Apple iWatch, salute a energia cinetica

Sempre più insistenti le indiscrezioni sul futuro (futuribile?) gadget da polso di Cupertino, una tecnologia che più che alle app penserebbe alla salute degli utenti. E a una batteria che si ricarica wireless, con energia cinetica o solare

Roma – Di iWatch si parla ormai da tempo, ma le ultime indiscrezioni provenienti dagli States sarebbero quanto di più concreto si è fin qui saputo in merito al gadget indossabile di Apple: hanno parlato di iWatch gli alti papaveri della corporation, incontratisi con gli ufficiali della Food and Drug Administration (FDA), dicono le indiscrezioni , anche se le certezze per il futuro sono ora esattamente quelle di prima, cioè zero.

Al meeting con la FDA avrebbero partecipato alcuni vice-presidenti di Apple, spiega il New York Times , con l’obiettivo specifico di trattare la questione iWatch: il braccialetto/orologio intelligente di Cupertino sarebbe in questo caso un gadget pensato per applicativi biometrici dedicati alla lettura di parametri vitali quali pressione sanguigna, livello di idratazione, battito cardiaco, livello di glucosio nel sangue e altri ancora.

L’iWatch di cui Apple ha discusso con la FDA sarebbe insomma un gadget capace di tenere sotto controllo la salute dell’utente durante l’attività fisica, quella lavorativa o a riposo, con tanto di sensori specializzati a basso consumo energetico per risparmiare sulla durata della batteria integrata.

Anche le app di iOS 8 – in uscita per la fine dell’estate – rifletterebbero questa vocazione salutista di iWatch, e la capacità di analizzare i parametri fisici di una persona andrebbe certamente a nozze con certe tecnologie per rilevare l’umore dell’utente – e la conseguente utilità in funzione di advertising – per cui Apple ha già chiesto la registrazione di appositi brevetti .

E le presunte caratteristiche di iWatch non finiscono qui, visto che sempre dal New York Times arrivano le indiscrezioni su metodi innovativi di ricarica della batteria su cui Cupertino è al lavoro per il suo orologio/braccialetto intelligente: il gadget si ricaricherà tramite energia solare, dicono le indiscrezioni, wireless, in un apposito contenitore (a induzione magnetica) oppure tramite energia cinetica, con il movimento del braccio dell’utente.

