Apple cura QuickTime e AirPort

La mamma del Mac ha distribuito alcuni aggiornamenti che risolvono una seria vulnerabilità di sicurezza nel player QuickTime e alcuni bug nell'adattatore wireless AirPort

Cupertino (USA) – Apple ha rilasciato una versione aggiornata del proprio media player QuickTime che corregge una seria falla di sicurezza, la stessa sfruttata dal ricercatore Dino Dai Zovi per vincere il recente contest “Hack a Mac” organizzato in seno alla conferenza CanSecWest .

In questo advisory Apple spiega che la vulnerabilità colpisce QuickTime for Java e può essere innescata da una applet Java maligna: un aggressore potrebbe sfruttarla per eseguire del codice a propria scelta e prendere il controllo del sistema da remoto.

Per risolvere il problema gli utenti devono scaricare QuickTime 7.1.6, disponibile qui per Windows e Mac OS X. Questa versione del player aggiunge anche il supporto a Final Cut Studio 2.0 e sistema alcuni bug minori.

Negli scorsi giorni la casa della Mela ha distribuito anche il Security Update 2007-004 1.1 e l’ AirPort Extreme Update 2007-003 , entrambi contenenti alcuni bug fix per l’adattatore wireless AirPort.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Mario Esposito scrive:
    Linux!
    Per chi pensa che il pc è una alternativa alla playstation, per chi preferisce fumo negli occhi ( belle interfaccie a dicapito di efficienza e funzionalità),per chi pensa di ringraziare microsoft per vistam per chi in pratica non capisce un C***0 di informatica pc tecnologia server client ftp ssh http php asp configurazione amministrazione sicurezza rsa des triple des apache triple hand-shake dns nic hack etc etc.....(mi sto rivolgendo a voi) please close you mouth and go in shut-up mode! non avete proprio idea di cosa si possa fare con linux che con windows non si può e in maniera totalmente "gratuita".Ricordate che Microsoft è una azienda, e un azienda che lavora a copo di lucro non può competer con persone che lavorano per passione e con amore e soprattutto perchè si sono rotte le p**** di riavviare ogni 4 sec......ma voi preferite Windows....e fate bene perchè altrimenti ad un pc non vi sareste neppure lontanamente potuti avvicinare! byeNon voglio offendervi, voglio semplicemente farvi capire, con presunzione lo so, che se uno non è competente in materia è meglio che si limiti ad utilizzare lo strumento senza esporsi a esprimere giudizi....rischiate solo di fare figure di merda!Non puoi dirmi che una macchina che fa 500km/h al secondo senza spegnersi una sola volta in circa un mese ma che ha una carrozzeria del 1930 sia inferiore ad una che ha la carrozzeria di una ferrari ma il motor di una cinquecento (vecchio stile) e che in pèiù si spegne ogni 100 mt.............o no!
  • Anonimo scrive:
    CONFERMO il buggatissimo
    Ho 5 macchine con feisty, ma ai miei amici consiglio ancora suse, che usavo un anno fa. Ho riportato una cinquantina di bug, con backtrace e tutto. Purtroppo hanno poche persone, soprattutto i crash di openoffice sotto gnome (per esempio apri una presentazione con impress, mandi a fullscreen, mandi in finestra e premi alt+f4, e crasha) non vengono presi in considerazione per diversi mesi. Ubuntu è sicuramente la distribuzione più usabile, ma ahimè anche fra le più buggate.
    • Anonimo scrive:
      Re: CONFERMO il buggatissimo
      - Scritto da:
      Ubuntu è sicuramente la distribuzione più
      usabile, ma ahimè anche fra le più
      buggate.Sarà, ma a me il bug di OOo (E non di Ubuntu) da te riportato non capita
  • Anonimo scrive:
    Chi usa Linux è un sadomasochista
    - su linux il tuo hardware non verrà mai sfruttato come si deve perchè non esistono driver e quelli che ci sono sono poco performanti- su linux puoi dire addio a tutte quelle belle applicazioni che ci sono per Windows- su linux puoi dire addio ai giochi dato che linux non ha le directx- su linux devi passare ore e ore a leggerti tonnellate di documentazione per sapere il comando per configurare come si deve qualcosa, visto che non c'è uno straccio di interfaccia grafica o wizardWindows Vista ROCKS!
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
      - Scritto da:
      - su linux il tuo hardware non verrà mai
      sfruttato come si deve perchè non esistono driver
      e quelli che ci sono sono poco
      performantiballe
      - su linux puoi dire addio a tutte quelle belle
      applicazioni che ci sono per
      Windowsbugia
      - su linux puoi dire addio ai giochi dato che
      linux non ha le
      directxfalso
      - su linux devi passare ore e ore a leggerti
      tonnellate di documentazione per sapere il
      comando per configurare come si deve qualcosa,
      visto che non c'è uno straccio di interfaccia
      grafica o
      wizard
      Windows Vista ROCKS!sbagliato
      • Anonimo scrive:
        Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        - su linux il tuo hardware non verrà mai

        sfruttato come si deve perchè non esistono
        driver

        e quelli che ci sono sono poco

        performanti

        balle


        - su linux puoi dire addio a tutte quelle belle

        applicazioni che ci sono per

        Windows

        bugia


        - su linux puoi dire addio ai giochi dato che

        linux non ha le

        directx

        falsoSu tutto il resto hai ragione, ma sui giochi proprio no, ce ne sono un sacco che non girano su linux neanche con wine.


        - su linux devi passare ore e ore a leggerti

        tonnellate di documentazione per sapere il

        comando per configurare come si deve qualcosa,

        visto che non c'è uno straccio di interfaccia

        grafica o

        wizard

        Windows Vista ROCKS!

        sbagliato
        • Anonimo scrive:
          Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
          - Scritto da:


          - su linux puoi dire addio ai giochi dato che


          linux non ha le


          directx



          falso
          Su tutto il resto hai ragione, ma sui giochi
          proprio no, ce ne sono un sacco che non girano su
          linux neanche con
          wine.falso "puoi dire addio ai giochi": http://www.ubuntugames.org/
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            - su linux puoi dire addio ai giochi dato
            che



            linux non ha le



            directx





            falso

            Su tutto il resto hai ragione, ma sui giochi

            proprio no, ce ne sono un sacco che non girano
            su

            linux neanche con

            wine.

            falso "puoi dire addio ai giochi":
            http://www.ubuntugames.org/Guarda che questo qui intende giochi di diverso tipo. Io uso il pc per giocare e per lavoro e secondo me esistono tantissimi giochi validissimi nella lista che hai linkato e li gioco su linux ma purtroppo sono costretto a tenere il dual boot.ci sono troppi titoli che non si possono che giocare su win.
          • Anonimo scrive:
            Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
            - Scritto da:

            falso "puoi dire addio ai giochi":

            http://www.ubuntugames.org/
            Guarda che questo qui intende giochi di diverso
            tipo.quindi quel che ha detto è falsoi giochi ci sono, punto
    • Anonimo scrive:
      Re: Chi usa Linux è un sadomasochista
      - Scritto da:
      - su linux il tuo hardware non verrà mai
      sfruttato come si deve perchè non esistono driver
      e quelli che ci sono sono poco
      performantiVeramente con i monitor puoi raggiungere risoluzioni piu' alte, schede tv che su linux non fanno il preview multicanale su windows lo fanno, inoltre l'hw non cessa mai di essere supportato.
      - su linux puoi dire addio a tutte quelle belle
      applicazioni che ci sono per
      Windows
      - su linux puoi dire addio ai giochi dato che
      linux non ha le
      directx
      - su linux devi passare ore e ore a leggerti
      tonnellate di documentazione per sapere il
      comando per configurare come si deve qualcosa,
      visto che non c'è uno straccio di interfaccia
      grafica o
      wizard
      Windows Vista ROCKS!
  • Anonimo scrive:
    Siate seri, ma ce li vedete clienti ..
    Siate seri, ma ce li vedete i clienti che entrano in un Superstore a chiedere un PC con linux montato? Famiglie, casalighe di Voghera, Studentelli... (rotfl)Linux è sempre stato un FIASCO e FIASCO rimarrà
  • 5ze247940 scrive:
    Grazie a Vista!!!
    Grazie a MS Vista e alla sua illuminata strategia di marketing(non mi riferisco solo ai prezzi ma anche alle varie castrazioni dei suoi 5 tipi diversi di licensing), grazie agli utenti windows talebani(che mi ricordano come è bello giocare a campo minato con un'installazione base,vabbe forse mentre si fa gli update è comodo), grazie al forum che ho letto con mille sorrisi, grazie per aver puntato sulla ritenzione(protezione copryright uno vale l'altro) delle idee ed aver tentato invano di far passare in un silenzio assordante il tuo TCMPA(ok qui se ne è parlato ma non credo sia diffuso il concetto)...Grazie per aver dato una mano significativa ad un'alternativa!!!E ancora piu grazie a OPENOFFICE,FIREFOX e compagnia per aver portato su piu piattaforme gli stessi prodotti sperando che chi con windows non ci gioca possa passare (io ci credo) in modo indolore dall'uno all'altro sistema...OK fine ringraziamenti,che vi devo dire oggi mi sembra una bella giornata(no non dipende dalla notizia ;)
  • Anonimo scrive:
    No, ancora non ci siamo
    Perchè risulta così complesso per i produttori capire che io, sul mio nuovo PC, *non* voglio nessun sistema operativo preinstallato?Non voglio Linux, Windows, Mac OSX, DOS, Minix, Unix, CBM BASIC o quant'altro, voglio smplicemente comperare un PC (in fondo è quello che loro producono). Non mi sembra che il concetto richieda otto/dieci lauree per esser capito. Perchè non posso mai scegliere cosa comprare, devo adattarmi a quello che propongono. E' come se si andasse da un concessionario per acquistare una vettura e sentirsi dire che non può esser venduta senza 1Kg di mozzarelle oppure 4 nani da giardino.
    • Anonimo scrive:
      Re: No, ancora non ci siamo
      - Scritto da:
      Perchè risulta così complesso per i produttori
      capire che io, sul mio nuovo PC, *non* voglio
      nessun sistema operativo
      preinstallato?
      Non voglio Linux, Windows, Mac OSX,.....
      E' come se si andasse da un concessionario per
      acquistare una vettura e sentirsi dire che non
      può esser venduta senza 1Kg di mozzarelle oppure
      4 nani da giardino.Credo che il problema sia la garanzia e l'assistenza: ti DEVONO dare una macchina PROVABILE, al massimo ti danno la scelta tra vari OS.E' come andare a comprare una macchina: le gomme te le DEVONO mettere (e far pagare), anche se, in alcuni casi, si può scegliere tra 2 o 3 marche che possono NON essere quelle che vuoi tu!Saluti................Enrico (c64)(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: No, ancora non ci siamo

        Credo che il problema sia la garanzia e
        l'assistenza: ti DEVONO dare una macchina
        PROVABILE, al massimo ti danno la scelta tra vari
        OS.
        E' come andare a comprare una macchina: le gomme
        te le DEVONO mettere (e far pagare), anche se, in
        alcuni casi, si può scegliere tra 2 o 3 marche
        che possono NON essere quelle che vuoi
        tu!

        Saluti...
        .............Enrico (c64)(linux)Ciao,ma scusa, quanta gente conosci che compra il PC e lo prova direttamente al negozio?L'esempio con l'automobile è diverso, io non posso circolare senza gli pneumatici nemmeno se volessi mentre il sistema operativo lo installo io quando arrivo a casa. Se qualcosa non funziona lo scopro. Ovviamente non mi posso lamentare se l'hardware che ho comprato non è compatibile con il sistema operativo che desidero montare, sono problemi miei quelli. Io dico che un produttore dovrebbe semplicemente vendere il PC pubblicandone le caratteristiche hardware e magari aggiungendo come nota la compatibilità con una o più sistemi operativi (Ubuntu, Debian, Vista, XP, Slackware, FreeBSD o quant'altro). Poi se io sono un neofita o semplicemente non voglio grattacapi chiedo al produttore (o al rivenditore se ne è in grado) che il PC mi sia dato con uno dei sistemi operativi proposti (ovviamente pagandone il prezzo previsto per l'istallazione ed il prodotto) altrimenti lo compro senza. Poi sono problemi miei. Non vedo problemi con la garanzia. Se il produttore dice che il PC è compatibile con Vista ed io ci metto Minix non posso mica appellarmi alla garanzia se qualcosa non funziona.
    • Anonimo scrive:
      Re: No, ancora non ci siamo
      - Scritto da:
      Perchè risulta così complesso per i produttori
      capire che io, sul mio nuovo PC, *non* voglio
      nessun sistema operativo
      preinstallato?Perche' non conviene loro escludere dai loro cataloghi i prodotti microsoft, come succederebbe se provassero a spezzare i contratti capestro con cui microsoft monopolizza il mercato da anni.
      • Anonimo scrive:
        Re: No, ancora non ci siamo
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Perchè risulta così complesso per i produttori

        capire che io, sul mio nuovo PC, *non* voglio

        nessun sistema operativo

        preinstallato?

        Perche' non conviene loro escludere dai loro
        cataloghi i prodotti microsoft, come succederebbe
        se provassero a spezzare i contratti capestro con
        cui microsoft monopolizza il mercato da
        anni.Ma nessuno gli chiede di escludere i prodotti Microsoft dai loro cataloghi. Semplicemente mi dai la possibilità di scegliere. Io posso sempre comprare il PC con Vista e Office preinstallati, pago i prodotti e la "manodopera" per la loro installazione e sono a posto cosi, se non li voglio, non ce li metti e basta. Tutto qui.
        • Anonimo scrive:
          Re: No, ancora non ci siamo
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Perchè risulta così complesso per i produttori


          capire che io, sul mio nuovo PC, *non* voglio


          nessun sistema operativo


          preinstallato?

          Perche' non conviene loro escludere dai loro

          cataloghi i prodotti microsoft, come
          succederebbe

          se provassero a spezzare i contratti capestro
          con

          cui microsoft monopolizza il mercato da

          anni.
          Ma nessuno gli chiede di escludere i prodotti
          Microsoft dai loro cataloghi. Certo che glie lo chiedono !!! E' la microsoft stessa che nei suoi contratti di dice o con noi e basta o niente prodotti Microsoft !!
          Semplicemente mi dai la possibilità di
          scegliere. Io posso sempre comprare il PC con
          Vista e Office preinstallati, pago i prodotti
          e la "manodopera" per la loro installazione e
          sono a posto cosi, se non li voglio, non ce li
          metti e basta. Tutto qui.Dillo a microsoft...
          • Anonimo scrive:
            Re: No, ancora non ci siamo

            Certo che glie lo chiedono !!! E' la microsoft
            stessa che nei suoi contratti di dice o con noi e
            basta o niente prodotti Microsoft
            !!Ma che stai dicendo?Questa mi sembra una posizione da "troller estremista". Ma secondo te la Microsoft a cosa deve che i suoi prodotti siano i più diffusi se non proprio al fatto che essi sono distribuiti su larga scala dai produttori di PC? Chi comprerebbe un prodotto Microsoft come Office e compagni se non avesse già Windows? Se imporrebbe quello che dici tu, fallirebbe. Il produttore di PC ha interesse a vendere il suo prodotto, non quelli della Microsoft.
            Dillo a microsoft...Secondo me parli a sproposito e senza cognizioni di causa.
          • Anonimo scrive:
            Re: No, ancora non ci siamo
            - Scritto da:

            Certo che glie lo chiedono !!! E' la microsoft

            stessa che nei suoi contratti di dice o con noi
            e

            basta o niente prodotti Microsoft

            !!
            Ma che stai dicendo?
            Questa mi sembra una posizione da "troller
            estremista". Ma secondo te la Microsoft a cosa
            deve che i suoi prodotti siano i più diffusi se
            non proprio al fatto che essi sono distribuiti su
            larga scala dai produttori di PC? Chi comprerebbe
            un prodotto Microsoft come Office e compagni se
            non avesse già Windows? Se imporrebbe quello che
            dici tu, fallirebbe. Il produttore di PC ha
            interesse a vendere il suo prodotto, non quelli
            della
            Microsoft.


            Dillo a microsoft...
            Secondo me parli a sproposito e senza cognizioni
            di
            causa.Se c'e' una cosa su cui ha ragione e' proprio la "causa" : forse non lo sai ma sta parlando di una delle prime cose per cui microsoft venne denunciata per abuso di posizione dominante, processata e multata.
  • Anonimo scrive:
    E' l'anno di Linux !
    Questo è l'anno di Linux.. vedrete come tutti correranno a comprare le macchine con LINUX pre Installato !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E' l'anno di Linux !
      - Scritto da:
      Questo è l'anno di Linux.. vedrete come tutti
      correranno a comprare le macchine con LINUX pre
      Installato
      !!!!finalmente! l'anno di linuuuux è arrivato, la profezia... (rotfl)adesso che corro a comprare una macchina con un kernel monolitico incluso... non vedo l'ora di provare l'ebrezza degli anni 70detto questo ti faccio notare che questo è l'ennesimo tentativo di alcune industrie di hardware di guadagnare soldi vendendo indirettamente linux e tutto il software gratis scritto da quei muli che non percepiscono un centesimo, non mi pare poi sta grande novità
      • Anonimo scrive:
        Re: E' l'anno di Linux !
        beh e'quantomeno evidente che questo si preannuncia come l'anno in cui i gruppi di subnormali di tutte le fazioni [di cui abbiamo due esimi rappresentanti nei post di sopra] finalmente potranno uscire [e dal fatto che postano, lo hanno giá fatto] alla luce del sole senza essere trattati da dementi.
      • Giambo scrive:
        Re: E' l'anno di Linux !
        - Scritto da:
        adesso che corro a comprare una macchina con un
        kernel monolitico incluso...Il Kernel non e' hardware, testina ;) !
        non vedo l'ora di
        provare l'ebrezza degli anni
        70Sei troppo giovane per aver vissuto i mitici anni 70 ... Probabilmente pure gli 80 ... E gran parte dei 90 :) ... Ma sto' divagando: Parlaci della tua esperienza, raccontaci di come il kernel di Linux abbia influenzato la tua navigazione su Punto Informatico :) !!
      • Anonimo scrive:
        Re: E' l'anno di Linux !
        zero centesimi ? si si, come no...al GSoC ti becchi 4500 euro NETTI per un lavoro di 2 mesi, magari m'avessero preso :(
        • Anonimo scrive:
          Re: E' l'anno di Linux !
          - Scritto da:
          zero centesimi ? si si, come no...al GSoC ti
          becchi 4500 euro NETTI per un lavoro di 2 mesi,
          magari m'avessero preso
          :(4500 netti in due mesi?Uno spara gestionali VB guadagna mediamente il doppio (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: E' l'anno di Linux !
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            zero centesimi ? si si, come no...al GSoC ti

            becchi 4500 euro NETTI per un lavoro di 2 mesi,

            magari m'avessero preso

            :(

            4500 netti in due mesi?

            Uno spara gestionali VB guadagna mediamente il
            doppio
            (rotfl)Ma dove ? Che te ne mando a centinaia che non hanno mai visto piu' di 1200 al mese...
          • Anonimo scrive:
            Re: E' l'anno di Linux !
            1200 ? forse lordi, da cui togliere le tasse, l'assicurazione e tutto. Mediamente stanno sugli 850.
          • Anonimo scrive:
            Re: E' l'anno di Linux !
            - Scritto da:
            1200 ? forse lordi, da cui togliere le tasse,
            l'assicurazione e tutto. Mediamente stanno sugli
            850.Cioè meno di un operaio FIAT... inoltre un operaio FIAT non è costretto ad andare in giro nei forum a parlar male di Renault e Ford...
  • Anonimo scrive:
    Forse anche toshiba =)
    http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2007/04/toshiba-computer.shtml?uuid=835eb32a-f176-11db-aa9f-00000e251029&DocRulesView=Libero:)
  • Anonimo scrive:
    e un bel chissenefrega ce lo mettiamo!?
    e un bel chissenefrega ce lo mettiamo!? non gli costa niente a dell farsi pubblicità in questo modo ... sono anni che sento queste fregnacce ...
    • Anonimo scrive:
      Re: e un bel chissenefrega ce lo mettiam
      - Scritto da:
      e un bel chissenefrega ce lo mettiamo!? Tu sei uno di quelle persone che non perde occasione per entrare prepotentemente nel discorso solo per dire che ... non gliene frega nulla :D !!Un genio (rotfl) !
      sono anni che sento queste fregnacce ...Quindi secondo te Dell mente ?
    • Anonimo scrive:
      Re: e un bel chissenefrega ce lo mettiam
      Nessuna operazione precedente a questa poteva contare sulla sinergia fra un grosso produttore e una distro di successo come ubuntu.Ubuntu rappresenta un salto senza precedenti per Linux, ha i numeri per trainare considerevolmente le vendite anche di un grosso produttore, Dell ha visto giusto nell'arrivare primo ad accattivarsene le simpatie, specie in un settore prima negletto come i notebook, dove finora i grandi produttori, come IBM, prima che cedesse ai cinesi, rilasciavano solo soluzioni adatte alle grandi imprese.
    • Anonimo scrive:
      Re: e un bel chissenefrega ce lo mettiam
      - Scritto da:
      e un bel chissenefrega ce lo mettiamo!?
      non gli costa niente a dell farsi pubblicità in
      questo modo ...

      sono anni che sento queste fregnacce ...beh a me me ne frega eccome io non voglio pagare una porcata che disinstallo immediatamente, se a te invece tale porcata ti serve tantissimo contento tu
    • Anonimo scrive:
      Re: e un bel chissenefrega ce lo mettiam
      Sparisci!Lurido e puzzolente PRETORIANO!!
  • Anonimo scrive:
    DELL farà retromarcia perchè non convien
    Vi ricordate anni fa quando aveva provato a distribuire linux e poi ha dovuto fare retromarcia perchè nessuno lo voleva? (rotfl)E' poco conveniente comprare un DELL con linux preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare 20 euro in più e avere Windows Vista piuttosto che pagare la stessa cifra per un OS free che se vuoi puoi scaricare anche da internet.E poi dove vuoi andare con linux, che non supporta nemmeno le DirectX per giocare? Siate seri...
    • Anonimo scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con
      - Scritto da:
      Vi ricordate anni fa quando aveva provato a
      distribuire linux e poi ha dovuto fare
      retromarcia perchè nessuno lo voleva?
      (rotfl)No, non mi ricordo. Hai qualche link a proposito ?
      E' poco conveniente comprare un DELL con linux
      preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare 20
      euro in più e avere Windows Vista piuttosto che
      pagare la stessa cifra per un OS free che se vuoi
      puoi scaricare anche da
      internet.Quindi i Dell con Linux costeranno come i Dell con Windows ? Dove l'hai letto ?
      E poi dove vuoi andare con linux, che non
      supporta nemmeno le DirectX per giocare?C'è gente che con i PC ci lavora ...
      • ecc scrive:
        Re: DELL farà retromarcia perchè non con
        Anche io ricordo, ci provo' anche IBM su qualche thinkpad e pure la HP. Ma son rimembranze...Comunque parlando di retromarcie della Dell, non sembra che sarebbe la prima in questo periodo:http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1965548No?che ne pensi?
        • Anonimo scrive:
          Re: DELL farà retromarcia perchè non con
          - Scritto da: ecc
          Anche io ricordo, ci provo' anche IBM su qualche
          thinkpad e pure la HP. Ma son
          rimembranze...
          Comunque parlando di retromarcie della Dell, non
          sembra che sarebbe la prima in questo
          periodo:

          http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1965548

          No?
          che ne pensi?IBM non ci ha semplicemente "provato", non so se adesso i cinesi che hanno rilevato la divisione PC continuino a farli, ma faceva dei notebook con Linux configurati sulle esigenze delle grandi imprese. Tra l'altro un portatile IBM con Linux è stato uno dei primi computer a utilizzare hardware Trusted Computing, ovviamente non per le esigenze delle major disco- e cinematografiche, né di quelle delle SW house, ma per quelle di sicurezza, crittografia e autenticazione delle aziende acquirenti dei PC.
    • Anonimo scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con

      E poi dove vuoi andare con linux, che non
      supporta nemmeno le DirectX per giocare?
      Fammi capire: tu hai il PC solo per giocare?Ah no aspetta, lo usi anche per scaricare dal mulo, ah bé allora capisco perché ti ervono le Direct X.No un momento le Direct X ti servono anche per scrivere Mail, navigare in Internet, usare programmi di contabilitá, fare fotoritocco etc.Scusa, non sapevo che le Direct X fossero usate da cosí tante applicazioni.Tienti Vista il Migliore SO al MOndo perché ha le......... indovina un po.
      • Anonimo scrive:
        Re: DELL farà retromarcia perchè non con
        - Scritto da:


        E poi dove vuoi andare con linux, che non

        supporta nemmeno le DirectX per giocare?


        Fammi capire: tu hai il PC solo per giocare?
        Ah no aspetta, lo usi anche per scaricare dal
        mulo, ah bé allora capisco perché ti ervono le
        Direct
        X.
        No un momento le Direct X ti servono anche per
        scrivere Mail, navigare in Internet, usare
        programmi di contabilitá, fare fotoritocco
        etc.
        Scusa, non sapevo che le Direct X fossero usate
        da cosí tante
        applicazioni.
        Tienti Vista il Migliore SO al MOndo perché ha
        le......... indovina un
        po.Le DirectX sono attive anche nell'uso del desktop... anche non in Vista che usa Direct3D di DirectX 10. Negli OS precedenti invece è DirectDraw attivo, le chiamate GDI/GDI+ passano lungo DirectDraw da tempo.Ascoltare file audio in programmi come Winamp si usa il DirectSound...... decodifica di filmati come i DiVX con WMP9/10/11 o DiVX Player si usare DirectShow.
    • MandarX scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con

      E' poco conveniente comprare un DELL con linux
      preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare 20
      euro in più e avere Windows Vista piuttosto che
      pagare la stessa cifra per un OS free che se vuoi
      puoi scaricare anche da
      internet.perche?
    • Anonimo scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con
      - Scritto da:
      Vi ricordate anni fa quando aveva provato a
      distribuire linux e poi ha dovuto fare
      retromarcia perchè nessuno lo voleva?
      (rotfl)
      E' poco conveniente comprare un DELL con linux
      preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare 20
      euro in più e avere Windows Vista piuttosto che
      pagare la stessa cifra per un OS free che se vuoi
      puoi scaricare anche da
      internet.
      E poi dove vuoi andare con linux, che non
      supporta nemmeno le DirectX per giocare?

      Siate seri...sorpresa sorpresa, il computer per giocare è usato pochissimo, la maggior parte dei computer venduti specialmente portatili ha schede video integrate orrende che non farebbero mai girare giochi più recenti di 7-8 anni, la maggior parte dei computer è usata per internet e office, PUNTO
      • Anonimo scrive:
        Re: DELL farà retromarcia perchè non con
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Vi ricordate anni fa quando aveva provato a

        distribuire linux e poi ha dovuto fare

        retromarcia perchè nessuno lo voleva?

        (rotfl)

        E' poco conveniente comprare un DELL con linux

        preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare
        20

        euro in più e avere Windows Vista piuttosto che

        pagare la stessa cifra per un OS free che se
        vuoi

        puoi scaricare anche da

        internet.

        E poi dove vuoi andare con linux, che non

        supporta nemmeno le DirectX per giocare?



        Siate seri...
        sorpresa sorpresa, il computer per giocare è
        usato pochissimo, la maggior parte dei computer
        venduti specialmente portatili ha schede video
        integrate orrende che non farebbero mai girare
        giochi più recenti di 7-8 anni, la maggior parte
        dei computer è usata per internet e office,
        PUNTOSì, come no. Sarà per questo che un economico HP Core2 T2060 con GPU Intel 945GM integrata fa girare Black & White 2 ad oltre 50fps ...
        • Anonimo scrive:
          Re: DELL farà retromarcia perchè non con
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Vi ricordate anni fa quando aveva provato a


          distribuire linux e poi ha dovuto fare


          retromarcia perchè nessuno lo voleva?


          (rotfl)


          E' poco conveniente comprare un DELL con linux


          preinstallato, nessuno lo vuole, meglio pagare

          20


          euro in più e avere Windows Vista piuttosto
          che


          pagare la stessa cifra per un OS free che se

          vuoi


          puoi scaricare anche da


          internet.


          E poi dove vuoi andare con linux, che non


          supporta nemmeno le DirectX per giocare?





          Siate seri...

          sorpresa sorpresa, il computer per giocare è

          usato pochissimo, la maggior parte dei computer

          venduti specialmente portatili ha schede video

          integrate orrende che non farebbero mai girare

          giochi più recenti di 7-8 anni, la maggior parte

          dei computer è usata per internet e office,

          PUNTO

          Sì, come no. Sarà per questo che un economico HP
          Core2 T2060 con GPU Intel 945GM integrata fa
          girare Black & White 2 ad oltre 50fps ...Andra' in opengl (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: DELL farà retromarcia perchè non con
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:



            Vi ricordate anni fa quando aveva provato a



            distribuire linux e poi ha dovuto fare



            retromarcia perchè nessuno lo voleva?



            (rotfl)



            E' poco conveniente comprare un DELL con
            linux



            preinstallato, nessuno lo vuole, meglio
            pagare


            20



            euro in più e avere Windows Vista piuttosto

            che



            pagare la stessa cifra per un OS free che se


            vuoi



            puoi scaricare anche da



            internet.



            E poi dove vuoi andare con linux, che non



            supporta nemmeno le DirectX per giocare?







            Siate seri...


            sorpresa sorpresa, il computer per giocare è


            usato pochissimo, la maggior parte dei
            computer


            venduti specialmente portatili ha schede video


            integrate orrende che non farebbero mai girare


            giochi più recenti di 7-8 anni, la maggior
            parte


            dei computer è usata per internet e office,


            PUNTO



            Sì, come no. Sarà per questo che un economico HP

            Core2 T2060 con GPU Intel 945GM integrata fa

            girare Black & White 2 ad oltre 50fps ...

            Andra' in opengl (rotfl)Black & White 2 usa Direct3D
          • Anonimo scrive:
            Re: DELL farà retromarcia perchè non con
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da:




            Vi ricordate anni fa quando aveva provato
            a




            distribuire linux e poi ha dovuto fare




            retromarcia perchè nessuno lo voleva?




            (rotfl)




            E' poco conveniente comprare un DELL con

            linux




            preinstallato, nessuno lo vuole, meglio

            pagare



            20




            euro in più e avere Windows Vista
            piuttosto


            che




            pagare la stessa cifra per un OS free che
            se



            vuoi




            puoi scaricare anche da




            internet.




            E poi dove vuoi andare con linux, che non




            supporta nemmeno le DirectX per giocare?









            Siate seri...



            sorpresa sorpresa, il computer per giocare è



            usato pochissimo, la maggior parte dei

            computer



            venduti specialmente portatili ha schede
            video



            integrate orrende che non farebbero mai
            girare



            giochi più recenti di 7-8 anni, la maggior

            parte



            dei computer è usata per internet e office,



            PUNTO





            Sì, come no. Sarà per questo che un economico
            HP


            Core2 T2060 con GPU Intel 945GM integrata fa


            girare Black & White 2 ad oltre 50fps ...



            Andra' in opengl (rotfl)

            Black & White 2 usa Direct3DAnche, anche Opengl 2.0
    • Anonimo scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con
      si vede che quando uno non sa un c***o deve parlare a vanvera he?le DirectX sono una tecnologia MS e solo per sistemi MScosa centra DirectX con Linux???IDIOTA!
    • Anonimo scrive:
      Re: DELL farà retromarcia perchè non con
      Io un PC con Windows già ce l'ho, per giocare sono a posto, quindi se prendo un altro PC non mi serve Windows anche su quello.
      • Anonimo scrive:
        Re: DELL farà retromarcia perchè non con
        - Scritto da:
        Io un PC con Windows già ce l'ho, per giocare
        sono a posto, quindi se prendo un altro PC non mi
        serve Windows anche su
        quello.Io ne ho 5 di PC, tutti con XP e Win2003
        • Anonimo scrive:
          Re: DELL farà retromarcia perchè non con
          - Scritto da:
          Io ne ho 5 di PC, tutti con XP e Win2003Sei ricco :| !
          • Anonimo scrive:
            Re: DELL farà retromarcia perchè non con
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Io ne ho 5 di PC, tutti con XP e Win2003

            Sei ricco :| !Veramente non ho un soldo. Sono tutti vecchi di 4 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: DELL farà retromarcia perchè non con
            - Scritto da:

            Sei ricco :| !

