Apple fa oscurare i link del crack

L'azienda della Mela, appellandosi al Digital Millennium Copyright Act, è riuscita a far chiudere Win2OSX.net e a far eliminare i collegamenti al sito di Maxxuss dai forum di OSx86 Project Web


San Jose (USA) – Apple ha dimostrato di avere riflessi felini . Alla zampata dell’hacker Maxxuss – che aveva annunciato di essere riuscito a craccare l’ultima release di Mac OS X x86 – l’azienda della Mela ha reagito impugnando immediatamente il Digital Millennium Copyright Act (DMCA) , “zittendo” di conseguenza i siti che si erano occupati della questione. Win2OSX.net è stato chiuso; gli amministratori, inoltre, hanno fatto perdere le loro tracce senza lasciare dietro di sé neanche un commento sull’accaduto.

OSx86 Project Web , invece, è diventato protagonista di una campagna giornalistica a dir poco sorprendente. Alcune fra le più importanti testate hanno pubblicato articoli che lo davano per spacciato, quando in verità gli amministratori stavano semplicemente vagliando la loro posizione con i consulenti legali. L’ impasse che tutti preconizzavano si è risolto con la sola eliminazione dei link , alle patch incriminate, presenti nel forum. OSx86 Project ha confermato di aver sempre rispettato i termini legali che fanno riferimento ai prodotti Apple, e di avere come obiettivo esclusivo la creazione di una community su “OS X on x86”. Tutti gli utenti sono ben accetti, compresi gli hacker – dicono ora i gestori del sito – a patto ovviamente che accettino le “regole del gioco” e del confronto.

Non è la prima volta che il DMCA viene impugnato per censurare siti e link scomodi. Era successo nel 2004 a Torrentz.com, con diffida firmata Microsoft, e nel 2003 con Kazaa Lite, imbrigliato da Sharman Networks. Insomma uno strumento giuridico imponente, protagonista di innumerevoli controversi procedimenti legali, che nello scorso novembre è stato definito “abusivo” da uno studio redatto da due giuristi dell’ Università della California . Il 30% delle denunce di violazione, infatti, si sarebbero dimostrate piene di inesattezze .

Apple non ha voluto commentare il suo operato degli ultimi giorni, preferendo un profilo basso. Certo è che la legge federale proibisce la distribuzione di software e hardware capaci di aggirare i meccanismi che si occupano della copy protection , e la sezione 512 del testo del DMCA obbliga anche gli ISP, motori di ricerca e portali ad eliminare link verso materiale presumibilmente pirata ed illegale .

Un caso senz’altro “laterale” rispetto ad altri che lo hanno preceduto ma, come scriveva Lamberto Assenti nel lontano 2002, a proposito della guerra ai link , perlopiù “non ci si cura dell’effetto che tutto questo può avere e sta avendo sulla salute di internet e sulla sua fruibilità”. Ma la legge è legge, ribadiscono quelli di OSx86 Project, e finché non cambia va rispettata.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    18 MLN di euro sono briciole nelle TelCo
    Proprio così la notizi sembra sensazionalistica ma 18 MLN di euro sono una cifra che fa ridere davanti alle parole VOIP globale!!!!!Se mettere su una vera società di telco fosse così semplice ne avremmo migliaia!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: 18 MLN di euro sono briciole nelle T
      - Scritto da: Anonimo
      Proprio così la notizi sembra sensazionalistica
      ma 18 MLN di euro sono una cifra che fa ridere
      davanti alle parole VOIP globale!!!!!Mah, 18 milioni di euro in ASIA non mi sembrano pochi. Ti risulta?

      Se mettere su una vera società di telco fosse
      così semplice ne avremmo migliaia!!!Il voip costa poco.... Internet costa poco... solo in italia le TLC costano cosi' tanto.. pare...
      • Anonimo scrive:
        Re: 18 MLN di euro sono briciole nelle T

        Il voip costa poco.... Internet costa poco...
        solo in italia le TLC costano cosi' tanto..
        pare...quoto :s
  • Anonimo scrive:
    E TELECOM ITALIA...
    che guarda e va in MALORA!!!!!!ben venga, così se la compra qualche gruppo straniero che si porta dietro un management degno di questo nome, non il "Tronchetto dell'infelicità" (B.G.)
    • Anonimo scrive:
      Re: E TELECOM ITALIA...
      Quoto...manager italiani stapagati e incompetenti, telecom sprofonda nei debiti, fiat altrettanto, e nessuno dice niente, bel giornalismo italiano.
    • Anonimo scrive:
      Re: E TELECOM ITALIA...
      - Scritto da: Anonimo
      che guarda e va in MALORA!!!!!!
      ben venga, così se la compra qualche gruppo
      straniero che si porta dietro un management degno
      di questo nome,
      non il "Tronchetto dell'infelicità" (B.G.)B.G. non prendere per oro colato tutto quello che leggi su P.I.Guarda che nessuno si da la zappa sui piedi da solo e niente è gratis a questo mondo... sono sicuro che neanche tu lavori GRATIS.Un caro saluto.
Chiudi i commenti