Apple denunciata per violazione di brevetto

La Mela avrebbe usato per QuickTime, iTunes ed iPod tecnologie inventate e brevettate da altri. Burst.com ora vuole rimborsi di royalty non godute e danni


Los Angeles (USA) – Burst.com , società specializzata nella produzione di tecnologie per la distribuzione di contenuti multimediali, si scaglia contro Apple ed accusa l’azienda di Steve Jobs di violazione di brevetto .

La Mela, stando alle dichiarazioni dell’AD di Burst, Richard Lang, avrebbe implementato sistemi brevettati in iPod, iTunes e QuickTime senza versare le dovute royalty ai legittimi inventori.

“Vogliamo che i giudici riconoscano i nostri diritti e la nostra paternità sulle tecnologie utilizzate da Apple”, sostiene Lang, “specialmente a seguito degli ultimi sviluppi di questa faccenda”. Apple, lo scorso gennaio, aveva chiesto ad un tribunale californiano di invalidare i brevetti di Burst , nel timore che questa piccola azienda potesse avanzare richieste eccessive .

In passato, Burst ha già ottenuto una vittoria legale contro Microsoft , ugualmente accusata di avere utilizzato illegittimamente alcune delle dieci tecnologie brevettate da questa ditta, che consta di due dipendenti. La multinazionale fondata da Bill Gates giunse alla stipula di un accordo di licenza non esclusiva che ricompensava Burst con 60 milioni di dollari.

“Abbiamo fatto di tutto per evitare di arrivare ai ferri corti”, dice Lang, “ma Apple è responsabile di non avere accettato le nostre proposte per una negoziazione non giudiziale”. Le trattative tra Apple e Lang vanno avanti dal 2004 e nello specifico riguardano tre brevetti risalenti al 1988 ed al 1990 che permettono di distribuire contenuti multimediali a velocità più alte rispetto a quella di riproduzione – una sorta di “download rapido” creato per la fruizione di musica e video.

Stando alle dichiarazioni di uno degli avvocati di Burst, intervistato dal prestigioso BusinessWeek , l’azienda potrebbe richiedere un risarcimento da almeno 200 milioni di dollari .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Ti spunta un fiore in bocca....
    se sputacchi troppo sul tuo cellulare...
  • Anonimo scrive:
    Pensa che bello
    Aspetto un bel cell. alla zucchina, cosi quando il credito è finito ... beh la compagnia telefonica sa cosa farci !!!!!(linux)
  • TieFighter scrive:
    Non male ma
    Ora dovrebbero trovare il modo di riciclare anche l'interno dei cellulari. Comunque un bel passo avanti!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non male ma
      - Scritto da: TieFighter
      Ora dovrebbero trovare il modo di riciclare
      anche l'interno dei cellulari. Comunque un bel
      passo avanti!!Bel passo avanti un accidente, la plastica biodegradabile derivata da scarti vegetali esiste da decenni, non la si usa perché costa di più di quella ottenuta dal petrolio. Tanto per fare un esempio stupido, la Olivetti vendeva le cartucce delle macchine da scrivere fatte con quella plastica e biodegradibili al 100%, in quanti l'hanno seguita? Figurati, oggi ti vendono le cartucce a peso d'oro e con microchip per fartela cambiare quando vogliono.E' solo l'ennesima stupidaggine commerciale. Già mi vedo le veline sorridenti che seppelliscono un cellulare. Tutti lo compreranno e lo pianteranno in giardino (chi ce l'ha, gli altri li butteranno fuori dal finestrino come i pacchetti delle sigarette vuoti). E ovviamente saranno gli stessi che si lamentano delle onde elettromagnetiche. Ma perfavore...
  • avvelenato scrive:
    Che troiata
    Anziché incentivare il riutilizzo (la vera ecologia), si incentiva il consumismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che troiata
      - Scritto da: avvelenato
      Anziché incentivare il riutilizzo (la vera
      ecologia), si incentiva il consumismo.Ma scusa.... e poi loro cosa vendono?
  • Anonimo scrive:
    [OT]così non dovremo più usare i bambini
    ..... farli bollire e poi concimare i campi.Tempi duri per i comunisti incalliti.
  • shiba89 scrive:
    Incidenti di percorso
    Pensa che figata dimenticarlo a casa in una stanza umida e partire per il mare per un mese... ^_^''
    • fante76 scrive:
      Re: Incidenti di percorso
      - Scritto da: shiba89
      Pensa che figata dimenticarlo a casa in una
      stanza umida e partire per il mare per un mese...
      ^_^''Non solo! E chi ha le mani che sudano parecchio e usa tanto il telefonino? Finisce per ritrovarsi una pianta in mano! :o
  • Anonimo scrive:
    Una novità clamorosa eh?
    Non vorrei rompere le uova nel paniere, ma questa notizia ha quasi due anni...http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnologie/2004/12_Dicembre/01/fiori.shtml
    • Anonimo scrive:
      Re: Una novità clamorosa eh?
      - Scritto da: Anonimo
      Non vorrei rompere le uova nel paniere, ma questa
      notizia ha quasi due anni...
      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecno"Della ricerca che ha portato a questo risultato si erà già parlato a fine 2004..."Leggere l'artico no, eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una novità clamorosa eh?
      - Scritto da: Anonimo
      Non vorrei rompere le uova nel paniere, ma questa
      notizia ha quasi due anni...
      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecnonon rompi nessun uovo, fai solo la figura di uno che non sa leggere con attenzione, nonostante ti vanti del contrario...
      • Anonimo scrive:
        Re: Una novità clamorosa eh?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Non vorrei rompere le uova nel paniere, ma
        questa

        notizia ha quasi due anni...


        http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_Tecno

        non rompi nessun uovo, fai solo la figura di uno
        che non sa leggere con attenzione, nonostante ti
        vanti del contrario...al di là di questi sofismi, ha comunque ragione, roba vecchia riciclata
    • Anonimo scrive:
      Re: Una novità clamorosa eh?
      - Scritto da: Anonimo
      Non vorrei rompere le uova nel paniere, ma questa
      notizia ha quasi due anni...
      http://www.corriere.it/Primo_Piano/Scienze_e_TecnoMa non mi sembri che rompi nulla, semmai molto semplicemente non hai letto la notizia che riporti o quella di pi. Per te probabilmente un'auto nuova e' uguale, che sia una Golf o una Punto poco cambia no?
Chiudi i commenti