            Veramente non ho un soldo. Sono tutti vecchi di 4
            anni.Parlavo delle licenze, non hell'HW ...
  • Anonimo scrive:
    Il cambiamento...
    Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti combattono, poi vinci. Mahatma Gandhi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cambiamento...
      "Poi ti svegli tutto sudato e corri a ricompilare" Linuzzo Iuser- Scritto da:
      Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti
      combattono, poi vinci. Mahatma
      Gandhi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il cambiamento...
        - Scritto da:
        "Poi ti svegli tutto sudato e corri a
        ricompilare" Linuzzo
        IuserC'e' chi puo', se vuole, ad esempio su windows non si puo' ottimizzare il proprio kernel volendo...
        - Scritto da:

        Prima ti ignorano, poi ti deridono, poi ti

        combattono, poi vinci. Mahatma

        Gandhi.
  • Anonimo scrive:
    mi avete convinto
    vorrei installarla e vedere com'è?e un po che seguo questa distro ma l'unica cosa che mi blocca e che non so se si trovano guide tutorial e derivati vari per la configurazionelink accetti :Dtnk
    • Anonimo scrive:
      Re: mi avete convinto
      - Scritto da:
      vorrei installarla e vedere com'è?
      e un po che seguo questa distro ma l'unica cosa
      che mi blocca e che non so se si trovano guide
      tutorial e derivati vari per la
      configurazione
      link accetti :D
      tnkC'è un sito di Ubuntu con forum in italiano dove troverai tutte le info che vuoi.Cercalo con San Google, lui sa dov'é
    • Anonimo scrive:
      Re: mi avete convinto
      - Scritto da:
      vorrei installarla e vedere com'è?
      e un po che seguo questa distro ma l'unica cosa
      che mi blocca e che non so se si trovano guide
      tutorial e derivati vari per la
      configurazione
      link accetti :D
      tnknon vale una lira, per questo è gratis
      • Anonimo scrive:
        Re: mi avete convinto
        - Scritto da:
        non vale una lira, per questo è gratisSesso a pagamento, eh ;) ?
        • Anonimo scrive:
          Re: mi avete convinto
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          non vale una lira, per questo è gratis

          Sesso a pagamento, eh ;) ?Meglio andare con una prostituta pagandola che far finta di avere una fidanzata o una moglie che poi è una prostituta e il finto amore da telenovela finisce dopo qualche sessione di sesso...
          • Anonimo scrive:
            Re: mi avete convinto
            - Scritto da:

            Sesso a pagamento, eh ;) ?

            Meglio andare con una prostituta pagandola che
            far finta di avere una fidanzata o una moglie che
            poi è una prostituta e il finto amore da
            telenovela finisce dopo qualche sessione di
            sesso...la cicogna quando ti ha portato deve aver urtato violentemente il comignolo :D !
    • Anonimo scrive:
      Re: mi avete convinto
      http://www.ubuntu-it.org/http://www.ubuntu.com/http://wiki.ubuntu-it.org/Documentazione/Indicehttp://64.79.199.187/mediawiki/index.php/Ubuntu_Semplice
  • Anonimo scrive:
    Automatix o EasyUbuntu?
    Qual'è migliore per completare l'installazione di Ubuntu, Kubuntu, etc?Automatix o EasyUbuntu?O per caso c'è di meglio?Il team Ubuntu li sconsiglia, ma nel frattempo sono uscite versioni meno problematiche, d'altra parte uno degli workaround alternativi proposti da Ubuntu per i codec non è applicabile a Kubuntu.Volendo fare a mano nel modo meno problematico possibile è consigliabile mettere nella sources.list solo il repository "multiverse" della versione corrente, tralasciando quello -backports, o sbaglio? Se non vado errato è soprattutto abilitando i backports e in seguito installando pacchetti sconsigliati con "--force-yes" che si aumenta la possibilità di incasinare le dipendenze e causare grossi pasticci se e quando in seguito si voglia fare un dist-upgrade...Alla luce di queste considerazioni, ammesso che siano giuste, c'è uno script che installi un corredo completo dei plugin e codec più usati, che però faccia questo utilizzando solo i repository della versione in uso, senza backports, a costo magari di non avere sempre l'ultima versione di tutto, ma scongiurando casini sulle dipendenze?
    • pikappa scrive:
      Re: Automatix o EasyUbuntu?
      - Scritto da:
      Qual'è migliore per completare l'installazione di
      Ubuntu, Kubuntu,
      etc?[CUT]
      Alla luce di queste considerazioni, ammesso che
      siano giuste, c'è uno script che installi un
      corredo completo dei plugin e codec più usati,
      che però faccia questo utilizzando solo i
      repository della versione in uso, senza
      backports, a costo magari di non avere sempre
      l'ultima versione di tutto, ma scongiurando
      casini sulle
      dipendenze?Ma sai che con feisty non mi sono ancora serviti!Se non hai un codec feisty te lo installa automaticamente abilitando fra l'altro anche i repository universe e multiverse aggiuntivi, bastano 2 click nella finestra che appare quando il file non è supportato, per altre mancanze puoi abilitare il repository medibuntu che non crea casini
      • Anonimo scrive:
        Re: Automatix o EasyUbuntu?
        - Scritto da: pikappa

        - Scritto da:

        Qual'è migliore per completare l'installazione
        di

        Ubuntu, Kubuntu,

        etc?
        [CUT]

        Alla luce di queste considerazioni, ammesso che

        siano giuste, c'è uno script che installi un

        corredo completo dei plugin e codec più usati,

        che però faccia questo utilizzando solo i

        repository della versione in uso, senza

        backports, a costo magari di non avere sempre

        l'ultima versione di tutto, ma scongiurando

        casini sulle

        dipendenze?

        Ma sai che con feisty non mi sono ancora serviti!
        Se non hai un codec feisty te lo installa
        automaticamente abilitando fra l'altro anche i
        repository universe e multiverse aggiuntivi,
        bastano 2 click nella finestra che appare quando
        il file non è supportato, per altre mancanze puoi
        abilitare il repository medibuntu che non crea
        casiniAvevo sentito 'sta cosa, è che io ho ancora Dapper. Medibuntu, se non sbaglio, è il repository usato da EasyUbuntu.Di EasyUbuntu non mi piace che proponga il Real Player, odio Real per l'invadenza che aveva il suo player su Windows, dove l'ho eliminato appena ho scoperto Real Alternative.Ma a questo punto, forse, finché ho ancora poche applicazioni installate, e quindi il rischio di incasinare le dipendenze è minimo, non mi converrà fare il dist-upgrade? A occhio e croce dovrebbe essere anche più semplice che installare script di terze parti.Fare le cose a mano, di per sé, non sarebbe difficile, la difficoltà maggiore sarebbe farsi una lista abbastanza completa delle cose da installare e, peggio, individuare il nome dei pacchetti da installare con adept: quando avevo Debian Sarge per certe cose in cui il nome del pacchetto era troppo diverso dal nome dell'applicazione facevo prima a cercare con Google e installare con apt-get che a cercare e installare con aptitude, che in apparenza sarebbe stata la via più breve.
    • Anonimo scrive:
      Re: Automatix o EasyUbuntu?
      - Scritto da:
      Qual'è migliore per completare l'installazione di
      Ubuntu, Kubuntu,
      etc?
      Automatix o EasyUbuntu?
      O per caso c'è di meglio?
      Il team Ubuntu li sconsiglia, ma nel frattempo
      sono uscite versioni meno problematiche, d'altra
      parte uno degli workaround alternativi proposti
      da Ubuntu per i codec non è applicabile a
      Kubuntu.
      Volendo fare a mano nel modo meno problematico
      possibile è consigliabile mettere nella
      sources.list solo il repository "multiverse"
      della versione corrente, tralasciando quello
      -backports, o sbaglio? Se non
      vado errato è soprattutto abilitando i backports
      e in seguito installando pacchetti sconsigliati
      con "--force-yes" che si aumenta la possibilità
      di incasinare le dipendenze e causare grossi
      pasticci se e quando in seguito si voglia fare un
      dist-upgrade...
      Alla luce di queste considerazioni, ammesso che
      siano giuste, c'è uno script che installi un
      corredo completo dei plugin e codec più usati,
      che però faccia questo utilizzando solo i
      repository della versione in uso, senza
      backports, a costo magari di non avere sempre
      l'ultima versione di tutto, ma scongiurando
      casini sulle
      dipendenze?Questo dice tutto su quanto sia professionale 'sta roba -

      http://www.getautomatix.com/wiki/index.php?title=Installation Easy Direct InstallationDownload the correct file (depending on the release version of Ubuntu and your OS architecture (386/amd64). PowerPC is not supported!)Double click on the downloaded file to install it with gdebi or KDE's package installer.Running Automatix2 for the first time will automatically add the Automatix repository for all future updates.KDE users may have trouble with the direct installation. Please use the manual installation instructions instead. Also see the Advisories page before installing Automatix2. --
      • Anonimo scrive:
        Re: Automatix o EasyUbuntu?
        Caspita hai proprio ragione manca un' eula lunga 100 pagine e che nessuno mai leggerà :D :D :D :D :D :D :D :D :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Automatix o EasyUbuntu?
          - Scritto da:
          Caspita hai proprio ragione manca un' eula lunga
          100 pagine e che nessuno mai leggerà :D :D :D :D
          :D :D :D :D
          :DEvidentemente non sai leggere l'inglese e parli a vanvera.
          • Anonimo scrive:
            Re: Automatix o EasyUbuntu?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Caspita hai proprio ragione manca un' eula lunga

            100 pagine e che nessuno mai leggerà :D :D :D
            :D

            :D :D :D :D

            :D

            Evidentemente non sai leggere l'inglese e parli a
            vanvera.Evidentemente non sono il solo, rileggitelo e vediamo se capisci cosa c'è scritto. Comunque lo puoi tranquillamente installare con adept e synaptic. Avendolo fatto non ho bisogno del disclaimer... :D :D :D :DPer trollare trovati un forum di winari alle prime armi.
      • Anonimo scrive:
        Re: Automatix o EasyUbuntu?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Qual'è migliore per completare l'installazione
        di

        Ubuntu, Kubuntu,

        etc?

        Automatix o EasyUbuntu?

        O per caso c'è di meglio?

        Il team Ubuntu li sconsiglia, ma nel frattempo

        sono uscite versioni meno problematiche, d'altra

        parte uno degli workaround alternativi proposti

        da Ubuntu per i codec non è applicabile a

        Kubuntu.

        Volendo fare a mano nel modo meno problematico

        possibile è consigliabile mettere nella

        sources.list solo il repository "multiverse"

        della versione corrente, tralasciando quello

        -backports, o sbaglio? Se non

        vado errato è soprattutto abilitando i backports

        e in seguito installando pacchetti sconsigliati

        con "--force-yes" che si aumenta la possibilità

        di incasinare le dipendenze e causare grossi

        pasticci se e quando in seguito si voglia fare
        un

        dist-upgrade...

        Alla luce di queste considerazioni, ammesso che

        siano giuste, c'è uno script che installi un

        corredo completo dei plugin e codec più usati,

        che però faccia questo utilizzando solo i

        repository della versione in uso, senza

        backports, a costo magari di non avere sempre

        l'ultima versione di tutto, ma scongiurando

        casini sulle

        dipendenze?

        Questo dice tutto su quanto sia professionale
        'sta roba
        -



        http://www.getautomatix.com/wiki/index.php?title=I

        Easy Direct Installation

        Download the correct file (depending on the
        release version of Ubuntu and your OS
        architecture (386/amd64). PowerPC is not
        supported!)

        Double click on the downloaded file to install it
        with gdebi or KDE's package
        installer.

        Running Automatix2 for the first time will
        automatically add the Automatix repository for
        all future
        updates.

        KDE users may have trouble with the direct
        installation. Please use the manual installation
        instructions instead. Also see the Advisories
        page before installing Automatix2.


        --
        • Anonimo scrive:
          Re: Automatix o EasyUbuntu?
          Non si incarta proprio nulla... Ma provarlo il software prima di trollare no eh ?!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Automatix o EasyUbuntu?
            - Scritto da:
            Non si incarta proprio nulla... Ma provarlo il
            software prima di trollare no eh
            ?!!!!Trollare? Non ho detto che sia automatico che s'incarti, ma loro stessi dicono:"KDE users may have trouble with the direct installation. Please use the manual installation instructions instead. Also see the Advisories page before installing Automatix2."A questo punto, se devo complicarmi la vita per installare Automatix2, preferisco complicarmela usando solo adept, mi basta semplicemente avere una lista dei repository da abilitare e dei pacchetti da installare e sono a posto.A dire il vero, poi, alla maggior parte degli utenti basterebbe avere nel multiverse un pacchetto che fosse l'equivalente Linux di quello che è per Windows il "K-Lite Codec Pack" e un altro pacchettone coi plugin Firefox più usati, flash, acrobat, etc.NB: parlo per le versioni di (K|X)Ubuntu precedenti a Feisty, che, mi dicono, rende più facile l'installazione di codec e plugin non installabili di default per motivi di licenze, brevetti, etc., infatti sto meditando se passare a Feisty, il fatto è che normalmente preferisco aspettare un po' di bug fix prima di provare una versione nuova.
          • Anonimo scrive:
            Re: Automatix o EasyUbuntu?
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non si incarta proprio nulla... Ma provarlo il

            software prima di trollare no eh

            ?!!!!

            Trollare? Non ho detto che sia automatico che
            s'incarti, ma loro stessi
            dicono:
            "KDE users may have trouble with the direct
            installation. Please use the manual installation
            instructions instead. Also see the Advisories
            page before installing
            Automatix2."
            A questo punto, se devo complicarmi la vita per
            installare Automatix2, preferisco complicarmela
            usando solo adept, mi basta semplicemente avere
            una lista dei repository da abilitare e dei
            pacchetti da installare e sono a
            posto.
            A dire il vero, poi, alla maggior parte degli
            utenti basterebbe avere nel multiverse un
            pacchetto che fosse l'equivalente Linux di quello
            che è per Windows il "K-Lite Codec Pack" e un
            altro pacchettone coi plugin Firefox più usati,
            flash, acrobat,
            etc.
            NB: parlo per le versioni di (K|X)Ubuntu
            precedenti a Feisty, che, mi dicono, rende più
            facile l'installazione di codec e plugin non
            installabili di default per motivi di licenze,
            brevetti, etc., infatti sto meditando se passare
            a Feisty, il fatto è che normalmente preferisco
            aspettare un po' di bug fix prima di provare una
            versione
            nuova.Imparare a leggere no?!!! may !!!!! ti avvisano che se sfiga ti cogliesse di essere uno degli sfortunati devi installarlo in modo manuale che poi vuol dire cliccare su un file .deb.... veramente fuori dalla tua portata suppongo :D :D :D :D :DSu k-lite stendiamo un velo pietoso basta vedere i macelli che combina se c'è qualche altro codec installato. Per stasera hai fatto il pieno di trollate puoi anche andare a nanna.
  • Anonimo scrive:
    Sudafricani bianchi sfruttatori
    Non mi sono mai piaciuti i buonisti bianchi miliardari del sudafrica... una minuscola minoranza razzista che non ammette di esserlo per paura di perdere il treno del pluralismo e che intanto continua a sottomettere e schiacciare i veri padroni di quella terra.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sudafricani bianchi sfruttatori
      - Scritto da:
      Non mi sono mai piaciuti i buonisti bianchi
      miliardari del sudafrica... una minuscola
      minoranza razzista che non ammette di esserlo per
      paura di perdere il treno del pluralismo e che
      intanto continua a sottomettere e schiacciare i
      veri padroni di quella
      terra.C'entra qualcosa con la notizia di cui si discute?PS: anche a me non piacciono i razzisti ovunque siano, ma non ne parlo qui.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sudafricani bianchi sfruttatori
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non mi sono mai piaciuti i buonisti bianchi

        miliardari del sudafrica... una minuscola

        minoranza razzista che non ammette di esserlo
        per

        paura di perdere il treno del pluralismo e che

        intanto continua a sottomettere e schiacciare i

        veri padroni di quella

        terra.

        C'entra qualcosa con la notizia di cui si discute?

        PS: anche a me non piacciono i razzisti ovunque
        siano, ma non ne parlo
        qui.c'entra c'entra... e come no...
        • Anonimo scrive:
          Re: Sudafricani bianchi sfruttatori
          - Scritto da:

          C'entra qualcosa con la notizia di cui si
          discute?



          PS: anche a me non piacciono i razzisti ovunque

          siano, ma non ne parlo

          qui.

          c'entra c'entra... e come no...Spiega, spiega !
  • FDG scrive:
    Strategie di comunicazione del turfing
    La parola d'ordine è: "al cliente non interessa linux, vuole windows".Ragioniamo su questo. E' vero? E se si, quanto è vero e quanto non lo è?Al di la del fatto che la disponibilità di computer con Linux preinstallato è una cosa sacrosanta per chi vuole già linux e non vuole pagare Microsoft comunque per avere un computer su cui installare il proprio sistema operativo preferito, pongo una domanda: quanto conta il fatto di trovarsi già del software sul proprio computer? Quanto conta l'abitudine? Ma è proprio impossibile cambiare le abitudini degli utenti?
  • Anonimo scrive:
    Ubuntu 7 innovativo ??? NO
    Ubuntu non è nulla di innovativo.Per fare una distro basta prendere un kernel linux, metterci sopra tante applicazioni sviluppate da altri prese a destra e a manca per Internet e confezionarlo in una scatola chiamato Ubuntu 7.0.4.No, grazie questo non è un sistema operativo! E' un'accozzaglia di programmi!!!
    • tonzie scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Ubuntu non è nulla di innovativo.
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.
      No, grazie questo non è un sistema operativo! E'
      un'accozzaglia di programmi!!!Scusa, ma per te cosa sarebbe un sistema operativo? Windows?E comonque Ubuntu 7.04 non è un S.O. al pari di Fedora 6 o di Debian Etch: sono tutte DISTRIBUZIONI!! Dove distribuzioni significa S.O. (il kernel linux) + Interfaccia grafica (anche + di 1, ma anche 0 interfaccie) e un insieme di programmi già belli che "installati" pronti per essere usati e già compilati a priori e la cui piena compatibilità sia stata verificata!Già sarà difficile che la gente scelga i portatili con Ubuntu, ci mancherebbe che vendessero i portatili con Linux senza pacchetti installati (interfaccia grafica a parte)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        Oh cielo, per te Sistema Operativo = Kernel ??Ma credi davvero a quello che hai scritto ? - Scritto da: tonzie

        - Scritto da:

        Ubuntu non è nulla di innovativo.

        Per fare una distro basta prendere un kernel

        linux, metterci sopra tante applicazioni

        sviluppate da altri prese a destra e a manca per

        Internet e confezionarlo in una scatola chiamato

        Ubuntu

        7.0.4.

        No, grazie questo non è un sistema operativo! E'

        un'accozzaglia di programmi!!!

        Scusa, ma per te cosa sarebbe un sistema
        operativo?
        Windows?

        E comonque Ubuntu 7.04 non è un S.O. al pari di
        Fedora 6 o di Debian Etch: sono tutte
        DISTRIBUZIONI!! Dove distribuzioni significa S.O.
        (il kernel linux) + Interfaccia grafica (anche +
        di 1, ma anche 0 interfaccie) e un insieme di
        programmi già belli che "installati" pronti per
        essere usati e già compilati a priori e la cui
        piena compatibilità sia stata
        verificata!

        Già sarà difficile che la gente scelga i
        portatili con Ubuntu, ci mancherebbe che
        vendessero i portatili con Linux senza pacchetti
        installati (interfaccia grafica a
        parte)!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        Ahhh ecco! I PACCHETTI INSTALLATI!!! Perchè per Linux è permesso vendere la distro con i "pacchetti" installati, ma se lo fa la Microsoft si chiama l'antitrust...ahhh ecco!... Bella roba!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
          - Scritto da:
          Ahhh ecco! I PACCHETTI INSTALLATI!!! Perchè per
          Linux è permesso vendere la distro con i
          "pacchetti" installati, ma se lo fa la Microsoft
          si chiama l'antitrust...ahhh ecco!... Bella
          roba!Capita ai monopolisti... Non e' mica la prima...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      scusa la mia ignoranza, mi potresti definire cos'è un sistema operativo innovativo?grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        Un sistema Operativo Innovativo:(S)Vista!!però pensate a quello che è successo con l'UAC, la gente lo disabilità perchè da loro fastidio digitare la password e poi mandano il pc dal tecnico per i virus.la stessa gente con ubuntu sotto le mani non so che reazioni potrebbe avere(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(atari)(atari)(atari)(atari)(atari)(c64)(c64)(c64)(c64)(c64)(c64)(c64)
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
          - Scritto da:
          Un sistema Operativo Innovativo:

          (S)Vista!!

          però pensate a quello che è successo con l'UAC,
          la gente lo disabilità perchè da loro fastidio
          digitare la password e poi mandano il pc dal
          tecnico per i
          virus.

          la stessa gente con ubuntu sotto le mani non so
          che reazioni potrebbe
          avere
          Ecco, microsoft doveva impedire la disabilitazione dell'UAC, e ogni volta che lo mandi dal tecnico perchè hai preso il virus avendo disabilitato l'UAC (idea copiata appunto da sistemi come ubuntu) far pagare 50 euro all'ora per rimuovere i virus.Ne vedo troppi di utenti che fanno disastri perchè "questo [metti quello che vuoi] è inutile, me l'ha detto mio cugggino"
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
          - Scritto da:
          Un sistema Operativo Innovativo:

          (S)Vista!!

          però pensate a quello che è successo con l'UAC,
          la gente lo disabilità perchè da loro fastidio
          digitare la password e poi mandano il pc dal
          tecnico per i virus.

          la stessa gente con ubuntu sotto le mani non so
          che reazioni potrebbe avereSicuramente migliori: visto che UAC e' la scopiazzatura molto malfatta di quello che accade regolarmente in mac e ubuntu da mo'.
    • Giambo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.Poche idee, ma confuse (rotfl)Prova Ubuntu, poi ripassa da qui ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Ubuntu non è nulla di innovativo.
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.
      No, grazie questo non è un sistema operativo! E'
      un'accozzaglia di programmi!!!
      senza dimenticare che alla fine ha un kernel monolitico ripatchato mille volte, letteralmente incompatibile con l'evoluzione attuale e prossima della tecnologia homeperò... linux è di moda, è il futuro! (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        - Scritto da:


        senza dimenticare che alla fine ha un kernel
        monolitico ripatchato mille volte, perche' Windows e' modulare ? e' ancora piu' monolitico di Linuxe secondo te Windows non e' mai stati patchato ?il tuo commento e' quanto di piu' ignorante potessi dire
        letteralmente
        incompatibile con l'evoluzione attuale e prossima
        della tecnologia
        homebelle parole che non vogliono dire niente

        però... linux è di moda, è il futuro! (rotfl)per criticarle le cose provale, ma non due giorni, un S.O. per valutarlo devi usarlo sul campo per anni, cosa che tu non hai assolutamente fattovai a giocare con la Xbox e' lascia questi discorsi ai grandi
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
          - Scritto da:

          - Scritto da:





          senza dimenticare che alla fine ha un kernel

          monolitico ripatchato mille volte,

          perche' Windows e' modulare ? e' ancora piu'
          monolitico di
          Linux
          Il kernel NT è concettualmente simile a un microkernel. Tanto micro non lo è, ma non si può assolutamente dire che sia più monolitico di linux.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Il kernel NT è concettualmente simile a un
            microkernel. Tanto micro non lo è, ma non si può
            assolutamente dire che sia più monolitico di
            linux.1) un "microkernel" non lo hanno ne linux ne Windows2) il kernel di linux puo' essere compilato in modo da essere monolito oppure avere tutti i moduli esterni, cosa che con Windows non si puo' fare. Questo rende il kernel di linux piu' flessibile ed adattabile a piattaforme e dispositivi differenti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:
            1) un "microkernel" non lo hanno ne linux ne
            Windowsballe
            2) Questo rende il kernel di linux piu'
            flessibile ed adattabile a piattaforme e
            dispositivi
            differentiballe. Mai sentito parlare di user mode driver runtime di Windows ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:

            2) Questo rende il kernel di linux piu'

            flessibile ed adattabile a piattaforme e

            dispositivi

            differenti

            balle. Mai sentito parlare di user mode driver
            runtime di Windows
            ?Questo non c'entra nulla con la portabilità su altre piattaforme.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:



            Il kernel NT è concettualmente simile a un

            microkernel. Tanto micro non lo è, ma non si può

            assolutamente dire che sia più monolitico di

            linux.

            1) un "microkernel" non lo hanno ne linux ne
            WindowsTesti di sistemi operativi scritte da persone più autorevoli di te dicono altre cose.
            2) il kernel di linux puo' essere compilato in
            modo da essere monolito oppure avere tutti i
            moduli esterni, Linux è un kernel monolitico modulare. Punto. cosa che con Windows non si puo'
            fare. Sai com'è, è un microkernel... in Vista oltre il 90% dei driver risiede in userspace...
            Questo rende il kernel di linux piu'
            flessibile ed adattabile a piattaforme e
            dispositivi
            differentiQuesto per altri motivi, primo tra tutti il codice sorgente
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            2) il kernel di linux puo' essere compilato in
            modo da essere monolito oppure avere tutti i
            moduli esterni, cosa che con Windows non si puo'
            fare. Questo rende il kernel di linux piu'
            flessibile ed adattabile a piattaforme e
            dispositivi
            differentiNon cambia nulla se i moduli li metti esterni. Non diventa diverso dal monolitico, sono solo degli stratagemmi, espedienti. Resta monolitico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO


            http://www.answers.com/topic/hybrid-kernelQuindi: Windows non ha un microkernel ma un kernel ibrido. La Microsoft stessa non usa sempre il termine (effettivamente errato) di microkernel per descrivere il suo prodotto.

            2) il kernel di linux puo' essere compilato in

            modo da essere monolito oppure avere tutti i

            moduli esterni, cosa che con Windows non si puo'

            fare. Questo rende il kernel di linux piu'

            flessibile ed adattabile a piattaforme e

            dispositivi

            differenti

            Non cambia nulla se i moduli li metti esterni.Si invece, dato che non risiedono nel kernel-space e possono essere caricati/scaricati dalla memoria a piacere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO




            http://www.answers.com/topic/hybrid-kernel

            Quindi: Windows non ha un microkernel ma un
            kernel ibrido. La Microsoft stessa non usa sempre
            il termine (effettivamente errato) di microkernel
            per descrivere il suo
            prodotto.



            2) il kernel di linux puo' essere compilato in


            modo da essere monolito oppure avere tutti i


            moduli esterni, cosa che con Windows non si
            puo'


            fare. Questo rende il kernel di linux piu'


            flessibile ed adattabile a piattaforme e


            dispositivi


            differenti



            Non cambia nulla se i moduli li metti esterni.

            Si invece, dato che non risiedono nel
            kernel-space e possono essere caricati/scaricati
            dalla memoria a
            piacere.L'architettura non cambia per una modifica tanto banale. Resta sempre monolitico, che sia modulare dice poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:

            Si invece, dato che non risiedono nel

            kernel-space e possono essere caricati/scaricati

            dalla memoria a

            piacere.

            L'architettura non cambia per una modifica tanto
            banale.Banale dici ?Poter allocare nuova memoria in kernel-space ?Poter registrare nuove system-calls ?Poter assegnare interrupts ?E anche il contrario, quando un modulo viene "scaricato".Ti assicuro che non è affatto banale !
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO




            http://www.answers.com/topic/hybrid-kernel

            Quindi: Windows non ha un microkernel ma un
            kernel ibrido. La Microsoft stessa non usa sempre
            il termine (effettivamente errato) di microkernel
            per descrivere il suo
            prodotto.



            2) il kernel di linux puo' essere compilato in


            modo da essere monolito oppure avere tutti i


            moduli esterni, cosa che con Windows non si
            puo'


            fare. Questo rende il kernel di linux piu'


            flessibile ed adattabile a piattaforme e


            dispositivi


            differenti



            Non cambia nulla se i moduli li metti esterni.

            Si invece, dato che non risiedono nel
            kernel-space e possono essere caricati/scaricati
            dalla memoria a
            piacere.A me pare che si faccia un sacco di confusione. E' una questione di architettura, non di dimensione del kernel o di dove risiedono i moduli.Linux è un kernel monolitico modulare, cioè non puro, ma comunque ha un'architettura che deriva dalla concezione monolitica del kernel.NT è un microkernel "atipico", ma l'architettura di base rimane sempre quella di un microkernel. Come tutte le cose pratiche, hanno fatto compromessi cercando di inglobare alcuni concetti buoni dell'altra "sponda", ma le loro origini, che si riflette tutt'ora sulle loro architetture interne (anzi, con Vista c'è stato un parziale ritorno alle origini), sono indubbiamente: NT microkernel, Linux monolitico. Qua mi sembra si faccia una grand discussione sulle sfumature.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
          - Scritto da:
          perche' Windows e' modulare ? e' ancora piu'
          monolitico di
          Linuxhttp://it.wikipedia.org/wiki/Kernelhttp://people.fluidsignal.com/~luferbu/misc/Linus_vs_Tanenbaum.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:

            perche' Windows e' modulare ? e' ancora piu'

            monolitico di

            Linux

            http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel Tuttavia i kernel monolitici più moderni come il Kernel Linux e FreeBSD possono caricare dei moduli in fase di esecuzione, a patto che questi fossero previsti in fase di compilazione, permettendo così l'estensione del kernel quando richiesto, mantenendo al contempo le dimensioni del codice nello spazio del kernel al minimo indispensabile. Giusto, Linux è modulare. Esempi di kernel ibridi:* Microsoft Windows NT che è usato su tutti i sistemi basati su NT Giusto, NT non è un microkernel.
            http://people.fluidsignal.com/~luferbu/misc/Linus_Tu 15 anni fa eri già nato ;) ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            perche' Windows e' modulare ? e' ancora piu'


            monolitico di


            Linux



            http://it.wikipedia.org/wiki/Kernel

            Tuttavia i kernel monolitici più moderni come
            il Kernel Linux e FreeBSD possono caricare dei
            moduli in fase di esecuzione, a patto che questi
            fossero previsti in fase di compilazione,
            permettendo così l'estensione del kernel quando
            richiesto, mantenendo al contempo le dimensioni
            del codice nello spazio del kernel al minimo
            indispensabile.

            Giusto, Linux è modulare.


            Esempi di kernel ibridi:
            * Microsoft Windows NT che è usato su tutti i
            sistemi basati su
            NT


            Giusto, NT non è un microkernel.



            http://people.fluidsignal.com/~luferbu/misc/Linus_magari sapere le differenze tra Linux e Windows a livello di kernel non sarebbe malehttp://linuxhelp.blogspot.com/2007/04/kernel-comparison-between-linux-2620.htmlhttp://widefox.pbwiki.com/Kernel%20Comparison%20Linux%20vs%20Windowsin particolare:"Not surprisingly, the kernel size of Linux is just over half of that of Windows."direi che si commenta da solaMa a parte questo basta averli usati entrambi per conoscerne le differenze
            Tu 15 anni fa eri già nato ;) ?io sicuramente sì
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Ubuntu non è nulla di innovativo.
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.Da che ne consegue che tutte le distro si chiamano Ubuntu 7.0.4. (newbie)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Ubuntu non è nulla di innovativo.
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.
      No, grazie questo non è un sistema operativo! E'
      un'accozzaglia di programmi!!!
      quoto in pieno, lo sanno benissimo anche gli ubunti che preferiscono soffrire con i loro programmucci da quattro soldi pur di fare qualcosa contro il sistema
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        - Scritto da:
        quoto in pieno, lo sanno benissimo anche gli
        ubunti che preferiscono soffrire con i loro
        programmucci da quattro soldi pur di fare
        qualcosa contro il
        sistema(rotfl) ... che asino che sei ;) !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.7.04, non 7.0.4Non sai neanche di cosa parli !!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      - Scritto da:
      Ubuntu non è nulla di innovativo.
      Per fare una distro basta prendere un kernel
      linux, metterci sopra tante applicazioni
      sviluppate da altri prese a destra e a manca per
      Internet e confezionarlo in una scatola chiamato
      Ubuntu
      7.0.4.
      No, grazie questo non è un sistema operativo! E'
      un'accozzaglia di programmi!!!Come tutte le distro Linux. Linux non è un OS ma un groviglio anarchico comunistoide di roba rubacchiata di bassa qualità. Nato dalla mente di Bill Gates che ha pagato Linus Torvalds per essere il pastore che porta il gregge dei fanatici così da minare la concorrenza degli Unix commerciali seri, aumentare la quota di mercato di Windows NT ovunque e cancellare OS/2 come unico concorrente all'epoca di Windows. Il piano di Bill Gates e Torvalds è riuscito in pieno, il monopolio Microsoft sopravviverà finchè esisterà questa roba chiamata Linux, è un dato di fatto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
        - Scritto da:
        Come tutte le distro Linux. Linux non è un OS ma
        un groviglio anarchico comunistoide di roba
        rubacchiata di bassa qualità. Nato dalla mente di
        Bill Gates che ha pagato Linus Torvalds per
        essere il pastore che porta il gregge dei
        fanatici così da minare la concorrenza degli Unix
        commerciali seri, aumentare la quota di mercato
        di Windows NT ovunque e cancellare OS/2 come
        unico concorrente all'epoca di Windows.

        Il piano di Bill Gates e Torvalds è riuscito in
        pieno, il monopolio Microsoft sopravviverà finchè
        esisterà questa roba chiamata Linux, è un dato di
        fatto.rovk&troll e Steve Ballmer, leggete e imparate :D !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7 innovativo ??? NO
      Scusa ma nel Windows appena comprato e pagato caro, quali programmi ci trovi all'interno?Neppure quelli rubacchiati qua e la in giro per internet.Non ci fai quasi nulla.
  • Anonimo scrive:
    ideastorm NON affidabile
    Molti dei nerds che bazzicano ideastorm, scrivono con PC antidiluviani e non hanno la minima intenzione di cambiare il loro rottame, tantomeno Dell.Scrivono solo perché spinti dall'avversione a Microsoft per partito preso.Chi realmente non vuole windows generalmente va sul mac, almeno li del software alternativo c'è. Su linux già tanto se si possono ascoltare mp3.PIUMATI ALLA FRUTTA (win)(apple)
    • Giambo scrive:
      Re: ideastorm NON affidabile
      Hai proprio ragione, non capisco perche' quelle teste dure alla Dell non l'hanno capita.Di sicuro se avessero chiesto a te ora sarebbero il numero uno del mondo !!Sei un incompreso, ma ti capisco, pure a me mi prendono in giro quando dico che lo Shuttle non si sarebbe disintegrato se avessero usato Norton Antivirus al posto di Avast !!11
    • Anonimo scrive:
      Re: ideastorm NON affidabile
      - Scritto da:
      Chi realmente non vuole windows generalmente va
      sul mac, almeno li del software alternativo c'è.
      Su linux già tanto se si possono ascoltare
      mp3.