Alfonso Maruccia

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pescediavol o scrive:
    Re: Libreoffice Base
    Interessante lintegrazione di Firebird come database per BASEPeccato che ancora pochi lo usino al posto di Access.Nella P.A. dove lavoro la migrazione da MS office a LibreOffice è bloccata solo perchè cè difficoltà per migrare da alcuni programmi scritti in Access in Base. Alcuni sono anche complicatiIn internet vedo poco materiale/ articoli su BASE.Qualcuno sa dirmi se ha mai sentito qualcuno che li usa?Secondo me manca esperienza su BASE e qualcuno che scriva dei tutorial per inesperti. Tipo "BASE for Dummies"
    • krane scrive:
      Re: Libreoffice Base
      - Scritto da: pescediavol o
      Interessante lintegrazione di Firebird come
      database per BASE
      Peccato che ancora pochi lo usino al posto di
      Access.
      Nella P.A. dove lavoro la migrazione da MS office
      a LibreOffice è bloccata solo perchè cè
      difficoltà per migrare da alcuni programmi
      scritti in Access in Base. Alcuni sono anche
      complicati
      In internet vedo poco materiale/ articoli su BASE.
      Qualcuno sa dirmi se ha mai sentito qualcuno che
      li usa?
      Secondo me manca esperienza su BASE e qualcuno
      che scriva dei tutorial per inesperti. Tipo "BASE
      for Dummies"Io sto provando a giocherellare con sqlite e libreoffice e trovo la cosa ancora contorta e poco integrata.
    • panda rossa scrive:
      Re: Libreoffice Base
      - Scritto da: pescediavol o
      Interessante lintegrazione di Firebird come
      database per
      BASE
      Peccato che ancora pochi lo usino al posto di
      Access.
      Nella P.A. dove lavoro la migrazione da MS office
      a LibreOffice è bloccata solo perchè cè
      difficoltà per migrare da alcuni programmi
      scritti in Access in Base. Alcuni sono anche
      complicati
      In internet vedo poco materiale/ articoli su BASE.
      Qualcuno sa dirmi se ha mai sentito qualcuno che
      li
      usa?
      Secondo me manca esperienza su BASE e qualcuno
      che scriva dei tutorial per inesperti. Tipo "BASE
      for
      Dummies"Perche' usare BASE quando ci sono dei veri database?
      • steve jobs scrive:
        Re: Libreoffice Base
        - Scritto da: panda rossa
        Perche' usare BASE quando ci sono dei veri
        database?Giusto!!Anche io dicevo "usatelo con la mano destra". Vedo che finalmente siamo d'accordo: se un prodotto è scadente MAI AMMETTERLO!
        • pescediavol o scrive:
          Re: Libreoffice Base
          Nessuna polemica, concordo con te per access che non è un database serio.Ora in LibreOffice stanno inserendo anche in Base la possibilità di avere un database serio Firebird SQL (Firebird Embedded), un database relazionale maturo ACID-complaint che offre supporto cross-platform, multi-generation architecture, referential integrity, logging e monitoring, nonché grandi performance con eccellente concurrency, supporto a stored procedures, triggers ed altro):http://www.firebirdnews.org/?p=9109Però Access, e così dovrebbe anche (e non solo) fare BASE, va a coprire delle fette di utenti (e sono molte) che hanno una esigenza particolare:Avere un programma che faccia da database senza dover installare un server con un database vero e proprio (perchè è troppo complicato gestirlo o perchè perchè il database serve per cose limitate ma INDISPENSABILI).Quindi trovano lideale usare un database embedded come Access che ha mille limitazioni e non è un database serio (confermo!) ma che fa quello che gli serve.Es: database per gestire parco auto e prenotazioni, tagliandi e altro.Es: gestione delle pratiche con relative stampe e reportecc.Molti non passano a LibreOffice (e una volta a OpenOffice) perchè non cè un buon equivalente di Access e non si trova molta documentazione.Mentre per gli altri applicativi tipo word e excel nel 90% si riesce facilmente a convertire i documenti al massimo con qualche piccolo aggiustamento nel caso di access bisogna riscrivere tutto da zero non sapendo a priori se base avrà la possibilità di fare le stesse cose. Se nel caso di Excel e Word la migrazione viene ritenuta fattibile, nel caso di uffici che usano access la migrazione viene presa in considerazone ma poi abbandonata(viene visto come un salto nel buio non sapendo cosa aspettarsi di ottenere).Secondo me TDF dovrebbe spingere di più in questo ambito per coprire una fetta di utenti che vorrebbero un database Embedded per cose basilari e semi-professionali.Allora si leverebbe lultimo scoglio per passare a LibreOffice.Penso che ora con litegrazione di Firebird sia ora di farlo. Almeno avere più documentazione anche in italiano.Sarebbe bello un articolo che parlasse di BASE e magari con i link alla documentazione più attuale disponibile in rete.Cordiali Saluti
