Cupertino è letteralmente costellato di pannelli solari in cima all’edificio.

Per quanto riguarda i fornitori di energia di cui si serve la corporation, inoltre, 23 organizzazioni si sono già impegnate per agire esclusivamente su fonti rinnovabili. Quindici nuovi progetti sono infine ancora in costruzione, e l’obiettivo è generare 1,4 gigawatt in 11 paesi.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti