Apple svela i PowerMac a 64 bit

Durante uno degli eventi più attesi dell'ultimo anno Steve Jobs ha svelato le novità più bollenti della mela, fra cui i nuovi Power Mac G5 con CPU IBM a 64 bit e un'anteprima della prossima versione di Mac OS X
Durante uno degli eventi più attesi dell'ultimo anno Steve Jobs ha svelato le novità più bollenti della mela, fra cui i nuovi Power Mac G5 con CPU IBM a 64 bit e un'anteprima della prossima versione di Mac OS X


San Francisco (USA) – Con una prsentazione d’apertura che ha tenuto con il fiato sospeso tutta la comunità di utenti Mac, il CEO di Apple, Steve Jobs, ha svelato presso la Worldwide Developers Conference (WWDC) di San Francisco alcune delle novità più incandescenti dell’anno.

La prima novità riguarda la presentazione dei Power Mac G5, i primi Macintosh a 64 bit equipaggiati con le CPU PowerPC 970 di IBM su cui tanto si era speculato fin dal momento del loro annuncio, avvenuto lo scorso novembre .

I nuovi Power Mac, definiti da Jobs “i personal computer più veloci al mondo”, adottano uno o due processori PowerPC 970 compresi fra 1,6 e 2 GHz, un front-side bus a 1 GHz, memoria DDR SDRAM a 400 MHz, bus PCI o PCI-X, porta AGP 8X, interfaccia Serial ATA, porte USB 2.0 e FireWire, supporto a IEEE 802.11g e Bluetooth.

“La rivoluzione dei 64 bit è cominciata e il personal computer non sarà mai più lo stesso”, ha proclamato Jobs durante il proprio key note. “Il nuovo Power Mac G5 combina il primo processore desktop a 64 bit del mondo, il primo front-side bus a 1 GHz e il supporto a fino 8 GB di memoria per battere il più veloce sistema Pentium 4 e dual-Xeon nei benchmark standard e nelle applicazioni del mondo reale”.

I primi Power Mac G5 verrano rilasciati ad agosto e avranno un prezzo base di circa 2.280 euro.

Apple ha poi mostrato un’anteprima di Panther, nome in codice dell’imminente versione 10.3 di Mac OS X. Questa nuova major release del sistema operativo Unix-based di Apple sarà ottimizzata per la nuova architettura a 64 bit dei nuovi Power PC di IBM e introdurrà diverse novità sia sul lato dell’interfaccia utente che quello delle funzionalità.

Con l’occasione Jobs ha annunciato poi il rilascio della versione definitiva di Safari 1.0, l’ormai celebre browser Web scaricabile da qui anche nella versione italiana. Safari sarà anche il navigatore predefinito delle prossime versioni di Mac OS X e sarà in grado di sincronizzare i preferiti con iSync.

Nei prossimi giorni su Punto Informatico un approfondimento delle molte novità presentate da Apple al WWDC.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

24 06 2003
Link copiato negli appunti