Apple: per gli occhiali AR bisognerà attendere quattro anni

Apple: per gli occhiali AR bisognerà attendere quattro anni

Secondo le fonti di Mark Gurman di Bloomberg per poter vedere gli occhiali AR di Apple sarà necessario attendere ancora almeno quattro anni.
Apple: per gli occhiali AR bisognerà attendere quattro anni
Secondo le fonti di Mark Gurman di Bloomberg per poter vedere gli occhiali AR di Apple sarà necessario attendere ancora almeno quattro anni.

Oltre al visore AR/VR, nei piani di Apple vi sarebbe pure un paio di occhiali per la realtà aumentata. La cosa è stata già vociferata in passato, ma a quanto pare mentre per il primo dispositivo sarà sufficiente attendere ancora pochi giorni, in quanto la presentazione sarebbe prevista in occasione della WWDC di giugno prossimo, per il secondo toccherà aspettare ancora almeno quattro anni.

Apple: gli occhiali AR arriveranno tra quattro anni

A riferire la cosa è stato Mark Gurman di Bloomberg, con un report in cui descrive alcune delle sfide che ha dovuto affrontare Apple nello sviluppo del visore AR/VR.

Nel report, dunque, il giornalista spiega che gli occhiali AR sono stati interessati da non pochi problemi e che Tim Cook, CEO di Apple, e Jonny Ive, ex capo del design della “mela morsicata”, volevano originariamente realizzarne un paio leggero e dai bassi consumi, con la medesima capacità computazionale di un iPhone.

Il progetto era piuttosto ambizioso, ma si è rivelato complesso da gestire e attualmente sarebbe quindi impossibile da attuare, almeno secondo le testimonianze raccolte da Bloomberg.

Più precisamente, per rispettare l’idea originale del progetto sarebbe stato necessario raggiungere la capacità di elaborazione di un iPhone con un decimo dei consumi energetici per evitare problemi di surriscaldamento, il che ha richiesto vari compromessi.

Mike Rockwell, un ex dirigente Dolby assunto da Apple per guidare lo sviluppo di dispositivi sperimentali indossabili AR/VR, ha continuato a lavorare al visore per gettare le basi per i futuri occhiali e attualmente al dispositivo sono dedicate solo risorse limitate.

Fonte: MacRumors
Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

Pubblicato il 19 mag 2023
Link copiato negli appunti