          • pescediavol o scrive:
            Re: Libreoffice Base
            Anche qui maggiori informazioni dove parla di BASE:http://www.chimerarevo.com/linux/libreoffice-4-2-novita-download/?ModPagespeed=noscript
  • suino scrive:
    ma openoffice è morto?
    sono secoli che non viene più aggiornato.Tipico comportamento del software opensource di forkare a go-go senza mai raggiungere una versione stabile
    • zidagar scrive:
      Re: ma openoffice è morto?
      Questa versione è stabile come tutte le versioni rilasciate come tali, non capisco la tua affermazione -.-'Si, LibreOffice è un fork e quindi? Questa è una delle cose belle dell'Open Source infatti.OpenOffice è in mano a Oracle e decide lei lo sviluppo; al contrario LibreOffice è della comunità e lo sviluppo non è deciso da una singola azienda. Fine
    • krane scrive:
      Re: ma openoffice è morto?
      - Scritto da: suino
      sono secoli che non viene più aggiornato.
      Tipico comportamento del software opensource
      di forkare a go-go senza mai raggiungere una
      versione stabileE' stata oracle a forcare, scivi a loro e lamentati no ?
  • Fabio Z scrive:
    e per Android?
    grazie dell'articolo ma ... potrei chiedere di aggiungere in calce ad articoli come questo ad ogni nuova release... 1 riga solo una sull'avanzamento del progetto LibreOffice per piattaforma Android? se fosse possibile ... grazie tanti cordiali saluti
    • panda rossa scrive:
      Re: e per Android?
      - Scritto da: Fabio Z
      grazie dell'articolo ma ... potrei chiedere di
      aggiungere in calce ad articoli come questo ad
      ogni nuova release... 1 riga solo una
      sull'avanzamento del progetto LibreOffice per
      piattaforma Android? se fosse possibile ...
      grazie tanti cordiali
      salutiC'e' un sito ufficiale.C'e' un progetto partecipativo.E tu vuoi informarti leggendo PI sull'avanzamento del progetto LiBo?
  • m5S scrive:
    Personalmente
    Personalmente non mi intendo di paccheti di Office da ma quel poco che riesco a vedere l'office di Microsoft è almeno di dieci anni piu' avanti rispetto ai vai open office libre office ecc l'unico dramma di Microsoft Office è che abbraccia troppo il cloud computing....
    • panda rossa scrive:
      Re: Personalmente
      - Scritto da: m5S1)
      Personalmente non mi intendo di paccheti di
      Office 2)
      da ma quel poco che riesco a vedere
      l'office di Microsoft è almeno di dieci anni piu'
      avanti rispetto ai vai open office libre office
      ecc Basta confrontare la 1) con la 2) e si ottiene il motivo.Traduco: "Io sono un totale ignorante in materia, quindi l'unico metro di giudizio che posso esprimere e' basato sul colore della carrozzeria, e il colore del sistema a pagamento mi piace di piu'."
      l'unico dramma di Microsoft Office è che
      abbraccia troppo il cloud
      computing....L'unico????Quindi il punto 1) e' molto piu' grave di quello che pensavamo.Tu la differenza tra schiavitu' e liberta' non la sai vedere?
    • MacGeek scrive:
      Re: Personalmente
      - Scritto da: m5S
      Personalmente non mi intendo di paccheti di
      Office da ma quel poco che riesco a vedere
      l'office di Microsoft è almeno di dieci anni piu'
      avanti rispetto ai vai open office libre office
      ecc l'unico dramma di Microsoft Office è che
      abbraccia troppo il cloud
      computing.Appunto, siccome la maggior parte di chi li usa è come te, basta e avanza LibreOffice.Per quanto concordo che un Office 2003 è molto meglio di LibreOffice 2014.E comunque word e powerpoint fanno sempre schifo. Preferisco Pages e Keynote (2009!!!!).L'unico bel software che abbia mai fatto M$ è Excel.Pare che il foglio elettronico di questo LibreOffice l'abbiano finalmente un po' migliorato, gli darò un'occhiata, ma credo che rimarrò su Excel.
      • pippo75 scrive:
        Re: Personalmente

        Per quanto concordo che un Office 2003 è molto
        meglio di LibreOffice
        2014.Se non sbaglio in MsOffice manca un equivalente di "LO Draw".
        • MacGeek scrive:
          Re: Personalmente
          - Scritto da: pippo75

          Per quanto concordo che un Office 2003 è
          molto

          meglio di LibreOffice

          2014.

          Se non sbaglio in MsOffice manca un equivalente
          di "LO Draw".Sì, ma tanto quello di LibreOffice fa schifo ed è anche lentissimo. Praticamente inusabile (una volta l'ho voluto usare per un lavoretto banale, ma poi me ne sono pentito).
Chiudi i commenti