      PIUMATI ALLA FRUTTA (win)(apple)scherzi? MacOS è la versione minorata di Linux....lo sai no che MacOS altro non è che Mach+FreeBSD+finestrelle luccicanti e che il grosso del software per MacOS viene portato proprio da Linux?su Linux ci sono milioni di software per fare qualunque cosa, su Mac non ne ho trovati poi così tanti.....meno male che ci sono MPlayer e VLC altrimenti nemmeno i DivX si potrebbero guardare
      • MeX scrive:
        Re: ideastorm NON affidabile
        ehm... veramente per i Divx basta installare i codec... e li legge pure Quicktime player.. e cmq... esiste anche il player ufficiale divx per mac :)
        • ecc scrive:
          Re: ideastorm NON affidabile
          vero, che pero' e' inadeguato.Ed imparagonabile alle funzioni di Mplayer.Semplicemente non vedo quale esattamente sia il problema ad considerare mac os x con software gnu.Mplayer si puo' ricondurre a software indipendente , libero, anche dalla piattaforma Gnu/Linux.
          • MeX scrive:
            Re: ideastorm NON affidabile
            - Scritto da: ecc
            vero, che pero' e' inadeguato.
            Ed imparagonabile alle funzioni di Mplayer.

            Semplicemente non vedo quale esattamente sia il
            problema ad considerare mac os x con software
            gnu.

            Mplayer si puo' ricondurre a software
            indipendente , libero, anche dalla piattaforma
            Gnu/Linux.
            boh... guarda a me quando guardo un video mi basta il tasto play e pause per andare in bagno senza perdermi parte del video...
          • ecc scrive:
            Re: ideastorm NON affidabile
            Ops, credevo si parlasse di software di buona qualita'.Non di play/stop/pause. Se questa e' cio' che cerchi... non metto dito.Io ho semplicemente esigenze diverse.Fonti diversi di media, streaming video e audio [telegiornale e radio], musica in locale ed ovviamente video di vari formati e dvds.Poi a volte passo cosi' tanto tempo in bagno sulla tazza che decido sia cosa saggia fare un dumpstream [del telegiornale] e vedermelo dopo con calma mentre intaso la banda.
          • MeX scrive:
            Re: ideastorm NON affidabile
            - Scritto da: ecc
            Ops, credevo si parlasse di software di buona
            qualita'.
            Non di play/stop/pause.
            Se questa e' cio' che cerchi... non metto dito.per vedere un Divx mi basta un software che mi fa vedere un Divx
            Io ho semplicemente esigenze diverse.
            Fonti diversi di media, streaming video e audioper streaming video e audio direi che Quicktime sa dire la sua... ed in ogni caso... si può usare VLC no?
            musica in localeiTunes
            ovviamente video di vari formati e
            dvds.per i DVD non c'è problema, per i "vari formati" sta tutto ai codec, non al player
            Poi a volte passo cosi' tanto tempo in bagno
            sulla tazza che decido sia cosa saggia fare un
            dumpstream [del telegiornale] e vedermelo dopo
            con calma mentre intaso la
            banda.bah... io con il portatile se prevedo tempi lunghi... lo porto con me...
          • ecc scrive:
            Re: ideastorm NON affidabile
            eh eh he, beato te.a me si e'rotta la batteria [ammetterai che e'scomodo ogni volta girare con lálimentatore]Tornando al post. Non capisco perche'si debba usare mille programmi per mille formati. mplayer o vlc [ che peraltro adoro] sono ottimi applicativi che svolgono piu'di una funzione e mi consentono di non avere svariati applicativi in giro per ogni necessita'che possa avere.Nulla piu'.Per quanto riguarda i vari formati il codec decifra il formato e consente al player di riprodurlo.La semplice riproduzione fatta dal player non e'poca cosa, e su questo si scontrano le diverse qualita'dei programmi.magari seguendo lídea di monofeature potrei riesumere un bel pIII per fargli leggere solo divx, un p4 per i dvd, lo streaming su di una xbox modificata... [eh eh eh]
          • MeX scrive:
            Re: ideastorm NON affidabile

            eh eh he, beato te.
            a me si e'rotta la batteria [ammetterai che
            e'scomodo ogni volta girare con
            lálimentatore]eih... ma guarda che il biocombustibile ne produce di energia eh!
            Tornando al post.
            Non capisco perche'si debba usare mille programmi
            per mille formati. mplayer o vlc [ che peraltro
            adoro] sono ottimi applicativi che svolgono
            piu'di una funzione e mi consentono di non avere
            svariati applicativi in giro per ogni
            necessita'che possa
            avere.
            Nulla piu'.si si... infatti su Mac la scelta migliore secondo me è VLC
            Per quanto riguarda i vari formati il codec
            decifra il formato e consente al player di
            riprodurlo.
            La semplice riproduzione fatta dal player non
            e'poca cosa, e su questo si scontrano le diverse
            qualita'dei
            programmi.più che "qualità" "quantità", l'importante è che poi il video non salti, si veda bene in fullscreen non strecci etc etc...
            magari seguendo lídea di monofeature potrei
            riesumere un bel pIII per fargli leggere solo
            divx, un p4 per i dvd, lo streaming su di una
            xbox modificata... [eh eh
            eh]beh dai così ti complichi proprio la vita!cmq... io rispondevo solo all'affermazione del tipo "non autenticato""meno male che ci sono MPlayer e VLC altrimenti nemmeno i DivX si potrebbero guardare..."che era quanto meno eccessivo!
  • Anonimo scrive:
    Ubuntu 7.04 è buggatissimo
    Spero che canonical sistemi un bel po' ubuntu feisty prima di fargliela installare a migliaia di computer in quel modo.. o sarà un disastro!sono ancora incavolato perché proprio un'ora fa, su un altro pc con feisty è partito il filesystem, giusto per dire. Ma oltre a questo ci sono altre cose gravissime, come il famoso errore "can't access tty ecc ecc", metacity che ogni tanto non parte, i mouse ps2 che ogni tanto li vede ogni tanto no, l'audio che non puoi scegliere a quale scheda audio deve essere mandato (cosa che si faceva benissimo in dapper) e così via. Tutto questo semplicemente non è accettabile in una distribuzione che vuole essere installata su pc destinati al "grande pubblico". Versioni precedenti di Ubuntu non ne avevano di gravi così. Quelli di Feisty sono critici e possono davvero bloccare gli utenti. Se uno si compra un portatile Dell perché vuole cominciar a usare 'sto linux di cui si è informato e al boot gli si presenta schermata nera, oppure non può muovere le finestre perché metacity non è partito, o altre cose così, voglio vedere quanto tempo ci mette Dell a bloccare le vendite.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      - Scritto da:
      perché proprio un'ora fa,
      su un altro pc con feisty è partito il
      filesystem,ma poi torna ?
      "can't access tty ecc ecc",mai visto
      metacity che ogni tanto non parte,mai successo
      i mouse ps2 che ogni tanto li vede ogni tanto no,mai capitato
      l'audio che non puoi scegliere a quale scheda audio deve essere mandatoio ci riescocredo ti serva un esorcistahai postato i tuoi problemi sul forum italiano di ubuntu ?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      - Scritto da:
      Spero che canonical sistemi un bel po' ubuntu
      feisty prima di fargliela installare a migliaia
      di computer in quel modo.. o sarà un
      disastro!
      sono ancora incavolato perché proprio un'ora fa,
      su un altro pc con feisty è partito il
      filesystem, giusto per dire. Ma oltre a questo ci
      sono altre cose gravissime, come il famoso errore
      "can't access tty ecc ecc", metacity che ogni
      tanto non parte, i mouse ps2 che ogni tanto li
      vede ogni tanto no, l'audio che non puoi
      scegliere a quale scheda audio deve essere
      mandato (cosa che si faceva benissimo in dapper)
      e così via. Tutto questo semplicemente non è
      accettabile in una distribuzione che vuole essere
      installata su pc destinati al "grande pubblico".

      Versioni precedenti di Ubuntu non ne avevano di
      gravi così. Quelli di Feisty sono critici e
      possono davvero bloccare gli utenti. Se uno si
      compra un portatile Dell perché vuole cominciar a
      usare 'sto linux di cui si è informato e al boot
      gli si presenta schermata nera, oppure non può
      muovere le finestre perché metacity non è
      partito, o altre cose così, voglio vedere quanto
      tempo ci mette Dell a bloccare le vendite.Onestamente non so di cosa stai parlando: il mio desktop aggiornato a feisty e non ho avuto nessun problema, poi 2 gg fa ho installato un portatile sempre con feisty e non ho avuto problemi...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        - Scritto da:
        Onestamente non so di cosa stai parlando: il mio
        desktop aggiornato a feisty e non ho avuto nessun
        problema, poi 2 gg fa ho installato un portatile
        sempre con feisty e non ho avuto
        problemi...portatile? io l'ho installato su un Mactel e non ho avuto nessunissimo problema....funziona persino l'ibernazionemi sa che quel tipo è lo stesso che va sul NG it.discussioni.os e dice che Ubuntu fa schifo, fa pena, ecc....tutte balle....sono incompetenti e se la prendono col sistema operativo
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        - Scritto da:
        Onestamente non so di cosa stai parlando:fatti un giro sul forum di Ubuntu e vedrai quante belle incazzature ci sono da parte degli utenti in preda a bug mostruosi che ci sono in ubuntu 7.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Onestamente non so di cosa stai parlando:

          fatti un giro sul forum di Ubuntu e vedrai quante
          belle incazzature ci sono da parte degli utenti
          in preda a bug mostruosi che ci sono in ubuntu
          7.Ragazzi se non sapete eseguire una banalissima procedura di update la colpa non è certo dell'os.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Onestamente non so di cosa stai parlando:



            fatti un giro sul forum di Ubuntu e vedrai
            quante

            belle incazzature ci sono da parte degli utenti

            in preda a bug mostruosi che ci sono in ubuntu

            7.

            Ragazzi se non sapete eseguire una banalissima
            procedura di update la colpa non è certo
            dell'os.E' la classica risposta da fanatici. Se c'è qualcosa che non va si può anche ammettere.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Onestamente non so di cosa stai parlando:





            fatti un giro sul forum di Ubuntu e vedrai

            quante


            belle incazzature ci sono da parte degli
            utenti


            in preda a bug mostruosi che ci sono in ubuntu


            7.



            Ragazzi se non sapete eseguire una banalissima

            procedura di update la colpa non è certo

            dell'os.

            E' la classica risposta da fanatici. Se c'è
            qualcosa che non va si può anche
            ammettere.Risposta adatta a un'inutile trollata, la risposta articolata è sotto...La prossima volta fai l'update come consigliato e non come secondo te andrebbe fatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      Per ora ho fatto l'update su 4 macchine e con le installazioni "pulite" e gli update ortodossi non ha dato problemi, i problemi che segnali li ho riscontrati solo su una macchina su cui ho fatto un update non ortodosso cambiando semplicemente la lista delle fonti da edgy a festy, con questo sistema non pulisce l'os e va tutto a pallino, in particolar modo non c'è verso di usare i kernel nuovi per via del famigerato errore tty
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        può anche darsi che sia come dici te, però io utilizzo ubuntu quotidianamente in ufficio dalla versione 6.06 (poi aggiornato alla 6.10 e ora sto usando la 7.04) su un dell optiplex g620 e non ho mai riscontrato problemi bloccanti, mai persi 5 minuti a causa di problemi legati al sistema operativo....boh forse sono unto dal signore...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
          - Scritto da:
          può anche darsi che sia come dici te, però io
          utilizzo ubuntu quotidianamente in ufficio dalla
          versione 6.06 (poi aggiornato alla 6.10 e ora stone approfitto per chiederti questo:usi ubuntu in ufficio come pc stand-alone o collegato ad una rete, magari dominio active directory windows 2000 ? sto riscontrando ubuntu facile facile da usare, ma per metterlo come client di dominio è da mettere mano ai vari file .conf e finora non ho avuto gran successo.Hai qualche dritta per me ??
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            può anche darsi che sia come dici te, però io

            utilizzo ubuntu quotidianamente in ufficio dalla

            versione 6.06 (poi aggiornato alla 6.10 e ora
            sto

            ne approfitto per chiederti questo:
            usi ubuntu in ufficio come pc stand-alone o
            collegato ad una rete, magari dominio active
            directory windows 2000 ? sto riscontrando ubuntu
            facile facile da usare, ma per metterlo come
            client di dominio è da mettere mano ai vari file
            .conf e finora non ho avuto gran
            successo.
            Hai qualche dritta per me ??lo uso come pc collegato in rete, proprio una rete con un dominio active directory al quale mi collego con samba, dritte particolari non ne ho, non ho effettuato configurazioni strane, gira un pò in rete e troverai una cifra di howtos mirati all'interfacciamento di samba con active directory.
    • tonzie scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      Boh io simili errori non li ho riscontrati, ma finora ho approfondito poco...L'audio invece ha un po' di problemi, per cui sarebbe auspicabile che nei portatili scelti sia verificata la piena compatibilità (ed un volume adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima (soprattutto come riconoscimento periferiche la 7.04)! Certo che se un utente prende il BN Gnu-Dell e poi lo connette in internet con un Pirelli tramite interfaccia USB se le cerca...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        - Scritto da: tonzie
        Boh io simili errori non li ho riscontrati, ma
        finora ho approfondito
        poco...

        L'audio invece ha un po' di problemi, per cui
        sarebbe auspicabile che nei portatili scelti sia
        verificata la piena compatibilità (ed un volume
        adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima
        (soprattutto come riconoscimento periferiche la
        7.04)! Certo che se un utente prende il BN
        Gnu-Dell e poi lo connette in internet con un
        Pirelli tramite interfaccia USB se le
        cerca...Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no.. niente ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio DirectX per effetti in tempo reale... niente pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori multimediali decenti.. mai visto Theatertek per Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per Linux?Ehhh!
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
          - Scritto da:
          Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no.. niente
          ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio
          DirectX per effetti in tempo reale... niente
          pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori
          multimediali decenti.. mai visto Theatertek per
          Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per
          Linux?
          Ehhh! Non tutti sono interessati a fare audio su Linux.Molta gente preferisce avere una piattaforma stabile, veloce e non prona a malware sulla quale lavorare.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no.. niente

            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio

            DirectX per effetti in tempo reale... niente

            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori

            multimediali decenti.. mai visto Theatertek per

            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per

            Linux?

            Ehhh!

            Non tutti sono interessati a fare audio su Linux.
            Molta gente preferisce avere una piattaforma
            stabile, veloce e non prona a malware sulla quale
            lavorare.Ah beh ottima giustificazione....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo

            Ah beh ottima giustificazione....Perché ottima giustificazione?Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch, proprio per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi virus e Co. Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e tutte le altre cosette che fanno appetibile Windows per i ragazzini che sballano al sparatutto.Tutto il resto lo faccio anche meglio con la mia bella "Debian"
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:


            Ah beh ottima giustificazione....

            Perché ottima giustificazione?
            Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch, proprio
            per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi virus
            e Co.

            Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e
            tutte le altre cosette che fanno appetibile
            Windows per i ragazzini che sballano al
            sparatutto.
            Tutto il resto lo faccio anche meglio con la mia
            bella
            "Debian"Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony DVD Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri sono per giocare, vero ? Ma per favore !
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo


            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony
            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony DVD
            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony
            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri sono
            per giocare, vero ? Ma per favore
            !Se tutto ció é a pagamento e io sono pronto a pagare, che dici non ci sono programmi che fanno le stesse cose anche per Linux?.Magari non tutto ma la maggior parte credo di si.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:




            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony

            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony DVD

            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony

            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri sono

            per giocare, vero ? Ma per favore

            !

            Se tutto ció é a pagamento e io sono pronto a
            pagare, che dici non ci sono programmi che fanno
            le stesse cose anche per
            Linux?.
            Magari non tutto ma la maggior parte credo di si.Ma dove li vedi ? Non esistono manco se paghi! A meno che tu non abbia miliardi di dollari per farteli sviluppare !
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:




            Ah beh ottima giustificazione....



            Perché ottima giustificazione?

            Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch, proprio

            per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi
            virus

            e Co.



            Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e

            tutte le altre cosette che fanno appetibile

            Windows per i ragazzini che sballano al

            sparatutto.

            Tutto il resto lo faccio anche meglio con la mia

            bella

            "Debian"

            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony
            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony DVD
            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony
            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri sono
            per giocare, vero ? Ma per favore
            !Tutti programmi che girano tranquillamente sotto wine ....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:






            Ah beh ottima giustificazione....





            Perché ottima giustificazione?


            Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch,
            proprio


            per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi

            virus


            e Co.





            Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e


            tutte le altre cosette che fanno appetibile


            Windows per i ragazzini che sballano al


            sparatutto.


            Tutto il resto lo faccio anche meglio con la
            mia


            bella


            "Debian"



            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony

            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony DVD

            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony

            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri sono

            per giocare, vero ? Ma per favore

            !


            Tutti programmi che girano tranquillamente sotto
            wine ....
            ma wine è a pagamento e contrario quindi all'etica opensorcia del software gratuito
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:
            ma wine è a pagamento falso
            e contrario quindi
            all'etica opensorcia del software
            gratuitofalso. opensource non significa gratis. non sai neanche di cosa parli !!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo

            ma wine è a pagamento e contrario quindi
            all'etica opensorcia del software
            gratuito Esistono programmi professionali e no a pagamento anche per Linux,non tutto é , come lo chiami, "Opensorcia"? Poi come ti é stato fatto notare esiste wine ma anche vmware, che é anche a pagamento e altri programmi di virtualizzazione free e non.Oggi come oggi l'unica vera ragione per usare Window sono i giochi e...... cos'altro?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:








            Ah beh ottima giustificazione....







            Perché ottima giustificazione?



            Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch,

            proprio



            per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi


            virus



            e Co.







            Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e



            tutte le altre cosette che fanno appetibile



            Windows per i ragazzini che sballano al



            sparatutto.



            Tutto il resto lo faccio anche meglio con la

            mia



            bella



            "Debian"





            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony


            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony
            DVD


            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony


            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri
            sono


            per giocare, vero ? Ma per favore


            !





            Tutti programmi che girano tranquillamente sotto

            wine ....



            ma wine è a pagamento e contrario quindi
            all'etica opensorcia del software
            gratuitoAutocad invece e' gratis scaricato dal mulo vero ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo



            Tutti programmi che girano tranquillamente
            sotto


            wine ....






            ma wine è a pagamento e contrario quindi

            all'etica opensorcia del software

            gratuito

            Autocad invece e' gratis scaricato dal mulo vero ?Io non sono ne ingegnere ne architetto, tu si?Tu usi Autocad?Comunque per la mia signora mi sono fatto fare una copia di un programma CAD, non AutoCad" da un'amico che lo usava per lavoro e lo usa su Window, perché lei vuole Windows.Ti basta?Questo non cambia niente: tutto quello , a parte i giochi,(per ora) che puoi fare con Window lo puoi fare con Linux, molte volte adirittura meglio.In che modo non é importante:che sia con virtualizzazione o no lo puoi fare é un dato di fatto che non si puó smentire punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:




            Tutti programmi che girano tranquillamente

            sotto



            wine ....









            ma wine è a pagamento e contrario quindi


            all'etica opensorcia del software


            gratuito



            Autocad invece e' gratis scaricato dal mulo
            vero
            ?

            Io non sono ne ingegnere ne architetto, tu si?
            Tu usi Autocad?Non so a chi stai parlando tu, ma io rispondevo a questo :


            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad ,


            Sony Vegas, Adobe Premiere, Adobe


            Photoshop, Sony DVD Architect, Mediachance


            DVD-Lab Pro, Sony SoundForge, Coreldraw ..
            Comunque per la mia signora mi sono fatto fare
            una copia di un programma CAD, non AutoCad" da
            un'amico che lo usava per lavoro e lo usa su
            Window, perché lei vuole
            Windows. Ti basta?Ma per me dagli amici puoi far fare tutto quello che vuoi alla tua signora, basta che lei si diverta...
            Questo non cambia niente: tutto quello , a parte
            i giochi,(per ora) che puoi fare con Window lo
            puoi fare con Linux, molte volte adirittura
            meglio.
            In che modo non é importante:che sia con
            virtualizzazione o no lo puoi fare é un dato di
            fatto che non si puó smentire
            punto.Infatti lo dicevo anche io, soffri di paranoia conpulsiva ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo


            Infatti lo dicevo anche io, soffri di paranoia
            conpulsiva
            ???Forse un pochino :)Scusa ti avevo scambiato per la persona a cui rispondevi
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:








            Ah beh ottima giustificazione....







            Perché ottima giustificazione?



            Io uso linux, non ubuntu ma Debian etch,

            proprio



            per la stabilitá e la mancanza dei pronlemi


            virus



            e Co.







            Non giocando con il pc, non mi serve il 3D e



            tutte le altre cosette che fanno appetibile



            Windows per i ragazzini che sballano al



            sparatutto.



            Tutto il resto lo faccio anche meglio con la

            mia



            bella



            "Debian"





            Certo, certo... perchè Autodesk Autocad, Sony


            Vegas, Adobe Premiere, Adobe Photoshop, Sony
            DVD


            Architect, Mediachance DVD-Lab Pro, Sony


            SoundForge, Coreldraw .. e tantissimi altri
            sono


            per giocare, vero ? Ma per favore


            !





            Tutti programmi che girano tranquillamente sotto

            wine ....



            ma wine è a pagamento e contrario quindi
            all'etica opensorcia del software
            gratuitoMi sa che ti confondi con le bottiglie di Chianti, :D :D :D :D, il wine di cui parliamo è una riscrittura open delle api win e non costa nulla.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:


            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no..
            niente


            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio


            DirectX per effetti in tempo reale... niente


            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori


            multimediali decenti.. mai visto Theatertek
            per


            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per


            Linux?


            Ehhh!



            Non tutti sono interessati a fare audio su
            Linux.

            Molta gente preferisce avere una piattaforma

            stabile, veloce e non prona a malware sulla
            quale

            lavorare.

            Ah beh ottima giustificazione....Lo so, grazie :)Tu continua pure a credere che il resto del mondo comperi un PC e Windows per usare WinDVD , PowerDVD, ASIO, pass-thru AC3/DTS, ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
          - Scritto da:

          - Scritto da: tonzie

          Boh io simili errori non li ho riscontrati, ma

          finora ho approfondito

          poco...



          L'audio invece ha un po' di problemi, per cui

          sarebbe auspicabile che nei portatili scelti sia

          verificata la piena compatibilità (ed un volume

          adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima

          (soprattutto come riconoscimento periferiche la

          7.04)! Certo che se un utente prende il BN

          Gnu-Dell e poi lo connette in internet con un

          Pirelli tramite interfaccia USB se le

          cerca...

          Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no.. niente
          ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio
          DirectX per effetti in tempo reale... niente
          pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori
          multimediali decenti.. mai visto Theatertek per
          Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per
          Linux?
          Ehhh! Di tutto ciò non sentiamo la mancanza...http://dynebolic.org/ tanto per fare un esempio.Quanto ai player dvd ne esistono quanti ne vuoi e non ti obbligano a beccarti gli spot antipirateria su dvd che hai pagato, comunque anziché perder tempo a trollare documentati intervideo produce lindvd....
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: tonzie


            Boh io simili errori non li ho riscontrati, ma


            finora ho approfondito


            poco...





            L'audio invece ha un po' di problemi, per cui


            sarebbe auspicabile che nei portatili scelti
            sia


            verificata la piena compatibilità (ed un
            volume


            adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima


            (soprattutto come riconoscimento periferiche
            la


            7.04)! Certo che se un utente prende il BN


            Gnu-Dell e poi lo connette in internet con un


            Pirelli tramite interfaccia USB se le


            cerca...



            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no.. niente

            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio

            DirectX per effetti in tempo reale... niente

            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori

            multimediali decenti.. mai visto Theatertek per

            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per

            Linux?

            Ehhh!


            Di tutto ciò non sentiamo la mancanza...
            http://dynebolic.org/ tanto per fare un esempio.
            Quanto ai player dvd ne esistono quanti ne vuoi e
            non ti obbligano a beccarti gli spot
            antipirateria su dvd che hai pagato, comunque
            anziché perder tempo a trollare documentati
            intervideo produce
            lindvd....Sì, certo, e lindvd ha accesso diretto hardware ad audio e video, supporto per ATI Avivo e Nvidia Purevideo, eh? In Linux non c'è nulla di concreto per gli usi più comuni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: tonzie



            Boh io simili errori non li ho riscontrati,
            ma



            finora ho approfondito



            poco...







            L'audio invece ha un po' di problemi, per
            cui



            sarebbe auspicabile che nei portatili scelti

            sia



            verificata la piena compatibilità (ed un

            volume



            adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima



            (soprattutto come riconoscimento periferiche

            la



            7.04)! Certo che se un utente prende il BN



            Gnu-Dell e poi lo connette in internet con
            un



            Pirelli tramite interfaccia USB se le



            cerca...





            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no..
            niente


            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio


            DirectX per effetti in tempo reale... niente


            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori


            multimediali decenti.. mai visto Theatertek
            per


            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per


            Linux?


            Ehhh!





            Di tutto ciò non sentiamo la mancanza...

            http://dynebolic.org/ tanto per fare un esempio.

            Quanto ai player dvd ne esistono quanti ne vuoi
            e

            non ti obbligano a beccarti gli spot

            antipirateria su dvd che hai pagato, comunque

            anziché perder tempo a trollare documentati

            intervideo produce

            lindvd....

            Sì, certo, e lindvd ha accesso diretto hardware
            ad audio e video, supporto per ATI Avivo e Nvidia
            Purevideo, eh?
            E' un prodotto del tutto analogo a windvd !!!!
            In Linux non c'è nulla di concreto per gli usi
            più comuni.
            Ma fammi il favore per guardare un dvd cosa credi ci voglia ? I dvd si guardano meglio sotto linux che sotto win dal momento che non hai i percorsi obbligati che ti impongono i soliti noti. E non mi venire a parlare di accesso hardware perché con Vista è morto e sepolto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da: tonzie




            Boh io simili errori non li ho
            riscontrati,

            ma




            finora ho approfondito




            poco...









            L'audio invece ha un po' di problemi, per

            cui




            sarebbe auspicabile che nei portatili
            scelti


            sia




            verificata la piena compatibilità (ed un


            volume




            adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima




            (soprattutto come riconoscimento
            periferiche


            la




            7.04)! Certo che se un utente prende il BN




            Gnu-Dell e poi lo connette in internet con

            un




            Pirelli tramite interfaccia USB se le




            cerca...







            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no..

            niente



            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio



            DirectX per effetti in tempo reale... niente



            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i lettori



            multimediali decenti.. mai visto Theatertek

            per



            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per



            Linux?



            Ehhh!








            Di tutto ciò non sentiamo la mancanza...


            http://dynebolic.org/ tanto per fare un
            esempio.


            Quanto ai player dvd ne esistono quanti ne
            vuoi

            e


            non ti obbligano a beccarti gli spot


            antipirateria su dvd che hai pagato, comunque


            anziché perder tempo a trollare documentati


            intervideo produce


            lindvd....



            Sì, certo, e lindvd ha accesso diretto hardware

            ad audio e video, supporto per ATI Avivo e
            Nvidia

            Purevideo, eh?



            E' un prodotto del tutto analogo a windvd !!!!


            In Linux non c'è nulla di concreto per gli usi

            più comuni.



            Ma fammi il favore per guardare un dvd cosa credi
            ci voglia ? I dvd si guardano meglio sotto linux
            che sotto win dal momento che non hai i percorsi
            obbligati che ti impongono i soliti noti. E non
            mi venire a parlare di accesso hardware perché
            con Vista è morto e sepolto.Ma di che parli ? Il fanatismo è la fonte primaria dell'ignoranza e tu lo dimostri. In Vista cosa avresti letto, o presumi di aver letto, che non esisterebbe più l'accesso hardware a cosa ?Forse ti sfugge che il desktop di Vista con Aero 3D gira con Direct3D sotto DirectX 10 ... ?DirectSound è passato in software ma hanno messo un nuovo layer di accesso alle schede audio chiamato UAA, che nei prossimi anni con i nuovi driver verrà sfruttato. Creative Labs ha ALchemy di software per tradurre le chiamate hardware da DirectSound ha OpenAL ed accedere comunque all'hardware... Quindi ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:
            Creative Labs ha ALchemy
            di software per tradurre le chiamate hardware da
            DirectSound ha OpenAL ed accedere comunque
            all'hardware...

            Quindi ? Ovviamente tutti hanno accesso all'hardware.Ma certi devono passare da una miriade di drivers e wrappers e congegni anti-copia che minano la stabilità e la velocità finale del sistema.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:









            - Scritto da: tonzie





            Boh io simili errori non li ho

            riscontrati,


            ma





            finora ho approfondito





            poco...











            L'audio invece ha un po' di problemi,
            per


            cui





            sarebbe auspicabile che nei portatili

            scelti



            sia





            verificata la piena compatibilità (ed un



            volume





            adeguato)! Io sinora l'ho trovata ottima





            (soprattutto come riconoscimento

            periferiche



            la





            7.04)! Certo che se un utente prende il
            BN





            Gnu-Dell e poi lo connette in internet
            con


            un





            Pirelli tramite interfaccia USB se le





            cerca...









            Sì, grande audio in Linux..ehh! Come no..


            niente




            ASIO, niente DirectX.. niente filtri audio




            DirectX per effetti in tempo reale...
            niente




            pass-thru AC3/DTS .. tanto mancano i
            lettori




            multimediali decenti.. mai visto
            Theatertek


            per




            Linux? Mai visto WinDVD , PowerDVD per




            Linux?




            Ehhh!











            Di tutto ciò non sentiamo la mancanza...



            http://dynebolic.org/ tanto per fare un

            esempio.



            Quanto ai player dvd ne esistono quanti ne

            vuoi


            e



            non ti obbligano a beccarti gli spot



            antipirateria su dvd che hai pagato,
            comunque



            anziché perder tempo a trollare documentati



            intervideo produce



            lindvd....





            Sì, certo, e lindvd ha accesso diretto
            hardware


            ad audio e video, supporto per ATI Avivo e

            Nvidia


            Purevideo, eh?






            E' un prodotto del tutto analogo a windvd !!!!




            In Linux non c'è nulla di concreto per gli usi


            più comuni.






            Ma fammi il favore per guardare un dvd cosa
            credi

            ci voglia ? I dvd si guardano meglio sotto linux

            che sotto win dal momento che non hai i percorsi

            obbligati che ti impongono i soliti noti. E non

            mi venire a parlare di accesso hardware perché

            con Vista è morto e sepolto.

            Ma di che parli ? Il fanatismo è la fonte
            primaria dell'ignoranza e tu lo dimostri.

            In Vista cosa avresti letto, o presumi di aver
            letto, che non esisterebbe più l'accesso hardware
            a cosa
            ?Sveglia sotto vista tutti gli accessi avvengono in user mode, manco il kernel mode t'hanno lasciato, quanto all'accesso diretto all'hardware non ce l'hai dai tempi del DOS....
            Forse ti sfugge che il desktop di Vista con Aero
            3D gira con Direct3D sotto DirectX 10 ...
            ?
            DirectSound è passato in software ma hanno messo
            un nuovo layer di accesso alle schede audio
            chiamato UAA, che nei prossimi anni con i nuovi
            driver verrà sfruttato.Si certo utilissimo per baloccarsi con il flip... ci vuol coraggio a chiamarlo 3D, per ora l'unica cosa che si son visti son demo....
            Creative Labs ha ALchemy
            di software per tradurre le chiamate hardware da
            DirectSound ha OpenAL ed accedere comunque
            all'hardware...

            Quindi ? Quindi con Vista non accedi a un tubo tanto è vero che i produttori ci penseranno per conto loro.... prima di scrivere pensa!!!! :D :D :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      complimenti per la tua analisisi vede che lo hai installato ma non configurato anche se mi sembra strano visto che ormai fa tutto lui- Scritto da:
      Spero che canonical sistemi un bel po' ubuntu
      feisty prima di fargliela installare a migliaia
      di computer in quel modo.. o sarà un
      disastro!
      sono ancora incavolato perché proprio un'ora fa,
      su un altro pc con feisty è partito il
      filesystem, giusto per dire. Ma oltre a questo ci
      sono altre cose gravissime, come il famoso errore
      "can't access tty ecc ecc", metacity che ogni
      tanto non parte, i mouse ps2 che ogni tanto li
      vede ogni tanto no, l'audio che non puoi
      scegliere a quale scheda audio deve essere
      mandato (cosa che si faceva benissimo in dapper)
      e così via. Tutto questo semplicemente non è
      accettabile in una distribuzione che vuole essere
      installata su pc destinati al "grande pubblico".

