Apple denunciata per violazione di brevetto

La Mela avrebbe usato per QuickTime, iTunes ed iPod tecnologie inventate e brevettate da altri. Burst.com ora vuole rimborsi di royalty non godute e danni
La Mela avrebbe usato per QuickTime, iTunes ed iPod tecnologie inventate e brevettate da altri. Burst.com ora vuole rimborsi di royalty non godute e danni


Los Angeles (USA) – Burst.com , società specializzata nella produzione di tecnologie per la distribuzione di contenuti multimediali, si scaglia contro Apple ed accusa l’azienda di Steve Jobs di violazione di brevetto .

La Mela, stando alle dichiarazioni dell’AD di Burst, Richard Lang, avrebbe implementato sistemi brevettati in iPod, iTunes e QuickTime senza versare le dovute royalty ai legittimi inventori.

“Vogliamo che i giudici riconoscano i nostri diritti e la nostra paternità sulle tecnologie utilizzate da Apple”, sostiene Lang, “specialmente a seguito degli ultimi sviluppi di questa faccenda”. Apple, lo scorso gennaio, aveva chiesto ad un tribunale californiano di invalidare i brevetti di Burst , nel timore che questa piccola azienda potesse avanzare richieste eccessive .

In passato, Burst ha già ottenuto una vittoria legale contro Microsoft , ugualmente accusata di avere utilizzato illegittimamente alcune delle dieci tecnologie brevettate da questa ditta, che consta di due dipendenti. La multinazionale fondata da Bill Gates giunse alla stipula di un accordo di licenza non esclusiva che ricompensava Burst con 60 milioni di dollari.

“Abbiamo fatto di tutto per evitare di arrivare ai ferri corti”, dice Lang, “ma Apple è responsabile di non avere accettato le nostre proposte per una negoziazione non giudiziale”. Le trattative tra Apple e Lang vanno avanti dal 2004 e nello specifico riguardano tre brevetti risalenti al 1988 ed al 1990 che permettono di distribuire contenuti multimediali a velocità più alte rispetto a quella di riproduzione – una sorta di “download rapido” creato per la fruizione di musica e video.

Stando alle dichiarazioni di uno degli avvocati di Burst, intervistato dal prestigioso BusinessWeek , l’azienda potrebbe richiedere un risarcimento da almeno 200 milioni di dollari .

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

18 04 2006
Link copiato negli appunti