      Versioni precedenti di Ubuntu non ne avevano di
      gravi così. Quelli di Feisty sono critici e
      possono davvero bloccare gli utenti. Se uno si
      compra un portatile Dell perché vuole cominciar a
      usare 'sto linux di cui si è informato e al boot
      gli si presenta schermata nera, oppure non può
      muovere le finestre perché metacity non è
      partito, o altre cose così, voglio vedere quanto
      tempo ci mette Dell a bloccare le vendite.

      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        - Scritto da:
        complimenti per la tua analisi
        si vede che lo hai installato ma non configuratoil problema è che il forum di ubuntu è pieno di gente con gli stessi problemi, che son gravi perché bloccano l'uso del sistema. Io me la posso anche cavare lo stesso, ma chi non sa dove mettere le mani? Sicuramente tra chi comprerà quei sistemi ci saranno persone che non sapranno cosa fare
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          complimenti per la tua analisi

          si vede che lo hai installato ma non configurato

          il problema è che il forum di ubuntu è pieno di
          gente con gli stessi problemi, che son gravi
          perché bloccano l'uso del sistema. Io me la posso
          anche cavare lo stesso, ma chi non sa dove
          mettere le mani? Sicuramente tra chi comprerà
          quei sistemi ci saranno persone che non sapranno
          cosa
          fareDoveva pensarci prima di fare l'update senza leggersi le istruzioni... Appena finito di fare l'update sul sesto pc : nessun problema.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo


          il problema è che il forum di ubuntu è pieno di
          gente con gli stessi problemi, che son gravi
          perché bloccano l'uso del sistema. Io me la posso
          anche cavare lo stesso, ma chi non sa dove
          mettere le mani? Sicuramente tra chi comprerà
          quei sistemi ci saranno persone che non sapranno
          cosa
          fareMa non credi che una ditta come Dell, se installa un SO, lo installa sapendo che funziona?Voglio dire lo avrá testato prima di venderlo visto che con Linux deve dare la garanzia che con l'HW deve esserci compatibilitá, o no
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      Il problema di metacity non è che crasha, è che non parte proprio. Sembra che abilitanto "salva sessione" su GNOME (in pratica, salva i programmi aperti e la posizione delle finestre per rimetterle al successivo avvio) si lasci pezzi per strada e si "dimentichi" di far partire anche metacity
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
        - Scritto da:
        Il problema di metacity non è che crasha, è che
        non parte proprio. Sembra che abilitanto "salva
        sessione" su GNOME (in pratica, salva i programmi
        aperti e la posizione delle finestre per
        rimetterle al successivo avvio) si lasci pezzi
        per strada e si "dimentichi" di far partire anche
        metacitySono i file di configurazione della vecchia versione di gnome, devi fare piazza pulita. Comunque se hai di questi problemi pialla tutto e fai una nuova installazione dopo esserti copiato la directory home altrove.
    • MandarX scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      LOL non è che hai l'hardware guasto???
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      http://punto-informatico.it/f/m.aspx?m_id=1971326
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu 7.04 è buggatissimo
      - Scritto da:
      Spero che canonical sistemi un bel po' ubuntu
      feisty prima di fargliela installare a migliaia
      di computer in quel modo.. o sarà un
      disastro!
      sono ancora incavolato perché proprio un'ora fa,
      su un altro pc con feisty è partito il
      filesystem, giusto per dire. Ma oltre a questo ci
      sono altre cose gravissime, come il famoso errore
      "can't access tty ecc ecc", metacity che ogni
      tanto non parte, i mouse ps2 che ogni tanto li
      vede ogni tanto no, l'audio che non puoi
      scegliere a quale scheda audio deve essere
      mandato (cosa che si faceva benissimo in dapper)
      e così via. Tutto questo semplicemente non è
      accettabile in una distribuzione che vuole essere
      installata su pc destinati al "grande pubblico".

      Versioni precedenti di Ubuntu non ne avevano di
      gravi così. Quelli di Feisty sono critici e
      possono davvero bloccare gli utenti. Se uno si
      compra un portatile Dell perché vuole cominciar a
      usare 'sto linux di cui si è informato e al boot
      gli si presenta schermata nera, oppure non può
      muovere le finestre perché metacity non è
      partito, o altre cose così, voglio vedere quanto
      tempo ci mette Dell a bloccare le vendite.

      http://www.hwupgrade.it/news/portatili/ubuntu-linux-su-pc-dell_21011-20.html#commenticommento#21...Ma che fai copia-incolla? (troll)
  • Anonimo scrive:
    Linux distrugge posti di lavoro
    Sono (o meglio ero) un "consulente informatico freelance" in una piccola città di cui preferisco non fare il nome, visto che ci abito ancora mio malgrado.L'anno scorso diversi esercizi (bar, ristoranti, birrerie) hanno deciso di aprire degli Internet Point a disposizione degli avventori, e ho ricevuto delle richieste di preventivi.Facendo i dovuti calcoli, ho realizzato che acquistando dei PC "nudi" (senza Windows preinstallato) a prezzo di fabbrica e installandovi Ubuntu Linux con la sua suite di applicazioni, sarebbe stato possibile realizzare delle ottime postazioni internet a costo basso.Così è stato, infatti: abbiamo stipulato dei contratti per la realizzazione delle postazioni internet e per la loro manutenzione. Acquistati i computer, i modem, fatti gli abbonamenti ADSL dove servivano, ho installato e configurato Ubuntu su tutte le postazioni.Grazie alla gestione degli account potevo garantire che nessuna postazione potesse venire manomessa, compromessa di virus o spyware, pur garantendo agli utenti la possibilità di navigare, scaricare materiale su chiavette USB, chattare tramite GAIM e Skype, giocare con diversi giochi freeware on o offline, stampare foto... Anche lavorare con OpenOffice nel caso!Tutto bene, allora? No, per niente. Non sono passate nemmeno due settimane che sono stato subissato di reclami: gli avventori non si trovavano bene, erano abituati con Windows, questo "Linok" non piace.Torno e cambio le configurazioni del desktop, per renderlo più "famigliare" agli utenti Windows ma niente da fare. Questo "Linok" non va bene. I clienti provano per qualche minuto e poi rinunciano e si lamentano con il gerente. Nessuno ha voglia di buttare via tempo per imparare a usare il "Linok".I miei clienti sono ovviamente adirati e mi impongono di rimediare. Da contratto mi ero impegnato a fornire un prodotto, cioè delle postazioni pubbliche per Internet che fossero all'altezza delle aspettative dell'utenza, e mi viene detto che così non è. Vengo minacciato di diffide. Hanno pagato, e pretendono di vedere i risultati. Poco importa che le postazioni funzionino, il pubblico non ci si trova bene.Così sono costretto ad acquistare, di tasca mia, le licenze di Windows. Eh si, perchè io avevo calcolato il prezzo dell'hardware, il tempo per l'installazione e la configurazione, e qualcosa per me come compenso. Se avessi comprato dei PC con licenze OEM avrei speso un pochino di più, ma non era quello che volevo fare.Comunque, compro le licenze e ci rimetto, e tanto. Riformatto le macchine e installo Windows, ovviamente con la dovuta gestione delle utenze per evitare problemi di sicurezza. Intanto invece di guadagnare qualcosa ci ho rimesso, e tanto. Dei miei otto clienti, tre non mi richiamano per niente e si rivolgono a qualcun altro.Da quel momento in poi, io sono "quello lì con il suo Linok che non vale niente". Tutto questo bell'esercizio mi è costato talmente tanto in termini monetari e di immagine che ho venduto due dei miei tre computer e mi sono comprato un motorino di seconda mano con cui ora consegno pizze a domicilio.Per me il capitolo "informatica" è chiuso per sempre.Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e che sapevo di aver fatto bene. L'utente non vuole Linux: vuole Windows. Questa è la realtà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Anche per far funzionare le poste italiane, per rendere competitiva Telecom Italia, per diminuire gli sprechi nella pubblica amministrazione bisognerebbe lasciare a casa qualche buon milione di persone... E invece ce le teniamo sulle spalle, va bene così ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        Che c'entra col fatto che il tizio è stato pagato per un lavoro, l'ha fatto, e ci ha rimesso perchè la gente non vuole usare Linux?
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Che c'entra col fatto che il tizio è stato pagato
          per un lavoro, l'ha fatto, e ci ha rimesso perchè
          la gente non vuole usare
          Linux?che mi chiedo se non ci sia un problema di qualità del lavoro...un internet point deve fornire la possibilità di navigare....e basta ceare una gui semplificata per gli utenti dove cliccano e gli si apre un browser..FF o altro che sia...per cui se mi spieghi dove è questa enorme diversità rispetto alla stessa soluzione in windows con GUI ad hoc limitata al solo uso di browserbah
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            Ciao. Sono il poster originale.Le postazioni erano semplici, che di puù era impossibile. C'era un'icona ENORME per firefox, che era stata rinominata WWW per chiarezza. C'erano icone a schermo per TUTTE le applicazioni. Non era una installazione "liscia" e basta.Volevi navigare? Non c'erano scuse per non trovare l'icona. Volevi chattare? Stesso discorso. Alcune persone anche a digiuno di informatica (anche anziane) che conoscevano NON avevano nessun problema, anzi dicevano che metteva loro meno "paura" di Windows.E le macchine non sono MAI andate in crash pur rimanendo accese 24/7.Semplicemente, la maggioranza VOLEVA Windows. Anche se IE si bloccava. Anche se Skype andava più lento e a scatti. Anche se non potevi accedere a qualunque account ICQ, Yahoo o MSN che volessi.La gente VUOLE Windows. Le limitazioni le trova naturali. I problemi li trova naturali. Avere Explorer che si blocca mentre si scaricano le foto dalla fotocamera digitale è accettabile (mai successo una sola volta con Ubuntu, che scaricava le foto, le stampava su richiesta, le masterizzava su CD), purchè ci sia la benedetta GUI di Windows.
          • outkid scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            gli dicevi che era un tema di windows.windows linux xp, ci mettevi l'icona di explorer col tema di explorer..questa storia e' credibile come cicciolina vergine.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da: outkid
            gli dicevi che era un tema di windows.
            windows linux xp, ci mettevi l'icona di explorer
            col tema di
            explorer..
            questa storia e' credibile come cicciolina
            vergine.la cosa che non è credibile è che il poster originale dia la colpa di questo al sistema operativo. Deve dare la colpa ai coglioni che vivono nel sul ignoto paese. Linux non ti ha fatto perdere il lavoro i coglioni ti hanno fatto perdere il lavoro. Anche i tuoi. Da tecnico responsabile che ha ricevuto un "appalto" sei tu a dettare le condizioni. Ti hanno chiesto delle postazioni funzionanti? Ottimo funzionano, c'è linux e la gente non ci vuole andare? Cavoli loro le postazioni funzionano. Vogliono mettere windows su tutte? Devono pagare a parte le licenze.Non dare la colpa a linux dai la colpa a te stesso
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            Se tu hai rispettato il contratto non eri tenuto a comprargli windows. Una volta che spieghi al cliente tutto per filo e per segno sui pro e i contro sono cazzi suoi.E' come se vendi a un bar la macchina per fare la granita e questo ti torna indietro dicendo: qui vogliono il gelato al gusto puffo e basta!!!! Mi cambi la macchina a sue spese!
          • icecuber scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            Se tu hai rispettato il contratto non eri tenuto
            a comprargli windows.Temo che questo sia il punto dolente... c'era un contratto!? Cosa c'era scritto NERO SU BIANCO?Hai fatto l'errore di esporti.... avresti dovuto metterti nella posizione di poter dire:"ho fatto il lavoro pattuito, se non va bene ca%%i tuoi / altro lavoro altra fattura"

            Una volta che spieghi al cliente tutto per filo e
            per segno sui pro e i contro sono cazzi
            suoi.
            E' come se vendi a un bar la macchina per fare la
            granita e questo ti torna indietro dicendo: qui
            vogliono il gelato al gusto puffo e basta!!!! Mi
            cambi la macchina a sue
            spese!Quoto in pieno...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            Ciao. Sono il poster originale.

            Le postazioni erano semplici, che di puù era
            impossibile. C'era un'icona ENORME per firefox,
            che era stata rinominata WWW per chiarezza.
            C'erano icone a schermo per TUTTE le
            applicazioni. Non era una installazione "liscia"
            e
            basta.

            Volevi navigare? Non c'erano scuse per non
            trovare l'icona. Volevi chattare? Stesso
            discorso. Alcune persone anche a digiuno di
            informatica (anche anziane) che conoscevano NON
            avevano nessun problema, anzi dicevano che
            metteva loro meno "paura" di
            Windows.

            E le macchine non sono MAI andate in crash pur
            rimanendo accese
            24/7.

            Semplicemente, la maggioranza VOLEVA Windows.
            Anche se IE si bloccava. Anche se Skype andava
            più lento e a scatti. Anche se non potevi
            accedere a qualunque account ICQ, Yahoo o MSN che
            volessi.

            La gente VUOLE Windows. Le limitazioni le trova
            naturali. I problemi li trova naturali. Avere
            Explorer che si blocca mentre si scaricano le
            foto dalla fotocamera digitale è accettabile (mai
            successo una sola volta con Ubuntu, che scaricava
            le foto, le stampava su richiesta, le
            masterizzava su CD), purchè ci sia la benedetta
            GUI di
            Windows.
            ma sono cose che il linux fa gia da anni non capisco la difficoltà di clikkare su un icona per aprire msn,irc,firefox,etc.forse puoi aver problemi con la chiavetta usb ma altre limitazioni nn ci sono
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro

            ma sono cose che il linux fa gia da anni non
            capisco la difficoltà di clikkare su un icona per
            aprire
            msn,irc,firefox,etc.il problema è che la maggior parte della gente appena vede un computer entra in modalità provvisoria e non vuole saperne NIENTE, se in quel momento gli chiedi come si chiama, non lo sa. si opporrà ad ogni minimo cambiamento con tutte le sue forze, non importa se è un cambiamento in meglio, perchè detesta "sti conpiuter" e pensa che ogni secondo speso ad imparare come si usano sia un secondo buttato.quindi sì, probabilmente la soluzione migliore sarebbe stata mettere un tema similwindows, una collinetta verde di sfondo e l'icona di explorer, pochi se ne sarebbero accorti che non era windows...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Questo è il mercato. La colpa del tuo fallimento non è di Linux, ma a mio vedere è di chi non ha saputo vendere il prodotto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        La colpa del "suo" fallimento è che l'utente, semplicemente, non sa usare Linux e non gli interessa. Gli utenti usano Windows per la stragrande maggioranza dei casi.Lui il lavoro l'ha fatto. La sua pecca è stata la fede cieca nel Pinguino.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          A me non sembra, se avesse fatto il suo non sarebbe qui a lamentarsi. Fede cieca nel pinguino? Onestamente in questo caso la vedo più come un opportunità per fare soldi facili.Comunque non si può pretendere che l'utente medio accetti un cambiamento così radicale, ha provato a spiegare all'utente le analogie tra le applicazioni dei due sistemi? Le differenze? Esempi? Mini corsi?Secondo me sarebbe stato meglio proporre una soluzione con metà macchine windows e metà linux, cercando di dimostrare all'utente che con entrambi i sistemi operativi si possono fare esattamente le stesse cose.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            A me non sembra, se avesse fatto il suo non
            sarebbe qui a lamentarsi.

            Fede cieca nel pinguino? Onestamente in questo
            caso la vedo più come un opportunità per fare
            soldi
            facili.
            Comunque non si può pretendere che l'utente medio
            accetti un cambiamento così radicale, ha provato
            a spiegare all'utente le analogie tra le
            applicazioni dei due sistemi? Le differenze?
            Esempi? Mini
            corsi?
            Secondo me sarebbe stato meglio proporre una
            soluzione con metà macchine windows e metà linux,
            cercando di dimostrare all'utente che con
            entrambi i sistemi operativi si possono fare
            esattamente le stesse
            cose.Direi che la tua è la soluzione più sensata che ho letto... magari un po' più della metà delle macchine con Windows, per andare sul sicuro con l'abitudinarietà degli utenti, ma lasciarli in condizione di scegliere, confrontare, cambiare sarebbe la cosa migliore.E sarebbe stato il caso che nel contratto avesse menzionato i costi del SO e i risparmi sui PC con linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          La colpa del "suo" fallimento è che l'utente,
          semplicemente, non sa usare Linux e non gli
          interessa. Gli utenti usano Windows per la
          stragrande maggioranza dei
          casi.

          Lui il lavoro l'ha fatto. La sua pecca è stata la
          fede cieca nel
          Pinguino.ma va la....che negli internet point hai delle gui talmente semplificate che ti permettono solo di aprire il browser....dimmi te che abissale differenza se sotto hai windows linux o cicciociccioOSmah
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro

          Lui il lavoro l'ha fatto. La sua pecca è stata la
          fede cieca nel
          Pinguino.è semplicemente stato dare la benchè minima fiducia alle persone, pensare che avesserò almeno una traccia di senso critico, che scegliessero cos'è meglio, ma la gente è occupata a ripetere "due gambe cattivo quattro gambe buono"
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgrado.

      L'anno scorso diversi esercizi (bar, ristoranti,
      birrerie) hanno deciso di aprire degli Internet
      Point a disposizione degli avventori, e ho
      ricevuto delle richieste di
      preventivi.

      Facendo i dovuti calcoli, ho realizzato che
      acquistando dei PC "nudi" (senza Windows
      preinstallato) a prezzo di fabbrica e
      installandovi Ubuntu Linux con la sua suite di
      applicazioni, sarebbe stato possibile realizzare
      delle ottime postazioni internet a costo
      basso.

      Così è stato, infatti: abbiamo stipulato dei
      contratti per la realizzazione delle postazioni
      internet e per la loro manutenzione. Acquistati i
      computer, i modem, fatti gli abbonamenti ADSL
      dove servivano, ho installato e configurato
      Ubuntu su tutte le
      postazioni.

      Grazie alla gestione degli account potevo
      garantire che nessuna postazione potesse venire
      manomessa, compromessa di virus o spyware, pur
      garantendo agli utenti la possibilità di
      navigare, scaricare materiale su chiavette USB,
      chattare tramite GAIM e Skype, giocare con
      diversi giochi freeware on o offline, stampare
      foto... Anche lavorare con OpenOffice nel
      caso!

      Tutto bene, allora? No, per niente. Non sono
      passate nemmeno due settimane che sono stato
      subissato di reclami: gli avventori non si
      trovavano bene, erano abituati con Windows,
      questo "Linok" non
      piace.

      Torno e cambio le configurazioni del desktop, per
      renderlo più "famigliare" agli utenti Windows ma
      niente da fare. Questo "Linok" non va bene. I
      clienti provano per qualche minuto e poi
      rinunciano e si lamentano con il gerente. Nessuno
      ha voglia di buttare via tempo per imparare a
      usare il
      "Linok".

      I miei clienti sono ovviamente adirati e mi
      impongono di rimediare. Da contratto mi ero
      impegnato a fornire un prodotto, cioè delle
      postazioni pubbliche per Internet che fossero
      all'altezza delle aspettative dell'utenza, e mi
      viene detto che così non è. Vengo minacciato di
      diffide. Hanno pagato, e pretendono di vedere i
      risultati. Poco importa che le postazioni
      funzionino, il pubblico non ci si trova
      bene.

      Così sono costretto ad acquistare, di tasca mia,
      le licenze di Windows. Eh si, perchè io avevo
      calcolato il prezzo dell'hardware, il tempo per
      l'installazione e la configurazione, e qualcosa
      per me come compenso. Se avessi comprato dei PC
      con licenze OEM avrei speso un pochino di più, ma
      non era quello che volevo
      fare.

      Comunque, compro le licenze e ci rimetto, e
      tanto. Riformatto le macchine e installo Windows,
      ovviamente con la dovuta gestione delle utenze
      per evitare problemi di sicurezza. Intanto invece
      di guadagnare qualcosa ci ho rimesso, e tanto.
      Dei miei otto clienti, tre non mi richiamano per
      niente e si rivolgono a qualcun
      altro.

      Da quel momento in poi, io sono "quello lì con il
      suo Linok che non vale niente". Tutto questo
      bell'esercizio mi è costato talmente tanto in
      termini monetari e di immagine che ho venduto due
      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.

      Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e
      che sapevo di aver fatto bene. L'utente non vuole
      Linux: vuole Windows. Questa è la
      realtà.Se non sei capace non lo sei ne' con windows ne' con linux: ci sono software professionali di gestione dei cybercaffe, gli arrangioni avranno risultati arrangiati con qualsiasi SO.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro

        Se non sei capace non lo sei ne' con windows ne'
        con linux: ci sono software professionali di
        gestione dei cybercaffe, gli arrangioni avranno
        risultati arrangiati con qualsiasi
        SO.Tu cosa hai fatto esattamente a livello "professionale"? Questi esercizi evidentemente volevano spendere di meno e avere qualcosa di funzionale, non è la prima volta che lo vedo succedere.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:


          Se non sei capace non lo sei ne' con windows ne'

          con linux: ci sono software professionali di

          gestione dei cybercaffe, gli arrangioni avranno

          risultati arrangiati con qualsiasi

          SO.

          Tu cosa hai fatto esattamente a livello
          "professionale"? Questi esercizi evidentemente
          volevano spendere di meno e avere qualcosa di
          funzionale, non è la prima volta che lo vedo
          succedere.E non e' la prima volta che queste imprese risparmiose falliscono...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro

            E non e' la prima volta che queste imprese
            risparmiose
            falliscono...Nessuno ha mai perso il lavoro per aver usato Windows! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:


            E non e' la prima volta che queste imprese

            risparmiose

            falliscono...

            Nessuno ha mai perso il lavoro per aver usato
            Windows!
            (rotfl)Non diciamo sciocchezze. Con Win a volte perdi il lavoro perché è un sistema che ti costringe a far da balia continua al pupo, e alla prima svista di configurazione si scassa qualcosa e TU sei ritenuto colpevole.Non che Windows non abbia meriti, non voglio fare il "fondamentalista"; solo è un peccato che il mercato "casalingo" non sia riuscito finora ad accettare delle alternative (se non alcune realtà come il mondo degli appassionati Apple).
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            Non che Windows non abbia meriti, non voglio fare
            il "fondamentalista"; solo è un peccato che il
            mercato "casalingo" non sia riuscito finora ad
            accettare delle alternative (se non alcune realtà
            come il mondo degli appassionati
            Apple).Ma che dici?? La maggior parte degli utenti Linux ha un assemblato con magari dual boot win/Linux o solo Linux!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:


            E non e' la prima volta che queste imprese

            risparmiose

            falliscono...

            Nessuno ha mai perso il lavoro per aver usato
            Windows!
            (rotfl)si come no
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:


            E non e' la prima volta che queste imprese

            risparmiose

            falliscono...

            Nessuno ha mai perso il lavoro per aver usato
            Windows!
            (rotfl)Già, lo ha fatto perdere agli altri: Wordstar, Wordperfect, DR, Borland, NeXT, Atari, Commodore,SGI, Intergraph...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:


            E non e' la prima volta che queste imprese

            risparmiose

            falliscono...

            Nessuno ha mai perso il lavoro per aver usato
            Windows!
            (rotfl)Come no ???E i sistemisti windows che lavoravano su Hotmail ai tempi di NT ????http://lists.prato.linux.it/pipermail/plug/2000-October/000246.html
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            Ed è un ossimoro.Windows da tali e tanti problemi che bisognerebbe bandire lui e chi lo propone.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            Ed è un ossimoro.

            Windows da tali e tanti problemi che bisognerebbe
            bandire lui e chi lo
            propone.Linux è un problema visto che se devi farci qualsiasi cosa oltre metter su un server di fatto non funziona o fa 1/10 di quello che fanno programmi professionali commerciali seri sotto NT.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            Linux è un problema visto che se devi farci
            qualsiasi cosa oltre metter su un server di fatto
            non funziona o fa 1/10 di quello che fanno
            programmi professionali commerciali seri sotto
            NT.effettivamente non sono ancora riuscito a far infettare Linux (rotfl)Ma NT esiste ancora ;) ?
    • gipoint scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Ciao,anch'io ho "messo su" un internet cafe, ma prevedendo le difficoltà degli utenti, ho messo su il Windows più economico che ho trovato.Le persone che entrano in un internet cafe vogliono cose semplici che sono abituati ad usare, ed è ancora troppo presto per Linux. Ma siamo sulla buona strada. Ad esempio, se avete notato, per lo streaming video Windows Media 10 è stato letteralmente spazzato via da Flash, che usa un codec nettamente più innovativo e, cosa più importante, disponibile su tutte le piattaforme. Anche la RAI, legata a triplo filo con Microsoft (immagino le mazzette...) è stata costretta a passare a quel codec!In pratica ora con Linux si vedono benissimo anche i video, ad esempio youtube va che è un piacere. Il prossimo target sono i formati office, purtroppo il preistorico .doc è ancora usatissimo, e ci vorrà del tempo.Il tuo unico errore, secondo me, è stato voler precorrere troppo i tempi. Continua a lavorare nel campo dell'informatica, solo con un po' più di prudenza ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola cittàOk, e di cosa ti occupavi? (visto che ora dici di vendere pizze, possibile che non avessi altri clienti soddisfatti del tuo lavoro?).
      Così è stato, infatti: abbiamo stipulato dei
      contratti per la realizzazione delle postazioni
      internet e per la loro manutenzione.
      I miei clienti sono ovviamente adirati e mi
      impongono di rimediare. Da contratto mi ero
      impegnato a fornire un prodotto, cioè delle
      postazioni pubbliche per Internet che fossero
      all'altezza delle aspettative dell'utenza, e mi
      viene detto che così non è. Vengo minacciato di
      diffide. Hanno pagato, e pretendono di vedere i
      risultati. Poco importa che le postazioni
      funzionino, il pubblico non ci si trova
      bene.Poco importa un tubo. Se hai fatto un contratto decente e il sistema consegnato funziona non si capisce di che appigli legali parlassero.Come racconti, non è che dar loro retta sia servito a qualcosa: hai perso soldi e clienti, mentre tener duro sarebbe servito a dimostrare che avevi lavorato secondo contratto e la tua professionalità non sarebbe stata stracciata. Non c'è niente di peggio di accettare che un cliente tecnicamente incompetente ti faccia fare marcia indietro su di una scelta tecnica che dipendeva da te.
      Tutto questo
      bell'esercizio mi è costato talmente tanto in
      termini monetari e di immagine che ho venduto due
      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.OK, quindi non avevi capitale d'impresa, e non avevi la capacità professionale di gestire un problema contrattuale. Cosa centra questo con il titolo "Linux distrugge posti di lavoro"?Se io aprissi un bar senza saper miscelare un solo cocktail e fallissi in un mese, potrei scrivere un post dal titolo "Campari distrugge posti di lavoro"?
      Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e
      che sapevo di aver fatto bene. L'utente non vuole
      Linux: vuole Windows. Questa è la
      realtà.Molti, certo. Infatti tu cercavi di infilarti in una nicchia diversa, dovevi insistere sui pregi con i clienti ed evidenziare i maggiori costi della soluzione Windows (inclusi costi aggiunti di manutenzione, update di sicurezza e licenze accessorie per "blindare" meglio i PC Win. Invece te li sei accollati tu i costi. Secondo te, chi vende una utilitaria city car, se poi il cliente pretende un furgone paga di tasca sua la trasformazione?
    • outkid scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.Il mondo non se ne avra' a male: ha piu' bisogno di pizze a domicilio i giorni di pioggia che di gente che non sa nemmeno pattuire i termini del suo lavoro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        - Scritto da: outkid
        Il mondo non se ne avra' a male: ha piu' bisogno
        di pizze a domicilio i giorni di pioggia che di
        gente che non sa nemmeno pattuire i termini del
        suo
        lavoro.Ma come fai a vivere, sempre deriso e umiliato, picchiato e maltrattato, il video di te che corri piangendo senza pantaloni per i corridoi della scuola su YouTube...
        • outkid scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          ho una vita reale piu' bella della tua che te ne inventi una nuova nella speranza, vana, che sia piu' dignitosa. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da: outkid
            ho una vita reale piu' bella della tuaBimbo, mi dispiace dovertelo dire così, ma Second Life NON è una vita reale! (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:

            - Scritto da: outkid

            ho una vita reale piu' bella della tua

            Bimbo, mi dispiace dovertelo dire così, ma Second
            Life NON è una vita reale!
            (rotfl)Te la stai prendendo con un trollazzo/flamer che ti inseguirà in ogni thread, su qualunque forum, per il resto della tua vita p)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgrado.

      L'anno scorso diversi esercizi (bar, ristoranti,
      birrerie) hanno deciso di aprire degli Internet
      Point a disposizione degli avventori, e ho
      ricevuto delle richieste di
      preventivi.

      Facendo i dovuti calcoli, ho realizzato che
      acquistando dei PC "nudi" (senza Windows
      preinstallato) a prezzo di fabbrica e
      installandovi Ubuntu Linux con la sua suite di
      applicazioni, sarebbe stato possibile realizzare
      delle ottime postazioni internet a costo
      basso.il tuo errore e' stato quello di non chiarire bene con il client cosa era linux, quali erano i vantaggi e quali gli svantaggi.io ho realizzato delle postazioni wireless in un hotel con linux, spiegando bene al proprietario i pro e i contro di linux...e questo e' il terzo anno che le cose vanno a gonfie vele...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Steve Ballmer, sei tu?... DEVELOPERS!!!
    • FDG scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.E meno male. Stipuli dei contratti e non stabilisci il limite delle tue prestazioni, cosa devi fare e cosa non sei obbligato a fare. Si dice che il cliente ha sempre ragione, ma è anche vero che tende a prendersi la mano e il braccio. E tu questo evidentemente non l'hai mai capito.Sempre che non siano tutte palle.
    • tonzie scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Beh, ma direi che quello che ti è successo è anche logico! Linux non è fatto per gli utenti: è fatto cmq ancora per gli smanettoni e per i server, ma non per gli utenti; e la colpa di tutto questo è di Bill Gates, perché oramai Computer è sinonimo di Windows ed è dura scardinare questo pregiudizio! Almeno questo è molto vero per persone con più di 40 anni, i più giovani magari non sono spaventati da qualcosa di diverso dal solito, ma spesso incuriositi!! Personalmente io quelli dell'internet point li avrei mandati a spigolare altro che pagargli le licenze di Windowz...il contratto era rispettato, no? Però in precedenza avrei fatto così: gli avrei fatto provare ubuntu: almeno nell'inaugurazione del punto, stabilendo che se andava bene avrebbero potuto risparmiare l'O.S. altrimenti si faceva presto con una spesa aggiuntiva a mettere l'odiato sistema!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgrado.

      L'anno scorso diversi esercizi (bar, ristoranti,
      birrerie) hanno deciso di aprire degli Internet
      Point a disposizione degli avventori, e ho
      ricevuto delle richieste di
      preventivi.

      Facendo i dovuti calcoli, ho realizzato che
      acquistando dei PC "nudi" (senza Windows
      preinstallato) a prezzo di fabbrica e
      installandovi Ubuntu Linux con la sua suite di
      applicazioni, sarebbe stato possibile realizzare
      delle ottime postazioni internet a costo
      basso.

      Così è stato, infatti: abbiamo stipulato dei
      contratti per la realizzazione delle postazioni
      internet e per la loro manutenzione. Acquistati i
      computer, i modem, fatti gli abbonamenti ADSL
      dove servivano, ho installato e configurato
      Ubuntu su tutte le
      postazioni.

      Grazie alla gestione degli account potevo
      garantire che nessuna postazione potesse venire
      manomessa, compromessa di virus o spyware, pur
      garantendo agli utenti la possibilità di
      navigare, scaricare materiale su chiavette USB,
      chattare tramite GAIM e Skype, giocare con
      diversi giochi freeware on o offline, stampare
      foto... Anche lavorare con OpenOffice nel
      caso!

      Tutto bene, allora? No, per niente. Non sono
      passate nemmeno due settimane che sono stato
      subissato di reclami: gli avventori non si
      trovavano bene, erano abituati con Windows,
      questo "Linok" non
      piace.

      Torno e cambio le configurazioni del desktop, per
      renderlo più "famigliare" agli utenti Windows ma
      niente da fare. Questo "Linok" non va bene. I
      clienti provano per qualche minuto e poi
      rinunciano e si lamentano con il gerente. Nessuno
      ha voglia di buttare via tempo per imparare a
      usare il
      "Linok".

      I miei clienti sono ovviamente adirati e mi
      impongono di rimediare. Da contratto mi ero
      impegnato a fornire un prodotto, cioè delle
      postazioni pubbliche per Internet che fossero
      all'altezza delle aspettative dell'utenza, e mi
      viene detto che così non è. Vengo minacciato di
      diffide. Hanno pagato, e pretendono di vedere i
      risultati. Poco importa che le postazioni
      funzionino, il pubblico non ci si trova
      bene.

      Così sono costretto ad acquistare, di tasca mia,
      le licenze di Windows. Eh si, perchè io avevo
      calcolato il prezzo dell'hardware, il tempo per
      l'installazione e la configurazione, e qualcosa
      per me come compenso. Se avessi comprato dei PC
      con licenze OEM avrei speso un pochino di più, ma
      non era quello che volevo
      fare.

      Comunque, compro le licenze e ci rimetto, e
      tanto. Riformatto le macchine e installo Windows,
      ovviamente con la dovuta gestione delle utenze
      per evitare problemi di sicurezza. Intanto invece
      di guadagnare qualcosa ci ho rimesso, e tanto.
      Dei miei otto clienti, tre non mi richiamano per
      niente e si rivolgono a qualcun
      altro.

      Da quel momento in poi, io sono "quello lì con il
      suo Linok che non vale niente". Tutto questo
      bell'esercizio mi è costato talmente tanto in
      termini monetari e di immagine che ho venduto due
      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.

      Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e
      che sapevo di aver fatto bene. L'utente non vuole
      Linux: vuole Windows. Questa è la
      realtà.mi dispiace, ma sei stato un pò pollo e sfortunato a trovare clienti idioti.Se tu sei un consulente informatico e un cliente si rivolge a te per attivare un servizio di un certo tipo sta a te realizzare tale servizio.Se il servizio funziona e, per esempio, non contempla una determinata cosa, poco importa se i clienti del tuo cliente si lamentano. Se vogliono usare quel servizio e questo funziona egregiamente sono solo degli incompetenti (come si può facilmente capire dal tuo racconto).Io non avrei cambiato nulla e non avrei speso soldi per cambiare una situazione che funziona perfettamente per ciò che è stato richiesto.Se mi chiedono una postazione internet, e solitamente i pc degli internet point sono moooolto castrati, devi fornire SOLO e SOLTANTO accesso al web con possibilità eventualmente di salvare i dati che interessano per portarli via con se. I clienti non devono fare ciò che vogliono con quel pc.Se è così allora ha sbagliato tutto il gestore, che non ha idea di cosa sia/significhi fornire troppa libertà per un servizio di internet point, e sopratutto i clienti.Ripeto, mi spiace, ma bisogna essere chiari quando si fa un contratto. E se sul contratto c'era scitto chiaramente che avresti fornito quel servizio utilizzando quella tecnologia hanno ben poco di che lamentarsi, sopratutto se i servizi da loro richiesti funzionano alla grande.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.e tanto meglio!
      Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e
      che sapevo di aver fatto bene.se lo facevi bene veramente nemmeno si rendevano conto di che piattaforma stavano usando:il solito fluff
      L'utente non vuole
      Linux: vuole Windows. Questa è la
      realtà.la realtà è fatta di sfumature:ho appena messo su un serverino mail...la ditta aveva due preventivi: il mio (2000 di macchina + Minidistro Mail Server-antispam,antivirus,caselle illimitate, gruppi illimitati, liste illimitate etc etc) e quello di un'alra ditta (1500 di macchina + 3000 di mailserver proprietario, antispam base, NO antivirus, 100 caselle, 50gruppi, 50liste)secondo te cosa hanno scelto? la mia, ovviamente!e ne sono stati così soddisfatti (tra assenza di licenze e quant'altro) che mi hanno sborsato 500 in più per la celerità...tanto ne hanno risparmiato lo stesso.è meglio che consegni pizze, se non riesci a fare marketing...
    • pikappa scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Non ti conosco, per cui non posso certo dare un giudizio definitivo, però permettimi di dubitare delle tue capacità, sia perchè non sei stato in grado di far funzionare e di vendere bene la cosa, sia perchè hai abbandonato questo lavoro, che sicuramente costa studio e fatica, mi viene il dubbio che tu non l'abbia preso come una cosa seria.Per quanto riguarda linux, un mio cliente usa proprio ubuntu per le sue postazioni di lavoro, alcune direttamente, ed altre come piattaforma per terminal server.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgrado.

      L'anno scorso diversi esercizi (bar, ristoranti,
      birrerie) hanno deciso di aprire degli Internet
      Point a disposizione degli avventori, e ho
      ricevuto delle richieste di
      preventivi.

      Facendo i dovuti calcoli, ho realizzato che
      acquistando dei PC "nudi" (senza Windows
      preinstallato) a prezzo di fabbrica e
      installandovi Ubuntu Linux con la sua suite di
      applicazioni, sarebbe stato possibile realizzare
      delle ottime postazioni internet a costo
      basso.

      Così è stato, infatti: abbiamo stipulato dei
      contratti per la realizzazione delle postazioni
      internet e per la loro manutenzione. Acquistati i
      computer, i modem, fatti gli abbonamenti ADSL
      dove servivano, ho installato e configurato
      Ubuntu su tutte le
      postazioni.

      Grazie alla gestione degli account potevo
      garantire che nessuna postazione potesse venire
      manomessa, compromessa di virus o spyware, pur
      garantendo agli utenti la possibilità di
      navigare, scaricare materiale su chiavette USB,
      chattare tramite GAIM e Skype, giocare con
      diversi giochi freeware on o offline, stampare
      foto... Anche lavorare con OpenOffice nel
      caso!

      Tutto bene, allora? No, per niente. Non sono
      passate nemmeno due settimane che sono stato
      subissato di reclami: gli avventori non si
      trovavano bene, erano abituati con Windows,
      questo "Linok" non
      piace.

      Torno e cambio le configurazioni del desktop, per
      renderlo più "famigliare" agli utenti Windows ma
      niente da fare. Questo "Linok" non va bene. I
      clienti provano per qualche minuto e poi
      rinunciano e si lamentano con il gerente. Nessuno
      ha voglia di buttare via tempo per imparare a
      usare il
      "Linok".

      I miei clienti sono ovviamente adirati e mi
      impongono di rimediare. Da contratto mi ero
      impegnato a fornire un prodotto, cioè delle
      postazioni pubbliche per Internet che fossero
      all'altezza delle aspettative dell'utenza, e mi
      viene detto che così non è. Vengo minacciato di
      diffide. Hanno pagato, e pretendono di vedere i
      risultati. Poco importa che le postazioni
      funzionino, il pubblico non ci si trova
      bene.

      Così sono costretto ad acquistare, di tasca mia,
      le licenze di Windows. Eh si, perchè io avevo
      calcolato il prezzo dell'hardware, il tempo per
      l'installazione e la configurazione, e qualcosa
      per me come compenso. Se avessi comprato dei PC
      con licenze OEM avrei speso un pochino di più, ma
      non era quello che volevo
      fare.

      Comunque, compro le licenze e ci rimetto, e
      tanto. Riformatto le macchine e installo Windows,
      ovviamente con la dovuta gestione delle utenze
      per evitare problemi di sicurezza. Intanto invece
      di guadagnare qualcosa ci ho rimesso, e tanto.
      Dei miei otto clienti, tre non mi richiamano per
      niente e si rivolgono a qualcun
      altro.

      Da quel momento in poi, io sono "quello lì con il
      suo Linok che non vale niente". Tutto questo
      bell'esercizio mi è costato talmente tanto in
      termini monetari e di immagine che ho venduto due
      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.

      Linux mi è costato un lavoro che mi piaceva, e
      che sapevo di aver fatto bene. L'utente non vuole
      Linux: vuole Windows. Questa è la
      realtà.Un po' lunga come barzelletta, ma simpatica. :)
    • grassman scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferiscoNo, sei un piskello.1) non sai fare i contratti. Io metto per iscritto tutto2) potevi usare una soluzione con window server 2003 e dei terminal server con rdesktop. Ci rimettevi comunque, ma molto meno.Gli informatici non sono pizzaioli, ma professionisti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        - Scritto da: grassman

        Gli informatici non sono pizzaioli, ma
        professionisti.Gli "informatici" non sono NIENTE. Ne ho licenziati otto proprio questo mese, assumo una dozzina di indiani che costano meno per il supporto tecnico, e lo sviluppo software (quel poco che mi serve) lo delocalizzo in Lituania.Ragazzi, lasciate perdere l'informatica. Lo so, vi hanno illuso che il vostro hobby sarebbe diventato "la professione del futuro", ma non è stato così. Il sogno è finito. Chi si dedica all'informatica diventa automaticamente una nullità sacrificabile.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Gli "informatici" non sono NIENTE. Ne ho
          licenziati otto proprio questo mese, assumo una
          dozzina di indiani che costano meno per il
          supporto tecnico, e lo sviluppo software (quel
          poco che mi serve) lo delocalizzo in
          Lituania.LOL (rotfl) !!Io invece ho appena infilato un missile in una fessura stretta-stretta, poi la Morte Nera è fallita e la Principessa Leila mi ha messo una medaglia la collo. C'era anche Chewbacca.
          Ragazzi, lasciate perdere l'informatica. Lo so,
          vi hanno illuso che il vostro hobby sarebbe
          diventato "la professione del futuro", ma non è
          stato così. Il sogno è finito. Chi si dedica
          all'informatica diventa automaticamente una
          nullità
          sacrificabile.Se lo dici te, io intanto a 30 anni mi sono fatto la casa. Tutta pagata, niente debiti ;)E questo grazie al Vic20 che mi ha insegnato a programmare e grazie a Java che mi da il pane quotidiano :D !
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro

            LOL (rotfl) !!
            Io invece ho appena infilato un missile in una
            fessura stretta-stretta, I dettagli dei tuoi rapporti anali non ci interessano :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro

      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.non mi dire...domani scrivi si PI (Pizza Infornata)che la margherita distrugge posti di lavoroperchè ti hanno chiesto una marinara ed hai consegnato una margherita:)
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgrado.Lo faccio il il nome della città:PAPEROPOLI.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Il problema e' stato tuo non di Linux, tu dovevi saper vendere il prodotto, dare le corrette info ai clienti e configurare gli internet point nel modo piu' corretto (e queste sono cose che si imparano col tempo e con l'esperienza) io lavoro con Linux da 5/6 anni e di desktop Linux ne vendo parecchi, e ho fatto anche internet point posati in aereoporti. posso affermare che piu' di meta' del fatturato della ditta per cui lavoro deriva da Linux. Poi sopprattutto pensi che gli stessi clienti non ti avrebbero chiamato incazzati, dopo 1 mese, perche' gli internet point Windows erano appestati da virus di ogni genere?! Sai che chiasso capita se un internet point esposto e visibile al pubblico d'un tratto comiciasse ad aprire popup con foto pornografiche? Solo che capiti sotto l'occhio di una mamma e di una vecchietta che si incazza ti trovi il gestore del locale sotto casa che ti urla di scendere. (so a chi e' capitato grazie a Windows)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        Non sono il tuo interlocutore ma mi infilo comunque per spiegare con mie parole il perche' l'affermazione fatta secondo cui "Linux distrugge posti di lavoro" e' corretta.Tanto per cominciare le applicazione non sono dei formati di files o standard che come tali devono rimanere liberamente accessibili,distribuibili e neutrali.Il considerare le due cose identiche secondo schemi estranei all'informatica e al mercato e' un grosso errore.Questo alla lunga non crea competizione e mercato ma monopolio non gia' di una sola azienda ma del sorgente, deprimendo di fatto ricerca ed investimenti.Come se non bastasse questo a deprimere ulteriormente il mercato,mettiamoci pure il fattore grande azienda (corporation) vs piccola impresa.Apparentemente il sorgente sembra contrastare le inziative egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e' il piu' grande alleato se usato in maniera estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci business sul software ti devi spostare sui servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse possono permettersi.Le altre andrebbero incontro al fallimento non potendosi sostenere in altra maniera.Quindi con buona pace per le vostre iniziative "liberali" rischiate di fare peggio che non la situazione attuale.Cominciate a scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni valide anziche' fare gli intellettuali benpensanti e piacioni.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Non sono il tuo interlocutore ma mi infilo
          comunque per spiegare con mie parole il perche'
          l'affermazione fatta secondo cui "Linux distrugge
          posti di lavoro" e' corretta.Tanto per cominciare
          le applicazione non sono dei formati di files o
          standard che come tali devono rimanere
          liberamente accessibili,distribuibili e
          neutrali.Il considerare le due cose identiche
          secondo schemi estranei all'informatica e al
          mercato e' un grosso errore.Questo alla lunga non
          crea competizione e mercato ma monopolio non gia'
          di una sola azienda ma del sorgente, deprimendo
          di fatto ricerca ed investimenti.Come se non
          bastasse questo a deprimere ulteriormente il
          mercato,mettiamoci pure il fattore grande azienda
          (corporation) vs piccola impresa.Apparentemente
          il sorgente sembra contrastare le inziative
          egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e' il
          piu' grande alleato se usato in maniera
          estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci
          business sul software ti devi spostare sui
          servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse
          possono permettersi.Le altre andrebbero incontro
          al fallimento non potendosi sostenere in altra
          maniera.Quindi con buona pace per le vostre
          iniziative "liberali" rischiate di fare peggio
          che non la situazione attuale.Cominciate a
          scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni
          valide anziche' fare gli intellettuali
          benpensanti e
          piacioni.Ovviamente intendo il sorgente licenziato in un certo modo.Non tutto quello esistente nell'opensource e' valutabile allo stesso modo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Non sono il tuo interlocutore ma mi infilo
          comunque per spiegare con mie parole il perche'
          l'affermazione fatta secondo cui "Linux distrugge
          posti di lavoro" e' corretta.Tanto per cominciare
          le applicazione non sono dei formati di files o
          standard che come tali devono rimanere
          liberamente accessibili,distribuibili e
          neutrali.Il considerare le due cose identiche
          secondo schemi estranei all'informatica e al
          mercato e' un grosso errore.Questo alla lunga non
          crea competizione e mercato ma monopolio non gia'
          di una sola azienda ma del sorgente, deprimendo
          di fatto ricerca ed investimenti.Come se non
          bastasse questo a deprimere ulteriormente il
          mercato,mettiamoci pure il fattore grande azienda
          (corporation) vs piccola impresa.Apparentemente
          il sorgente sembra contrastare le inziative
          egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e' il
          piu' grande alleato se usato in maniera
          estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci
          business sul software ti devi spostare sui
          servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse
          possono permettersi.Le altre andrebbero incontro
          al fallimento non potendosi sostenere in altra
          maniera.Quindi con buona pace per le vostre
          iniziative "liberali" rischiate di fare peggio
          che non la situazione attuale.Cominciate a
          scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni
          valide anziche' fare gli intellettuali
          benpensanti e piacioni.Le solunzioni che vengono proposte attualmente a me piacciono, se a te non piacciono puoi sempre proporne altre ed avere il meritato successo che auspichi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Cominciate a
          scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni
          valide anziche' fare gli intellettuali
          benpensanti e piacioni.Perche' non lo fai tu e ti fai ricco ???Datti da fare invece di fare quello che aspetta gli altri nei forum...
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Non sono il tuo interlocutore ma mi infilo
          comunque per spiegare con mie parole il perche'
          l'affermazione fatta secondo cui "Linux distrugge
          posti di lavoro" e' corretta.Tanto per cominciare
          le applicazione non sono dei formati di files o
          standard che come tali devono rimanere
          liberamente accessibili,distribuibili e
          neutrali.Il considerare le due cose identiche
          secondo schemi estranei all'informatica e al
          mercato e' un grosso errore.Questo alla lunga non
          crea competizione e mercato ma monopolio non gia'
          di una sola azienda ma del sorgente, deprimendo
          di fatto ricerca ed investimenti.Come se non
          bastasse questo a deprimere ulteriormente il
          mercato,mettiamoci pure il fattore grande azienda
          (corporation) vs piccola impresa.Apparentemente
          il sorgente sembra contrastare le inziative
          egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e' il
          piu' grande alleato se usato in maniera
          estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci
          business sul software ti devi spostare sui
          servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse
          possono permettersi.Le altre andrebbero incontro
          al fallimento non potendosi sostenere in altra
          maniera.Quindi con buona pace per le vostre
          iniziative "liberali" rischiate di fare peggio
          che non la situazione attuale.Cominciate a
          scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni
          valide anziche' fare gli intellettuali
          benpensanti e
          piacioni.ma cosa stai dicendo? Ma di che parli?Qui si parla di un tizio che ha avuto problemi per gestire un cliente al quale ha venduto un servizio funzionante!UN SERVIZIO FUNZIONANTE!!!se un cliente ti chiede la realizzazione di un servizio che faccia il caffè ai propri clienti e lui gli presente una macchinetta CazziMazzi, piuttosto che una macchinetta Lavazza, che fa CAFFE' uguale... possono lamentarsi quanto vogliono! Il il caffè te lo faccio fare ed è uguale all'altro.Poi se anche tu credi che in qualità di utente di internet point con quel computer puoi farci il cazzo che ti pare è un altro paio di maniche ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro

            se un cliente ti chiede la realizzazione di un
            servizio che faccia il caffè ai propri clienti e
            lui gli presente una macchinetta CazziMazzi,
            piuttosto che una macchinetta Lavazza, che fa
            CAFFE' uguale... possono lamentarsi quanto
            vogliono! Il il caffè te lo faccio fare ed è
            uguale
            all'altro.
            Non sottovalutare certi "clienti", specie nelle piccole città dove tutti si conoscono. Possono metterti delle pressioni che neanche te le sogni, poi divertiti a pagare avvocati per aver ragione. Vai in bancarotta molto prima.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non sono il tuo interlocutore ma mi infilo

            comunque per spiegare con mie parole il perche'

            l'affermazione fatta secondo cui "Linux
            distrugge

            posti di lavoro" e' corretta.Tanto per
            cominciare

            le applicazione non sono dei formati di files o

            standard che come tali devono rimanere

            liberamente accessibili,distribuibili e

            neutrali.Il considerare le due cose identiche

            secondo schemi estranei all'informatica e al

            mercato e' un grosso errore.Questo alla lunga
            non

            crea competizione e mercato ma monopolio non
            gia'

            di una sola azienda ma del sorgente, deprimendo

            di fatto ricerca ed investimenti.Come se non

            bastasse questo a deprimere ulteriormente il

            mercato,mettiamoci pure il fattore grande
            azienda

            (corporation) vs piccola impresa.Apparentemente

            il sorgente sembra contrastare le inziative

            egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e'
            il

            piu' grande alleato se usato in maniera

            estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci

            business sul software ti devi spostare sui

            servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse

            possono permettersi.Le altre andrebbero incontro

            al fallimento non potendosi sostenere in altra

            maniera.Quindi con buona pace per le vostre

            iniziative "liberali" rischiate di fare peggio

            che non la situazione attuale.Cominciate a

            scontrarvi con la realta' e a proporre soluzioni

            valide anziche' fare gli intellettuali

            benpensanti e

            piacioni.

            ma cosa stai dicendo? Ma di che parli?
            Qui si parla di un tizio che ha avuto problemi
            per gestire un cliente al quale ha venduto un
            servizio
            funzionante!

            UN SERVIZIO FUNZIONANTE!!!

            se un cliente ti chiede la realizzazione di un
            servizio che faccia il caffè ai propri clienti e
            lui gli presente una macchinetta CazziMazzi,
            piuttosto che una macchinetta Lavazza, che fa
            CAFFE' uguale... possono lamentarsi quanto
            vogliono! Il il caffè te lo faccio fare ed è
            uguale
            all'altro.

            Poi se anche tu credi che in qualità di utente di
            internet point con quel computer puoi farci il
            cazzo che ti pare è un altro paio di maniche
            ;)Calma,sangue freddo e rifletti prima di rispondere.
        • FDG scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:
          Questo alla lunga non
          crea competizione e mercato ma monopolio
          non gia' di una sola azienda ma del sorgente,
          deprimendo di fatto ricerca ed investimenti.Questo se creato un software open source che risolve un problema a nessuno viene in mente di farne un altro. Un'ipotesi che ho fatto anch'io ad un certo punto. Però non è così. Faccio un esempio: engine html ne esistono due, gecko e khtml/WebKit. UI desktop per linux almeno due famose, Gnome e KDE, e altre meno famose. Anche Linux non è l'unico sistema operativo open source. Ne esistono altri, anche se il successo commerciale di Linux gli toglie spazio (il successo commerciale e non la mera disponibilità dei sorgenti). Ad esempio, un altro che personalmente tengo d'occhio è Haiku.
          il sorgente sembra contrastare le inziative
          egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e' il
          piu' grande alleato se usato in maniera
          estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci
          business sul software ti devi spostare sui
          servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse
          possono permettersi.Le altre andrebbero incontro
          al fallimento non potendosi sostenere in altra
          maniera.Questo capita anche col software. Esempio, MS Office a lungo ha avuto il monopolio incontrastato delle suite di office automation. Altro esempio: Explorer, fino a quando non ha avuto un concorrente all'altezza in Firefox, è rimasto sostanzialmente immutato. Non sei tu che hai scritto "deprimendo di fatto ricerca ed investimenti"?
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da:


            Questo alla lunga non

            crea competizione e mercato ma monopolio

            non gia' di una sola azienda ma del sorgente,

            deprimendo di fatto ricerca ed investimenti.

            Questo se creato un software open source che
            risolve un problema a nessuno viene in mente di
            farne un altro. Un'ipotesi che ho fatto anch'io
            ad un certo punto. Però non è così. Faccio un
            esempio: engine html ne esistono due, gecko e
            khtml/WebKit. UI desktop per linux almeno due
            famose, Gnome e KDE, e altre meno famose. Anche
            Linux non è l'unico sistema operativo open
            source. Ne esistono altri, anche se il successo
            commerciale di Linux gli toglie spazio (il
            successo commerciale e non la mera disponibilità
            dei sorgenti). Ad esempio, un altro che
            personalmente tengo d'occhio è
            Haiku. (con licenza molto differente)Certo anche di pacchetti office ne esistono due ma la compezione e' alquanto blanda.L'esistenza di un software non basta a determinare l'esistenza di competizione e dinamismo.



            il sorgente sembra contrastare le inziative

            egemoniche delle grandi imprese,tuttavia ne e'
            il

            piu' grande alleato se usato in maniera

            estensiva.Perche'? Perche' se non puoi farci

            business sul software ti devi spostare sui

            servizi,che solo poche aziende abbastanza grosse

            possono permettersi.Le altre andrebbero incontro

            al fallimento non potendosi sostenere in altra

            maniera.

            Questo capita anche col software. Esempio, MS
            Office a lungo ha avuto il monopolio
            incontrastato delle suite di office automation.
            Altro esempio: Explorer, fino a quando non ha
            avuto un concorrente all'altezza in Firefox, è
            rimasto sostanzialmente immutato. Non sei tu che
            hai scritto "deprimendo di fatto ricerca ed
            investimenti"?Infatti quello che cerco di far capire e' che il dominio Microsoft e il dominio del sorgente GPL sono opposti nei presupposti ma identici in pratica.Gli effetti monopolistici sarebbero identici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      Sono (o meglio ero) un "consulente informatico
      freelance" in una piccola città di cui preferisco
      non fare il nome, visto che ci abito ancora mio
      malgqueste baggianate sono credibili come un discorso di un politico!datti al cinema, buffone! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      - Scritto da:
      [...]mi dispiace per te... ma qui ho fatto la stessa cosa con biblioteca comunale e informagiovani senza problemicomunque non vedo che colpa abbia linux...
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        [...]

        mi dispiace per te... ma qui ho fatto la stessa
        cosa con biblioteca comunale e informagiovani
        senza
        problemi

        comunque non vedo che colpa abbia linux...infatti non e' un problema di un sistema operativo ma di una licenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: Linux distrugge posti di lavoro
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          - Scritto da:


          [...]



          mi dispiace per te... ma qui ho fatto la stessa

          cosa con biblioteca comunale e informagiovani

          senza

          problemi



          comunque non vedo che colpa abbia linux...

          infatti non e' un problema di un sistema
          operativo ma di una
          licenza.Mi sembra che quella licenza non abbia dato problemi all'amico sopra, non vedo perche' debba darne a te...
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            - Scritto da:



            [...]





            mi dispiace per te... ma qui ho fatto la
            stessa


            cosa con biblioteca comunale e informagiovani


            senza


            problemi





            comunque non vedo che colpa abbia linux...



            infatti non e' un problema di un sistema

            operativo ma di una

            licenza.

            Mi sembra che quella licenza non abbia dato
            problemi all'amico sopra, non vedo perche' debba
            darne a
            te...Non non ne da' solo a me,ma ad un mercato intero.Evidentemente l'amico sopra con il PC ci gioca.
          • Anonimo scrive:
            Re: Linux distrugge posti di lavoro
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            - Scritto da:



            - Scritto da:




            [...]







            mi dispiace per te... ma qui ho fatto la

            stessa



            cosa con biblioteca comunale e
            informagiovani



            senza



            problemi







            comunque non vedo che colpa abbia linux...





            infatti non e' un problema di un sistema


            operativo ma di una


            licenza.



            Mi sembra che quella licenza non abbia dato

            problemi all'amico sopra, non vedo perche' debba

            darne a

            te...
            Non non ne da' solo a me,ma ad un mercato
            intero.Non mi sembra, anzi alcune tra le ditte piu' grandi del mondo spingono in quella direzione, onestamente preferisco l'opinione di chi e' tra le 30 aziende piu' quotate del mondo rispetto a quella di un poveraccio che scrive in un forum.
            Evidentemente l'amico sopra con il PC ci
            gioca.Guard che quello per giocare e' windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      o Linok che non vale niente". Tutto questo
      bell'esercizio mi è costato talmente tanto in
      termini monetari e di immagine che ho venduto due
      dei miei tre computer e mi sono comprato un
      motorino di seconda mano con cui ora consegno
      pizze a
      domicilio.

      Per me il capitolo "informatica" è chiuso per
      sempre.Basta che un Troll sia solo un po' meno scontatoche abboccate tutti, sciiiemi
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      forse era meglio se pagavi un buon avvocato e gli spaccavi il c0lo !
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Linux non distrugge un bel niente, sei tu che hai commesso un grosso errore.Questi clienti dovevano sapere di usare Linux, dovevano sapere cosa tu gli installavi, gli hai fatto vedere e provare il desktop prima di installarlo?Qua sembra che tu abbia garantito che avresti dato un risultato finale indipendentemente dal SO, ai clienti non interessa win o linux ma il risultato finale.I clienti devono essere consci di usare linux, tu gli devi far provare il tutto e loro lo devono accettare prima di farlo usare all'utente finale.Una volta accettato dal cliente tu sei a posto.Ma no, tu hai promessi mari e monti al cliente sperando che linux gli andasse bene, l'errore è stato tuo e grosso, e i tonfi si fanno anche con Linux. Non è colpa di linux ma tua.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Gli avventori avevano ragione. "Linok" non vale proprio niente. Solo chi usa Windows (o MacOS al massimo) è un professionista, gli altri sono dilettanti da ignorare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      azzo bella favola :Dpeccato che tu di internet point non sai NULLA :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Linux distrugge posti di lavoro
        - Scritto da:
        azzo bella favola :D

        peccato che tu di internet point non sai NULLA :)Tu invece sai tutto. E' un mistero il perchè tu spazzi le strade per vivere...
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      Guarda, spero che accetterai queste critiche in modo costruttivo.Hai commesso 2 grossi errori:1) L'offerta che hai fatto non era abbastanza dettagliata e completa, infatti doveva risultare chiaro da subito le modalita' con cui offrivi il servizio richiesto. Da qui doveva scaturire che se il cliente voleva una differente implementazione con un sistema da lui scelto (windows)queste spese aggiuntive non rientravano nel preventivo.Se tu avessi stabilito chiaramente nero su bianco le condizioni del servizio da te offerto non ci avresti rimesso un soldo.2) Non hai slegato il servizio offerto dalla piattaforma. All'utente che naviga su internet: che cazzo gliene frega se sta usando windows o OSX o Linux? Tu avresti dovuto creare delle workstation a prova di scemo, del tipo di quelle che ci sono in australia, dove tu nel box metti la moneta di 1$ e ti si apre Mozilla e BASTA. Volendo dargli skype, openoffice, chiavetta usb ti sei sparato nei coglioni da solo. Perche' l'utonto medio standard non e' capace di salvrsi un file sulla chiavetta USB nemmeno con windows, figurati con Linux, dove basta un'icona di forma diversa che gia' non capisce piu' una mazza.Dimmi tu: al bar, il bifolco di turno si attacca a internet per guardarsi un po' di gnocca, leggersi la gazzetta o guardarsi il webmail.Ripeto: l'internet box pubblica deve essere a mo' di videogame e a prova di bifolco: metti il soldino e ti si apre il browser. PUNTO e BASTA. Senza salvare, skype e tutte queste minchiate, quelle se le fanno a casa.Senza nemmeno vedere che sei su linux o il desktop. Solo browser!Mi spiace di questa tua disavventura.Auguri per le pizze (forse non hai sbagliato strada: da informatico sono convinto che la pizza possa rendere molto di piu' e sia meno stressante).
    • Anonimo scrive:
      Re: Linux distrugge posti di lavoro
      rotflDi tutte le sciocchezze che leggo qui quotidianamente questa è una delle più divertenti :)PS Mi porti per piacere una 4 stagioni e una romana? Tagliate grazie---http://bolognina.biz
  • Anonimo scrive:
    E piovvero driver
    Dell in qualità di secondo produttore (assemblatore) di pc al mondo non permetterà che nei suoi linux pc qualche componente non funzioni e quindi i driver cadranno dal cielo.Ottima notizia di questo "accordo" beneficerà tutta la comunità, di un altro ............ nessunoNedo
    • Anonimo scrive:
      Re: E piovvero driver
      - Scritto da:
      Dell in qualità di secondo produttore
      (assemblatore) di pc al mondo non permetterà che
      nei suoi linux pc qualche componente non funzioni
      e quindi i driver cadranno dal
      cielo.

      Ottima notizia di questo "accordo" beneficerà
      tutta la comunità, di un altro ............
      nessuno

      NedoSogna, sogna. Ubuntu è puro marketing, non faranno alcuna assistenza reale su quel coso.
      • Anonimo scrive:
        Re: E piovvero driver
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Dell in qualità di secondo produttore

        (assemblatore) di pc al mondo non permetterà che

        nei suoi linux pc qualche componente non
        funzioni

        e quindi i driver cadranno dal

        cielo.



        Ottima notizia di questo "accordo" beneficerà

        tutta la comunità, di un altro ............

        nessuno



        Nedo

        Sogna, sogna. Ubuntu è puro marketing, non
        faranno alcuna assistenza reale su quel
        coso.L'assistenza continuativa la scaricheranno sulla comunità, ma pagare una tantum lo sviluppo dei driver necessari rilasciandoli Open Source e da lì in poi affidandoli alla comunità, è una spesa sensata, bassa e sostenibilissima, con un ottimo ritorno, sia d'immagine che pratico.
        • Anonimo scrive:
          Re: E piovvero driver
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Dell in qualità di secondo produttore


          (assemblatore) di pc al mondo non permetterà
          che


          nei suoi linux pc qualche componente non

          funzioni


          e quindi i driver cadranno dal


          cielo.





          Ottima notizia di questo "accordo" beneficerà


          tutta la comunità, di un altro ............


          nessuno





          Nedo



          Sogna, sogna. Ubuntu è puro marketing, non

          faranno alcuna assistenza reale su quel

          coso.

          L'assistenza continuativa la scaricheranno sulla
          comunità, ma pagare una tantum lo sviluppo dei
          driver necessari rilasciandoli Open Source e da
          lì in poi affidandoli alla comunità, è una spesa
          sensata, bassa e sostenibilissima, con un ottimo
          ritorno, sia d'immagine che
          pratico.ma che bravi e buoni ragazzi... amore, open source e asini che volano ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:
            ma che bravi e buoni ragazzi... amore, open
            source e asini che volano
            ;)come fai con la tastiera ?hai un cavo molto lungo ?
      • Giambo scrive:
        Re: E piovvero driver
        - Scritto da:
        Sogna, sogna. Ubuntu è puro marketing,Perche', tu cosa pensavi che fosse ?Ovvio che e' marketing, danno alla gente quel che la gente ha chiesto.
        non
        faranno alcuna assistenza reale su quel
        coso.L'assistenza, mi pare di aver capito, e' affidata a Canonical (Come l'assistenza di Windows e' affidata a Microsoft).
        • Anonimo scrive:
          Re: E piovvero driver
          Non capiscono che Canonical ha degli introiti facendo assistenza , duretti eh? :D
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:
            Non capiscono che Canonical ha degli introiti
            facendo assistenza , duretti eh?
            :DCapiscono eccome: il fatto è che sia i GNUlebani integralisti che la corte dei miracoli di Redmond, astroturfer, cacciavitari, sparagestionali VB, sysadmin punta e clicca, etc, hanno capito benissimo che Ubuntu ha scovato la formula giusta per linux e sentono i loro mondi minacciati.Ai Winari posso solo dire "avete ragione, rabbrividite pure in attesa di estinguervi", ai GNUlebani integralisti, anche se è fatica sprecata, "rassegnatevi, grazie a Ubuntu linux crescerà enormemente, ma non sarà più la vostra torre d'avorio"
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            Meno male qualcuno che ha capito che il male per linux non è solo microsoft
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non capiscono che Canonical ha degli introiti

            facendo assistenza , duretti eh?

            :D

            Capiscono eccome: il fatto è che sia i GNUlebani
            integralisti che la corte dei miracoli di
            Redmond, astroturfer, cacciavitari,
            sparagestionali VB, sysadmin punta e clicca, etc,
            hanno capito benissimo che Ubuntu ha scovato la
            formula giusta per linux e sentono i loro mondi
            minacciati.
            Ai Winari posso solo dire "avete ragione,
            rabbrividite pure in attesa di estinguervi", ai
            GNUlebani integralisti, anche se è fatica
            sprecata, "rassegnatevi, grazie a Ubuntu linux
            crescerà enormemente, ma non sarà più la vostra
            torre
            d'avorio"finora, solo chiacchere e utopia fanatica, linux desktop è sempre fermo allo 0.4% da 10 anni
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Non capiscono che Canonical ha degli introiti


            facendo assistenza , duretti eh?


            :D



            Capiscono eccome: il fatto è che sia i GNUlebani

            integralisti che la corte dei miracoli di

            Redmond, astroturfer, cacciavitari,

            sparagestionali VB, sysadmin punta e clicca,
            etc,

            hanno capito benissimo che Ubuntu ha scovato la

            formula giusta per linux e sentono i loro mondi

            minacciati.

            Ai Winari posso solo dire "avete ragione,

            rabbrividite pure in attesa di estinguervi", ai

            GNUlebani integralisti, anche se è fatica

            sprecata, "rassegnatevi, grazie a Ubuntu linux

            crescerà enormemente, ma non sarà più la vostra

            torre

            d'avorio"

            finora, solo chiacchere e utopia fanatica, linux
            desktop è sempre fermo allo 0.4% da 10
            anniStrano, perché attualmente è dato fra il 2 e il 4%.
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            Ma che scrivete voi due?Adesso è ufficiale e le cifre le da pure la TV e la stampa non tecnica. Linux come Mac al 6%.Ma il 6% è solo la percentuale nota di mercato ossia le licenze regolarmente vendute e non contempla assolutamente tutto il download e le installazioni non controllate.Per cui Linux è parecchio oltre il 6%.
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:
            Ma che scrivete voi due?

            Adesso è ufficiale e le cifre le da pure la TV e
            la stampa non tecnica. Linux come Mac al
            6%.

            Ma il 6% è solo la percentuale nota di mercato
            ossia le licenze regolarmente vendute e non
            contempla assolutamente tutto il download e le
            installazioni non
            controllate.
            Per cui Linux è parecchio oltre il 6%.Ah, bhè.. se lo dice la tv allora è vero .. ehh!Oh cielo.. credi davvero che Linux abbia oltre il 6% di mercato ?? Mercato di che poi visto che manco è in vendita non si sa ...
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:
            Ma che scrivete voi due?

            Adesso è ufficiale e le cifre le da pure la TV e
            la stampa non tecnica. Linux come Mac al
            6%.Quando? dove?
            Ma il 6% è solo la percentuale nota di mercato
            ossia le licenze regolarmente vendute e non
            contempla assolutamente tutto il download e le
            installazioni non
            controllate.
            Per cui Linux è parecchio oltre il 6%.
            ovvero tutti i win pirata? allora linux è parecchio sotto il 6%
    • Anonimo scrive:
      Re: E piovvero driver
      http://en.wikipedia.org/wiki/AIX_operating_systemAIX (Advanced Interactive eXecutive) is a proprietary operating system developed by IBM based on UNIX System V. Before the product was ever marketed, the acronym AIX originally stood for Advanced IBM UNIX.The scalable AIX 5L 5.3 supports up to 64 central processing units and two terabytes (TB) of random access memory. The JFS2 file systemfirst introduced by IBM as part of AIXsupports computer files and partitions up to 16 TB in size.[..]AIX Version 2One of the novel aspects of the RT design was the use of a microkernel. The keyboard, mouse, display, disk drives and network were all controlled by a microkernel, which allowed multiple operating systems to be booted and run at the same time. One could "hotkey" from one operating system to the next using the Alt-Tab key combination. Each OS in turn would get possession of the keyboard, mouse and display. Besides AIXv2, the PICK OS was built in this microkernel. The PICK was unique in being a unified operating system and database, and ran various accounting applications. It was popular with retail merchants, and accounted for about 4,000 units of sales.[..]AIX Version 3The release of AIX version 3 coincided with the announcement of the first RS/6000 models. The RS/6000 was unique in that it not only outperformed all other machines in integer compute performance, but also beat the competition by a factor of 10 in floating-point performance.[citation needed]Releases of AIX version 3 also took advantage of the developments in the POWER architecture, which featured in the POWER 5 processors, like logical partitioning, dynamic logical partitions and advanced virtualization.AIXv3 innovated in several ways on the software side. It was the first operating system to introduce the idea of a journalling file system, JFS, which allowed for fast boot times by avoiding the need to fsck the disks on every reboot. Another innovation was the introduction of shared libraries, which avoided the need for an application to statically link to the libraries it used. The resulting smaller binaries used less of the hardware RAM, to run, and used less of the disk space to install. Besides improving performance, it was a boon to developers: executable binaries could be in the 10s of Kbytes instead of a megabyte for an executable statically linked to the C library. AIXv3 also ditched the microkernel of AIXv2, a contentious move that resulted in v3 being somewhat more "pure" (and containing no PL/1 code) than v2.
      • Anonimo scrive:
        Re: E piovvero driver
        - Scritto da: Linux
        appunto non è Unix ma una schifezza scopiazzata
        da codici di alcuni Unix...Questa è una bugia
        Infatti,per citare Wikipedia che piace tanto ai
        fanatici pro-Linux/GPL/GNU/Opensource
        :Cosa volevi dimostrare ?
        • Anonimo scrive:
          Re: E piovvero driver
          - Scritto da:

          - Scritto da:
          Linux

          appunto non è Unix ma una schifezza scopiazzata

          da codici di alcuni Unix...

          Questa è una bugia


          Infatti,per citare Wikipedia che piace tanto ai

          fanatici pro-Linux/GPL/GNU/Opensource

          :

          Cosa volevi dimostrare ?Non sai leggere l'inglese e blateri da fanatico perchè ti ha rotto le uova nel paniere e credevi che Linux fosse il miglior Unix ? Ehhh.. ma quanti anni hai ? 10 ?
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:

            Cosa volevi dimostrare ?

            Non sai leggere l'inglese e blateri da fanatico
            perchè ti ha rotto le uova nel paniere e credevi
            che Linux fosse il miglior Unix ? Ehhh.. ma
            quanti anni hai ? 10
            ?ora ho capito che non hai capito che cosa hai copy-pastato :D !!del resto da uno che crede che linux sia scopiazzato da vari unix :P ...
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            Cosa volevi dimostrare ?



            Non sai leggere l'inglese e blateri da fanatico

            perchè ti ha rotto le uova nel paniere e credevi

            che Linux fosse il miglior Unix ? Ehhh.. ma

            quanti anni hai ? 10

            ?

            ora ho capito che non hai capito che cosa hai
            copy-pastato :D
            !!

            del resto da uno che crede che linux sia
            scopiazzato da vari unix :P
            ...--------http://news.com.com/2100-1016_3-999371.htmlSCO: Unix code copied into LinuxSCO Group says copyrighted code has made its way into Linux, the popular open-source OS. If true, the open-source community could find its hard-won gains threatened.By Stephen ShanklandStaff Writer, CNET News.comPublished: May 1, 2003, 6:42 PM PDTTell us what you think about this storyTalkBack E-mail this story to a friendE-mail View this story formatted for printingPrint Add to your del.icio.usdel.icio.us Digg this storyDigg thisRead more about the SCO-IBM suitLines from Unix's source code have been copied into the heart of Linux, sometimes exactly and sometimes in a modified form designed to disguise their origin, according to SCO Group Chief Executive Darl McBride.-----
          • Anonimo scrive:
            Re: E piovvero driver
            - Scritto da:
            SCO: Unix code copied into LinuxLOL, hai scelto l'esempio migliore (rotfl) !!SCO non ha dimostrato nulla ed è sull'orlo della bancarotta :D !!
    • Anonimo scrive:
      Re: E piovvero driver
      - Scritto da:

      - Scritto da:

      Dell in qualità di secondo produttore

      (assemblatore) di pc al mondo non permetterà che

      nei suoi linux pc qualche componente non
      funzioni

      e quindi i driver cadranno dal

      cielo.



      Ottima notizia di questo "accordo" beneficerà

      tutta la comunità, di un altro ............

      nessuno



      Nedo

      l'architettura monolitica del kernel linux è in
      contrasto con le pretese hardware e di home
      computing di questi anni, anche per questo motivo
      unix si è pressocchè istinto e ridimensionato in
      mercati di
      nicchia

      i driver per linux non pioveranno mai per
      svariate ragioni
      tecnico-commerciali

      se non fosse per la gratuità e il fanatismo
      contro MS, linux non avrebbe assolutamente avuto
      motivo di
      esisterehttp://www.osdata.com/oses/decunix.htm * further reading: books on Tru64 Unix previously called OSF/1 or DUNIXe54 The DIGITAL UNIX Operating System is a 64-bit advanced kernel architecture based on Carnegie-Mellon Universitys Mach V2.5 kernel design with components from Berkeley Software Distribution (BSD) 4.3 and 4.4, UNIX® System V, and other sources. DIGITAL UNIX is DIGITAL Equipment Corporations implementation of the Open Software Foundation (OSF®) OSF/1 R1.0, R1.1, and R1.2 technology, and the Motif® graphical user interface and programming environment.w33Number of bits: 64w43 Digital UNIX continues to dominate the 64-bit arena, leaving HP-UX and IRIX to contest the second position, followed closely by AIX. Solaris and NT trail significantly behind. Digital benefits not only from strong software support for 64-bits, now being matched by other players, but also from top-to-bottom 64-bit hardware support and a lack of the minor compatibility tradeoffs required by other vendors solutions. D.H. Brown Associatesw43Kernel: 64-bit Mach 2.5-based implementation of BSD 4.3 and 4.4, System V, and other sourcese45 w33 (microkernel)
    • danieleMM scrive:
      Re: E piovvero driver

      l'architettura monolitica del kernel linux è in
      contrasto con le pretese hardware e di home
      computing di questi anni, anche per questo motivo
      unix si è pressocchè istinto e ridimensionato in
      mercati di
      nicchia
      mi fate troppo ridere con questa storiaLinux è un kernel monolitico modulare, non è quello "monolitico" inventato anni fae... tanto per informarti un po:Windows ha un kernel monolitico quanto Linux ( anzi.. di più, anche il server grafico fa parte del kernel ) anche se il marketing di microsoft ha deciso di chiamarlo "ibrido"
  • Anonimo scrive:
    Windows ME II
    Questo nuovo nome per Vista è sempre più indovinato, e con la Riammissione di XP sui PC e l'introduzione di linux sui preinstallati, il mercato dimostra che Microsoft con le sue licenze non può più fare quello che vuole!(linux)(linux)W:-}
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows ME II
      - Scritto da:
      Questo nuovo nome per Vista è sempre più
      indovinatoIGNORANZA è il nome che dovresti avere tu.
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows ME II
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Questo nuovo nome per Vista è sempre più

        indovinato

        IGNORANZA è il nome che dovresti avere tu.Perchè?
    • Anonimo scrive:
      Re: Windows ME II
      - Scritto da:
      Questo nuovo nome per Vista è sempre più
      indovinato, e con la Riammissione di XP sui PC e
      l'introduzione di linux sui preinstallati, il
      mercato dimostra che Microsoft con le sue licenze
      non può più fare quello che
      vuole!intanto vista rappresenterà la fine del pinguino volenti o nolenti

      (linux)(linux)massì... altri due...(linux)(linux), e poi non c'è due senza tre (linux)(linux)(linux)

      W:-}:-»
      • Anonimo scrive:
        Re: Windows ME II
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Questo nuovo nome per Vista è sempre più

        indovinato, e con la Riammissione di XP sui PC e

        l'introduzione di linux sui preinstallati, il

        mercato dimostra che Microsoft con le sue
        licenze

        non può più fare quello che

        vuole!

        intanto vista rappresenterà la fine del pinguino
        volenti o
        nolentisi, infatti, come no.e lo zune spopolerà, eh?per non parlare di internet, che non serve a niente, è meglio msn eh?ma se ti stai zitto, non ti pagano? :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Windows ME II
          Vista avrebbe dovuto restare in beta testing un altro anno ancora, installarlo ora su un PC è come installare a martellate un motore in un'auto che non gli è adatta. Giusto per tenerla in officina e farci fare "roarrr...roarrr", ma se esci su strada te ne accorgi che non va.
  • Anonimo scrive:
    Castori a me!
    Venite venite, cari mie castorini macachi e winari...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)Rosicate meno che sennò ci rimanete secchi!
  • Anonimo scrive:
    1 maggio 2007: data storica!
    Sarà ricordata come la caduta del muro di Berlino informatico. L'inizio della fine di Ms.Avanti Mark, liberaci!
  • Anonimo scrive:
    OS X gli fa il culo a DELL
    Scommetto che Apple vende più notebook di DELLhahahahaha
    • Anonimo scrive:
      Re: OS X gli fa il culo a DELL
      - Scritto da:
      Scommetto che Apple vende più notebook di DELL
      hahahahahaSicuro ha dei portatili che sono delle "bombe". :D
    • Anonimo scrive:
      Re: OS X gli fa il culo a DELL
      - Scritto da:
      Scommetto che Apple vende più notebook di DELL
      hahahahahaTrollino disinformato che non sei altro, Dell vende 50 volte tanto Apple, come computer.Apple vende bene solo gli ipod, ma tra poco la pacchia finisce.
  • Anonimo scrive:
    Bene,ed ora i nodi arrivano al pettine.
    Salve,come magari immaginate,sono il tormentatore anonimo dei linari e della sua indecente GPL.Ma bando alla ciance,passiamo a commentare la notiziona che avra' fatto trepidare i cuori dei linari di ogni parte del mondo.Ovviamente,ma credo che i meglio informati lo sapranno gia' anche Toshiba Italia si e' sbilanciata in favore del pinguino preinstallato su alcuni modelli di notebook,qui trovate la notizia:http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnologia%20e%20Business/2007/04/toshiba-computer.shtml?uuid=835eb32a-f176-11db-aa9f-00000e251029&DocRulesView=Libero Beh che dire? Di sicuro vi piglio in contropiede e vi confido che sono contento....gia' sono contento per davvero!Non non ho assunto nulla di particolare,solo che finalmente dopo tanto dialogare,dopo tanto sgolarsi vedrete finalmente con i vostri occhi tutti i limiti pratici di un sistema,di una licenza che non sono fatti per il mercato ma ne sono alienati.Anzi,sbilanciamoci pure spero che l'iniziativa abbia un successo strepitoso cosi' da mettervi di fronte a delle scelte importanti,quelle che,fino ad oggi,senza responsabilita' ma solo con tanta critica inutile avete fatto a chi nel mercato ci stava eccome.Non si e' salvato nessuno siete passati come un rullo compressore su tutti quanti.Adesso tocca a voi e noi staremo qui a guardare le vostre crisi che per le necessita' superiori di qualche driver binario prima,per qualche applicazione closed in seguito creeranno non pochi problemi etici.E poi? Beh la pacchia di fare del sistema quello che si vuole e' finita,ora ci sono scadenze ben determinate,priorita' che non sono quelle a cui siete abituati normalmente se concepite con tanta tranquillita' la divisione dei repository secondo "il grado di liberta'" del codice anziche' secondo le esigenze dell'utenza finale.Vediamo con quanta sicurezza presenterete alla nuova utenza linara cloni (spesso malriusciti) di applicazioni che non si presentano come le originali che possedeva magari su windows.Incavolatevi pure se poi l'utente si lamenta vuole le applicazioni gia' conosciute (magari closed e solo binarie) e non comprende "il vostro problema etico e di coscienza" nei confronti del codice anche solo non GPL.Sappiatelo gia' da ora,chi paga ha sempre ragione il cliente quindi davanti a tutto e voi che proprio di soldi non ne sborsate valete zero.Quindi il senso delle riserve che cominciano a fioccare e' quanto mai rivelatore.La comunita' cosi' come entra nel mercato desktop potrebbe arrivare ad una crisi di valori e dividersi fra possibilisti e conservatori cioe' coloro che vedono (i primi) un' opportunita' da sfruttare a costo di piegarsi alle logiche del mercato (che e' molto molto molto piu' grande e forte di una comunita' seppur agguerrita) e chi si trincera dietro all'ortodossia (i secondi) senza possibilita' alcuna di fare accordi.Piu' volte parlando qui ho notato come la mentalita' di molti elementi sia orientata al "tutto dovuto" e cioe' quello che si fa' a vantaggio di linux e per linux e' un diritto sacrosanto ed inviolabile.Sicuramente questo caso non fa' differenza.Beh preparatevi a farvi molto elastici altrimenti verrete letterlamente macinati e vedremo fra qualche anno titoli di articoli di qualche nostalgico del tipo "Magnifici quegli anni".Ritornando un momento alla parte finale dell'articolo si cita per l'ennesima volta Microsoft.Allora,posso capire che si tratti dell'unico collante che tiene assieme tutta la comunita',infatti mi aspetto che nei vostri momenti di crisi salti fuori magicamente qualche problema con MS (che la propaganda orchestrera' intelligentemente come attacco del monopolista al mondo libero) quel tanto per sviarvi dai problemi reali,ma fatevi forti ed imparate a sopravvivere con le vostre forze e non per demerito altrui.Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi delle responsabilita'.Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      15 minuti di vita spesi bene i tuoi per scrivere questo post, eh? :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da:
        15 minuti di vita spesi bene i tuoi per scrivere
        questo post, eh?
        :Dnaturalmente se credi in quello che scrivi.ah dimenticavo,ovviamente se non dovesse andare come descritto non mi strappero' di certo i capelli ne gridero' all'attentato ma semplicemente avrei una scelta in piu' per il bene del mercato e mio (in caso positivo) e l'eterna promessa come oggi (in caso negativo).Saluti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      Peccato che di anni ne ho purtroppo 45 uso Unix partendo da Sco e da un po' di anni Linux e OpenBSD. E ti dico che gli Unices sono fra i migliori, proprio per come sono progettati e si usano in luoghi dove non si gioca.Ti ricordo che le interfaccie grafiche non sono il cuore del sistema, hai mai trovato una bella schermata blu su un server... su Sco e su Linux mai ma proprio mai, chissà perchè. Se sei uno sviluppatore ed hai sviluppato software che funziona solo su Windows considera che Windows può girare emulato su Linux e dormi sonni tranquilli.Valuta invece, ad esempio, che con una sola linea di comando si aggiorna tutto il sistema, applicazioni comprese.Ciao e buona fortuna.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da:
        Si e' sempre parlato di liberta' ma mai di
        semplificazione.Non si è mai parlato di semplificazione? Esclusivamente di liberà ne parla solo la FSF, il movimento open source invece parla sia della libertà ma anche di come migliorare tecnicamente ogni cosa e tra questo la semplificazione del sistema non è esclusa. Ubuntu fra l'altro è uno degli obiettivi che si pone e visto che è proprio citata nell'articolo e c'è pure un'intervista video in cui si parla di questo, mi chiedo come mai vieni fuori con una sparata simile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      - Scritto da:
      Salve,come magari immaginate,sono il tormentatoreBla bla bla...Caro il mio Troll, vai a dormire, che e' meglio.
    • FDG scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      - Scritto da:
      Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al
      lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni
      ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi
      delle
      responsabilita'.Saluti.Tutto questo bel discorso lo dovresti fare a quelli di Ubuntu (RedHat, Suse, Mandriva...). Sono loro che avranno la responsabilità di confrontarsi con i problemi del cliente finale. Con il grosso vantaggio che ciascuna non corre al 100% per se stessa ma condivide buona parte della propria esperienza con gli altri.Ma per chi è abituato ad un altro modo di pensare è difficile comprendere la vera natura di certi rapporti.Avevo visto tempo addietro un post di uno sviluppatore che andato ad un evento Microsoft si chiedeva se il peggior difetto di Microsoft fosse l'autoreferenzialità e l'incapacità di capire che l'open source e il free software non sono i nemici, l'altra cosa a cui non accostarsi, ma una parte del problema, quindi qualcosa con cui confrontarsi e trovare punti d'incontro. Non ricordo più il link...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da: FDG
        - Scritto da:


        Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al

        lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni

        ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi

        delle

        responsabilita'.Saluti.

        Tutto questo bel discorso lo dovresti fare a
        quelli di Ubuntu (RedHat, Suse, Mandriva...).
        Sono loro che avranno la responsabilità di
        confrontarsi con i problemi del cliente finale.
        Con il grosso vantaggio che ciascuna non corre al
        100% per se stessa ma condivide buona parte della
        propria esperienza con gli
        altri.

        Ma per chi è abituato ad un altro modo di pensare
        è difficile comprendere la vera natura di certi
        rapporti.

        Avevo visto tempo addietro un post di uno
        sviluppatore che andato ad un evento Microsoft si
        chiedeva se il peggior difetto di Microsoft fosse
        l'autoreferenzialità e l'incapacità di capire che
        l'open source e il free software non sono i
        nemici, l'altra cosa a cui non accostarsi, ma una
        parte del problema, quindi qualcosa con cui
        confrontarsi e trovare punti d'incontro. E' esattamente lo stesso difetto che dimostrate voi quando vi si chiede di rendere compatibile la GPL con le altre licenze OSI.Non ve ne rendete conto ma come due opposti estremi ragionate allo stesso modo.Grazie per il suggerimento.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
          qua si straparla di un mercato, si una struttura liberista che non c'è.Concordo pienamente Gnu/Linux e licenze varie non sono assolutamente adatte a questo "mercato", a questo liberismo evanescente che ha infine anche tradito se stesso nella ricerca dei suoi obiettivi.
        • pikappa scrive:
          Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
          - Scritto da:

          - Scritto da: FDG

          - Scritto da:




          Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al


          lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18
          anni


          ,oggi si festeggia domani si cresce
          prendendosi


          delle


          responsabilita'.Saluti.



          Tutto questo bel discorso lo dovresti fare a

          quelli di Ubuntu (RedHat, Suse, Mandriva...).

          Sono loro che avranno la responsabilità di

          confrontarsi con i problemi del cliente finale.

          Con il grosso vantaggio che ciascuna non corre
          al

          100% per se stessa ma condivide buona parte
          della

          propria esperienza con gli

          altri.



          Ma per chi è abituato ad un altro modo di
          pensare

          è difficile comprendere la vera natura di certi

          rapporti.



          Avevo visto tempo addietro un post di uno

          sviluppatore che andato ad un evento Microsoft
          si

          chiedeva se il peggior difetto di Microsoft
          fosse

          l'autoreferenzialità e l'incapacità di capire
          che

          l'open source e il free software non sono i

          nemici, l'altra cosa a cui non accostarsi, ma
          una

          parte del problema, quindi qualcosa con cui

          confrontarsi e trovare punti d'incontro.

          E' esattamente lo stesso difetto che dimostrate
          voi quando vi si chiede di rendere compatibile la
          GPL con le altre licenze OSI.Non ve ne rendete
          conto ma come due opposti estremi ragionate allo
          stesso modo.Grazie per il
          suggerimento.Scusa ma per quale motivo la GPL dovrebbe essere compatibile con le altre licenze? per farsi scippare codice? la GPL nasce proprio per proteggere il codice libero, e far si che questo rimanga tale, se la maggioranza degli sviluppatori linux (e non solo, vedi gnome e kde ad esempio) ha scelto questa licenza è perchè soddisfa questo bisogno.Non capisco questo attacco alla GPL, mi pare che essa non vieti di far girare software proprietario, e se parliamo di avere driver liberi, beh è una cosa che non riguarda solo linux, visto il lavoro fatto da Theo De Raadt per il suo OSI-Approved OpenBSD
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
            - Scritto da: pikappa
            Scusa ma per quale motivo la GPL dovrebbe essere
            compatibile con le altre licenze? per farsi
            scippare codice? la GPL nasce proprio per
            proteggere il codice libero, e far si che questo
            rimanga tale, Come non essere d'accordo? Signori, se la GPL non vi piace per il vostro modello di business, non usatela! Mi pare ovvio.Vi piace un pezzo di codice scritto sotto GPL, vorreste usarlo ma non vi va di rilasciare il vostro codice? E' molto semplice: riscrivetevelo a manina!
          • FDG scrive:
            Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
            - Scritto da:
            Come non essere d'accordo?

            Signori, se la GPL non vi piace per il vostro
            modello di business, non usatela! Mi pare
            ovvio.

            Vi piace un pezzo di codice scritto sotto GPL,
            vorreste usarlo ma non vi va di rilasciare il
            vostro codice? E' molto semplice: riscrivetevelo
            a manina!Ma è ovvio.Solo che questo è diverso da: "non scrivete codice GPL". Magari ci sono ottime ragioni per scrivere codice in GPL!
        • FDG scrive:
          Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
          - Scritto da:
          E' esattamente lo stesso difetto che dimostrate
          voi Voi chi? Io sono io. Forse ti riferisci a Stallman e a quelli della FSF?
          quando vi si chiede di rendere compatibile la
          GPL con le altre licenze OSI.Non ve ne rendete
          conto ma come due opposti estremi ragionate allo
          stesso modo.Grazie per il
          suggerimento.Purtroppo non è esattamente lo stesso. Certo, si può discutere sulla compatibilità della GPL con altre licenze. Ma la questione di cui parlavo riguardava l'atteggiamento di MS verso l'open source in generale e non riguarda solo i confini stabiliti dal codice e dalle sue licenze. Ad esempio... vogliamo parlare dei protocolli? Che c'entrano le imposizioni della GPL con i protocolli?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      - Scritto da:
      Salve,come magari immaginate,sono il [cut a bit of shit]
      delle
      responsabilita'.Saluti.ma perchè non ti trovi una ragazza? @^magari trovi qualcosa di meglio da fare nella vita...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Salve,come magari immaginate,sono il

        [cut a bit of shit]


        delle

        responsabilita'.Saluti.

        ma perchè non ti trovi una ragazza? @^
        magari trovi qualcosa di meglio da fare nella
        vita...Ah ecco ti sei risposto da solo.Io sono ok,grazie comunque per l'interessamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti

      Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al
      lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni
      ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi
      delle
      responsabilita'.Crepi (il lupo).
    • outkid scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      - Scritto da:
      Salve,come magari immaginate,sono il tormentatore
      anonimo dei linari e della sua indecente GPL.la mia lettura finisce qui..
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        Come al solito... predicar bene e razzolar male... si pretende si esige apertura dal prossimo ma non si pensa proprio a fare il contrario...Ottimo, veramente un ottimo metodo per far montare la carogna a chi vi sta intorno finchè poi le cose non finiscono in violenza...
        • outkid scrive:
          Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti

          Ottimo, veramente un ottimo metodo per far
          montare la carogna a chi vi sta intorno finchè
          poi le cose non finiscono in
          violenza...io ADORO la violenza.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
            Ma gli altri la adorano di più visto che il bastone più grosso, lungo ed appuntito ce l'hanno loro
          • outkid scrive:
            Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
            - Scritto da:
            Ma gli altri la adorano di più visto che il
            bastone più grosso, lungo ed appuntito ce l'hanno
            loro:)
    • mythsmith scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      - Scritto da:
      Salve,come magari immaginate,sono il tormentatore
      anonimo dei COMUNISTI e della loro indecente libertà.Ma
      bando alla ciance,passiamo a commentare la
      notiziona che avra' fatto trepidare i cuori dei
      COMUNISTI di ogni parte del mondo.Ovviamente,ma
      credo che i meglio informati lo sapranno gia'
      anche Toshiba Italia si e' sbilanciata in favore
      del COMUNISMO preinstallato su alcuni modelli di
      notebook,qui trovate la
      notizia:

      http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnolo

      Beh che dire? Di sicuro vi piglio in contropiede
      e vi confido che sono contento....gia' sono
      contento per
      davvero!
      Non non ho assunto nulla di particolare,solo che
      finalmente dopo tanto dialogare,dopo tanto
      sgolarsi vedrete finalmente con i vostri occhi
      tutti i limiti pratici di un sistema,di una
      licenza che non sono fatti per il mercato ma ne
      sono alienati.Anzi,sbilanciamoci pure spero che
      l'iniziativa abbia un successo strepitoso cosi'
      da mettervi di fronte a delle scelte
      importanti,quelle che,fino ad oggi,senza
      responsabilita' ma solo con tanta critica inutile
      avete fatto a chi nel mercato ci stava eccome.Non
      si e' salvato nessuno siete passati come un rullo
      compressore su tutti quanti.Adesso tocca a voi e
      noi staremo qui a guardare le vostre crisi che
      per le necessita' superiori di qualche capitale
      binario prima,per qualche investimento capitalista in
      seguito creeranno non pochi problemi etici.E poi?
      Beh la pacchia di fare del sistema quello che si
      vuole e' finita,ora ci sono scadenze ben
      determinate,priorita' che non sono quelle a cui
      siete abituati normalmente se concepite con tanta
      tranquillita' la divisione delle leggi secondo
      "il grado di liberta'" del codice anziche'
      secondo le esigenze dei
      cittadini.
      Vediamo con quanta sicurezza presenterete ai
      nuovi cittadini cloni (spesso malriusciti) di
      aziende che non si presentano come le
      originali che possedevano magari nel
      capitalismo.Incavolatevi pure se poi l'utente si
      lamenta vuole privilegi gia' acquisiti
      (magari capitali imboscati) e non comprende
      "il vostro problema etico e di coscienza" nei
      confronti delle leggi anche solo non
      uguali per tutti.Sappiatelo gia' da ora,chi paga ha sempre
      ragione il cliente quindi davanti a tutto e voi
      che proprio di soldi non ne sborsate valete
      zero.
      Quindi il senso delle riserve che cominciano a
      fioccare e' quanto mai rivelatore.La comunita'
      cosi' come entra nel mercato COMUNISTA potrebbe
      arrivare ad una crisi di valori e dividersi fra
      possibilisti e conservatori cioe' coloro che
      vedono (i primi) un' opportunita' da sfruttare a
      costo di piegarsi alle logiche del mercato (che
      e' molto molto molto piu' grande e forte di una
      comunita' seppur agguerrita) e chi si trincera
      dietro all'ortodossia (i secondi) senza
      possibilita' alcuna di fare accordi.Piu' volte
      parlando qui ho notato come la mentalita' di
      molti elementi sia orientata al "tutto dovuto" e
      cioe' quello che si fa' a vantaggio del SOVIET e
      per il SOVIET e' un diritto sacrosanto ed
      inviolabile.Sicuramente questo caso non fa'
      differenza.Beh preparatevi a farvi molto elastici
      altrimenti verrete letterlamente macinati e
      vedremo fra qualche anno titoli di articoli di
      qualche nostalgico del tipo "Magnifici quegli
      anni".
      Ritornando un momento alla parte finale
      dell'articolo si cita per l'ennesima volta
      BERLUSCONI.Allora,posso capire che si tratti
      dell'unico collante che tiene assieme tutta la
      comunita',infatti mi aspetto che nei vostri
      momenti di crisi salti fuori magicamente qualche
      problema con BERLUSCONI (che la propaganda orchestrera'
      intelligentemente come attacco del monopolista al
      mondo libero) quel tanto per sviarvi dai problemi
      reali,ma fatevi forti ed imparate a sopravvivere
      con le vostre forze e non per demerito
      altrui.
      Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al
      lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni
      ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi
      delle
      responsabilita'.Saluti.Ma perché su questo forum la gente deve sempre politicizzare tutto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da: mythsmith

        - Scritto da:

        Salve,come magari immaginate,sono il
        tormentatore

        anonimo dei COMUNISTI e della loro indecente
        libertà.Ma

        bando alla ciance,passiamo a commentare la

        notiziona che avra' fatto trepidare i cuori dei

        COMUNISTI di ogni parte del mondo.Ovviamente,ma

        credo che i meglio informati lo sapranno gia'

        anche Toshiba Italia si e' sbilanciata in favore

        del COMUNISMO preinstallato su alcuni modelli
        di

        notebook,qui trovate la

        notizia:




        http://www.ilsole24ore.com/art/SoleOnLine4/Tecnolo



        Beh che dire? Di sicuro vi piglio in contropiede

        e vi confido che sono contento....gia' sono

        contento per

        davvero!

        Non non ho assunto nulla di particolare,solo che

        finalmente dopo tanto dialogare,dopo tanto

        sgolarsi vedrete finalmente con i vostri occhi

        tutti i limiti pratici di un sistema,di una

        licenza che non sono fatti per il mercato ma ne

        sono alienati.Anzi,sbilanciamoci pure spero che

        l'iniziativa abbia un successo strepitoso cosi'

        da mettervi di fronte a delle scelte

        importanti,quelle che,fino ad oggi,senza

        responsabilita' ma solo con tanta critica
        inutile

        avete fatto a chi nel mercato ci stava
        eccome.Non

        si e' salvato nessuno siete passati come un
        rullo

        compressore su tutti quanti.Adesso tocca a voi e

        noi staremo qui a guardare le vostre crisi che

        per le necessita' superiori di qualche capitale

        binario prima,per qualche investimento
        capitalista
        in

        seguito creeranno non pochi problemi etici.E
        poi?

        Beh la pacchia di fare del sistema quello che si

        vuole e' finita,ora ci sono scadenze ben

        determinate,priorita' che non sono quelle a cui

        siete abituati normalmente se concepite con
        tanta

        tranquillita' la divisione delle leggi secondo

        "il grado di liberta'" del codice anziche'

        secondo le esigenze dei

        cittadini.

        Vediamo con quanta sicurezza presenterete ai

        nuovi cittadini cloni (spesso malriusciti) di

        aziende che non si presentano come le

        originali che possedevano magari nel

        capitalismo.Incavolatevi pure se poi l'utente si

        lamenta vuole privilegi gia' acquisiti

        (magari capitali imboscati) e non comprende

        "il vostro problema etico e di coscienza" nei

        confronti delle leggi anche solo non

        uguali per tutti.Sappiatelo gia' da ora,chi
        paga ha
        sempre

        ragione il cliente quindi davanti a tutto e voi

        che proprio di soldi non ne sborsate valete

        zero.

        Quindi il senso delle riserve che cominciano a

        fioccare e' quanto mai rivelatore.La comunita'

        cosi' come entra nel mercato COMUNISTA potrebbe

        arrivare ad una crisi di valori e dividersi fra

        possibilisti e conservatori cioe' coloro che

        vedono (i primi) un' opportunita' da sfruttare a

        costo di piegarsi alle logiche del mercato (che

        e' molto molto molto piu' grande e forte di una

        comunita' seppur agguerrita) e chi si trincera

        dietro all'ortodossia (i secondi) senza

        possibilita' alcuna di fare accordi.Piu' volte

        parlando qui ho notato come la mentalita' di

        molti elementi sia orientata al "tutto dovuto" e

        cioe' quello che si fa' a vantaggio del SOVIET e

        per il SOVIET e' un diritto sacrosanto ed

        inviolabile.Sicuramente questo caso non fa'

        differenza.Beh preparatevi a farvi molto
        elastici

        altrimenti verrete letterlamente macinati e

        vedremo fra qualche anno titoli di articoli di

        qualche nostalgico del tipo "Magnifici quegli

        anni".

        Ritornando un momento alla parte finale

        dell'articolo si cita per l'ennesima volta

        BERLUSCONI.Allora,posso capire che si tratti

        dell'unico collante che tiene assieme tutta la

        comunita',infatti mi aspetto che nei vostri

        momenti di crisi salti fuori magicamente qualche

        problema con BERLUSCONI (che la propaganda
        orchestrera'

        intelligentemente come attacco del monopolista
        al

        mondo libero) quel tanto per sviarvi dai
        problemi

        reali,ma fatevi forti ed imparate a sopravvivere

        con le vostre forze e non per demerito

        altrui.

        Detto questo,vi rinnovo un grosso "In bocca al

        lupo" ricordandovi che siete arrivati ai 18 anni

        ,oggi si festeggia domani si cresce prendendosi

        delle

        responsabilita'.Saluti.

        Ma perché su questo forum la gente deve sempre
        politicizzare
        tutto?Esatto non cominciare che non e' il caso.Piuttosto vedi di controbattere con idee un poco piu' serie.
        • mythsmith scrive:
          Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
          Non ho assolutamente intenzione di controbattere ad un discorso preso dall'ultima campagna elettorale cambiandogli le parole per applicarlo all'informatica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
      secondo me sei pazzo.Hai idea di cosa significhi "binario"? No, non quella cosa sulla quale vanno i treni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bene,ed ora i nodi arrivano al petti
        - Scritto da:
        secondo me sei pazzo.

        Hai idea di cosa significhi "binario"? No, non
        quella cosa sulla quale vanno i
        treni...preferisci che dica closed oppure SOLO binario? Ci siamo capiti molto bene e sappiamo benissimo di che cosa si sta' parlando.In ogni caso qui di pazzo c'e' un personaggio barbuto e la sua comunita' di proseliti che ha preso una licenza di software come una religione e sta' applicando all'informatica aspetti di carattere generale che quantomeno dovrebbero essere trattati all'ONU e non da utenti comuni,in un settore abbastanza estraneo a questo genere di cose.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Da 13 anni qualcosa sta cambiando....
    .... ed è l'indice del progressivo ed inesorabile aumento di massa delle mie gonadi, ogni qual volta si annuncia la salvezza delle plebi informatiche ad opera del Pinguino redentore.L'accanimento terapeutico è moralmente riprovevole oltre che legalmente vietato.Lasciate che il Pinguino redentore riposi in pace nella sua tomba del 2%.GrazieAh, già che ci siete, fatela finita una buona volta con questo OS che non si fila di pezza nessuno, che ha più "distro" che stelle il cielo e che, dopo 13 anni, è ancora al palo dei decimali, continua ad ingannare la morte, non accorgendosi di essere già morto e sepolto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da 13 anni qualcosa sta cambiando...
      - Scritto da:


      .... ed è l'indice del progressivo ed inesorabile
      aumento di massa delle mie gonadi, ogni qual
      volta si annuncia la salvezza delle plebi
      informatiche ad opera del Pinguino
      redentore.

      L'accanimento terapeutico è moralmente
      riprovevole oltre che legalmente
      vietato.

      Lasciate che il Pinguino redentore riposi in pace
      nella sua tomba del
      2%.

      Grazie

      Ah, già che ci siete, fatela finita una buona
      volta con questo OS che non si fila di pezza
      nessuno, che ha più "distro" che stelle il cielo
      e che, dopo 13 anni, è ancora al palo dei
      decimali, continua ad ingannare la morte, non
      accorgendosi di essere già morto e
      sepolto.Sei un mito.Mai riso tanto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Da 13 anni qualcosa sta cambiando...
        Ha sbagliato solo su una cosa: ha scritto che Linux dopo 13 anni ha raggunto il 2% del mercato. In realtà, se si escludono i server, non arriva all'1%.
        • Anonimo scrive:
          Re: Da 13 anni qualcosa sta cambiando...
          - Scritto da:
          Ha sbagliato solo su una cosa: ha scritto che
          Linux dopo 13 anni ha raggunto il 2% del mercato.
          In realtà, se si escludono i server, non arriva
          all'1%.Se vai a vedere le statistiche dei siti passa il Mac come percentuale e i lettori che ci vanno non sono dei server, ma esseri umani.
          • Anonimo scrive:
            Re: Da 13 anni qualcosa sta cambiando...

            i lettori che ci vanno non
            sono dei server, ma esseri
            umani.Immaginate un Beowulf Cluster di esseri umani.
    • Anonimo scrive:
      Re: Da 13 anni qualcosa sta cambiando...
      - Scritto da:


      .... ed è l'indice del progressivo ed inesorabile
      aumento di massa delle mie gonadi, Curati! Soffri di malattie veneree.
  • Anonimo scrive:
    Mah... dipenderà dai prezzi
    Questa mossa di Dell attirerà sicuramente chi da sempre ha considerato questa possibilità come una questione di principio o i fan sfegatati di Ubuntu.Tanti altri (ovvero la maggioranza dell'utenza consumer) opterà per questa scelta solo se il prezzo sarà realmente vantaggioso e considerando il costo di una licenza di Windows OEM e la sua incidenza sul costo di un notebook penso che alla fine, nel dubbio, si prenderanno cmq il portatile con Windows spendendo una 50ina di euro in più per poi eventualmente metterci una qualunque distro linux (che tanto si sa è gratis).In questo modo, se linux poi non va o non piace, lo si crasa via con un bel CD di ripristino.
    • Anonimo scrive:
      cosi' windows vendera' di piu'
      Sai che succedera'? Succedera' che avendo garantito il funzionamento con linux,tutti se lo prenderanno con windows cosi' per garantirsi la copia originale e si scaricheranno legalmente linux come sempre.Dimmi te chi ci guadagna.
      • Anonimo scrive:
        Re: cosi' windows vendera' di piu'
        :) Succederà che il 99% delle persone che compreranno questi PC ci installeranno su Windows entro 24 ore dall'acquisto. Non ci vuole la sfera di cristallo!
        • Anonimo scrive:
          Re: cosi' windows vendera' di piu'
          - Scritto da:
          :) Succederà che il 99% delle persone che
          compreranno questi PC ci installeranno su Windows
          entro 24 ore dall'acquisto. Non ci vuole la
          sfera di
          cristallo!Intendi windows piratato? Da quando hanno messo tutti quei controlli negli update non ne vale più la pena.Meglio prendere un computer con la versione OEM. Io ho un pc del cazzo con windows OEM, così per quelle poche cose che richiedono windows sto a posto.Ma tutti gli altri PC li compro senza e ci metto sopra SUSE LINUX, distro molto più stabile di Ubuntu. Dicono che è lenta, ma sai a me che me ne frega se ci mette qualche secondo di più a fare il boot o se Yast è un filo lento (tanto yast una volta che hai configurato mica lo devi aprire ogni 3 secondi).Certo sarebbe bello se HP/Compa e DELL con segreto accordo decidessero da un giorno all'altro di vendere computer SOLO con Linux. La Microsoft in 2 anni non conterebbe più niente.E anche Adobe/Macromedia. In questi anni avrebbero dovuto creare delle versioni dei loro programmi di punta anche per Linux e avrebbero convincere i clienti a fare lo switch verso il pinguino (photoshop, l'editor Flash, i programmi per il video editiing ecc..). Infine avrebbero dovuto rendere il player flash open source. Se l'avessero fatto avrebbero tolto terreno alla Microsoft che invece ora sta lanciando prodotti competitivi con loro e li sta facendo cagare sotto.
          • Anonimo scrive:
            Gemelli diversi
            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo installa e lo usa, spesso funziona anche se lei ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux se non hai la stessa distro o "compatibile" non si può fare con la stessa immediatezza, senza passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che c'è nel "repository" della tua distro o ciccia. E la gente comune, che vuole usare il PC per lavorare o anche solo per svago, di passaggi aggiuntivi anche semplicissimi non vuol saperne. Ben venga "Linux" sui desktop, ma su misura delle esigenze della gente, non dei programmatori o degli smanettoni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            Bhe, io non vedo un vero e proprio problema per le diversità delle distro.Una volta impostati i repository (che credimi, sono molto più comodi di qualsiasi installazione windows, dove devi girare in internet per trovare un programma...) ti scarichi il programma già compilato per la tua distribuzione. PUNTO!Non è che openoffice compilato per ubuntu sia diverso da quello compilato per suse o per mandriva...Il programma è sempre quello! Quindi problemi di compatibilità non ci sono (un documento .odt viene letto da tutte le distribuzioni, così come un file .mp3, .avi ecc... Basta scaricare il programma giusto!)
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:
            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le
            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi
            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei
            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di
            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo
            installa e lo usa, spesso funziona anche se lei
            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux
            se non hai la stessa distro o "compatibile" non
            si può fare con la stessa immediatezza, senza
            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che c'è
            nel "repository" della tua distro o ciccia. Solite minchiate. Il problema tuo è che da winaro/macaco la differenza tra compilazione statica e dinamica non la conosci.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da:

            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le

            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi

            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei

            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di

            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo

            installa e lo usa, spesso funziona anche se lei

            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux

            se non hai la stessa distro o "compatibile" non

            si può fare con la stessa immediatezza, senza

            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che
            c'è

            nel "repository" della tua distro o ciccia.

            Solite minchiate. Il problema tuo è che da
            winaro/macaco la differenza tra compilazione
            statica e dinamica non la
            conosci.Ma che dici ? Compilazione statica e dinamica?Ma di che parli ? Bello buttar lì le parole senza sapere di cosa si parla, eh?
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:

            Ma che dici ? Compilazione statica e dinamica?
            Ma di che parli ? Manco un motore di ricerca sai usare? http://users.actcom.co.il/~choo/lupg/tutorials/libraries/unix-c-libraries.html
            Bello buttar lì le parole senza
            sapere di cosa si parla,
            eh?Non so niente di agricoltura, illuminaci tu che la sai lunga.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da:



            Ma che dici ? Compilazione statica e dinamica?

            Ma di che parli ?

            Manco un motore di ricerca sai usare?
            http://users.actcom.co.il/~choo/lupg/tutorials/libEd allora ? L'attinenza nel discorso ? Hai la minima idea di cosa si parla lì ? Pensi sia diverso dalle DLL sotto Windows ? E' la stessa cosa, stessa tecnica. O pensi che le DLL siano qualcosa di diverso ? DLL = Dynamic Linking Libraries... uhh.. guarda un pò...eh ? Questo pensi che ti elimini problemi di dipendenze dalle librerie ? Pensi che un sistema Windows non abbia problemi di dipendenze da librerie DLL forse ? La differenza sta nel fatto che in Windows volenti o dolenti esiste uno standard, un controllo delle installazioni e delle librerie e non 100mila distro diverse in cui ognuno fa quello che gli pare, che di fatto rende impossibile per qualsiasi programmatore offrire supporto !
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:
            - Scritto da: nattu_panno_dam

            - Scritto da:


            Ma che dici ? Compilazione statica e dinamica?


            Ma di che parli ?



            Manco un motore di ricerca sai usare?


            http://users.actcom.co.il/~choo/lupg/tutorials/lib

            Ed allora ? L'attinenza nel discorso ? Hai la
            minima idea di cosa si parla lì ?

            Pensi sia diverso dalle DLL sotto Windows ? E' la
            stessa cosa, stessa tecnica. O pensi che le DLL
            siano qualcosa di diverso ? DLL = Dynamic
            Linking Libraries... uhh.. guarda un pò...eh ?


            Questo pensi che ti elimini problemi di
            dipendenze dalle librerie ? Pensi che un sistema
            Windows non abbia problemi di dipendenze da
            librerie DLL forse ?

            La differenza sta nel fatto che in Windows
            volenti o dolenti esiste uno standard, un
            controllo delle installazioni e delle librerie e
            non 100mila distro diverse in cui ognuno fa
            quello che gli pare, che di fatto rende
            impossibile per qualsiasi programmatore offrire
            supporto
            !Okkey, fammi un esempio di un software che c'e' per un'altra distribuzione e non per la mia Ubuntu, io provero' ad installarlo e vedro' questi nmila problemi di cui parli...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:
            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le
            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi
            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei
            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di
            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo
            installa e lo usa, spesso funziona anche se lei
            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux
            se non hai la stessa distro o "compatibile" non
            si può fare con la stessa immediatezza, senza
            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che c'è
            nel "repository" della tua distro o ciccia. E la
            gente comune, che vuole usare il PC per lavorare
            o anche solo per svago, di passaggi aggiuntivi
            anche semplicissimi non vuol saperne. Ben venga
            "Linux" sui desktop, ma su misura delle esigenze
            della gente, non dei programmatori o degli
            smanettoni.eccone un'altro che (linux) l'ha visto in fotografia...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi


            Con Ubuntu le cose sono migliorate,ma manca
            ancora una funzione "clicca ed
            installa".
            Ma che dici? I repository sono una pacchia!Basta che configuri un indirizzo e ti ritrovi migliaia di programmi tutti lì! Senza dover sprecare tempo a girovagare su internet per trovare questo e quello.Ci sono programmi come synaptic (incluso in ubuntu) che fanno tutto loro!Scegli i programmi che vuoi e con un click vengono scaricati ed installati! Voilà Fatto!Secondo me questo metodo è il più semplice e comodo che possa esistere.E poi, con un altro click, aggiorni TUTTI i programmi che hai sul pc. (ripeto, tutti in un colpo solo!)Con windows devi stare lì uno ad uno a visitare il sito della casa madre per vedere se è uscito l'aggiornamento... oppure avviare la funzione di aggiornamento automatico per ogni programma.A me linux appare molto più comodo... poi pensa come vuoi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:




            Con Ubuntu le cose sono migliorate,ma manca

            ancora una funzione "clicca ed

            installa".



            Ma che dici? I repository sono una pacchia!
            Basta che configuri un indirizzo e ti ritrovi
            migliaia di programmi tutti lì! Senza dover
            sprecare tempo a girovagare su internet per
            trovare questo e
            quello.
            Ci sono programmi come synaptic (incluso in
            ubuntu) che fanno tutto
            loro!
            Scegli i programmi che vuoi e con un click
            vengono scaricati ed installati! Voilà
            Fatto!

            Secondo me questo metodo è il più semplice e
            comodo che possa
            esistere.

            E poi, con un altro click, aggiorni TUTTI i
            programmi che hai sul pc. (ripeto, tutti in un
            colpo
            solo!)
            Con windows devi stare lì uno ad uno a visitare
            il sito della casa madre per vedere se è uscito
            l'aggiornamento... oppure avviare la funzione di
            aggiornamento automatico per ogni
            programma.
            A me linux appare molto più comodo... poi pensa
            come
            vuoi!Il cervello fanatico dovreste aggiornarvi. Ma come fate a non farvi entrare nella testa che l'installazione deve essere standard su qualsiasi Linux ! Se non c'è uno standard di fatto Linux non esiste. Un OS è un framework di lavoro, l'utente finale non deve neanche sapere che esiste una shell, che si programma.. non deve aver bisogno di fare nulla e deve poter usare lo stesso sistema di installazione grafico banale su ogni OS Linux così come lo fa su ogni OS MacOS/MacOS X e Windows !
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:

            - Scritto da:







            Con Ubuntu le cose sono migliorate,ma manca


            ancora una funzione "clicca ed


            installa".






            Ma che dici? I repository sono una pacchia!

            Basta che configuri un indirizzo e ti ritrovi

            migliaia di programmi tutti lì! Senza dover

            sprecare tempo a girovagare su internet per

            trovare questo e

            quello.

            Ci sono programmi come synaptic (incluso in

            ubuntu) che fanno tutto

            loro!

            Scegli i programmi che vuoi e con un click

            vengono scaricati ed installati! Voilà

            Fatto!

            Secondo me questo metodo è il più semplice e

            comodo che possa

            esistere.

            E poi, con un altro click, aggiorni TUTTI i

            programmi che hai sul pc. (ripeto, tutti in un

            colpo

            solo!)

            Con windows devi stare lì uno ad uno a visitare

            il sito della casa madre per vedere se è uscito

            l'aggiornamento... oppure avviare la funzione di

            aggiornamento automatico per ogni

            programma.

            A me linux appare molto più comodo... poi pensa

            come

            vuoi!

            Il cervello fanatico dovreste aggiornarvi. Ma
            come fate a non farvi entrare nella testa che
            l'installazione deve essere standard su
            qualsiasi Linux ! E perche' ? Tu non capisci che le distribuzioni di linux sono intercompatibili ma vanno considerate cose diverse, ognuna con le sue tipicita'.
            Se non c'è uno standard di fatto Linux
            non esiste. Infatti lo standard c'e', o sai citarmi un programma che gira su una distro e non su un'altra ???
            Un OS è un framework di lavoro, l'utente
            finale non deve neanche sapere che esiste una
            shell, che si programma...Che tipo di utente finale ? Un programmatore di mestiere non e' un utente finale ?Che vuol dire utente finale ? Vuol dire qualcosa ?
            non deve aver bisogno di fare nulla e deve
            poter usare lo stesso sistema di installazione
            grafico banale su ogni OS Linux così come lo
            fa su ogni OS MacOS/MacOS X e Windows !Perfetto: Mac e OSX sono gia' abbastanza simili, non resta che cambiare l'installer di windows...
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:
            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le
            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi
            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei
            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di
            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo
            installa e lo usa, spesso funziona anche se lei
            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux
            se non hai la stessa distro o "compatibile" non
            si può fare con la stessa immediatezza, senza
            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che c'è
            nel "repository" della tua distro o ciccia. E la
            gente comune, che vuole usare il PC per lavorare
            o anche solo per svago, di passaggi aggiuntivi
            anche semplicissimi non vuol saperne. Ben venga
            "Linux" sui desktop, ma su misura delle esigenze
            della gente, non dei programmatori o degli
            smanettoni.Mi fai un esempio di un programma che si installa su una distro e non esiste su un'altra ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le

            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i sistemi

            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi dei

            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma di

            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click, lo

            installa e lo usa, spesso funziona anche se lei

            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con Linux

            se non hai la stessa distro o "compatibile" non

            si può fare con la stessa immediatezza, senza

            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che
            c'è

            nel "repository" della tua distro o ciccia. E la

            gente comune, che vuole usare il PC per lavorare

            o anche solo per svago, di passaggi aggiuntivi

            anche semplicissimi non vuol saperne. Ben venga

            "Linux" sui desktop, ma su misura delle esigenze

            della gente, non dei programmatori o degli

            smanettoni.


            Mi fai un esempio di un programma che si installa
            su una distro e non esiste su un'altra
            ???Problemi di dipendenze e di versioni non aggiornate per una distro e non per un'altra ce ne sono fin troppi, sempre. Il fatto principale è che l'assenza in un'installazione standard per tutti i Linux che faccia di Linux un vero OS e che includa anche i driver nel processo, di fatto fa in modo che non esistano programmi seri sotto Linux. Non esistono Photoshop,Premiere,Videostudio,Vegas,DVD Architect,Autocad e migliaia di altri software professionali.
          • Anonimo scrive:
            Re: Gemelli diversi
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Gemelli diversi. Fin quando esisteranno le


            distro, ognuna per se e Dio per tutti, i
            sistemi


            desktop con Linux saranno ancor meno diffusi
            dei


            Mac. Perchè se Marta vuole usare il programma
            di


            Clara sul suo PC oggi come oggi fa due click,
            lo


            installa e lo usa, spesso funziona anche se
            lei


            ha Win XP e Clara Win 98 e viceversa. Con
            Linux


            se non hai la stessa distro o "compatibile"
            non


            si può fare con la stessa immediatezza, senza


            passaggi aggiuntivi, devi prendere quello che

            c'è


            nel "repository" della tua distro o ciccia. E
            la


            gente comune, che vuole usare il PC per
            lavorare


            o anche solo per svago, di passaggi aggiuntivi


            anche semplicissimi non vuol saperne. Ben
            venga


            "Linux" sui desktop, ma su misura delle
            esigenze


            della gente, non dei programmatori o degli


            smanettoni.





            Mi fai un esempio di un programma che si
            installa

            su una distro e non esiste su un'altra

            ???

            Problemi di dipendenze e di versioni non
            aggiornate per una distro e non per un'altra ce
            ne sono fin troppi, sempre.Infatti a quello servono i repository.
            Il fatto principale è che l'assenza in
            un'installazione standard per tutti i Linux
            che faccia di Linux un vero OS e che includa
            anche i driver nel processo, di fatto fa in
            modo che non esistano programmi seri sotto
            Linux. Non esistono Photoshop, Premiere,
            Videostudio, Vegas,DVD Architect,Autocad e
            migliaia di altri software professionali.E Maya come fa ??? Magia ???
      • nattu_panno_dam scrive:
        Re: cosi' windows vendera' di piu'
        - Scritto da:
        Sai che succedera'? Succedera' che avendo
        garantito il funzionamento con linux,tutti se lo
        prenderanno con windows cosi' per garantirsi la
        copia originale e si scaricheranno legalmente
        linux come sempre.Dimmi te chi ci
        guadagna.Dipenderà dal prezzo del PC/Laptop con Windows: se sarà uguale o non molto inferiore probabilmente avrai ragione, altrimenti tutti acquisteranno la versione con Ubuntu/Suse per poi installarci windows pirata, un'altra distro oppure una versione aggiornata di quella preinstallata.
      • outkid scrive:
        Re: cosi' windows vendera' di piu'
        - Scritto da:
        Sai che succedera'? Succedera' che avendo
        garantito il funzionamento con linux,tutti se lo
        prenderanno con windows cosi' per garantirsi la
        copia originale e si scaricheranno legalmente
        linux come sempre.Dimmi te chi ci
        guadagna.chi vuol star tranquillo che linux giri senza incompatibilita' hardware o compatibilita' mutilate.
    • outkid scrive:
      Re: Mah... dipenderà dai prezzi
      il discorso e' che se ci preinstallano ubuntu ci si aspetta che tutto l'hw abbia dei driver che siano in grado di sfruttarlo.. e che magari ci metta qualche sfigato a svilupparne qualcuno che ancora non esiste (se magari metter linux si sara' rivelata una strategia vincente). non credo che dell sforni laptop, ci rifili ubuntu, e poi magari la webcam integrata, i tasti funzione, il suspend e qualche altra amenita' non vada.quindi alla fine il nodo e' che se vuoihai bisognoti piace solo windows non ti cambia niente ma se vuoi usare linux per hobbyreligionemasochismosviluppo puoi farlo senza essere obbligato a pagare una licenza che ti sta sul groppone.
  • Anonimo scrive:
    Per chi vorrebbe Linux e Windows
    Pressochè tutti quanti abbiamo usato Windows, perchè Windows è quanto, fino a ieri, ti preinstallavano su tutti i pc.Oggi Dell fa una mossa che ha dell'innovativo e non sbaglia.Ma come è noto non è necessario acquistare Dell per ottenere i benefici di Linux e per essere più chiari:Linux può essere installato:- come unico sistema operativo- assieme a Windows anche se Win è già installato ottenendo così pc con Linux+WindowsCon Vmware su Linux possiamo far girare macchine virtualiPer clonare macchine Windows fisiche, ovvero già installate e funzionanti, da far girare in Linux si usa VMware converter: http://www.vmware.com/products/converter/va eseguito sul pc Windows da clonare ed alla fine del breve processo ci restituisce pari pari la macchina clonata, quanto prodotto da Vmware converter va poi copiato su Linux e va fatto girare con VMware-player di Linux, veramente semplice, provare per credere.Tutto ciò e facilmente attuabile con Ubuntu Linux a costo nullo.E a noi rimane la libertà di scegliere.
    • Sgabbio scrive:
      Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
      Esiste anche il Dual Boot :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
        - Scritto da: Sgabbio
        Esiste anche il Dual Boot :DE' vero, però, come l'autore del thread, anch'io sto pensando, per il futuro, a VMWare, in particolare per quando scadrà il supporto esteso di Windows 2000 e, volendolo ancora usare, sarà più prudente isolarlo in una macchina virtuale.Perché una cosa ho ben chiara: visto che io il SW non lo pirato e lo pago, finché MS non toglierà scomode schifezze come l'attivazione prodotto, non ho intenzione di prendere versioni di Windows successive a Win 2000, a meno che non me le trovi preinstallate in offerte speciali che costino meno di un PC senza OS, quindi al 99% avrò XP o Vista o Vienna solo su un portatile, visto che i desktop me li assemblo sempre da solo.
        • Cobra Reale scrive:
          Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
          Far girare Windows sotto una macchina virtuale ha un altro vantaggio: poter copiare i flussi multimediali protetti da DRM, almeno credo! p)Il motivo è semplice: se il lettore multimediale blindato gira sotto Win e Win gira sotto Lin, è possibile installare il registratore sotto Lin e scendere ad un livello più basso rispetto a quello del kernel di Win.In questo modo, sarebbe possibile aggirare il DRM, però chiedo conferma. :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
            - Scritto da: Cobra Reale
            Far girare Windows sotto una macchina virtuale ha
            un altro vantaggio: poter copiare i flussi
            multimediali protetti da DRM, almeno credo!
            p)
            Il motivo è semplice: se il lettore multimediale
            blindato gira sotto Win e Win gira sotto Lin, è
            possibile installare il registratore sotto Lin e
            scendere ad un livello più basso rispetto a
            quello del kernel di
            Win.
            In questo modo, sarebbe possibile aggirare il
            DRM, però chiedo conferma.
            :)Non sai di che parli. Pensi di poter decriptare directory e file criptati in una partizione NTFS solo perchè la usi dentro una macchina virtuale sotto Linux? Appunto. Stesso discorso vale per i DRM.
          • Cobra Reale scrive:
            Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
            - Scritto da:

            - Scritto da: Cobra Reale

            Far girare Windows sotto una macchina virtuale
            ha

            un altro vantaggio: poter copiare i flussi

            multimediali protetti da DRM, almeno credo!

            p)

            Il motivo è semplice: se il lettore multimediale

            blindato gira sotto Win e Win gira sotto Lin, è

            possibile installare il registratore sotto Lin e

            scendere ad un livello più basso rispetto a

            quello del kernel di

            Win.

            In questo modo, sarebbe possibile aggirare il

            DRM, però chiedo conferma.

            :)

            Non sai di che parli. Pensi di poter decriptare
            directory e file criptati in una partizione NTFS
            solo perchè la usi dentro una macchina virtuale
            sotto Linux? Appunto. Stesso discorso vale per i
            DRM.
            Nel caso dei film, ad esempio, l'immagine - prima o poi - va decrittata, quindi il programma di cattura può intervenire sotto Lin e salvare anche ciò che si trova nella finestra della macchina virtuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
            povero ragazzino...meno male che ci sei tu a ricordarci il vantaggio di vmware
          • Anonimo scrive:
            Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
            gia'io e te ne avevamo parlato a lungo.ricordi quelle sere in cui la vmotion la facevamo a mano?
          • Anonimo scrive:
            Il vantaggio di VMware...
            ...è che il suo hardware virtuale è di una compatibilità ASSOLUTA. Avete presente i famosi problemi di hardware + o - compatibile con Linux (ma non solo con Linux) e la mancanza di driver particolari scritti per il pinguino ? La macchina virtuale sarà superstandardizzata, OK, ma non vi dà nessuno di questi problemi. Nella semplicità della sua configurazione, funziona tutto a meraviglia. :)
    • FDG scrive:
      Re: Per chi vorrebbe Linux e Windows
      - Scritto da:
      Con Vmware su Linux possiamo far girare macchine
      virtualiMumble mumble......perché Microsoft ha imposto certe limitazioni sull'uso di Vista in una macchina virtuale? Mi chiedo se c'era qualche secondo fine, tipo impedire la proliferazione di un certo tipo di configurazioni.
  • Anonimo scrive:
    Dell attira i fessi fanatici...
    ..e vende i propri PC con componenti di bassa qualità sbandierando le idiozie open source e Linux ai fanatici fighetti che si riempono la bocca di Linux,GNU,GPL,OpenSource solo per moda e fanatismo e senza avere alcuna conoscenza di Unix nè capacità di programmazione reali.
    • outkid scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      tra una macchina che puo' far girare solo windows ed una che puo' far girare windows, linux e potenzialmente qualsiasi SO opensource (POTENZIALMENTE, ovvero se DELL non si mette a sviluppare driver closed, ma non credo sarebbe una bella mossa e, cmq dell vende Hardware) se permetti scelgo quella piu' versatile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dell attira i fessi fanatici...
        - Scritto da: outkid
        tra una macchina che puo' far girare solo windows
        ed una che puo' far girare windows, linux e
        potenzialmente qualsiasi SO opensource
        (POTENZIALMENTE, ovvero se DELL non si mette a
        sviluppare driver closed, ma non credo sarebbe
        una bella mossa e, cmq dell vende Hardware) se
        permetti scelgo quella piu'
        versatile.Una macchina che può far girare sono Windows ? Ma di che cavolo stai parlando ? Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar soldi su chi ti vende fuffa ?
        • Shu scrive:
          Re: Dell attira i fessi fanatici...
          - Scritto da:
          Una macchina che può far girare sono Windows ? Ma
          di che cavolo stai parlando ?

          Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar soldi
          su chi ti vende fuffa
          ?Prova a cercare un po' in giro. Sugli ultimi Toshiba, se aggiorni il firmware poi puoi usarci solo Vista (e` indicato anche nel README che nessuno legge).Su alcuni HP, anche senza aggiornare il firmware
          • Anonimo scrive:
            Re: Dell attira i fessi fanatici...
            - Scritto da: Shu

            - Scritto da:


            Una macchina che può far girare sono Windows ?
            Ma

            di che cavolo stai parlando ?



            Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar
            soldi

            su chi ti vende fuffa

            ?

            Prova a cercare un po' in giro. Sugli ultimi
            Toshiba, se aggiorni il firmware poi puoi usarci
            solo Vista (e` indicato anche nel README che
            nessuno
            legge).
            Su alcuni HP, anche senza aggiornare il firmwareMa di che parli ? Impara a leggere. Non sai di cosa stai parlando.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dell attira i fessi fanatici...
            - Scritto da:

            - Scritto da: Shu



            - Scritto da:




            Una macchina che può far girare sono Windows ?

            Ma


            di che cavolo stai parlando ?





            Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar

            soldi


            su chi ti vende fuffa


            ?



            Prova a cercare un po' in giro. Sugli ultimi

            Toshiba, se aggiorni il firmware poi puoi usarci

            solo Vista (e` indicato anche nel README che

            nessuno

            legge).

            Su alcuni HP, anche senza aggiornare il firmware

            Ma di che parli ? Impara a leggere. Non sai di
            cosa stai
            parlando.http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=21784
        • outkid scrive:
          Re: Dell attira i fessi fanatici...

          Una macchina che può far girare sono Windows ? Ma
          di che cavolo stai parlando ?

          Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar soldi
          su chi ti vende fuffa
          ?ma vai a mori' ammazzato in un canale ai bordi di qualche statale stupido cerebroleso.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dell attira i fessi fanatici...
            - Scritto da: outkid

            Una macchina che può far girare sono Windows ?
            Ma

            di che cavolo stai parlando ?



            Lo vedi che sei un fanatico pronto a buttar
            soldi

            su chi ti vende fuffa

            ?

            ma vai a mori' ammazzato in un canale ai bordi di
            qualche statale stupido
            cerebroleso.Guarda che se rispondi in termini cosi' tecnici poi i non informatici non capiscono...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      Dell attira gli intelligenti che si aprono alle novità e non restano ancorati a fanatismi di nessun tipo, perchè è risaputo che puoi installare più sistemi operativi sullo stesso pc.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dell attira i fessi fanatici...
        - Scritto da:
        Dell attira gli intelligenti che si aprono alle
        novità e non restano ancorati a fanatismi di
        nessun tipoA regola, tu, devi averne molto di tempo per APRIRTI alle novità. Buon per te.
    • belze scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      se permetti hanno diritto ad usare un computer anche coloro che non sono programmatori. E se in portineria all'ITIS Avogadro di Torino entrando si vede un bel KDE, allora vuol dire che persino le bidelle sono pronte per Linux...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      .. tu attiri le mosche
    • Madder scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      In realtà, un po' tutta la tecnologia va avanti con i "fessi fanatici" come li chiami tu. Senza di essi, che vogliono il più veloce, il più aperto, il più standard, il più leggero, quello con più autonomia, il più silenzioso, ... saremmo ancora ai 386 a 16 mhz con le schede video ET4000, sui quali possono girare sistemi operativi che hanno funzionalità che confrontate a Vista, GNU/Linux, MacOSX, ... sono semplicemente penosi. Usare linux è semplicemente un altro passo in questa direzione che (forse) spingerà l'industria a considerare la necessità di ottenere una migliore standardizzazione delle interfacce hardware come anche dei formati dati. Con grandi vantaggi per tutti, te compreso. Madder
      • Anonimo scrive:
        Re: Dell attira i fessi fanatici...
        - Scritto da: Madder
        In realtà, un po' tutta la tecnologia va avanti
        con i "fessi fanatici" come li chiami tu.
        Questo era forse vero nei primi anni '80, ma le cose sono cambiate. Ora sono i produttori che decidono, e le scelte tecnologiche vengono imposte dall'alto. Chi spinge per la potenza sono i consumatori di videogiochi, perchè i nuovi titoli sono concepiti per richiedere le massime prestazioni possibili e, quindi, spingere gli utenti ad un ricambio dell'hardware.Noi siamo burattini, il Mercato regge i fili. Chiaro il concetto?
        • Anonimo scrive:
          Re: Dell attira i fessi fanatici...
          - Scritto da:
          Chi spinge per la potenza sono
          i consumatori di videogiochi, perchè i nuovi
          titoli sono concepiti per richiedere le massime
          prestazioni possibili e, quindi, spingere gli
          utenti ad un ricambio
          dell'hardware.Nintendo Wii, nota stonata ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      Mia sorella non conosce Unix e non ha abilità come programmatore.Ciò nonostante ha scelto Ubuntu Linux dopo averlo provato per un po' ed esserne rimasta entusiasta.Volere dire addio a virus e schifezze varie e avere un sistema che funziona bene ricco di programmi e utilizzabile tutti i giorni non è essere fanatici.Scrivere ca%%ate contro Linux nei forum come fai tu, quello è essere fanatici delle schifezze della Micro$oft.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dell attira i fessi fanatici...
        - Scritto da:
        Mia sorella non conosce Unix e non ha abilità
        come
        programmatore.
        Ciò nonostante ha scelto Ubuntu Linux dopo averlo
        provato per un po' ed esserne rimasta
        entusiasta.

        Volere dire addio a virus e schifezze varie e
        avere un sistema che funziona bene ricco di
        programmi e utilizzabile tutti i giorni non è
        essere
        fanatici.

        Scrivere ca%%ate contro Linux nei forum come fai
        tu, quello è essere fanatici delle schifezze
        della
        Micro$oft.Linux pieno di programmi ? Linux funziona bene?Oh, cielo.. e non è fanatismo questo.. In Linux c'è solo robaccia, programmi pietosi scritti con i piedi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Dell attira i fessi fanatici...


          Linux pieno di programmi ? Linux funziona bene?
          Oh, cielo.. e non è fanatismo questo..
          In Linux c'è solo robaccia, programmi pietosi
          scritti con i
          piedi.Non potresti spüiegarci da dove arrivano le tue convinzioni?Se mi argomentassi almeno un po, potrei accettare il tuo sputar sentenze.
    • Anonimo scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      fatti a supporto? hai parlato col CEO di DELL?
    • Anonimo scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      - Scritto da:
      ..e vende i propri PC con componenti di bassa
      qualità sbandierando le idiozie open source e
      Linux ai fanatici fighetti che si riempono la
      bocca di Linux,GNU,GPL,OpenSource solo per moda e
      fanatismo e senza avere alcuna conoscenza di Unix
      nè capacità di programmazione
      reali.Ti capisco ma non condivido. DELL da possibilità di scelta al cliente: Windows Vista, XP o Linux. Sta all'utente prendersi il computer che ritiene faccia per lui. Vinca il migliore, insomma, dove migliore non è una condizione oggettiva, e non potrebbe esserlo, ma soggettiva.Basta che ora i linux fan boy non rompano troppo le scatole se i pc linux avranno un prezzo praticamente identico a quelli windows (probabile). Se pensano che ubuntu sia superiore a vista lo dovrebbero scegliere anche a parità di costo.Brava DELL.
    • mythsmith scrive:
      Re: Dell attira i fessi fanatici...
      http://finance.google.com/finance?q=DELLintanto
      • Anonimo scrive:
        Re: Dell attira i fessi fanatici...
        - Scritto da: mythsmith
        http://finance.google.com/finance?q=DELL
        intantoPiano piano che questo e' appena uno sputo nell'oceano.
  • Anonimo scrive:
    Ma di che si lamenta il Brunozzi?
    E poi chi sarebbe sto Brunozzi per essere menzionato in questo articolo?Chi è? Si può sapere a nome di chi parla^ Del suo blog? ECCHISSENEFREGA!!
  • Anonimo scrive:
    MICROSOFT ormai è il passato
    Il presente e il futuro sono e saranno Gnu-LINUX!Il DRAGA è ormai cadavere, vedo già il suo corpo galleggiare sul fiume, presto mi passerà vicino e gli farò la pipì sopra.
    • Anonimo scrive:
      Re: MICROSOFT ormai è il passato
      - Scritto da:
      Il presente e il futuro sono e saranno Gnu-LINUX!

      Il DRAGA è ormai cadavere, vedo già il suo corpo
      galleggiare sul fiume, presto mi passerà vicino e
      gli farò la pipì
      sopra.+10.
    • Anonimo scrive:
      Re: MICROSOFT ormai è il passato
      - Scritto da:
      Il presente e il futuro sono e saranno Gnu-LINUX!

      Il DRAGA è ormai cadavere, vedo già il suo corpo
      galleggiare sul fiume, presto mi passerà vicino e
      gli farò la pipì
      sopra.maleducato, non si fa pipì nei fiumi
      • Anonimo scrive:
        Re: MICROSOFT ormai è il passato
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Il presente e il futuro sono e saranno
        Gnu-LINUX!



        Il DRAGA è ormai cadavere, vedo già il suo corpo

        galleggiare sul fiume, presto mi passerà vicino
        e

        gli farò la pipì

        sopra.

        maleducato, non si fa pipì nei fiumima ROTFL
    • Anonimo scrive:
      Re: MICROSOFT ormai è il passato
      Ciao Alien; li hai già compiuti i 50 anni?
    • Anonimo scrive:
      Re: MICROSOFT ormai è il passato
      - Scritto da:
      Il presente e il futuro sono e saranno Gnu-LINUX!un kernel monolitico anni 70 non può essere il futuro

      Il DRAGA è ormai cadavere, vedo già il suo corpo
      galleggiare sul fiume, presto mi passerà vicino e
      gli farò la pipì
      sopra.guarda... mi hai convinto e ti prendo a parola, microsoft è il passato e tu sei il futuro, adesso fammi godere il passato in tutta tranquillità
      • Giambo scrive:
        Re: MICROSOFT ormai è il passato
        - Scritto da:

        Il presente e il futuro sono e saranno
        Gnu-LINUX!

        un kernel monolitico anni 70 non può essere il
        futuroLo diceva pure Thug-Delle-Caverne, 30 anni dopo la scoperta della ruota :DIl Kernel di Linux e' la chiara dimostrazione che i microkernel sono cosa bella solo nel campo accademico, ma quando si tratta di metterci dentro le mani allora sono pianti e stridor di denti :)
        • Anonimo scrive:
          Re: MICROSOFT ormai è il passato
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da:



          Il presente e il futuro sono e saranno

          Gnu-LINUX!



          un kernel monolitico anni 70 non può essere il

          futuro

          Lo diceva pure Thug-Delle-Caverne, 30 anni dopo
          la scoperta della ruota
          :D

          Il Kernel di Linux e' la chiara dimostrazione che
          i microkernel sono cosa bella solo nel campo
          accademico, ma quando si tratta di metterci
          dentro le mani allora sono pianti e stridor di
          denti
          :)Certo, certo.. sarà per questo che il kernel NT di XP,Vista,2003 è ibrido macrokernel.. ehhh!Il kernel monolitico è preistoria.
          • FDG scrive:
            Re: MICROSOFT ormai è il passato
            - Scritto da:
            Il kernel monolitico è preistoria. Può essere un modo meno sofisticato (forse) di sviluppare sistemi operativi, ma se funziona?Facciamo qualche paragone: lo Shuttle col Saturn. Con che genere di vettore ritorneremo sulla luna?p.s.: a me piacciono i microkernel, vado pazzo per L4, ma non sono qui a fare questioni di religione o peggio ancora.
          • Giambo scrive:
            Re: MICROSOFT ormai è il passato
            - Scritto da:

            Il Kernel di Linux e' la chiara dimostrazione
            che

            i microkernel sono cosa bella solo nel campo

            accademico, ma quando si tratta di metterci

            dentro le mani allora sono pianti e stridor di

            denti

            :)

            Certo, certo.. sarà per questo che il kernel NT
            di XP,Vista,2003 è ibrido macrokernel..Appunti, ibrido. Non e' modulare come il Kernel di Linux. Non e' neppure un microkernel.E non e' detto che sia facile da sviluppare/mantenere, vista la mole di tempo e di denaro investita per partorire Vista :/ ...
            Il kernel monolitico è preistoria. Quel che manca alle tue affermazioni e' un'argomentazione tecnica.Non basta bollare qualcosa di "vecchio" come "non piu' adatto ai tempi", prova ne e' che la maggior parte della gente mangia ancora pane e fa sesso in posizione orizzontale ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: MICROSOFT ormai è il passato
            - Scritto da:
            Certo, certo.. sarà per questo che il kernel NT
            di XP,Vista,2003 è ibrido macrokernel..
            ehhh!
            Il kernel monolitico è preistoria. E infatti Winzozz funziona una meraviglia vero?È pure sui supercomputer più potenti del mondo vero?E ci si regge tutta l'infrastruttura di Internet vero?
  • Anonimo scrive:
    Grazie mille Windows!!!
    Ci hai insegnato tutto ciò che un sistema operativo non dovrebbe essere. Ora, come ha sempre fatto la tua casa produttrice, impareremo dagli errori degli altri e non li rifaremo.Il tuo tempo è finito.Addio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie mille Windows!!!
      - Scritto da:
      Ci hai insegnato tutto ciò che un sistema
      operativo non dovrebbe essere. Ora, come ha
      sempre fatto la tua casa produttrice, impareremo
      dagli errori degli altri e non li
      rifaremo.

      Il tuo tempo è finito.

      Addio.L'attuale Windows NT è basato su VMS.. VMS era il miglior OS delle CPU Alpha che Bill Gates ha comprato assieme ai programmatori .. VMS fu creato per contrastare Unix e ci riuscì...
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie mille Windows!!!
        ...Solo sui desktop.Perché sui server ha davvero una percentuale bassa rispetto a Unix/Linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Grazie mille Windows!!!
          - Scritto da:
          ...Solo sui desktop.

          Perché sui server ha davvero una percentuale
          bassa rispetto a
          Unix/Linux.
          31% NT, 59% Unix/Linux... non mi pare una differenza così schiacciante
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie mille Windows!!!

        L'attuale Windows NT è basato su VMS.. VMS era il
        miglior OS delle CPU Alpha che Bill Gates ha
        comprato assieme ai programmatori .. VMS fu
        creato per contrastare Unix e ci
        riuscì...oddio, non è che se lo siano cagati in molti, una volta di vax o similari in giro se ne vedevano un po' ma non sono durati un granchè...comunque il bello della storia è che hanno comprato i programmatori di vms, NON vms, che l'anno semplicemente rubato. era stata iniziata una causa per questo ma alla fine la digital si era accontentata che gli facessero un port di windows nt per alpha (e questo dimostra quanto era idiota il management della digital)
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie mille Windows!!!
      - Scritto da:
      Ci hai insegnato tutto ciò che un sistema
      operativo non dovrebbe essere. Ora, come ha
      sempre fatto la tua casa produttrice, impareremo
      dagli errori degli altri e non li
      rifaremo.

      Il tuo tempo è finito.

      Addio.Vero, da poco mi sono rimesso sul serio a usare linux, e mi accorgo che sto "addomesticando" Kubuntu alle mie esigenze con una rapidità, anche nel trovare in rete le info necessarie, e una semplicità che non avevo mai riscontrato prima, né con precedenti distro linux, né con Windows, in cui ogni installazione o reinstallazione comporta mezzo pomeriggio di installazioni di applicazioni, utilities, SW di sicurezza aggiuntivi, di cui su linux o non c'è bisogno, o sono già "di serie" nell'installazione del SO, per non parlare, sempre su Windows, degli eventuali casini coi driver, che con Ubuntu ormai sono meno che con Windows, e infine, altra spina nel q con Windows, la sequela di aggiornamenti di sicurezza da rifare installando o reinstallando da zero, con una moltitudine di riavvii, assolutamente non necessari con linux, dove, specie nelle distro debian-based, qualsiasi aggiornamento, anche il più corposo, è fattibile con una sola operazione ed eventualmente un solo riavvio se si è cambiato il kernel.E' vero, ci sono ancora alcune piccole cose un po' "ruvide", da "lisciare" per proporre Ubuntu anche all'utente comune, ma già ora in quasi qualsiasi aspetto è diventato più semplice di Windows, che ha il solo vantaggio di essere preinstallato: se anche Windows l'utente comune dovesse installarselo da solo, scoprirebbe che in molte cose è più difficile di Linux.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grazie mille Windows!!!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Ci hai insegnato tutto ciò che un sistema

        operativo non dovrebbe essere. Ora, come ha

        sempre fatto la tua casa produttrice, impareremo

        dagli errori degli altri e non li

        rifaremo.



        Il tuo tempo è finito.



        Addio.

        Vero, da poco mi sono rimesso sul serio a usare
        linux , e mi accorgo che sto "addomesticando"
        Kubuntu alle mie esigenze con una rapidità, anche
        nel trovare in rete le info necessarie, e una
        semplicità che non avevo mai riscontrato prima,
        né con precedenti distro linux, né con Windows,
        in cui ogni installazione o reinstallazione
        comporta mezzo pomeriggio di installazioni di
        applicazioni, utilities, SW di sicurezza
        aggiuntivi, di cui su linux o non c'è bisogno, o
        sono già "di serie" nell'installazione del SO,
        per non parlare, sempre su Windows, degli
        eventuali casini coi driver, che con Ubuntu ormai
        sono meno che con Windows, e infine, altra spina
        nel q con Windows, la sequela di aggiornamenti di
        sicurezza da rifare installando o reinstallando
        da zero, con una moltitudine di riavvii,
        assolutamente non necessari con linux, dove,
        specie nelle distro debian-based, qualsiasi
        aggiornamento, anche il più corposo, è fattibile
        con una sola operazione ed eventualmente un solo
        riavvio se si è cambiato il
        kernel.
        E' vero, ci sono ancora alcune piccole cose un
        po' "ruvide", da "lisciare" per proporre Ubuntu
        anche all'utente comune, ma già ora in quasi
        qualsiasi aspetto è diventato più semplice di
        Windows, che ha il solo vantaggio di essere
        preinstallato: se anche Windows l'utente comune
        dovesse installarselo da solo, scoprirebbe che in
        molte cose è più difficile di
        Linux.Come vedi il grassetto indica una condizione rara e difficilmente utilizzabile nel valutare la bonta' di un sistema.Non e' questa utenza che deve valutare la facilita' raggiunta dal sistema.
    • Anonimo scrive:
      Re: Grazie mille Windows!!!
      - Scritto da:
      Ci hai insegnato tutto ciò che un sistema
      operativo non dovrebbe essere. Ora, come ha
      sempre fatto la tua casa produttrice, impareremo
      dagli errori degli altri e non li
      rifaremo.

      Il tuo tempo è finito.

      Addio.Ti piacerebbe vero? Sognar non nuoce...
  • pikappa scrive:
    Qualcosa sta cambiando
    Non mi aspetto molto da questa mossa a dire il vero, la gente è ancora intossicata da windows, ma è un primo passo verso una maggiore pluralità informatica.Quello che è paradossale è il fatto che sia stata proprio Dell, alfiere del duopolio Wintel di qualche anno fa, ad annunciare questa mossa, oltre all'aver reintrodotto XP al posto di vista, su richiesta dei propri clienti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Qualcosa sta cambiando
      Sarà veramente un primo passo nella giusta direzione se Dell farà le necessarie pressioni ai suoi fornitori perchè offrano driver ufficiali per linux (o almeno, per cominciare, per i quattro buntu) e se offrirà la prima assistenza necessaria agli utenti guardandosi bene dal rispondere con i classici cliche linari (Google è tuo amico e RTFM).Se diversamente si limiterà solo a fornire un'opzione di installazione scaricando tutti i problemi sulla comunità questa cosa non durerà a lungo, altro che esclusiva contesa...
      • barotto scrive:
        Re: Qualcosa sta cambiando
        - Scritto da:
        Se diversamente si limiterà solo a fornire
        un'opzione di installazione scaricando tutti i
        problemi sulla comunità questa cosa non durerà a
        lungo, altro che esclusiva
        contesa...L'assistenza sul sistema operativo Ubuntu sarà ovviamente affidata a Canonical, così come l'assistenza per Windows è affidata a Microsoft. Quindi dietro c'è una azienda vera e non solo la comunità.Inoltre penso che DELL sia abbastanza influente per attuare pressioni sui produttori hardware per la realizzazione di buoni driver, sempre che lo voglia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Qualcosa sta cambiando
          Due domande su canonical:1- Possiede un help desk multilingua o il povero disgraziato che sbatterà la testa sull'ennesimo file strambo in /etc oltre a tradurre il linuxese dovrà anche preoccuparsi dell'inglese ?2- Canonical offrirà dei contratti di assistenza a prezzi popolari o alla fine risulterà più conveniente avere windows (questo senza contare il già pesante divario in termini di programmi professionali e giochi) ?Sia chiaro, qui non servono studi statistici di alta economia ma solamente passare indenni il conto della serva
          • Giambo scrive:
            Re: Qualcosa sta cambiando
            - Scritto da:
            1- Possiede un help desk multilingua o il povero
            disgraziato che sbatterà la testa sull'ennesimo
            file strambo in /etc oltre a tradurre il linuxese
            dovrà anche preoccuparsi dell'inglese
            ?Visto che per ora i LinuxDell saranno solo USA, immagino il supporto sara' in "inglese".
            2- Canonical offrirà dei contratti di assistenza
            a prezzi popolari o alla fine risulterà più
            conveniente avere windows (questo senza contare
            il già pesante divario in termini di programmi
            professionali e giochi)
            ?http://www.canonical.com/services/support
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcosa sta cambiando
            250 $ è troppo.Con 200 euro c'è Ultimate Oem che praticamente non costringe a ristudiarsi da zero un os e ha già presenti un numero infinito di software professionale e videogiochi.Canonical deve offrire una soluzione più economica una cosa tipo community web privata 12x5 alla metà o poco più.In questa maniera il conto della serva è a rischio
          • Giambo scrive:
            Re: Qualcosa sta cambiando
            - Scritto da:
            250 $ è troppo.Non so giudicare. Quanto costa il supporto, per esempio, per i prodotti Microsoft ?
            Con 200 euro c'è Ultimate Oem che praticamente
            non costringe a ristudiarsi da zero un os e ha
            già presenti un numero infinito di software
            professionale e
            videogiochi.Cosa sarebbe Ultimate Oem ? Parli di Vista ? Se si, non credo offra il supporto 9x5 per un'anno (Telefono, Email, WEB) e tutto il software incluso in Ubuntu.
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcosa sta cambiando
            Quanti hanno bisogno di pagare a microsoft l'assistenza per windows ?La maggioranza dei clienti di windows è gente che per quello che usa le finestre non ha bisogno di particolari contratti di assistenza. Con linux purtroppo, ancora oggi, ci sono troppe cose inutilmente complicate mentre altrove basta fare avanti avanti.Linux l'assistenza è un obbligo di fatto con windows no
          • Anonimo scrive:
            Re: Qualcosa sta cambiando
            - Scritto da:
            Quanti hanno bisogno di pagare a microsoft
            l'assistenza per windows
            ?
            La maggioranza dei clienti di windows è gente che
            per quello che usa le finestre non ha bisogno di
            particolari contratti di assistenza. Con linux
            purtroppo, ancora oggi, ci sono troppe cose
            inutilmente complicate mentre altrove basta fare
            avanti
            avanti.
            Linux l'assistenza è un obbligo di fatto con
            windows
            noMi fai qualche esempio di questa difficolta' parlando di desktop preinstallati e preconfigurati ???
    • tonzie scrive:
      Re: Qualcosa sta cambiando
      Infatti Dell sta salendo moltissimo con queste scelte, mi piacerebbe solo che venga dato il dovuto spazio anche ad AMD altrimenti ci si ritroverà in un batter d'occhio con il monopolio in campo processori!!!Cmq prossimo portatile uno gnu-Dell
      • Anonimo scrive:
        Re: Qualcosa sta cambiando
        - Scritto da: tonzie
        Infatti Dell sta salendo moltissimo con queste
        scelte, mi piacerebbe solo che venga dato il
        dovuto spazio anche ad AMD altrimenti ci si
        ritroverà in un batter d'occhio con il monopolio
        in campo
        processori!!!
        Cmq prossimo portatile uno gnu-Dellprima di cantar vittoria vorrei sapere:1) anche in italia o come al solito usa only?2) costeranno di meno che con windows o con le solite scuse assurde che non stanno nè in cielo nè in terra li faranno costare di più?
    • MandarX scrive:
      Re: Qualcosa sta cambiando
      - Scritto da: pikappa
      Quello che è paradossale è il fatto che sia stata
      proprio Dell, alfiere del duopolio Wintel di
      qualche anno fa, ad annunciare questa mossa,
      oltre all'aver reintrodotto XP al posto di vista,
      su richiesta dei propri
      clienti.forse Dell come Apple sono lungimirantimentre microsoft tenta di estorcere sempre piu denaro con drm, trusted computing, windows preinstallati ecc, Dell ti permettedi acquistare computer con Ubuntu e Apple rinuncaia ufficialmente al TC, almeno a suo dire
  • Anonimo scrive:
    Finalmente mi comprerò un portatile!
    E sarà Dell!! Con Linux ovviamente!!
    • Gusbertone scrive:
      Re: Finalmente mi comprerò un portatile!
      anche io attendo da un sacco di tempo un laptop 100% linux compatibile, speriamo, anche se vorrei capire le modalità... useranno hw già supportato? forniranno driver closed?
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente mi comprerò un portatile!
      OK.poi lo riformatterai e metterai su una copia illegale di Windows.bravo, bravo.....
      • outkid scrive:
        Re: Finalmente mi comprerò un portatile!
        - Scritto da:
        OK.

        poi lo riformatterai e metterai su una copia
        illegale di
        Windows.

        bravo, bravo.....na.. lo riformatta e mette Gentoo.
        • ecc scrive:
          Re: Finalmente mi comprerò un portatile!
          ed a quel punto, rimasto insoddisfatto del supporto alle periferiche [funzionanti] si passera' tutti a *BSD. [vedi ad esempio bcm43xx come li trattanoVista anche la pratica con BSD style gnu/linux flavor.
  • Anonimo scrive:
    Debian is the BEST!
    Debian 4Ever!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian is the BEST!
      Ma io volevo Mandriva!!!!! :'(:'(:'(:'(Grande Dell...mi va bene anche Ubuntu o Debian o Sabayon o Slackware o Gentoo o Benelix o Xandros o PCLinuxOS o RedHat o PuppyLinux o VectorLinux o FreeBSD o Zenwalk o Kubuntu o Xubuntu...Mamma mia quante ce ne sono...che bello poter scegliere!!! :D :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian is the BEST!
        - Scritto da:
        Ma io volevo Mandriva!!!!! :'(:'(:'(:'(

        Grande Dell...mi va bene anche Ubuntu o Debian o
        Sabayon o Slackware o Gentoo o Benelix o Xandros
        o PCLinuxOS o RedHat o PuppyLinux o VectorLinux o
        FreeBSD o Zenwalk o Kubuntu o
        Xubuntu...

        Mamma mia quante ce ne sono...che bello poter
        scegliere!!!

        :D :DMa trombare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian is the BEST!
      - Scritto da:
      Debian 4Ever!!Peccato che i manicomi li abbiano chiusi per legge,ci staresti beissimo a ricompilare la tua debian dalla mattina alla sera.
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian is the BEST!
        bamboccio,e' precompilata. poi se uno vuole... lo fa ma non serve.mica e' una gentoo od una freebsddai oramai lo scrivono anche sui biscotti del latte
        • Anonimo scrive:
          Re: Debian is the BEST!
          - Scritto da:
          bamboccio,
          e' precompilata. poi se uno vuole... lo fa ma non
          serve.
          mica e' una gentoo od una freebsd
          dai oramai lo scrivono anche sui biscotti del
          latteLasciali perdere. Questa gentaglia non capisce niente di SW, figurati se possono capire qualcosa dei veri SO come quelli di Debian.
    • Anonimo scrive:
      Re: Debian is the BEST!
      - Scritto da:
      Debian 4Ever!!Non perdi mai l'occasione di renderti ridicoloUn Debian User
      • Anonimo scrive:
        Re: Debian is the BEST!
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Debian 4Ever!!

        Non perdi mai l'occasione di renderti ridicolo

        Un Debian UserTe sei un PRETORIAN user mascherato da finto Debian user.Ti conoscono tutti qui dentro ormai!
        • Anonimo scrive:
          Re: Debian is the BEST!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Debian 4Ever!!



          Non perdi mai l'occasione di renderti ridicolo



          Un Debian User

          Te sei un PRETORIAN user mascherato da finto
          Debian
          user.
          Ti conoscono tutti qui dentro ormai!Sono un agente della microsoft.
        • Anonimo scrive:
          Re: Debian is the BEST!
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          Debian 4Ever!!



          Non perdi mai l'occasione di renderti ridicolo



          Un Debian User

          Te sei un PRETORIAN user mascherato da finto
          Debian
          user.
          Ti conoscono tutti qui dentro ormai!Ti sbagli e con questa risposta dimostri di essere solo un trollSicuramente non sei neanche un Linux user.PS: la risposta: sono un' agente di microsoft non é mia.
  • Steve Ballmer scrive:
    ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
    Un giorno Pierino deve comperare un piccì nuovo. Ma dopo essersi documentato sul Blog di Beppe Grillo decide di comperare un compiuter di tipo "linux" con dentro tantissimi programmi open source.In preda ad una GPLforia Pierino corre da Computer Discarica e chiede un PC "libero". Allora il negoziante per accontentarlo prende un bel Dell Vista Ready, lo apre e butta via la scheda video, il masterizzatore, il modem, il controller usb, il card-reader, la scheda audio e tutte le altre cose incompatibili. Infine copre il bollino "Vista Ready" con un bell'adesivo di Emergency e consegna a Pierino la neonata workstation piumata.Ma ecco che si verifica l'evento imprevisto. La porta si spalanca ed entra Steve Ballmer a cavallo impugnando i brevetti e la sua arma più micidiale: la EULA. Con un gesto eroico scaglia dalla torre il satanico kernel che immediatamente esplode in tripudio di piume e di dangling pointers. Ed ecco che dalle nubi spunta un raggio di sole. Ormai l'Era Buia dell'Open Source è finita e il popolo scende per le strade fra canti e danze. Intanto Pierino ha imparato la morale e promette: "non comprerò mai più un rottame piumato." (win)(win)(win)(win)(win)(win)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2007 00.09----------------------------------------------------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 03 maggio 2007 00.13-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      :-o :-o :-o :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      quoto!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      Ottima la scelta della Dell... comunque anche chi non compra Dell può installare facilmente e gratuitamente Ubuntu Linux anche in presenza di altri sistemi operativi sul proprio pc. Guardatevi cosa può fare Ubuntu: http://www.youtube.com/watch?v=j0mNWQTw0nc&eurl=http%3A%2F%2Fwww%2Eubuntuvideo%2Ecom%2FA buon intenditor poche parole e molta libertà.
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO





      Un giorno Pierino deve comperare un piccì nuovo. Ma dopo essersi documentato sul Blog di Beppe Grillo decide di comperare un compiuter di tipo "linux" con dentro tantissimi programmi open source.
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      http://www.youtube.com/watch?v=xC5uEe5OzNQlamer vai qui e poi parlaps http://www.openlinux.eu/content/view/33/38
    • outkid scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      ho sperato fino alla fine che mi avrebbe fatto ridere.. :
      • Giambo scrive:
        Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
        - Scritto da: outkid
        ho sperato fino alla fine che mi avrebbe fatto
        ridere..
        :Ho pensato la tua stessa cosa ... Ce lo siamo giocato ?Forse sono stato troppo precipitoso quando l'ho chiamato "il nuovo rock&troll" :'(O forse mi sono fatto abbindolare dal suo avatar :)
        • Anonimo scrive:
          Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
          - Scritto da: Giambo

          - Scritto da: outkid

          ho sperato fino alla fine che mi avrebbe fatto

          ridere..

          :

          Ho pensato la tua stessa cosa ... Ce lo siamo
          giocato
          ?
          Forse sono stato troppo precipitoso quando l'ho
          chiamato "il nuovo rock&troll"
          :'(
          O forse mi sono fatto abbindolare dal suo avatar
          :)Perké sei sfizzero e tutto kwel ementaler ti afere tappaten arterien di kolesterolen unt trigliceriden!Altrimenten afresti rikonosciuten un kapolaforen trash!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)[img]http://www.geocities.com/SiliconValley/Pines/8961/ddj_c002.gif[/img]
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      BallmerClone, lei c'ha una testa che non gliela mangia neanche un maiale.
      • Anonimo scrive:
        Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
        Dimmi cosa fumi, m'interessa. Se aspiri i vapori delle custodie di Vista squagliate, non m'interessa...
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      Posterdati, per due, anche un pochino antani con la supercazzola prematurata con scappellamento a destra
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)bellissima ! :D(linux)
      • Anonimo scrive:
        Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
        - Scritto da:
        (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
        bellissima !

        :D

        (linux)bellissima un paio di p...e!nulla a che vedere con la qualità dei trollaggi espressa da rock&troll.
        • CHKDSK scrive:
          Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
          Caro amico Troll,i tuoi continui post di trolling e di puro sminuimento del software libero sono il segno delle preoccupazioni dei signori dei piani alti cui sei in libro-paga, quindi puoi continuare a fare tutti gli appelli che vuoi.SIETE DESTINATI AD ABBASSARE LA CRESTA!
        • Anonimo scrive:
          Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          bellissima !



          :D



          (linux)

          bellissima un paio di p...e!bhe insomma bai, questa mi ha fatto ridere: "Infine copre il bollino "Vista Ready" con un bell'adesivo di Emergency e consegna a Pierino la neonata workstation piumata." (rotfl)
          nulla a che vedere con la qualità dei trollaggi
          espressa da
          rock&troll.su questo, non c'è dubbio! saluti(linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)

          bellissima !



          :D



          (linux)

          bellissima un paio di p...e!

          nulla a che vedere con la qualità dei trollaggi
          espressa da
          rock&troll.rock&troll è inarrrivabile, come Ubu re, però anche Steve Ballmer si difende bene e questa trollatona era proprio ben fatta., prova ne sia che ha fatto smadonnare le persone con meno senso dell'umorismo :p
    • rock and troll scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      idee interessanti
      • Anonimo scrive:
        Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
        idee interessanti? spero ti riferisca alla notizia e non al thread che è semplicemente penoso.. :p
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      mammamia che pena! l'imitazione più patetica di rock and troll.poi pure falsa: già molti notebook dell (mio compreso) hanno l'hardware interamente funzionante con la distribuzione, ibernazione e il resto. altro che togliere i bollini...patetico
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      di rock and troll c'e' ne solo uno....tu non sei degno
    • Anonimo scrive:
      Re: ROTTAMI IN SALSA PINGUINO
      (rotfl)(rotfl)(rotfl)Non dar retta agli invidiosi, sei un mito, a momenti ruzzolavo giù dalla sedia!(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    ...ci siamo...
    ...il prox portatile sarà Dell !! 8) 8)(linux)(linux)(linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: ...ci siamo...
      Idem. Garantito. Dell ora ha un cliente in piu' :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: ...ci siamo...
        - Scritto da:
        Idem. Garantito. Dell ora ha un cliente in piu'
        :-)
        Farai schizzare il fatturato alle stelle.
        • Anonimo scrive:
          Re: ...ci siamo...
          - Scritto da:
          Farai schizzare il fatturato alle stelle.Il fatturato sale grazie alle vendite, ciccio ;)Se lui e tanti altri comprano il fatturato sale.
      • Anonimo scrive:
        Re: ...ci siamo...
        - Scritto da:
        Idem. Garantito. Dell ora ha un cliente in piu'
        :-)
        Ci sto pensando anch'io, ma aspetterò un offerta che abbia almeno 1GB di RAM e spedizione gratis, altrimenti il prezzo reale dei modelli a basso costo sale troppo.
  • Anonimo scrive:
    Ubuntu Christian Edition
    noooooooooooooooooooooooooo:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(:'(
Chiudi i commenti